Gemellaggi

ANIMA SOLITARIA

GIUGGYNA.IT

ROSSO POMODORO

LE ALI DEL MONDO

LA CASA DI CECILIA

ROMANTICISMO

Piccolo gregge di Gesù

">ROMANTICISMO

CRAZY OFF TOPIC

 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author

EVANGELIZZAZIONE DI FUOCO

Last Update: 11/3/2007 11:57 AM
OFFLINE
Email User Profile
Post: 81
Post: 54
Age: 57
Gender: Female
INCENDIARIA/O
Admin
11/3/2007 11:56 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

IL SEGNO DEL FIGLIO DELL'UOMO

Il fuoco è l'emblema del Vangelo, il segno del Figlio dell'uomo. Solo Gesù battezza con il fuoco. Quando vediamo tali battesimi vediamo l'evidenza che lui, e nessun'altro, è all'opera. È il marchio di identificazione della sua opera. Metti la tua mano in tale attività e ne sentirai il calore. Il profeta Elia dichiarò: “Il dio che risponderà mediante il fuoco, lui è Dio” (1 Re 18:24). Solo Dio può farlo; Elia era sicuro che Baal non ne era capace.
Che cosa leggi sul tuo termometro spirituale? Segna qualcosa? O sei sotto zero? Ci sono altari freddi nella tua chiesa? Adorazione senza calore? Dottrine infiammate solo dalle polemiche?
Ci sono teologie e insegnamenti tanto pesanti e poco infiammabili quanto il piombo. Ci sono libri religiosi che darebbero calore solo se gettati nei falò. Tali mezzi, buoni soltanto a raffreddare la fede, non hanno niente a che vedere con il Cristo della Pentecoste. Qualsiasi cosa egli tocchi, prende fuoco. Gesù scioglie il ghiaccio. Certi tentativi fatti nelle chiese per stimolare entusiasmo sono come strofinare insieme due schegge di legno.

MUNIZIONI FINTE

Il fuoco di Dio è speciale, è unico. Solo il fuoco di Dio poteva bruciare sull'altare di Mosè, non un fuoco prodotto con mezzi umani. Nadab e Abihu prepararono il loro fuoco e con esso accesero l'incenso. Venne definito “un fuoco estraneo” e il fuoco divino scaturì dal Tabernacolo, inghiottendo quello falso e uccidendo i sacerdoti ribelli (Numeri 26:61).
Anche oggi vengono offerti “fuochi estranei”. Strani vangeli che non sono affatto dei Vangeli ma teologie di incredulità. Pensieri di uomini e filosofie, critiche e teorie semplicemente umane. Non recano alcuna traccia dell'ardore glorioso del cielo. Niente in essi produce combustione, solo controversie.
Ciò che si cela dietro tutto questo è qualcosa che mi è stato spiegato dal mio amico Paul C. Schoch. Mi ha citato Matteo 16:23, dove Gesù si era rivolto a satana mentre parlava all'apostolo Pietro: “Vattene via da me, satana; tu mi sei di scandalo. Tu non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini”.
I pensieri si presentano su due opposti livelli: i pensieri di Dio e i pensieri degli uomini. L'alto e il basso, come Dio disse in Isaia 55:8-9. Satana pensa come l'uomo. Infatti satana non può percepire il modo di fare di Dio. Questo può sembrare strano se ricordiamo che, originariamente, era Lucifero, un angelo del trono di Dio. Gesù schiacciò la testa del serpente e, evidentemente, provocò al diavolo una specie di trauma cranico: è rimasto disorientato! Un tempo quel cherubino era pieno di sapienza ma oggi questo principe delle potestà dell'aria è sconcertato da quello che Dio sta facendo e particolarmente da quello che il Signore fece alla croce. Questo tipo di confusione viene manifestato dal peccato.
Gli uomini pensano come il diavolo. Anche loro credono che la croce sia follia e non possono afferrare le cose di Dio. Neanche Paolo, agli inizi, poteva “vedere”. Una furia gelida contro i credenti gli mordeva il cuore; era un “fariseo severo” spirante minaccia e strage. Religioso e zelante, era pieno di intelligente incredulità. Ma quando credette, le scaglie caddero dai suoi occhi.
Chissà se all'inferno piacerebbe mandare delle spie nel Regno di Dio solo per cercare di carpire qualcuno dei suoi segreti? Ma i demoni, quei segreti non potrebbero comunque capirli. Sì, l'inferno è completamente sconcertato. Per satana il sacrificio di Cristo è un piano che Dio ha ben elaborato a suo proprio vantaggio. Il diavolo è un divoratore: questa è la sua natura malvagia.
Se dovessimo combattere il diavolo sulla base dei pensieri umani ricordiamoci che lui sa pensare come pensano gli uomini. Satana ha inventato un gioco di scacchi umano e lo ha giocato nel corso di tutta la storia. Egli previene ogni nostra mossa e ci dà scacco matto. Satana ha fatto esperienza da Adamo in poi e conosce ogni trucco nella scacchiera dell'umana ingenuità. Noi non possiamo produrre fede con sapienza di parole. Il diavolo ha sempre, infatti, una controproposta per qualunque cosa noi diciamo.
Il Vangelo non è uscito dalla testa di qualcuno; non proviene dalla mente di un professore di università. Dobbiamo trasferirci nella dimensione divina, perché lì il nemico non ci può seguire. Il diavolo non può inserirsi nei pensieri dello Spirito Santo. Se noi programmiamo, predichiamo, testimoniamo ed evangelizziamo come uomini, il diavolo ci confonderà con la psicologia e con la pubblicità negativa. La soluzione è: muoviti nello Spirito e predica il Vangelo così com'è. Solo allora l'arciconfusionario rimarrà confuso perché il gioco gli sfugge dalle mani. Il diavolo non conosce l'alfabeto dello Spirito Santo.
Questo è ciò che vediamo nelle nostre crociate di evangelizzazione. Le riunioni sono totalmente aperte allo Spirito Santo e i risultati entusiasmanti. Intere nazioni vengono sfidate dalla straordinaria potenza di Cristo. False dottrine e religioni demoniache che avevano prevalso in quei luoghi da secoli, vengono scrollate e spezzate. Nessun predicatore potrebbe farlo, per quanto popolare e intelligente possa essere. Tale successo si verifica soltanto quando Dio agisce a modo suo. Quando lui entra in campo c'è una vittoria potente e sicura. Egli può, vuole ed ha successo ogniqualvolta gli permettiamo di prendere il comando.
Queste brecce nel campo nemico sono parte delle benedizioni promesse dal Signore per la fine dei tempi. Il giorno della Pentecoste continua, non si è fermato a Gerusalemme ma è per le “estremità della terra”. Io lancio la sfida che tutti incomincino ad operare allo stesso livello dello Spirito; allora vedranno la salvezza del nostro Dio. Questo tipo di evangelismo spezzerà la schiena di satana in tutto il mondo ed egli sarà sbaragliato, perché il “fuoco santo” non può essere imitato o sostituito.

MUNIZIONI VERE E FORZA VAPORE

Quando un fucile è caricato a salve, lo scoppio e il contraccolpo sono gli stessi come se si trattasse di munizioni vere. La differenza sta nel risultato prodotto da quelle vere e da quelle a salve, ma non nel rumore. Quelle false non lasciano segni sul bersaglio perché non lo raggiungono, ma il proiettile vero può colpire il bersaglio. Noi non abbiamo interesse al fragore e al contraccolpo, cioè all'eccitazione e all'esibizione evangelistica spettacolare, anche se può attirare centinaia di migliaia di persone. Noi vogliamo vedere qualcosa di vivente e di potente colpire il bersaglio. Ben vengano le folle, ma perché qualcosa si compia, dobbiamo lasciare disponibile un ampio passaggio al potente fuoco dello Spirito Santo. Moltitudini di persone nascono di nuovo, vite vengono trasformate, le chiese sono riempite, l'inferno è saccheggiato e il cielo è ripopolato. Alleluia! Il fuoco di Dio non viene mandato soltanto per il piacere di qualche esperienza emotiva.
Gloria al Signore per il fuoco divino che ha questo glorioso effetto collaterale e per la potenza dello Spirito Santo che produce riunioni esuberanti! Ma l'essere soltanto entusiasti e rumorosi non soddisfa il disegno di Dio. Lo Spirito Santo opera in vista di scopi eterni.
Penso a questo quando vedo una vecchia locomotiva a vapore che si allontana sbuffando. Questi cavalli di ferro sono come delle creature viventi, respiranti vapore con il fuoco nella pancia. Il compito del macchinista è alimentare la fornace e far alzare la pressione del vapore. Quando la pressione è alta il macchinista può fare una delle due cose: tirare la leva del fischio o girare la leva che spinge il vapore sui pistoni. Il fischio può far uscire il vapore finché non ne rimane più nulla, facendosi però sentire a distanza di chilometri. Ma se l'energia viene diretta ai pistoni, la forza del vapore fa girare le ruote con molto meno fracasso e senza attirare l'attenzione su sé stessa. Così il treno può muoversi, trasportando il suo carico dovunque vada.
Grazie a Dio per il fischio del treno, è importante. Ma se il fischio fosse tutto quello che il vapore potrebbe fare, non varrebbe la pena di alimentare il fuoco sotto la caldaia e formare il vapore. Il fuoco dello Spirito Santo conferisce potenza. Il rumore non ha importanza; utilizziamo la sua potenza per muoverci. Il tuono è giustificato solo se in precedenza c'è stato il lampo. Il vero scopo della Pentecoste è di far muovere le ruote per Dio in ogni chiesa, trasportando il Vangelo per tutta la faccia della terra.
“Andate per tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura” (Marco 16:15).
La chiesa è una chiesa che “cammina”, non una chiesa che si “siede”. Guarda lontano, là dove il nostro Signore si muove attraverso i continenti. Alcuni guardano solo “dentro”, esaminando continuamente le loro anime, handicappati dall'introspezione. Non preoccuparti, Gesù ti ha salvato; ora comincia ad aiutarlo a salvare gli altri. Se lo Spirito Santo è venuto allora alzati e va'. È lui che compie il lavoro, non tu o io. “Guai a me se non predico l'evangelo”, e guai a coloro a cui noi trascuriamo di predicarlo!

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:47 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2024 FFZ srl - www.freeforumzone.com