New Thread
Reply
 
Vote | Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Togliersi la vita è prerogativa di Dio o una libertà dell'uomo?

Last Update: 11/30/2007 11:59 AM
8/21/2005 5:39 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 5
Registered in: 10/15/2003
Junior User
Tutti una volta nella vita hanno pensato di togliersi la vita! Io stessa c'ho fatto un pensiero più d'una volta, perchè a volte sembra tutto così difficile e insormontabile che appare come l'unica soluzione possibile.
Poi una ragazza del mio liceo l'ha fatto, s'è uccisa, ed io c'ho riflettuto.
Dio dona la vita e il libero arbitrio. E anche una certa dose di egoismo.
E anche un po' di debolezza.
Spiritualmente, ci vuole molto più coraggio andare avanti che non farla finita. Ci si uccide solo per il proprio benessere, non per il bene altrui.
8/21/2005 6:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9
Registered in: 10/9/2002
Junior User
Certo che ci si uccide per il proprio benessere, ma salvaguardare il proprio benessere non è cosa sbagliata, secondo me.
8/21/2005 11:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 8
Registered in: 10/15/2003
Junior User
Bè, dipende quanta gente fai soffrire![SM=g27822]
8/22/2005 4:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,618
Registered in: 5/10/2005
Veteran User
Quoto
Capisco Joy....ti quoto in pieno...togliersi la vita, è sostanzialmente una rinuncia a lottare...anche a credere se vogliamo,e infatti, chi si suicida, almeno fino a poco tempo fa non aveva benedizione in terra consacrata, perchè è in qualche modo una rinuncia a credere nella salvezza, nella figura misericordiosa di Cristo....il resto lo si sa, si pensa a noi e non a chi ci sta intorno e soffre...[SM=g27818] [SM=g27818]
8/22/2005 7:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 24
Registered in: 10/15/2003
Junior User
Esatto, e uno sceglie. Io ho scelto, e ho preferito lottare, piuttosto che far soffrire le persone che mi vogliono bene (che poi scopri sono sempre tante!).
8/22/2005 9:22 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 37
Registered in: 3/17/2005
Junior User
Non ho letto i post., non mi va di farlo e quindi vi dico come la penso:
1) TOGLIERSI LA VITA è UN 'IDIOZIA
2) SE NON SBAGLIO NON CREDO SIA UNA COSA CONTEMPLATA DA DIO VISTO CHE è LUI A DECIDERE QUANDO
RICHIAMARCI A SE NEL SUO REGNO
3) NELLA VITA BIDOGNA LOTTARE...SEMPRE SINO ALL'ULTIMO

-------------------------------


ATOMOS DEUGTERIUS
IMPERATORE DI AKORROS APPARTENENTE ALL'ALLEANZA Z0R
***Z0R PAWA RULEZ!***

8/22/2005 11:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 18
Registered in: 10/9/2002
Junior User
1)Perchè?
2)Ok, se si prende la cosa dal punto di vista per voi religioso è per voi un postulato (e quindi dimostrarvi il contrario impossibile), per gli altri non ha alcun valore.
3)Perchè?
8/25/2005 1:19 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 120
Registered in: 6/23/2005
Junior User
Re:

Scritto da: Pigkappa 21/08/2005 13.43
Eccomi, adesso posso rispondere un po' meglio. Secondo me una persona deve poter scegliere cosa fare della sua vita liberamente; se è anche vero che ci sono obblighi ben precisi, bisogna ricordare che ognuno deve vivere la SUA vita e se non ce la fa credo abbia tutto il diritto di "arrendersi", come dicono molti, oppure di fare come dice De Andrè nella canzone di cui sopra:

"Signori benpensanti,
spero non vi dispiaccia
se in Cielo, in mezzo ai santi,
Dio, tra le sua braccia
soffocherà il singhiozzo di quelle braccia smorte,
che all'odio e all'ignoranza preferirono la morte"


[ricordo che De Andrè era ateo, nel caso sia necessario saperlo]

Insomma, c'è chi vede la cosa da un punto di vista solamente religioso e non si può controbattere al "è peccato"; c'è però chi la vede come una cosa ingiusta perchè arreca danno anche alle altre persone, ma non si può regalare totalmente la propria vita agli altri senza neanche poter decidere cosa fare con essa senza poi impazzire (tranne rari casi, ok, quelle persone che voi direste sante); c'è chi dice che è un modo di dimostrare che non si ha coraggio di andare avanti, ma a questo basta rispondere che

a)Da quando non si può avere paura?
b)Anche per spararsi un colpo in testa di coraggio ce ne vuole.


Bisognerebbe poi forse stabilire se morire è un bene o un male, ma su questo ci sarebbe troppo da dire e probabilmente non ho neanche le idee chiare. Ah, la canzone vi consiglio di scaricarla, è bella...



Per i credenti, la vita è un dono di Dio, togliersela non è bene perché contro la sua volontà. Spesso la vita è difficile. Sì può però fuggire "all'odio e all'ignoranza" portando amore e luce dove non ce n'è. Perché per quanto abbiamo bisogno di trovare amore, abbiamo ancora più bisogno di provare noi stessi amore. Penso che chi crede veramente in Dio trovi la forza necessaria per tirare avanti. Non per paura di commettere peccato ma per convinzione che Dio gli è sempre vicino e che rimane sempre nelle sue mani, qualunque cosa succeda. La vera vita è altrove. Ci sono però delle situazioni estreme in cui uno possa essere tentato di farla finita. Per chi non ce la fa proprio più credo che Dio abbia misericordia.
Per chi non crede: che significato ha la vita? Vivere o non vivere, che differenza fa? Cosa vuol dire: credere in niente? Che cos'è questo niente? Salvo non fare mai delle riflessioni: uno non può non farsi un'idea della vita.

Risposte:
a) è lecito avere paura
b) spararsi in testa e spesso un atto da codardo per sottrarsi a delle responsabilità.
************************************************************************************


BENEDETTO COLUI CHE VIENE NEL NOME DEL SIGNORE!

"Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa"

Mt 16,18





La strada è lunga, ma non esiste che un mezzo per sapere dove può condurre, proseguire il cammino.
(don Tonino Bello)


ANDIAMO AVANTI!

8/25/2005 11:57 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 47
Registered in: 10/15/2003
Junior User
Quoto, sempre quoto, fortissimamente quoto![SM=x40802]w
8/25/2005 2:55 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 28
Registered in: 10/9/2002
Junior User
Adesso definire la vita non mi viene facilissimo, direi che è lo stato di un corpo composto principalmente da quei sei elementi che non ricordo, che si muove, eccetera eccetera...


"Per chi non crede: che significato ha la vita?"

Domanda sicuramente difficile, anzi senza risposta, in quanto i "non credenti" non hanno alla base niente di comune e la risposta dei non credenti (di quelli che hanno una risposta) può essere molto diversa da uno all'altro... Quindi, domanda senza risposta :o.


"Vivere o non vivere, che differenza fa?"

Per poterti rispondere dovrei sapere cosa significa esattamente "non vivere", ed averne solo il sospetto (non vivere=il nulla) non mi aiuta molto.


"Cosa vuol dire: credere in niente?"

Questa è più facile (insomma). Credere in niente significa essere convinti che tutte le innumerevoli religioni presenti e passate siano sbagliate, perchè fondate su menzogne inventate e diffuse sulla terra dagli uomini. Non vuol dire che non esiste qualcosa che c'è probabilmente sempre stato, vuol dire non pensare che quella cosa sia necessariamente pensante, potente, sapiente, buona, cattiva eccetera eccetera. Vuol dire anche che se tale cosa c'è sempre stata ed ha dato il via al big bang o quello che c'era prima, non significa affatto che ci sia ancora o che comunque debba interferire nuovamente con la nostra esistenza, nè che possa farlo.


"Che cos'è questo niente?"

---> Vedi sopra


"Salvo non fare mai delle riflessioni: uno non può non farsi un'idea della vita."

Uno non credente ne ha fatte di riflessioni, visto che, a quanto pare, oramai si nasce già cristiani o musulmani o quello-che-è in quasi tutto il mondo.


"b) spararsi in testa e spesso un atto da codardo per sottrarsi a delle responsabilità."

Qua bisognerebbe dire se si ha il diritto di sottrarsi in quel modo alle proprie responsabilità, rinunciando sostanzialmente a tutto ciò che si possiede. Secondo me, sì, lo ha. Comunque, se Dio "dona", "regala" la vita alle persone, queste non possono scegliere cosa farne?
8/25/2005 8:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 39
Registered in: 3/17/2005
Junior User
Re:

Scritto da: Pigkappa 22/08/2005 23.34
1)Perchè?
2)Ok, se si prende la cosa dal punto di vista per voi religioso è per voi un postulato (e quindi dimostrarvi il contrario impossibile), per gli altri non ha alcun valore.
3)Perchè?


1) Perchè lo è e basta
2) Religioso? Ma chi? Io? Muahahahahahahahah!! sei forte!
3) Perchè? Ma che razza di domanda stolta è mai? Dico possiedi una spina dorsale oppure no?
8/25/2005 8:45 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 29
Registered in: 10/9/2002
Junior User
"Perchè di sì" non è generalmente una buona risposta [SM=x40795]
8/26/2005 12:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 52
Registered in: 10/15/2003
Junior User
Bambini, fate i bravi..[SM=g27828]
8/26/2005 3:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,649
Registered in: 5/10/2005
Veteran User
Per chi non crede
Chi non crede può certamente vedere come nulla la propria vita, o comunque sentisi un "caso" della natura, non metto in dubbio, tuttavia, la bellezza della vita, disagiata o meno che sia, la si può trovare in ogni occhio sofferente.Faccio un esempio: avete mai sentito dire che un bambino affamato del terzo mondo, o un adolescente delle stesse parti, si sia suicidato? Tutt'altro!!! sono attaccati alla vita come un naufrago alla sua zattera, eppure i disagi cui sono vittime sono ben maggiori di quelli che si vivono(seppur grandi) in una società multisviluppata come la nostra....questo non vuol essere un discorso religioso, ma la bellezza della vita la si può sempre trovare, anche vedendo chi soffre più di noi e sentirsi anche fortunati, nonostante le nostre individuali sofferenze...
8/26/2005 8:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30
Registered in: 10/9/2002
Junior User
Il fatto che ci sia chi ha più difficoltà di noi non significa che noi non possiamo scegliere come via alternativa di morire, se la riteniamo una cosa bella. Comunque mi hai ricordato una canzone di Vecchioni, mi dispiace che difficilmente la troverete perchè è piuttosto vecchia e poco conosciuta :(


Che pacchia avere due talenti
devi restituirne solo venti
tu prova un po' ad averne cento
e Dio che ti sta al pelo con il conto

[...]

sei tu che non hai niente
e canti in coro, oppure sono io
che ho tutto e guardo giù:
mi butto o non mi butto?



Citazione da "Per la cruna di un ago", Vecchioni.

Comunque sono bravissimo e calmissimo [SM=x40791]

[Modificato da Pigkappa 26/08/2005 20.48]

8/26/2005 9:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 123
Registered in: 6/23/2005
Junior User
Re:

Scritto da: Pigkappa 26/08/2005 20.13
Il fatto che ci sia chi ha più difficoltà di noi non significa che noi non possiamo scegliere come via alternativa di morire, se la riteniamo una cosa bella. Comunque mi hai ricordato una canzone di Vecchioni, mi dispiace che difficilmente la troverete perchè è piuttosto vecchia e poco conosciuta :(


Che pacchia avere due talenti
devi restituirne solo venti
tu prova un po' ad averne cento
e Dio che ti sta al pelo con il conto

[...]

sei tu che non hai niente
e canti in coro, oppure sono io
che ho tutto e guardo giù:
mi butto o non mi butto?



Citazione da "Per la cruna di un ago", Vecchioni.

Comunque sono bravissimo e calmissimo [SM=x40791]

[Modificato da Pigkappa 26/08/2005 20.48]




Il problema è: uno può proprio essere convinto che con il suicidio ci si annienta? E se invece ci fosse qualcosa e l'esistenza non fosse finita? Si può essere sicuro di risovere i problemi di cui si vuole "scappare" in questo modo invece di portartsele dietro?

Comunque, se Dio "dona", "regala" la vita alle persone, queste non possono scegliere cosa farne?

L'uomo può sempre fare ciò che vuole, Dio lo ha reso libero. Di conseguenza può anche buttare via la sua vita. Dio non lo ferma. Ma ... se tu scegli un regalo prezioso per una persona a cui vuoi bene e questa persona lo butta via perché non lo stima e non ne sa apprezzare il valore: tu come reagisci?

[Modificato da rosa22253 26/08/2005 22.08]

************************************************************************************


BENEDETTO COLUI CHE VIENE NEL NOME DEL SIGNORE!

"Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa"

Mt 16,18





La strada è lunga, ma non esiste che un mezzo per sapere dove può condurre, proseguire il cammino.
(don Tonino Bello)


ANDIAMO AVANTI!

8/26/2005 11:18 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 33
Registered in: 10/9/2002
Junior User
Se quella cosa lo fa soffrire sicuramente penso che abbia fatto bene, ed anche in caso contrario... Posso restarci male, ma sicuramente lo perdono senza tanti problemi :o.
8/27/2005 12:09 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 124
Registered in: 6/23/2005
Junior User
Re:

Scritto da: Pigkappa 26/08/2005 23.18
Se quella cosa lo fa soffrire sicuramente penso che abbia fatto bene, ed anche in caso contrario... Posso restarci male, ma sicuramente lo perdono senza tanti problemi :o.



Penso anch'io che Dio perdoni, però a volte le sofferenze sono necessarie ... anche se non riusciamo a capire. Un bambino piange quando l'ago del vaccino penetra la sua carne. Non capisce che il dottore gli fa male per fargli bene.
************************************************************************************


BENEDETTO COLUI CHE VIENE NEL NOME DEL SIGNORE!

"Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa"

Mt 16,18





La strada è lunga, ma non esiste che un mezzo per sapere dove può condurre, proseguire il cammino.
(don Tonino Bello)


ANDIAMO AVANTI!

8/27/2005 1:42 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2
Registered in: 7/9/2003
Junior User
bene scusate se mi intrometto ma da quello che posso vedere i post sembrano essere a senso unico....discorrere se sia giusto o no farlo non e da noi... a mio parere.... ognuno nel suo sa quanto soffre e quanto sia legittimato questo gesto... c'e chi poi lo vede come peccato e chi no....ma mi sembra che tutti confermino l'ipotesi che togliersi la vita e un atto di vigliaccheria una mancanza di voglia di lottare ancora....

ebbene esprimo il mio parere..... e se invece togliersi la vita sia un estremo atto di coraggio.... pensandoci bene.....nessuno e dico NESSUNO sa esattamente cosa trovera una volta morto.... chi crede puo credere di trovare il paradiso.... oppure un altra vita(buddisti etc).....chi non crede semplicemente un oblio che lo trasformera lentamente in polvere..... ad ogni modo si tratta di spezzare le radici fin ora costruite su questo mondo....sdraticare tutti i rapporti cosi difficoltosamente intessuti giorno per giorno con altri individui e cancellare la propia possibilita di far sentire al propia voce sul mondo.... in ogni caso si puo vedere il suicidio non come una fuga....ma piu come un salto nel vuoto.... un azione di coraggio.... tanto piu se quest'azione e motivata da una difficilissima e estenuante situazione nell'ambiente che si e soliti frequentare.... che so..... condizioni finanziarie e familiari disastrate....perdita di cari....prospettive future molto grigie.... si tratta a quel punto come sempre fa l'uomo di scegliere il propio male minore... morte o vita......lascio tutto o affronto tutto.... bianco o nero...insomma indietro non si torna e queso il succo del discorso... ma se si affronta il suicidio secondo questa prospettiva non solo e un atto di coraggio...ma siccome e motivata dalla difficile situazione che si vive....risulta anche essere un profondo atto d'amore verso se stessi.... qualcuno potrebbe obiettare che cosi come puo risultare un atto d'amore verso se stessi e anche un atto di egoismo.... il fatto e che pero vivendo in una societa decisamente egoistica cosi come si puo dire di quell'atto che ppuo presentare radici egoistiche...a giusta risposta si potrebbe obiettare.... ma gli altri che cosa hanno fatto per impedire cio???...

quindi il punto focale e questo..... a mio avviso il suicidio e un profondo atto di coraggio e di amore verso se stessi...e non e pazzia...cosi come il riposo dopo il lavoro e necessario al fine di poter continuare a lavorare la volta dopo... la morte ha nel suo risvolto la possibilita di ricamarsi il propio angolo di mondo...la propia scelta che ci e stata ingiustamente tolta dagli altri.... se il mondo ci rifiuta non vedo perche noi non possiamo rifiutare il mondo....

se poi mettiamo il caso che la perdita di una persona amata ci abbia sconvolto a tal punto da non riuscire piu a vedere la propia vita senza quella persona e ci ha spinti al desiderio di suicidarsi per raggiungerla dovunque essa sia andata....beh....alllora scusatemi ma questo per me non e solo coraggio e amore per se stessi....ma anche e sopratutto amore verso la persona amata....il suicidio a mio parere in questo caso diventa quasi una sorta di sacrificio di amore....

vivere la vita come un dono e importante ma viverla come scelta lo e molto di piu..... un dono prezioso ci viene donato e non puoi farci nulla..... io vivo perche mi hanno messo qui.. e quasi banale a dirlo... invece vivere la vita come scelta significa.....VOLER VIVERE e non perche mi hanno messo al mondo....ma perche ho deciso di farlo io.... con la mia mente il mio ragionamento e le mie esperienze


un saluto dal lupo spero inviti a riflettere

prima...avrai paura.
dopo...ci sara il panico.
poi...il terrore.
e infine...be...non ci sara una fine.

piu ti avvicina alla luce piu la tua ombra si allarga.
e io sono la tua ombra.

aaaaaaaauuuuuuuuuuuuuuuuuurrggghh
8/27/2005 10:13 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 40
Registered in: 3/17/2005
Junior User
MMMMMMMMmmmmmmmmMMMMMMMMm
Vote:
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag cloud   [show all]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:01 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com