Nuova Discussione
Rispondi
 
Facebook  

MILANO - Rotaie abbandonate

Ultimo Aggiornamento: 17/12/2018 23.21
Autore
Stampa | Notifica email    
04/01/2006 09.40
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 42
Registrato il: 21/09/2005
apprendista tranviere
Alcune informazioni in ordine sparso:

In via Ausonio esisteva effettivamente uno scambio, che permetteva alle vetture (l'ultima linea che ha percorso quel tracciato è stata la linea 8) di entrare in via De Amicis sia in direzione Piazza Resistenza Partigiana (percorso di linea) sia in direzione via Carducci, con possibilità quindi di ritornare in via Lesmi, per eventuali corse limitate. Avendo frequentato il liceo in via Orazio per cinque anni, dal 1970 al 1975, ero di casa da quelle parti, ma non ricordo di aver mai visto vetture utilizzare la possibilità che ho appena citato. Non ricordo assolutamente, invece, un raccordo da via De Amicis in via Lesmi proveniente da via Carducci.

Il binario tronco all'imbocco di via Saffi, potenzialmente agibile come ricovero di vetture in avaria ma (credo) non più usato da anni, è l'ultimo residuo dell'itinerario Corso Magenta - Via Saffi - Via Boccaccio - Piazzale Cadorna, che fino alla fine degli anni cinquanta rappresentava il principale itinerario tranviaro fra la zona ovest e il centro: infatti la maggior parte delle linee (5, 16, 18, 34, 38 e forse qualche altra) seguiva quella strada, mentre solo il 15 percorreva Corso Magenta e via Meravigli, che erano (e sono tuttora) strade molto più strette e tortuose. Il tracciato è stato rimosso quando sono iniziati i lavori di scavo della linea 1 metropolitana lungo l'intera via Boccaccio. Oggi sopravvive solo l'ultimo tratto, da Piazza Virgilio a Piazzale Cadorna, percorso dalle linee 1 e 27.

Stesso discorso per il breve tratto di via Pagano. Il binario era percorso dalla linea 11, che inizialmente percorreva tutta la via Mascheroni, fino a sboccare in piazza Giovine Italia e immettersi in via Boccaccio. Una volta chiusa la via Boccaccio per i citati lavori, la linea 11 è stata dirottata per qualche anno sull'itinerario Mascheroni-Pagano-V Alpini-Monti-Virgilio-Boccaccio-Cadorna, fino alla definitiva soppressione. Il binario tronco proveniente da Largo V Alpini è stato lasciato (come il precedente in via Saffi) per il ricovero di vetture guaste, ma non ricordo di averlo mai visto utilizzare.
Campagna acquisti Faraonica,ma servirà a qualcosa???blog191272 pt.19/12/2018 13.41 by m.totaro
Ultima ProvaTestimoni di Geova Online...71 pt.19/12/2018 15.19 by claudio2018
Manuela Moreno supersexyTELEGIORNALISTE FANS FORU...39 pt.19/12/2018 13.02 by @arfo@
06/01/2006 19.19
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 64
Registrato il: 18/10/2003
apprendista tranviere
Qualcuno sa in quale anno è stato dismesso il tratto di binario che percorreva Via Morgagni (dopo l'incrocio con Via Plinio) per arrivare in Piazza Lavater, Piazza S. Francesca Romana e Piazza Oberdan, e quale è stata l'ultima linea a percorrerlo?
07/01/2006 01.34
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
rimozione binari

Scritto da julius2003 il 2/1/06 alle 14,40
Il raccordo di Corso Indipendenza è stato rimosso, in occasione dei lavori che hanno portato l'allargamento dei marciapiedi del corso. I binari sono stati tagliati e parzialmente asportati (non ho mai capito il senso di questa manovra: o li si toglie tutti o li si lascia..).



Credo che a Milano funzioni alla stessa maniera di Napoli: quando una tratta tranviaria viene abbandonata le rotaie non vengono rimosse se non quando il comune delibera una manutenzione straordinaria per le strade interessate (della rimozione non si fa carico, infatti, l'azienda tranviaria). Se vengono effettuati lavori che comportano la rimozione di un pezzo di binario perchè basta rimuovere solo quello per il lavoro in corso, non si va oltre.

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
07/01/2006 19.43
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.576
Registrato il: 05/02/2004
tranviere veterano
Sembra strano... ma anche a Milano ci sono dei binari tranviari abbandonati (li ho notati a settembre); moooooolto pochi, ma ci sono.
Diciamo che è una mezza invidia [SM=x346249] [SM=x346239] [SM=x346232]


Alessandro
19/01/2006 16.16
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 15
Registrato il: 24/10/2005
apprendista tranviere
Rotaie abbandonate:

Porta Volta (Piazzale Baiamonti): sopravvivono le rotaie che permettevano di raggiungere il capolinea delle tramvie extraurbane di Porta Volta provenendo da Via Farini o dal deposito Messina. Le rotaie del capolinea sono state coperte dall'asfalto. Sopravvive il binario percorso dai convogli in partenza in P.le Biancamano; in uscita dal capolinea c'era e sopravvive un binario curvo che permetteva di girare intorno alle scuole li presenti per immettersi in Viale Montello e da qui raggiungere il deposito Messina o proseguire diritti per via Farini.

Piazza Castello: all'incrocio tra la piazza e via Quintino Sella sopravvive un tronchino, dotato di catenaria.
Un'altro tronchino è presente al capolinea del 5/ di fronte all'ospedale di Niguarda.

Corso di Porta Romana: pur se scollegati dalle rete sopravvivono le rotaie percorse dal 13 verso Corvetto. Sono ancora annegate nei blocchi di pietra sia in Corso di Porta Romana sia nel primo tratto di Corso Lodi.

Il 13 è cessato nel 1991 con l'apertura della Linea 3 della metro che ne ricalca il tracciato. [SM=x346222]

Ciao
19/01/2006 16.41
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 15
Registrato il: 24/10/2005
apprendista tranviere
ora che mi viene in mente...

in Viale Lunigiana sopravvive un binario tronco del vecchio capolinea del Cinisello (linea soppressa nel 1957, se non erro)

19/01/2006 16.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 15
Registrato il: 24/10/2005
apprendista tranviere
ora che mi viene in mente...

in Via Arco sopravvivono i binari del capolinea della linea IV Via Arco - Niguarda.

Via Fatebenefratelli, quasi completamente armata ma senza catenaria. Percorsa da una linea che da Via Palestro tagliava P.zza Cavour e, tramite via Fatebenefratelli, raggiungeva via Tivoli (tutt'ora armata e percorsa dalle linee 12, 14, 3)

Via Monte di Pietà, quasi completamente armata ma senza catenaria dall'incrocio con P.zza Croce Rossa fino alla Via Cusani (tutt'ora usata).

P.zza della Repubblica: rimangono due rotaie che erano l'inizio del tratto rettilineo verso la stazione centrale lungo via Pisani (non più esistente).

Via Console Marcello: verso la fine della via si staccano due rotaie che attraversano una carreggiata (i binari sono a centro strada) e sono troncati in una "landa desolata" sterrata con cespugli che erano un vecchio cappio per il capolinea del 12 (mi pare).

Via California: tratta ancora armata e dotata di catenaria a centro strada che collega P.zza del Rosario (linea 14) con P.zza Aquileia (linee 29/30) via P.zza Vesuvio. Il fatto che sulle rotaie il comune abbia deciso di tirare delle righe bianche e farne un parcheggio non è un buon segno. Comunque potrebbe essere riutilizzata subito.

In P.zza Leonardo Da Vinci eiste un binario che da Via Pascoli (scillegato dalle rete attuale) gira verso via Colombo e muore lì. Niente catenaria.
20/01/2006 13.33
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 15
Registrato il: 24/10/2005
apprendista tranviere
ed ecco un altro paio di casi:

Alzaia naviglio grande: binario singolo tutt'ora esistente ma niente catenaria, scollegato dalla rete. Serviva per il tram di Abbiategrasso, poi limitato a Corsico e soppresso nel '61. Utilizzato dalla linea urbana 9 fino al suo spostamento su un altro itinerario.

P.zza 24 Maggio: cappio di ritorno tutt'ora attivo, ex capolinea del tram di Corsico. In vita mia non ho mai visto una vettura sostarci, ma non si sa mai!.

Il vecchio capolinea della tramvie extraurbane di via Valtellina, come sappiamo, è stato soppresso nel 1999 e trasformato in parcheggio. I tre binari del capolinea sono stati parzialmente coperti dall'asfalto.
Tuttavia sopravvivono i binari che collegavano via Valtellina con via Farini, tutt'ora per corsa dalle linee 3 e 4.
Il binario di "ingresso" percorreva via Lepontina sul lato sinistro della carreggiata ed in "uscita" la via Arnaldo da Brescia sul lato destro. Le rotaie in queste via sono ancora visibili ma scollegate dalla rete.

Per ora non mi viene in mente altro.

[SM=x346255] se qualcuno da fuori capita a Milano nel fine settimana ed ha bisogno di un cicerone tramviario fatemi un fischio.

Ciao

20/01/2006 14.12
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 42
Registrato il: 21/09/2005
apprendista tranviere
In Alzaia Naviglio Grande non è mai esistito alcun impianto tranviario. L'"Alzaia" è la strada di servizio, che corre sul lato destro del Naviglo, tenendo Porta Ticinese alle spalle (per intenderci, è quella che corre a fianco della chiesa di San Cristoforo).
Sull'altro lato si trova invece la Ripa Ticinese, dove tuttora è visibile il tratto di binario compenetrato (non singolo!!) che fino a circa 20 anni fa era utilizzato dalla linea 19 (non 9!!), poi deviata lungo via Valenza e corso Genova, e infine sostituita dalla linea 2. Il tracciato è stato lasciato armato e collegato ancora per qualche mese dopo la modifica del percorso, infatti ricordo di averlo visto utilizzare in seguito a una deviazione della linea 19 causa lavori stradali, poi è stato definitivamente scollegato; oggi solo un breve tratto di Ripa Ticinese è percorso dalla linea automobilistica 47.
Le tranvie per Abbiategrasso e Corsico, pur avendo il tracciato comune, erano in realtà due linee indipendenti. La prima era una tipica tranvia interurbana, con orari e regime di esercizio tipicamente interurbani, e fu soppressa già negli anni cinquanta. La seconda era una linea vicinale, con corse abbastanza frequenti soprattutto nelle ore di punta (come oggi la linea 325) e anelli di regressione a entrambi i capilinea. Su quest'ultima linea è stato utilizzato in diverse occasioni anche del materiale rotabile urbano, come le motrici articolate del gruppo 3000.
21/01/2006 10.35
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 64
Registrato il: 18/10/2003
apprendista tranviere
Un tratto molto breve di rotaia, e pure tagliata, ma molto significativa (anche se non tranviaria): il residuo del binario che permetteva ai convogli della metropolitana da Viale Palmanova di arrivare sino alle officine generali ATM di Via Teodosio. Esiste ancora l'attraversamento di questo binario sulle rotaie tranviarie proprio in Via Teodosio, che taglia trasversalmente la strada in direzione di un cancello nel muro di cinta, e c'è ancora il vecchio semaforo.
Dello stesso binario esiste un tronco più lungo che corre a fianco del tunnel di ingresso nella sotterranea della MM2, su Palmanova.
23/01/2006 08.04
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 330
Registrato il: 19/07/2004
tranviere senior
Vista di persona una notte! Il treno della MM1 era trainato da una loco a bielle Badoni arancione (del parco ATM) ad una velocità da lumaca. Il cigolio sulle rotaie era uno spettacolo...Peccato che le dgt allora non esistevano....

Salù a tùcc!
23/01/2006 13.59
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 15
Registrato il: 24/10/2005
apprendista tranviere
Chiedo scusa per le inesattezze dei miei precedenti post. Ma li ho scritti di getto.

Mi aggancio sul tema rotaie non tramviarie...

Al confine tra Sesto San Giovanni c'è una via (Via Caduti del Lavoro) che collega Viale Sarca al Viale Fulvio Testi alle spalle della Cascina Torretta (zona stadio di Sesto). E' ancora visibile a centro strada un binario che percorre quasi per intero l'intera via.

Mi si dice che fosse un binario usato dalla Breda. Serviva per collegare gli stabilimenti Breda lungo Viale Sarca ad una "discarica" di scarti di lavorazione posta sul lato sinistro del Viale Fulvio Testi (dove ora sorge la montagnola del Parco Nord).

Siccome fino al 1966 Viale Sarca vedeva il passaggio del tram di Monza, immagino ci fosse anche un incrocio a 90° o quasi.


24/01/2006 13.54
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 42
Registrato il: 21/09/2005
apprendista tranviere
Sempre rimanendo in tema, fino a non molti anni fa era ancora in attività il raccordo della Manifattura Tabacchi, che collegava l'omonimo stabilimento con la stazione ferroviaria di Greco, percorrendo via Emanueli, viale Rodi e via Esperia, e incrociando ad angolo quasi retto i binari tranviari di viale Testi. Dato che il raccordo non era elettrificato (come del resto penso non lo fosse quello della Breda) non c'erano problemi di incrocio di linee aeree.
La prima parte del tracciato corrispondeva all'attuale percorso del 7 (sul lato nord della strada, separato con un semplice cordolo dalla corsia stradale) ma la sede del raccordo non è più riconoscibile, perché la costruzione di Tecnocity ha sconvolto la viabilità della zona; soltanto in viale Esperia, tra viale Testi e viale Suzzani, esiste ancora il terrapieno, anche se non mi sembra che siano rimasti i binari.
Nella stessa zona poi, all'incrocio tra viale Testi e via San Glicerio, esiste ancora (potenzialmente utilizzabile, anche se in disuso da anni) un anello di regressione, corrispondente al vecchio capolinea delle linee tranviarie, prima che fossero prolungate all'attuale capolinea di Bignami.
24/01/2006 15.26
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 15
Registrato il: 24/10/2005
apprendista tranviere

Scritto da: rc2002 24/01/2006 13.54
La prima parte del tracciato corrispondeva all'attuale percorso del 7 (sul lato nord della strada, separato con un semplice cordolo dalla corsia stradale)



Io ho fatto tempo a vederlo da bambino. La loco da manovra era gialla.

Comunque mi sembra che in Via Emanueli le rotaie fossero separate dalla strada tramite una specie di ringhiera di ferro bassa, anch'essa gialla.
Magari mi sbaglio...

Però sono sicuro che un breve tratto di bianrio a ridosso del muro di cinta della Manifattura sia sopravvissuto.

Ciao

[Modificato da XJ6 26/06/2006 1.19]

24/01/2006 20.41
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 64
Registrato il: 18/10/2003
apprendista tranviere
Bravissimo, l'ho visto alcune volte percorso dalla loco diesel, ma penso sia rimasto al suo posto fino agli ultimi anni di esistenza del vecchio stabilimento Pirelli. Ricordo che nei giorni in cui doveva passare il convoglio, per evitare di fare posteggiare le auto sulle rotaie, appendevano lungo la linea varie catenelle con un cartello di avviso.

Scritto da: rc2002 24/01/2006 13.54
Sempre rimanendo in tema, fino a non molti anni fa era ancora in attività il raccordo della Manifattura Tabacchi, che collegava l'omonimo stabilimento con la stazione ferroviaria di Greco, percorrendo via Emanueli, viale Rodi e via Esperia, e incrociando ad angolo quasi retto i binari tranviari di viale Testi.

[Modificato da XJ6 26/06/2006 1.21]

25/06/2006 14.17
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 18
Registrato il: 14/05/2005
apprendista tranviere
invece ke tipo di percorso faceva il tram che girava in via pezzotti e intorno sembra un anello

era un vecchio capolinea del 2?
28/06/2006 09.48
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 42
Registrato il: 21/09/2005
apprendista tranviere
Pezzotti? Non credo sia mai passato un tram in via Pezzotti, prima della costruzione della nuova metrotranvia.

Nella zona esisteva un raccordo tranviario, smantellato ormai da qualche decennio, simile ad un anello ma era leggermente più a nord; da corso San Gottardo il binario si portava in via Gentilino, e da qui credo potesse andare sia in via Giovenale e quindi nel deposito Ticinese, sia in via Custodi, e quindi tornare su viale Col di Lana.
30/06/2006 09.19
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 18
Registrato il: 14/05/2005
apprendista tranviere
ah ho capito ora no forse era via pestalozzi!
30/06/2006 11.02
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 42
Registrato il: 21/09/2005
apprendista tranviere
Se è via Pestalozzi, allora il discorso è diverso.
Il binario in questione si diramava da Via Lodovico il Moro, all'altezza della chiesa di San Cristoforo, ed era percorso dalla linea 12 fino al capolinea di piazza Miani. Nelle ore notturne mattinali, erano effettuate anche alcune corse della linea 25 rosso con percorso P.za Miani-Stazione Genova-Stazione Centrale.
La curva, dato il raggio molto ridotto, era a binario compenetrato, con ben tre semafori di protezione, due su via L. il Moro e uno allo sbocco di via Pestalozzi.
Come si può facilmente capire, questo impianto creava notevoli soggezioni, ma la ristretta viabilità locale impediva soluzioni alternative.
Di conseguenza, con la riforma del giugno 1970, il percorso è stato soppresso. La linea 12 è stata fusa con il ramo orientale della linea 16 (di cui a sua volta era stata soppressa la diramazione per Piazzale Perrucchetti), formando una nuova linea 12 (P.za Castelli-Greco), e il tratto Duomo-P.za Miani è stato servito dalla nuova linea automobilistica 74 (Duomo-Q.re S. Ambrogio), che all'andata percorreva via Pestalozzi e al ritorno si infilava nelle strette vie Brugnatelli e Andrea Ponti. In un secondo tempo, viste le persistenti difficoltà sul suddetto percorso, anche la linea 74 è stata allontanata dalla zona e deviata sull'attuale itinerario per V. Lombardini e via Schievano.
30/06/2006 11.04
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 42
Registrato il: 21/09/2005
apprendista tranviere
Sorry! Ho scritto Lombardini, volevo dire via Villoresi.
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 15.23. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com