printprint
New Thread
Reply
 

I sette tempi

Last Update: 11/24/2020 10:30 PM
Author
Print | Email Notification    
11/20/2020 2:06 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,366
Re: Re: Re:
Wanderlust!, 20/11/2020 13:54:

106 anni in cui la buona notizia è stata predicata in tutta la Terra abitata, ci sono ancora persone sincere e che possono essere salvate Verderame. I tempi di Dio non sono i nostri...[SM=g27985]




A dire il vero la predicazione riguardo Gesù esiste da 2000 anni. Ci saranno sempre persone sincere fin quando esisterà la procreazione, ogni secondo nascono migliaia di persone nel mondo.



----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
11/20/2020 2:10 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 571
TdG
Re: Re:
verderame.1958, 20/11/2020 13:43:



Puoi citarmi qualcuno tra i sovrani che in seguito calpestarono Gerusalemme che capi' che era una situazione temporanea? Credi che a Tito importasse cosa pensava il Dio degli ebrei? Ma se il libro di Daniele era per il tempo della fine, cosa vuoi che potessero capire quelle nazioni? Non sta in piedi questa spiegazione. Cosa é cammbiato dal 1914? Le nazioni continuano a regnare...e sono passati 106 anni.


2 Timoteo 3:1-5. Dici che qualcosa è cambiato negli ultimi 106 anni?


11/20/2020 2:18 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,366
Re: Re: Re: Re: Re:
Angelo Serafino53, 20/11/2020 13:47:




Verderame

Daniele capitolo 2 datato "2°anno" (606/605 a.E.V.)

come dominatore mondiale (vedi Daniele 10:1 3° di Ciro) Nabucodonosor

ebbe la visione
della marcia delle potenze mondiali
che vanno da babilonia, dal periodo neo-babilonese all' -anglo-americana

quindi Geova fu tempestivo a far sapere quanti regni dovevano succedere
fino al ripristino del Suo regno.

Puo darsi, ma tutte e due sono date dopo la distruzione di Gerusalemme.

queste potenze mondiali quanto sarebbero durate?


Daniele 4 ne indicava la lunghezza 2520 anni


quindi Verderame il capitolo 4 è una continua del capitolo 2






Puo darsi, ma tutte e due sono date dopo la distruzione di Gerusalemme. Che é stata comunque ricostruita dopo l'esilio.

Ecco perché Gesù disse ' Gerusalemme "sarà" calpestata , e non continuerà a essere calpestata. Da allora il tempio non é stato più ricostruito. Non si fecero più sacrifici nel tempio.



----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
11/20/2020 2:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,402
Location: BARI
Age: 67
Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 20/11/2020 14:06:




A dire il vero la predicazione riguardo Gesù esiste da 2000 anni. Ci saranno sempre persone sincere fin quando esisterà la procreazione, ogni secondo nascono migliaia di persone nel mondo.




questa è la predicazione che sarebbe stata annunciata


(Matteo 24:14) 14 E questa buona notizia del Regno sarà predicata in tutta la terra abitata, perché sia resa testimonianza a tutte le nazioni, e allora verrà la fine.


le religioni con qli insegnamenti che anno ricevuto,parlano d'altro, non sanno cosa dire di questo messaggio.
11/20/2020 2:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,366
Re: Re: Re:
snorkeler, 20/11/2020 14:10:


2 Timoteo 3:1-5. Dici che qualcosa è cambiato negli ultimi 106 anni?






Quindi da quando Gesù regnerebbe la situazione sarebbe degenerata? Non mi sembra una buona carta da visita.












----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
11/20/2020 2:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,095
Location: MILANO
Age: 60
Re: Re: Re: Re: Re:
rispondo ai post:

il dominio celeste di satana non va confuso con quello terreno che non iniziò nel 607.


Nel 607 Michele perse il suo ruolo di guida come re dei re davidici ,come alla genesi lo perse sostituito da quello demonico, anche se in senso lato Dio tramite Michele continuava a governare parallelamente a quello satanico, poi x volontà del popolo venne rappresentato da un re umano; ma nel 607 cessò in definitiva..

Mentre quello demonico non è cessato nel 14, quando ancora dovevamo arrivare ai piedi di argilla . Per riprenderselo Michele doveva affrontare la sua maledizione a nome di tutti... i sette anni passati come uomo, per prendersi su di se la maledizione , e meritarsi il regno che Dio alla fine dà a chi vuole .Da quel momento nel 607, il tempo in cui domina satana, equivale al tempo in cui non domina più Michele

Un decimo dei sette tempi è, sarà dominato da Cristo Davide , solo un decimo , un tempo dei settemila, da cui sono tratti i settemila che non sono settemila letterali, ma tutti quelli di tale classe nominata in base alla durata del tempo in cui sono tratti poichè nabucodonosor come uomo rappresenta pure chi apprenderà la lezione , un decimo di chi rappresenta in chiave terrena , un santo ceppo

volendo fare comparazione selvaggia non scritturale,illegale, possiamo dire che nel 14 è nato un bambino che rappresenta due ladri e che devono morire nuovamente nella città di Gerusalemme x capire il suo, loro errore , x imparare la vera umiltà rispetto a un trono; per poter ricevere l'unzione quella vera e dunque infine il governo. L'infimo del popolo.
[Edited by geremia60(2019) 11/20/2020 2:29 PM]
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/20/2020 3:25 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,127
Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 20/11/2020 14:06:




A dire il vero la predicazione riguardo Gesù esiste da 2000 anni. Ci saranno sempre persone sincere fin quando esisterà la procreazione, ogni secondo nascono migliaia di persone nel mondo.

Verderame, ma dai, non è mai esistita una predicazione in tutta la terra abitata e lo sai bene...
Le persone sincere hai ragione che ci saranno sempre, ma la Gesù sembra far capire che non dovremmo per forza raggiungere tutte le persone del mondo. Siamo sicuri che Geova non metterà a morte il giusto con il malvagio.
11/20/2020 3:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,402
Location: BARI
Age: 67
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 20/11/2020 14:18:



Puo darsi, ma tutte e due sono date dopo la distruzione di Gerusalemme. Che é stata comunque ricostruita dopo l'esilio.

Ecco perché Gesù disse ' Gerusalemme "sarà" calpestata , e non continuerà a essere calpestata. Da allora il tempio non é stato più ricostruito. Non si fecero più sacrifici nel tempio.




Verderame

Dopo la morte di Gesù vuoi ancora fare sacrifici?
il tempio ha chiuso definitivamente

quando fu distrutto nel 607, nelle cronache puoi leggerti tutte le genealogie , queste servivano a mettere ognuno al suo posto al rimpatrio nel 537aev in particolare i discendenti leviti

quando fu distrutta Gerusalemme nel 70 non esiste nessun libro ispirato con le genealogie dei leviti

tu sai quello che succede se uno vuole prendere il posto di un sacerdote levita?....ti ricordi di Uzzia, che fine fece?

CONTINUA....
11/20/2020 3:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,127
Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 20/11/2020 14:23:




Quindi da quando Gesù regnerebbe la situazione sarebbe degenerata? Non mi sembra una buona carta da visita.










Non ho capito cosa intendi. Forse pensi che visto che Gesù regna le cose dovrebbero andare meglio nel mondo? Il Regno per ora è stato solo stabilito in cielo e non sulla Terra, ma chi si sottomette al suo regno volontariamente ha benefici già da oggi.
11/20/2020 3:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,067
Location: MILANO
Age: 53
TdG
Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 20/11/2020 14:23:




Quindi da quando Gesù regnerebbe la situazione sarebbe degenerata? Non mi sembra una buona carta da visita.





Mi sà che se ne era già parlato:

Rivelazione 12:10-12

E sentii in cielo una voce possente che diceva:

“Ora sono giunti la salvezza,la potenza, il Regno del nostro Dio e l’autorità del suo Cristo, perché è stato gettato giù l’accusatore dei nostri fratelli, che li accusa giorno e notte davanti al nostro Dio!

Perciò gioite, cieli, e voi che vi dimorate! Ma guai a voi, terra e mare,perché il Diavolo è sceso da voi pieno di rabbia, sapendo di avere poco tempo!”
11/20/2020 3:34 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,067
Location: MILANO
Age: 53
TdG
Re: Adempimento retrodatato di una profezia



Ci sono altri esempi nella Bibbia?



Capitolo 2 di Daniele la testa d' oro era Nabucodonosor.

Capitolo 7 di Daniele la bestia simile al leone era Babilonia stessa.

Inoltre secondo gli scrittori del nuovo testamento molte profezie il cui adempimentorisale a secoli prima trovarono adempimento nel I secolo.


E normale che una profezia si avveri prima ancora di essere annunciata?



Non vedo il problema, non si è avverata prima semplicemente è stato spiegato il significato di un evento già accaduto.

Secondo gli scrittori del nuovo testmaneto ci sono decine di esempi.

La profezia dei 7 tempi spiega l' esito finale di un evento.

11/20/2020 3:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 39,610
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re: Adempimento retrodatato di una profezia
verderame.1958, 11/19/2020 10:25 PM:

Cosa ne pensate del fatto che i sette tempi che dovevano passare su Nabucodonosor furono annunciati alla fine del suo regno cioé molto tempo dopo che Gerusalemme fu distrutta.
E normale che una profezia si avveri prima ancora di essere annunciata?

Ci sono altri esempi nella Bibbia?



Caro Verde,
una "profezia", per definizione, dece essere espressa prima che i fatti avvengano, altrimenti è una "post-fezia".
Secondo gli storici moderni, le profezie non esistono nè sono mai esistite.


Simon
11/20/2020 3:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 39,610
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 11/20/2020 2:18 PM:



Puo darsi, ma tutte e due sono date dopo la distruzione di Gerusalemme. Che é stata comunque ricostruita dopo l'esilio.

Ecco perché Gesù disse ' Gerusalemme "sarà" calpestata , e non continuerà a essere calpestata. Da allora il tempio non é stato più ricostruito. Non si fecero più sacrifici nel tempio.



Si, neanche oggi esiste il tempio.
Ma è un'altra toria...

Simon
11/20/2020 3:54 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,095
Location: MILANO
Age: 60
Re: Re: Re: Re: Re:
Wanderlust!, 20/11/2020 15:25:

Verderame, ma dai, non è mai esistita una predicazione in tutta la terra abitata e lo sai bene...
Le persone sincere hai ragione che ci saranno sempre, ma la Gesù sembra far capire che non dovremmo per forza raggiungere tutte le persone del mondo. Siamo sicuri che Geova non metterà a morte il giusto con il malvagio.



e da quando la predicazione è sinonimo di giudizio?
magari per i profeti si, ciò valendo un tempo; ma non negli ultimi giorni
La predicazione che iniziò a risvegliarsi dopo alcuni secoli dopo l'anno 1000 serviva semmai a ripristinare il tempio di Dio, a motivo degli eletti che saranno eletti in base a queste necessarie fondamenta creatasi secoli fa . E per tale scopo lo spirito santo fa quello che tu non potresti predicando 24 ore su 24... guidando i tuoi passi verso chi sarà un possibile candidato x il futuro sigillamento , o aiutando il singolo nella sua ricerca di verità.

Tolto questo, rimane una grande folla di varie nazioni e popoli,distinti dalle 12 tribu della nazione spirituale Israele ; che saranno salvati non in rapporto al grado di conoscenza, ma di umanità che tengono anche in modo naturale , x coscienza.

L'idea che senza la predicazione non si salva nessuno è errata. La predicazione raccoglie quelle che per natura sono idonei , son pecore che riconoscono la voce del pastore quando sono in grado e nelle condizioni di poterla sentire , ma il non sentirla non li fa diventare capre, sono sempre pecore anche se senza pastore...o uno sbagliato

quindi dici bene che Cristo non metterà a morte il giusto con il malvagio, ma non è la predicazione che salva, ma il sacrificio di Gesù,la predicazione salva gli eletti come eletti, è comunque un mezzo, ma non lo gestisci tu. IN quanto dove non può l'uomo può Dio e no significa far parte necessariamente di qualche chiesa come iscritti, se fai parte della stessa chiesa: Gesù e il Padre sono la chiesa...e chi ci sta in in un modo o in altro sono tutti fratelli , a prescindere dalla loro involontaria ignoranza appartengono tutti alla stessa chiesa edificata in Cristo, non ha confini visibili tra chi possiede il 30 o chi il 60 della conoscenza o verità.






------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/20/2020 4:22 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 122
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
geremia60(2019), 20/11/2020 15:54:



e da quando la predicazione è sinonimo di giudizio?
...

L'idea che senza la predicazione non si salva nessuno è errata. La predicazione raccoglie quelle che per natura sono idonei , son pecore che riconoscono la voce del pastore quando sono in grado e nelle condizioni di poterla sentire , ma il non sentirla non li fa diventare capre, sono sempre pecore anche se senza pastore...o uno sbagliato



Inizio OT:

Le Scritture sostengono qualcosa di diverso:

Paolo nella lettera ai Romani 10:13, 14 dice tra le altre cose:

chiunque invocherà il nome di Geova sarà salvato”. Ma come lo invocheranno se non hanno riposto fede in lui? E come riporranno fede in colui del quale non hanno sentito parlare? E come ne sentiranno parlare senza qualcuno che predichi?"


Perché è necessario invocare il nome di Geova, fatto conoscere oggi per mezzo della predicazione?

Risponde il profeta Gioele:

"E chiunque invocherà il nome di Geova sarà salvato ;
sul monte Sìon e a Gerusalemme ci saranno coloro che scampano, proprio come Geova ha detto,
i superstiti che Geova chiama"

Quindi il processo per ottenere la salvezza implica:
1) che qualcuno predichi e faccia conoscere il nome di Geova
2) che chi desidera salvare invochi sinceramente Geova
3) e che eserciti fede in Lui.

Piuttosto che sostenere che anche senza la predicazione qualcuno si possa salvare, dovremmo essere grati che Geova versi il suo spirito su giovani e vecchi, uomini e donne, che partecipano volenterosamente all’opera di "profetizzare", cioè dichiarare le “magnifiche cose di Dio”.


Fine OT
[Edited by M71 11/20/2020 4:28 PM]
11/20/2020 4:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 571
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
geremia60(2019), 20/11/2020 15:54:


e da quando la predicazione è sinonimo di giudizio?


Ma dove ha letto che la predicazione è sinonimo di giudizio?
Wander ne sta parlando come parte del segno indicante la presenza di Cristo quale Re.

Se rispondiamo fischi per fiaschi a ogni post la discussione diventa ingestibile.


11/20/2020 4:44 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,095
Location: MILANO
Age: 60
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
M71, 20/11/2020 16:22:



Le Scritture sostengono qualcosa di diverso:

Paolo nella lettera ai Romani 10:13, 14 dice tra le altre cose:

chiunque invocherà il nome di Geova sarà salvato”. Ma come lo invocheranno se non hanno riposto fede in lui? E come riporranno fede in colui del quale non hanno sentito parlare? E come ne sentiranno parlare senza qualcuno che predichi?"


Perché è necessario invocare il nome di Geova, fatto conoscere oggi per mezzo della predicazione?

Risponde il profeta Gioele:

"E chiunque invocherà il nome di Geova sarà salvato ;
sul monte Sìon e a Gerusalemme ci saranno coloro che scampano, proprio come Geova ha detto,
i superstiti che Geova chiama"

Parla di superstiti, di scampati, di salvati... grazie alla predicazione.

Dobbiamo essere grati del fatto che Geova versi il suo spirito su ogni tipo di persona permettendo che giovani e vecchi, uomini e donne, partecipino all’opera di profetizzare, cioè dichiarare le “magnifiche cose di Dio”.




credi che non lo conoscessi questo?' se lo lasciassi a una lettura superficiale mi creerebbe contraddizione con altre parti delle scritture inclusa la risurrezione di molti morti.

Chi invoca il nome di Geova... sarà salvato


Romani 10:5 Infatti Mosè descrive così la giustizia che viene dalla legge: «L'uomo che farà quelle cose vivrà per esse». 6 Invece la giustizia che viene dalla fede dice così: «Non dire in cuor tuo: "Chi salirà in cielo?" (questo è farne scendere Cristo), né: 7 "Chi scenderà nell'abisso?" (questo è far risalire Cristo dai morti)». 8 Che cosa dice invece? «La parola è vicino a te, nella tua bocca e nel tuo cuore». Questa è la parola della fede che noi annunciamo; 9 perché, se con la bocca avrai confessato Gesù come Signore e avrai creduto con il cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato; 10 infatti con il cuore si crede per ottenere la giustizia e con la bocca si fa confessione per essere salvati. 11 Difatti la Scrittura dice: 11 Difatti la Scrittura dice:
«Chiunque crede in lui, non sarà deluso».
12 Poiché non c'è distinzione tra Giudeo e Greco, essendo egli lo stesso Signore di tutti, ricco verso tutti quelli che lo invocano. 13 Infatti chiunque avrà invocato il nome del Signore sarà salvato.«Signore, chi ha creduto alla nostra predicazione?»
14 Ora, come invocheranno colui nel quale non hanno creduto? E come crederanno in colui del quale non hanno sentito parlare? E come potranno sentirne parlare, se non c'è chi lo annunci? 15 E come annunceranno se non sono mandati? Com'è scritto:«Quanto sono belli
i piedi di quelli che annunciano buone notizie!»
16 Ma non tutti hanno ubbidito alla buona notizia; Isaia infatti dice:
«Signore, chi ha creduto alla nostra predicazione?»

17 Così la fede viene da ciò che si ascolta, e ciò che si ascolta viene dalla parola di Cristo.
18 Ma io dico: forse non hanno udito? Anzi,
la loro voce è andata per tutta la terra
e le loro parole fino agli estremi confini del mondo.
19 Allora dico: forse Israele non ha compreso? Mosè per primo dice: «Io vi renderò gelosi di una nazione che non è nazione; provocherò il vostro sdegno con una nazione senza intelligenza». 20 Isaia poi osa affermare:
«Sono stato trovato da quelli che non mi cercavano;
mi sono manifestato a quelli che non chiedevano di me».
21 Ma riguardo a Israele afferma:
«Tutto il giorno ho teso le mani verso un popolo disubbidiente e contestatore».



comprendi da te che questa è una verità, ma non assoluta , è vero come principio, ma non è applicabile a tutti i casi , come ad esempio ai milioni di morti , o a chi non conosce la verità nè Cristo, o lo conosce distorto

Ecco perchè la bibbia diventa pericolosa nelle mani sbagliate .

21 Ma riguardo a Israele afferma:
«Tutto il giorno ho teso le mani verso un popolo disubbidiente e contestatore».

ecco questi non invocano il nome del Signore, dunque non possono essere salvati , perché non lo vogliono pronunciare con il loro modo di vivere a parole e nei fatti ; ma per essere giudicati qualcuno doveva predicargli.. ai farisei e a tutti gli altri.

Ma come avevo scritto, oggi questo non lo puoi applicare, Infatti come te lo spieghi che Cristo sulla croce o palo, disse: Padre perdona loro che non sanno quello che fanno?

Per giudicare devi predicargli la parola, se non la accettano saranno condannati, ok questo è principio; ma tra il dire e il fare ci son molte opzioni, x es. i morti che non invocano il suo nome saranno salvati, ecc.. ma alla fine dei tempi questo varrà per tutti i casi, ma non oggi , nè ad armagheddon

Noi non siamo nè Cristo, nè gli apostoli nè i profeti, atteggiarsi, fare come se.. è un errore



[Edited by geremia60(2019) 11/20/2020 4:55 PM]
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/20/2020 4:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,095
Location: MILANO
Age: 60
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
snorkeler, 20/11/2020 16:26:


Ma dove ha letto che la predicazione è sinonimo di giudizio?
Wander ne sta parlando come parte del segno indicante la presenza di Cristo quale Re.

Se rispondiamo fischi per fiaschi a ogni post la discussione diventa ingestibile.





infatti non lho detto. Ma siamo certi che non giudicherà il giusto con il malvagio..infatti gli ho scritto a wander : dici bene.

Ma ho posto la domanda in se stessa , per dare ragione a questo pensiero ..la predicazione non è un mezzo x giudicare di vita o di morte, dato che anche dove non arriverà non sarà condannato il giusto con il malvagio.

la parola diventa invece un mezzo di giudizio contro concetti errati, ma x la persona è tutt'altro discorso, poichè Cristo perdona anche quelli che non sanno quello che fanno, poichè guarda ail cuore, come guardò quello di Paolo nella via di Damasco , lui non era propriamente malvagio
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/20/2020 5:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,366
Re: Re: Adempimento retrodatato di una profezia
Pino2019, 20/11/2020 15:34:




Ci sono altri esempi nella Bibbia?



Capitolo 2 di Daniele la testa d' oro era Nabucodonosor.

Capitolo 7 di Daniele la bestia simile al leone era Babilonia stessa.






Non ci vedo nessun nessun riferimento futuro che si sarebbe verificato prima. Definendo la testa in oro, Daniele parla al presente, sono le altre parti delle statua che sono future.

Invece i setti tempi dell'albero erano futuri, " passeranno su di te", in effetti passarono ancora 12 mesi dopo che Daniele aveva rivelato il significato applicato a Nabucodonosor.







----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
11/20/2020 5:39 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 36,186
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Adempimento retrodatato di una profezia
verderame.1958, 20/11/2020 11:36:



Ti ha risposto egregiamente Angelo.

Per il resto sto parlando dell'applicazione fatta del sogno, cioè i sette tempi sul regno di Dio sulla terra, che fate iniziare nel 607, allorchè la profezia in se stessa è stata annunciata anni dopo. Da qui la mia perplessità.










PERSPICACIA SPIEGA COSI:


La visione ebbe senz’altro un adempimento nello stesso Nabucodonosor. (Vedi Da 4:31-35). Perciò alcuni ritengono che la profezia si riferisse solo a lui, e in questa visione vedono semplicemente espressa l’eterna verità della ‘supremazia di Dio su tutte le altre potenze, umane o pseudodivine’. Riconoscono che tale verità o principio trascende ciò che accadde allo stesso Nabucodonosor, ma non ne vedono la relazione con uno specifico periodo di tempo o con un programma divino. Eppure un esame dell’intero libro di Daniele rivela che l’elemento tempo ha sempre una parte importante nelle visioni e profezie in esso contenute, e le potenze mondiali e gli avvenimenti descritti in ciascuna visione non sono visti isolatamente né avvengono per caso lasciando nel vago l’elemento tempo, ma al contrario hanno una precisa collocazione storica o successione cronologica. (Cfr. Da 2:36-45; 7:3-12, 17-26; 8:3-14, 20-25; 9:2, 24-27; 11:2-45; 12:7-13). Inoltre il libro insiste ripetutamente sulla conclusione che costituisce il tema delle sue profezie: l’istituzione di un Regno di Dio universale ed eterno affidato al “figlio dell’uomo”. (Da 2:35, 44, 45; 4:17, 25, 32; 7:9-14, 18, 22, 27; 12:1) Questo è inoltre l’unico libro delle Scritture Ebraiche che menziona specificamente il “tempo della fine”. — Da 8:19; 11:35, 40; 12:4, 9.
In considerazione di quanto sopra, non sembra logico concludere che la visione del simbolico “albero” e dei relativi “sette tempi” si riferisca unicamente ai sette anni di pazzia seguiti dalla guarigione e dal ritorno al potere di un sovrano babilonese, specie alla luce di quanto disse Gesù dei “tempi fissati delle nazioni”. Si tenga inoltre presente il tempo in cui fu data la visione: nel momento critico della storia in cui Dio, il Sovrano Universale, aveva permesso che il regno da lui stesso istituito fra il popolo del suo patto fosse abbattuto; la persona che ebbe la visione: lo stesso sovrano che agì quale strumento di Dio per abbattere quel regno e che quindi ricevette il dominio mondiale per concessione divina, cioè senza interferenza da parte di alcun regno che rappresentasse Geova Dio; e l’intero tema della visione: “che i viventi conoscano che l’Altissimo domina sul regno del genere umano e che lo dà a chi vuole, e stabilisce su di esso persino l’infimo del genere umano”. (Da 4:17) Tutto questo costituisce una valida ragione per ritenere che la complessa visione e la sua interpretazione siano state incluse nel libro di Daniele proprio perché rivelano la durata dei “tempi fissati delle nazioni” e il tempo in cui sarebbe stato istituito il Regno di Dio retto dal suo Cristo.


Dove sbaglia Perspicacia, puoi indicarmelo?

[Edited by Aquila-58 11/20/2020 5:39 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:31 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com