Forum News Regolamento Play by Forum Progetti GdR Free MagMa MagMa Forum
Addio Arjuna, addio Poeta fantastico e creativo... che la terra ti sia lieve.
"Sai cosa scrivere? Allora posta! Non sai cosa scrivere? Allora spamma!"


New Thread
Reply
 
Print | Email Notification    
Author
Facebook  

[1] Scenario: La colonia

Last Update: 5/18/2003 11:44 AM
4/13/2002 4:06 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 257
Registered in: 11/19/2001
Location: GENOVA
Age: 36
Gender: Male
Moderatore
Eletto
Accolito della Fratellanza
Falco
Mi accascio per terra. Non capisco cosa sia successo, ma l'importante è essere vivo. Poi ricordo la vista di quel... quel mostro e vomito sul pavimento. Mi pulisco la bocca e con un filo di voce "Aracus... amico mio... sei vivo! Hai ucciso quella cosa? Eh eh, l'allievo che supera il maestro... doveva accadere un giorno... aiutami ad alzarmi" e mi lascio alzare in piedi, mezzo stordito. Quasi per caso lo sguardo si posa sulla EX-LUCE, "Aracus... la spada di Caio! Ora a lui non serve più (guardo tristemente il corpo distrutto) è nostro dovere prenderla per onorare ancora il suo possessore! Qualsiasi cosa mi succederà la EX-LUCE sarà tua... hai il dovere di non farla cadere in mano nemica... ricordati!" e cambio la spada con quella.
Chiara Piotto (Sky Tg24)TELEGIORNALISTE FANS FORU...51 pt.10/13/2019 8:44 PM by Venal.90
Monza Vs Albinoleffeblog191234 pt.10/13/2019 10:59 PM by il monza 1912
Emanuela BottoIpercaforum33 pt.10/13/2019 9:00 PM by q0024
Confronto automatico tra più righe di terni.Excel Forum30 pt.10/13/2019 9:42 PM by DANILOFIORINI
4/13/2002 8:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 127
Registered in: 11/15/2001
Age: 27
Gender: Male
Nuclearizzato
Conoscitore
Marco Bellero
Marco si trova ancora in uno stato confusionale, e la domanda dell'uomo lo lascia perplesso << Non lo so.. non ricordo, ma ormai e' acuq passata >> i pensieri sembrano rimettersi a posto, si da un ultima spinta e si mette in piedi, questa volta le sue gambe reggono il peso, si mette nella sua solita posizione con lo sguardo fiero e alto degno di un pretoriano << Pretoriano Marco Bellero, al servizio dell'imperatore >>

Sarsha Link di Turlam
4/14/2002 1:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 366
Registered in: 11/5/2001
Gender: Male
Moderatore
Eletto
Sciamano
Falco e Aracus

La EX-LVCE non é più illuminata, e solo i tuoni e la poca luce che filtra dal corridoio in questa stanza, illumina la macabra scena in cui siete immersi: il centurione Caesar Caio morto con il volto consumato da quella mortale resina, e lo Strisciante, l'abominio, di cui rimane solaemente una veste nera e un sacchetto, da cui il mostro ha tratto la mortale resina.
Voi due guardate la scena, e sentite ancora la pioggia che cade.. poi sentite, dopo le ultime parole di Falco, dei passi che arrivano dal corridoi..

Marco Bellero e Gaio Valerio Massimo

Un altro tuono in cielo illumina a giorno il vicolo in cui siete: vi siete dimenticati che sta piovendo a dirotto?
Vi spostate sotto un colonnato vicino al vicolo, dove potete parlare con molta più calma.

4/14/2002 9:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 21
Registered in: 3/18/2002
Location: GENOVA
Age: 31
Gender: Male
Nuclearizzato
Apprendista
Aracus
"Falco! Si stà avvicinando qualcuno! Sei pronto ad uno scontro se fossero altre creature?" Mentre chiedo questo mi metto in guardia e stringo l'elsa della spada, intanto ricontrollo ex-luce, ormai sono certo che essa segni i pericoli in avvicinamento.
4/17/2002 5:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 21
Registered in: 2/26/2002
Gender: Male
Nuclearizzato
Apprendista
Valeri Massimo
"Gaio Valerio Massimo. Ora sono solo un vecchio, ma un a volta..." e aspetto per vedere se ha sentito parlare di me.
4/19/2002 6:01 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 131
Registered in: 11/15/2001
Age: 27
Gender: Male
Nuclearizzato
Conoscitore
Marco Bellero
Marco si fa' pensieroso in volto, guardando attentamente il viso dell'uomo << No, mi spiace ma sembra che io non ti conosca affatto... molte cose sembra avere dimenticato >> si gratta la testa confuso

Sarsha Link di Turlam
4/21/2002 3:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 22
Registered in: 2/26/2002
Gender: Male
Nuclearizzato
Apprendista
Valerio Massimo
Guardandolo pensieroso dico: "Allora, non mi avete ancora spiegato cosa vi e' successo...".
4/21/2002 6:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 138
Registered in: 11/15/2001
Age: 27
Gender: Male
Nuclearizzato
Conoscitore
Marco Bellero
Il pretoriano guardava fisso negli occhi del suo interlocutore, ma la sua mente era persa nei ricordi.. ricorda che non riusciva a trovare, si gratto la barba che da pochi giorni non curava e che iniziava a crescere poco rigogliosa per fortuna << Non lo so, non ne voglio parlare, adesso scusate la mia scortesia ma ho intenzione di andarmi a riposare >> si guardo' attorno Roma era molto grande ma quella zona gli dava un senso di dejavu, s'incammino per la prima strada che gli capito' a tiro cercando i suoi alloggi

Sarsha Link di Turlam
4/21/2002 9:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 24
Registered in: 2/26/2002
Gender: Male
Nuclearizzato
Apprendista
Valerio Massimo
"Allora arrivederci pretoriano..." lo guardo mentre si allontana da noi pensando a quanto sia strano quell'uomo, poi mi rivolgo ad Aristide: "Aspettiamo Tito e poi riprendiamo i nostri affari...". Sul volto si apre un sorriso sincero:"Cero che questi giovani di oggi pensano di essere invincibili, ma si perdono in un bicchiere d'acqua...e sono anche scortesi".
4/22/2002 10:37 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 382
Registered in: 11/5/2001
Gender: Male
Moderatore
Eletto
Sciamano
Gaio Valerio Massimo

Mentre stai aspettando Tito, il pretoriano scompare per le strade di Roma, mentre la pioggia continua a cadere senza sosta: Tito sembra tardare parecchio, e vedi che anche Aristide é impaziente, ma cerca di non mostrarlo.
Blic... blic... Blic...
Senti le goccie che rimbalzano su qualcosa, e ti guardi attorno, destato dal torpore della tua attesa: nel luogo dove si trovava il pretoriano, si trova un piccolo oggetto d'oro, una specie di medaglione.
Anche Aristide lo vede, e ti guarda dicendo:
"Davvero strano quel pretoriano se perde oggetti simili"
Aristide quindi corre sotto la pioggia, e prende il medaglione d'oro di forma triangolare, e lo guarda un attimo, per poi dartelo, dicendo:
"Un oggetto molto particolare, a quanto sembra: sembrerebbe di fattura greca, ma non ne sono sicuro..."
Prendi il medaglione con la mano destra, e vedi che un piccolo cerchiello di argento si é rotto: é probabilmente in quel punto che una piccola cordicella lo teneva fissato al collo del pretoriano.
Mentre lo guardi (non ti intendi molto di gioielli e quindi non sapresti stimare il valore di questo oggetto) Tito arriva, seguito da un uomo di mezza età, pelato e in sovrappeso, che si guarda attorno, dicendo:
"Ebbene? Dov'é questo pretoriano ferito?"


Marco Bellero

In una decina di minuti arrivi ai tuoi alloggi, vicini al palazzo imperiale: entri nella tua stanza, e mentre la porta si chiude dietro di te, senti come un peso che viene sollevato dalla tua anima.
Sei a casa, al sicuro.
Noti con stupore che stringi nella mano ancora la boccetta che la vecchia ti ha dato: é completamente vuota.

Falco e Aracus

I passi si avvicinano, lenti ma inesorabili, mentre vi preparate ad affrontare un altro avversario: la porta si apre, ed é .. solamente una servitrice, che lascia cadere un piatto pieno di frutta per terra, e lancia un grido che tutti nel palazzo sentono.
Le orbite vuote e disumane del cadavere di Caesar Caio stanno ancora guardando l'eternità, mentre la EX-LVCE, in mano a Falco, non emette nessuna luce.


4/22/2002 5:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 23
Registered in: 3/18/2002
Location: GENOVA
Age: 31
Gender: Male
Nuclearizzato
Apprendista
Aracus
Mi avvicino alla serva per tranquillizzarla "Non si preoccupi non è niente" tanto cerco di mettermi tra lei e il cadavere di Caio per impedire che ella lo veda ancora. Mi volto verso Falco e con sguardo interrogativo "E adesso che si fa?"
4/22/2002 6:14 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 264
Registered in: 11/19/2001
Location: GENOVA
Age: 36
Gender: Male
Moderatore
Eletto
Accolito della Fratellanza
Falco
Butto a terra il cadavere e copro il volto con le sue vesti, in modo che non possa essere visto.
Dobbiamo cercare il vecchio senatore e comunicargli la morte di suo figlio e il pericolo incombente su Roma!
"Andiamo, Aracus! Chiudiamo la porta nel migliore dei modi e cerchiamo il senatore!" esco di fretta aspettando che il pretoriano mi segua, dopodichè cerchiamo di chiudere la porta con mezzi di fortuna, in modo da dissuadere i curiosi.
4/22/2002 7:00 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 140
Registered in: 11/15/2001
Age: 27
Gender: Male
Nuclearizzato
Conoscitore
Marco Bellero
La boccetta non si era nemmeno accorto di continuarla a tenere in mano, come per aggrapparsi ad un qualcosa che ormai non esisteva piu', ma cosa ? non ricordava non riusciva a ricordare e piu' si sforzava piu' la mente gli doleva, butto l'ampolla a terra che s'infranse in centinaia di pezzi e si porto a fatica nel letto li' si sdraio e aspetto di prendere sonno

(Master dimmi: ho dimenticato solo il mio passato o anche la missione e tutto il mio presente ?)

Sarsha Link di Turlam
4/26/2002 8:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 391
Registered in: 11/5/2001
Gender: Male
Moderatore
Eletto
Sciamano
Atto III: Intrighi
25 ac - Roma - 19.00

Falco e Aracus

Uscite dal senato, chiudendo quella porta maldetta, e a piedi, vi dirigete più veloci che potete fino alla periferia di Roma: nessuno infatti, finché é giorno, può usare mezzi di trasporto nel cuore della città eterna.
Con una biga guidata da un servo, vi fate portare fino alla residenza del senatore Caio Albertus, che si trova appena fuori Roma, oltre il Tevere.
Piove ancora, mentre attraversate l'ingresso della villa del senatore, una pioggia fredda, che vi bagna e vi raggela fino nelle ossa.
Lo sguardo di tutti e due cade sui capelli di Falco, per metà completamente bianchi, bianchi come la neve del nord, dei territori barbari...
Rabbrividite quando un fulmine illumina per un attimo la EX-LVCE, ma é solamente un attimo: anche se volete nasconderlo alle altre persone, siete molto scossi per quello che é successo una decina di minuti fa, molto scossi.
Degli schiavi vi asciugano i vestiti, e in un attimo siete presentabili: il senatore vi accoglie in una accogliente stanza, riccamente ornata, e con almeno una decina di schiavi e schiave pronti ad eseguire ogni vostro ordine.
Gli occhi verdi dell'uomo anziano, cadono immediatamente sulla spada che porta con se Falco: la EX-LVCE non passa certamente inosservata per chi la conosce... il senatore, con sguardo sfuggete, fa cenno a tutti gli schiavi di uscire dalla stanza.
Una donna, però, sembra esitare, dopo che ha visto la faccia preoccupata del senatore, che gli dice:
"Nipote mia, ho detto di andare fuori" il senatore alza la voce "mi sono fatto intendere?"
La donna, molto giovane a dire il vero, é bella, ma non avete il tempo di pensare troppo a lei, perché il senatore, rivolto a falco vi dice:
"Che accade?"


Marco Bellero

Il letto di un pretoriano é morbito, e il suo profumo dolce come una amante...
Ma morfeo non sembra volerti questa notte con se: ti rigiri nel letto, e lentamente provi a cercare di chiudere gli occhi, ma non ci riesci.
Sei stanco, ma é come se tutto quello che succede attorno a te ti tenesse sveglio per sempre: senti la pioggia cadere, senti il rumore di alcuni soldati che passano poco lontano, senti una biga passare, molto lontano da dove sei tu.

4/28/2002 2:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 144
Registered in: 11/15/2001
Age: 27
Gender: Male
Nuclearizzato
Conoscitore
Marco Bellero
Il letto non da' soddisfazioni a Marco e gli incubi lo assalgono, incubi di cosa poi non lo ricorda, ombra avvolgono la sua mente confondendolo e lasciandolo cosciente, si alza dal letto sudato anche se la notte e' abbastanza fredda, si avvicina alla finestra e la apre permettendo all'aria della notte unita all'umidita' della pioggia di avvolgerlo, guarda fuori sente i pochi rumori della notte e li rimane ad osservare l'oscuro panorama che gli si para davanti

Sarsha Link di Turlam
4/28/2002 9:35 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 268
Registered in: 11/19/2001
Location: GENOVA
Age: 36
Gender: Male
Moderatore
Eletto
Accolito della Fratellanza
Falco
Lo sguardo duro, terribile, rabbrividisco io stesso, il ricordo degli attimi precedenti mi attanaglia lo stomaco, parlo con un filo di voce, con fatica visibile "Gli dei sono adirati! Roma è in grave pericolo! Noi, con questi nostri occhi abbiamo visto l'essere più abominevole che si possa immaginare..." respiro profondamente, alzo la spada verso il senatore "... vostro nipote è morto in battaglia... con onore... è perito sotto le stregonerie della creatura, nessuno ha potuto fare qualcosa per salvarlo, ma ora anche l'essere è morto" mi volto verso Aracus "Merito suo! Io sono stato paralizzato dalla paura (mi passo una mano sui capelli bianchi) e non ho potuto agire, lui invece... l'ha uccisa con prontezza! Sempre che non la voglia per sè pensavo di usare la spada di suo nipote..."
Resto immobile con gli occhi sbarrati, non guardo il senatore, fisso il vuoto dietro di lui...
4/30/2002 1:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 29
Registered in: 2/26/2002
Gender: Male
Nuclearizzato
Apprendista
valerio massimo
"il pretoriano ha deciso di andare via...si e' sentito meglio...comunque la ringrazio" dico verso il medico. Lo congedo e dico verso Tto e Aristide: "Guardate cosa ha perso...dobbiamo restituirglielo. Sembra importante. Dopo averlo raggiunto riprenderemo i nostri affari." e gli mostro il ciondolo.
4/30/2002 3:45 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 28
Registered in: 3/18/2002
Location: GENOVA
Age: 31
Gender: Male
Nuclearizzato
Apprendista
Aracus
Vedo Falco tremendamente sconvolto e i suoi capelli ne sono la testimonianza. Alla lode del mio centurione cerco di non scompormi e rimango sull'attenti pronunciando solo:"Ho fatto solo il mio dovere". Dopo rimango in attesa di una reazione del senatore.
5/1/2002 9:53 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 396
Registered in: 11/5/2001
Gender: Male
Moderatore
Eletto
Sciamano
Marco Bellero

Vedi Roma non come la splendente città eterna, padrona del mondo, ma come una città che ti ricorda i tuoi incubi, che questa notte sono vivi.
Continua a piovere, e i lampi e i tuoni ti tengono sveglio per almeno un'ora..
Un'ora in cui la tua mente vaga, distorta e persa, attraverso un circolo vizioso, come a ricordare qualcosa di prezioso, che però hai dimenticato... non sai cosa.. ma era parte di te, ed ora non lo é più.

Valerio Massimo

Il medico, che probabilmente aveva qualcosa di meglio da fare, ti guarda storto, ed inizia a correre sotto la pioggia, per tornare nella sua casa.
Lo vedi che scompare nell'oscurità della notte.
Tito e Aristide prima guardano il medaglione, e poi ti guardano.
E' Tito il primo a parlare:
"E' molto strano trovare un pretoriano di notte, ferito che perde medaglioni di questo valore, capo.."
ed Aristide aggiunge
"Ha ragione Tito..e poi, avete visto il suo sguardo? Deve essere successo qualcosa, se aveva una faccia così"
I due soppesano ancora per un attimo il medaglione con lo sguardo, per poi esortire, insieme:
"Lo troveremo certamente vicino al palazzo imperiale.. é lì che risiedono i pretoriani..."

Falco e Aracus

Il vecchio Senatore vi guarda, poi vi ordina di sedervi, cosa che fate prontamente tutti e due: é lui stesso che prende due coppe di vino e ve le porge, intimandovi di berle.
Fate come dice lui, i suoi movimenti sicuri sono rassicuranti, e l'intera casa, mentre bevete e vi mettete comodi, sembra molto più accogliente e sicura.
Il Senatore, appena avete finito di bere, vi dice, con un filo di voce:
"Ebbene, é successo quello che temevo.."
Voi due vi guardate, non capendo che cosa intende, poi lui, indicando la EX-LVCE dice:
"Quella spada mi é stata donata da un druido del nord, un mago che conosce molto bene le creature che voi avete coraggiosamente (ti sorride apertamente, Aracus) affrontato: io l'ho data a mio figlio affinché la usasse al suo meglio, ma pare che non sia andata così"
Il senatore prende un lungo sospiro, trattenendo le lacrime che altrimenti solcherebbero il suo volto, dicendo:
"Il fatto, in se, era prevedibile.. pensavo che loro si sarebbero mossi però alla nostra partenza, non così presto: la missione che l'imperatore vi ha dato é molto più complessa di quanto crediate.. vi basti sapere che ci sono persone, e non SOLO, che non vogliono che voi arriviate vivi fino a quel villaggio, per investigare su quanto successo"
Il senatore appoggia il calice sul tavolino di legno lavorato davanti a se, e poi dice:
"Per la vostra sicurezza, vi consiglio di rimanere in questa casa, almeno fino a domani"
Lo sguardo del senatore é sicuro e sereno.

5/1/2002 5:07 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 29
Registered in: 3/18/2002
Location: GENOVA
Age: 31
Gender: Male
Nuclearizzato
Apprendista
Aracus
Rispondo al sorriso del senatore con un sorriso appena accenato. Sorseggio il vino e dico "Chi sono queste persone che ci vogliono morti senatore?".

[Modificato da Badrel 01/05/2002 18:08]

New Thread
Reply

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:29 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com