Nuova Discussione
Rispondi
 
Facebook  

I NUOVI TRAM DI PADOVA

Ultimo Aggiornamento: 13/09/2017 20.58
Autore
Stampa | Notifica email    
26/07/2005 03.28
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.843
Registrato il: 09/05/2004
tranviere veterano
Situazione a Luglio 2005

Sono stato, la settimana scorsa, a Padova sfuttando un pomeriggio libero e la breve distanza che separa in un'ora di macchina Bologna dalla bella città veneta.
La situazione mi è parsa ancor più preoccupante di quanto mi aspettassi: dei tram nessuna traccia, la gente sembra quasi non accorgersi che dovrebbero però esserci, inoltre la linea installata è abbastanza breve e così via.
Andiamo con ordine.



Siamo alla Stazione ferroviaria, la linea qui è installata da un paio di anni e a Corso Garibaldi ebbe il suo primo stop. Sul breve tratto allora montato,in piena campagna elettorale, ha corso il primo tram alla presenza di Berlusconi, illudendo così i padovani che in un paio di altri anni avrebbero avuto la loro tranvia. La linea aerea, come si vede, ricorda molto quella tramviaria di Milano. Nella prima foto si scorgono le tracce per gli scambi di una futura nuova linea.





Ancora i paraggi di Corso Garibaldi, nella prima foto si vedono le tracce di una bretella, ora rimossa, che serviva prima del prolungamento per rientrare verso la stazione.





Ancora una rimozione, con evidenti brutti risultati estetici, delle tante bretelle rimosse man mano che la linea si allungava. A fianco un'altra veduta coi segni di eventuali futuri scambi per nuove diramazioni, qui siamo a Piazza Garibaldi un tempo centro nevralgico di frequentissimi passaggi di tram, quelli veri, urbani ed extraurbani.





Le due monorotaie corrono per la città. Dalle immagini parrebbe che la situazione sia a buon punto ma non è così. In realtà sono installati nemmeno 3 Km dei circa 8 previsti e su quei pochi esistenti ci sono almeno 5 o 6 cantieri aperti per varie modifiche.




Numerosi cantieri aperti lungo il tracciato installato.





Qui iniziano i problemi. Nei pressi della chiesa del Santo, a due passi dallo splendido Prato della Valle, la linea si interrompe e le rotaie convergono, mediante uno scambio, in un unico binario tramite il quale effettuare il rientro verso la Stazione.




Una situazione grottesca: a Prato della Valle mi è stato detto che il binario già installato è stato del tutto rimosso. Faccio fatica a crederlo, mentre ero lì pensavo fosse la sede pronta per l'installamento, sono addirittura pure presenti le fermate ora inservibili, invece dicono ci fossero problemi tecnici di ogni tipo, dubbi se fare passare questi grandi convogli in una zona pedonale, dubbi sui fili e così via all'infinito.



Considerazioni: totale e preoccupante fallimento di tutta l'operazione e comincerei, visti i risultati, anche a pormi inevitabili domande se fossi uno degli amministratori dell' Aquila. Dalla vicina Venezia avranno fatto qualche sopralluogo a Padova prima di intraprendere un'avventura simile?
Per realizzare questo orrore si è fatta cadere una Giunta di sinistra che desiderava dotare la città di una vera rete tramviaria fra l'altra già approvata e finanziata, a suo tempo, dal Ministero. Ora è caduta pure la transitoria giunta di destra e la nuova giunta di sinistra, tre giunte in 5 anni, eletta lo scorso anno si trova questa pesantissima eredità da dovere gestire.
Sono passati anni, ed altri ancora ne passeranno, e Padova dopo avere speso un fiume di miliardi si ritrova con un tram che non è un tram e che deve continuamente andare e tornare dalla Francia per modifiche alle modifiche. Non ha risolto il problema del traffico, non ha un sistema moderno di trasporto ma neppure un filobus o un parco di buoni autobus che mi è parso, a parte qualche articolato Man e qualche altro a metano, molto datato.
Ho visto solo strade rotte, cantieri e malgoverno di denaro pubblico. Padova non ha niente.
DIO Onnipotente, siamo sicuri che è anche Onnisciente?Testimoni di Geova Online...34 pt.10/12/2018 00.34 by claudio2018
indovina la cittàIpercaforum28 pt.09/12/2018 22.54 by rufusexc
Giorgia Rombolà (Rai News 24 - ex TgR Lazio)TELEGIORNALISTE FANS FORU...18 pt.09/12/2018 23.12 by ponytail
26/07/2005 09.42
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
:-(((
Almeno a Padova l'attivazione della linea è prevista per il 2006, se non sbaglio.
Invece a L'Aquila era prevista per... Giugno. Ma a questo punto è da intendersi Giugno del 2006.
Abbiamo il problema del decreto Urbani, che non permette il passaggio nei centri storici (forse anche Padova ha questo intoppo ?).
Abbiamo l'Enelgas che si è ricordata ora che deve sostituire la tubatura lungo tutta via Roma. Inoltre ancora non si riesce ad appioppare la gestione della tranvia all'organo che più di tutti ne avrebbe le competenze: l'azienda di mobilità cittadina.
Insomma, Padova mi sembra stia messa meglio dell'Aquila. Allora che razza di problemi ci sono ? Problemi di natura politica, mi viene da pensare.

Una domanda: perchè i Translohr devono continuamente andare e venire dalla Francia ?
Che cosa si sta modificando ?
26/07/2005 13.08
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
problemi
I problemi del Translohr sono essenzialmente di natura tecnica, essendo frequentissimi i deragliamenti e non essendo superato il problema del consumo del piano di rotolamento a causa delle ruote gommate.

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
26/07/2005 14.24
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
...
Deragliamenti ? Stranissimo questo che mi dici, la Lohr lo definisce inderagliabile.
Ma allora il TVR dovrebbe essere addirittura ingovernabile, visto che il
sistema di guida poggia soltanto sulla rotaia, ma non "grippa", come quello del TL.

Augusto, ma queste informazioni come le hai avute ? Hai assistito ai test ?
26/07/2005 18.00
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.843
Registrato il: 09/05/2004
tranviere veterano
Lohr e le chiacchiere
Tutti i tram su gomma hanno dato problemi di instabilità su quell'unica rotaia, di difficili inserimenti in curva e così via. Chiaro che con gli anni e le modifiche i problemi probabilmente diminuiscono ma è anche vero che talune città hanno malvolentieri fatto da cavie per gli altri impianti a venire.
Il TVR di Nancy ha fatto del tutto impazzire una città per anni che a più riprese ha maledetto il giorno che scelse di rinunciare al progetto di tramvia su ferro:


Notare, comunque, come la rotaia del TVR di Nancy sia più discreta e meno esposta di quella del Lohr padovano. Sembrerebbero pure più dissimulati con l'asfalto circostante i due letti in calcestruzzo dove picchiano continuamente le lunghe teorie di pneumatici. Insomma, pur nella sua poco convinzione il sistema francese è, al suolo, un po' più gradevole alla vista.
Da notare, come sempre, come la città francese sia l'unica che abbia adottato il bifilare filoviario come presa di corrente mentre Padova, L'Aquila, Caen e prossimamente Clermont Ferrand hanno invece preferito il pantografo ed un unico filo aereo.
04/08/2005 18.53
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
per stefano05 e per Roberto
Scusami se rispondo solo ora al tuo post del 26 luglio. Non ho assistito alle prove di questo veicolo, ma conosco chi ha assistito e me ne ha parlato (male). Tu dici che la Lohr definisce inderagliabile il suo veicolo, e a me è venuto subito a mente un antico modo di dire napoletano che ti propongo. Chiede il cliente all'acquafrescaio, ossia gestore del chiosco di bibite, premute e bevande varie: "Acquaiuò, oggi comm'è l'acqua?" Risponde l'acquafrescaio: "E' fresca!" Un modo per dire che la Lohr non potrebbe dire diversamente. [SM=x346239] A Roberto dico che la foto che ha inserito è relativa all'immediata entrata in servizio del TVR di Nancy, quindi il fondo stradale appare per forza di cose levigato ed ordinato. Ma oggi com'è? [SM=x346235]

[Modificato da Augusto1 04/08/2005 18.56]


1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
04/08/2005 21.03
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 570
Registrato il: 09/07/2005
tranviere senior
Padova gomma
A Padova come a Nancy hanno fatto una scelta avventata. Il tram su gomma va bene solo per le città che hanno strade con forti pendenza(es. Aquila e Caen) dove il tram su ferro non pùo viaggiare. A Caen il Translohr ha dato problemi per deragliamenti, blocco delle porte e del fatto che solo una parte della flotta viene usata(il resto è accantonato). Però come confort è velocità è uguale al tram. A Padova è stato fatto solo perchè erano convinti di risparmiare.
Mario

T.J. Team ®
05/08/2005 01.03
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 9.145
Registrato il: 22/02/2004
maestro tranviere
Gomma e pendenze

Scritto da: MarioAllegheny 04/08/2005 21.03
(...) Il tram su gomma va bene solo per le città che hanno strade con forti pendenza(es. Aquila e Caen) dove il tram su ferro non pùo viaggiare (...)

E' sicuro che su quelle forti pendenze il tram tradizionale non avrebbe potuto viaggiare? A Napoli, che pure è città piena di strade abbastanza ripide, ai bei tempi il tram arrivava dappertutto. Altre condizioni di traffico, d'accordo, però ...

05/08/2005 01.25
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 235
Registrato il: 03/01/2005
tranviere junior
Tram e salite
Non credo che ci siano problemi per i tram a viaggiare in salita.
Basti pensare al mitico 28 di Lisbona che si arrampica per le stradine dei vecchi quartieri della città del fado con agilità e senza problemi.
A Zurigo, alcune linee tranviarie viaggiano su strade in discreta pendenza e con tornanti (in particolare le linee 5, 6 e 10 sulle quali viaggiano anche i tram serie 2000 trasformati da 2 a 3 casse).
A Genova, la rimpianta rete tranviaria chiusa nel 1966 percorreva molte strade in salita, e in considerazione di ciò, i tram genovesi erano equipaggiati con motori dalla potenza appropriata.
Se poi, uno dei problemi del tram su gomma è rappresentato da maggiori rischi di deragliamento, direi che anche in salita, fin dove si può arrivare senza funi o cremagliera, è sicuramente meglio il tram tradizionale.
Ciao, Renzo
05/08/2005 09.12
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
*
Augusto, non so se alla Lohr Industrie ci siano gli
acquafrescai ("dottò chistu va ritto, nunn'esce !").
Penso però che abbiano fatto i test su "percorso ideale".
Infatti vedo da alcune foto che il percorso di prova di Strasburgo
è perfetto, senza asperità o buche.
Se Padova ha avuto problemi, non oso pensare cosa
succederà a L'Aquila dove il manto stradale, dopo ogni inverno,
regolarmente diventa disastrato causa ghiaccio.
La scelta del Translohr da noi è stata fatta non solo per le
pendenze, ma anche a causa delle curve strette, che il
TL (10,5 metri di raggio di curvatura)
può agevolmente percorrere a differenza dei tram tradizionali.
Spero comunque vivamente che a Padova questo progetto veda
la luce, perchè qui da noi si sta mettendo male...
28/08/2005 11.28
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 15
Registrato il: 13/04/2005
apprendista tranviere

Penso però che abbiano fatto i test su "percorso ideale".
Infatti vedo da alcune foto che il percorso di prova di Strasburgo


A Parigi i tram su pneumatici sono stati provati in modo discontinuo
cioè 90 giorni su due anni (1997-1999), la TVR ha percorso 13.500 Km
con 6 andare ritorno quotidiano. Ma effettivamente solo un senso di
circolazione è stato fornito di una barra a Thiais e su 1,5 km
soltanto: effettivamente è soltanto 900 Km che sono stati percorsi con la rotaia.

Il TL è stato anche provato nel sito proprio dell'autobus valle Trans
di Marne a Thiais, ma le prove sono state ancora più ridotte che per
la TVR.

A seguito di queste prove secondo me non significativi (lunghezza e
durata molto ridotta, sarebbe stato necessario provare questi nuovi
modi su una breve linea sfruttata in maniera intensiva tutto il
giorno), l'affidabilità del TVR è stata stimata al 84% e
giudicata "molto buona per un nuovo tipo di trasporto"

Due osservazioni: 1) 84 %, contrariamente ciò che dicono i pubblici
poteri non è una buona cifra, a è in realtà una cifra
eccessivamente cattiva
, a titolo di raffronto, l'affidabilità
dell'alimentazione con il suolo APS del tram ferro di Bordeaux è pari
al 97% ed è stato giudicato molto preoccupante.
2) questa cifra del del 84% è stata ottenuta con prove superficiali,
se questi sistemi fossero stati provati in maniera intensiva, si
avrebbe probabilmente avuto una cifra inferiore.
Vedere relazione dei "Ponti e Carreggiate" Francese sulla TVR

[URL]www.estrepublicain.fr/extra/2004/tram/tramnancy.pdf[=URL]http://www.estrepublicain.fr/extra/2004/tram/tramnancy.pdf

Buona giornata


A Paris les trams sur pneus ont été testés de manière discontinue c'est à dire 90 jours sur deux ans (1997-1999) , le TVR a parcouru 13 500 Km avec 6 aller retour quotidien. Mais en réalité seul un sens de circulation a été équipé d'un rail à Thiais et sur 1,5 km seulement: en réalité c'est seulement 900 Km qui ont été parcourus.
Le TL a également été testé sur le site propre du bus Trans Val de Marne à Thiais, mais les essais ont été encore plus réduits que pour le TVR.

A la suite de ces essais à mon avis non-significatifs (longueur et durée très réduite, il aurait fallu essayer ces nouveaux modes sur une courte ligne exploitée de manière intensive toute la journée), la fiabilité du TVR a été estimée à 84 % et jugée "très bonne pour un nouveau mode de transport"

Deux remarques:
1) 84 %, contrairement à ce que disent les pouvoirs publics n'est pas un bon chiffre, c'est en fait un chiffre excessivement mauvais, à titre de comparaison, la fiabilité de l'alimentation par le sol APS du tram fer de Bordeaux est de 97 % et a été jugée très préoccupante.
2) ce chiffre de 84 % a été obtenu avec des essais superficiels, si ces systèmes avaient été testés de manière intensive, on aurait probablement eu un chiffre inférieur.
Voir rapport des Ponts et Chaussées sur le TVR
09/11/2005 18.46
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1
Registrato il: 09/11/2005
apprendista tranviere
Tracciato delle linee metrotram
Salve a tutti...

Ho urgente necessità di reperire info, e sopratutto piantine che illustrino le linee percorse e le relative fermate e stazioni del nuovo tram a Padova.

Grazie

[Modificato da XJ6 10/11/2005 1.28]


Em@.il
09/11/2005 21.48
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.602
Registrato il: 03/12/2004
tranviere veterano
nè metro, nè tram
Ciao e benvenuto.

Vai all'apposita sezione di Padova

Stefano

Mal voluto un'è mai troppo
09/11/2005 21.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.602
Registrato il: 03/12/2004
tranviere veterano
precisazione
chiaramente nella sezione "i nuovi tram di padova", dove dovresti trovare dei link con le informazioni che cerchi...


Stefano

Mal voluto un'è mai troppo
10/11/2005 01.30
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 9.145
Registrato il: 22/02/2004
maestro tranviere
Ho spostato qui la discussione ...
... sul tracciato delle linee. A

11/11/2005 10.26
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 0
Registrato il: 22/09/2005
apprendista tranviere
Domanda: che novità ci sono su padova?C'è una data prevista di apertura?
02/12/2005 10.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 147
Registrato il: 19/07/2004
tranviere junior
Aggiornamento
Ciao a tutti,
sono stato alla fiera Binaria di Padova ed ho potuto parlare con un rappresentante della Lohr.

Ebbene, le prossime tappe per la linea di Padova sono:
- apertura prevista per settembre 2005
- prima circa 4 mesi di pre-esercizio
- prima circa 2 mesi di prove.

Per cui a marzo dovrebbero inizare queste prove.
Il mini-deposito in zona Stazione è ovviamente provvisorio e ne verrà costruito uno più capiente in zona Guizza.
I lavori verso sud procedono, la guida è quasi del tutto posata fino al capolinea sud, manca ancora la catenaria ma per questo ci vorrà poco tempo per l'installazione.

La persona mi garantisce poi che la guida non avrà problemi di ostruzione perchè è autopulente (nel senso che le ruote della guida buttano fuori tutti possibili ostruzioni)... speriamo!!

Intanto ieri notte dovrebbe aver circolato un mezzo nel primo tratto della linea in occasione della fiera.

Ciao
Federico

Ciao a tutti
FF
02/12/2005 11.37
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
foto
FFerrab, hai delle fotografie o video del Translohr fatte alla fiera binaria ?
02/12/2005 11.43
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.189
Registrato il: 22/06/2004
tranviere veterano
Re: Aggiornamento

Scritto da: fferrab 02/12/2005 10.58

Ebbene, le prossime tappe per la linea di Padova sono:
- apertura prevista per settembre 2005
- prima circa 4 mesi di pre-esercizio
- prima circa 2 mesi di prove.




Volevi dire settembre 2006?

Speriamo......

[Modificato da simopa 02/12/2005 11.43]


vendita on-line di modellini e binari tranviari in scala H0 e H0m, autobus, filobus e...---> www.modellinitram.it
AMT Toscana ---> www.amt.toscana.it
02/12/2005 13.55
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 147
Registrato il: 19/07/2004
tranviere junior
Errata corrige
Ovviamente intendevo settembre 2006.

Non ho foto perchè il mezzo non era presente alla fiera e ieri notte non sono stato.
Avevo fatto qualche foto nel deposito provvisorio quando era arrivato il primo mezzo ma ho lo scanner fuoir uso.

Ciao
F

Ciao a tutti
FF
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 06.06. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com