Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 3 4 5 | Pagina successiva
Facebook  

La tranvia suburbana napoletana "dei comuni del nord" (già SATNN)

Ultimo Aggiornamento: 24/12/2010 00.28
Autore
Stampa | Notifica email    
23/11/2008 11.53
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.422
Registrato il: 19/04/2004
tranviere veterano
le tranvie del nord
Volevo segnalare il bell'articolo in due puntate scritto dal professore per il sito Clamfer. E' altresì arricchito da belle immagini. A proposito sull'aggiornamento del 22 cm, ce n'è anche sul tram di Posillipo di "muroliana" memoria. Alcune foto inedite.
indovina la cittàIpercaforum37 pt.09/12/2018 22.54 by rufusexc
Ultima ProvaTestimoni di Geova Online...25 pt.09/12/2018 20.10 by Hal.9000
Roberta AmmendolaTELEGIORNALISTE FANS FORU...22 pt.09/12/2018 14.25 by Dantés@
23/11/2008 12.31
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
visto che siamo ancora OT
A proposito di freni a pattino... forse non tutti sanno (ma ne dubito) che li hanno pure i modernissimi SIRIO....

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
23/11/2008 15.02
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
ONLINE
Post: 5.644
Registrato il: 07/01/2008
maestro tranviere
e certamente! dagli anni quaranta in poi tutti i tram hanno i pattini elettromagnetici. ma noi parlavamo del freno a pattini meccanico, che veniva comandato ruotando l'apposito volantino presente su tutte le vetture a due assi napoletane.
per quanto riguarda il calcolo delle pendenze è logico che su una carta al 25000 puoi solo calcolare la pendenza media misurando la distanza stradale fra due curve di livello (che hanno una equidistanza di 25 metri), altrimenti ci vogliono le mappe catastali.
però devo riconoscere che il calcolo fatto alle ore 0.27 con gli occhi impastati di sonno e per giunta direttamente sullo schermo è un po' sommario; stamattina ho stampato l'ingrandimento della zona e con il compasso a balestrino ho fatto un calcolo più preciso. mi è venuta una media fra i 50 e i 55 per mille, il che significa che qualche tratta sicuramente sfiora i 60.
ma il punto non è questo: ricordiamoci che tanto a capodimonte quanto al vomero ai primi del 900 salivano i tram con rimorchio, quindi suppongo che anche delle peterwitt bimotori potrebbero fare altrettanto. il punto è quello di chiarire perchè solo a napoli veniva impiegato questo benedetto freno a pattini: era un obbligo, come penso io, o era un eccesso di scrupolo da parte delle aziende?
23/11/2008 15.10
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Mah... considerando quello che combinarono per "trasbordare" le due assi superstiti dalle tranvie del Nord alla rete TPN, non credo si trattasse di un eccesso di zelo ma, forse, un retaggio di qlc vecchia "consuetudine" o disposizione aziendale che per "pigrizia" aziendale (chiamiamola così) non è stata abbandonata fino alla fine della tranvia "obliqua" a Napoli....

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
23/11/2008 15.19
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
ONLINE
Post: 5.644
Registrato il: 07/01/2008
maestro tranviere
vabbuò, mo diciamoci la verità
a me quel pattino mi è sempre piaciuto e tutt'oggi lo considero un vanto della tranvia napoletana, se non altro per la sua unicità.
e ringrazio quella che tu chiami pigrizia aziendale per averlo sempre mantenuto sulle due assi fino alla fine dei loro giorni, anche se da più di un decennio la rete non raggiungeva più le zone collinari.
23/11/2008 19.01
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
per trammue

dagli anni quaranta in poi tutti i tram hanno i pattini elettromagnetici



Ma quando mai...

A proposito di Capodimonte, non dimentichiamo che sulla linea 26 fino al Tondo ci hanno fatto servizio le Peter Witt, e la salita di Santa Teresa non è proprio leggera...

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
23/11/2008 20.22
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
pattini...
Mi pareva strano... d'altro canto è sempre accaduto che, sui mezzi pubblici, adeguamenti di legge prima o poi hanno riguardato anche le vetture già in servizio e non mi pare che le PW (in servizio ovunque già da un decennio, e più nel caso di Milano, prima del 1940) abbiano i freni a pattino da qlc parte...
[Modificato da Francesco E. 23/11/2008 20.23]

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
23/11/2008 22.36
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Pattini post '40
Ma nemmeno tutte le vetture di nuova costruzione nel resto d'Italia...

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
23/11/2008 22.49
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
ONLINE
Post: 5.644
Registrato il: 07/01/2008
maestro tranviere
forse la mia vista è limitata a roma, dove le vetture entrate in servizio dal dopoguerra hanno avuto i pattini.
però ora mi sorge un dubbio: se sono sicuro che le PCC serie 8000 li avevano fin dall'origine, per quanto riguarda le stanga non riesco a ricordare se i pattini furono aggiunti in un secondo tempo.
ricordo solo due pulsanti sulla consolle di guida, ma non ricordo bene quello che c'era scritto. porovo a consultare le pubblicazioni di formigari-muscolino per vedere cosa trovo.
24/11/2008 02.24
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 9.145
Registrato il: 22/02/2004
maestro tranviere
Re: le tranvie del nord
filobustiere, 11/23/2008 11:53 AM:

Volevo segnalare il bell'articolo in due puntate scritto dal professore per il sito Clamfer. E' altresì arricchito da belle immagini. A proposito sull'aggiornamento del 22 cm, ce n'è anche sul tram di Posillipo di "muroliana" memoria. Alcune foto inedite.


E perché non metti anche qui il link all'articolo del Prof. sulle tranvie del nord?




24/11/2008 08.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
ONLINE
Post: 1.070
Registrato il: 16/12/2007
tranviere veterano
VOI SIETE TROPPO GENTILI ...
... comunque il link è questo:
www.clamfer.it/02_Ferrovie/Menu%20Ferrovie.htm
[Modificato da ct139k 24/11/2008 09.00]
24/11/2008 10.28
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 9.145
Registrato il: 22/02/2004
maestro tranviere
Per essere ancora più precisi ...

Parte Prima

Parte Seconda

24/11/2008 12.49
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
ONLINE
Post: 5.644
Registrato il: 07/01/2008
maestro tranviere
grazie a filobustiere, comunque spesso vado a leggere gli articoli sul sito del clamfer. l'ho già detto, io sono stato un iscritto della prima ora, poi mi sono perso per strada, dietro ai figli piccoli e alle biciclette....

per augusto: ho controllato, sia le stanga del 1950 sia il loro prototipo del 1942 avevano i pattini elettromagnetici di fabbrica.
e questi (con le PCC) furono gli unici tram nel centrosud ad essere messi in esercizio negli anni dal 40 al 70.
per quanto riguarda il nord non so, mi sono fermato alle 28 che addirittura non avevano nemmanco la frenatura reostatica!
comunque milano e torino, città di pianura, non fanno testo.
24/11/2008 16.13
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Tanto per precisare
Trammuè scriveva:

e certamente! dagli anni quaranta in poi tutti i tram hanno i pattini elettromagnetici.



Ecco dove ti contestavamo: alla fine quel "tutti" lo hai smentito tu stesso!! [SM=x346232] [SM=x346239]
Come lo avevi scritto sembrava sottintendere quasi una prescrizione ufficiale per la sicurezza...

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
24/11/2008 17.49
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
ONLINE
Post: 5.644
Registrato il: 07/01/2008
maestro tranviere
ancora oggi il concetto di sicurezza è strettamente locale.
qui a roma l'atac invoca sempre il codice della strada quand'anche deve installare una semplice fermata, una pensilina o deviare provvisoriamente una linea, col risultato che le fermate non stanno mai dove servono e per le corrispondenze si fanno decine di metri a piedi (pensiamo agli anziani e ai disabili) e quando si interrompe una strada gli autobus vengono sottoposti a dei veri "giri di peppe".
quando vai a milano di tutto questo se ne fregano, cosi quando esci dal metrò trovi immediatamente la fermata del tuo tram.
morale: il codice della strada a roma è il codice degli automopbilisti, che non vanno disturbati dagli stupidi utenti del tpl.
a milano, città mitteleuropea bisogna ammetterlo, l'utente tpl è tenuto in maggior considerazione, anche a costo di qualche adattamento del codice.
24/11/2008 21.34
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.331
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Si.... guarda che non è così che funziona... non si può invocare il CdS quando è comodo e poi fregarsene quando non lo è... le norme sono norme... punto! Poi se vogliamo filosofare dicendo che tali norme sono fatte dall' uomo e che, pur non essendo questi al di sopra di esse, le stesse norme non debbono essere applicate rigidamente per non prevaricare... beh... allora tal dissertazione esula dai canoni di questo forum...

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
25/11/2008 08.47
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
ONLINE
Post: 5.644
Registrato il: 07/01/2008
maestro tranviere
ecco, quest'ultima frase è la più giusta.
è vero che abbiamo ravvivato una discussione che sembrava morta, però adesso stiamo scivolanto in OOOTTT.
torniamo in T. mi incuriosisce vedere lo schema dei binari fra miano, piscinola e secondigliano (località per me piuttosto sconosciute) e capire quanto distavano le linee delle due aziende, e perchè non venne mai realizzato un raccordo (sempre utile, no?)
24/12/2010 00.28
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Nel libro di Cozzolino e Gamboni sui Tram della Provincia vengo a conoscenza del fatto che il famoso capolinea a triangolo in Giugliano (costruito nell'ipotesi di far arrivare le carrelli sul 60) si sviluppava interamente in piazza Annunziata e non, come erroneamente credevo utilizzando una traversa del corso Campano. Sul libro c'è anche la foto!

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 2 3 4 5 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 23.28. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com