Vote | Print | Email Notification    
Author

Termovalorizzazione

Last Update: 11/27/2005 11:13 PM
10/26/2005 1:37 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 124
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
Seguendo la trasmissione linea diretta dossier di ieri sera mi sono posto delle domande che vorrei condividere con voi.
Premetto che non sono un ambientalista, ma che comunque nei miei limiti cerco di comportarmi in maniera adeguata nei riguardi dell'ambiente.
A Gubbio, facciamo la raccolta differenziata per i rifiuti urbani.

Forse non tutti sanno che:
- se ci sono più contenitori separati di rifiuti, devono necessariamente passare più camion per la raccolta e di conseguenza si consuma di più e si inquina di più
- per reciclare la carta, occorre usare sostanze chimiche che inquinano l'ambiente.
(... e tanti altri fattori negativi che non sto qui ad elencare)

Vi è un processo per lo smaltimento dei rifiuti che oltre a non inquinare produce anche energia. Questo è la termovalorizzazione.
Controlli approfonditi da enti regionali e nazionali hanno appurato che alla temperatura altissima degli inceneritori e con tecniche sofisticate si riesce a smaltire senza inquinare ed in più a produrre energia.

Se non lo capiamo o forse non lo vogliamo capire, veramente abbiamo qualcosa che ci offusca la vista....
Forse è vero che dopo l'interruzione di questo processo, ci troveremo le gomme anche sotto al nostra giardino di casa.

Con la termovalorizzazione si risparmia in ambiente...

10/27/2005 11:21 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Plutina
[Unregistered]
Sono perfettamente d'accordo con daverkat! [SM=g27811]

Ma non interessa a nessuno questo problema? [SM=g27820]:
10/27/2005 11:51 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
siperò
[Unregistered]
Concordo anch'io che su questo tema si sia fatto un grosso terrorismo psicologico a fini politici, però alcuni aspetti del problema non vanno sottovalutati.

Soprattutto quello dei controlli che, a quanto pare, venivano effettuati direttamente dall'azienda e i risultati poi comunicati all'ARPA... se uno è controllato e controllore allo stesso tempo qualche dubbio lo suscita [SM=g27814]

Quindi secondo me il problema non è su termovalorizzazione si o no, ma assicurare che questa venga fatta nel miglior modo possibile, con i migliori impianti possibili, e con controlli ferrei.

Assicurato questo, è logico che è un modo per smaltire i rifiuti sicuramente più ecologico delle discariche o di certi "riciclaggi" che costano un sacco in termini di risorse economiche ed energetiche, e che costituiscono solo un business per chi gestisce i rifiuti...
10/27/2005 4:00 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
giorox
[Unregistered]
il 03/08/2005 9.56
io avevo aperto un discussione in merito, 69 sono state le visite nessun commento
complimenti a tutti .
adesso dove aveto trovato il coraggio di scrivere a rigurdo di questo problema?
Sindaco, verdi, arpa, rifondazione ne sono state sempre oll'oscuro?
booooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!
10/28/2005 12:10 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 124
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
Giusto girox,
scusami...ma quando avevi scritto il post tu, non avevo capito tanto bene il problema.
Mi sono sensibilizzato seguendo la trasmissione Linea Diretta.

Scusami ancora [SM=g27821]
11/1/2005 8:41 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
=Zela=
[Unregistered]
Adesso i pneumatici chi li smaltirà... Scavizzi dei Verdi?

I cittadini di Gubbio quanto dovranno sborsare per ottenere una nuova via per la termovalorizzazione?

In questa vicenda secondo me ci sono stati solamente dei giochi di partito (leggasi fette di prosciutto ta j'occhi) contro un Azienda che faceva un servizio alla cittadinanza (e a se stessa ovviamente),ma rimanendo nei parametri stabiliti dalle leggi in materia.
Che tristezza.
11/4/2005 11:49 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Pensare è meglio
[Unregistered]
Ignoranza!
E' ovvio che chi è a favore della termovalorizzazione nei cementifici non conosce assolutamente l'argomento.
Gli inceneritori (quelli veri, non gli impianti industriali) hanno dei sistemi di filtraggio che se vengono fermati mandano in allarme, con conseguente blocco, tutto l'impianto; nelle cementerie basta fare click su un bottoncino quando nessuno guarda e il risparmio energetico e di soldi (perchè di elettrofiltri si tratta) è compiuto.
Inoltre alle alte temperature i metalli pesanti non si distruggono assolutamente!
Inoltre certe sostanze altamente tossiche, come la diossina, sono proprio un residuo di combustione.
Sulla questione riciclaggio, certo si può fare meglio, ma è la soluzione che tutti i paesi avanzati del mondo stanno adottando.
Si inquina di più perchè passano due camion in più a prelevare il differenziato???? Qualcuno ha idea di quanta energia e risorse naturali si sprecano e quanto si inquina per produrre carta, vetro, alluminio, plastica???
Per riciclare la carta si usano sostanze chimiche, è vero, ma in misura molto minore rispetto a quante se ne usano per produrre carta nuova, perfettamente bianca (quella chiara è sempre un pò grigietta), senza considerare che l'abbattimento incontrollato di alberi sta contribuendo ai cambiamenti climatici a cui tutti stiamo assistendo in questi ultimi anni.
Per ultimo...la termovalorizzazione in cementeria produce nuovi posti di lavoro? Darà più ricchezza al nostro territorio (intesa come ricchezza generalizzata, non ricchezza nelle solite tasche)?
Nulla di tutto questo...in cambio avremo aumento di tumori (tristo chi ci capita) e aria inquinata.

Possibile che gli industriali sono tanto bravi a fare gli interessi loro e l'uomo di strada invece non è capace per niente nemmeno a pensare di tutelare la salute sua e dei suoi concittadini???

Forse è proprio per questo che loro sono forti e potenti...perchè non si fanno mettere i piedi in testa, a differenza di tutti noi!!!
11/4/2005 11:07 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
verdideche?
[Unregistered]
non so chi sei ma complimenti.
servirebbe veramente gente come te che fscesse aprire gli occhi un pò a tutti.
se hai notizie + dettagliate tipo i camion che trasportavano i pneumatici da dove venivano e chi c'era dietro.
11/9/2005 8:11 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
l'ignorante
[Unregistered]
Documentarsi prima di pensare
Visto che in questo forum abbiamo una persona che si intende di cementifici e inquinamento e io sono un ignorante in materia vorrei chiedere a PENSARE E' MEGLIO se ha mai visto una cementeria, se ne conosce il ciclo tecnologico e soprattutto a cosa servono gli elettrofiltri.

Vorrei inoltre sapere da PENSARE E' MEGLIO come si generano le diossine e se è conoscienza di qualche cementeria in Italia e nel mondo che abbia mai avuto problemi con questo tipo di inquinante.

Vorrei inoltre sapere da PENSARE E' MEGLIO se conosce i valori di emissione che vengono generati dalla co-combustione delle gomme e quelli generati dalla combustione del solo carbone e se è a conoscienza in Italia e nel mondo di qualche cementeria che abbia mai avuto problemi di emissione con l'utilizzo delle gomme.

Vorrei inoltre sapere da PENSARE E' MEGLIO se una cementeria toglie una percentuale di combustibile tradizionale per sostituirlo con le gomme o se le gomme sono un'aggiunta al combustibile tradizionale.

Credo che sia giunto il momento di fare un po' di chiarezza tecnica sull'argomento perchè io sono un ignorante che cerca di non esserlo più e per fare questo ho bisogno di numeri e certezze...

Grazie in anticipo
11/9/2005 8:54 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
l'ignorante
[Unregistered]
ALTRO QUESITO PER PENSARE E' MEGLIO.
PENSARE E' MEGLIO MI SONO DIMENTICATO DI CHIEDERTI SE LA CO-COMBUSTIONE DELLE GOMME PRODUCE QUANCHE RESIDUO DELLA COMBUSTIONE TIPO LE CENERI CHE PROVENGONO DAGLI INCENERITORI.
DI NUOVO GRAZIE
11/9/2005 9:32 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
qulacosa la so
[Unregistered]
Diossina...
Giappone (1997): Contromisure per l'inquinamento da diossina

A causa della limitata superficie del territorio del Giappone, trovare lo spazio per sbarazzarsi dei rifiuti è un perenne problema: il ricorso all'incenerimento dei rifiuti è stato fatto per necessità, di conseguenza la diossina rilasciata dagli inceneritori è diventata un problema che il Giappone è stato costretto ad affrontare. La diossina è il composto di tetraclorodibenzo-para-diossina che ha la tendenza ad accumularsi nel corpo e causare il cancro e malformazioni nei feti.
Si è supposto che la diossina possa essere eliminata a temperature tra gli 850•C e i 900•C e oltre. Sono allo studio nuove misure incentrate sull'installazione di un dispositivo che aumenti l'efficienza della combustione e raffreddi la fuoriuscita dei gas di scarico. Il Ministero della Sanità e Previdenza Sociale ha adottato una politica di sviluppo di un impianto inceneritore su larga scala per trattare i rifiuti provenienti da una vasta area. A causa degli altissimi costi di costruzione e manutenzione, della necessità di una camera di combustione modificata e della volontà di affrontare il problema della diossina, le amministrazioni comunali hanno visto le loro finanze dissanguate dall'adempimento di queste nuove misure.
...la caratteristica piu' subdola e pericolosa di questa sostanza cancerogena che, grazie al mercato globale puo' colpire anche molto lontano dal luogo in cui la diossina si Pertanto non dovrebbe meravigliare il fatto che si trova molto piu' diossina nel latte umano rispetto al latte vaccino. E si arriva al paradosso che, in molti casi, il latte umano non potrebbe essere consumato in quanto il suo contenuto di diossina e' spesso superiore ai valori guida ammessi per il latte di mucca (caso del latte delle mamme svedesi).
AGENZIA PROTEZIONE AMBIENTE-USA:
Dioxins and furans are some of the most toxic chemicals known to science. A draft report released for public comment in September 1994 by the US EPA (Environmental Protection Agency) clearly describes dioxin as a serious public health threat. The public health impact of dioxin may rival the impact that DDT had on public health in the 1960's. According to the EPA report, not only does there appear to be no "safe" level of exposure to dioxin, but levels of dioxin and dioxin-like chemicals have been found in the general US population that are "at or near levels associated with adverse health effects."
ARPA LOMBARDIA:
Gli impianti che effettuano il recupero energetico devono obbligatoriamente avere un sistema di controllo in continuo degli inquinanti all’emissione principale (forno): polveri, ossidi di azoto, biossido di zolfo, acido cloridrico, carbonio organico totale e devono, inoltre eseguire la ricerca dei cosiddetti microcontaminanti: diossine, furani, IPA (idrocarburi policiclici aromatici).

Nei test effettuati su 4 cementifici che
bruciavano gomme in California, sono stati trovati
questi aumenti di concentrazioni:
DIOSSINA fra il 53 ed il 100%: 4 su 4
IPA (idroc polic arom) tra il 296 ed il 2230%: 3 su 4
PIOMBO fra il 59 ed il 475%: 3 su 4
CROMO 727%: 1 su 4

How to Start to Stop Dioxin Exposure in Your Community
By Stephen Lester, Science Director
Where does dioxin come from?
According to EPA, only 50% of dioxin sources are known.
Of these, 95% comes from combustion processes.

Listing of Sources of CDD/CDF (diossine) Emissions and
.Emission Factors Included Within the Database Cement kilns burning hazardous waste
.Emission Factors Included Within the Database Cement kilns not burning hazardous waste...

“Serum Dioxin Concentrations and Breast Cancer Risk in the Seveso Women's Health Study”
Autors:
Marcella Warner,1 Brenda Eskenazi,1 Paolo Mocarelli,2 Pier Mario Gerthoux,2 Steven Samuels,1,3 Larry Needham,4 Donald Patterson,4 and Paolo Brambilla2

Puo bastare? posso inviare altra documentazione

qualcosa la so



11/9/2005 9:53 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
L'IGNORANTE
[Unregistered]
FORSE HAI LE IDEE UN PO CONFUSE.
QUALCOSA LO SO FORSE HAI LE IDEE UN PO CONFUSE... A PARTE IL FATTO CHE QUI SI PARLAVA DI CEMENTERIE E NON DI INCENERITORI, MA FORSE HAI TRALASCIATO LA COSA PIU' IMPORTANTE RIGUARDO ALLE DIOSSINE E CIOE' DA QUALE ELEMENTO PRINCIPALE SI SCATENANO.
IO MI SONO DOCUMENTATO E HO SCOPERTO CHE LE DIOSSINE SI FORMANO INNANZI TUTTO IN PRESENZA PRESENZA DI CLORO (FAI UNA RICERCA IN INTERNET).
SAI CHE PERCENTUALE DI CLORO E' PRESENTE NELLE MATERIE PRIME E NEI COMBUSTIBILI CHE UTILIZZANO LE CEMENTERIE?
SAI CHE PERCENTUALE DI CLORO CONTENGONO LE GOMME?
FAMMELO SAPERE...
PERO' TI HO FATTO UN SACCO DI DOMANDE MA NON MI HAI RISPOSTO NEANCHE A QUELLA CHE PENSAVI DI SAPERE....
IO VOGLIO NUMERI E CERTEZZE....
11/14/2005 10:17 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 46
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
MA DOVE SIETE ANDATI?
Ma dove sono andati tutti i super esperti di inquinamento e cementerie?
Possibile che non c'è nessuno che sappia rispondere all'ignorante?
Eppure grandi luminari della scienza della scienza ci avevano detto di non raccogliere i funghi perchè inquinati dalle diossine.
Io a quel medico che a detto questa stronzata lo radierei subito dall'Albo (neanche un raffreddore mi farei curare da lui!!!!)
Ma come l'Arpa ci dice che i valori delle diossine riscontrate sono un milionesimo sotto il valore limite e lui ci dice che i funghi sono inquinati!!!
Emeriti integralisti ecologisti oltre a pubblicare i manifesti di vittoria pubblicate anche i certificati di analisi del fungo inquinato con nome, cognome e firma del chimico che ha effettuato le analisi!!
Numeri e ceterzze....
11/17/2005 11:22 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 0
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
so di messaggi che sono stati bannati con tutto quello che ti poteva interessare gnorante
ma caro gnorante te me puzzi de webmaster
11/17/2005 12:21 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 37
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
E' vero quanto appena affermato?

Sono stati eliminati messaggi utili alla discussione?

Chiedo una risposta.

Grazie
11/17/2005 11:12 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 51
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
IGNORANTE NON SO, FAZIOSO SICURAMENTE.....
VORREI SAPERE COME L'IGNORANTE SI SCALDA TANTO CONTRO CHI ADDUCE DELLE TESI, SEPPUR OPINABILI (COME TUTTO CIO CHE SI AFFERMA...) A TUTELA DELLA SALUTE E DEI CITTADINI. CHE SIA QUALCUNO DI PARTE? NON MI SEMBRA DI LEGGERE DELLE AFFERMAZIONI ESAGERATE DA PARTE DI COLORO CHE SI PRONUNCIANO CONTRO LA COMBUSTIONE DEGLI PNEUMATICI O DI ALTRE SOSTANZE A RISCHIO AMBIENTE. SI TRATTA DI SALUTE. CHE FORSE L'IGNORANTE PUO' PERMETTERSI DI COMPRARLA MAGARI CON I SOLDI DI CHI LO IMBECCA?
IO SONO DEL PARERE CHE QUESTO DIFENSORE DELLA TERMOVALORIZZAZIONE (DIREI MEGLIO DELLA TERMOPRODUZIONE DI SOSTANZE TOSSICHE...) FAREBBE MEGLI A TACERE. [SM=g27812] [SM=g27826]
11/17/2005 11:16 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 51
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
errata corrige per l'ignorante
Mi correggo. Oltre che fazioso effettivamente dovresti essere anche ingnorante.
Nella frase che scrivi ".....a quel medico che a detto......" davanti alla a ci andrebbe l'acca, anzi ci va sicuramente.
11/18/2005 8:41 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 46
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
IL FAZIOSO
Caro Ghinodipunta, innanzi tutto volevo dirti grazie per avermi dato una lezione di grammatica (perchè non apri un'altra discussione sul problema
delle persone analfabete che vivono ancora in Italia?) e poi volevo chiederti se veramente pensi che la salute si possa comprare.
Dimmi in quale negozio la vendono perchè ci vado subito!!!
Mi chiedo anche questo, ma perchè se qualcuno è a favore o contro qualcosa è perchè ci guadagna?
Io ho solo posto delle domande alle quali in parte ho trovato risposte chiedendo in giro a chi lavora nelle cementerie (forse non lo sai ma a Gubbio ci lavorano un sacco di persone e credo che forse qualcuno ne
conoscerai anche tu) in parte su quanto detto dall'ARPA.
Io non sono a favore della termodistruzione come dici tu a prescindere, ma sono uno che vive la realtà delle cose e non rincorre utopie; anche a me piacerebbe vivere in un mondo dove tutti i rifiuti possono essere riciclati,
dove tutte le industrie non emettono emissioni....ecc.. però purtroppo questo non sarà mai possibile pertanto quella frazione di rifiuti che non potra' essere riciclata dovrà per forza essere bruciata.
L'importante è che chi sarà deputato a farlo (cementeria, inceneritore o qualsiasi altro impianto) lo faccia nel miglior modo possibile rispettando integralmente le leggi.
Vogliamo chiuderle ste discariche si o no?
Vogliamo diventare come la Campania dove i camorristi si stanno arricchendo con le discariche abusive e il traffico illecito dei rifiuti?
Secondo voi perchè in Campania non vogliono far costruire nemmeno un inceneritore?
Comunque speravo che le domande che avevo posto potessero accendere un minimo di discussione costruttiva sull'argomento, noto però con rammarico
che l'unico che ha riposto non ha fatto altro che convincermi che non sarà mai possibile dialogare.
Tanto se la pensi diversamente significa che sei fazioso....

Continuiamo così....
11/19/2005 12:43 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 124
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
Giusto gnorante....qui si dialoga...io sono disposto a farlo [SM=g27811]
11/19/2005 12:27 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 46
Gender: Male
Junior User
OFFLINE
Tanto è inutile...
Grazie Daverkat, credo però di non far più parte di questo forum perché tanto se cerchi di dare una spiegazione alle cose o poni delle domande sei un fazioso, io non mi permetterei mai di dire a quelli che non la pensano come me che sono dei servi di partito o quant’altro.
Ognuno è libero di pensarla come vuole, c’è solo un dato di fatto in questa vicenda, che i rifiuti sono un grosso problema, noi a Gubbio abbiamo una discarica comprensoriale che presto sarà stracolma.
E’ facile dire che bisogna ridurre la produzione dei rifiuti o incentivare il riciclaggio, sono perfettamente d’accordo, ma siamo sicuri che abbiamo i mezzi per farlo subito?
Poi come ho detto precedentemente ci sarà sempre una parte che andrà bruciata e visto che abbiamo due cementerie fra le più moderne che potrebbero svolgere questo servizio perché ostacolare questa cosa?
Io penso che non conta quello si brucia ma quali sono le conseguenze della combustione (non credo che bruciando carbone si emetta solo ossigeno, basta vedere i dati della emissioni della Colacem sul sito dell’Arpa) ed è per questo che dico che bisogna potenziare i controlli (su questo sono perfettamente d’accordo con quello che è stato scritto sui vari manifesti).
Non so quanti anni fa a Montone ci fu un incendio di svariate tonnellate di gomme a cielo aperto, nessuno in quell’occasione ha mai parlato di diossine o quant’altro, la cosa è finita senza nessuna conseguenza ne’ per l’ambiente né per i cittidani.
Non vedo come le gomme possano essere un problema se vengono bruciate in un ciclo chiuso e a temperatura controllata.
Ripeto però che il problema non sono le gomme ma i rifiuti in generale ed io non voglio vivere come a Napoli o Caserta sommerso dalla mer….
E credo che sia giunta anche l’ora di fare la vera raccolta differenziata anche a Gubbio, quella porta a porta come fanno già al Nord dove sono arrivati già al 70% (dove non esiste neanche un cassonetto per la raccolta, al contrario che da noi dove vediamo tutti cosa viene messo).
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 | Next page
multiple reply
Nick  
Title
Post
Insert the code you see into the image:





New Thread
 | 
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:09 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2022 FFZ srl - www.freeforumzone.com

Copyright 2005 © www.trgmedia.it