printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 | Next page

Patto della Legge

Last Update: 9/12/2020 11:10 PM
Author
Print | Email Notification    
9/11/2020 11:50 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 826
Patto della Legge
Buongiorno a tutti. Ieri mi sono soffermato leggendo il capitolo 24 di Esodo sul patto della Legge. Tramite il Perspicacia e altri articoli ho compreso che era un patto bilaterale tra il popolo d'Israele e Dio. Mosè fungeva da mediatore, perché aveva una speciale relazione con Dio, Dio lo "dichiarava giusto" a motivo della sua fede nel seme promesso. Però mi sono fatto 2 domande:
1. Perché c'era bisogno di Mosè come mediatore, visto che c'erano già dei sacrifici animali, il cui sangue è stato versato sul rotolo e sul popolo?
2. Se i sacrifici rappresentavano il sacrificio di Cristo, perché erano comunque accettati da Dio visto che non potevano uguagliare quel sacrificio perfetto?
Grazie a chi mi risponderà [SM=g7474]
[Edited by Wanderlust! 9/11/2020 11:52 AM]
9/11/2020 11:57 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 826
"La Legge infatti possiede un’ombra delle benedizioni future, ma non la realtà stessa delle cose, e quindi non è mai in grado con gli stessi sacrifici offerti continuamente, anno dopo anno, di rendere perfetti quelli che si avvicinano a Dio. Altrimenti, non si sarebbe forse smesso di offrire sacrifici? Coloro che li offrono, infatti, essendo stati purificati una volta per sempre, non avrebbero più nessuna coscienza dei peccati.   E invece con questi sacrifici ogni anno viene rinnovato il ricordo dei peccati, perché è impossibile che il sangue di tori e capri elimini i peccati ." (Ebr. 10:1-4)

Il sacrificio doveva semplicemente ricordare che erano peccatori davanti a Dio? Se si, perché potevano convalidare un patto tra Dio e gli uomini, visto che solo il sangue perfetto di Cristo l'ha permesso?
[Edited by Wanderlust! 9/11/2020 11:59 AM]
9/11/2020 12:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
Una domanda alla volta...


1. Perché c'era bisogno di Mosè come mediatore, visto che c'erano già dei sacrifici animali, il cui sangue è stato versato sul rotolo e sul popolo?



Il mediatore è servito per stipulare quel patto, una volta stipulato ed entrato in vigore con la Legge ed i sacrifici del sacerdozio non c'è stato più bisogno di un mediatore, infatti il ruolo di Mosè è stato unico.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/11/2020 12:16 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,617
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Patto della Legge
Wanderlust!, 11/09/2020 11:50:

Buongiorno a tutti. Ieri mi sono soffermato leggendo il capitolo 24 di Esodo sul patto della Legge. Tramite il Perspicacia e altri articoli ho compreso che era un patto bilaterale tra il popolo d'Israele e Dio. Mosè fungeva da mediatore, perché aveva una speciale relazione con Dio, Dio lo "dichiarava giusto" a motivo della sua fede nel seme promesso. Però mi sono fatto 2 domande:
1. Perché c'era bisogno di Mosè come mediatore, visto che c'erano già dei sacrifici animali, il cui sangue è stato versato sul rotolo e sul popolo?




forse anche perchè gli israeliti stessi avevano paura di Geova e della sua presenza.
Dissero a Mosè:

(Esodo 20:19) Quindi dissero a Mosè: “Parla tu con noi, e noi ascolteremo; ma non sia Dio a parlare con noi, altrimenti moriremo”.


Wanderlust!, 11/09/2020 11:50:


2. Se i sacrifici rappresentavano il sacrificio di Cristo, perché erano comunque accettati da Dio visto che non potevano uguagliare quel sacrificio perfetto?
Grazie a chi mi risponderà [SM=g7474]



Perchè quei sacrifici animali dovevano rinnovare di anno in anno il ricordo dei peccati:

(Ebrei 10:3, 4) E invece con questi sacrifici ogni anno viene rinnovato il ricordo dei peccati, 4 perché è impossibile che il sangue di tori e capri elimini i peccati.

Ti rammento qual' era la funzione della Legge:

(Galati 3:19) Perché allora la Legge? Essa fu aggiunta per rendere evidenti le trasgressioni finché non fosse arrivata la discendenza alla quale era stata fatta la promessa; e fu trasmessa tramite angeli, per mano di un mediatore.

(Galati 3:24, 25) Così la Legge divenne il nostro tutore per condurci a Cristo, affinché fossimo dichiarati giusti mediante la fede. 25 Ma ora che la fede è arrivata, non siamo più affidati a un tutore.


Ti è chiaro?


[Edited by Aquila-58 9/11/2020 12:18 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
9/11/2020 12:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 826
barnabino, 11/09/2020 12:11:

Una domanda alla volta...


1. Perché c'era bisogno di Mosè come mediatore, visto che c'erano già dei sacrifici animali, il cui sangue è stato versato sul rotolo e sul popolo?



Il mediatore è servito per stipulare quel patto, una volta stipulato ed entrato in vigore con la Legge ed i sacrifici del sacerdozio non c'è stato più bisogno di un mediatore, infatti il ruolo di Mosè è stato unico.

Shalom

Perché Mosè poteva accostarsi a Dio in quel modo speciale anche se era imperfetto? Ho capito che Dio lo dichiarava giusto come Abraamo, ma non era comunque imperfetto?
9/11/2020 12:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,617
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re:
Wanderlust!, 11/09/2020 12:19:

Perché Mosè poteva accostarsi a Dio in quel modo speciale anche se era imperfetto? Ho capito che Dio lo dichiarava giusto come Abraamo, ma non era comunque imperfetto?




certo, ma il Cristo non era ancora arrivato ("nessuno viene al Padre se non per mezzo di me") e Dio si serve di uomini per portare avanti il suo proposito


[Edited by Aquila-58 9/11/2020 12:22 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
9/11/2020 12:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
Re:
Wanderlust!, 11/09/2020 12:19:

Perché Mosè poteva accostarsi a Dio in quel modo speciale anche se era imperfetto? Ho capito che Dio lo dichiarava giusto come Abraamo, ma non era comunque imperfetto?



Beh, più di essere dichiarato giusto da Dio cosa ci può essere? Su Perspicacia c'è la voce: "DICHIARARE GIUSTI" che spiega che cosa significa e che non coincide con la perfezione: "si sforzavano di seguire i comandi di Dio, non erano considerati ingiusti, privi di una buona relazione con Dio, come il resto del mondo del genere umano. (Ge 3:15; Sl 119:2, 3) Amorevolmente Geova li considerava innocenti, in paragone con il mondo del genere umano estraniato da Dio. (Sl 32:1, 2; Ef 2:12) Così, a motivo della loro fede, Dio poteva trattare con quegli uomini imperfetti e benedirli, e questo senza venire meno alle sue perfette norme di giustizia. (Sl 36:10) Essi comunque si riconoscevano bisognosi di redenzione dal peccato e attendevano il tempo in cui Dio l’avrebbe provveduta. — Sl 49:7-9; Eb 9:26"

Shalom


[Edited by barnabino 9/11/2020 12:56 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/11/2020 1:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 826
Re: Re:
barnabino, 11/09/2020 12:32:



Beh, più di essere dichiarato giusto da Dio cosa ci può essere? Su Perspicacia c'è la voce: "DICHIARARE GIUSTI" che spiega che cosa significa e che non coincide con la perfezione: "si sforzavano di seguire i comandi di Dio, non erano considerati ingiusti, privi di una buona relazione con Dio, come il resto del mondo del genere umano. (Ge 3:15; Sl 119:2, 3) Amorevolmente Geova li considerava innocenti, in paragone con il mondo del genere umano estraniato da Dio. (Sl 32:1, 2; Ef 2:12) Così, a motivo della loro fede, Dio poteva trattare con quegli uomini imperfetti e benedirli, e questo senza venire meno alle sue perfette norme di giustizia. (Sl 36:10) Essi comunque si riconoscevano bisognosi di redenzione dal peccato e attendevano il tempo in cui Dio l’avrebbe provveduta. — Sl 49:7-9; Eb 9:26"

Shalom



Si l'avevo letto... Ma gli altri uomini del popolo non potevano fare lo stesso? Voglio dire... Perchè per esempio il mediatore non fu Aronne?
9/11/2020 1:23 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 826
Re: Re:
Aquila-58, 11/09/2020 12:21:




certo, ma il Cristo non era ancora arrivato ("nessuno viene al Padre se non per mezzo di me") e Dio si serve di uomini per portare avanti il suo proposito



Quindi anche se Mosè non aveva lo stesso valore di Cristo poteva comunque usarlo... Prima gli israeliti si potevano accostare a Dio tramite Mosè, oggi tramite Cristo. Quindi mi chiedo: Perché c'era bisogno di Cristo se Dio ha comunque permesso ad uomini imperfetti di fungere da mediatori?
9/11/2020 1:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore

Si l'avevo letto... Ma gli altri uomini del popolo non potevano fare lo stesso? Voglio dire... Perchè per esempio il mediatore non fu Aronne?



Evidentemente Mosè mostrò di essere un uomo particolarmente giusto rispetto ai suoi contemporanei.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/11/2020 1:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
Re: Re: Re:
Wanderlust!, 11/09/2020 13:23:

Quindi anche se Mosè non aveva lo stesso valore di Cristo poteva comunque usarlo... Prima gli israeliti si potevano accostare a Dio tramite Mosè, oggi tramite Cristo. Quindi mi chiedo: Perché c'era bisogno di Cristo se Dio ha comunque permesso ad uomini imperfetti di fungere da mediatori?



Perché solo con Cristo è possibile accostarsi a Geova non come "amici" ma come "figli". Perspicacia dice: "Semplici riti e sacrifici di per sé non furono mai sufficienti ma provvedevano solo una simbolica base legale per accostarsi a Dio. (Eb 9:9, 10) In ultima analisi Geova stesso decideva chi accogliere" e qualsiasi mancanza di rispetto o violazione delle istruzioni divine nell'accostarsi al Sovrano Dio comportava la pena di morte. Con il sacrificio di Cristo abbiamo sempre accesso a Dio per mezzo del suo nome, certi di essere perdonati.

"Coloro che si accostano a Dio per mezzo di Cristo Gesù, loro Sommo Sacerdote e Intercessore, sanno che “è sempre vivente per intercedere a loro favore” (Eb 7:25), e possono fiduciosamente ‘accostarsi con libertà di parola al trono dell’immeritata benignità’. (Eb 4:14-16; Ef 3:12) Non lo fanno col timore di essere condannati (Ro 8:33, 34)"

Shalom




--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/11/2020 2:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 826
Re: Re: Re: Re:
barnabino, 11/09/2020 13:53:



Perché solo con Cristo è possibile accostarsi a Geova non come "amici" ma come "figli". Perspicacia dice: "Semplici riti e sacrifici di per sé non furono mai sufficienti ma provvedevano solo una simbolica base legale per accostarsi a Dio. (Eb 9:9, 10) In ultima analisi Geova stesso decideva chi accogliere" e qualsiasi mancanza di rispetto o violazione delle istruzioni divine nell'accostarsi al Sovrano Dio comportava la pena di morte. Con il sacrificio di Cristo abbiamo sempre accesso a Dio per mezzo del suo nome, certi di essere perdonati.

"Coloro che si accostano a Dio per mezzo di Cristo Gesù, loro Sommo Sacerdote e Intercessore, sanno che “è sempre vivente per intercedere a loro favore” (Eb 7:25), e possono fiduciosamente ‘accostarsi con libertà di parola al trono dell’immeritata benignità’. (Eb 4:14-16; Ef 3:12) Non lo fanno col timore di essere condannati (Ro 8:33, 34)"

Shalom





Ma cosa si intende con base legale? Che senso avevano questi rituali se erano senza valore?
9/11/2020 2:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
Cosa è secondo te una base legale? Ad esempio un condannato sta scontando una pena ma grazie alla sua buona condotta c'è una base legale per un permesso concesso dal giudice. Questo non cancella la condanna ma permette al giudice a sua discrezione di dare un permesso legalmente valido.

Shalom
[Edited by barnabino 9/11/2020 2:45 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/11/2020 3:56 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 6,366
TdG
Re: Re: Re: Re: Re:
Wanderlust!, 11/09/2020 14:24:

Ma cosa si intende con base legale?


Caro Wander,

nel corso del tempo Geova ha stipulato vari patti che ti suggerisco di esaminare, ti lascio un paio di link:

wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1200271442
wol.jw.org/it/wol/pc/r6/lp-i/1200271442/36/0
Wanderlust!, 11/09/2020 14:24:

Che senso avevano questi rituali se erano senza valore?


Non direi proprio che fossero senza valore, prova a metterti nei panni di un capofamiglia dell'epoca con figli da sfamare e che doveva offrire il meglio del suo gregge o della raccolta del suo campo, non so se hai idea di cosa potesse significare economicamente: il valore già solo educativo della Legge era enorme in questo senso. Ogni israelita era portato a riflettere su cosa poteva significare offrire il meglio nel proprio caso e aveva a disposizione una certa gamma di opzioni, animali più o meno costosi (ovini o passeri per esempio) oppure della semplice farina ma di prima qualità.
In un certo senso la Legge doveva preparare il cuore di ogni israelita al concetto di sacrificio, che per primo Geova aveva preso su di sè stabilendo di offrire il suo meglio, Gesù appunto.
[Edited by Hal.9000 9/11/2020 4:03 PM]




9/11/2020 7:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 826
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Hal.9000, 11/09/2020 15:56:


Non direi proprio che fossero senza valore, prova a metterti nei panni di un capofamiglia dell'epoca con figli da sfamare e che doveva offrire il meglio del suo gregge o della raccolta del suo campo, non so se hai idea di cosa potesse significare economicamente: il valore già solo educativo della Legge era enorme in questo senso. Ogni israelita era portato a riflettere su cosa poteva significare offrire il meglio nel proprio caso e aveva a disposizione una certa gamma di opzioni, animali più o meno costosi (ovini o passeri per esempio) oppure della semplice farina ma di prima qualità.
In un certo senso la Legge doveva preparare il cuore di ogni israelita al concetto di sacrificio, che per primo Geova aveva preso su di sè stabilendo di offrire il suo meglio, Gesù appunto.

Non mi riferisco in questo caso ai sacrifici in generale, ma hai sacrirfici che hanno convalidado il patto. Cosa ha permesso in quel caso di convalidarlo, se erano imperfetti?
9/11/2020 7:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,617
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Re: Re:
Wanderlust!, 11/09/2020 13:23:

Quindi anche se Mosè non aveva lo stesso valore di Cristo poteva comunque usarlo... Prima gli israeliti si potevano accostare a Dio tramite Mosè, oggi tramite Cristo. Quindi mi chiedo: Perché c'era bisogno di Cristo se Dio ha comunque permesso ad uomini imperfetti di fungere da mediatori?




Perchè Cristo Gesù è ben più che un mediatore, Egli ha dato se stesso in riscatto per molti, cosa che Mosè non poteva fare.
Ovvio

-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
9/11/2020 7:05 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,617
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Wanderlust!, 11/09/2020 19:02:

Non mi riferisco in questo caso ai sacrifici in generale, ma hai sacrirfici che hanno convalidado il patto. Cosa ha permesso in quel caso di convalidarlo, se erano imperfetti?




i sacrifici erano una disposizione della Legge, avevano il compito di ricordare di anno in anno i peccati (Ebrei 10:3).
Ma non potevano togliere per sempre i peccati, ecco perchè il patto della Legge si sarebbe adempiuto in Cristo Gesù

-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
9/11/2020 7:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore

Non mi riferisco in questo caso ai sacrifici in generale, ma hai sacrirfici che hanno convalidado il patto. Cosa ha permesso in quel caso di convalidarlo, se erano imperfetti?



Non ho capito la domanda, perché dici che per essere convalidato il patto delle Legge richiedeva che entrambi i contraenti o il sangue dei sacrifici fossero perfetti? Se fosse così non ci sarebbe stato mai nessun patto dato che nessun essere umano sarebbe mai stato perfetto e gli animali benché "senza difetto" restavano animali. A che passo biblico ti riferisci in particolare?

Shalom

[Edited by barnabino 9/11/2020 7:41 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/11/2020 9:33 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 38,888
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re:
Wanderlust!, 9/11/2020 7:02 PM:

Non mi riferisco in questo caso ai sacrifici in generale, ma hai sacrirfici che hanno convalidado il patto. Cosa ha permesso in quel caso di convalidarlo, se erano imperfetti?



I sacrifici hanno "convalidato" il patto?

Simon
9/11/2020 10:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
Re: Re:
(SimonLeBon), 11/09/2020 21:33:



I sacrifici hanno "convalidato" il patto?

Simon



"Perciò nemmeno il patto precedente fu convalidato senza sangue. Dopo aver esposto a tutto il popolo ogni comandamento della Legge, Mosè prese il sangue dei giovani tori e dei capri insieme ad acqua, lana scarlatta e issopo, asperse il libro e tutto il popolo, e disse: “Questo è il sangue del patto che Dio vi ha comandato di osservare”. Allo stesso modo asperse con il sangue la tenda e tutti gli arredi del servizio sacro. Secondo la Legge quasi ogni cosa viene purificata con il sangue, e se non viene sparso del sangue non c’è perdono" (Ebrei 9,18-22).

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:04 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com