Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 | Pagina successiva
Facebook  

Fermodellismo in generale

Ultimo Aggiornamento: 01/08/2014 15.23
Autore
Stampa | Notifica email    
17/07/2005 22.31
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Apro questa discussione su questo bellissimo hobby... naturalmente spostabile a richiesta anche in qualche altra sezione del forum ritenuta più consona.
Lo faccio postando un articolo, a firma di Giovanni Morandi, sulla "fine" della LIMA apparso tempo fa su "Il resto del Carlino" (per la serie oggi sono triste):

LIMA, LA FINE DI UN MITO

Il trenino viaggia in Cina
Nel vicentino restano i ricordi


Era il paese dei trenini elettrici e tutti i trenini, che portavano Babbo Natale e la Befana, venivano fatti qui. Ora vengono dalla Cina, e non sono più gli stessi anche se si chiamano nello stesso modo. Lima era un orgoglio italiano. Ora è diventato un Made in China. Stampi e marchio li ha comprati la concorrente storica, la britannica Hornby, che ha spostato la produzione in Asia.

Isola Vicentina, 8 maggio 2005 - Li portava la Befana che si riforniva in questo paese, né bello né brutto, ma che una volta era magico perché era il paese dei trenini elettrici e tutti i trenini, che portavano Babbo Natale e la Befana, venivano fatti qui.

Ora vengono dalla Cina, e non sono più gli stessi, anche se si chiamano nello stesso modo. Lima era un orgoglio italiano. Ora è diventato un Made in China. Orrore. Ve la immaginate una Ferrari fatta nel Chekiang invece che a Maranello?

Ecco, lo stesso ribrezzo. Una vergogna nazionale, perché era uno dei marchi più famosi nel mondo e con la crisi del trenino come giocattolo anche Germania e Inghilterra hanno avuto problemi, ma loro sono riusciti a superarla, e invece la Lima e la Rivarossi, le due aziende italiane, sono scomparse.

Stampi e marchio li ha comprati la concorrente storica, la britannica Hornby, che ha spostato la produzione in Asia. Ad Isola Vicentina non sono rimasti che i rimpianti. I bambini passano davanti allo stabilimento chiuso, che l’ingegner Ottorino Bisazza, il genio della Lima, aveva voluto come fosse una stazione, e guardano le due carrozze ferroviarie, che sono deserte.

Sono due vagoni delle Ferrovie e tramvie vicentine, uguali a quelle su cui saliva il patron della Lima da bambino, quando andava a scuola da Trissino a Vicenza. Le riunioni del consiglio di amministrazione Bisazza le teneva in una delle due carrozze e nell’altra aveva allestito un museo del trenino, per la gioia dei visitatori.

Era una fabbrica, che lavorava con latta e fantasia. Sandro Gasparella oggi è il tabaccaio del paese e una volta era l’addetto ai plastici della Lima. Era lui che allestiva quei bellissimi plastici con le gallerie e le stazioni che i bambini incantati ammiravano nelle vetrine della Rinascente a Milano durante le feste di Natale.

'Erano gli anni d’oro — rammenta — e si lavorava anche il sabato e la domenica'.La Lima, che aveva uno stabilimento a Vicenza e questo di Isola, negli anni Settanta arrivò ad avere più di 500 addetti, in buona parte donne, perché le loro mani piccole erano più adatte per montare quei piccoli pezzi.

'Era la fabbrica del secondo stipendio — dicono al bar in piazza —. Questa era una zona depressa, eravamo un paese di contadini e il benessere arrivò con la Lima '. Poi è cominciato il declino, per incapacità di affrontare la crisi e per mancanza di volontà.

La fabbrica non c’è più ma è rimasto un’appetibile area di 24 mila metri quadrati, su cui, siatene certi, un giorno verranno costruiti palazzoni. Il sindaco, Massimo De Franceschi, non esclude l’epilogo, ma precisa: 'Al momento nessuno ci ha presentato una richiesta in tal senso ma se lo faranno, ogni valutazione sarà fatta d’accordo con gli abitanti del quartiere e chiedendo la destinazione a strutture pubbliche di parte dell’area'.

Così finirà una storia, che era cominciata quando l’Italia era povera ma volenterosa. Era il dopoguerra e quella fabbrica vicentina, la Lima, che sta per Lavorazione italiana metalli e affini, riciclava i treni bombardati e con i metalli ricavati faceva le maniglie delle porte.

Fino a quando le ferrovie di Stato non le rinnovarono la commessa. Era il 1953 e quel giorno l’ingegner Bisazza era a Trieste e in una vetrina di giocattoli vide un trenino di una marca tedesca. Fu davanti a quel modellino che ebbe l’idea folgorante. Così con le lamiere dei treni bombardati cominciò a fare i trenini della Befana.

E la Lima diventò leader mondiale. Poi sono arrivati i giochi elettronici, le playstation, i genitori troppo impegnati per giocare con i figli. E il trenino è finito sul binario morto di un’Isola che non c’è più.




www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
Ultima ProvaTestimoni di Geova Online...54 pt.10/12/2018 07.58 by barnabino
indovina la cittàIpercaforum28 pt.09/12/2018 22.54 by rufusexc
Ciao a tutti!Honda Dominator18 pt.09/12/2018 21.13 by Manu_Domy_70
18/07/2005 12.10
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
consoliamo Francesco...
A parte la nuova vita "dagli occhi a mandorla" della Lima, va detto che i suoi ex dipendenti hanno costituito la ViTrains (dove la Vi sta per Vicenza), neonata casa modellistica che ha già annunciato il Minuetto, il cui stampo del muso era già visibile alla mostra di Fossano. Altri obiettivi la E464, (già annunciata da Roco che sfrutterebbe gli stampi dei musi dell'E412 e negli obiettivi della nuova Lima), la Aln 668 1400 e derivate, nonchè le carrozze a due piani Casaralta. Solo un pò di pazienza, dunque.

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
28/07/2005 20.27
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 603
Registrato il: 23/02/2004
tranviere senior
Scala N
Ciao, anche io, come Francesco, sto' pensando di costruire un piccolo plastico in scala N.
Sarebbe la mia prima esperienza in fatto di plastici, ed anche con materiale di queste dimensioni.
Mi piacerebbe sapere da voi cosa pensate della scala N in generale e quali sono, secondo voi gli eventuali pregi e difetti rispetto all'HO.

[SM=x346219]

[Modificato da sottostazione 28/07/2005 20.28]

28/07/2005 21.41
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Non so se si possa definire "modellismo ferroviario" ma segnalo l'uscita in Giappone di "Densia De Go!" (VAI COL TRENO) un "simulatore" (in realtà l'approccio è molto semplice ma non semplicistico) di metropolitane giapponesi (quelle tipo la nostra circumvesuviana, quei treni che per intenderci vediamo sfrecciare in TV in mezzo ai grattacilei)

Recentemente convertito anche per la PlayStation Portable e credetemi poter giocare su un treno a un gioco di questi dovrebbe essere il massimo, speriamo che esca anche quantomeno in Inglese.
03/10/2005 21.10
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.576
Registrato il: 05/02/2004
tranviere veterano
Nel museo AISAF
Ci sono bel 3 plastici di cui 1 riproduce la stazione FS di Fasano. Il circuito è a 0 a doppio binario e, nella parte nascosta, c' è la possibilità di cambiare 4 o 5 treni per senso di marcia.

Il secondo plastico riproduce una stazione adoppio scartamento per raccolta legna ambientatat nelle Montagne Rocciose negl' anni 40. Secondo me è il più bello.

Il terzo è semplicemente un circuito a 0 a doppio binario x collaudi dei modellini.

C' è un diorama dinamico che rappresenta la linea Bagnolo - Otranto delle FSE, più altri diorami che rappresentano vari punti ferroviari del Salento, la satzione di Lecce nei primi del 900.

Massimo, il cassiere AISAF sta costruendo un mega plastico in N.
Va spesso in fiera a Novegro presso Linate a Milano.
Lui è un Ennista al contrario di altri che sono x la H0.
A me il fermodellismo non piace tanto, però mi sto accingendo a costruire modelli in scatola di montaggio della Linea Model.
Per me Lima è stata importantissima xè quand' ero piccolo facevo spendere molti soldi ai miei per comprare trenini, binari, scambi e quant' altro... poi mi passò tutto il fervore per il fermodellismo. A me piace la scala 1:1[SM=x346231] [SM=x346231] [SM=x346231]



Alessandro
03/10/2005 21.26
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
titolo discussione
Ma non si dice "Fermodellismo"?

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
03/10/2005 21.32
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.576
Registrato il: 05/02/2004
tranviere veterano
Infatti...
...l' avevo notato anch' io ma ho pensato ad un errore di battitura...




Alessandro
04/10/2005 12.05
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 748
Registrato il: 02/06/2004
tranviere senior
Dipende...in Italia si dice spesso fermodellismo, anche se alcuni dicono ferromodellismo. Personalmente preferisco la seconda.

04/10/2005 13.33
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 281
Registrato il: 08/04/2005
tranviere junior
Scala N
Riprendo il discorso sulla scala N sollevato da Sottostazione.
Premetto che sono appassionato di mezzi di trasporto, in particolare di quelli su rotaia e che non disdegno la parte modellistica.
Io cominciai, come tutti, con la scala H0. Nella mia mente di bambino prima e di ragazzino poi maturavano grandi progetti di grandi impianti, ispirati alla realtà ferroviaria che avevo la fortuna di vedere spesso da vicino perchè la mia famiglia ha sempre viaggiato molto in treno. Ovviamente i sogni si traducevano in un cerchio di binari appoggiato alla bell'è meglio sul pavimento e tutto il resto era ... di pura fantasia. Con l'adolescenza e la maturità scelsi la scala 1:1, anche perchè aveva il pregio di ... non costare: i pochi soldini a mia disposizione venivano quindi spesi proficuamente in pubblicazioni e fotografie.
Intanto il mondo modellistico si stava evolvendo: modelli in scala perfetta sempre più perfezionati e assortimento anche in altre scale diverse dall'H0. Il desiderio di qualche bel modello e magari anche di un plastico covava nella mia mente.
Raggiunta, con la famiglia, la disponibilità di spazio, ho iniziato a dedicare qualche spesa anche al modellismo. Ho scelto la scala N per il fatto che è l'unica scala che mi consente, in uno spazio ragionevole, di costruire un impianto che permette il funzionamento di convogli che si avvicinano alle composizioni dei treni veri. E' bello poter disporre di una stazione con binari che accolgono treni di 8 o 9 carrozze e poter tracciare curve il cui raggio non scende mai a valori "tranviari".
In fondo il plastico serve per vedere i trenini girare, e vederli in modo abbastanza "reale" è una bella soddisfazione. Sul plastico spariscono molti particolari perchè la visione avviene quasi sempre da una certa distanza. Comunque i modelli in N di oggi sono oltremodo perfezionati anche nei particolari più piccoli e i motori sono più che adeguati.
Invece per i modelli in H0, che diversamente non potrebbereo girare decentemente da nessuna parte, ho una bella vetrina. Lì espongo in gran parte carrozze anni '60 e '70. Devo dire che mi piacciono di più le carrozze delle locomotive... in fondo sono le carrozze che fanno il treno. E mi godo i particolari e mi sembra di vedere delle vere carrozze, come le vedevo una quarantina d'anni or sono.
E poi in fondo il fermodellismo è un gioco, che ognuno gioca come gli pare. Basta che dia soddisfazione.
Ciao a tutti.
29/10/2007 12.25
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Ritorno all'infanzia!
Ieri pomeriggio siamo andati, avendolo già programmato da un po, a fare una passeggiata al nuovo centro commerciale di Marcianise (immenso, 180 negozi solo nell'area principale!)... una domenica affollatissima! Mentre eravamo intenti nello struscio, sulla destra vengo attratto da un negozio di giocattoli che aveva tutta l'aria di essere ben fornito... il caso ha voluto che mia moglie e mia suocera volevano prendersi un caffé.... mentre loro erano in uno dei numerosi bar io approfitto, con mio figlio Rolando, per catapultarmi nel negozio nella remota speranza, di solito puntualmente delusa, di trovare qualcosa di interessante riguardo a modellismo di vario genere; questa volta però la mia speranza viene confermata: solo soletto, in mezzo a varie scatole di trenini insulsi (con rotaie in plastica o movimento a batteria) campeggiava una confezione con una bella E444 azzurra.... ho fatto un balzo! Mio figlio, ben addestrato da me, ha subito esclamato (sbagliando solo in parte) "l treno merci delle Ferrovie dello Stato!"... la scritta "LIMA" in alto a sinistra e la dicitura "hobby line" hanno subito catalizzato la mia attenzione... FINALMENTE dopo anni rivedo il glorioso marchio sugli scaffali di un negozio di giocattoli così.... alla portata dei comuni mortali!
Sull'onda dei ricordi mi sono lasciato prendere dalla commozione quando ho realizzato che la E444.001 azzurra era la stessa del primo vero trenino "serio" che il mio papà mi regalò nel 1973 (lo ricordo come se fosse ieri... E444.001+ quattro carrozze uic-x 1968-72 rosso fegato e carro bisarca con automobiline Mercedes... un ovale di oltre un metro e settanta con tronchino di accesso a DL e tanto di binario di instradamento girevole... un lungo ponte su una delle curve ed il classico passaggio a livello! Insomma era più del classico trenino elettrico...); ho esitato almeno 10 minuti davanti a quello scaffale...spendere o non spendere quei 70 Euro?
Alla fine li ho spesi... è incredibile come, più di qualsiasi altro "gioco", il trenino elettrico mette daccordo tutti! Persino mia moglie che, ben facendo s'intende, di solito nn è uso a spese "voluttuarie" è stata ben felice dell'acquisto!
Ritornati a casa, dove per altro stasera c'era anche mio cognato, ho voluto "provare" subito.... ma l'ovale era troppo grande per essere montato sulla tavola... la confezione A+D, secondo lo schema "Hornby", da 152x90 (comprendente anche una doppia curva) ha trovato posto sul mio pianoforte a mezza coda (non ridete!) che per l'occasione ha fatto da paesaggio all'improvvisata ferrovia... morale della favola: ci abbiamo giocato in 4, compreso mio figlio, fino alle 22 e 30!!!!
Poi mi sono ricordato che sul mobile avevo anche un'altra confezione, molto più giocosa, comprendente un ovale semplice ed un improbabile convoglio western formato da una locomotiva 020+T, tre vagoni a due assi ed un carro merci aperto a sponda alta... anche quello è finito sul circuito fino a formare una stranissima combinazione di due convogli (la 444 tirava due carrozze passeggieri intercity xmpr di 1 & 2 classe.... in verità fatte molto bene!);
ci siamo divertiti un mondo a far sorpassare i convogli fra di loro sulla doppia curva (con gli scambi, manuali, che toglievano l'alimentazione sulla deviata o sul corretto tracciato a seconda...);
insomma una bella serata!
Ora sto pensando seriamente al da farsi... senza contare che ho pure un intero plastico in scala N ancora da montare......
[Modificato da Francesco E. 29/10/2007 12.27]

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
30/10/2007 21.17
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Re: Ritorno all'infanzia!
Francesco E., 29/10/2007 12.25:

Ora sto pensando seriamente al da farsi...



Io il suggerimento "giusto" te l'ho dato al telefono: procurati una bella tavola di multistrato da 2 metri per uno (che è "discreta" in piedi dietro ad un mobile...) e comincia ad inchiodarci i binari sopra. Poi mi fai sapere cosa ti viene di fare automaticamente poco alla volta... [SM=x346232]



1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
09/11/2007 22.32
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.708
Registrato il: 07/02/2004
tranviere veterano
Condivido la gioia del set Lima.
Il trenino giocattolo è una cosa molto affascinante,e sono pochi,anche quelli che un treno non l'hanno mai visto a non rimanere affascinati.Quando mostro a qualcuno i miei modelli sfrecciare sul plastico in costruzione nessuno resiste a mettersi ai comandi del trasformatore(considerate che ho anche un cappello da capostazione... [SM=x346228] )
Per fortuna la situazione italiana sta cambiando,non c'è più penuria di modelli e con la ripresa della Hobby Line la Hornby ha cacciato pure un 424 cardanico a 47 euro!!!!!
Mi è sempre piaciuta l'idea che in questo forum si potesse creare una piccola sezione riguardante il modellismo ferroviario.Dappertutto ormai si guarda al bullone,se il mancorrente è troppo spesso o se la data di revisione è esatta.
Comunque secondo me Francesco ha fatto benissimo a prendere il set e da quello che ho letto è stato ampiamente ripagato dal divertimento familiare,ricordo che anche io da piccolo impazzivo per gli start set Lima e passavo le ore....l'anno scorso a casa di una mia compagna di studi abbiamo trovato una scatola Lima con il 444 prototipo,2 carrozze x e un carro bisarca,morale della favola tutto il pomeriggio passato a veder sfrecciare il treno sull'ovale.
Ho letto su un altro forum una frase di Gronchi...i trenini sono come le tette,piacciono ai bambini ma servono anche ai grandi!
Non c'è niente di più vero!
[SM=x346219]

The winner takes it all
10/11/2007 10.24
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
mister656, 09/11/2007 22.32:

Per fortuna la situazione italiana sta cambiando,non c'è più penuria di modelli e con la ripresa della Hobby Line la Hornby ha cacciato pure un 424 cardanico a 47 euro!!!!![CUT]
....l'anno scorso a casa di una mia compagna di studi abbiamo trovato una scatola Lima con il 444 prototipo,2 carrozze x e un carro bisarca,morale della favola tutto il pomeriggio passato a veder sfrecciare il treno sull'ovale.

Un cardanico a 47 Euro!?!?!?!?! E dove l'hai letto?????????

Il trenino della tua compagna probabilmente è lo stesso start set mio del 1974 di cui ho parlato nel primo post (se l'ovale ha anche il binario tronco interno verso il DL)!!


[Modificato da XJ6 10/11/2007 23.23]

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
12/11/2007 13.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.708
Registrato il: 07/02/2004
tranviere veterano
Il 424 cardanico a 47 euro l'ho visto in un negozio di modellismo a Fuorigrotta,dietro lo sferisterio,mi pare si chiami Model Point.
In un altro negozio al Vomero invece l'ho visto sopra i 60 euro,ma leggo che si può trovare anche sui 40 facilmente,in pratica costa come una carrozza.
Va detto che anche se cardanico è la versione Hobby Line cioè con cassa semplificata,carrelli imperfetti e ruote gigantesche.
Comunque secondo me questa volta hanno superato se stessi con un modello che in ogni caso si può elaborare e che è economicissimo.
Per quanto riguarda l'ovale Lima credo che la composizione sia uguale,ma quel set non aveva binari tronchi.
La data di acquisto dovrebbe essere fine anni 80.

[SM=x346219]

The winner takes it all
12/11/2007 16.22
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Vabbé... la mia filosofia è che in primis ci si deve divertire.... del resto, per esempio, la mia Fiat X1/9 nn ha il colore originale, avendola riverniciata "rosso Ferrari-Dino 2204"... beh...sempre X1/9 è... e a me piace così! Poi se decido per rifare il plastico nn credo che avrei il coraggio di far girare un locomotore da 2/300 Euro... in più il 444 che ho acquistato con lo start set l'ho già modificato con le luci (tre!) sulle testate!!!!!
Ma sto negozio di modellismo dietro lo Sferisterio... in via Brigata Bologna? Oppure, come penso, ti riferisci a via Caravaglios (la strada cieca dietro via dei Missionari)? Li c'è Model Toys... che però, almeno per quanto ricordo, nn ha nulla a che vedere con l'omonimo negozio presente anni fa in viale Augusto (il signore attempato che lo dirigeva era amico di mio padre) che era molto fornito in ambito ferroviario...
[Modificato da Francesco E. 12/11/2007 16.40]

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
13/11/2007 02.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.708
Registrato il: 07/02/2004
tranviere veterano
Il negozio è in via Caravaglios,tratta prevalentemente modellismo navale e modellini di macchine.Ma nella vetinetta sotto il bancone ho visto dei Lima Hobby Line tra cui anche il 424 evidentemente da poco arrivato.
Con i treni non deve trattare molto dal momento che ho visto (prima volta in vita mia in un negozio) ancora un po'di materiale in scala n della Lima!!!!!!!
[SM=x346219]

The winner takes it all
13/11/2007 09.33
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Accidenti... la prossima volta che vado a Fuorigrotta da mia madre ci faccio un salto... ma gari compro qualcosina anche in scala N... ho un plastico (in attesa da una vita!) anche in questa scala... materiale Mehano...

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
15/11/2007 15.02
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.708
Registrato il: 07/02/2004
tranviere veterano
A proposito di scala n
Ieri sera,sceso in garage a far 2 foto al plastico che devo smontare ho ritrovato i miei vecchi trenini in scala n,dentro degli scatoloni dimenticati!!
Risalgono al 1991,quando avevo 8 anni e mio padre mi regalò un plastico (fatto costruire dall'allora titolare del negozio "Il treno" a via Morelli) realizzato tutto in quella scala.
Il materiale è quasi tutto Fleischmann,tutti i rotabili sono crucchi e siccome non ero molto...pratico c'è un miscuglio di epoche,dalla terza alla quinta,mi ricordo che univo locomotori a cremagliera a carrozze moderne e vecchissime.

Ecco qualche foto di quello che sono riuscito a cacciare dalle scatole





CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE






CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Un treno di servizio della Renfe,credo questo non sia Flaischmann


CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

Anche se piccoli sono veramente modelli dettagliatissimi


CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


Mi sta venendo voglia di rifarmi anche un plastico in n,se non fosse che già ne sto costruendo uno in H0...

[SM=x346219]






The winner takes it all
20/11/2007 18.29
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Se ti vendi qlcs in scala "N" fammi sapere... avrei anch'io un plastico da montare....

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
29/03/2008 22.36
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Abbandonata la "N".... per ora....
Ho ripreso la "H0" (grazie anche al mio figliolo!) nonostante i probelmi si spazio... del 424 Lima/Hornby hobby line abbiamo già parlato qlc post più dietro... ma ora con la nuova FS D445 a 35 Euro s'è superata! L'ho comprata...




CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE


la foto l'ho scattata ieri sera... a quel prezzo ti danno un cardanico (molto migliore de 424) e la possibilità di creare entrambe le testate modellistiche con gli aggiuntivi da montare nella scatola! [SM=x346234]
Ed è quello che ho fatto...



CLICCARE SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE

Appena posso digitalizzerò anche questa, come ho fatto per la 424 e gli altri rotabili "vintage" che ho ritrovato in famiglia ed acquistati per pochi eruo su Ebay...

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 08.18. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com