Nuova Discussione
Rispondi
 
Facebook  

ANEDDOTI TRANVIARI (E NON SOLO...)

Ultimo Aggiornamento: 08/04/2015 18.03
Autore
Stampa | Notifica email    
18/11/2004 13.10
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
la moglie di pabbamo
Ma tua moglie non è un ispettore di PS? E non si può sedere dietro? Ma il vero motivo per il quale espellerei pabbamo da tutto e non solo dal forum, e che fa dire al figlio "autobus" e "filobus", vedi se gli fa vedere e dire TRAM! [SM=x346224] [SM=x346224] [SM=x346224] [SM=x346224] [SM=x346232]

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
PROSKUNEOTestimoni di Geova Online...100 pt.17/01/2019 20.27 by Qoeleth
Sara Benci di Sky SportTELEGIORNALISTE FANS FORU...74 pt.17/01/2019 19.49 by barto91
AUSTRALIAN OPEN 2019TUTTO TENNIS FORUM47 pt.17/01/2019 19.18 by giuseppe liucci
18/11/2004 23.34
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 3.872
Registrato il: 01/08/2002
tranviere veterano
Re: la moglie di pabbamo

Scritto da: Augusto1 18/11/2004 13.10
Ma tua moglie non è un ispettore di PS? E non si può sedere dietro?



Dice che si sente costipata, sedendosi dietro, causa la gravidanza (ormai mancano due mesi e mezzo...) e, aggiungo io, i chilozzi di troppo (da tempo fa parte dell'ordine dei "quintalizi"...)
19/11/2004 00.00
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
pabbamino
Ad ogni modo fagli vedere anche qualche tram, vedrai che si affascina di più...[SM=x346239]

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
19/11/2004 10.15
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.576
Registrato il: 05/02/2004
tranviere veterano
+ che fargli vedere...
...fallo salire quando si farà + grande. Così sono stato raggiunto dalla follia tramviaria... non accetto provocazioni[SM=x346232]






Alessandro
06/12/2004 11.26
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.576
Registrato il: 05/02/2004
tranviere veterano
In tram a Napoli
- Signo' dovete fare un altro biglietto.
- E xkè debbo fare un altro biglietto?
-Per il ragazzo.
-Quale ragazzo?
- Questo qua, questo che sta vicino a voi.
- Evoi me lo chiamate ragazzo. Quello nn tiene nemmeno 9 anni, è una criatura.
- Signo', sarà una criatura, ma siccome è una criatura alta + di un metro deve fare il biglietto, se vuole viaggiare.
- Ma fatemi il piacere! Quello sarà appena 70 cm.
- Signo' ho capito, 'sta mattina voi vi siete alzata con la voglia di scherzare. Il ragazzo, il bambino, 'a criatura, chiamatela cumm' vulite vuje, passa c' 'a capa la shbarra di ferro posta all' altezza di un mt e quindi adda f' 'o biglietto.
- Ma tu vedi che guai si passano. Quello è sempre stato + basso di 1 mt! Ma nn lo vedete che il ragazzo si è messo sulla punta dei piedi e xciò sembra + alto? - Risponde la donna spingendo sulla testa del figlio sino a fargliela abbassare sotto la sbarra.
- Adesso basta signo', il ragazzo o fa il biglietto o scende.
- E voi terreste il coraggio di lasciare una criatura sola 'mmiez' 'a via?
- E che vi debbo dire scendete anche voi.
- Io!? Io il biglietto l' ho fatto!
Durante tutta la discussione il tram nn si è mai mosso... è fermo con le porte aperte.
- Ma in che razza di paese mi trovo - protesta un signore dal chiaro accento settentrionale.- Lei- dice rivolto al conducente - Si decide a partire o no? E lei, signora, lo sa che qui c' è gente che lavora? Ecco i soldi... faccia il biglietto a suo figlio.
- Machi lo conosce a questo - grida la signora- Mi fa il biglietto lui a me? Ma guarda tu che confidenza! Se voglio lo riempio di biglietti.
- Va bene , Signo'- grida il conducente del tram- avete ragione voi, xò la 1à guardia che incontro vi faccio scendere.
Detto questo il conducente chiude le porte e sta x partire, ma viene fermato da un coro di proteste dei passeggeri.
- Fermate, fermate!
- Che altro è successo? chiede il tranviere
- Noi eravamo saliti solo x sentire.


By LUCIANO DE CRESCENZO

[SM=x346232] [SM=x346232] [SM=x346232] [SM=x346232] [SM=x346232] [SM=x346232]


Alessandro
06/12/2004 20.53
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.908
Registrato il: 12/05/2004
tranviere veterano
Bellissima...
:Sm13: :Sm13: :Sm13: :Sm13:

http://www.associazionesiloe.flazio.com/
http://www.duegieditrice.it/
07/12/2004 12.13
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.332
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Re:

Scritto da: mark815 06/12/2004 20.53
Bellissima...
:Sm13: :Sm13: :Sm13: :Sm13:



Mi associo...

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
11/12/2004 08.38
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 9.159
Registrato il: 22/02/2004
maestro tranviere
Posillipo - Palazzo Donn'Anna
Una bella veduta di Via Posillipo mi fornisce l'occasione per una rapida sequenza di blow-up e per intrufolarmi ancora una volta in piccole storie di vita, come da un po' non facevo più.



Per Ingrandire L'Immagine Clicca Qui

Come sempre partiamo dal tram, che un po' indolente si dondola per le curve di questa antica strada ...



... il vecchio "1" non sa che cosa sia traffico, né che un giorno quel numero, ormai corrispondente ad una linea diversa, sarà scritto con la luce sulla tabella di un piccolo treno argentato chiamato col nome di una costellazione. La gente cammina tranquilla, le donne combattono il caldo e la noia affacciate al balcone ...



... spiandosi a vicenda, intricandosi di gente che a sua volta si intrica di storie altrui ...



... la nuora accoglie la vecchia suocera, non sappiamo con quanto piacere, il nipotino appoggiato al muretto spera magari che la nonna gli abbia portato un dolcetto, una pupatella di zucchero, o forse, chissà, una sciuscella. Più in là gli uomini parlottano tra li loro. Affari, lavoro, donne? Chissà.

11/01/2005 20.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.576
Registrato il: 05/02/2004
tranviere veterano
Per tutti i trammofili:
Non è un aneddoto, quindi sarei a tema:
Via Diocleziano, via nuova Bagnoli, Dazio...
Per chi non è napoletano, tali vie corrispondono a 4 o 5 km di tranvia buttati al vento nel 1997.
Da parte mia sto facendo di tutto per accettare la realtà (probabilmente la realtà potrebbe essere + cruenta, tagliando del tutto Fuorigrotta... spero di no), ma non riesco ad accettare la triste realtà.
Gli amici napoletani scherzano con me sullo smantellamento del capolinea DAZIO; io accetto con molta tranquillità, con la massima apertura delle porte del cuore, perchè è gente che, tramite lo scherno, mi comprende ed io ringrazio profondamente.
So benissimo che ci sono problemi + importanti del taglio di una tranvia. e mi sono adoperato, per quel che ho potuto fare.
Qui però sono in un sito a favore del tram.
Non riesco ad accettare il taglio da ple Tecchio al Dazio nella città di Napoli.
Ci saranno altre linee tranviarie in più, modifiche aglì impianti per il meglio e di tutto questo ne sono contento... ma non sino in fondo, per me è sempre un taglio ad un arto.
E' stupido, lo so, ma è cmq + forte di me.
Non a caso mi firmo "DAZIOCH"... che sia esorcismo? Può darsi di si!
Grazie a tutti x l' attenzione


DAZIOCH

Alessandro
11/01/2005 22.42
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
per dazioch
Caro Alessandro, sappiamo tutti che il taglio della linea per Bagnoli è stato per te un colpo al cuore, ma sappi che non sei solo. Esiste una minima possibilità che il tram torni al Dazio, perchè esisteva un progetto di ripristino su via Nuova Bagnoli. Io, e questa volta non scherzo, purtroppo non ci credo, ma credo fortemente che il tram, in una maniera o nell'altra, tornerà a Fuorigrotta. Facciamoci (per ora) bastare questa speranza...

1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
12/01/2005 08.48
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.576
Registrato il: 05/02/2004
tranviere veterano
ok
[SM=x346220] [SM=x346220]

Se qualcun' altro vuole dire la sua, è sempre il benvenuto, napoletani e non. (strano che XJ6 non sia intervenuto[SM=x346229])

Dopo questa parentesi, torniamo a scherzare: Quando siamo passati al Dazio, quando ero a Napoli, il minuto di raccoglimento c' è stato per davvero. Augusto ne è testimone
( più aneddoto di questo....)[SM=x346232] [SM=x346232]
France'... la tua considerazione qual' è? (non dire che son matto xkè l' hai già detto[SM=x346236])

DAZIOCH
(METALLO FOR EVER)


Alessandro
13/01/2005 10.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 9.159
Registrato il: 22/02/2004
maestro tranviere
Re: Dazioch o non dazioch?

Scritto da: Alessandroch 12/01/2005 8.48
(strano che XJ6 non sia intervenuto)

XJ6 è stato un poco impegnato, ultimamente (e lo è tuttora), ma condivide il dramma di Alessandroch per l'insano taglio, che oggi ci costringe a dover chiamare il nostro amico pugliese non più dazioch, bensì piazzavittoriach [SM=x346236]

13/01/2005 13.55
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 5.332
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
Re: ok

Scritto da: Alessandroch 12/01/2005 8.48
[SM=x346220] [SM=x346220]

Se qualcun' altro vuole dire la sua, è sempre il benvenuto, napoletani e non. (strano che XJ6 non sia intervenuto[SM=x346229])

Dopo questa parentesi, torniamo a scherzare: Quando siamo passati al Dazio, quando ero a Napoli, il minuto di raccoglimento c' è stato per davvero. Augusto ne è testimone
( più aneddoto di questo....)[SM=x346232] [SM=x346232]
France'... la tua considerazione qual' è? (non dire che son matto xkè l' hai già detto[SM=x346236])

DAZIOCH
(METALLO FOR EVER)




Il mio parere conta poco... meglio guardare avanti!

www.novaconcentusvocalis.it
"Where no man has gone before"
28/05/2005 10.53
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 25.467
Registrato il: 05/02/2004
maestro tranviere
'o tram c'a recchia 'nterra
L'abbiamo conosciuto, ne abbiamo parlato, ma l'aneddoto non l'avevo mai scritto. Nel 1972, era luglio, ero in villeggiatura a Minturno, in provincia di Latina, che all'epoca era una meta preferita in particolare dai ferrovieri (mio padre) anche perchè facilmente raggiungibile dopo lo smonto dal servizio, data la notevole quantità di treni (non solo accelerati, poi locali, oggi regionali) che lì fermavano, ed era rispetto ad oggi olto più tranquilla. Una sera tornammo a Napoli perchè l'indomani mattina mio padre (in ferie) aveva un impegno di mattina presto, e volemmo tornare anche io mio sorella (allora due anni) e mia madre. Arrivati a Napoli C.le (preferimmo lasciare la macchina, una 1100, a Minturno, anche perchè viaggiavamo tutti gratis) mio padre, un pò per fare una passeggiata (era sera, ma all'epoca si poteva ancora stare per strada tranquillamente), un pò per accontentare la mia richiesta acconsentì e andammo a prendere il tram anzichè la metropolitana. Ci portammo alla fermata dall'altra parte della piazza, nella speranza che arrivasse il 2, che ci avrebbe condotti proprio sotto casa in via Cumana, anche se l'1, facendoci scendere alla prima fermata dopo il tunnel Laziale, sarebbe andato benissimo. Fortuna volle che arrivò proprio il 2, ricordo che era il tram (meridionale) 975, tuttora circolante, che all'epoca aveva il rumoroso controller Ansaldo, ed era condotto da un manovratore che, di vista, conoscevamo bene, anche perchè si notava perchè indossava, anche d'inverno, quasi sempre i jeans, aveva due gambe magre e un pò arcuate tipo cow-boy, ed aveva una folta testa riccioluta. La marcia inizia e subito si capisce l'antifona: il tram si fa tutto il corso Garibaldi senza praticamente che "il nostro" tocchi mai il freno. Ricordo che era particolarmente smanioso, un pò sembrava ancheggiasse nel dare corrente alla vettura, anche perchè, come spesso capitava d'estate, il manovratore ribaltava il sediolino di guida e restava in piedi. Ricordo anche che incrociammo un paio di muso piatto di San Giovanni, una era sicuramente la 999 sul 29 rosso, che era mal messa e dava quell'impressione di antichità, perchè aveva la cassettina dell'extrarapido sul tetto, le carenature corte e la vernice in alcuni punti scrostata e, complessivamente, un pò consumata e tendente all'azzurro. In più, le tabelle 29, nero e rosso, mi intrigavano perchè le cifre erano sottili per entrare nello spazio, e nelle tabelle delle officina (che erano leggermente più piccole, perchè lo spazio era minore) la cosa si accentuava. Simpatica pure era l'idea che il numero sembrava scritto a penna, con la zampa del nove che sembrava accennasse un ricciolino. Ma torniamo alla 975: su via Marina il tram comincia a correre e a saltare un paio di fermate obbligatorie (all'epoca c'era la distinzione), su un binario sconnesso e pieno di sghembi che faceva ondeggiare il tram e ti dava l'idea che stesse per abbandonare la linea per fare un tuffo in mare, e nella mia mente di bambino di quasi sette anni aleggiava già il classico pensiero "chist'è pazzo". Arrivati all'altezza della chiesa di Porto Salvo (ricordiamo che nel '72 i binari in via Marina non erano al centro, ma sotto il muro del porto) la 975 affronta la stretta curva che poi riportava verso il centro di via Colombo, senza che il controller si avvicinasse neanche per sbaglio alla posizione zero. Fu allora che mio padre disse a voce alta: "ma è questa la maniera di guidare?" Il nostro, si voltò, ma non profferì parola, anche se, almeno nelle curve, si moderò un tantino, giusto per dare l'illusione di tenere a freno le briglie dei 116 cavalli a disposizione. Arrivati in via Cumana c'erano due possibilità: o si scendeva all'inizio della strada, se il tram doveva aspettare la coincidenza (la linea diventava a binario unico fino a Piazza Marcantonio Colonna, dove c'è la stazione della Cumana di Fuorigrotta) proveniente da piazza G.B.Marino o si proseguiva per altri duecento metri e si scendeva alla fermata a richiesta (tabella bianca appesa al trasversale, quelle obbligatorie avevano la tabella rossa) posta all'altezza del civico 29 e della scuola Sacro Cuore, dopo avere avuto un immediato ok dal "capo" presente nella cabina verde scuro, posta sotto i balconi più esterni del fabbricato di via Cumana 9 che occupava quasi l'intero (in quel punto già più stretto) marciapiede. Neanche a dirlo: appena entrato in via Cumana, il nostro eroe non accenna neanche a fermarsi, e, approfittando dell'assenza dell'addetto al movimento, salta un'altra fermata obbligatoria (d'altra parte erano le 9 di sera, e, a parte noi quattro, non era rimasto più nessuno sul tram) e impegna "di tallone" lo scambio a molla posto fisso sul corretto tracciato per chi proveniva al contrario (se lo si vede oggi, lo scambio è stranamente nell'altra posizione, è rimasto così dal 1989). Prenotammo la fermata a richiesta (ma ebbi l'impressione che lui sapesse, conoscendoci di vista, che saremmo scesi lì) e arrivammo fin praticamente sotto casa, abitando al numero 4 di via 2 luglio 1820, il palazzo che affaccia su via Cumana all'altezza dell'scambio che faceva entrare in quel capannone. La corsa del nostro riprese a tutta velocità, impegnando la curva a sinistra che, fatta di rotaie leggere e cariche di marezzature mai sostituite almeno dal 1969 (e sono ancora lì) provocavano un rumore che si sentiva in tutta la strada, rumore che era per gli abitanti della strada "il segnale" che il tram arrivava o che stava lasciando via Cumana, suono accentuato dalla velocità della 975. Fu così che fu assurto al ruolo di mito colui che oggi fa il custode al deposito Fuorigrotta, e che Alessandro ha ribattezzato "curva c'a recchia 'nterra", il quale, quando durante la nostra visita al deposito gli ho ricordato quell'episodio a distanza di trentadue anni ha risposto con due affermazioni: "sì, a chilli tiempi ero abbastanza ricciulillo" e " effettivamente me piaceva 'e fa correre 'o tram". Grande.

[Modificato da Augusto1 28/05/2005 11.04]


1Poggioreale Cimit. Staz.Centr. v. Marina
P. Vittoria Mergellina Fuorigrotta Bagnoli
28/05/2005 12.35
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.843
Registrato il: 09/05/2004
tranviere veterano
Augusto e la 975
Complimenti davvero ad Augusto per il suo interessante articolo biografico. A me piace molto quando si fondono assieme più cose, come in questo caso tram e ricordi personali. Dirò, anche, che ho sempre un filino preferito lo scrivere dell'amico Muscolino rispetto a quelli dell'altro amico Formigari...nei loro libri su Roma alle rigide e un poco algide cifre tecniche riportate da uno si affiancano le calde e nostalgiche impressioni della vita che fu di quell'altro. E l'argomento è il medesimo...forse è per questo che in buona coesione i loro volumi sono alla fine così completi.
Tornando ad Augusto devo dire che senz'altro sarà una bella sensazione di tanto in tanto rivedere sulle strade della propria città e magari pure salirci sopra un tram che ti evoca ricordi di oltre 30 anni prima. So che anche a Milano ci sono persone di quasi 80 anni che vedono passare vetture, non cambiate per nulla dentro e fuori, tram che un tempo li portava con la loro mamma alle scuole elementari...


Infine ecco la 975 ai giorni nostri fotografata nella stessa strada, anche se nell'altro senso, percorsa da Augusto tanti anni fa col padre e la sorella:

19/09/2005 21.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.576
Registrato il: 05/02/2004
tranviere veterano
la 975
che bella foto!!! che bei colori che si contrastano.
Pensate che la 975 è "appesa" in laboratorio, in una foto.



[SM=x346228]

Alessandro
20/09/2005 10.24
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 2.576
Registrato il: 05/02/2004
tranviere veterano
Sembrava un addio...
...alla stazione, in realtà era solo un' immensa buonanotte scambiata a ple Tecchio!!!

Napoli, Settembre 1983
Come già raccontato in altre occasioni la mia prima fidanzata era napoletana ed abitava a Tecchio.
In quella occasione c' era un' altra coppia di fidanzati: Tonino che abitava a Martina Franca e Laura che abitava in viale Gramsci, proprio al palazzo adiacente all' anello che oramai è sotto non so quanti strati di afsalto.
Tonino era ospite da Marialuisa (la mia amata), mentre io ero ospite da mio cugino a Cavalleggeri Aosta.
Una sera, dopo lunghe passeggiate e dopo molti amorevoli sussurri misti a dolci carezze e baci, giunse l' orario di tornare a casa.
All' epoca lo stazionamento dei tram era limitato a ple Tecchio.
La linea tranviaria per Diocleziano e Dazio era momentaneamente sospesa (infatti ricordo che l' armamento era integro e che i residenti parcheggiavano sui binari).
Tra i 4, chi doveva andare via prima era Laura, ma lei non voleva congedarsi da noi e soprattutto dal suo Tonino tanto che non faceva partire il tram. Ricordo che i tranvieri (erano in 2 uno giudava) scherzosamente dissero "Signurì ce vulite fa' partì?" Lei pregò loro di poter ricevere da Tonino un' ultimo bacio (che poi non era l' ultimo)... i tranvieri, finti infastiditi, replicavano "ahe... 'sta sera nun ce jammo chiù a casa!"
Laura non potè che rassegnarsi alla simpatica insistenza dei dipendenti dell' ATAN; fecero partire il tram... tanto il mattino dopo ci saremmo visti.
Purtroppo non presi il numero del tram[SM=x346247] .

Agl' inizi degl' anni 70 (immagino fosse proprio il 1970)
Con la mia famiglia, facevo lunge vacanze a Napoli e all' epoca, tranne mia zia Rita che abitava in via S. Martini, tutta la parentela era concentrata tra via Diocleziano in fondo (poco prima del ponte della metropolitana) e via G. Testa, nei pressi della stazione di C. Aosta (mi chiedevo sempre cosa fossero mai quei giganteschi piloni).
Si faceva molto spesso la spola tra zio Lino (via Diocleziano) e zio Luigi (via g. Testa). Si prendeva sempre il tram, quei magnifici mezzi che dopo decenni ho scperto che hanno il nome di "Meridionale".
Zio Lino aveva (putroppo non c' è più come non c' è più zio Luigi[SM=x346222] [SM=x346222] [SM=x346222])2 figli di cui uno è mio coetaneo. Ricordo molto vagamente che, in uno dei numerosi viaggi, Tony, mio cugino della mia stessa età, si perse nel tram.
Ricordo quelle luci fioche e il tram non era molto affollato.
Tony per un attimo era sparito e mia madre e mia zia erano preoccupate... ma non ci fu nessun pericolo, Tony era vicino al conducente. Entrambi potevamo avere 4 o 5 anni (quindi la vicenda si era svolta tra il 1970/71). Io e Tony siamo stati sempre insieme. Purtoppo lui non mai avuto un interesse per il tram.
Ho un ricordo di quegl' anni molto vago di motrice + rimorchiata ne ho vista una composizione in via Diocleziano.

Dove abitava zio Lino con la sua famiglia, era per me una sorta di panacea: Dal secondo piano si vedeva la linea ferroviaria Gianturco - Pozzuoli, giù passava il tram 1 e dalla parte interna si vedeva (e si vede tutt'ora)la Cumana. Poi cambiarono casa e si trasferirono in via Pigna ma questa è un' altra storia.

[SM=x346219] [SM=x346219] [SM=x346219]



Alessandro
08/02/2006 23.38
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 9.159
Registrato il: 22/02/2004
maestro tranviere
I Sadici Piangenti
Qualcuno ricorda la scenetta dei Sadici Piangenti con Benedetto Casillo tranviere e la buonanima di Renato Rutigliano viaggiatore con cagnolino al seguito? Credo si chiamasse proprio "Il Tram".

08/02/2006 23.47
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
Re: I Sadici Piangenti

Scritto da: XJ6 08/02/2006 23.38
Qualcuno ricorda la scenetta dei Sadici Piangenti con Benedetto Casillo tranviere e la buonanima di Renato Rutigliano viaggiatore con cagnolino al seguito? Credo si chiamasse proprio "Il Tram".



Renato Rutigliano
Come Buonamina? Negli anni 60 eravamo amici, poi ci siamo persi di vista. Vorrei capire.
[SM=x346235]
09/02/2006 00.02
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 3.872
Registrato il: 01/08/2002
tranviere veterano
Renato Rutigliano
Non capisco nemmeno io: che io sappia, Renato Rutigliano è ancora fra i viventi...
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 21.08. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com