printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Confutazione trasmissione radio Maria del GRIS di ottobre 2020...

Last Update: 10/25/2020 4:00 PM
Author
Print | Email Notification    
10/25/2020 10:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,950
ViceAdmin
10/25/2020 10:56 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,950
ViceAdmin
Dopo il preambolo di don Fiorino, il conduttore, prende la parola Rocco Politi. Circa l'attendilita' delle critiche dei fuoriusciti rimandiamo, come di consueto, al seguente articolo del nostro sito TdGOnline:

I FUORIUSCITI DEI TESTIMONI DI GEOVA: TRA FENOMENOLOGIA E STATISTICA – Cosa dicono gli esperti
10/25/2020 11:15 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,950
ViceAdmin
Il successivo e ultimo episodio è a cura di Don Battista Cadei che affronta il tema Senza pari diritti non c'è pace: «Prima noi!» fa male anche a noi, dicendo:



Nella recente enciclica Fratelli Tutti, papa Francesco illumina in maniera approfondita il comune destino dell'umanità: «Da soli si rischia di avere dei miraggi, per cui vedi quello che non c’è; i sogni si costruiscono insieme. Sogniamo come un’unica umanità, come viandanti fatti della stessa carne umana, come figli di questa stessa terra che ospita tutti noi, ciascuno con la ricchezza della sua fede o delle sue convinzioni, ciascuno con la propria voce, tutti fratelli!» (FT 8.). Qui ci limitiamo a un ammonimento fatto già da S. Paolo VI nel 1967.

A chi ripete lo slogan «Prima noi!» non intendo contrapporre l'evangelico «Prima gli ultimi!». Non sono intenditore di politica né futurologo. Voglio solo, come semplice cittadino, proporre, a chi condivide lo slogan «Prima noi!», di interrogarsi se ha pensato, oltre che a un successo elettorale immediato, anche ai suoi figli e ai figli dei suoi figli e così via. Questo pensiero mi è venuto leggendo l'enciclica di Paolo VI «PP=Populorum Progressio» = Lo Sviluppo dei Popoli (1967), la cui tesi è: o ci sviluppiamo tutti, o ci saranno guerre. Cito solo due passaggi:

(pp. 30): «Si danno certo delle situazioni la cui ingiustizia grida verso il cielo. Quando popolazioni intere, sprovviste del necessario, vivono in uno stato di dipendenza tale da impedir loro qualsiasi iniziativa e responsabilità, e anche ogni possibilità di promozione culturale e di partecipazione alla vita sociale e politica, grande è la tentazione di respingere con la violenza simili ingiurie alla dignità umana»...
(pp. 11): «In questo stato di marasma si fa più violenta la tentazione di lasciarsi pericolosamente trascinare verso messianismi carichi di promesse, ma fabbricatori di illusioni. Chi non vede i pericoli che ne derivano, di reazioni popolari violente, di agitazioni insurrezionali, e di scivolamenti verso le ideologie totalitarie? Questi sono i dati del problema, la cui gravità non può sfuggire a nessuno».

Al di fuori di ogni ideologia, si rifletta che, di molta miseria del terzo mondo, sono responsabili le multinazionali del nostro mondo, che sfruttano le ricchezze, senza riguardi per le popolazioni e per l'ambiente. Senza dimenticare che molte democrazie occidentali, Italia compresa, il cui governo è votato da noi, esportano non tecnologie per pozzi d'acqua o medicinali o l'occorrente per alfabetizzazione e cultura, ma soprattutto armi.
Papa Francesco ci ricorda e ripete che “siamo tutti nella stessa barca”: o ci salviamo tutti, o andiamo tutti a fondo.



Non c'è molto da confutare, visto che non accenna nemmeno ai tdG in questo intervento, che tra l'altro sembra più di natura politica che religiosa.
Lascio comunque la parola a chi desidera eventualmente commentare...

10/25/2020 12:46 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 31,002
Moderatore

Senza dimenticare che molte democrazie occidentali, Italia compresa, il cui governo è votato da noi, esportano non tecnologie per pozzi d'acqua o medicinali o l'occorrente per alfabetizzazione e cultura, ma soprattutto armi.



Senza dimenticare che la maggioranza di questi sono cattolici e fra questi non c'è neanche UN TdG. Si domandi come mai caro sig. Battista



Testimoni di Geova Online Forum
"Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione" - Edmund Burke
10/25/2020 4:00 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 31,002
Moderatore
C'è anche da far notare che, si lamentano che il governo esporta armi, ma poi la CCR ha i propri cappellani negli eserciti.

Cappellani con un ottimo stipendio: "l’Ordinario militare, equiparato al grado di generale di corpo d’armata (stipendio 126.576 euro l’anno secondo l’ultimo conto economico consultabile sul sito del ministero della Difesa) e il vice vicario generale (generale di divisione, 103.955 euro all’anno)."

Fonte

[Edited by Seabiscuit 10/25/2020 4:01 PM]



Testimoni di Geova Online Forum
"Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione" - Edmund Burke
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:34 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com