[IO SONO PER SEMPRE ASSENTE....] [L'ho riaperto per chi volesse avvicinarsi al nuovo mondo della cinofilia e dell'animalismo!]
New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author

Scendono le razze dei cani pericolosi!!

Last Update: 10/9/2004 2:19 PM
9/10/2004 5:28 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 132
Post: 19
Gender: Female
Job/occupation: Analista Progra
Amico dei Cani
Junior User
OFFLINE
Leggete qui
Finalmente il mio pinscher non è più pericoloso (al massimo ti fa la pipi sulle scarpe per l'emozione!!).

Baci
9/10/2004 5:44 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 257
Post: 255
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
dovrebbero eliminare una volta per tutte questa lista, è inconcepibile![SM=g27826]
9/10/2004 6:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 297
Post: 251
Age: 40
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
[SM=x207687] sì infatti sono i padroni il vero pericolo,non i cani!!![SM=x207687]
9/10/2004 7:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 260
Post: 258
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
[SM=x207687] [SM=x207687] [SM=x207687]
9/10/2004 9:58 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 451
Post: 50
Age: 31
Gender: Male
Job/occupation: studente :D
Amico dei Cani
Senior User
OFFLINE
hai ragione roby, però, sempre colpa dell'uomo che nn doveva creare razze come il doberman perchè so che il doberman ha qualcosa nel cervello che nn so bene, tipo che ha il cervello troppo grosso per la sua testa e perciò impazzisce co ngli anni, colpa dell'uomo, e come dici tu è colpa di chi li adestra!!!!!!!
poi vorrei dire anche n'altra cosa....

qualche mese fa trovandomi davanti a sto articolo:L'ordinanza del Ministro Sirchia d.d. 9.9.2003, volta alla tutela dell'incolumità pubblica dal rischio di aggressioni da parte di cani potenzialmente pericolosi, costituisce un obbrobrio giuridico, cinofilo ed etologico.
A prescindere dalle finalità, certamente condivisibili, che hanno portato all'emanazione di tale ordinanza, non può non suscitare perplessità e sgomento la totale incapacità dei funzionari del ministero della sanità di elaborare un provvedimento sensato ed idoneo a perseguire gli scopi, per il quale è stato emanato.
Sotto il profilo giuridico del tutto inefficace è la previsione dell'obbligo di stipulazione di una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni contro terzi.
L'articolista dell'Alto Adige Felice Camon, qualche giorno fa aveva evidenziato la necessità di prevenire tali fatti di cronaca nera, commenatndo che nessun risarcimento potrà essere mai considerato satisfattivo per chi è stato sfigurato dal morso di un cane.
Vero è che l'obbligo assicurativo surrichiamato si traduce in una vera e propria beffa per i danneggiati.
In primo luogo la stipulazione di polizze private costituisce un indice di benessere economico; appare alquanto improbabile che i proprietari di pit-bull, che per lo più, appartengono a categorie socio-ecomiche emarginate abbiano mai la volontà-capacità economica di stipulare tali polizze assicurative.
Ma a prescindere da quanto sopra appare del tutto impossibile per l'autorità pubblica di verificare l'avvenuta o meno stipula di tali polizze in capo al proprietario di qualsivoglia cane, atteso che non esiste l'obbligo di esposizione della ricevuta di pagamento, come avviene per le polizze di responsabilità civile da circolazione auto.
In ogni caso le polizze di responsabilità civile per danni contro terzi, non tutelano il terzo, ma solamente il contraente che può, eventualmente, ma non necessariamente, farsi manlevare dall'assicurazione a fronte di eventuali richieste di risarcimento danni derivanti nel caso specifico da morsi provocati dal proprio cane.
Infatti, mentre è possibile ad es. per il terzo, che è rimasto coinvolto in un sinistro stradale chiedere il risarcimento dei danni direttamente all'assicurazione e/o convenire in giudizio direttamente l'assicurazione, ciò non è possibile per chi viene morso da una cane, che potrà chiedere il risarcimento solo al proprietario del cane, proprio per la particolare natura di tali forme di assicurazione.
In particolare si rileva, poi, il paradosso di tale ordinanza che imponendo l'obbligo contestuale del guinzaglio e della museruola, rende di fatto la stipula di tali polizze inutile.
Infatti, dando per pacifico che un cane al guinzaglio e museruola è impossibilitato a mordere qualsivoglia persona, le assicurazioni potranno rifiutare di risarcire i danni provocati da morsi di cani senza museruola, proprio perché il proprietario del cane non ha rispettato le prescrizioni di tale ordinanza.
Infatti le assicurazioni pagano, per questo tipo di responsabilità, solo se il contraente ha osservato tutte le prescrizioni di legge.
Ad esempio la assicurazione per la responsabilità del proprietario di fabbricati non copre il sinistro derivante dall'incendio provocato da corto circuito, se l'impianto elettrico non è a norma di legge.
Venendo ora alla classificazione dei cani cd. potenzialmente pericolosi non resta che rimanere allibiti.
I funzionari del ministero, invece, di raccogliere informazioni dal ministero delle politiche agricole e forestali, a cui fa capo l'ENCI (l'ente nazionale cinofilo italiano), hanno preso letteralmente i primi cani che hanno trovato nella classificazione effettuata dalla Federazione Cinofila Italiana, non in base alla pericolosità dei cani, ma in base a dei criteri anche di natura meramente consuetudinari.
I gruppi di cani, ne esistono 9, sono formati da cani eterogenei tra loro.
Infatti in quasi ogni gruppo si annoverano cani da compagnia, da soccorso, da difesa e da guardia.
Per evidenziare l'assurdità della scelta dei funzionari del ministero della sanità, basterà fare alcuni esempi.
Al I gruppo appartengono i cani della regina d'Inghilterra Welsh Corgi Pembrocke (è, infatti, la razza preferita dalla famiglia reale inglese, ed in particolare dalla regina Elisabetta II), che sono cani da pastore, si tratta di cani allungati e bassi sugli arti, che richiamano alla lontana l'aspetto delle volpi, hanno un peso che varia dai 10 ai 12 KG ed un'altezza massima di 30 cm..
Se la regina Elisabetta II venisse a conoscenza che il ministro italiano della sanità Sirchia ha classificato la razza Welsh Corgi Pembrocke, come cane killer, potrebbe nascere un bel incidente diplomatico (la regina d'Inhilterra verrebbe annoverata tra gli amanti dei cani potenzialmente pericolosi, analogamente ai bulli di periferia che girano la città con i pit-bull).
Bando agli scherzi passiamo in rassegna altre razze, assurdamente considerate pericolose.
Tra i cani del I gruppo vi sono quelli di razza Schipperkee; il nome belga significa piccolo battelliere e di lui Shakespeare scrisse che "meglio del suo capitano può divenire il capitano del suo capitano", per il suo carattere che lo porta ad essere sempre al centro dell'attenzione.
Tale cane ha un'aspetto simile ad un bastardino di piccola taglia, ha un peso ideale che va dai 3 ai 5 Kg (già la dimensione rivela la pericolosità di tale razza).
Del II gruppo, considerato pericoloso, fanno parte tra l'altro due razze mignon e come tali considerate razze da compagnia - sono soprattutto amati per le loro piccole dimensioni dalle persone anziane - (trattasi del zwergpinscher e del zwergschnauzer e affenpinscher, che hanno un'altezza di ca. 25 cm.. ed un peso di 3 kg); trattasi dunque per i funzionari del ministero della sanità, il cui ragionamento riesce difficile da seguire, di cani particolarmente pericolosi.
Tra i cani del II gruppo si annoverano anche i cani da salvataggio terranova, chiamati anche cani bagnini; tali cani sono allevati per la loro socievolezza, trattandosi di cani di salvataggio e, pertanto, classificati dal ministero come pericolosi (forse tale giudizio può essere spiegato con il fatto che tra le persone che hanno avuto la sventura di salvare, vi è stato anche Napoleone, notoriamente socialmente pericoloso, ne sanno qualcosa i nostri schuetzen tirolesi).
Peraltro tali cani sono strettamente imparentati con i cani del gruppo 8° tra cui il Labrador Retriever, con cui condividono, oltre che le origini geografiche, anche il carattere, tuttavia questi ultimi a differenza dei primi non sono considerati pericolosi (un mistero che il Ministero della Sanità dovrà prima o poi svelare; infatti non può trattarsi, certamente della stazza, atteso che il cane che ha il primato dell'altezza ( 78 cm.) l'Irish Wolfhound non è stato considerato pericoloso; per questo cane vi è un aneddoto curioso, anche se oggi superato dalla sua natura pacifica: in una lettera del 391 d.c. il console romano Quinto Aurelio Simmaco ringraziava il fratello di stanza in Irlanda, che gli aveva inviato sette esemplari per combattimenti contro i leoni nel Colosseo).
Al contrario non sono state considerate, inspiegabilmente, pericolose razze da difesa, quali due razze selezionate per scopi bellici da ben due eserciti.
La prima è quella del Terrier nero russo, il Tschiorny Terrier, appartenente al 3° gruppo, tale razza è stata selezionata da un ufficiale dell'esercito sovietico, incrociando razze, quali Riesenschnauzer, Airedale Terrier, Terranova e Rottweiler, da notare che sono tutte razze annoverate dal Ministero tra quelle pericolose, la sua selezione avvenne con lo scopo di ottenere un cane grosso e robusto (per poter portare pesi), nero (per le azioni notturne), dall'ottimo fiuto (per la ricerca di feriti in tempo di guerra), dal pelo impermeabile (per poter lavorare anche in presenza di acqua e di neve), con alta aggressività per la guardia e la vigilanza, tale cane veniva, infatti, utilizzato in tempo di pace per pattugliare i confini ed evitare le fughe verso la libertà (per inciso va detto che il contributo del terranova ha riguardato solo la stazza ed il colore e sostanza oleosa del mantello, essendo notoriamente non aggressivo).
La seconda razza è quella del Cannan Dog, annoverato tra i cani del gruppo 5°, trattasi dei cani di tipo primitivo.
Tale cane è stato creato su richiesta dell'esercito israeliano, che desiderava un cane capace di pattugliare i vasti territori di confine col deserto, questa razza è nata in tempi piuttosto recenti grazie alla dottoressa Rudolphine Menzel, che l'ha selezionata incrociando cani semiselvatici, tipo dingo, con cani da pastore.
Dulcis in fundo tra i cani considerati non pericolosi e, quindi non soggetti, alle prescrizioni di cui all'ordinanza in oggetto, vi sono i cani di tipo bull, che appartengono al 3° gruppo, sezione 3°, trattasi, appunto, dei terrier di tipo bull: il Bull Terrier, lo Staffordshire Bull Terrier e l'American Staffordshire Terrier, quest'ultimo cane è quello più morfologicamente simile al pit-bull, tanto da essere, agli occhi di un profano, confusi con il pit-bull.
Questo cane, come recita la guida cani della DeAgostini, è muscoloso e potente, dotato di un'ossatura eccezionalmente robusta, l'American Staffordshire Terrier, più noto con il nome statunitense di Pit Bull era utilizzato agli inizi del secolo nei combattimenti tra cani. Oggi la sua diffusione nel mondo è problematica: infatti, mentre in Messico, in Medio Oriente ma anche in Italia e altrove si sono affermati i soggetti più aggressivi e massicci, adatti ai combattimenti, che purtroppo vengono ancora praticati, in altri paesi questi terrier faticano ad essere accettati a causa della cattiva fama, che genera diffidenza in molte persone.
A questo punto bisogna sciogliere l'equivoco in cui è facile incorrere, l'American Staffordshire Terrier è riconosciuto dalla Federazione cinofila internazionale perché non selezionato in base all'aggressività, il pit-bull, invece, non viene riconosciuto pur essendo molto simile all'American Staffordshire Terrier, perché selezionato per la sua aggressività, trattasi di una distinzione analoga a quella tra Dr. Jekyll e Mr. Hyde, distinzione che a quanto pare il Ministero è riuscito miracolosamente ad effettuare.
Vero è che i cani più indomiti, capaci di non mollare la presa, anche a costo della propria morte, sono stati storicamente i cani terrier.
Infatti, i cani da combattimento erano sempre incrociati con dei terrier.
Sia chiaro i terrier non di tipo bull, oggi non sono pericolosi, ma, comunque, mantengono un carattere ostinato e tenace.
Infatti tra tutte le razze canine solo tra il gruppo dei terrier si annoverano i cd. stanatori, i cani, originariamente, selezionati per stanare le prede più temibili, tra cui la volpe, direttamente nella tana.
Ad esempio il Fox Terrier, oggi convertito in cane da compagnia, era utilizzato per stanare le volpi, come indica lo stesso nome.
Questi cani dimostrando un indomito coraggio entravano nelle tane delle volpi e dei tassi, infilandosi in cunicoli bui per affrontare i succitati animali selvatici nella totale oscurità; una volta azzannati, non mollavano più la presa; infatti la coda cd. a manico, serviva proprio per estrarre i cani dalla tana, anche contro la loro volontà.
Anche gli amabili Yorkshire Terrier un tempo erano dei cani sanguinari, infatti venivano utilizzati, sul lavoro, dai minatori per bonificare i cunicoli delle miniere dalla presenza di topi, mentre nel tempo libero venivano utilizzati per le scommesse clandestine; vinceva chi puntava sul cane che uccideva più topi rinchiusi in un recinto, in un dato periodo di tempo.
L'ordinanza pone, inoltre, problemi di carattere etologico; infatti, d'estate la museruola per i cani brachimorfi tipo il Bulldog, può trasformarsi in una trappola mortale; infatti, nel cane la funzione respiratoria deve anche sopperire alla mancanza di un sistema di raffreddamento che nell'uomo ed in altri animali è costituito dalla sudorazione. Il cane non suda ma disperde l'eccesso di calore attraverso una respirazione accelerata detta iperventilazione. La grande lingua agevola questa funzione di raffreddamento offrendo un'ampia superficie all'evaporazione della saliva.
La presenza della museruola nei cani surrichiamati, per l'accentuato prognatismo e linfatismo e le connaturate difficoltà respiratorie, può portare, in estate, alla morte del cane per collasso cardiocircolatorio.
Peraltro è difficile anche pensare alla esistenza di una museruola per tali cani, data la conformazione della testa, priva sostanzialmente di muso ameno che non si utilizzi quella della serial killer Hanniball.
Inoltre, l'impossibilità sulla base di tale ordinanza di lasciare i cani liberi in ogni luogo pubblico, senza eccezione, ivi comprese le zone destinate ai cani, porterà sicuramente a favorire i comportamenti antisociali dei cani che non potranno più correre e giocare con i propri consimili, liberando così le energie accumulate nelle abitazioni degli umani che li ospitano.
I pochi esempi sopra citati, ma ce ne sarebbero tanti altri, dimostrano la totale assurdità del provvedimento del Ministero della Sanità, che impone la stipula di una polizza assicurativa che non tutela il danneggiato, considera pericolosi tutti i cani del 1° e 2° gruppo, indistintamente, pur annoverandosi in tali gruppi cani da compagnia e da soccorso e, quindi, selezionati per la loro particolare mansuetudine ed alto livello di socializzazione, mentre esclude da tale provvedimento cani utilizzati dagli eserciti per il pattugliamento dei confini, ma soprattutto i cani di tipo bull, che sono quelli che hanno provocato l'ordinanza in oggetto, favorisce comportamenti antisociali nei cani non aggressivi, in quanto non possono più essere tenuti in modo compatibile con la loro natura ed esigenze etologiche (quanti sono gli affidatari di cani che possono far correre il proprio cane nel parco privato ?).
Data la totale incapacità dei funzionari del ministero della Sanità di redigere un'ordinanza, minimamente accettabile sotto il profilo giuridico, cinofilo ed etologico, pur di fronte ad episodi gravissimi, quali quelli che hanno condotto alla sua emanazione, è lecito concludere tale articolo con una battuta: socialmente pericolosi sono i funzionari del ministero della Sanità che con tanta superficialità ed imperizia hanno redatto un ordinanza di tal fatta.
Una selezione dei cani pericolosi basata sulle statistiche delle aggressioni registrate avrebbe certamente portato ad un provvedimento di ben altro contenuto sotto il profilo dei destinatari e, quindi, più mirato, con tutto quello che ne consegue sotto il profilo del controllo della sua applicazione.
In un paese dove vengono emanate leggi severissime per giustificare l'adozione di provvedimenti di condono, provvedimenti di tale fatta suscitano dei seri dubbi sulla loro osservanza, quando coinvolgono in maniera irragionevole milioni di destinatari (infatti il I e II gruppo di cani sono quelli più numerosi).
Non si capisce, infatti, come i proprietari di certi cani da compagnia e/o soccorso debbano usare la museruola ed altri no, sarebbe come se il Ministero delle attività produttive stabilisse un limite di velocità diverso tra veicoli non in base al tipo ma in base al colore degli stessi.
Peraltro, se non si è in grado di emanare un provvedimento serio ed efficace, basterebbe copiare quelli adottati da altri paesi europei, dove è vietato l'allevamento dei pit-bull ed è stata resa obbligatoria la loro sterilizzazione.

Avv.Sandoli dr. Andrea



Perla, la mia cagna, è pericolosa??????
assolutamente nn ero d'accordo come nn lo sono nel definire dei cani pericolosi! come succede con gli uomini, come nell'antichità e ancora molti oggi credono che gli uomini bianchi siano più intelligenti dei neri, più intelligenti, macchè!
e ritornando al discorso perla pericolosa ma nn solo , sentire anche il sanbernardo, i pastoriiiiiiii grrrrrrr
cmq io nn ho mai portato perla per strade feste e cose varie con la museruola! ma poveri quei cani con la museruola [SM=g27826] come si fa ha chiudere la bocca ad un caneeeee se la chiudessero loro la bocca con una museruola sti bastardi che fanno ste leggi!!!!!!!![SM=g27812] [SM=g27812] [SM=g27812] [SM=g27812] [SM=g27812] [SM=g27812]

9/10/2004 10:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 271
Post: 269
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
Re:

Scritto da: leleCri 10/09/2004 21.58
hai ragione roby, però, sempre colpa dell'uomo che nn doveva creare razze come il doberman perchè so che il doberman ha qualcosa nel cervello che nn so bene, tipo che ha il cervello troppo grosso per la sua testa e perciò impazzisce co ngli anni, colpa dell'uomo, e come dici tu è colpa di chi li adestra!!!!!!!



NO NO NO!!!![SM=g27826] Questa è semplicemente una pura e semplice leggenda metropolitana a cui non bisogna assolutamente credere!!!!!!! Non è assolutamente vero che il Dobermann ha di questi problemi! Sento molta gente che sostiene che dopo un tot di tempo il Dobermann impazzisce per questo o per quell altro motivo......ripeto è semplicemente una diceria messa in giro!
9/10/2004 10:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 2,134
Post: 113
Age: 50
Gender: Female
Amico dei Cani
Veteran User
OFFLINE
Evviva da oggi è tornata buona anche la mia dolce bernese Isa![SM=x207688] ... e i miei piccoli corgi![SM=x207700]
9/10/2004 11:46 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 273
Post: 271
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
[SM=g27827]
9/11/2004 3:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 4,584
Post: 2,450
Age: 28
Gender: Female
Dobermann
Master User
OFFLINE
che bastardo il ministro sirchia!

Finalmente sono rimasti pochi ma se dovessero togliere tutto fanno prima... IMBECILLI!!!!
9/12/2004 12:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 315
Post: 313
Gender: Female
Senior User
OFFLINE
A proposito dei cani che Sirchia definisce pericolosi....andate a vedere il sito che ho riportato nella sezioni Link "Sito carinissimo"[SM=x207688] [SM=x207688]
9/12/2004 2:00 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 342
Post: 296
Age: 40
Gender: Female
Senior User
OFFLINE
Anche Dew era un cane pericoloso[SM=x207688] ...pericoloso xchè ti porta troppe volte la pallina[SM=x207688] e pericoloso xchè se non stai attento ti slurpa la faccia fino a sfigurarti[SM=x207688] ....[SM=x207691]
9/12/2004 7:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 4,643
Post: 2,506
Age: 28
Gender: Female
Dobermann
Master User
OFFLINE
auhauhauahuaha [SM=x207688]
9/12/2004 9:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 333
Post: 331
Gender: Female
Senior User
OFFLINE
[SM=g27828] [SM=x207691]
9/13/2004 8:01 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 472
Post: 341
Gender: Male
Dobermann
Senior User
OFFLINE
W i cani!!!! auhauahuaha [SM=x207688]
9/13/2004 9:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 360
Post: 314
Age: 40
Gender: Female
Senior User
OFFLINE
[SM=x207688]
9/14/2004 1:54 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 345
Post: 145
Age: 28
Gender: Female
Dobermann
Senior User
OFFLINE
[SM=x207688]
10/7/2004 3:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 215
Post: 120
Age: 32
Gender: Female
Amico dei Cani
Junior User
OFFLINE
sono tornati buoni anche i miei "lassie" [SM=g27829] ... pastori scozzesi ...

[SM=g27832] ma non avevano proposto una specie di patentino per i possessori dei cani pericolosi? mah... e poi durava in eterno? o ad ogni morso del cane ti scalavano 10 punti? [SM=x207687]
10/7/2004 3:06 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 691
Post: 678
Gender: Female
Senior User
OFFLINE
si avevano proposto anche un patentino [SM=g27829] [SM=x207687]

insomma....vedremo cos altro si inventano...[SM=g27825] [SM=g27820] [SM=g27829]
10/7/2004 5:46 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 74
Post: 74
Gender: Female
Junior User
OFFLINE
Re:

Scritto da: leleCri 10/09/2004 21.58
hai ragione roby, però, sempre colpa dell'uomo che nn doveva creare razze come il doberman perchè so che il doberman ha qualcosa nel cervello che nn so bene, tipo che ha il cervello troppo grosso per la sua testa e perciò impazzisce co ngli anni




[SM=x207690] usti... ma dai????
10/7/2004 9:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 673
Post: 570
Age: 40
Gender: Female
Senior User
OFFLINE
[SM=g27833]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:54 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com