Ci sono tantissime cose hanno sconfitto lo scorrere del tempo, vieni a parlarne su Award & Oscar.
 
Previous page | 1 | Next page

W LA NESTLE'...

Last Update: 3/8/2009 5:13 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 902
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 44
Gender: Male
3/5/2009 12:29 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

siccome nessuno ve lo dice...

lo scrivo qua,almeno chi ha voglia di sapere qualcosa in più potrà farlo...


"...Il giudice di pace di Giarre ha condannato la Nestlé Italiana e la Tetra Pak International, in solido tra loro, al pagamento dei danni, patrimoniale e non, oltre alle spese legali, a favore dei genitori di piccole che avevano utilizzato latte Nidina per le loro due figlie che conteneva Itx, un tipo di inchiostro utilizzato nella fabbricazione di imballaggi.

L'inchiesta prese l'avvio il 22 novembre del 2005 da un fascicolo aperto dalla procura di Ascoli Piceno che sfociò nel sequestro di 30 milioni di litri di latte per bambini in tutto il territorio nazionale. Le analisi accertarono, nelle confezioni con scadenza maggio-settembre 2006, l'alterazione del latte e la presenza di tracce di un componente chimico utilizzato per gli inchiostri nella fabbricazione di imballaggi Tetra Pak a stampa off-set. In pratica il componente aveva contaminato gli alimenti contenuti negli involucri..."




"...piccole che avevano utilizzato latte Nidina per le loro due figlie che conteneva Itx, un tipo di inchiostro utilizzato nella fabbricazione di imballaggi..."

RIFLETTETE GENTE,RIFLETTETE...




OFFLINE
Post: 199
Age: 42
Gender: Male
3/5/2009 7:01 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

LUCIO..................
OFFLINE
Post: 902
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 44
Gender: Male
3/6/2009 9:39 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

E' probabile che tu non abbia letto,ma va bene cosi,provo a spiegartelo in due parole:

se l'anno prossimo te sposi e poi fai un frico sarai tanto contento e non vorresti mai vederlo star male,poi vai a prende il latte per farlo crescere sano e sul latte per una parte un tipo di inchiostro utilizzato nella fabbricazione di imballaggi

Tu che fai? sei contento perchè è bello il fascismo (che non centra un cazzo) e non dico niente perchè non sò comunista (che non centra niente).

Spero che ora sia un pò più chiaro il concetto...




[Edited by LucioG 3/6/2009 9:43 AM]

OFFLINE
Post: 258
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 44
Gender: Male
3/6/2009 3:06 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

lucio cmq ssa notizia l' hanno data svariati mesi fa su tutti i principali tg...hanno fatto vedere tutte le confezioni di latte sequestrato xke l'inchiostro del tetrapak veniva assorbito dal prodotto....

tragico si, ma pur sempre di un errore di fabbricazione della Tetrapack si tratta ...su che cosa dovremmo riflettere??

sul fatto ke della cosa ne è stato parlato x giorni ovunque o sul fatto ek la nestrè utilizza il tetrapack come il 90% delle aziende del latte (tra cui la trevalli da una vita che tutto è tranne che una multinazionale)???

io personalmente tornerei al vetro....ma mi sembra alquanto inutile e fazioso titolare questa discussione "w la nestlè" quando il vero problema è che non si fanno leggi per impedire che si utilizzino imballagi pericolosi ed inquinati come il tetrapack o si richiedano cmq maggiori controlli di qualità...

iniziamo a riflettere su questo piuttosto....
[Edited by Robbi P. 3/6/2009 4:04 PM]
---------------------------------

"Dream as if you'll live forever.
Live as if you'll die today."
OFFLINE
Post: 902
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 44
Gender: Male
3/7/2009 9:59 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

finalmente uno che dice qualcosa senza parlare di serate o sbornie...

Vero,verissimo che la cosa è uscita fuori circa sei mesi fa,non l'ho visto sui tg ma non era questo la richiesta di riflessione.

Non sò perchè ma la Nestlè detiente una grande maggioranza del mercato mercato del latte per bambini,forse saranno bravi,ma la cosa strana è che li' succede sempre qualcosa,questa è la volta dell'inchiostro nel latte...

Un'azienda che si permette di non controllare una cosa cosi importante e quindi mandare in giro un prodotto che potrebbe seriamente compromettere la vita di persone che,ignari di tutto,vogliono far del bene ai loro figli,non è un azienda.

Se poi ti viene in mente che sono in causa con dei paesi il cui prodotto interno lordo è pari al fatturato di un giorno di quell'azienda e gli continuano a chiedere soldi con interessi altissimi e oltretutto non gli mandano prodotti di prima necessità.

Se ti ricordi pure che hanno centinaia di denuncie di persone che dichiarano di aver visto uccidere loro coetanei durante il lavoro per quella stessa azienda.

Se pensi che hanno denuncie dai paesi sottosviluppati perchè sfruttano i bambini per coltivare i prodotti che poi loro vendono in europa.

Se sai tutto questo e poi sai che nel latte per bambini c'è dell'inchiostro allora la tua mente ti porta a pensare che magari non è stato un errore causato dall'imballaggio...tutto può essere ma abbiamo il diritto di pensare diversamente...




OFFLINE
Post: 73
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 42
Gender: Male
3/7/2009 2:57 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Siccome nessuno ce pensi tu! Paladino dell'informazione neutale!!ma lete....



..c'è inchistro nel latte...e la colpa è del capialismo..delle multinazionali..e noi siamo schiavi!!! questo è il ragionamento viziato di un "prevenuto politico"..



..1000 anni fa..si moriva a 45 anni..per una febbre alta..e il capitalismo, il prgresso e la ricerca finanziata dalle aziende (anche multinazionali) hanno creato medicine e rimedi..ora campi fino a 100..


..snza il tuo telefonino andavi a bussare alle porte per vende le case..eppure te fa ven il conro al cervello..



..se davvero ci credi..dovrest su una comnità in montagna a magna l'erbetta..


..sono provocazioni sterili Lucio..partorite da un frustrato politico..


..te devo ragioò su una cosa...un rosso errore è stto internet..perchè te da la possibilità de di le puttanate..

..stasera cena pagata da MacDonald per tutti e CocaCola e po latte in polvere cinese..


Ciao
OFFLINE
Post: 192
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 43
Gender: Male
3/7/2009 4:01 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

dico la mia...
forse anche tu non l'hai letta,la notizia non è di sei mesi fa ma risale a fine 2005 e da quel giorno è partita una causa che si è chiusa poco tempo fa.
Hai postato un articolo senza neanche leggerlo poi dici: "Vero,verissimo che la cosa è uscita fuori circa sei mesi fa,non l'ho visto sui tg ma non era questo la richiesta di riflessione". quando sul tuo articolo postato c'è scritta una data...2005

Per quanto riguarda i colori usati, specialmente per chi stampa in off-set con pigmenti UV, la migrazione dei colori e dei componenti è un problema serio e non facile da gestire, ma non giustifica.
Al tempo dei fatti l' I T X non era presente tra i prodotti riconosciuti pericolosi dall'Organizzazione mondiale della sanità, quindi veniva usato. Quando ci si è accorti del problema il produttore dell'imballaggio ha cambiato il processo di stampa e eliminato il componente, e comunque l'itx non serve per produrre l'imballaggio ma per stampare l'ivolucro esterno.

Che dobbiamo fare? un procedimento legale finito con la condanna. fatto! ma insieme a loro dovrebbero essere processati tutti gli enti che non hanno fatto i dovuti controlli.
Il primo obiettivo di un'azienda è guadagnare. Se si può utilizzare un prodotto considerato non nocivo e poi si rivela tale la colpa non è solo di chi lo utilizza ma soprattutto di chi non fa i controlli e non studia le ripercussioni sull'organismo di tali sostanze.
C'è un motivo per cui un'azienda dovrebbe apportare modifiche più costose se posso produrre le stesse cose spendendo meno?
Tu che stai a sma passi per civitanova alta per andare a montecosaro?



Un'azienda che si permette di non controllare una cosa cosi importante e quindi mandare in giro un prodotto che potrebbe seriamente compromettere la vita di persone che,ignari di tutto,vogliono far del bene ai loro figli,non è un azienda

Tu credi che un'azienda che lavori nell'alimentare non faccia i controlli?? se pensi così, mi dispiace ma sei uno sciocco e generalizzando non trovi la soluzione.



Se poi ti viene in mente che sono in causa con dei paesi il cui prodotto interno lordo è pari al fatturato di un giorno di quell'azienda e gli continuano a chiedere soldi con interessi altissimi e oltretutto non gli mandano prodotti di prima necessità.

Che facciamo impediamo ad un'azienda di esistere su un mercato perchè il suo fatturato è superiore a quello del paese a cui vende la merce? Facciamola fuori da quel mercato e vedrai che guadagno. se prima avevano poco poi avranno ancora meno...chi li rifornirà di quel poco che ora hanno? tu che faresti? cancelleresti il debito?? ti vorrei vedere...



Se pensi che hanno denuncie dai paesi sottosviluppati perchè sfruttano i bambini per coltivare i prodotti che poi loro vendono in europa.


Se penso questo....credo che il problema non sia dell'azienda ma dell'europa. commercializzare merce prodotta sfruttando i bambini non deve essere permesso. ci devono essere controlli all'azienda nei paesi in cui opera, certificazioni dell'azienda che non usa lavoro minorile...ma non viene fatto o non applicato...Facciamo chiudere l'azienda o condanniamo chi non fa nulla per impedirlo?



Se sai tutto questo e poi sai che nel latte per bambini c'è dell'inchiostro allora la tua mente ti porta a pensare che magari non è stato un errore causato dall'imballaggio...tutto può essere ma abbiamo il diritto di pensare diversamente
se poi pensi che la contaminazione è volontaria allora....


Te l'ho detto tante volte, non fare il moralizzatore:
RIFLETTETE GENTE,RIFLETTETE...

sono soprattutto quei puntini e quel maiuscolo ad essere fastidiosi. Accetto con serenità il fatto che tu non sia d'accordo e che la pensi diversamente, ci mancherebbe, ma scrivere in questo modo significa che tutti se ne fregano e che solo tu ti interessi di ciò che succede.
OFFLINE
Post: 294
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 45
Gender: Male
3/7/2009 4:08 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

CASO NESTLE'
X Metano: controlla la tua tastiera perchè ogni tanto si perde qualche battuta.

Secondo me possiamo discutere all'infinito sull'etica aziendale della Nestlè, ma in questo caso mi sembrà ovvio che si è trattato di un grosso problema di Qualità che l'ha vista coinvolta insieme alla TetraPack International.


E' giustissimo che le parti lese vengano risarcite ma mi sembra assurdo pensare che ci sia del dolo.

OFFLINE
Post: 73
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 42
Gender: Male
3/7/2009 5:03 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Porca puttana!!!

non solo la panda a metano ..ma pure la tastieraaaa!!!!


che macello
OFFLINE
Post: 902
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 44
Gender: Male
3/8/2009 11:06 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote


Non pensate che Lucio non è di destra o di sinistra e scrive stè cose perché è contro tutto e tutti,pensate che posso anche averlo fatto per scrivere una cosa che m’è tornata in mente dopo averla riletta e quindi l’ho postata per dire quello che pensavo.Poi posso sbagliare,qualcuno ha sottolineato che dovrei vivere in montagna o non usare il telefonino senza capire che non ho nulla contro le multinazionali ma solo contro QUELLA multinazionale…e altre due.
Ma è una mia convinzione,un mio modo di vivere non consumare determinati prodotti perché farne uso mi farebbe star male e non avrei la coscienza a posto in quanto credo che è vero quello che si legge e che scrivo.Posso sbagliare ma non ce la faccio a mangiare una cosa che ha fatto un bambino che lavora 14 ore al giorno.Io da bambino giocavo a pallò con paoletto per 14 ore al giorno…
Massi non prenderla come una cosa personale,non scrivo per informarti e spesso uso termini sbagliati ma conosco tre vocaboli in croce,posso usare solo quelli.T’ho detto più volte che possiamo pensarla diversamente e sarebbe stato un problema se tutti la pensassimo allo stesso modo.
Visto che l’argomento è di particolare interesse posto altri articoli,non perché credo che non le sapete o non vi informate ma per farvi capire perché penso che certe cose non accadono a caso…

Melamina nel latte Nestle prodotto in Cina

Riyadh (AsiaNews/Agenzie) – Melamina nel latte in polvere Nesvita della multinazionale svizzera Nestle, che ne “contiene alte concentrazioni dannose per la salute”. Lo denuncia il sito web www.sfda.gov.sa dell’Autorità saudita per gli Alimenti e i farmaci.
Secondo l’autorità saudita, sotto accusa è la confezione da 400 grammi prodotta il 6 maggio 2008 da un impianto cinese. Non è indicata la quantità di melamina, ma è spiegato che il prodotto non deve essere consumato da persone di qualsiasi età e che è stata trovata melamina in quantità dannosa per i bambini anche in altri 3 prodotti della stessa linea, fatti nel novembre 2007 e nel febbraio 2008.
La sostanza è stata trovata anche nei wafer crema e cioccolato “Apollo” della malaysiana Apollo Food Industries.
La melamina è usata nell’industria plastica ma è velenosa per l’uomo. Poiché ha una molecola simile a quella delle proteine, può essere aggiunta agli alimenti per farli sembrare molto più ricchi di nutrimento.
In Cina ne sono risultate grandi concentrazioni nei prodotti di grandi marche casearie: dopo lo scoppio dello scandalo a settembre, sono stati accertati circa 300mila neonati cinesi malati ai reni e almeno 6 morti per il consumo di questo latte. Sono risultati contaminati anche molti prodotti esportati, dal cioccolato al latte allo yogurt.
Non si conoscono commenti della Nestle. La ditta ha sempre assicurato che i suoi prodotti sono sicuri e in una dichiarazione del 23 ottobre ha detto che compra il latte in via diretta dai produttori e lo esamina prima presso la fattoria e poi nella sua fabbrica, così da poterne garantire la sanità. Nel maggio 2005 le autorità di controllo sanitario del Zhejiang (Cina) hanno rilevato che un latte in polvere della Nestle conteneva iodio in quantità superiore ai limiti consentiti.
Pechino ha assicurato di avere ora istituito controlli molto severi e di avere ritirato dal commercio i prodotti delle marche contaminate anteriori al settembre 2008. Le 2 grandi ditte Inner Mongolia Mengniu Dairy Group e Inner Mongolia Yili Industrial Group Co., tra le più colpite dallo scandalo, dicono che hanno speso oltre 100 milioni di yuan (circa 10 milioni di euro) per installare macchinari per il controllo per la melamina



Nestlé denunciata per lavoro minorile forzato in Africa

Nei giorni scorsi l'International Labor Rights Fund ha depositato presso la Corte federale di Los Angeles una denuncia contro Nestlé, Archer Daniels Midland (ADM) e Cargill, tre compagnie che importano cacao dalle coltivazioni della Costa d'Avorio, maggior produttore mondiale, accusandole di traffico di bambini, torture e lavoro forzato - riporta RsiNews, sito di informazione sulla Responsabilità sociale delle imprese. La denuncia, avviata dallo studio legale dell'Alabama "Wiggins, Childs, Quinn & Pantazis", riprende le accuse di tre persone, che al momento dei fatti erano minorenni, e risiedono nella città di Sikasso, nel Mali dove dal 1996 ad oggi si calcola siano stati a migliaia i bambini costretti ai lavori forzati.

Secondo l'accusa i bambini, originari del Mali, furono trasferiti in Costa d'Avorio e costretti a lavorare 12-14 ore al giorno per sei giorni la settimana, senza essere pagati, con poco cibo, costretti a dormire in stanze affollate, chiuse a chiave e sorvegliate, e spesso frustati. Nel Mali non c'è possibilità di chiedere risarcimenti per atti compiuti fuori dal Paese, mentre il sistema giudiziario della Costa d'Avorio, notoriamente corrotto, non risponderebbe alle accuse di cittadini stranieri contro i potenti produttori di cacao. I fatti sono avvenuti tra il 1996 e il 2000.

L'International Labor Rights Fund giudica "inammissibile che Nestlé, ADM e Cargill abbiano ignorato i ripetuti e ben documentati allarmi, lanciati diversi anni fa, sul fatto che le coltivazioni di cacao da loro utilizzate impiegano bambini schiavizzati. Le tre compagnie avrebbero potuto fermare questa situazione anni fa, ma hanno scelto di guardare da un'altra parte. Ci siamo rivolti alla Corte come ultima scelta". Nei principi aziendali di Nestlé, si afferma che la compagnia "è contro qualsiasi forma di sfruttamento dei bambini. La Società non dà lavoro ai bambini prima che abbiano completato il loro iter formativo obbligatorio, come stabilito dalle autorità preposte. Chiede, inoltre, che i propri partner applichino i medesimi standard".

Nel Codice etico di Archer Daniels Midland, al paragrafo sul lavoro minorile si afferma che la compagnia "sostiene i partner che trattano i lavoratori con dignità e rispetto, seguendo le leggi locali sul lavoro. ADM non tollererà l'impiego e lo sfruttamento di lavoratori al di sotto del limite di età legale o il lavoro forzato, e non utilizzerà consapevolmente fornitori che impieghino tali lavoratori o metodi di lavoro". Nell'illustrare la propria posizione sul lavoro nell'industria del cacao, Cargill afferma che "trattamenti abusivi nei confronti dei bambini, in agricoltura o in qualsiasi altra industria, non sono accettabili".

"Nel settembre 2001, i rappresentanti dell'industria del cioccolato e del cacao statunitense ed europea avevano sottoscritto un protocollo, preparato insieme a due parlamentari democratici americani, il senatore Tom Harkin e il deputato Eliot Engel, da cui ha preso il nome di Protocollo Harkin-Engel. Con tale documento, l'industria s'impegnava a diverse azioni, per eliminare le peggiori forme di lavoro minorile in Africa occidentale, tra cui un sistema di certificazione volontaria, da attuarsi entro il 1° luglio 2005. Tale termine è passato, senza che la scadenza sia stata rispettata. I firmatari del protocollo, però, hanno sottoscritto una dichiarazione congiunta, in cui ribadiscono i propri impegni"



Poi ce ne sono altri di articoli,purtroppo.
Internet ,come dice qualcuno,può essere un modo per sparare cazzate ma queste denunce sono vere,ci sono processi in corso e non si sà ancora come andrà a finire.

A me stè cose fanno riflettere...






OFFLINE
Post: 192
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 43
Gender: Male
3/8/2009 2:09 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

non è vero che conosci solo 3 parole in croce perchè nell'ultimo post hai scritto la cosa giusta:
A me stè cose fanno riflettere...
ed è giusto che queste cose ti facciano riflettere.

permettimi però una critica, secondo me non riuscirai mai a non consumare determinati prodotti di quell'azienda per un semplice motivo: quell'azienda è una multinazionale e possiede decine di marchi tra cui:
lion, motta, smarties, polo, galak, la cremeria, buitoni, baci perugina.... e molti altri
sei sicuro che riuscirai a non consumarli??
OFFLINE
Post: 205
Location: CIVITANOVA MARCHE
Age: 45
Gender: Male
3/8/2009 5:13 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ragazzi voi potete fare mille discorsi ma vi dimentica della natura primordiale di ogni essere vivente: sopravvivenza ed evoluzione.
La società in cui viviamo è frutto della nostra sopravvivenza ed evoluzione attraverso i millenni e il progresso si può prendere solo a pacchetto completo, con tutti i suoi lati positivi e negativi.

In che cosa possiamo interagire? Semplice.
Come ogni specie vivente che si rispetti regna incontrastata la legge del piu' forte. Ci hanno educato che la forza è solo quella dove ci si scontra fisicamente, ma non è cosi'. Anche la forza si è evoluta e oggi si manifesta diversamente nella nostra società, semplicemente perchè è evoluta anch'essa. Nella preistoria contava chi correva piu' forte, chi menava di più e chi aveva la clava più lunga. Oggi contano potere, denaro etc etc etc.
Ecco qui che quello che possiamo fare è solo capire a che punto della catena "lo prendo-lo do in culo" possiamo stare.
immaginatevi 6 miliardi di individui che si inchiappettano a trenino in fila indiana. Il peggiore sta infondo e lo prende virtualmente da tutti e peggio ancora non si inchiappetta nessuno, il migliore sta in cima si inchiappetta virtualmente tutti e non lo prende da nessuno.

State calmi, non sarete mai all'ultimo posto, ma scordatevi il primo. Ora sta a voi e alla vostra genetica cercare di stare piu' in cima possibile.

P.S. Se pensate che democrazia, uguaglianza etc etc possano mai esistere lo state e lo continuerete a prendere nel culo da parecchi milioni di individui.

Buona giornata ;-)

--------------------------------------------------------------------------------------------------------



Se mi ami seguimi, se mi odi fatti sotto.

Deve essere difficile concepire la verità come autorità per chi ha sempre concepito l'autorità come verità.
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:07 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com
Cerchi un Tracker Gps per la tua azienda? Con Intelligent Tracker puoi monitorare la tua flotta e molto altro.