New Thread
Reply
 

Concetto di ANIMA estraneo alle culture ebraica e cristiana

Last Update: 10/19/2021 7:48 PM
Author
Print | Email Notification    
10/5/2021 6:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,318
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
I-gua, 05/10/2021 09:00:


invece nella cristianità esiste, è stato ripescato ed adattato da concetti ellenici, filosofie orientali, antiche religioni pagane...



Attento I-gua: ho detto cultura cristiana, non cristianità.

Come ha accennato il Prof. Galimberti, il concetto di anima non appartiene nemmeno al cristianesimo primitivo che deriva dal giudaismo, non è stato introdotto da Cristo e nemmeno da Paolo, ma da Sant'Agostino.
[Edited by M71 10/5/2021 6:59 PM]
-----------------------------------------------
Forum Testimoni di Geova Online
-----------------------------------------------
10/5/2021 10:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 12,226
Age: 42
E io ho detto cristianità, che comprende il cattolicesimo, che a quanto pare, come abbiamo avuto modo di scoprire, avrebbe qualche similitudine con altre forme di culto più ctonio.


Non è che dall’ebraismo al cristianesimo originale si stravolge la concezione ontologica dell’essere umano.

Se si stravolge questa, si cambia religione e si parla già di cattolicesimo, o di cristianità per restare più vaghi

No?
[Edited by I-gua 10/5/2021 10:12 PM]
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
10/5/2021 10:22 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
ONLINE
Post: 43,405
Location: PINEROLO
Age: 51
TdG
Re:
I-gua, 10/5/2021 10:11 PM:

E io ho detto cristianità, che comprende il cattolicesimo, che a quanto pare, come abbiamo avuto modo di scoprire, avrebbe qualche similitudine con altre forme di culto più ctonio.


Non è che dall’ebraismo al cristianesimo originale si stravolge la concezione ontologica dell’essere umano.

Se si stravolge questa, si cambia religione e si parla già di cattolicesimo, o di cristianità per restare più vaghi

No?




Si e no, dovresti essere piu' specifico.

Simon
10/5/2021 10:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 12,226
Age: 42
Beh, dal momento che si introducono dogmi di fede, secondo me si passa dal cristianesimo originale alla cristianità
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
10/5/2021 11:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,318
TdG
E quindi, se il vero cristianesimo deriva dal giudaismo, e nel giudaismo il concetto di un'anima estranea al corpo fisico non è presente, anche nel cristianesimo non deve esserci. E se c'è, o non è il vero cristianesimo, o il concetto proviene da fonti esterne al giudaismo.
Galimberti lo ha spiegato molto bene.
-----------------------------------------------
Forum Testimoni di Geova Online
-----------------------------------------------
10/6/2021 9:17 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 12,226
Age: 42
eh beh.... il concetto di immortalità dell'anima è parte di quei dogmi di fede introdotti nei secoli successivi, per fini più politici e strumentali che altro, e che si riferiscono a tradizioni, credenze e antiche religioni pagane....
[Edited by I-gua 10/6/2021 9:18 AM]
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
10/7/2021 11:08 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,318
TdG
Re:
I-gua, 10/6/2021 9:17 AM:

eh beh.... il concetto di immortalità dell'anima è parte di quei dogmi di fede introdotti nei secoli successivi, per fini più politici e strumentali che altro, e che si riferiscono a tradizioni, credenze e antiche religioni pagane....



Il punto è che buona parte dei credenti, poco informati, pensa che l'anima incorporea (e di conseguenza la sua immortalità) sia un insegnamento biblico, prima giudaico e poi cristiano. E invece non è così, come riconoscono eminenti cervelli contemporanei.
-----------------------------------------------
Forum Testimoni di Geova Online
-----------------------------------------------
10/12/2021 8:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 354
Age: 61
Re: Re:
.
M71, 07/10/2021 11:08:



Il punto è che buona parte dei credenti, poco informati, pensa che l'anima incorporea (e di conseguenza la sua immortalità) sia un insegnamento biblico, prima giudaico e poi cristiano. E invece non è così, come riconoscono eminenti cervelli contemporanei.



Accanto ad eminenti cervelli contemporanei, del tutto rispettabilissimi e nessuno gli toglie alcun merito, ve ne sono , sia nel passato sia nel presente che asseriscono che l'anima, esiste: è una componente dell'uomo e sopravvive dopo la morte fisica e biologica.

Gli esperti di lingue ebraiche e greco antico, ci forniscono solidi e poderosi studi miranti a ribadire che entrambi le due componenti sussistono nel corpo umano: senza anima non è uomo, per contro senza corpo non è più uomo.

La difficilissima questione riguarda invece, se questa essenza dell'uomo chiamata "anima" o "spirito" dell'uomo possa sopravvivere alla morte corporale.

Ora il cristiano, si è posta questa sempre questa domanda.

I cristiani non sono , ovviamente solo i cattolici, come me, che difendono la propria versione .

Ma ci sono anche altri cristiani non cattolici, che giustamente, hanno da secoli, studiato il dilemma.

Parlare di dogma cattolici ai non cattolici, è da escludere perchè non ci credono.

Ma credono nelle sacre scritture e da esse anelano a ricavare la risposta.

Ora post lunghi, affaticano, io ho letto poderose opere sull'argomento , scritte sia cattolici e no.

Propongo dunque i brani scritturistici che possano aiutarci .

Poi magari forse qualcuno penserà che non sia un argomento esposto dalla bibbia? io sono comunque del parere che la scrittura, possa in qualche modo cominciare ad illuminarci.

- Lc 16,19-31. È il resoconto del povero Lazzaro e del malvagio ricco. Si vede che Lazzaro, dopo la
sua morte, sussiste anche senza il suo corpo. È “nel seno di Abramo”.

- Lc 23,43. È la risposta di Gesù al brigante buono sulla croce: “Oggi sarai con me in paradiso“.

- Fil 1,23: “Ho il desiderio di lasciare questa vita per essere con Cristo”.

- 2 Cor 5,1-8: Dopo la morte “Riceveremo da Dio un’abitazione, una dimora non costruita da mani
d’uomo, eterna, nei cieli. Perciò, in questa condizione, noi gemiamo e desideriamo rivestirci (9) della
nostra abitazione celeste purché siamo trovati vestiti, non nudi. In realtà quanti siamo in questa
tenda sospiriamo come sotto un peso, perché non vogliamo essere spogliati ma rivestiti, affinché ciò
che è mortale venga assorbito dalla vita … Dunque, sempre pieni di fiducia e sapendo che siamo in
esilio lontano dal Signore finché abitiamo nel corpo … preferiamo andare in esilio dal corpo e abitare
presso il Signore …”, ecc.

- Ap 6,9: I martiri che sono sotto l'altare nell’attesa di resuscitare. Non sono ancora resuscitati: c'è
dunque uno stato intermedio.

Io , di solito ad ogni passo biblico sono propenso ad affrontare un lungo processo esegetico si da affrontare ogni tema in un modo quanto più esaustivo possibile e questo dipende dall'uditorio.

Più esso è preparato , più richiede approfondimenti e ricorsi a biblisti ed esegeti più istruiti di me.

Ma queste , a mio avviso sono le basi pe sviluppare un tema così vasto e impegnativo.

Per l'inizio del discorso bisognerebbe dare una risposta ad ognuno di questi passi.

Non è un lavoro semplice nè facile ma veramente appassionante.

In ultimo , dai passi su esposti è chiaro, a prescindere da eventuali tesi divergenti esegetiche espositive, una realtà di base: una componente dell'uomo che noi chiamiamo anima, sopravviva alla morte corporale fisica, biologica, naturale.

Ed essa non è inconscia, ma ben cosciente e se ha accettato la GRAZIA, è in relazione diretta con Dio.

Penso di aver già parlato troppo. Che la pace regni nei nostri cuori . Grazie per avermi letto.

10/12/2021 8:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
ONLINE
Post: 4,986
Location: BARI
Age: 68
TdG

ciccino
innanzitutto bentornato
10/12/2021 11:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,318
TdG
Ciccino(1960):

Gli esperti di lingue ebraiche e greco antico, ci forniscono solidi e poderosi studi miranti a ribadire che entrambi le due componenti sussistono nel corpo umano: senza anima non è uomo, per contro senza corpo non è più uomo.



Caro Ciccino,
il punto è che il termine ebraico nefesh non aveva alcuna accezione trascendentale: era il corpo materiale.
Che poi la filosofia ci abbia appiccicato altri significati nessuno lo nega, ma il concetto ebraico primitivo non è in discussione.
Come pure il concetto cristiano di anima, che deriva inizialmente ed essenzialmente da quello ebreo.
-----------------------------------------------
Forum Testimoni di Geova Online
-----------------------------------------------
10/13/2021 8:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 354
Age: 61
Re:
M71, 12/10/2021 23:27:

Ciccino(1960):

Gli esperti di lingue ebraiche e greco antico, ci forniscono solidi e poderosi studi miranti a ribadire che entrambi le due componenti sussistono nel corpo umano: senza anima non è uomo, per contro senza corpo non è più uomo.



Caro Ciccino,
il punto è che il termine ebraico nefesh non aveva alcuna accezione trascendentale: era il corpo materiale.
Che poi la filosofia ci abbia appiccicato altri significati nessuno lo nega, ma il concetto ebraico primitivo non è in discussione.
Come pure il concetto cristian2o di anima, che deriva inizialmente ed essenzialmente da quello ebreo.



Il concetto cristiano dell'anima si sviluppa attraverso i millenni di storia sacra, e successivamente.

Certo la primordiale cultura ebraica, considerava la "nefesh" come l'uomo nella sua interezza.

Ma si cominciava a fare dei distinguo.

Nefesh assume vari significati: la gola, Per metonimia, “néfèsh” designa il soffio, la respirazione, come la gola da dove passano

Designa anche l'appetito, desiderio. “ (Pr 12,10).

Infine: Nella Bibbia ebraica, “néfèsh“ finisce per significare: l’io che vive, l'essere vivente.

Sal 84,3: “,

Poi viene introdotto il termine "basar" carne.

Ma l'elemento che merita particolare attenzione è la "ruah" . E' il principio del nostro studio. Lo spirito.


Si parte da questo prezioso elemento, per poi via via si comincia a delineare il concetto di "anima".


È un concetto che attesta la relazione essenziale dell'uomo: l'uomo è
costituito nel suo valore di uomo dal suo legame di dipendenza rispetto a Dio.

E' questa relazione si evince , si consolida e si sviluppa, nelle parole: l'uomo è fatto ad immagine e somiglianza con Dio.

Ora per abbozzare l'assunto proposto, in che cosa consiste questa immagine e somiglianza con Dio?

Nello spirito, che poi Cristo ci darà in maniera piena.

Dove sono questi concetti pagani a cui allude sempre I-gua quando si tratta di affrontare un problema dottrinale?

Passi da me proposti riguardanti il NT quando il tema dell'anima comincia ad avere una prima evoluzione o sviluppo, non

hanno avuto nessun riscontro.

Le dottrine oggi da noi affermate seguono un processo storico biblico di millenni. Post biblico altrettanto, poi si giunge alla conclusione.

Mentre alcuni credono che possedere la bibbia si giunga personalmente ed individualmente alla definizione .

IL corpo muore , ma l'anima sopravvive .

Il corpo risorge glorioso se è in grazia di Dio, alla fine dei tempi.

Questo è il nostro credo. Rispettando il vostro.

Pace.




10/13/2021 9:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,318
TdG
Re: Re:
ciccino(1960), 13/10/2021 20:11:


Il concetto cristiano dell'anima si sviluppa attraverso i millenni di storia sacra, e successivamente.



Esatto, è proprio questo il punto: i significati evoluti successivamente non sono pertinenti all'idea che l'autore voleva trasmettere. Anzi, sono lontani anni luce.

ciccino(1960):


Certo la primordiale cultura ebraica, considerava la "nefesh" come l'uomo nella sua interezza.



Sono d'accordo, e dobbiamo fermarci a questo. Tutto il resto, come tu stesso ammetti, è un'evoluzione che non attiene al testo primigenio.
[Edited by M71 10/13/2021 9:30 PM]
-----------------------------------------------
Forum Testimoni di Geova Online
-----------------------------------------------
10/13/2021 9:46 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
ONLINE
Post: 4,986
Location: BARI
Age: 68
TdG
Re: Re: Re:


ciccino

cerco di sintetizzare per capire meglio noi e chi legge


- Lc 16,19-31. È il resoconto del povero Lazzaro e del malvagio ricco. Si vede che Lazzaro, dopo la
sua morte, sussiste anche senza il suo corpo. È “nel seno di Abramo”.



pur prendendo alla lettera la parabola del ricco e lazzaro
il terme psychē anima non esiste



- Lc 23,43. È la risposta di Gesù al brigante buono sulla croce: “Oggi sarai con me in paradiso“.



Pur volendo credere che quel pomeriggio i buon ladrone sia andato in paradiso con Cristo, non viene detto che vi andò con una psychē o anima immortale, anche se fosse andato con Cristo quel pomeriggio sarebbe andato come lui, in spirito ,pneuma(1 Pietro 3:18) "essendo messo a morte nella carne, ma essendo reso vivente nello spirito"



- Fil 1,23: “Ho il desiderio di lasciare questa vita per essere con Cristo”.



(Filippesi 1:22, 23) .... 23 Sono combattuto fra queste due cose: da una parte desidero essere liberato e stare con Cristo, che di certo è la cosa migliore; TNM


Anche noi crediamo che Paolo sarebbe stato con Cristo in una risurrezione, specificata nella stessa lettera ai filippesi;

(Filippesi 3:9-11) ...ma quella che è per mezzo della fede in Cristo, la giustizia che emana da Dio in base alla fede, 10 per conoscere lui e la potenza della sua risurrezione e la partecipazione alle sue sofferenze, sottomettendomi a una morte simile alla sua, 11 [per vedere] se in qualche modo io possa conseguire la risurrezione dai morti [che ha luogo] più presto.

Non è il caso di discutere il momento della sua risurrezione , ma per restare in tema neanche qui si parla di anima immortale non
c'è l parola "psychē" anima


- 2 Cor 5,1-8: Dopo la morte “Riceveremo da Dio un’abitazione, una dimora non costruita da mani
d’uomo, eterna, nei cieli. Perciò, in questa condizione, noi gemiamo e desideriamo rivestirci (9) della
nostra abitazione celeste purché siamo trovati vestiti, non nudi. In realtà quanti siamo in questa
tenda sospiriamo come sotto un peso, perché non vogliamo essere spogliati ma rivestiti, affinché ciò
che è mortale venga assorbito dalla vita … Dunque, sempre pieni di fiducia e sapendo che siamo in
esilio lontano dal Signore finché abitiamo nel corpo … preferiamo andare in esilio dal corpo e abitare
presso il Signore …”, ecc.



Siamo pure noi d'accordo sul destino di Paolo,e dei cristiani che lui scriveva, ma neanche qui si parla di anima immortale



- Ap 6,9: I martiri che sono sotto l'altare nell’attesa di resuscitare. Non sono ancora resuscitati: c'è
dunque uno stato intermedio.



Il testo di rivelazione dice(Rivelazione 6:9)Quando l’Agnello aprì il quinto sigillo, vidi sotto l’altare le anime di quelli che erano stati scannati a motivo della parola di Dio e della testimonianza che avevano reso

Qui siamo in un libro simbolico, si vede un altare, che Giovanni identifica subito un altare che vi era nel tempio, alto circa 1 metro dove scorreva il sangue dei sacrifici animali, questo sangue cosa è nella bibbia? (Deuteronomio 12:23) "il sangue è l’anima "! e nel simbolismo grida come il sangue di Abele come dice Paolo(Ebrei 12:24) e al sangue che è stato asperso, che parla meglio del sangue di Abele.






[Edited by Angelo Serafino53 10/13/2021 9:54 PM]
10/13/2021 9:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 12,226
Age: 42



Il concetto cristiano dell'anima si sviluppa attraverso i millenni di storia sacra, e successivamente.






Veramente il concetto di anina immortale - il corpo muore , ma l'anima sopravvive- lo credevano gli egizi….
…ma ancora più indietro: l’insegnamento dell’immortalità dell’anima risale all’antica Babilonia.

La cristianità apostata non inventa né sviluppa: ricicla, il cattolicesimo è un crogiolo di sincretismo…. Ieri e oggi


Dalla Trinità sino all’anima immortale passando per il concetto di “Paradiso” o di “inferno”
[Edited by I-gua 10/13/2021 9:51 PM]
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
10/13/2021 10:40 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 26
Age: 32
Bisogna focalizzarsi sul fatto che venga sottolineato espressamente che il concetto di anima è caratteristico secondo la teologia cattolica di due caratteristiche cioè è immortale e immateriale. Quindi il discorso verte sullo svuotamento del suo reale e iniziale significato biblico. Nel corso del tempo i filosofi e i teologi sedicenti cristiani hanno strumentalizzato questo insegnamento a loro uso e consumo. Questa modus lo ritroviamo per tanti altri concetti, vedasi la questione dello spirito santo.
[Edited by Andrew 10/13/2021 10:47 PM]
10/13/2021 11:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,318
TdG
Andrew (GVBX211008), 13/10/2021 22:40:

Bisogna focalizzarsi sul fatto che venga sottolineato espressamente che il concetto di anima è caratteristico secondo la teologia cattolica di due caratteristiche cioè è immortale e immateriale. Quindi il discorso verte sullo svuotamento del suo reale e iniziale significato biblico. Nel corso del tempo i filosofi e i teologi sedicenti cristiani hanno strumentalizzato questo insegnamento a loro uso e consumo. Questa modus lo ritroviamo per tanti altri concetti, vedasi la questione dello spirito santo.

E dunque, di nuovo, nulla a che vedere con il senso attribuito al termine nèfesh prima e psychè poi dagli scrittori della Bibbia. Si tratta semplicemente di significati assegnati in epoche successive necessari per introdurre dottrine e credenze non bibliche (es babiloniche) nell'insegnamento canonico.
-----------------------------------------------
Forum Testimoni di Geova Online
-----------------------------------------------
10/14/2021 7:53 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 124
Age: 49
Moderatore
I-gua, 13/10/2021 21:48:




Il concetto cristiano dell'anima si sviluppa attraverso i millenni di storia sacra, e successivamente.






Veramente il concetto di anina immortale - il corpo muore , ma l'anima sopravvive- lo credevano gli egizi….
…ma ancora più indietro: l’insegnamento dell’immortalità dell’anima risale all’antica Babilonia.

La cristianità apostata non inventa né sviluppa: ricicla, il cattolicesimo è un crogiolo di sincretismo…. Ieri e oggi


Dalla Trinità sino all’anima immortale passando per il concetto di “Paradiso” o di “inferno”

Ma infatti ciccino parla di "concetto cristiano" quando sostiene che si è sviluppato attraverso millenni di storia, ed è vero: per introdurre concetti extrabiblici è servito molto tempo e lo sforzo di molti filosofi che hanno elucubrato sul tema per migliaia di anni.
Ma la verità è semplice ed è accessibile a tutti, come dimostrò Gesù.
10/14/2021 8:30 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 12,226
Age: 42
Re:
Staff TdG-3 (Fz4q210503), 14.10.2021 07:53:

Ma infatti ciccino parla di "concetto cristiano" quando sostiene che si è sviluppato attraverso millenni di storia, ed è vero: per introdurre concetti extrabiblici è servito molto tempo e lo sforzo di molti filosofi che hanno elucubrato sul tema per migliaia di anni.
Ma la verità è semplice ed è accessibile a tutti, come dimostrò Gesù.




introdurre concetti extrabiblici per farli accettare dalla massa come insegnamenti biblici è un esercizio di teologia sincretica che dispiega enormi sforzi e richiede tempi lunghi, ma di per sé questi concetti extrabiblici non sono stati inventati ex-novo dagli apostati-filo-teologi che hanno lavorato per creare i dogmi di fede cattolici: hanno origine in Babilonia, la Storica.

l'esercizio è di prendere elementi dell'antica religione babilonese, come l'idea dell'immortalità dell'anima, la Santissima Trinità e il culto dei morti, e dargli una parvenza di "cristianità" selezionando e strumentalizzando alcuni passi biblici a questo preciso scopo, partire da questi per fare una religione universale sincretica che cancella gli insegnamenti del Cristo (e la figura del Cristo Re e Messia di YHWH, e di YHWH come UNICO VERO DIO, UNO E NON TRINO) per rimpiazzarli con gli elementi dottrinali di base sorti nell'antica Babilonia e sulla quale si basano, in un modo o nell'altro, tutte le religioni della metaforica Grande Babilonia, la Mistica. La religione Universale Romana che abbiamo oggi nelle vesti del Cattolicesimo è stata ideata appositamente per accogliere e integrare gli elementi chiave dell'antica religione pagana nella forma di DOGMA DI FEDE, indiscutibili dai credenti, e stabiliti, decisi e imposti come tali dai vertici della Chiesa Cattolica e predecessori che hanno lavorato a questo disegno satanico, come profetizzato nelle Sacre Scritture.
Tutt'oggi questa impresa deleteria non è terminata, e la religione Cattolica si appresta ad inglobare altri elementi estranei agli insegnamenti di Cristo, che benché anch'essi molto antichi e più volte ripresi ed elaborati necessitano ora di venire "aggiornati" per creare, nei tempi del famoso "villaggio globale" una nuova religione universale che includa un po' tutte le diverse sette e religioni mondiali per condurre le masse verso la battaglia finale. PER QUESTA RAGIONE LA PACHAMAMA HA AVUTO POSTO IN VATICANO ED HA RICEVUTO GLI ONORI, COME L'ANTICA "MADONNA" PAGANA, LA DEA MADRE, che è riportata in auge con il sincretismo tra le antiche religioni indigene e la new-age, il neopaganesimo e l'ecologismo spirituale degli ultimi giorni.

quindi: divide et impera, solve et coagula. questo avviene nel grande calderone di Babilonia la Mistica
[Edited by I-gua 10/14/2021 8:42 AM]
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
10/14/2021 8:42 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 26
Age: 32
Re: Re:
I-gua, 14/10/2021 08:30:




introdurre concetti extrabiblici per farli accettare dalla massa come insegnamenti biblici è un esercizio di teologia sincretica che dispiega enormi sforzi e richiede tempi lunghi, ma di per sé questi concetti extrabiblici non sono stati inventati ex-novo dagli apostati-filo-teologi che hanno lavorato per creare i dogmi di fede cattolici.

l'esercizio è di prendere elementi dell'antica religione babilonese, come l'idea dell'immortalità dell'anima e il culto dei morti, e dargli una parvenza di "cristianità" selezionando e strumentalizzando alcuni passi biblici a questo preciso scopo, partire da questi per fare una religione universale sincretica che cancella gli insegnamenti del Cristo per rimpiazzarli con gli elementi dottrinali di base sorti nell'antica Babilonia e sulla quale si basano, in un modo o nell'altro, tutte le religioni della metaforica Grande Babilonia, la Mistica. La religione Universale Romana che abbiamo oggi nelle vesti del Cattolicesimo è stata ideata appositamente per accogliere e integrare gli elementi chiave dell'antica religione pagana nella forma di DOGMA DI FEDE, indiscutibili dai credenti, e stabiliti, decisi e imposti come tali dai vertici della Chiesa Cattolica e predecessori che hanno lavorato a questo disegno satanico, come profetizzato nelle Sacre Scritture.

Hai espresso perfettamente il concetto. Infatti soprattutto il vero cristianesimo è stato solo una parentesi di vero insegnamento in millenni di insegnamenti e dogmi praticamente consolidati in ogni religione. Infatti in quale religione non è presente il concetto di anima immortale e immateriale? NESSUNA. Tutte le religioni si abbeverano dalla stessa fonte, la Bibbia è chiara, rappresentano un unico Impero. Sono come la pasta, qualsiasi forma gli dai, spaghetti, penne o fusilli, ma sempre grano è! Satana riesce solo a cambiare forma, nient'altro.
10/14/2021 8:45 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 12,226
Age: 42
Satana pasta e rimpasta
Andrew (GVBX211008), 14.10.2021 08:42:

Hai espresso perfettamente il concetto. Infatti soprattutto il vero cristianesimo è stato solo una parentesi di vero insegnamento in millenni di insegnamenti e dogmi praticamente consolidati in ogni religione. Infatti in quale religione non è presente il concetto di anima immortale e immateriale? NESSUNA. Tutte le religioni si abbeverano dalla stessa fonte, la Bibbia è chiara, rappresentano un unico Impero. Sono come la pasta, qualsiasi forma gli dai, spaghetti, penne o fusilli, ma sempre grano è! Satana riesce solo a cambiare forma, nient'altro.




Sì, ma Satana opera secondo un piano e dei tempi stabiliti, secondo il contesto storico e mondiale, prima ha diviso per farli scannare uno con l'altro a motivo della religione, ora li unisce sotto la medesima bandiera sempre per perseguire i suoi piani.
miseri piani che già sono stati profetizzati e condannati dalle Scritture.


il dogma dell'immortalità dell'anima diventa oggi la colla con la quale Satana intorta i credenti...
... mentre i non credenti sono nutriti di ateismo dogmatico, scientismo e nichilismo

gli opposti convergono infine nella medesima direzione: il nulla, la distruzione, la falsa speranza, la non-speranza.


CRISTO RE OPERA ORA PER RIPORTARE LA PURA ADORAZIONE E COMPIERE IL PIANO DI SALVEZZA DIVINO.

il Messia Redentore è il PRINCIPALE AGENTE PERFEZIONATORE DELLA FEDE.

è colui che, per chi ascolta la sua voce (La Parola di YHWH), smaschera il falso cristo e il falso profeta.

"e udii una voce: USCITE DA ESSA O POPOLO MIO"



YAH FYAH PON BABALON!

I-gua
[Edited by I-gua 10/14/2021 9:14 AM]
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
New Thread
Reply

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:15 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com