printprintFacebook
...il centro sociale online...

New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

Tecnica nella musica

Last Update: 5/18/2016 3:07 AM
Email User Profile
Post: 5,233
Post: 2,282
Gender: Male
OFFLINE
11/22/2004 10:27 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ho letto negli altri topic un certo astio nei confronti della tecnica. Bè, nessuno sarà d'accordo con me ma esprimerò il mio punto di vista.

Per cominciare mi cito da solo inserendo questo pezzo che era destinato ad un'altra discussione:
"Personalmente credo che il musicista migliore o peggiore non esista. Non esiste oggettivamente. La bravura nella musica è qualcosa che dipende unicamente dall'ascoltatore. La bravura nella musica è la capacità di far provare emozioni (scusate la banalità) all'ascoltatore. Magari un brano che fa impazzire uno può far vomitare un altro, e da lì verrà definito migliore o peggiore.
Posso anche essere il più bravo (tecnicamente) musicista del mondo ma se vado a fare un concerto e la gente si addormenta non sono un buon musicista!
La musica è un'arte. Consideriamo un'altra arte e prendiamo due quadri. Uno di Monet e uno di Caravaggio.
Credo che più o meno sappiate la differenza tra i due. Uno era impressionista ('800) e faceva quadri fatti con pennellate veloci e paesaggi più abbozzati che definiti. L'altro (fine '500 - inizio '600) dipingeva in modo realistico, sia nel senso che faceva delle immagini precise, definite, con particolari anatomici e via dicendo sia che usava modelli presi dalla strada per i suoi dipinti, anche se con tema classico. Questi due artisti avevano modi differenti di dipingere. Possiamo suppore che con molta probabilità Caravaggio avesse una tecnica di gran lunga migliore di Monet. Nonostante tutto io, e non solo io, preferisco Monet. Non che Caravaggio mi faccia schifo ma nonostante potesse dipingere meglio, preferisco guardare un quadro di Monet che uno di Caravaggio.
Nella musica la tecnica, sempre a mio modesto parere, influisce allo stesso modo."

Premesso questo però c'è una cosa da puntualizzare. La tecnica serve per avere un ulteriore mezzo di espressione. La tecnica ti permette di non fissarti troppo sui power chord o sullo stoppato (cosa che accade spesso nel punk) e spaziare un pò nello strumento che si ha tra le mani. C'è un sacco di musica in 6 corde e 24 tasti e avere un pò di tecnica ti aiuta a cacciarne un pò fuori. Avere la tecnica ti permette di improvvisare, riuscire a cacciare una musica che non è scritta da nessuna parte ma che non si può dire che non sia spontanea se la fai con sentimento. Avere la tecnica ti fa conoscere uno strumento a fondo. La tecnica è costanza, allenamento, lavoro. E'la differenza che passa tra uno che cerca le risse e un maestro di arti marziali. Uno si scazzotta spesso e volentieri ma lo fa in modo poco controllato e senza tecnica, l'altro si basa sulla costruzione di anni di lavoro, di esperienza e soprattutto di tecnica. Sfido qualunque rissaiolo, anche con arma bianca, a battere un maestro di kung-fu. Allo stesso modo preferisco avere la tecnica di un jazzista piuttosto che di un punk. Ciò non renderà necessariamente più bella la mia musica alle orecchie di un ascoltatore, ma almeno mi permetterà di esprimermi con una chitarra come se parlassi.

Un brutta concezione della tecnica deriva spesso da chi non ha mai studiato, non ha voglia di farlo e, peggio ancora, da chi non ha mai suonato. Credo che per criticare una cosa bisogna conoscerla (altrimenti dov'è il senso critico del punk?) e non si può dire la tecnica non serve o la tecnica è stupida quando lo si fa solo per pigrizia o, tragedia, per omologazione.
_________________________________
"Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante se ne sognano nella tua filosofia"
- Amleto, William Shakespeare

[Modificato da Staib 22/11/2004 22.31]

Email User Profile
Post: 12,517
Post: 9,725
Gender: Female
Admin
OFFLINE
11/22/2004 10:52 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:

Scritto da: Staib 22/11/2004 22.27
Ho letto negli altri topic un certo astio nei confronti della tecnica. Bè, nessuno sarà d'accordo con me ma esprimerò il mio punto di vista.


Premesso questo però c'è una cosa da puntualizzare. La tecnica serve per avere un ulteriore mezzo di espressione. La tecnica ti permette di non fissarti troppo sui power chord o sullo stoppato (cosa che accade spesso nel punk) e spaziare un pò nello strumento che si ha tra le mani. C'è un sacco di musica in 6 corde e 24 tasti e avere un pò di tecnica ti aiuta a cacciarne un pò fuori. Avere la tecnica ti permette di improvvisare, riuscire a cacciare una musica che non è scritta da nessuna parte ma che non si può dire che non sia spontanea se la fai con sentimento. Avere la tecnica ti fa conoscere uno strumento a fondo. La tecnica è costanza, allenamento, lavoro. E'la differenza che passa tra uno che cerca le risse e un maestro di arti marziali. Uno si scazzotta spesso e volentieri ma lo fa in modo poco controllato e senza tecnica, l'altro si basa sulla costruzione di anni di lavoro, di esperienza e soprattutto di tecnica. Sfido qualunque rissaiolo, anche con arma bianca, a battere un maestro di kung-fu. Allo stesso modo preferisco avere la tecnica di un jazzista piuttosto che di un punk. Ciò non renderà necessariamente più bella la mia musica alle orecchie di un ascoltatore, ma almeno mi permetterà di esprimermi con una chitarra come se parlassi.

Un brutta concezione della tecnica deriva spesso da chi non ha mai studiato, non ha voglia di farlo e, peggio ancora, da chi non ha mai suonato. Credo che per criticare una cosa bisogna conoscerla (altrimenti dov'è il senso critico del punk?) e non si può dire la tecnica non serve o la tecnica è stupida quando lo si fa solo per pigrizia o, tragedia, per omologazione.

[Modificato da Staib 22/11/2004 22.31]




personalmente non critico la tecnica... è ovvio che chi sa suonare (nel vero senso della parola) è anche in grado di fare dei pezzi tutti suoi senza copiare tablature di canzoni già fatte... e poi non ci credo neanche che in tutti i gruppi punk che ci sono (e sono tanti) c'è sempre gente che non ha mai studiato musica... la vedo una cosa davvero difficile riuscire a fare dei pezzi originali, elaborati e belli senza sapere nulla di musica... sì, ti puoi arrangiare... ma + di un certo livello secondo me non puoi arrivare col fai-da-te

cmq il fatto di non voler imparare musica non è x forza un rifiuto x la tecnica... un olomogazione x la quale "se sei punk non devi prendere lezioni perchè i punk fanno così"

io vedo anche altri motivi alla base x non voler prendere lezioni...

cito solo i miei motivi, perchè quelli degli altri non li so

1- soldi (non ne ho abbastanza x mantenere me, figuriamoci un maestro di musica...)
2- tempo (col lavoro durante la settimana mi rimarranno sì e no 4-5 ore non di più, cena inclusa ovviamente...)
3- voglia (sì, perchè tanto sono già consapevole che con la musica non "arriverò" da nessuna parte...)
non basta dire che una cosa è morta per ucciderla... IL PUNK NON E' MORTO!!!!!

e staccavamo i passi
dalle vie della realtà
inutile spiegare quei motivi così futili
di dipendenza, vizio...
adesso dico: DEL BISOGNO
di essere diversi
e compromettersi a ogni costo!!!


nella nostra società qualsiasi cosa facciamo
non ci appartiene
siamo solo uno strumento senza voce
a cui è chiesto di fare qualcosa....
con la musica cerchiamo solo
di ritagliarci un nostro spazio...

fiumi che si gettano in un pozzo senza fondo senza capo nè coda, senza inizio nè fine, senza alcuna pietà... l'uno contro l'altro!!!

cosi vicini
da poterci toccare
e graffiare in profondita'
l'anima
cosi distanti
da non vedere
neanche più
dentro noi stessi
così vicini
da saperci sfiorare
cosi bene da conoscere
come farci male
così lontani
da non capire
cos'è che veramente
ci accomuna:
siamo mondi sommersi
nulla ci appartiene
oltre questo mare
di lacrime e sangue versate
non ci troveremo mai
cosi distanti
eppure cosi vicini
cosi vicini
eppure cosi lontani
impegno, impegno
progetti e impegno
senza l'impegno l'hardcore non ha più senso
impegno autoprodotto
impegno contrapposto alla "musica di plastica"
al business nella musica!!!
La forza della lucidità arma la mia voce
mi indica i nemici
Conosco i miei nemici
con nomi e cognomi
Lucido disprezzo senza compromessi
lucido disprezzo e impegno contro
impegno contro l'etica del conflitto
impegno contro l'estetica del consumo!!!
Impegno

[Modificato da Beatrixxx 22/11/2004 22.53]

[Modificato da Beatrixxx 22/11/2004 22.54]

Email User Profile
Post: 5,233
Post: 2,282
Gender: Male
OFFLINE
11/22/2004 11:12 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ti assicuro che i tuoi motivi sono quelli di tanti altri.

Io sto facendo i salti mortali per racimolare 80 euro al mese per andare all'accademia. Ti assicuro che non è facile quando i tuoi genitori te ne danno 50, per tutto il mese e per tutte le spese.

Tempo non ne ho perchè vado all'università e studio anche ad una facoltà molto pesante.

Se la voglia c'entra con il non andare da nessuna parte allora ci vai a perdere molto. Partire con questo presupposto significa partire con il piede sbagliato. Ti assicuro che io non ho intenzione di diventare chissàchi con la musica, ma di certo, e sottolineo certo, tutto quello che faccio mi ripaga nel diverimento di andare in sala a suonare con gli amici, nel conoscere a fondo la musica, nel creare musica, fare arte e non per ultimo, salire su un palco e suonare per altre persone.
Email User Profile
Post: 12,517
Post: 9,725
Gender: Female
Admin
OFFLINE
11/22/2004 11:24 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:

Scritto da: Staib 22/11/2004 23.12


Se la voglia c'entra con il non andare da nessuna parte allora ci vai a perdere molto. Partire con questo presupposto significa partire con il piede sbagliato. Ti assicuro che io non ho intenzione di diventare chissàchi con la musica, ma di certo, e sottolineo certo, tutto quello che faccio mi ripaga nel diverimento di andare in sala a suonare con gli amici, nel conoscere a fondo la musica, nel creare musica, fare arte e non per ultimo, salire su un palco e suonare per altre persone.



sì, la voglia centra ANCHE con il non andare da nessuna parte... ma indubbiamente io sono meno motivata di te... è questo che ci differenzia... forse non sono disposta a fare certi sacrifici x imparare a suonare... io lo vorrei non dico che non me ne frega niente, anzi, magari potessi imparare!!!![SM=x297471] ... ma indubbiamente la tua passione x imparare a suonare è talmente forte da riuscire a valicare problemi di tempo e denaro... la mia non ci riesce...[SM=x297537]
Email User Profile
Post: 5,233
Post: 2,282
Gender: Male
OFFLINE
11/22/2004 11:30 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

E'ancora presto per azzeccarsi.

Ma dov'è la spinta iniziale!? Dov'è quel fervore dei principianti!? Su, forza e coraggio che devi imparare le basi. Poi ti faccio vedere che se riesci a suonare in un gruppo ti verrà molta più voglia!!!

Imparare a suonare sta solo a te e a nessun altro!!!! [SM=x297484] [SM=x297551]
Email User Profile
Post: 8,642
Post: 495
Age: 35
Gender: Male
OFFLINE
11/25/2004 7:54 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Di solito i punk che criticano la tecnica sono quelli che una volta sapevano suonare bene,poi hanno smesso di esercitarsi nelle cose + complesse e la tecnica gradualmente l'hanno persa,quando si sono resi conto che non gli era necessaria per esprimere ciò che volevano.
Io ho appena iniziato,quindi già riuscire a mettere in fila tre accordi mi sembra un miracolo...ovvio che guardo con invidia i vari Malmsteem e Petrucci,mai mi sognerei di criticare![SM=x297417]
Email User Profile
Post: 8,642
Post: 495
Age: 35
Gender: Male
OFFLINE
11/25/2004 8:08 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Aggiungo che lo spirito rock NON è quello di fare arte(quella lasciamola ai vari Beethoven,Mozart,Chopin e simili),anche se inevitabilmente chi crea qualcosa di nuovo ha diritto di essere considerato artista.
Questo è importante,perchè se ragioniamo in termini di Arte,un disco rock favoloso come Nevermind the Bollocks andrebbe considerato una schifezza(l'innovazione c'era,ma musicalmente parlando diciamo che è semplice,lineare,basato su tre accordi in croce e richiede pochissima cultura strettamente musicale per essere composto),mentre uno qualsiasi dei dischi dei Dream Theater(o di una altro gruppo notoriamente virtuoso)potrebbe essere considerato un buon lavoro.

Insomma,a noi basta la musica con la m minuscola,e ne siamo orgogliosi.[SM=x297484]
Email User Profile
Post: 5,233
Post: 2,282
Gender: Male
OFFLINE
11/25/2004 8:16 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Anche Nevermind the bollocks può essere arte e non necessariamente i Dream Theater fanno arte.

Ligabue (Antonio, non Luciano) è considerato un artista ma non faceva i quadri esageratamente tecnici. La tecnica non è l'arte.
Email User Profile
Post: 8,642
Post: 495
Age: 35
Gender: Male
OFFLINE
11/26/2004 6:04 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Beethoven,Mozart etc,etc sono arte musicale e su questo siamo d'accordo...
Se assistiamo ad un opera lirica dove tutto deve essere perfettamente eseguito,e poi ascoltiamo un normale concerto rock,dobbiamo dedurre che il rock è un'arte di serie B(perchè non c'è confronto fra le due cose,per quanto lavoro ci possa essere dietro ad un gruppo rock,una rappresentazione lirica supportata da orchestre preparatissime è qualcosa di inarrivabile come livello di cultura musicale,lavoro,preparazione,etc,etc...

Però per me il rock andrebbe considerato sotto altri parametri,perchè preso come Arte con la a maiuscola perderebbe su tutta la linea.
Email User Profile
Post: 433
Post: 356
Gender: Male
OFFLINE
11/26/2004 6:19 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

staib sono daccordo con te, bel discorso.
Guarda hai espresso perfettamente cio che penso, la tecnica è il metodo, puoi avere tante cose in testa, ma per tirarle fuori o sei un genio o devi avere del metodo, e il metodo è la tecnica.
Infatti io non ho criticato la tecnica in se, anzi non ho criticato nulla, ho solo detto che per me per divertirsi non è necessario conoscere la musica ne andare a scuola di musica, e puoi imparare dei pezzi da solo e magari anche evolvere la tua tecnica (sotto controllo da qualcuno che sa fare, che diventa una sorta di maestro passivo).
Bella staib, concordo anche sui tuoi post precedenti verso la sara, io un giorno ho preso la chitarra vecchia di mio babbo, me la sono fatta accordare e mi sono fatto insegnare 3 accordi, poi leggendo da un libro mi sono imparato altri accordi, e quando mi va imbraccio la chitarra e mi sfogo con qualche pezzo.
SAra ti riconsiglio di trovarti un gruppo e vedrai che ti scorrerà la voglia!
Email User Profile
Post: 6,100
Post: 5,037
Gender: Male
OFFLINE
11/26/2004 9:40 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

...
completamente d'accordo con staib..
dal canto mio..fortunatamente è già 8 o forse solo ) 3 anni che studio musica in una scuola con un buon maestro, e oltre al mio strumento faccio un'ora settimanale di solfeggio e una di armonia..mi esercito ogni giorno e quello che mi manda avanti è la voglia e la consapevolezza che quando salgo sul palco col mio gruppo voglio divertirmi e al contempo fare bella figura..
Concordo sul fatto che avere un gruppo ti dia una spinta..ma questa è in più..la spinta iniziale viene da te..
E la tecnica secondo me è tutto, e devi avere tecnica anche facendo quattro cazzatelle...ma soprattutto ci devi mettere passione e cuore, forza di volontà...
Per me la musica è la vita, vivo per essa ed essa è tutto per me...e fortunatamente posso permettermi i corsi!!



Staib:There are more things in heaven and heart,Orazio, than are dreamt in your philosophy..l'ho appena finito di studiare!Ho preso 8 nell'interrogazione!
Cmq è molto bella anche:
Let Hercules himself do what he may
the cat will mew and the dog will have his day
La sai la traduzione??
Email User Profile
Post: 5,233
Post: 2,282
Gender: Male
OFFLINE
11/29/2004 4:30 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Mi fa piacere che siate d'accordo con me riduardo l'utilità della tecnica della musica. Tuttavia sono convinto che quando si faccia musica si faccia arte in ogni senso.

La musica classica necessita di una invidiabile preparazione ma per suonarla spesso ci sono decine di elementi. Mettete un gruppo rock storico come i Led Zeppelin... volete che non avessero preparazione? Eppure rock facevano!
Ma questo non c'entra con l'arte, che non è la tecnica ma l'espressione.

Mettiamo un gruppo rock come i Queen. Potranno anche non piacere a nessuno di voi ma facevano delle canzoni incredibili. Basti pensare ad un pezzo come Bohemian Rapsody che dura più di 6 minuti e fonde l'opera con il rock. E nonostante tutto fu mandato in radio.

Non posso pensare che il rock non sia arte, soprattutto adesso che sto ascoltando alcune canzoni dei perfect circle (che già so che non vi piacciono.

Anche il rock è arte. E l'arte non è di serie A o di serie B. E'arte punto e basta.
Email User Profile
Post: 5,233
Post: 2,282
Gender: Male
OFFLINE
11/29/2004 4:33 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ah! Dado Amleto leggilo proprio e soprattutto se puoi vallo a vedere in teatro (evitando le compagnie minori). E'stupendo. Il modo in cui Amleto si finge pazzo eppure muove accuse, i pezzi più esistenziali come il famoso monologo o la parte dei becchini, è da vedere (o da leggere)!!!!

Shakespeare rules!!! [SM=x297421]
Email User Profile
Post: 6,100
Post: 5,037
Gender: Male
OFFLINE
11/29/2004 9:10 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

...
il monologo lo so a memoria...
da "to be or not to be" a " and lose the name of action"...
l'ho recitato!
Email User Profile
Post: 5,233
Post: 2,282
Gender: Male
OFFLINE
11/29/2004 9:25 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

L'hai recitato nel senso che l'hai recitato proprio?!?!?!?

Io ho fatto sogno di una notte di mezza estate!!
Email User Profile
Post: 6,100
Post: 5,037
Gender: Male
OFFLINE
11/29/2004 9:41 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

nel senso che:
l'ho recitato a scuola alla mia prof!!..
no recitato davanti a un pubblico no!
Email User Profile
Post: 5,233
Post: 2,282
Gender: Male
OFFLINE
11/29/2004 9:54 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Peccato!!! Recitare è uno sballo... poi ti fai un sacco di risate nelle prove...

Nel sogno di una notte di mezza estate facevo il pretendente un pò scapestrato che però non era accettato dal padre dell'amata.

All'inizio di una scena dovevo andare davanti al mio rivale e dargli un buffetto sul petto e dire: tu hai l'amore del padre. Lasciami lei e sposa il padre.

Bè non dosai bene il colpo e gli diedi un pugno alla bocca dello stomaco. Si piegò in due... che risate!!! [SM=x297418]
Email User Profile
Post: 1
Post: 1
Location: MILANO
Age: 40
Gender: Male
OFFLINE
5/18/2016 3:07 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:


https://www.youtube.com/watch?v=aQLdeuj3G7o [SM=x297422] [SM=x297454]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:41 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com
..::mEMoRy dATeS::..


GEMELLAGGI
GNU WORLD FORUM | FOLLETTI DEL BOSCO | el roub del roza | chiudere Morini | l'angolo del bar | chiudere Morini | PUNK revolution

contatore di visite .::attivo dal 05/09/2004::.