New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Print | Email Notification    
Author

3/5/2005

Last Update: 5/3/2005 12:26 PM
5/3/2005 12:26 PM
 
Email
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Sempre in vantaggio, sempre raggiunto. Domanico para anche un rigore
Il Tolentino viene ripreso due volte

TOLENTINO - Il Tolentino in casa non sa più vincere. Domenica scorsa, per due volte in vantaggio, la squadra cremisi si fa raggiungere dal Viterbo che alla fine strappa un pareggio, si stacca in classifica dal Fano ma viene agganciato al tredicesimo posto dal Sansovino. Se il campionato fosse finito qui, il Tolentino sarebbe salvo e il Sansovino andrebbe ai playout come quattordicesima in classifica, in virtù degli scontri diretti in campionato, dato che all’andata i cremisi vinsero 2-0 in casa e al ritorno a Monte San Savino finì 0-0. Mister Giulietti, al termine dell’incontro di domenica pomeriggio, non è soddisfatto del risultato, anche se ammette che a due giornate dalla fine il Tolentino ha tutto per evitare ancora i playout. «Per quanto visto in campo, avremmo meritato di vincere - dice Giulietti nel dopo-partita - ma ancora una volta non ci siamo riusciti. Sono contento della prova offerta della squadra perché ha giocato una buona partita ed è riuscita a tenere testa alla squadra avversaria».

Lo schieramento iniziale del Tolentino ha lasciato un po’ perplessi, soprattutto la scelta di far partire Prato dal primo minuto al posto di Pandolfi che la domenica precedente, in casa del Cuoio Pelli, era stato tra i migliori. L’inizio dei cremisi è comunque scoppiettante. In vantaggio dopo appena tre minuti con Onorato (bel colpo di testa su punizione di Mammarella), già al 6’ il Tolentino ha la palla giusta per chiudere la partita, ma Barucca spara alto da ottima posizione. «E’ vero - continuerà mister Giulietti nel dopo-partita -. Siamo partiti molto bene, siamo riusciti a segnare subito e abbiamo avuto anche il pallone per andare sul 2-0. Peccato per quell’errore di Barucca perché, se fossimo riusciti ad andare sul doppio vantaggio, la partita sarebbe stata molto diversa da come è andata».

Invece, dal possibile 2-0 per il Tolentino, si è passati prima al pareggio del Viterbo e successivamente al calcio di rigore sbagliato dalla formazione ospite che avrebbe potuto cambiare notevolmente la partita. «Il pareggio è stato un regalo da parte nostra - ammetterà poi mister Giulietti a fine-partita -. Bucchi ha sbagliato consegnando il pallone a Polani che non ha fallito la buona opportunità. Buon per noi, ma anche un grande merito che va a Domanico che successivamente ha parato il rigore di Polani».

Da quel momento la partita è cambiata di nuovo e il Tolentino ha ripreso a mettere in difficoltà il Viterbo riuscendo a chiudere in vantaggio il primo tempo. «E’ tutto vero. Abbiamo sofferto per una ventina di minuti, ma nel primo tempo le azioni più pericolose le ha create il Tolentino. Il gol di Pietrella, arrivato nel recupero, ci ha premiato per aver disputato un’ottima prima frazione di gara».

Nella ripresa il ritmo è calato, il primo gran caldo della stagione e l’ottimo primo tempo delle due squadre che si sono date battaglia a viso aperto, hanno reso la partita più equilibrata. Nel primo quarto d’ora i due portieri non hanno corso pericoli. Il pareggio del Viterbo è stato molto casuale ed è giunto su un rigore fortemente contestato dalla squadra cremisi. Dalla tribuna il contatto tra Fenucci e Iezzi è apparso fortuito e non tale da sanzionare la massima punizione. L’arbitro Salati di Trento è stato di parere diverso e ha fischiato il secondo penalty di giornata, poi trasformato da Cipolla. Mister Giulietti sull’episodio ha avuto la stessa impressione che si è avuta dalla tribuna. «Secondo me non c’erano gli estremi del rigore perché il pallone è andato nella stessa traiettoria voluta da Fenucci - ha asserito il tecnico del Tolentino in sala-stampa -. E’ stato invece il giocatore del Viterbo che ha cercato l’impatto mettendo l’arbitro nelle condizioni di assegnare il secondo rigore alla squadra laziale».

A mezz’ora dalla fine, il risultato di parità ha reso la partita ancora più aperta e solo l’espulsione di Savio per doppia ammonizione avrebbe potuto cambiare le cose a favore del Tolentino. «Noi abbiamo cercato di creare situazioni favorevoli - dirà Giulietti - ma non era facile anche perché a quel punto il Viterbo ha arretrato il suo raggio di azione per difendere il risultato. Potevamo fare qualcosa di più ma negli ultimi minuti abbiamo pagato anche la stanchezza di qualche giocatore».

TOLENTINO 2
VITERBO 2

TOLENTINO: (4-3-3) Domanico, Bucchi, Onorato, Favi, Fenucci, Mammarella, Prato (56’ Pandolfi), Pietrella, Di Felice, Barucca (77’ Mariotti ng), Bartolini. (A disposizione: Giambruno, Mulinari, Serangeli, Mercuri, Melchiorri). All. Giulietti.
VITERBO: (4-4-2) Cavaliere, Savio, Zazzetta, Paonessa, Gattari, Tentoni, Iezzi (72’ Tursi ) Faieta (90’ Del Degan), Polani, Perulli (74’ Falso), Cipolla. (A disposizione: Fimiani, Armenise, Anderson, Vecchio). All. Galderisi.
ARBITRO: Salati di Trento (Ruocco e Petti).

RETI: 30’ Onorato, 19’ Polani, 46’ Pietrella, 61’ su rigore Cipolla.
NOTE: spettatori 400 circa (212 abbonati); corner 4-5; ammoniti: 29’ Prato, 32’ Savio, 35’ Domanico, 81’ Paonessa, 85’ Pandolfi, 91’ Del Degan; espulso al 71’ Savio per doppia ammonizione; recupero 1+3.


le pagelle: onorato in forma
Il migliore è Mammarella

DOMANICO 6.5 - Commette fallo da rigore su Polani, poi si riscatta deviando il tiro dagli undici metri del bomber ospite. Va vicino alla deviazione anche sul penalty battuto da Cipolla.
BUCCHI 5 - Regala il pallone del pareggio a Polani, poi liscia un pallone in area che poteva costare molto caro.
ONORATO 6.5 - Segna un gran gol, dà sicurezza alla difesa. Si propone e chiude con tempismo. Eccellente.
FAVI 5.5 - La sua presenza in campo si fa sentire anche se cala nel finale.
FENUCCI 6 - Lascia pochi palloni giocabili agli attaccanti ospiti.
MAMMARELLA 7 - Finchè gli regge il fiato, è una spina al fianco degli ospiti. Entra in tutte le azioni pericolose costruite dal Tolentino.
PRATO 5 - Un gran colpo di testa che il portiere ospite para d’istinto, poi niente di più. Il suo ripescaggio tra i titolari non dà gli esiti sperati.
PANDOLFI 5.5 - Gioca l’ultima mezz’ora ma non incide sulla partita.
PIETRELLA 6.5 - Per ottanta minuti gioca molto bene, segna il gol del secondo vantaggio. Cala nel finale.
DI FELICE 6 - Merita la sufficienza per l’impegno profuso. Sbaglia di testa un gol fatto tirando addosso al portiere.
BARUCCA 5.5 - Non è al meglio fisicamente, a centrocampo non contrasta con efficacia. Va meglio quando viene spostato al centro della difesa.
MARIOTTI 5 - Gioca l’ultimo quarto d’ora ma è come se non ci fosse.
BARTOLINI 5.5 - Si impegna ma non riesce a rendersi mai pericoloso.

PAGELLE VITERBO: Cavaliere 6.5, Savio 5, Zazzetta 5.5 Paonessa 6, Gattari 5.5, Tentoni 5.5 Iezzi 6 (Tursi 5.5) Faieta 6 (Del Degan ng), Polani 6, Perulli 6 (Falso 5.5), Cipolla 7.

ARBITRO: Salati 5 - Concede due rigori contro il Tolentino, uno molto dubbio. Caccia Savio con notevole ritardo.


Mura nemiche: ultima vittoria interna il 28 novembre dello scorso anno
Fenucci: “A Gubbio il vero spareggio”

TOLENTINO - Giusto per non perdere il vizio, il Tolentino, che al Della Vittoria non vince dal lontano 28 novembre, anche stavolta non riesce a mettere in cascina il bottino pieno, tre punti che avrebbero dato una spinta forse decisiva nel tentativo di sfuggire dai playout. «Ci troviamo a commentare l'ennesima vittoria mancata - esordisce Mammarella -. Avremmo meritato di più del pareggio. Abbiamo avuto tante occasioni e non siamo riusciti a sfruttarle, anche per merito del loro portiere che ha fatto delle parate decisive. I tre punti sarebbero stati fondamentali. A questo punto dobbiamo andarci a giocare tutto a Gubbio. Se stavolta dovevamo ottenere la vittoria - continua l'esterno sinistro, protagonista di una prestazione più che convincente - domenica a maggior ragione dovremmo lottare col coltello tra i denti e conquistare il massimo della posta in palio».

Deluso per essersi fatti recuperare due volte, il difensore Giovanni Fenucci sottolinea come il Tolentino non è riuscito ad amministrare il vantaggio. «Peccato aver subito quasi subito l’1-1 dopo esserci portati in vantaggio in apertura di partita. Non abbiamo sfruttato un inizio in cui la partita aveva subito assunto la giusta piega. Molto importante - continua il difensore centrale - aver chiuso il primo tempo sul 2-1 grazie anche al rigore parato dal nostro portiere. Nel secondo tempo abbiamo subito nuovamente il pari».

Un pari giunto su rigore decretato dal direttore di gara che ha ravvisato un fallo proprio di Fenucci sull'incursione in area del giocatore del Viterbo Iezzi. «Non credo che il rigore ci fosse - commenta l'episodio il diretto interessato che guarda avanti e commenta l'attuale posizione in classifica del Tolentino -. A questo punto della stagione, siamo salvi anche se la permanenza in C2 è ancora tutta da giocarsi. Dobbiamo fare di tutto per andare a vincere domenica prossima a Gubbio, dove ci giocheremo moltissimo».
dal corriere
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:36 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com