Senza Padroni Quindi Romanisti
printprintFacebook
 
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

libertà di informazione: già eravamo agli ultimi posti...

Last Update: 8/5/2019 3:21 PM
OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/11/2010 8:39 PM
 
Quote

chi mi spiega l'attacco poco velato di Travaglio al Saviano televisivo?

ho ascoltato qualcosa di sfuggita nel tg di La7 ma non ho acquistato il Fatto e non ho visto Vieni via con me.

Chi mi illumina in maniera asettica?



L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
La Bibbia è stata manipolata?Testimoni di Geova Online...67 pt.10/14/2019 9:53 PM by (SimonLeBon)
Monza Vs Albinoleffeblog191230 pt.10/14/2019 6:42 PM by Monza72
QVC - Presentatrici e ModelleTELEGIORNALISTE FANS FORU...23 pt.10/14/2019 6:42 PM by Sir_Anthony
OFFLINE
Post: 2,683
Gender: Male
11/12/2010 7:42 AM
 
Quote

Re:
E_Dantes, 11/11/2010 20.39:

chi mi spiega l'attacco poco velato di Travaglio al Saviano televisivo?

ho ascoltato qualcosa di sfuggita nel tg di La7 ma non ho acquistato il Fatto e non ho visto Vieni via con me.

Chi mi illumina in maniera asettica?







tieni , leo, questa è la trasmissione:





se vuoi, ti faccio anche avere "il fatto quotidiano", basta che mi dici di quali giorni.

***********************************************************************

Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better.
(Samuel Beckett, Worstward Ho)
OFFLINE
Post: 2,683
Gender: Male
11/12/2010 7:51 AM
 
Quote

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
giove(R), 10/11/2010 9.53:




porco due si (ma è quella che stava al primo annozero?)! tutta scosciata... je se vede pure la voglia (e lasciamo stare di che) sulla coscia destra.

l'altra invece è pure lei giornalista? beh allora dovrebbe mostrare più "onestà intellettuale". cosa lo nascondi a fare quel bicchiere 'mbriacona! che poi l'hai messo pure in un punto un pò così...




sì, è quella di annozero. la voglia potrebbe essere di caffè latte. e infatti, come scrivevo, me n'ha portato uno.

l'altra, quella che piace a leonardo, è la cugina, una delle figlie di carolina di monaco. penso che studi e che pratichi un po' di editoria a tempo perso, soprattutto sul rapporto moda ed ecologia.

***********************************************************************

Ever tried. Ever failed. No matter. Try again. Fail again. Fail better.
(Samuel Beckett, Worstward Ho)
OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/12/2010 9:12 AM
 
Quote

Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
BeautifulLoser, 12/11/2010 7.42:




se vuoi, ti faccio anche avere "il fatto quotidiano", basta che mi dici di quali giorni.




credo sia l'editoriale di ieri di ieri.
Travaglio che invita "Roberto a spettinarsi".

Lo accusa di allinearsi alla sinistra politicamente corretta.

Grazie in anticipo.

Leonardo

giove(R), 10/11/2010 9.53:




porco due si (ma è quella che stava al primo annozero?)! tutta scosciata... je se vede pure la voglia (e lasciamo stare di che) sulla coscia destra.

l'altra invece è pure lei giornalista? beh allora dovrebbe mostrare più "onestà intellettuale". cosa lo nascondi a fare quel bicchiere 'mbriacona! che poi l'hai messo pure in un punto un pò così...




L'altra (come dici tu) è Charlotte Casiraghi! Non nasconde ma tiene elegantemente il suo flûte di Krug Clos du Mesnil, magari è un po' troppo ostentato il submariner ghiera verde 50° anniversario.

ma rimane una gran figa! e magari farsela anche ora.

[Edited by E_Dantes 11/12/2010 9:16 AM]
L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 19,467
Location: ROMA
Age: 47
Gender: Male
11/12/2010 9:17 AM
 
Quote

Re:
E_Dantes, 11/11/2010 20.39:

chi mi spiega l'attacco poco velato di Travaglio al Saviano televisivo?

ho ascoltato qualcosa di sfuggita nel tg di La7 ma non ho acquistato il Fatto e non ho visto Vieni via con me.

Chi mi illumina in maniera asettica?







praticamente ha accusato la trasmissione e Saviano in particolare di essere stati troppo morbidi..Saviano avrebbe parlato solo di Falcone, belle parole, tutto giusto ma x Travaglio uno come lui dovrebbe puntare il dito contro quelli vivi, sull'attualità altrimenti si allinea pure lui alla fine..cosi che alla fine quello che fa le denunce diventa Benigni..
Nn ho capito bene invece l'accostamento che fa Travaglio tra la trasmissione e un certo modo di fare politica o critica della sinistra..
Secondo me tu la trasmissione la devi valutare per quella che è..se la accosti o indirettamente la vai a etichettare come un qualcosa di sinistra allora sei il primo a valutarla in modo " condizionato"...
------------------------------------
“La curva sud ci ha dato una lezione, si può anche perdere, si possono anche subire amare sconfitte, ma con quegli striscioni che hanno esposto ci hanno fatto capire che nei momenti sfavorevoli bisogna aumentare le energie. Loro ci danno la fede noi gli dobbiamo dare il carattere”. Dino Viola
OFFLINE
Post: 3,125
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
11/12/2010 9:37 AM
 
Quote

OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/12/2010 9:40 AM
 
Quote

Re: Re:
Sound72, 12/11/2010 9.17:




praticamente ha accusato la trasmissione e Saviano in particolare di essere stati troppo morbidi..Saviano avrebbe parlato solo di Falcone, belle parole, tutto giusto ma x Travaglio uno come lui dovrebbe puntare il dito contro quelli vivi, sull'attualità altrimenti si allinea pure lui alla fine..cosi che alla fine quello che fa le denunce diventa Benigni..
Nn ho capito bene invece l'accostamento che fa Travaglio tra la trasmissione e un certo modo di fare politica o critica della sinistra..
Secondo me tu la trasmissione la devi valutare per quella che è..se la accosti o indirettamente la vai a etichettare come un qualcosa di sinistra allora sei il primo a valutarla in modo " condizionato"...




gli ha chiesto in poche parole di fare politica.

grazie Lucolas [SM=g27988]

L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 16,530
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
11/12/2010 12:46 PM
 
Quote

ahiahiahiahaiahaiahaiiiiiii....
mi sa che qui un bel "A Travà... ma Travattenaffanculo và!" ci sta tutto.
proprio ieri stavo pensando a una situazione nella quale eventualmente ci potesse essere non solo una semplice critica, magari un pò calcata (le parrucche, il polically correct, ecc) tra soggetti per così dire "affluenti" del fiume del cambiamento, dell'informazione e della consapevolezza (quali sono i Travaglio, i Santoro, le Gabbanelli, i Saviano, i Grillo...), ma addirittura un vero e proprio motivo di diatriba, di polemica.
così... sono "pensieri tipo", dei "what if" che mi faccio nella testa spesso e volentieri.
ricordo che what if che mi ero fatto in testa era una contrapposizione "Saviano-Grillo".
"e se dovesse accadere qualcosa, o ci fosse una completa diversità di vedute, su questo o quello, tra questi due? come dovrebbero comportarsi? dovrebbero dividersi come i comunisti, gli anarchici, i trotzkisti, i maoisti, ecc... o dovrebbero trovare i punti di unione? dovrebebro fare la fine di quelli di un tempo, che poi fu la stessa degli....indiani, dovrebebro perdersi in chi la vuole cotta, al sangue, cruda, bruciacchiata, oppure dovrebbero preoccuparsi che comunque sia Carne, imporata molto meno "come"?

naturalmente la mia risposta è implicita. si certo, se ci nominassero "rivoluzionatori della Roma, per esempio, noi qui dentro, passeremmo per diverse visioni, progetti, priorità, ecc.... ma allora? cosa dovremmof are? perderci ad attaccarci e combatterci, perchè per me il vivaio conta più di quanto conta per sound, che punta più sugli osservatori all'estero, ecc... o dovremmo comuqnue fidarci del fatto che ognuno di noi vuole il bene e che a quattrocchi, anzichè ai quattro venti, possiamo corregerci a vicenda, consapovoli tra l'altro che conta più lavorare non dico in team ma almeno non stando a perdersi dietro ai dettagli, mantenendo così ferma la priorità principale, cioè di restare "affluenti" dello stesso fiume?

direi che Travaglio mi ha trradito al primo colpo. in una maniera così eccessiva, strategicamente sbagliata, controproducente, da apparirmi addirittura imbecille.
oh...lo dico io di Travaglio eh? sono al di sopra di ogni sospetto, dato che questa è forse la prima o la seconda volta che non apprezzo Travaglio. ed è sicuramente la prima in cui resto così deluso da scantonare nell'incazzatura e sparargli un bel vaffanculo.

Travaglio ha fatto una coglionata. spero che faccia passi indietro e si occupi dia ttaccare chi va attaccato invece di rompere i coglioni a Saviano.
L'Insieme del movimento ne perde così. così vi dividete non appena sembrava che il fiume si ingrossasse.
critiche assurde, esagerate, premature poi...
uno che fa Tv da anni che già bacchetta quello alle prime armi.
quello sotto pressione per mille motivi, alla sua prima vera querelle televisiva. un uomo non di TV, che amgari ci diventerà, e che comuqneu lavora in team con un altro personaggio che nons copriamo certo oggi, una specie di pretino tutto sobrietà e posatezza, rarissimamente fuori dalle righe, come Fazio.
che va comunque apprezzato. per me è sempre stato un pretino. semrpe lì con il tono concilinate, il sorrisetto timido, l'atavica refrattarietà alla forte presa di posizione. ma se uno che io ho sempre giudicato così, mi porta, ha il coraggio di portarmi, Saviano in TV... beh io devo per forza resettare certi miei giudizi, prendere atto di ciò che muta attorno o che "si manifesta in modo diverso" da come l'avevo visto e battezzato io.

se domani uscissimo in strada tutti per fare la rivoluzione, armati di ciò che troviamo a portata di mano in casa, chi un casco, chi un mattarello, chi i materassi, chi i forconi.... che ci verrebbe a dire Travaglio?
"Eh nononononono! ma come? non avevate tutti un F16 parcheggiato in garage? eh ma allora... ma che si fa così la rivoluzione? con i mattarelli? potevate starvene a casa..."

è il Travaglio più coglione che abbia mai letto o acoltato. il Travaglio che non mi aspettavo.


"Ciò premesso, Roberto potrebbe convenire con noi che molti, da uno come lui, si aspettavano qualcosa in più."

e certo! alla prima botta: "VAI! DIMOSTRA! CORI! SARTA! FA LA GIRAVOLTA! ANDIAMO ANDIAMO MUOVERSI!!!!!! JAVOL!!! EIN, ZWEI, DREI!!!!"

"Non c’era bisogno di scomodare lui per dire che Falcone era un uomo giusto e per questo fu vilipeso in vita e beatificato post mortem: tutte cose ampiamente risapute."

gli farà orrore, ma queste parole mi suonano come "non c'è bisogno di scrivere tanti libri sulla Mafia. tutti già lo sanno che c'è la Mafia, perchè parlarne ancora? così si infanga il paese!"... l'ha detto uno che non avrei mai accostato a Travaglio, vero Mà? sorpreso eh? guarda come certe volte gli estremi si toccano!

Da Saviano ci si attende che parli dei vivi, non dei morti già santificati: cioè di quei personaggi (magistrati, ma non solo) che oggi rappresentano una pietra d’inciampo per il regime e proprio per questo, come Falcone, vengono boicottati, screditati e infangati appena osano sfiorare certi santuari. Elencarli è superfluo, li conosciamo bene. E conosciamo gli argomenti tabù di cui in tv conviene non parlare, perché chiunque ci abbia provato s’è ritrovato in mezzo a una strada o in un dossier di Pio Pompa e i suoi fratelli.

Primo: a Saviano credo che abbiano reso la vitra impossibile moooolto più di quanto abbaino fatto con Travaglio. credo che qui Travaglio non debba insegnare nulla a Saviano, forse il contrario.
Secondo: "da Saviano ci si attende che"... ma dagli un attimo di tempo no? ma cosa è questa fretta? altro che tirare per la gicchetta! qui mi pare peggio, Capitan Uncino che ti pungola con la spada affinchè cammini lungo la tavola e vada in pasto ai pescecani. strategicamente poi... beh strategicamente Saviano cosa ha sbaglaito? come prima puntata ha introdotto un argomento portando in evidenza l'esempio più eclatante... che si metteva a parlare di De Magistris? di Boffo? di te? di Grillo? ha idea Travaglio dell'aspettativa su questa trasmissione? crede che tutti e 7 i milioni di persone che l'hanno ivsto, sono tutti eruditi come lui delle pieghe dell'attualità? ha idea che forse una trasmissione così sarebbe stata televista anche da altro genere di persone, con diversi livelli di consapevolezza e informazione e partecipazione su certe problematiche?
o voleva la trasmissione (e il simposio) "di nicchia"?
il messaggio credo sia arrivato abbastanza chiaro. era il messaggio "Falcone racchiude tutti", "siamo tutti come Falcone", che doveva arrivare. non la storia di questo o quel magistrato in particolare.
ognuno ha il suo di stile o no? io apprezzo anzi beatifico quello di Travaglio, al vetriolo, ironico, pungente.
Saviano ne ha un altro, più descrittivo, meno ironico, più freddo, scorrevole, illuminante nel suo apparentemente placido scorrere.
cosa vuole fare la proissima volta Travaglio? critacare acnhe lo stile? cosa vuole fare, il ghost writer di Saviano?
ma faccia il piacere, stia al suo lodevole, prezioso, necessario, e anche imprescindibile tiè, ruolo! e si faccia un pò di cazzi suoi sugli altri.
si dia una cazzo di idea di unità di intenti, invece che partre in quarta con il dovevi fare questo e pure quello e quell'altro per giunta:

L’impressione è che, nel programma di Fazio e Saviano, si sia deciso di rinviare ad altra data i temi più scottanti (mafia e Stato, trattative sulle stragi, monnezza e politica camorrista, casi Dell’Utri, Cuffaro, Schifani), lasciando al magnifico Benigni il ruolo del rompighiaccio. Speriamo che vengano recuperati nelle prossime puntate. La critica, dunque, investe non tanto Saviano, quanto i suoi autoriche hanno allestito il perfetto presepe della sinistra politicamente corretta

cioè un simil-Marzullo... si faccia una domanda e si dia una risposta. dal momento che la "strategia" la riesce anche a intuire... embè? c'era bisogno di correre a scrivere sul giornale questa critica "scolastica"?
e poi il titolo parla di "ROBERTO", ma poi "la critica è più per gli autori"... OH! il giornale è il tuo Travaglio! o vogliamo dare la colpa al titolista? proprio tu che sui tuoi libri ci fai l'esegesi di come funzionano i titoli? se posso fare una domanda è: PERCHE' ALLORA ti rivolgi a Saviano direttamente?
e poi... politically correct, pettianti, carucci...ma scusa ma all'interno di uan trasmissione ognuno ha i suoi ruoli no? embè in questa il ruolo dello spettinato l'ha fatto Benigni e allora? (all'anima dello spettinato, un monologo per diversi tratti anche un pò stucchevole, s'è paralto solo di mignotte! e monocolore poi, insomma più spettinato di così!).
cosa aveva mangiato quel giorno Travaglio non si sa. non si spiega questo zelo molto ottuso e da eiaculatio praecox.


E allora, per una malintesa par condicio, ecco l’assurdo parallelo tra la “fabbrica del fango” dei corvi anti-Falcone e chi, magari sbagliando ma mettendoci la faccia, criticò il giudice poi morto ammazzato. Chi scrive pensa che il grande Sciascia, mal consigliato, prese un’epica cantonata accomunando Borsellino ai “professionisti dell’antimafia”, infatti ne fece pubblica ammenda in un incontro con Borsellino. Ma tutt’altro discorso meritano i rilievi che molti suoi amici mossero a Falcone quando andò a lavorare per il ministro Martelli nel governo Andreotti. Saviano ha mostrato l’avvocato Alfredo Galasso mentre, sul palco di Costanzo, invitava l’amico Giovanni a “uscire dal palazzo” maleodorante di cui entrambi conoscevano i padroni di casa e i rapporti con la mafia già immortalati – Leoluca Orlando lo ricordò quella sera, nella staffetta Santoro-Costanzo – nelle relazioni dell’Antimafia. Chi l’ha detto che avesse torto Galasso e ragione Falcone?

Il fatto che Falcone sia un martire cristallino della lotta alla mafia non significa che non abbia mai sbagliato in vita sua. Il suo primo progetto di Superprocura (assoggettata al governo) disegnato con Martelli suscitò la rivolta di centinaia di magistrati, Borsellino compreso. E in ogni caso Galasso le critiche a Falcone le mosse vis à vis, senza nascondere la faccia o la mano in dossier o lettere anonime. Che c’entra allora Galasso con la fabbrica del fango?


quando ha fatto vedere quel pezzo Saviano tornando con le immagini in studio ha fatto un preciso distinguo tra il "fango" in generale e le critiche di questo Galasso.
che poi è quello cche stai facendo pure tu Travaglio! stai o non stai del resto, fabbricando fango, pur non (?) volendolo?
stai o no facendo la stessa cosa?
stai o no instillando in molti tuoi lettori (e tutti sappiamo che i lettori si distinguono in quelli che pendono dalle labbra del giornalista preferito, e quelli che sanno comuqneu mantenere il loro cervello attivo) l'idea che "questo Saviano però... fa fa ...dice dice... racconta racconta... però due palle... è un aprruccone".

forse a Travaglio è sfuggito, magari era per le scale a correre al computer per fare la sua controproducente, asistemica, astrategica, atattica, a..ssurda filippica.

possibile che non ci arrivi Travaglio!?!?!?!?

Non a torto, Aldo Grasso ha definito gli eccessi di retorica di Vieni via con me come un antipasto del governo di unità nazionale. Lunedì sera il conformismo “de sinistra” che pettina tutti allo stesso modo ha sbaragliato il conformismo berlusconiano del Grande Fratello. Ma c’è da dubitare che sia quello l’antidoto al berlusconismo. Questo sarà pure al tramonto, ma almeno è durato trent’anni. Il presepe del perfetto progressista rischia di stufare molto prima.

che puttanata sua e di Grasso! e c'ha pure scritto un articolo.
e che schifo l'accostamento, il parallelo, tra conformisti.
ci arrivi o non ci arrivi che invece di remare nella stessa direzione, questo il senso del tuo articolo Travaglio, hai solo contribuito, con altre armi e altre intenzioni di partenza (?) a spalare un pò di melma anche tu?

sempre grossa considerazione per Travaglio da parte mia, ci mancherebbe. ma che delusione!
che profonda delusione.



E_Dantes, 12/11/2010 9.12:



L'altra (come dici tu) è Charlotte Casiraghi! Non nasconde ma tiene elegantemente il suo flûte di Krug Clos du Mesnil, magari è un po' troppo ostentato il submariner ghiera verde 50° anniversario.

ma rimane una gran figa! e magari farsela anche ora.





ah... quindi nel Jet Set ti insegnano che un bicchiere si tiene elegantemente mettendoselo praticamente al culo?
[SM=g27987]
[Edited by giove(R) 11/12/2010 12:53 PM]


OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/12/2010 1:41 PM
 
Quote

Re:
giove(R), 12/11/2010 12.46:




ah... quindi nel Jet Set ti insegnano che un bicchiere si tiene elegantemente mettendoselo praticamente al culo?
[SM=g27987]




se pagassi 1000euro un fermentato d'uva non avresti anche tu la vaga sensazione di averlo preso nel culo?

[SM=g27988]

L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 3,125
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
11/16/2010 4:01 PM
 
Quote

la risposta di Travaglio ad una palata di critiche che ha ricevuto per l'articolo di cui sopra

www.ilfattoquotidiano.it/2010/11/15/non-mi-piace-usare-il-giornale-per-rispondere-a...

Caro Roberto, cari lettori Non mi piace usare il giornale per rispondere ai lettori sui fatti miei: quando posso, lo faccio privatamente. Ma i 1.300 commenti giunti al mio blog e la fiumana di mail e lettere giunte in redazione a proposito dell’articolo “Caro Roberto, datti una spettinata” richiedono una risposta pubblica, perché investono una serie di questioni che più pubbliche non si può. Le reazioni che l’articolo ha suscitato sono in parte favorevoli, in parte contrarie. Anzi, più contrarie che favorevoli. La cosa non mi spaventa affatto, anzi l’avevo prevista e la ritengo un segnale della maturità dei nostri lettori: detesto gli unanimismi, i conformismi e i plausi acritici. Penso che la funzione di un giornale non sia quella di lisciare il pelo al suo pubblico, dicendo sempre e soltanto cose prevedibili e scontate. Senza diventare bastiancontrari per partito preso (anche questa è una forma di conformismo), credo sia giusto lanciare di tanto in tanto un sasso nello stagno per provocare un cortocircuito nelle convinzioni consolidate e nei riflessi condizionati. È quel che ho fatto dopo la prima puntata di Vieni via con me e rifarei tranquillamente dopo la seconda se replicasse l’andazzo della prima.

Non rispondo a chi addirittura ha minacciato di non leggere più Il Fatto a causa di quell’articolo, anche perché se non ci legge più la risposta cadrebbe nel vuoto. Mi concentro invece su quanti mi domandano perché criticare un grande e coraggioso scrittore come Roberto Saviano. Non pretendo di far cambiare idea a nessuno, perché ho troppo rispetto per le idee altrui e, quando non collimano con le mie, diventano uno spunto di riflessione autocritica. Ma io non ho criticato Saviano in quanto grande e coraggioso scrittore. Ho semplicemente detto che, rispetto alle attese che aveva suscitato con un programma tutto suo, mi aspettavo qualcosa di più. Se ho citato Dell’Utri, Berlusconi, Cuffaro, i rapporti mafia (o camorra) e politica, le trattative Stato-mafia ai tempi delle stragi, non è certo perché pretendessi, come mi scrive qualcuno, che “Saviano facesse il Travaglio”. Ma perché erano stati proprio Saviano e Fazio a preannunciare che quelli sarebbero stati alcuni dei temi trattati nel loro programma. E credo che sia stato proprio per questo che i vertici Rai hanno provato a bloccare il programma col pretesto dei costi troppo alti. Dubito che la tentata censura preventiva riguardasse il monologo sugli attacchi subìti a suo tempo da Falcone, che ormai costituiscono un fatto notorio e non dividono più l’opinione pubblica da quando Falcone, assassinato dalla mafia, diventò un santo laico anche per coloro che lo infangarono da vivo (e non mi riferisco certo a quanti, alla luce del sole, lo criticarono per scelte criticabili e opinabili come la collaborazione con il governo Andreotti).

Sono amico di Roberto Saviano. Conservo gelosamente la copia di Gomorra che mi spedì quattro anni fa con una dedica affettuosa. In questi anni ci siamo sentiti e visti più volte. Sono felice di averlo difeso quest’estate in ben due pagine del Fatto, quando subì critiche sommamente ingiuste non sulle sue opinioni (che come tutte le opinioni, per definizione, sono sempre opinabili), ma sui fatti che raccontava nel suo libro: vari intellettuali di sinistra lo accusavano di falsificare la verità e di venir meno alla “purezza” della sinistra. Criticare il suo programma non è la stessa cosa. Tra persone che si apprezzano e si stimano, la lesa maestà non ha cittadinanza: le critiche, anzi, sono un gesto di amicizia che può arricchire e aiutare a crescere. In questo spirito ho criticato Roberto, confidando che nelle altre tre puntate di Vieni via con me ritrovi quella magnifica “spettinatura” che ne fa un intellettuale atipico, disorganico, disomogeneo, sorprendente, estraneo a ogni etichetta e a ogni “presepe”. Un intellettuale che ama l’Italia e dunque, necessariamente, “anti-italiano”. Chi vuole trasformarlo in un santino infallibile e incriticabile non sa quanto gli vuole male. Gli elogi agli infallibili e agli incriticabili non valgono nulla. Anzi, non sono neppure elogi: sono servi encomi.

Il Fatto Quotidiano, 14 novembre 2010

[Edited by lucolas999 11/16/2010 4:01 PM]
OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/16/2010 4:17 PM
 
Quote

traduzione (personale):

l'ho fatta fuori dal vasino e cerco di raccoglierla con eleganza ma tanto le mani rimarranno sporche e maleodoranti.

L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 16,530
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
11/16/2010 4:23 PM
 
Quote

si... e ripeto quanto già detto, dato che era abbastanza (se non del tutto) chiaro che certe critiche volevano essere costruttive, erano più una specie di lettera tra amici/colleghi/rematori-quasi-nelle -stessa-direzione (però sul gioranle diventa lettera aperta, cioè aperta all'interpretazione di tuti i cervelli che la filtrano).

ecco perchè trovo giuste le critiche a muso duro all'articolo di Travaglio (ovviamente parlo solo per me, e per chi l'ha criticato nella più o meno "mia" chiave, lasciando perdere chissà quante altre cazzate gli hannos critto a Travaglio).

per 2 motivi principali:

Primo. da come si giustifica Travaglio pare quasi che la sua lettera abbia indotto il dueo Fazio/Saviano a "modificare" scalette, priorità, argomenti per "depresepizzare" come dice Travaglio, una trasmissione deludente, sempre per Travaglio.
così facendo pare che Travaglio voglia far intendere che una trasmissione che chissà da quanti mesi stanno preparando, con chissà quali testi già condivisi (pure con i vertici RAI), e on praticametne ogni minuto di tute e 4 le puntate GIA' Occupato, previsto e programmato, sia invece una trasmissione che stanno preparando "a braccio".
insomma se eventualmente Travaglio dovesse trovare "migliore e spettinata" la puntata di ieri rispetto a lunedì l'altro... beh caro travaglio... ci arrivi da solo che era giò deciso così. che magari anche volutamente la prima puntata è stata più soft, magari "per far avvicinare" più gente possibile, anche i cosidetti "indecisi" o "agnostici" o quelli che semplicemente si vedono la tv, che sia vieni via con me o una fiction, o un film, o X factor... per poi accelerare nelle altre, dopo ceh magari con un inizio soft e "per tutti" hai "catturato" anche altra genete rispetto a "quelli che tanto si sa pure a atavolino che avrebbero seguito la trasmissione di Saviano".

ecco erano e restano critiche stucchevoli. a farle su un giornale. perchè come ho detto non ahnno fattocambiare nulle nell'impostazione della trasmissione.
avrrei capito di più, e lo avrei fatto anche io se fossi stato nei panni di Travaglio-amico-di-Saviano, una lettera privata, una mail, una telefonata.
critico l'amico, e l'amico mi rassicurerà magari.

Secondo.
viene da se con il primo punto. una tale scelta è stata per me pericolosa e ..."disoprganica" ha rischiato di creare fastidi, contrapposizioni, divisioni, in una "nebulosa" quale quella di una "informazione matura e approfondita e di qualità" che è meglio se si evitano in qeusto momento, lasciando da parte scontri di personalità o se pure non fossero voluti (credo a Travaglio quando dice: era solo la critica a un amico perchè le critiche fanno cresce. ci credo. io sono il primo a non avere peli sulla lingua. qui. e figuaretevi con un amico), hanno rischiato di crearli.
c'è tanta gente Travaglio, che è meno svelta, intelligente di te, anche tra chi ti legge o tra chi legge Saviano. ma è bene compattare anche quelli.
tra chi ci segue c'è chi non ha bissogno che gli si dica molto, sa già quasi tutto.
altri però hanno bisogno di maggiori cure, accortezze, e strategie.
sennò la Moltitudine non si forma mai, anzi, la si divide sul nascere creando contrapposizioni.
io avrei sicuramente evitato.

alla prima puntata poi.
dai Travaglio, sei stato esagerato.
sicuramente non un fine stratega.


OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/16/2010 4:42 PM
 
Quote

e comunque Antonio Albanese è stato da lacrime agli occhi!
[SM=g27987]

L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 16,530
Location: ROMA
Age: 51
Gender: Male
11/16/2010 5:17 PM
 
Quote

Bobbo Saveano palli cioppo: pensa a u' pilu
(dopo i due punti poteva anche dire "fai come a leo") [SM=g27988]


OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/16/2010 5:21 PM
 
Quote

Re:
giove(R), 16/11/2010 17.17:

Bobbo Saveano palli cioppo: pensa a u' pilu
(dopo i due punti poteva anche dire "fai come a leo") [SM=g27988]




Quando gli ha detto: "Ti do un consiglio per il titolo del prossimo libro: "Fatti i cazzi toi!"
stavo lacrimando.

o quando si è offeso perchè non c'era il suo nome nel libro.

E' uno dei comici più bravi che ci siano.

L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 3,125
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
11/16/2010 5:34 PM
 
Quote

OFFLINE
Post: 3,125
Location: ROMA
Age: 43
Gender: Male
11/16/2010 5:35 PM
 
Quote

PS scusta eil formato gigante [SM=g27995]

PPS il vestito è geniale [SM=g27987]
OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/16/2010 8:44 PM
 
Quote

per chi lo avesse perso..

L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
OFFLINE
Post: 3,278
Gender: Male
11/16/2010 10:17 PM
 
Quote

Se devo essere sincero, anche a me Albanese ha quasi commosso
......
"In my 23 years working in England there is not a person I would put an inch above Bobby Robson."
Sir Alex Ferguson.
OFFLINE
Post: 1,721
Location: ROMA
Age: 104
Gender: Male
11/17/2010 10:08 AM
 
Quote

Re:
ShearerWHC, 16/11/2010 22.17:

Se devo essere sincero, anche a me Albanese ha quasi commosso




?

L. S. D.
"Sto lavorando duro per preparare il mio prossimo errore." Bertolt Brecht
"Ubriacatevi. Di vino, di poesia o di virtù, a piacer vostro, ma ubriacatevi." Charles Baudelaire
New Thread
 | 
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:33 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com