printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 | Next page

Studi Universitari

Last Update: 2/23/2020 6:58 PM
Author
Print | Email Notification    
5/10/2008 6:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,202
Location: MILANO
Age: 76
Relativamente al discorso fatto da un rappresentante centrale della Watchtower in un' assemblea di distretto dei Testimoni di Geova tenutasi a Monza il 22 marzo 2005
chiedo:
scoraggiare pubblicamente i giovani aderenti alla Congregazione a non accedere agli studi universitari e utilizzare il tempo rimasto (secondo la dottrina escatologica) alla predicazione, come si concilia con la nostra Costituzione che promuove l'istruzione di ogni ordine e grado cercando anche di rimuoverne gli ostacoli?

Se l’argomento è già stato discusso limitatevi a segnalarmelo

Pavel
5/10/2008 10:30 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 344
Location: IVREA
Age: 35
Re:
pavel43, 10/05/2008 18.41:

Relativamente al discorso fatto da un rappresentante centrale della Watchtower in un' assemblea di distretto dei Testimoni di Geova tenutasi a Monza il 22 marzo 2005
chiedo:
scoraggiare pubblicamente i giovani aderenti alla Congregazione a non accedere agli studi universitari e utilizzare il tempo rimasto (secondo la dottrina escatologica) alla predicazione, come si concilia con la nostra Costituzione che promuove l'istruzione di ogni ordine e grado cercando anche di rimuoverne gli ostacoli?

Se l’argomento è già stato discusso limitatevi a segnalarmelo

Pavel




Il fatto che i TdG siano rispettosi dello Stato e ubbidienti alle leggi non significa che debbano condividere ogni principio della sua costituzione al 100%.

Pace

Ali



Fra due selle il sedere per terra.
5/10/2008 10:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,898
TdG
Promuovere l'istruzione non significa incoraggiare tutti all'università; lo stato promuove l'istruzione con le scuole dell'obbligo, frequentate da tutti i cristiani. Inoltre la Congregazione promuove l'istruzione anche in altri modi, con le adunanze per esempio (la scuola di ministero teocratico), l'incoraggiamento a leggere le riviste, .............. Penso che generalmente i TdG di bassa scolarità siano più istruiti rispetto la popolazione generale, perchè invitati alla lettura, abituati ad incontrare nel servizio realtà variegate, ................
[Edited by Esperidia 5/10/2008 10:59 PM]
___________________________________
Già da tempo sai che non vuoi più fare certe cose perchè vanno contro la tua interiorità.
Concludi un compromesso malsano;
ti vendi per un po' di quiete forse,
per un po' di sicurezza,
per un po' di calore;
ma così facendo perdi te stesso.

Se perdi te stesso, perdi la cosa più preziosa che tu possegga.
Divieni così un essere senza nucleo: devi conoscerti in modo consapevole, per imparare ad amarti.
Possiamo amare solo ciò che conosciamo e conosciamo solo ciò che siamo disposti ad amare.
L'indifferenza, anche verso noi stessi, ci rende ciechi.
Conosci te stesso,
impara ad amarti.

Ulrich Schaffer
5/10/2008 11:37 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,202
Location: MILANO
Age: 76
"Promuovere l'istruzione non significa incoraggiare tutti all'università"

Certo però penso che i meritevoli debbano accedere ai più alti gradi di istruzione.

"la Congregazione promuove l'istruzione anche in altri modi"

Infatti qualche tdG ha imparato qualcosa di greco e di ebraico frequentando corsi presso un monastero benedettino.
Gesto a mio parere lodevole.

Se mi dite che condividete il discorso del rappresentante centrale della Watchtower chiudiamo il discorso nel rispetto delle reciproche opinioni altrimenti posso chiedere qualche parere un po' più personale?

Pavel




5/10/2008 11:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,898
TdG
pavel43, 10/05/2008 23.37:

"Promuovere l'istruzione non significa incoraggiare tutti all'università"

Certo però penso che i meritevoli debbano accedere ai più alti gradi di istruzione.


Non sono i meritevoli a dover accedere, ma chi lo desidera, paradossalmente anche i non meritevoli.


"la Congregazione promuove l'istruzione anche in altri modi"

Infatti qualche tdG ha imparato qualcosa di greco e di ebraico frequentando corsi presso un monastero benedettino.
Gesto a mio parere lodevole.


La cultura non è solamente greco e latino, purtroppo in Italia il 12% della popolazione è analfabeta, di certo questa non è la percentuale di analfabetismo tra i TdG; è charo quindi che promuoviamo la cultura.
[Edited by Esperidia 5/10/2008 11:50 PM]
___________________________________
Già da tempo sai che non vuoi più fare certe cose perchè vanno contro la tua interiorità.
Concludi un compromesso malsano;
ti vendi per un po' di quiete forse,
per un po' di sicurezza,
per un po' di calore;
ma così facendo perdi te stesso.

Se perdi te stesso, perdi la cosa più preziosa che tu possegga.
Divieni così un essere senza nucleo: devi conoscerti in modo consapevole, per imparare ad amarti.
Possiamo amare solo ciò che conosciamo e conosciamo solo ciò che siamo disposti ad amare.
L'indifferenza, anche verso noi stessi, ci rende ciechi.
Conosci te stesso,
impara ad amarti.

Ulrich Schaffer
5/11/2008 12:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 61,328
Moderatore
Caro Pavel,


Se mi dite che condividete il discorso del rappresentante centrale della Watchtower chiudiamo il discorso nel rispetto delle reciproche opinioni altrimenti posso chiedere qualche parere un po' più personale?



Cosa vuol dire "condividete il discorso del rappresentante centrale della Watchtower"? Quel discorsi aveva un senso generale, che non è quello di scoraggiare l'istruzione (in particolare universitaria) nel suo insieme, ma di scoraggiare una veduta mondana dell'istruzione.

Per i cristiani (non solo per i TdG spero) lo scopo più nobile della vita è votare la propria esistenza a Dio, alle attività spirituali, e non al farsi una carriera mondana come dirigenti. Questo non è incompatibile con l'Università, ovviamente, ma deve restare chiaro che per un cristiano le priorità restano quelle definite da Cristo e non dalla società laica e mondana.

La mia impressione, sinceramente, è che il nostro parere personale su questo argomenti interessi poco, visto che sono anni che ripetiano le stesse cose e si continuano a fare sempre le stesse obiezioni, facendo passare i TdG per degli oscurantisti che vogliono tenere la gente nell'ignoranza. Cosa falsa, visto che ci sono ottimi anziani laureati e diplomati, senza che nessuno abbia nulla da ridire.

Il problema non è "istruzione universitaria o no" ma la scala di valori che si attribuisce a queste cose. Te lo dice uno che lavora in questo campo.

Shalom [SM=g9444]



--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/11/2008 12:09 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 9,606
Moderatore
Re:
pavel43, 10/05/2008 18.41:

Relativamente al discorso fatto da un rappresentante centrale della Watchtower in un' assemblea di distretto dei Testimoni di Geova tenutasi a Monza il 22 marzo 2005
chiedo:
scoraggiare pubblicamente i giovani aderenti alla Congregazione a non accedere agli studi universitari e utilizzare il tempo rimasto (secondo la dottrina escatologica) alla predicazione, come si concilia con la nostra Costituzione che promuove l'istruzione di ogni ordine e grado cercando anche di rimuoverne gli ostacoli?

Se l’argomento è già stato discusso limitatevi a segnalarmelo

Pavel




La Costituzione parla genericamente di 'istruzione', non di università. La WTS, nei suoi scritti, raccomanda l'istruzione in molte forme, ad esempio incoraggiando apertamente a frequentare le scuole superiori (per quanto in molti paesi ciò non sia obbligatorio): vedi ad esempio il libro 'I giovani chiedono: risposte pratiche alle loro domande', capitolo 17.

In secundis, come giustamente osservato, non ci si istruisce solo attraverso i canali accademici tradizionali. Anche imparare a cucinare, o apprendere una lingua andando a soggiornare nei luoghi in cui è parlata, o fare esperienza da falegname in una bottega artigianale, per quel che mi riguarda, è istruttivo e utile, e quindi perfettamente in linea con lo spirito della Costituzione Italiana.

Bisogna anche distinguere fra dovere civico e obbligo di legge. Promuovere (e, a maggior ragione, perseguire) l'istruzione universitaria non è obbligo di legge, come non lo è il voto politico. La costituzione raccomanda il voto perché considerato (in regime democratico) dovere civico e morale, ma non obbliga nessuna a votare. Quindi non è giuridicamente perseguibile chi sceglie di non votare, nemmeno se invita altri a seguire il suo esempio. Ragionamento analogo si potrebbe fare per la questione universitaria.


Si è parlato del discorso di Losch in altre discussioni, ad esempio qui:

testimonidigeova.freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=6908898...


Il nocciolo della questione è che la WTS scoraggia, ma non impedisce, la scelta di frequentare l'università. Di fatto molti giovani testimoni optano per l'istruzione superiore. Non solo ciò non è vietato, ma non pregiudica nemmeno il riconoscimento dei privilegi teocratici, inclusi l'essere nominati servitori di ministero o anziani: chi ti parla, che si è laureato mentre era anziano di congregazione, costituisce, spero, una buona testimonianza in questo senso.


Il mio parere sul discorso di Monza è perfettamente in linea con le intenzioni dell'oratore. Anch'io credo che coltivare aspirazioni teocratiche, quali l'essere pioniere speciale, betelita o missionario, sia molto meglio che frequentare l'università (laddove le due cose non sia conciliabili, e in genere è così): i miei consigli ai giovani tdG (sia in privato che in pubblico), quando richiesti, sono di questo tenore.

Ma ognuno ha pur sempre la responsabilità ultima di decidere per sé.


ELL

[Edited by EverLastingLife 5/11/2008 12:09 PM]

______________________________________________________

ELL - forum testimoni di Geova online

Un fuoriuscito dissidente: 'sono una persona gentile, educata e civile'. Lo stesso personaggio (tre volte): i testimoni di Geova sono uno schifo di 'religione' . link.
5/11/2008 12:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,898
TdG

La Costituzione parla genericamente di 'istruzione', non di università. La WTS, nei suoi scritti, raccomanda l'istruzione in molte forme, ad esempio incoraggiando apertamente a frequentare le scuole superiori (per quanto in molti paesi ciò non sia obbligatorio): vedi ad esempio il libro 'I giovani chiedono: risposte pratiche alle loro domande', capitolo 17.

In secundis, come giustamente osservato, non ci si istruisce solo attraverso i canali accademici tradizionali. Anche imparare a cucinare, o apprendere una lingua andando a soggiornare nei luoghi in cui è parlata, o fare esperienza da falegname in una bottega artigianale, per quel che mi riguarda, è istruttivo e utile, e quindi perfettamente in linea con lo spirito della Costituzione Italiana.

Bisogna anche distinguere fra dovere civico e obbligo di legge. Promuovere (e, a maggior ragione, perseguire) l'istruzione universitaria non è obbligo di legge, come non lo è il voto politico. La costituzione raccomanda il voto perché considerato (in regime democratico) dovere civico e morale, ma non obbliga nessuna a votare. Quindi non è giuridicamente perseguibile chi sceglie di non votare, nemmeno se invita altri a seguire il suo esempio. Ragionamento analogo si potrebbe fare per la questione universitaria.


Concordo pienamente ................
___________________________________
Già da tempo sai che non vuoi più fare certe cose perchè vanno contro la tua interiorità.
Concludi un compromesso malsano;
ti vendi per un po' di quiete forse,
per un po' di sicurezza,
per un po' di calore;
ma così facendo perdi te stesso.

Se perdi te stesso, perdi la cosa più preziosa che tu possegga.
Divieni così un essere senza nucleo: devi conoscerti in modo consapevole, per imparare ad amarti.
Possiamo amare solo ciò che conosciamo e conosciamo solo ciò che siamo disposti ad amare.
L'indifferenza, anche verso noi stessi, ci rende ciechi.
Conosci te stesso,
impara ad amarti.

Ulrich Schaffer
5/11/2008 12:37 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,202
Location: MILANO
Age: 76
Caro Barnabino

"condividete il discorso del rappresentante centrale della Watchtower"

è come dire se chi interviene è d'accordo sul contenuto

"altrimenti posso chiedere qualche parere un po' più personale?"

significa avere un parere personale più o meno diverso

ma la tua era solo domanda retorica


penso però di avere già capito e chiuderei qui, tanto più che ho trovato la discussione

Pavel
5/12/2008 12:22 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 61,328
Moderatore
Caro Pavel,


è come dire se chi interviene è d'accordo sul contenuto



Ti ripeto, cosa vuol dire "contenuto"? Dobbiamo parlare di "senso" e non di "contenuto" perchè quel discorso non è un "proclama ideologico" ma è parte di un contesto sociale dei TdG molto delineato.


significa avere un parere personale più o meno diverso



Mi sembra difficile che un cristiano possa avere un parere diverso... non sarebbe più cristiano se mettesse obiettivo mondaani al di sopra d quelli spirituali.

Shalom

--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/12/2008 12:10 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,202
Location: MILANO
Age: 76
Caro Barnabino
<Dobbiamo parlare di "senso" e non di "contenuto" >
Ok vada per il senso


< non sarebbe più cristiano se mettesse obiettivo mondani al di sopra d quelli spirituali.>
Ho capito, sostitutire gli studi universitari con il ministero teocratico significa dare attuazione al principio:”poiché non siete del mondo” in una prospettiva escatologica.
Questo è il pensiero dell’Organizzazione, questo deve essere il pensiero di ogni tdG.
Saluti
Pavel
5/12/2008 12:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Io sono laureato e sono nominato. Dov'è il problema?
5/13/2008 2:59 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,341
Location: ACCIANO
Age: 86
TdG
Re:
_Navigator_, 5/12/2008 12:52 PM:

Io sono laureato e sono nominato. Dov'è il problema?



Ed io sono laureato in quarta elementare [SM=g8435] E ho senpre guadanbiato bene [SM=x1408417] Ho cercato di imparare tutti i mestieri del mondo! e mi ha portato senpre buon frutto [SM=x1408429]

Sapete quando guadambia un "idrailico..."?

Eletricista ..."? [SM=x1408403]

fior di quattrini [SM=x1408426]

mamma diceva; inpare l'art i mittila' a partE [SM=g10641] [SM=x1408403]


5/13/2008 11:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 61,328
Moderatore

Ho capito, sostitutire gli studi universitari con il ministero teocratico significa dare attuazione al principio:”poiché non siete del mondo” in una prospettiva escatologica



Forse non hai capito: non si tratta d "sostituire" ma di "conciliare". I TdG non sono contro l'istruzione universitaria in sé, sono contro il dare a questa istruzione la priorità sulla spiritualità.

Quello che vale per l'istruzione vale anche per il lavoro, nessuno dice di "sostituire" il lavoro con il ministero teocratico, visto che ciascunio deve provvedere alla sua casa ed ai bisognosi, ma si tratta di metterlo al giusto posto nella scala di valori della vita. Spero ti sia chiaro il punto di vista dei TdG.


Questo è il pensiero dell’Organizzazione, questo deve essere il pensiero di ogni tdG



Non esiste "deve essere", si tratta di scelte individuali che si fanno sulla base di molte circostanze.

Una cosa è certa, qualunque cristiano (che sia TdG o cattolico o protestante) deve avere come obiettivo principale la santa devozione, l'Organizzazione si limita a ricordarlo, altrimenti diventa "parte del mondo" cioè ne accetta i valori ed i principi che non sono quelli cristiani. Gesù non fu "parte del mondo" ma "vinse il mondo".

Dunque si tratta di scala di valori, di equilibrio e di scelte responsabili e mai estremistiche, basate sulle proprie circostanze. Tanto è vero che ci sono giovani universitari anziani o pionieri, è evidente che l'istruzioen e la spiritualità si possono conciliare.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/13/2008 8:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Re:
barnabino, 13/05/2008 11.48:


Ho capito, sostitutire gli studi universitari con il ministero teocratico significa dare attuazione al principio:”poiché non siete del mondo” in una prospettiva escatologica



Forse non hai capito: non si tratta d "sostituire" ma di "conciliare". I TdG non sono contro l'istruzione universitaria in sé, sono contro il dare a questa istruzione la priorità sulla spiritualità.



Shalom




sarei curioso di sapere che macchina hai barnabino... visto che parli di scala di valori, quando vado ad accompagnare mia moglie in sala vedo dei gran macchinoni lucidi. il mio prete ha una punto scassata.
allora mi chiedo la scala di valori la si da in base a cosa?
la chiesa fà errori è vero ma dà anche aiuto hai bisognosi vedi CARITAS e voi chi aiutate? oltre che istruire, che va benissimo ma quanto poi in realtà date a chi realmente a bisogno? di cose non spirituali ma terrene pasti caldi,un posto dove dormire,scuole,vestiti,cure mediche???????????
5/13/2008 9:01 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,898
TdG
Ah, adesso i TdG sono superbenestanti con megabmw e mercedes?
Ero rimasta al thread degli illetterati poveretti!
[SM=x69]
Va behhh, battute a parte, il nostro aiuto, non solo spirituale, ma anche materiale viene offerto capillarmente mediante il servizio di casa in casa, ovviamente a chi lo accetta.
___________________________________
Già da tempo sai che non vuoi più fare certe cose perchè vanno contro la tua interiorità.
Concludi un compromesso malsano;
ti vendi per un po' di quiete forse,
per un po' di sicurezza,
per un po' di calore;
ma così facendo perdi te stesso.

Se perdi te stesso, perdi la cosa più preziosa che tu possegga.
Divieni così un essere senza nucleo: devi conoscerti in modo consapevole, per imparare ad amarti.
Possiamo amare solo ciò che conosciamo e conosciamo solo ciò che siamo disposti ad amare.
L'indifferenza, anche verso noi stessi, ci rende ciechi.
Conosci te stesso,
impara ad amarti.

Ulrich Schaffer
5/13/2008 10:01 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 61,328
Moderatore
Caro Gian Luca,


visto che parli di scala di valori, quando vado ad accompagnare mia moglie in sala vedo dei gran macchinoni lucidi



In campo di scelte personali (istruzione, università, lavoro, reddito) nessuno deve giudicare gli altri. Il principio è la scala di valori che in coscienza ciascuno si da.

Io posso avere la Mercedes più lussuosa e frequantare l'università ma mettere al primo posto le cose spirituali, viceversa posso essere ignorante e con la macchina scassata e mettere le cose spirituali al secondo posto.

Il CD ci insegna: in qualunque situazione ti trovi, metti il Regno al primo posto. Spero tu sia d'accordo.

Shalom

--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
5/13/2008 10:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 4,173
TdG
Re: Re:
decorlanzi, 13/05/2008 20.43:




sarei curioso di sapere che macchina hai barnabino... visto che parli di scala di valori, quando vado ad accompagnare mia moglie in sala vedo dei gran macchinoni lucidi. il mio prete ha una punto scassata.
allora mi chiedo la scala di valori la si da in base a cosa?
la chiesa fà errori è vero ma dà anche aiuto hai bisognosi vedi CARITAS e voi chi aiutate? oltre che istruire, che va benissimo ma quanto poi in realtà date a chi realmente a bisogno? di cose non spirituali ma terrene pasti caldi,un posto dove dormire,scuole,vestiti,cure mediche???????????



avevo già risposto a questo in altra sede:

La Bibbia insegna che la soluzione ai problemi dell'uomo potrà venire solo da Dio: noi possiamo tamponare quanto vogliamo, ma se esiste un cratere va chiuso, non tamponato. E' normale sforzarsi di provvedere aiuto al prossimo, ma tra dargli la pagnotta col formaggio oggi e indirizzarlo alla prospettiva contenuta nella Bibbia, è chiaro che la seconda ha un valore maggiore.
D'altronde, se il problema è la pagnotta, nessun tdG è mai morto di fame perchè dimenticato o abbandonato dai suoi fratelli. Io posso sfamare tutti i poveri del mondo, però se non applico nella mia vita i principi e i comandi biblici (morale, neutralità cristiana, annunciare il Regno, credenze fondate sulla Bibbia e non su altro), allora sarò buono da un punto di vista esclusivamente umano, ma dovrò riflettere sulla mia posizione davanti a Dio.
Le cose che Dio ha richiesto sono chiaramente esposte nella Bibbia: se è giusto aiutare il prossimo materialmente, dall'altra parte questo non significa che Dio ci chiede di fare i superman del volontariato; Dio non richiede un impegno a quei livelli, ma chiede altre cose, cose che purtroppo vengono accantonate, o perchè non si vuol cambiare la propria vita, o perchè il volontariato sostituisce, nell'appagamento della coscienza personale, quell'essere pienamente, coerentemente, e biblicamente cristiani.
In sostanza: svenarsi per fare "volontariato" come lo intendi tu non risolverà mai definitivamente i problemi; ognuno oggi fa quel che può nel suo piccolo e come singolo individuo, ma la sistemazione in quel senso è un compito che spetta a Dio, e solo da lui quei problemi saranno sistemati definitivamente.
D'altronde la principale occupazione dei discepoli era quella di predicare, non certo quella di distribuire pacchi alimentari alla gente.
5/13/2008 10:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
D'altronde la principale occupazione dei discepoli era quella di predicare, non certo quella di distribuire pacchi alimentari alla gente



Scusate ma non pensate che sia possibile fare entrambe le cose?
secondo il tuo ragioamento una cosa esclude l'altra ma in realtà cosi non è... vedi CARITAS o missioni in africa e Brasile...

5/13/2008 10:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 61,328
Moderatore
Caro Gian Luca,


Scusate ma non pensate che sia possibile fare entrambe le cose?



E' quello che ti stiamo dicendo dall'inzio. Nessuno preclude alcuna scelta, fermo restando che la spiritualità deve avere il primo posto nella vita di un cristiano.


secondo il tuo ragioamento una cosa esclude l'altra ma in realtà cosi non è... vedi CARITAS o missioni in africa e Brasile...



Nessun TdG è contrario alle associazioni benefiche o a fare del bene al prossimo. Si tratta di una responsabilità e scelta personale che nessuno ha il diritto di criticare. Quello che semmai critichiamo della CCR è il suo insegnamento a nostro avviso lontano dal cristianesimo originale.

Shalom

--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
Previous page | 1 2 3 4 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:27 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com