ANNUNCIO SPOSTAMENTO FORUM
Ci spostiamo su cinesimposio.forumfree.net/ In alternativa come sempre www.cinesimposio.tk manderà al forum nuovo. Purtroppo meglio fare subito questo salto che quando ci saranno più post da perdere. Scusandoci invitiamo se possibile tutti a ricopiare i propri post nel nuovo forum. Il grosso del lavoro è già stato fatto.
 
Previous page | 1 | Next page

Nuovo Cinema Paradiso (1988)

Last Update: 1/2/2009 9:03 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 133
Location: MILANO
1/2/2009 9:03 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

NUOVO CINEMA PARADISO



Questo film ha una magia che non sono ancora riuscito a decifrare del tutto. In assoluto il film più semplice (nel senso buono del termine, quella semplicità che ti lascia a bocca aperta e fa sembrare tutto facile) che abbia mai visto!
E' maledettamente banale, maledettamente melenso, maledettamente intriso di facile commozione, però non si lascia ridurre così ad un semplice strappalacrime da botteghino, c'è qualcosa di più, di magico ancora...

Intanto va detto che per me Tornatore rimane uno dei migliori registi viventi per quanto riguarda la bellezza e dolcezza delle immagini (intendo proprio come colori, come paesaggi, come fotografia...) e quando, come in questo film, a questa abilità si unisce una storia intensa condita alla perfezione dalle musiche di Morricone il risultato è già garantito. Però ancora c'è da capire cosa c'è di straordinario in questa storia...

Una spiegazione del perchè questa storiella trascenda il limite della favoletta, è secondo me il richiamo ad uno dei sentimenti più belli dell'uomo: la nostalgia malinconica. Il ritorno al luogo attraverso un gap temporale che contemporaneamente erge il passato nella sola luce del ricordo (che di solito mantiene solo quanto di positivo c'è) e proietta il presente in una dimensione di storicità fondante che ci riempe il cuore. Vedere il vecchio cinema crollare, il mentore morire, sono esperienze che ci riportano all'autenticità della vita, a quei momenti in cui per pochi secondi abbiamo in mano le briglie del passato e del futuro e avvaloriamo così al massimo il presente.
Manoel de Oliveira insiste spesso sul fatto che in fondo noi siamo solo una memoria che deambula, un centro implicato, una piega, dove i ricordi delle nostre esperienze sono contenuti e plasmano proprio forma della piega stessa, ecco qui penso che ritorni un po' la stessa idea. Nel momento in cui il regista Salvatore ritrova il passato anche un po' mitico della sua formazione, allora riesce ad "approfondire" la sua piega, a creare in sè quell'abisso che è l'artista e che permette il vivere artistico. La sua vita stessa diventa un film, un capolavoro, e la bellezza del film di Tornatore è proprio nell'essere riuscito a scavare nel suo passato per costruire questa magia del capolavoro nella storia quasi quotidiana di un ragazzino, di un amore, di una paesino. Il cinema diventa lo strumento in cui rivedere la propria vita, il simbolo stesso della piega è lo spettatore cinematografico, il piccolo Salvatore.

Chiudo con una considerazione... see Tornatore si mettesse a fare il serio ancora un po' credo che avremmo tutti da guadagnarci. Speriamo nel suo prossimo film.

-----------------------
"La vita è una festa... viviamola insieme"
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:24 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com