FUMETTI - Il Forum degli Eternauti
printprintFacebook

Benvenuti nel nostro forum. Se vi siete appena iscritti scrivete il vostro primo messaggio QUI.
In tal modo potrete accedere a tutte le discussioni del Forum degli Eternauti.
Buon divertimento e buona permanenza tra noi.

New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 3 4 5 6 | Next page
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Yes, we can! o no?

Last Update: 5/9/2017 3:32 PM
Email User Profile
Post: 22,689
Post: 21,945
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
1/27/2017 10:37 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
Carlo Maria, 26/01/2017 22.53:


La Clinton sarebbe stata una terribile presidente, la peggiore possibile. Questo però certo non sarà una scelta indolore.

Non credo si potesse pensare a una scelta indolore, si trattava solo di evitare quella peggiore, e gli americani in qualche modo lo hanno fatto grazie al loro peculiare sistema elettorale. Del resto avevano già sprecato (i democratici, va detto...) la possibilità di fare una scelta ottimale e di reale speranza, preferendo la Rodham Clinton a Sanders, quindi a quel punto non restava altro da fare che giocare la carta di un uomo anti establishment come Trump. Anti establishment in questo caso non significa estraneo alle logiche del potere economico (né, ovviamente, socialista), ma molto più prosaicamente non organico ai centri del potere che hanno diretto la politica economica degli ultimi quarant'anni (e che iniziarono a porre le basi del loro potere ai tempi della presidenza Lincoln). Quei centri nei confronti dei quali, un altro uomo tutt'altro che estraneo alle logiche del potere e ugualmente e genuinamente di destra come lo è Trump, aveva già messo in guardia nel suo discorso di commiato: Dwight D. Eisenhower. Resta da vedere quale margine di manovra avrà Trump rispetto a tale blocco di interessi, se cioè riuscirà a coagulare abbastanza forze attorno al suo progetto di risveglio di un nazionalismo economico americano in opposizione al mondialismo globalizzatore, l'ideologia che in un quarantennio ha praticamente messo in ginocchio il mondo del lavoro occidentale e sta progressivamente smantellando i presupposti socioeconomici dell'esistenza di una classe media. Il resto sono cazzate.

V.





http://olivavincenzo.blogspot.com/
http://vincenzooliva.blogspot.com/
http://vincenzooliva2.blogspot.com/

"Ahi serva Italia, di dolori ostello
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie ma bordello"

Settecento anni e non è cambiato un ca**o
E' giusto adorare Gesù?Testimoni di Geova Online...97 pt.6/18/2019 11:19 PM by barnabino
carte da culSenza Padroni Quindi Roma...52 pt.6/18/2019 7:59 PM by er.principe77
Calciomercato estivo - Stagione 2019/2020blog191240 pt.6/18/2019 10:23 PM by GiorgioG.76
FIFA Women's World Cup 2019 {Pre, Live & Post}Ankie & Friends - L&#...32 pt.6/18/2019 11:18 PM by XWF is TNA
Gioco di associazione di parole Ipercaforum28 pt.6/19/2019 1:51 AM by AlcibiadeR
Convalida dati.Excel Forum27 pt.6/18/2019 4:16 PM by saverio1966
Email User Profile
Post: 7,516
Post: 7,469
Registered in: 10/12/2001
Moderatore Ottimo
Tautologo di sinistra

Vittima della koalessa
"Padrune" di Giuda
OFFLINE
1/29/2017 2:51 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Squilli di Trumpet
Trump fa scelte politiche di destra? E dove sarebbe la notizia? Proprio non riesco a capire cosa ci sia di sorprendente nel fatto che un presidente di destra faccia politiche di destra e che addirittura, piacciano o no le sue decisioni, si comporti coerentemente con quanto sostenuto durante la campagna elettorale.

Scendendo però nel dettaglio...
Carlo Maria, 26/01/2017 22.53:

-ha firmato per smantellare l'Obama care;

Cioè sta cercando di rimuovere una legge fallimentare che ha avuto effetti disastrosi. Che non ha affatto garantito a milioni di indigenti un accesso gratuito alle cure mediche, come raccontato dalla bugiardissima stampa italiana, ed ha anzi peggiorato notevolmente la situazione per milioni di assicurati, innalzando i costi delle polizze e i prezzi dei farmaci.
Carlo Maria, 26/01/2017 22.53:

-ha espresso il suo favore nei confronti degli oleodotti sul territorio sacro per i Sioux;

Calpestando diritti e tradizioni di quelli che erano lì prima che i civilizzatori arrivassero. Cioè quello che gli inglesi hanno fatto praticamente sempre durante secoli di colonialismo. Lo scrivo -ad onta di equivoci- per ribadire la sostanziale continuità con il passato, non per sottintendere "non è importante, tanto si sono sempre comportati così".
Si tratta di una decisione deprecabile che, a mio parere, viene presa per blandire una porzione del partito repubblicano e della sua base storica (al pari delle prime mosse in tema di immigrazione ed aborto) ma, principalmente, per rassicurare quanti, tra i pezzi grossi del mercato dei combustibili fossili, avessero iniziato a temere che lo storico collegamento diretto con il 1600 Pennsylvania Avenue in Washington DC potesse subire qualche rallentamento.

Carlo Maria, 26/01/2017 22.53:

-ha stoppato il TPP, l'accordo commerciale coi Paesi del Pacifico.

E cercherà di rimpiazzarlo con nuovi accordi che favoriscano gli americani ed i potenziali paesi amici a scapito della Cina.
Che viene esplicitamente indicata -assieme alla Germania- come il principale competitor degli USA, ragion per cui la nuova amministrazione cerca di rompere il fenomenale (anche se in buona parte solo potenziale) blocco Russia-Cina. Blocco che rappresenterebbe una minaccia molto pericolosa, sempre alla luce della politica progressivamente più aggressiva messa in atto dalla Germania nei confronti degli Stati Uniti.

E per certi versi curioso ma per altri decisamente inquietante che, a distanza di ottanta anni, si stia ripresentando uno scenario già visto: da una parte USA, GB e Russia, dall'altra Germania (con i suoi protettorati, tipo la Francia di Hollande -novello Pétain- o la Finlandia di Katainen, o l'Italia di Monti e dei suoi epigoni) ed una potente nazione orientale in via di rapida industrializzazione.
All'epoca l'Italia sbaglio clamorosamente la scelta dell'alleato, ed anche stavolta direi che non siamo messi molto meglio.
Carlo Maria, 26/01/2017 22.53:

La Clinton sarebbe stata una terribile presidente, la peggiore possibile. Questo però certo non sarà una scelta indolore.

Sebbene tecnicamente improprio, mi permetto umilmente di far notare che, se il disgustoso Trump è effettivamente responsabile del tentativo di demolire una legge pessima come l'Obamacare (e non mi faccio certo grosse illusioni pensando che riuscirà davvero a migliorarla), la Clinton è politicamente corresponsabile di questo e di questo ed anche di quest'altro (comunque due passi indietro rispetto ad Angela Merkel, alla Commissione Europea e al FMI) disastro sanitario.
Che a detta di qualcuno non sarebbe un baratro, ma evidentemente il baratro è quando il barista ti dice che la birra è finita o quando la batteria del cellulare è scarica e non si può più twittare sefie. (Ok, è una caduta di stile. Me ne scuso. E' che sono incazzato nero, specie quando leggo persone intelligenti dare prova di così tanta superficialità. Come mai ci strappiamo i capelli se un presidente democraticamente eletto "nega l'assistenza sanitaria gratuita agli americani" -cosa che non è assolutamente vera- e poi torniamo a cincischiare o a parlare di frivolezze se, a pochi chilometri da casa nostra, un intero popolo viene messo in condizioni disumane con il plauso dei nostri governanti?)

Comprendo bene quanto un accorato appello nientemeno che di Meryl Streep o Madonna possa toccare il cuore e farlo vibrare di sdegno ma, vivaddio, se non fa piacere che una fetenzia di destra come Trump imperversi sul mondo, occorrerebbe sostenere nei fatti una buona candidatura di sinistra, e non una robaccia ancora più a destra come Hillary Diane Rodham Clinton.
Juan Galvez, 27/01/2017 22.37:

Il resto sono cazzate.

Concordo.



TAK-Saluti a tutti... (Fletto i muscoli e mi addormento)Reforma, Libertad, Justicia y Ley
Email User Profile
Post: 22,689
Post: 21,945
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
1/29/2017 6:31 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Squilli di Trumpet
Detto che fin qui Trump ha è effettivamente fatto qualcosa di rivoluzionario, ovvero ha attuato cose che aveva annunciato in campagna elettorale, si può aggiungere dell'altro.

Dallo "smantellamento" di quella cagata pubblicitaria dell'Obamacare potrebbe perfino venirne qualcosa di buono per gli americani (non credo, sia chiaro: Trump non è certo un socialista o un filantropo), ma in ogni caso non ne viene nulla di cattivo, perché paradossalmente aveva forse perfino peggiorato lo status quo della sanità a stelle e strisce.

La politica estera di Obama (Obama/Rodham/Kerry) è stata fallimentare sotto ogni punto di vista, ivi compreso - anzi si potrebbe dire in primis - quello umanitario, con le catastrofi libica e siriana come gioielli bushiti della corona, peggiori perfino delle catastrofi iraqena e afghana (che con Obama sono più o meno rimaste lì). Con la mezza catastrofe ucraina, dove ovviamente gli states sono riusciti a trovare dei fascio-alleati peggiori di Putin. O lo strisciante colpo di stato giudiziario-amministrativo con il quale hanno fatto fuori l'amministrazione Roussef/(Da Silva), certo anche corrotta e poco profumata di rose, ma che soprattutto aveva posto le basi per un economia brasiliana competitiva e non allineata con i desiderata statunitensi. Più altre piccolezze. Quel che sarà la politica estera di Trump possiamo immaginarlo: un tentativo di mettere una pezza alle cazzate fatte da Obama e Bush, il che ovviamente non vuol dire che a noi ne verrà magari qualcosa di buono, anche perché ha perfettamente ragione Peppe: se non ci sganciamo RAPIDAMENTE dall'abbraccio mortale dei tedeschi rischiamo che un nuovo asse USA-Russia (più questa volta il Giappone) in funzione antitedesca ci stritoli. Tuttavia, vista la sudditanza dei nostri politici verso gli americani, visti gli interessi strategici degli Usa in Italia (basi e bombe), e visto che cambiare campo significa uscire dall'euro, per noi Trump potrebbe DAVVERO rappresentare un'opportunità. Certo, ritorno a un protettorato USA; ma visto che quello che ci attende - anzi che già è qui - è una colonizzazione spietata da parte tedesca, tornare a essere un protettorato pieno degli Stati Uniti sarebbe un passo avanti.

Tutto il resto, ripeto, sono cazzate.

Peppe, just one thing:


Fog, 29/01/2017 02.51:

(...)
Che a detta di qualcuno non sarebbe un baratro, ma evidentemente il baratro è quando il barista ti dice che la birra è finita o quando la batteria del cellulare è scarica e non si può più twittare sefie. (Ok, è una caduta di stile. Me ne scuso. E' che sono incazzato nero, specie quando leggo persone intelligenti dare prova di così tanta superficialità. Come mai ci strappiamo i capelli se un presidente democraticamente eletto "nega l'assistenza sanitaria gratuita agli americani" -cosa che non è assolutamente vera- e poi torniamo a cincischiare o a parlare di frivolezze se, a pochi chilometri da casa nostra, un intero popolo viene messo in condizioni disumane con il plauso dei nostri governanti?)

Quel qualcuno non credo legga più il forum, per cui vale la pena linkare su facebook l'articolo.

V.





http://olivavincenzo.blogspot.com/
http://vincenzooliva.blogspot.com/
http://vincenzooliva2.blogspot.com/

"Ahi serva Italia, di dolori ostello
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie ma bordello"

Settecento anni e non è cambiato un ca**o
Email User Profile
Post: 15,389
Post: 14,774
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
2/1/2017 7:44 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Scusate il ritardo.
Due osservazioni su Obama ed il suo operato: se la sua politica estera è stata tra il disastroso ed il criminale, così come avete già evidenziato, non riesco invece a considerare così negativamente come voi l'Obamacare. Questo per due ragioni:
1) dai dati che ho letto sulla "tassa per la salute" si evidenziava una portata decisamente più ridotta dell'auspicato, ma che avrebbe comunque inciso su una fetta consistente di persone non ancora tutelate da assicurazione (nell'ordine di qualche milione).
2) Obama ha avuto per gran parte del suo mandato il Congresso a maggioranza repubblicana. Questo particolare della forma politica americana inevitabilmente limita e ha limitato quello che può essere l'operato del leader.

Mi viene in mente un confronto con una celebre legge italica recente: la Cirinnà. Di fatto, se vogliamo valutarla dal punto di vista legislativo è una porcata, in quanto aggiunge una tipologia di atto inutile, anziché allargare la base di fruizione di atti già esistenti, ma sappiamo quanto la Chiesa e certi politici l'abbiano impedito e il risultato raggiunto ha in sé una portata significativa non solo a livello simbolico.
Sulla bilancia vanno dunque collocati entrambi gli aspetti.
Email User Profile
Post: 22,689
Post: 21,945
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
2/2/2017 6:50 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
Carlo Maria, 01/02/2017 07.44:

(...)
Mi viene in mente un confronto con una celebre legge italica recente: la Cirinnà. (...)

Ecco, appunto [SM=x74970] [SM=x74946] [SM=x74970]

V.





http://olivavincenzo.blogspot.com/
http://vincenzooliva.blogspot.com/
http://vincenzooliva2.blogspot.com/

"Ahi serva Italia, di dolori ostello
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie ma bordello"

Settecento anni e non è cambiato un ca**o
Email User Profile
Post: 22,689
Post: 21,945
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
2/5/2017 2:52 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

http://vocidallestero.it/2017/02/04/eurointelligence-verso-la-fine-dellindipendenza-delle-banche-centrali/

V.



http://olivavincenzo.blogspot.com/
http://vincenzooliva.blogspot.com/
http://vincenzooliva2.blogspot.com/

"Ahi serva Italia, di dolori ostello
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie ma bordello"

Settecento anni e non è cambiato un ca**o
Email User Profile
Post: 15,389
Post: 14,774
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
2/6/2017 12:46 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
Juan Galvez, 05/02/2017 14.52:





Tutto ciò, anche solo l'idea, era impensabile solo sei mesi fa.
Email User Profile
Post: 22,689
Post: 21,945
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
2/6/2017 6:35 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re:
Carlo Maria, 06/02/2017 12.46:




Tutto ciò, anche solo l'idea, era impensabile solo sei mesi fa.

Era prima di Trump. Oh, non significa che ci si arriverà, ma quanto meno adesso esiste la possibilità.

V.





http://olivavincenzo.blogspot.com/
http://vincenzooliva.blogspot.com/
http://vincenzooliva2.blogspot.com/

"Ahi serva Italia, di dolori ostello
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie ma bordello"

Settecento anni e non è cambiato un ca**o
Email User Profile
Post: 22,689
Post: 21,945
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
2/6/2017 6:38 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re: Re:
E niente, la Daniele che quasi quasi - timidamente - si riposiziona è un fatterello, ma interessante: https://www.carmillaonline.com/2017/02/05/face-off/

V.





http://olivavincenzo.blogspot.com/
http://vincenzooliva.blogspot.com/
http://vincenzooliva2.blogspot.com/

"Ahi serva Italia, di dolori ostello
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie ma bordello"

Settecento anni e non è cambiato un ca**o
Email User Profile
Post: 22,689
Post: 21,945
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
2/6/2017 7:04 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Articolo vecchio, ma soprattutto in alcuni passaggi pregnante: http://ilblogdilameduck.blogspot.it/2015/09/armi-di-migrazione-di-massa.html

V.





http://olivavincenzo.blogspot.com/
http://vincenzooliva.blogspot.com/
http://vincenzooliva2.blogspot.com/

"Ahi serva Italia, di dolori ostello
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie ma bordello"

Settecento anni e non è cambiato un ca**o
Email User Profile
Post: 2,269
Post: 2,265
Registered in: 8/12/2002
Fumettomane
Assistente
di Kalissa
OFFLINE
2/6/2017 11:11 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Anche a me dà parecchio da pensare questa epocale (non mi viene altro termine) esplosione di "libera critica" nei confronti del Presidente Americano da parte dei media occidentali - termine forse impolverato ma ancora attuale.

Non conosco così bene tv e testate di altri paesi per valutare l'entità del cambiamento, per cui nel loro caso lo do più come una sensazione sommaria; ma vedere i pronissimi e sdraiatissimi media italiani più mainstream esercitarsi nel tiro al piccione a The Donald ha davvero dell'incredibile. Sarà liberatorio dopo decenni di frustrazione? (liberatorio per i media, intendo). Non saprei, in molti di loro scorgo lo stesso solerte/inerte zombismo che mettevano nel raccontare qualsiasi campagna per l'esportazione massiccia della democrazia, in tono fra il pensoso e il condiscendente quando erano paludati, o plaudente quand'erano sgangherati.

Lo stesso, ma cambiato di segno.

Quanto alla Daniele, intendi riposizionata proUSA donaldiani?

Sash

[Edited by Sashimi 2/6/2017 11:14 PM]
Email User Profile
Post: 22,689
Post: 21,945
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
2/7/2017 5:37 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
Sashimi, 06/02/2017 23.11:



Quanto alla Daniele, intendi riposizionata proUSA donaldiani?

Sash


Meno trinariciuta. Poi che DJT non sia il politico ideale mi sembra ovvio; ma esattamente come Nerone era tutt'altro che il Nerone di Svetonio, il Donald, soprattutto dalle (tutte considerate) sue prime mosse non è il Donald che che la folla degli sdraiati dipinge con ansia e affanno. E' un uomo genuinamente di destra (con una certa attenzione al senso migliore del termine e della prassi del populismo, che in tempi di spiccate politiche antipopolari da parte dei governi occidentali tutti è una cosa BUONA), con spiccate peculiarità caratteriali e politiche. Però almeno finora non si sta muovendo per nulla come il kazzaro che tentano di vendere. E se ne è accorta pure lei.

V.





http://olivavincenzo.blogspot.com/
http://vincenzooliva.blogspot.com/
http://vincenzooliva2.blogspot.com/

"Ahi serva Italia, di dolori ostello
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie ma bordello"

Settecento anni e non è cambiato un ca**o
Email User Profile
Post: 15,389
Post: 14,774
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
5/8/2017 7:03 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Trump è decisamente lontano dalla perfezione, per quanto in parte mi avesse fatto ben sperare.
Nel mentre, in Europa, in Francia, il vento europeista soffia una folata importante, direi una boccata d'ossigeno per una serie di poteri forti e un pessimo segnale per l'Italia imo...
Email User Profile
Post: 22,689
Post: 21,945
Registered in: 9/28/2001
Moderatore
(si fa per dire...)
Clone del Ratto
OFFLINE
5/9/2017 3:32 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
Carlo Maria, 08/05/2017 19.03:

Trump è decisamente lontano dalla perfezione, per quanto in parte mi avesse fatto ben sperare.
Nel mentre, in Europa, in Francia, il vento europeista soffia una folata importante, direi una boccata d'ossigeno per una serie di poteri forti e un pessimo segnale per l'Italia imo...

Si preparano a darci l'inculata finale.

V.





http://olivavincenzo.blogspot.com/
http://vincenzooliva.blogspot.com/
http://vincenzooliva2.blogspot.com/

"Ahi serva Italia, di dolori ostello
nave sanza nocchiere in gran tempesta,
non donna di provincie ma bordello"

Settecento anni e non è cambiato un ca**o
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 4 5 6 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:32 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com