New Thread
Reply
 

Marco 12:25 - MT. 22:30 -LU. 20:35

Last Update: 9/17/2021 11:24 PM
Author
Print | Email Notification    
9/9/2021 12:55 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,850
Age: 41
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
claudio2018, 09.09.2021 12:44:

Non userei il brano di Matteo 5 per fare ditinzioni categoriche. Gesù a mio parere usò quei concetti per sovvertire l'idea che a essere pacifici o miti non ci si guadagna nulla. Tuttavia il riferimento alla terra richiama il Salmo 37:11 e conferma la speranza nella risurrezione terrena.




Bravo Claudio

Speravo ci arrivassero da soli

Ci sono dei principi e delle caratteristiche alle quali gli esseri umani devono aderire e possedere per entrare a fare parte del Regno di Dio, ma in Matteo 5 Gesù non sta dichiarando i criteri per fare parte del Governo Celeste

-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
9/9/2021 1:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,850
Age: 41
Oltremodo, chi conosce le Scritture, sa che non spetta a Gesù decidere chi sarà parte, con lui, del Regno Celeste perché è direttamente YHWH che sceglie i Suoi Unti
Questo lo afferma il medesimo Gesù
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
9/9/2021 5:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,697
TdG


Vedi qui cosa disse davvero Gesù Cristo circa la morte:

www.academia.edu/48977784/Elenchi_di_versetti_biblici_Ges%C3%B9_Cristo_e_...




[SM=g1871111]
9/10/2021 4:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,324
Location: PADOVA
Age: 62
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
claudio2018, 09/09/2021 12:44:

Non userei il brano di Matteo 5 per fare ditinzioni categoriche. Gesù a mio parere usò quei concetti per sovvertire l'idea che a essere pacifici o miti non ci si guadagna nulla.


Tu stesso dici che stai esprimendo il tuo parere; per cui la tua
è una considerazione personale, che può essere condivisibile
o meno. Ma sicuramente non può dimostrare, con certezza,
cosa volesse intendere Gesù, con quella frase.



Tuttavia il riferimento alla terra richiama il Salmo 37:11 e conferma la speranza nella risurrezione terrena.


Il versetto che hai citato non parla di resurrezione terrena.
Se volessi interpretare anche io, potrei considerare tutto il
capitolo 37 come un'esortazione a mantenere un
comportamento giusto, in contrapposizione a quello malvagio.
Di conseguenza, il versetto 11, potrebbe anche essere inteso
come il premio al giusto atteggiamento. In questo caso, il
riferimento alla terra sarebbe un paragone con la terra
promessa, segno di benedizione, che Dio diede al popolo
ebreo.

Ciao.
9/11/2021 6:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,670
Location: BOCA
Age: 50
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Luciano_59, 10/09/2021 16:43:


Tu stesso dici che stai esprimendo il tuo parere; per cui la tua
è una considerazione personale, che può essere condivisibile
o meno. Ma sicuramente non può dimostrare, con certezza,
cosa volesse intendere Gesù, con quella frase.



Tuttavia il riferimento alla terra richiama il Salmo 37:11 e conferma la speranza nella risurrezione terrena.


Il versetto che hai citato non parla di resurrezione terrena.
Se volessi interpretare anche io, potrei considerare tutto il
capitolo 37 come un'esortazione a mantenere un
comportamento giusto, in contrapposizione a quello malvagio.
Di conseguenza, il versetto 11, potrebbe anche essere inteso
come il premio al giusto atteggiamento. In questo caso, il
riferimento alla terra sarebbe un paragone con la terra
promessa, segno di benedizione, che Dio diede al popolo
ebreo.

Ciao.

Non 'e solo un fatto di ricompense ma di requisiti : perché si realizzi quanto scritto in Salmo 46:9 la mansuetudine o mitezza è un requisito essenziale. È il presupposto necessario per l'assenza di conflitti sulla terra. Tenendo conto che si parla di "ereditare" e di "terra" il nesso con i versetti in cui si parla di "risurrezione" nella disputa tra Gesù e i sadducei e il riferimento di Matteo 5:5, pare chiaro
[Edited by claudio2018 9/11/2021 6:31 PM]
9/11/2021 10:07 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,850
Age: 41
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Luciano_59, 09.09.2021 09:34:


Ti ho chiesto, ripetutamente, se Gesù, parlando alle genti sulla
destinazione dei risorti, nel suo discorso della montagna, si era
contraddetto; ma non hai ancora risposto.

Ciao.




NON È GESÙ CHE DECIDE IL DESTINO DEI RISORTI, CHI TERRESTRE O CHI CELESTE.

NON È GESÙ CHE DECIDE CHI SIEDERÀ CON LUI ALLA DESTRA DEL OADRE PER GOVERNARE DURANTE IK REGNO MESSIANICO.


è Gesù che ci spiega che non ha lui questa autorità, ma solo il Padre YHWH: GEOVA DIO.

Gesù in Matteo 20 dice:


Allora la madre dei figli di Zebedèo gli si avvicinò con i suoi figli e gli rese omaggio per chiedergli qualcosa. 21 Lui le disse: “Che cosa vuoi?”
Lei rispose: “Di’ che questi miei due figli siedano uno alla tua destra e uno alla tua sinistra nel tuo Regno”. 22 Gesù replicò: “Non sapete quello che state chiedendo. Potete bere il calice che io sto per bere?” Gli dissero: “Sì, possiamo berlo”.
23 Lui rispose: “
Effettivamente berrete il mio calice, ma quanto a sedere alla mia destra e alla mia sinistra non sta a me concederlo; quei posti appartengono a coloro per i quali sono stati preparati dal Padre mio

-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
9/14/2021 9:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,324
Location: PADOVA
Age: 62
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
claudio2018, 11/09/2021 18:29:

Non 'e solo un fatto di ricompense ma di requisiti : perché si realizzi quanto scritto in Salmo 46:9 la mansuetudine o mitezza è un requisito essenziale. È il presupposto necessario per l'assenza di conflitti sulla terra. Tenendo conto che si parla di "ereditare" e di "terra" il nesso con i versetti in cui si parla di "risurrezione" nella disputa tra Gesù e i sadducei e il riferimento di Matteo 5:5, pare chiaro


Per te/voi, la terra ed il regno dei cieli sono due cose distinte?
Risiedere sulla terra equivale a far parte del regno dei cieli?
Regno dei cieli e regno di Dio hanno lo stesso significato?

Ciao.
9/14/2021 10:21 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,843
Moderatore
Ciao Luciano, inizio io a rispondere indicando cosa dice la Bibbia rispetto al Reno di Dio... quello che preghiamo che venga quando diciamo la preghiera del Padre Nostro..

"Il Regno di Dio è un vero e proprio governo istituito da Geova Dio. Dato che governa dai cieli, nella Bibbia “il regno di Dio” è anche detto “regno dei cieli” (Marco 1:14, 15; Matteo 4:17, CEI). Ha molte caratteristiche in comune con i governi umani, ma ne è superiore sotto tutti gli aspetti."

e questa sopra è la definizione che ne da il sito ufficiale -

essendo un vero e proprio governo ha una sua sede... che appunto è nei cieli, ma i cui sudditi sono sulla terra

infatti, circa
1) durata - 2)governarnti - 3) sudditi - 4) leggi - 5) istruzione - 6) obiettivi

Puoi leggere un micro sunto QUI
9/14/2021 3:17 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,670
Location: BOCA
Age: 50
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Luciano_59, 14/09/2021 09:48:


Per te/voi, la terra ed il regno dei cieli sono due cose distinte?
Risiedere sulla terra equivale a far parte del regno dei cieli?
Regno dei cieli e regno di Dio hanno lo stesso significato?

Ciao.

La terra è sfera di appartenenza del regno dei cieli come la sfera di appartenenza di un impero che si estende ben oltre la propria sede. Per quali ragioni dovrebbe esserne esclusa? È proprietà di Dio: "In principio Dio creò i cieli è la terra" (Ge 1:1) Quindi la terra non'e' il regno dei cieli ma ne fa parte essendo parte della creazione di Dio.
9/14/2021 5:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,850
Age: 41
Il Regno di Dio è il governo che fa capo alla Sua teocrazia

Quindi ha molteplici aspetti e contesti, relativi allo spazio e il tempo considerati.

La Terra è un pianeta che ora è, per volontà divina in relazione alla Contesa Universale, dato in gestione agli uomini sotto l’influenza governativa di Satana, l’attuale governante di questo mondo e sistema di cose. Ora la Terra non è “Regno di Dio” perché su di essa non vige la teocrazia.

Ora siamo in un periodo di transizione: la legittimità di sovrano è passata da Satana al glorificato Cristo eletto come Re dei re nel Nome di YHWH, ma ora Cristo governa e conduce solo su un Popolo, il popolo che lo riconosce quale legittimo governante.

Quando sarà instaurato il Regno Messianico, il Regno di Dio comprenderà non solo i cieli, ma tutti i pianeti compresa la Terra. Siccome il governo sarà celeste, possiamo parlare di Regno Messianico, Regno Millenario, Regno dei Cieli, Teocrazia Messianica, ecc. Anche questo è un governo di transizione, ma è già Regno di Dio perché re e sacerdoti che lo presiederanno dai cieli a favore della Terra ed i suoi abitanti sottostanno all’autorità e alla volontà del Solo Dio, il Sovrano Univesale YHWH.


Il Regno di Dio sarà ripristinato perfettamente solo a fine di questo periodo di teocrazia messianica, perché Gesù consegnerà le chiavi del governo a suo Pare e Dio, YHWH.
[Edited by I-gua 9/14/2021 5:25 PM]
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
9/14/2021 10:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,324
Location: PADOVA
Age: 62
Re:
Giandujotta.50, 14/09/2021 10:21:


nella Bibbia “il regno di Dio” è anche detto “regno dei cieli”




La terra è sfera di appartenenza del regno dei cieli come la sfera di appartenenza di un impero che si estende ben oltre la propria sede. Per quali ragioni dovrebbe esserne esclusa? È proprietà di Dio: "In principio Dio creò i cieli è la terra" (Ge 1:1) Quindi la terra non'e' il regno dei cieli ma ne fa parte essendo parte della creazione di Dio.


Quindi è chiaro che, regno dei cieli è sinonimo di regno di Dio:
sono entrambe la stessa cosa.
Ora, in base alla risposta di Claudio, si potrebbe pensare ad un
paragone "aziendale": il termine "regno di Dio", alias "regno
dei cieli", può essere accostato alla denominazione
dell'azienda generale.
A sua volta l'azienda generale, da un punto di vista
organizzativo, è composta dalla sede principale, la parte
celeste", posizionata nei cieli e una sede terrena,
rappresentata dalla terra.
Ma il regno di Dio non si completa con queste due sedi,
perchè, per ovvie motivazioni, ne fanno parte anche altre
sedi, che sono rappresentate dal resto del creato.
Detto questo, riprendendo le parole di Gesù, nel suo discorso
della montagna, quando dice:

"Beati i miti, perché erediteranno la terra"

dovremmo pensare che queste persone saranno dislocate sulla
sede terrena.
Ma quando dice:

"Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli"
"Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli"


sta facendo riferimento al regno dei cieli, cioè all'azienda
generale. Per cui come si fa a sapere in quale sede saranno
dislocate queste persone?
...sede celeste nei cieli, ...oppure sede terrena?
...Oppure in qualche altra sede situata in qualche universo?

Ciao.
9/15/2021 5:56 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,850
Age: 41

 


caro Luciano,


Tu pensa che questo governo celeste, con Cristo e i 144’000 unti, nelle intenzioni originali di Dio non era previsto.

È stato un provvedimento straordinario e provvisorio per riportare le condizioni edeniche in Terra, all’umanità redenta e reduce dall’attuale nefasto e mortifero sistema di cose governato da Satana che ci è stato imposto, nostro malgrado, per cause maggiori.
quindi il Regno Messianico, o Teocrazia Messianica, è la soluzione allo stato attuale degenerato, mortifero e ingiusto dovuto al mal governo millenario condotto da Satana.


Il destino originale e il destino finale degli esseri umani è di vivere per sempre sul Pianeta Terra... in condizioni di vita paradisiache, rette dalle norme e leggi divine.

Le “dislocazioni” non sono previste, così come non era previsto che Gesù si “dislocasse” in Terra, né che gli unti si “dislocassero” nei cieli….

E neppure degli angeli ribelli che si “dislocassero” sul pianeta Terra

Quindi in sostanza la Terra è stata creata da Dio per essere abitata è amministrata nel Nome di Dio dagli esseri umani, per sempre…


Questo è il proposito Originale, è il Creatore raggiunge sempre il suo proposito pure se ci sono impedimenti, e tutto ciò nella perfetta osservanza della Giustizia e dell’Amore divini.




Egli ha fondato la terra sui suoi luoghi stabiliti; non sarà fatta vacillare a tempo indefinito, o per sempre” (Salmo 104:5)




Il proposito di Dio per la terra non è cambiato. La Parola di Dio dice chiaramente: “La terra sussiste fino a tempo indefinito” (Ecclesiaste 1:4). Inoltre il nostro pianeta sarà abitato in eterno: “I giusti stessi possederanno. JW la terra, e risiederanno su di essa per sempre” (Salmo 37:29).








Questo è ciò che ha detto Geova, [...] il Formatore della terra [...], che non la creò semplicemente per nulla, che la formò pure perché fosse abitata” (Isaia 45:18)


[Edited by I-gua 9/15/2021 6:07 AM]
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
9/15/2021 11:24 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,324
Location: PADOVA
Age: 62
Re:
I-gua, 15/09/2021 05:56:


Egli ha fondato la terra sui suoi luoghi stabiliti; non sarà fatta vacillare a tempo indefinito, o per sempre” (Salmo 104:5)



Il proposito di Dio per la terra non è cambiato. La Parola di Dio dice chiaramente: “La terra sussiste fino a tempo indefinito” (Ecclesiaste 1:4).




Il pensiero di Pietro mi sembra un pò diverso:

Ora, i cieli e la terra attuali sono conservati dalla medesima parola, riservati al fuoco per il giorno del giudizio e della rovina degli empi.

 Il giorno del Signore verrà come un ladro; allora i cieli con fragore passeranno, gli elementi consumati dal calore si dissolveranno e la terra con quanto c'è in essa sarà distrutta.
Poiché dunque tutte queste cose devono dissolversi così, quali non dovete essere voi, nella santità della condotta e nella pietà, attendendo e affrettando la venuta del giorno di Dio, nel quale i cieli si dissolveranno e gli elementi incendiati si fonderanno! E poi, secondo la sua promessa, noi aspettiamo nuovi cieli e una terra nuova, nei quali avrà stabile dimora la giustizia.

Sembrerebbe che la terra attuale non sussista a tempo
indefinito; ma distrutta e ricreata.

...Altra contraddizione?

Ciao.


[Edited by Luciano_59 9/15/2021 11:25 AM]
9/15/2021 11:39 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,823
Location: BARI
Age: 68
Re: Re:
Luciano_59, 15/09/2021 11:24:


Il pensiero di Pietro mi sembra un pò diverso:

Ora, i cieli e la terra attuali sono conservati dalla medesima parola, riservati al fuoco per il giorno del giudizio e della rovina degli empi.

 Il giorno del Signore verrà come un ladro; allora i cieli con fragore passeranno, gli elementi consumati dal calore si dissolveranno e la terra con quanto c'è in essa sarà distrutta.
Poiché dunque tutte queste cose devono dissolversi così, quali non dovete essere voi, nella santità della condotta e nella pietà, attendendo e affrettando la venuta del giorno di Dio, nel quale i cieli si dissolveranno e gli elementi incendiati si fonderanno! E poi, secondo la sua promessa, noi aspettiamo nuovi cieli e una terra nuova, nei quali avrà stabile dimora la giustizia.

Sembrerebbe che la terra attuale non sussista a tempo
indefinito; ma distrutta e ricreata.

...Altra contraddizione?

Ciao.



Buona lettura
"La terra sarà distrutta?"
www.jw.org/it/cosa-dice-la-Bibbia/domande/terra-distrutta/

Malachia 4:5-6
 “Ecco, vi mando il profeta Elìa prima che venga il grande e tremendo giorno di Geova. 6 E lui farà diventare il cuore dei padri come quello di figli e il cuore dei figli come quello dei padri, così che io non debba venire a colpire la terra, destinandola alla distruzione”.

"Elia" è venuto .....quindi nessuna distruzione per la terra letterale
[Edited by Angelo Serafino53 9/15/2021 11:57 AM]
9/15/2021 11:43 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,850
Age: 41
Re: Re:
Luciano_59, 15.09.2021 11:24:


Il pensiero di Pietro mi sembra un pò diverso:

Ora, i cieli e la terra attuali sono conservati dalla medesima parola, riservati al fuoco per il giorno del giudizio e della rovina degli empi.

 Il giorno del Signore verrà come un ladro; allora i cieli con fragore passeranno, gli elementi consumati dal calore si dissolveranno e la terra con quanto c'è in essa sarà distrutta.
Poiché dunque tutte queste cose devono dissolversi così, quali non dovete essere voi, nella santità della condotta e nella pietà, attendendo e affrettando la venuta del giorno di Dio, nel quale i cieli si dissolveranno e gli elementi incendiati si fonderanno! E poi, secondo la sua promessa, noi aspettiamo nuovi cieli e una terra nuova, nei quali avrà stabile dimora la giustizia.

Sembrerebbe che la terra attuale non sussista a tempo
indefinito; ma distrutta e ricreata.

...Altra contraddizione?

Ciao.




anche qui, dipende da cosa uno vuole intendere con il termine "terra", o "mondo"...

ci si limita alla comprensione letterale, o usando intendimento  che viene dell'Altissimo quando richiesto in preghiera, si può andare oltre?

ora, secondo la comprensione delle cose, dal momento che Satana è "scacciato nei pressi della Terra" in "cielo", nel reame celeste, non c'è di lui più nessuna traccia né Satana ha ancora influenza.
Quindi per "cieli attuali", si intende "reame celeste" oppure "atmosfera", cielo fisico?

o altro ancora?

perché anche questi "cieli attuali" che tu non metti in neretto, anche se non metti in neretto saranno riservati "al fuoco"

il "fuoco" è un fuoco letterale?

può il fuoco letterale distruggere il cielo letterale?

e se per "cieli attuali" si intende forse il "Reame Celeste" che ora è libero da Satana e sotto la teocrazia del Cristo Re....
perché Dio dovrebbe distruggere questo Reame Celeste, che è ora Regno di Dio perché vige la teocrazia messianica tra gli angeli fedeli?


forse che per "CIELI E TERRA ATTUALI" dobbiamo comprendere altro?
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
9/15/2021 11:46 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 4,823
Location: BARI
Age: 68

[Edited by Angelo Serafino53 9/15/2021 11:54 AM]
9/15/2021 10:05 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,670
Location: BOCA
Age: 50
Re: Re:
Luciano_59, 14/09/2021 22:52:




La terra è sfera di appartenenza del regno dei cieli come la sfera di appartenenza di un impero che si estende ben oltre la propria sede. Per quali ragioni dovrebbe esserne esclusa? È proprietà di Dio: "In principio Dio creò i cieli è la terra" (Ge 1:1) Quindi la terra non'e' il regno dei cieli ma ne fa parte essendo parte della creazione di Dio.


Quindi è chiaro che, regno dei cieli è sinonimo di regno di Dio:
sono entrambe la stessa cosa.
Ora, in base alla risposta di Claudio, si potrebbe pensare ad un
paragone "aziendale": il termine "regno di Dio", alias "regno
dei cieli", può essere accostato alla denominazione
dell'azienda generale.
A sua volta l'azienda generale, da un punto di vista
organizzativo, è composta dalla sede principale, la parte
celeste", posizionata nei cieli e una sede terrena,
rappresentata dalla terra.
Ma il regno di Dio non si completa con queste due sedi,
perchè, per ovvie motivazioni, ne fanno parte anche altre
sedi, che sono rappresentate dal resto del creato.
Detto questo, riprendendo le parole di Gesù, nel suo discorso
della montagna, quando dice:

"Beati i miti, perché erediteranno la terra"

dovremmo pensare che queste persone saranno dislocate sulla
sede terrena.
Ma quando dice:

"Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli"
"Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli"


sta facendo riferimento al regno dei cieli, cioè all'azienda
generale. Per cui come si fa a sapere in quale sede saranno
dislocate queste persone?
...sede celeste nei cieli, ...oppure sede terrena?
...Oppure in qualche altra sede situata in qualche universo?

Ciao.

Quello che si sa è che la terra non'e' stata creata solo per essere destinata a essere un teatro di rovina e sofferenza. Il passo di Pietro non si riferisce alla distruzione della terra letterale ma di una società che la rovina come si evince dal contesto che parla della distruzione degli empi. Che poi la terra abbia una durata si sa e solo allora si potrà ragionare della possibilità di essere collocati da Dio su altri pianeti ma ora la terra è ancora giovane e può splendere e ospitare la vita ancora per qualche miliardo di anni. Per il resto cosa ci sia nei "cieli" spirituali non lo sappiamo ma sappiamo che la Bibbia parla di un numero ristretto di regnanti che vi accederanno e che si dice in rivelazione che "regneranno sulla terra" mentre dei sudditi (la maggioranza) ci si aspetta che vivano, appunto, sulla terra, almeno finché questa potrà ospitare abitanti ed essere abitabile. Al momento è ancora giovane. Perché distruggerla?
[Edited by claudio2018 9/15/2021 10:15 PM]
9/15/2021 10:51 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,324
Location: PADOVA
Age: 62
Re: Re: Re:
I-gua, 15/09/2021 11:43:


ci si limita alla comprensione letterale, o usando intendimento  che viene dell'Altissimo quando richiesto in preghiera, si può andare oltre?


E come fai a dimostrare che sia l'intendimento corretto che
viene dall'Altissimo, anziché una interpretazione personale,
condizionata dalle proprie aspettative?

Ciao.



Il passo di Pietro non si riferisce alla distruzione della terra letterale ma di una società che la rovina come si evince dal contesto che parla della distruzione degli empi.


Anche questa è una interpretazione, perché le parole di
Pietro sicuramente fanno capire altro.
(...Mi domando perché un testo come la Bibbia, che
avrebbe l'intedimento di comunicare la verità, abbia la
necessità di essere costantemente interpretata.)

Comunque, mi piacerebbe sapere a cosa si riferisce Gesù,
quando dice:

"Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli"
"Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli"


considerando che avete chiarito che il regno dei cieli comprende
sia i cieli che la terra.
Le persone citate da Gesù sono destinate ai cieli, oppure
alla terra?

Ciao.
9/16/2021 5:43 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,670
Location: BOCA
Age: 50

Mi domando perché un testo come la Bibbia, che avrebbe l'intedimento di comunicare la verità, abbia la necessità di essere costantemente interpretata

Perché Dio l'ha fatta scrivere in questo modo. Gesù stesso dovette "interpretare" diversi passi biblici per spiegare la verità ai suoi discepoli (Luca 24:27)

[Edited by claudio2018 9/16/2021 5:43 AM]
9/16/2021 6:14 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote
OFFLINE
Post: 11,850
Age: 41

E come fai a dimostrare che sia l'intendimento corretto che
viene dall'Altissimo, anziché una interpretazione personale,
condizionata dalle proprie aspettative?



Ma non c’è nulla da dimostrare agli altri!

Agli altri Gesù non ha comandato di dimostrare nulla!

Ha comandato di predicare la Buona Notizia del Regno e di insegnare La Parola di Dio.


Quindi poi è tutto nelle mani della singola persona!


La Persona che sinceramente cerca Il Vero Dio, si avvicinerà a Lui e allora Dio si avvicinerà a colui che sinceramente lo ricerca.

Allora Dio si rivelerà a questa persona sincera e bendisposta di cuore attraverso La sua Parola scritta, e il Suo spirito -amministrato da Cristo nell’opera di raccogliere un Popolo nel Nome del Padre- agirà come catalizzatore, attivatore, in modo che cuore, spirito e mente possano intendere ciò che Dio vuole rivelare loro tramite l’intendimento della Parola di Dio.

È Dio che, tramite il Suo spirito, concede intendimento delle Verità rivelate tramite La Parola di Dio, che è “incarnata” o portata dal Suo Cristo.


Quindi cosa sono queste “aspettative “ per una persona che conosce e riconosce La Parola di Dio?

Sono le promesse messianiche che si adempiono in Cristo tramite il PROCESSO progressivo di instaurazione del Regno di Dio, tra queste la speranza di vita eterna in un paradiso terrestre restaurato per volontà divina.

E quindi come fa una persona a riporre completa fiducia, e certezza, che le promesse per l’umanità redenta in Cristo si adempiranno esattamente come Dio ha fatto mettere per iscritto dai suoi profeti?

Riponendo fiducia nella Parola di Dio, nel Suo Cristo, Dio concederà a questa persona la FEDE. La FEDE quindi non è concessa a tutti, ma è uno dei frutti dello Spirito di Dio.

Infatti, “La fede è la sicura aspettazione di cose sperate, l’evidente dimostrazione di realtà benché non vedute”. (Eb 11:1)

E chi ha fede, non deve dimostrare nulla a nessuno.
-------------------------------
Ospite (utente non TdG)
-------------------------------

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
New Thread
Reply

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:03 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com