EFP | Il tuo Account | Ultime Storie | Storie scelte del sito | Storie scelte del Forum

EFP News
Contattate l'amministrazione - Contest - Regolamento Contest - Staff
 
Facebook  

Voglia di tè

Last Update: 6/8/2020 8:28 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
4/19/2020 4:28 PM
 
Quote

Re:
dhiskey, 19/04/2020 16:25:

Io purtroppo passo ad annunciare il mio ritiro. Mi dispiace ma non ho trovato l'ispirazione giusta.
Alla prossima e in bocca al lupo ai partecipanti~




Ciao! Alla prossima!
4/19/2020 4:32 PM
 
Quote

Grazie della comprensione. Purtroppo andavo di fretta, ed è uscito quel che è uscito. Intanto comunque la storia, quella sbagliata, la elimino.

Attendo il vostro giudizio.
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
4/19/2020 5:39 PM
 
Quote

Re:
dementedbonobo, 19/04/2020 16:32:

Grazie della comprensione. Purtroppo andavo di fretta, ed è uscito quel che è uscito. Intanto comunque la storia, quella sbagliata, la elimino.

Attendo il vostro giudizio.




Ne abbiamo discusso e siamo arrivate alla conclusione che non possiamo accettare una seconda versione.
Siamo davvero dispiaciute, ma dobbiamo squalificarti.
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
4/20/2020 10:49 AM
 
Quote

SCADENZA: 26 aprile

Buongiorno a tutti! Come state?
Vi ricordo che il contest scadrà questa settimana (domanica 26 aprile) e che avete tempo fino ad allora per consegnare il vostro racconto.
Io ed Elisa non vediamo l'ora!
A presto.
OFFLINE
Post: 12
4/22/2020 1:10 AM
 
Quote

Non ci credevo manco io ma alla fine ce l'ho fatta! Ultimi giorni, parole al limite (sono 2500 giuste con il titolo), ma ho finito!
Ecco il racconto:Il coprifuoco
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
4/22/2020 2:32 PM
 
Quote

Re:
Mimisa, 22/04/2020 01:10:

Non ci credevo manco io ma alla fine ce l'ho fatta! Ultimi giorni, parole al limite (sono 2500 giuste con il titolo), ma ho finito!
Ecco il racconto:Il coprifuoco




Ciao! Grazie mille per aver consegnato... adesso ti aggiungo tra i partecipanti.
OFFLINE
Post: 40
4/24/2020 11:51 PM
 
Quote

Buonasera! Pensavo seriamente di non farcela, fra lezioni online, tesi e tagli per evitare di sforare oltre il numero massimo di parole, ma ecco qui la storia:
efpfanfic.net/viewstory.php?sid=3903259&i=1

Spero che sia di vostro gradimento e grazie per l'occasione! 😀
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
4/25/2020 10:13 AM
 
Quote

Re:
ItalianDork, 24/04/2020 23:51:

Buonasera! Pensavo seriamente di non farcela, fra lezioni online, tesi e tagli per evitare di sforare oltre il numero massimo di parole, ma ecco qui la storia:
efpfanfic.net/viewstory.php?sid=3903259&i=1

Spero che sia di vostro gradimento e grazie per l'occasione! 😀




Ciao! Tutto in regola, grazie mille per aver consegnato!
4/26/2020 2:49 AM
 
Quote

Ciao,
non sono riuscita a scrivere nulla, quindi mi ritiro, mi dispiace. 😭
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
4/26/2020 10:14 AM
 
Quote

Re:
catching_hearts, 26/04/2020 02:49:

Ciao,
non sono riuscita a scrivere nulla, quindi mi ritiro, mi dispiace. 😭




Non preoccuparti 😉
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
4/26/2020 10:21 AM
 
Quote

OGGI IL CONTEST SCADE

Buongiorno a tutti!
Vi ricordo che il contest scade oggi e che avete tempo fino alle 24:00 per consegnare il vostro testo o ritirarvi.

Ne aprofitto per ringraziare (anche da parte di Elisa) tutti coloro che si sono mostrati interessati! Vi promettiamo che i risultati usciranno il prima possibile.
OFFLINE
Post: 2,134
Giudice*****
4/26/2020 3:24 PM
 
Quote

Ciao, purtroppo devo ritirarmi perché ho la storia a cui mancano alcune parti e se la chiudessi così non mi piacerebbe

Per dare un'occhiata alle mie storie
milla4


OFFLINE
Post: 4
4/26/2020 3:27 PM
 
Quote

Io non posso più partecipare. Mi spiace dirlo oggi, ho provato fino a ieri a scrivere qualcosa di decente, ma con l'esame alle porte non ci sono riuscita
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
4/26/2020 4:23 PM
 
Quote

Re:
milla4, 26/04/2020 15:24:

Ciao, purtroppo devo ritirarmi perché ho la storia a cui mancano alcune parti e se la chiudessi così non mi piacerebbe


Narciso__, 26/04/2020 15:27:

Io non posso più partecipare. Mi spiace dirlo oggi, ho provato fino a ieri a scrivere qualcosa di decente, ma con l'esame alle porte non ci sono riuscita



Non preoccupatevi! Ringrazio ugualmente entrambi per esservi interessati al contest!

OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
4/27/2020 12:01 AM
 
Quote

Re: OGGI IL CONTEST SCADE
Inchiostro_nel_Sangue, 26/04/2020 10:21:


Buongiorno a tutti!
Vi ricordo che il contest scade oggi e che avete tempo fino alle 24:00 per consegnare il vostro testo o ritirarvi.

Ne aprofitto per ringraziare (anche da parte di Elisa) tutti coloro che si sono mostrati interessati! Vi promettiamo che i risultati usciranno il prima possibile.




IL CONTEST E' UFFICIALMENTE SCADUTO



OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
4/29/2020 6:35 PM
 
Quote

A quando i risultati?

Buonasera a tutti i partecipanti!
Come state? Spero bene 😀
Ho parlato con l'altra giudice e quindi posso dirvi che la pubblicazione dei risultati sarà entro il 17 maggio (se riusciamo anche prima).
Perdonate se l'attesa sarà così lunga, ma sia io che Elisa lavoriamo e (come se non bastasse) la sessione d'esami è alle porte.

Vi ringraziamo in anticipo sia per la pazienza che per lo star partecipando a questo contest!
A presto 😁
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
5/13/2020 11:39 AM
 
Quote

Piccolo AVVISO molto IMPORTANTE

Buongiorno a tutti! Vi chiedo il piacere di leggere con attenzione questo messaggio... Lo so che mi perdo un po' via, ma ci tenevo a spiegare in modo esaustivo il perchè di questo ritardo nelle valutazioni.

Vi avevo promesso che entro il 17 sarebbero usciti i risultati... Beh, devo rettificare: usciranno al massimo entro il 22 maggio.

Mi spiace veramente moltissimo per questo ritardo e, lo confesso, la colpa è principalmente mia e non di Elisa (che sta leggendo a un ritmo veramente impressionante per avere tutte le valutazioni pronte in tempo).
Per quanto riguarda il mio lavoro di giudice, non manca tantissimo: devo ancora valutare un paio di concorrenti, fare la graduatoria finale (anche coi voti di Elisa) e correggere tutte le eventuali sviste... Il problema è che questa è un'attività più lunga di quanto si immagini.
In questo periodo sono estremamente impegnata: da un mese ormai sono in campagna crowdfunding con una casa editrice per la pubblicazione del mio libro (evento che dona tanta soddisfazione quanta fatica), ho un blog da gestire e gli esami (tanti esami) a breve... Insomma, periodo abbastanza incasinato. Quindi vi chiedo un po' di pazienza e di concedermi qualche giorno in più.

Grazie mille a tutti!
- Valeria
OFFLINE
Post: 72
Giudice*
5/13/2020 12:10 PM
 
Quote

Re: Piccolo AVVISO molto IMPORTANTE
Inchiostro_nel_Sangue, 13/05/2020 11:39:


Buongiorno a tutti! Vi chiedo il piacere di leggere con attenzione questo messaggio... Lo so che mi perdo un po' via, ma ci tenevo a spiegare in modo esaustivo il perchè di questo ritardo nelle valutazioni.

Vi avevo promesso che entro il 17 sarebbero usciti i risultati... Beh, devo rettificare: usciranno al massimo entro il 22 maggio.

Mi spiace veramente moltissimo per questo ritardo e, lo confesso, la colpa è principalmente mia e non di Elisa (che sta leggendo a un ritmo veramente impressionante per avere tutte le valutazioni pronte in tempo).
Per quanto riguarda il mio lavoro di giudice, non manca tantissimo: devo ancora valutare un paio di concorrenti, fare la graduatoria finale (anche coi voti di Elisa) e correggere tutte le eventuali sviste... Il problema è che questa è un'attività più lunga di quanto si immagini.
In questo periodo sono estremamente impegnata: da un mese ormai sono in campagna crowdfunding con una casa editrice per la pubblicazione del mio libro (evento che dona tanta soddisfazione quanta fatica), ho un blog da gestire e gli esami (tanti esami) a breve... Insomma, periodo abbastanza incasinato. Quindi vi chiedo un po' di pazienza e di concedermi qualche giorno in più.

Grazie mille a tutti!
- Valeria

Non preoccupatevi! Vi capisco bene perché anche io sono alle prese con la maturità e con corsi di preparazione per i test universitari. In bocca al lupo! 😉
OFFLINE
Post: 2,114
Giudice****
5/13/2020 12:57 PM
 
Quote

Non preoccupatevi.
Per regolamento avete tempo fino al 26, per cui anche se voleste prendervi un paio di giorni in più non ci sarebbe alcun problema!

OFFLINE
Post: 2,114
Giudice****
5/13/2020 12:57 PM
 
Quote

Non preoccupatevi.
Per regolamento avete tempo fino al 26, per cui anche se voleste prendervi un paio di giorni in più non ci sarebbe alcun problema!

OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
5/13/2020 2:39 PM
 
Quote

Ancient Flower, 13/05/2020 12:10:

Non preoccupatevi! Vi capisco bene perché anche io sono alle prese con la maturità e con corsi di preparazione per i test universitari. In bocca al lupo! 😉



mystery_koopa, 13/05/2020 12:57:

Non preoccupatevi.
Per regolamento avete tempo fino al 26, per cui anche se voleste prendervi un paio di giorni in più non ci sarebbe alcun problema!




Grazie mille a entrambi!
Sì, sì lo sappiamo che da regolamento abbiamo tempo fino al 26... Ma siccome vi avevo promesso che sarebbero usciti il 17 mi sembrava giusto avvisarmi.
Di sicuro usciranno prima del 26 perchè in quella settimana ho 3 esami (che gioia!).
Avevo fissato la scadenza del contest (in modo che non cozzessa con la mia sessione) prima della pandemia, ma poi in università hanno dovuto posticipare la sessione (cosa che non potevo prevedere) e inoltre si è aggiunta anche la questione della casa editrice (altra cosa che non potevo prevedere)... Insomma, un'infinita serie di imprevisti.

Ringrazio tutti per la vostra gentilissima pazienza!

OFFLINE
Post: 25
5/13/2020 5:08 PM
 
Quote

Nessun problema e soprattutto buona fortuna per gli esami e il tuo libro! 😉
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
5/13/2020 8:33 PM
 
Quote

Re:
ninfetta91, 13/05/2020 17:08:

Nessun problema e soprattutto buona fortuna per gli esami e il tuo libro! 😉



Grazie mille!
OFFLINE
Post: 623
Giudice*****
5/20/2020 2:39 PM
 
Quote

CI SIAMO QUASI

Eccoci, ci siamo quasi... mancano gli ultimi ritocchi e poi possiamo pubblicare. Questa volta sarà Elisa a pubblicare (entro il 22, come era stato promesso) sia le mie che le sue valutazioni, più la graduatoria riassuntiva.
Se poi vorrete le nostre valutazioni come recensioni ai vostri scritti basterà dircelo e saremo feliccissime di ripostare tutto su EFP.

Ci tengo a prendermi un attimo per scusarmi coi partecipanti per tutti i vari ritardi e per non aver dato il meglio di me, come giudice, in questo concorso... Solitamente leggo e rileggo in continuazione, penso a ogni possibile dettaglio per ore, confronto tutti i testi per riuscire a dare a ciascuno il voto più corretto... Ma, come vi avevo già accennato, è un periodo molto impegnativo per me, le mie priorità sono diventate altre e sono letteralmente sommersa dal lavoro.
E mi spiace molto se tutto questo ha influito sul mio rendimento per questo contest...

Spero solo che, nonostante tutto, i partecipanti si siano divertiti!

- Valeria
OFFLINE
Post: 176
Giudice*****
5/21/2020 3:27 PM
 
Quote

Pubblicazione Risultati
Buon pomeriggio a tutti! 😃

Scrivo e pubblico questo breve avviso per annunciare che le valutazioni verranno pubblicate nei prossimi minuti, come sempre vi chiedo cortesemente di non inviare messaggi prima della fine della totale pubblicazione dei risultati, per non interrompere diciamo la classifica finale.

Ci tengo inoltre a ribadire (come scritto anche da Valeria) che chi desidera ricevere la valutazione come recensione su EFP non deve far altro che dirlo e noi saremo ben felici di ripostare appunto la valutazione. 👌

Ora pubblicherò tutte le nove valutazioni e infine la graduatoria, il primo classificato/a riceverà 3 recensioni (da me), il secondo/a 2 recensioni e il terzo/a 1 recensione.

Che dire, vi ringraziamo infinitamente per aver partecipato a questo che è stato un contest ricco e essai entusiasmante, ora via con le valutazioni!

Elisa
[Edited by elli2998 5/21/2020 3:27 PM]
OFFLINE
Post: 176
Giudice*****
5/21/2020 3:38 PM
 
Quote

Nono Classificato - Valutazione
Gli Ultimi Figli di Phronesis - Estel_naMar



VALUTAZIONE ELISA


Grammatica: 1,5 su 3

Ho assegnato questo punteggio per vari errori di vario genere trovati nel testo, ad esempio l'uso del termine “meravigliosità”, parola non esistente, o alcuni errori di distrazione come:

“mia pesciolino rosso” o ancora “ringraziò con un cenno del capo ed una lieve carezza l’affinità di Adahy, poi ripreso il suo cammino”.

Ci sono poi alcune frasi non sbagliate, ma che a mio vedere non suonano bene ed i termini utilizzati non rendono del tutto scorrevole il testo, come ad esempio il “protrassero” in questa frase:

“si protrassero verso l’arcobaleno, passandovi sotto”.

C'è una frase che avrei voluto inserire negli errori di distrazione, ma non ho capito esattamente quello che volevi far intendere, se la tisana se la scalda il personaggio o se è la tisana a scaldare il personaggio in questione:

“non è soltanto una tisana che ti scaldi nelle tue plurime notti insonni”.

Ho un dubbio sul nome di un personaggio, Ahote l’Irrequito, viene chiamato nella storia, ma credo sia un errore, penso volessi intendere “irrequieto”.

Infine ho notato la mancanza di qualche virgola raramente.

Trama: 1 su 4


La trama mi è parsa subito poco chiara, ci sono questi due ragazzi che al compimento

del loro sedicesimo anno di età dovranno tornare nel loro mondo (di cui non conoscevano l'esistenza) perché sono gli ultimi figli di Phorenesis e hanno la Saggezza. Questa è la trama riassunta in breve, ma la storia si perde troppe volte in enormi parentesi che spiegano la vicenda per filo e per segno, degli “spiegoni” insomma, non c'è un minimo utilizzo dello “show don't tell” e anche quando ci sono scene d'azione sembrano tornare sempre parentesi che spiegano la trama senza mostrare. Non sono convinta che vada utilizzato sempre o troppo spesso lo “show don't tell” (dipende dalle situazioni e dalla storia), assolutamente, ma non utilizzandolo mai o scrivendo una storia in cui si danno informazioni una dietro l'altra al lettore si rischia di incappare in un'atmosfera di noia. Ci sono poi varie domande che mi sono sorte spontanee, ad esempio, perché i genitori non hanno detto prima ai ragazzi della loro missione? Perché li costringono con così poco preavviso a correre per raggiungere il loro scopo? Nel momento dell'addio poi si comportano in modo innaturale, sembra quasi che non sentano il peso di questo addio, stanno per lasciare i loro figli eppure le loro reazioni non sono del tutto allineate ad una situazione del genere.

Originalità: 1 su 2


E' una storia che secondo me presenta elementi classici del fantasy per ragazzi, come ad esempio il fatto che in un'età precisa i protagonisti debbano fare qualcosa, o il fatto che abbiano una missione di fondamentale importanza per un mondo che loro non conoscono e altri vari elementi. Quindi ho visto quasi un ispirazione ai fantasy appunto per ragazzi, con questo non voglio dire che ne ho la certezza è una mia deduzione. Il testo comunque per alcuni fattori è originale, c'è qualche chicca di originalità, ma per il resto non mi ha colpita sotto questo punto di vista.

Personaggi: 1,5 su 5


I personaggi non li ho trovati particolarmente memorabili, i due protagonisti sono diversi l'uno dall'altra, ma fino ad un certo punto della storia non sembrano distinguersi. Ho trovato degli sprazzi interessanti per quanto riguarda i personaggi dell'altro mondo, Altromondo Aiyana, come ad esempio i Cercatori, Phronesis stessa, il concept era degno di esplorazione peccato non siano del tutto ben delineati.

Stile e Lessico: 2 su 5


Lo stile a tratti l'ho travato aulico, e ho gradito questa scelta e questa impostazione, il mio problema è stato nei dialoghi, alcuni non suonano del tutto realistici, come quelli fra i due ragazzi ed alcune battute nei dialoghi fra i genitori e i figli. In particolare ho trovato strano che dei giovani di 16 anni si esprimessero in questo modo sopratutto fra di loro. Come scritto poi nei criteri precedenti l'inserire così tante informazioni rallenta il ritmo della storia rendendola un mix fra istanti di profonda lentezza e spiegazioni e brevissimi
flash di azione.

Gradimento Personale: 0,5 su 3


Mi dispiace assegnare questo punteggio per il gradimento personale, ma purtroppo non mi sento di poter assegnare un voto più alto. Come dicevo c'era uno spiraglio di potenzialità sopratutto per il mondo che hai creato, ma certe volte vengono fornite troppe informazioni che non sono utili ai fine della trama, sembrano confondere solo il lettore e non delineare né la trama, né i personaggi. Mi sono ritrovata quasi sempre confusa nella lettura, è una storia che sembra saltellare da un punto all'altro senza dipingere un quadro fermo.

Inserimento del tè: 2,6 su 4


C'è il tè che ha un ruolo importante, avrei voluto vederlo più spesso nella storia e sentirlo più presente, ma si avverte sopratutto quando parliamo del legame genitori/figli e crea un'atmosfera quasi casalinga.

Inserimento dell'elemento: 2,6 su 4


Il bosco c'è, avrei anche qui gradito una descrizione più ampia e magari profonda che riuscisse a catapultare il lettore nell'atmosfera tipica di un luogo simile, ma funziona abbastanza bene ai fini della trama.

VALUTAZIONE VALERIA


Grammatica: 1,5 su 3


Mi spiace doverlo dire, ma nel testo vi ho trovato molti errori e sviste anche abbastanza importanti. Adesso te le segnalo:

1. La parola “meravigliosità” non esiste

2. “e sia mai che un bambino, nella sua curiosità, potesse non rispondere a questo richiamo!”: il verbo corretto sarebbe “possa”

3. Utilizzo eccessivo della d eufonica

4. “avevano esattamente quindici anni e 364 giorni”: nella stessa frase un numero viene scritto in lettere, l’altro in cifre

5. Alcuni termini in certi punti vengono scritti con la lettera maiuscola, in altri con la lettera minuscola (senza nessun motivo)

6. “non è soltanto una tisana che ti scaldi nelle tue plurime notti insonni”: sarebbe “scaldA”

Trama: 0,5 su 4


Anche per quanto riguarda la trama vi ho trovato un po’ di cose che mi hanno lasciata perplessa. Ci ho trovato grandi potenzialità, ma sviluppate in un modo non soddisfacente. E anche qui, per comodità, le metterò in un elenco:

1. L’elemento fantasistico è stato introdotto all’improvviso nel testo e con uno stacco molto brusco, quasi improvviso. Anche lo stile, in quel punto, è stato abbastanza didascalico: mi è sembrato che lo scrittore puntasse a “informare e basta” il lettore,

piuttosto che a “raccontargli” qualcosa. Non è stato utilizzato alcun espediente per introdurre il paragrafo di spiegazione, è semplicemente apparso per spiegare al lettore determinate questioni. Diciamo che non mi è piaciuto il modo in cui hai fuso questo pezzo con la narrazione e non ho troppo apprezzato nemmeno il modo in cui lo hai presentato

2. Perché i genitori non avvisano prima i ragazzi che la loro sopravvivenza dipende dal loro incontro? Glielo dicono all’ultimo, quando mancano poche ore al loro compleanno (quindi alla sera tardi). Perché non dirglielo prima? Magari anche di qualche giorno? La vita di questi due ragazzi dipende dal fatto che riescano a trovarsi, quindi perché non avvisarli in anticipo in modo che, qualche ora prima del compleanno, sappiano già dove andare e chi incontrare al momento opportuno… Invece si ritrovano a sera inoltrata a vagare in un bosco buio, da soli e col tempo agli sgoccioli.

3. Perché non si sono mai incontrati prima? I due ragazzi dopo poche ore (o pochi minuti?) di cammino si incontrano… Com’è possibile che non si siano mai incontrati prima, anche per sbaglio?

4. Il finale: i ragazzi sono arrivati in questo Altromondo e incontrano uno sconosciuto… E si fidano subito di lui, nonostante sappiano che ci siano dei Cercatori che vogliono ucciderli. E si fidano ciecamente di questo sconosciuto solo perché ha lo stesso simbolo dei loro genitori, simbolo che tra l’altro non è mai stato accennato prima nel racconto.

Originalità: 0,5 su 2


Anche per quanto riguardo l’originalità (mi spiace molto) non ho potuto dare un gran voto. Giusto qualche mese fa ho letto su EFP una storia che aveva molte tematiche in comune con questa; quindi direi che l’idea non può essere considerata troppo originale.

Personaggi: 0 su 5


E qui rinnovo le scuse per aver dato un voto così basso, ci tengo a specificare che la mia è soltanto un’opinione e che il mio intento non è quello di mortificare nessuno.

I personaggi li ho trovati abbastanza piatti, durante il testo non vengono assolutamente sviluppati. Mi ha lasciata molto perplessa il fatto che i due protagonisti non abbiano reagito minimatene alla confessione dei genitori… Semplicemente hanno creduto subito alle loro parole (quindi all’esistenza di un altro mondo che, fino a poco prima, non avevano idea che esistesse) e sono usciti di casa per andare a cercare (in piena notte) un perfetto estraneo; senza porre nemmeno una domanda.

Stile e lessico: 1,6 su 5


Il testo l’ho trovato abbastanza difficile da seguire. Le frasi erano lunghe e contorte e ricche di termini che (personalmente) ho trovato un po’ inadatti, eccessivamente aulici senza nessun motivo.

Però devo dire che mi è piaciuto il nome che hai dato al mondo parallelo (Altromondo); mi ha ricordato molto Coraline e ha dato a tutta la vicenda uno splendido tocco di fiabesco gotico.

Gradimento personale: 0 su 3


Mi spiace molto dirlo, ma per le ragioni che ho spiegato negli altri criteri il testo non

mi è piaciuto.

Inserimento del tè: 1 su 4


Non mi ha fatta impazzire il ruolo che il tè ha avuto dentro questa storia, l’ho trovato un po’ forzato. Inoltre, avrei gradito qualche descrizione in più. Capisco però che aveva un suo ruolo all’interno della narrazione.

Inserimento dell'elemento: 4 su 4


L’elemento “bosco incantato”, in questo testo, si manifesta sottoforma di una più generica “natura incantata”. Mi è piaciuta questa piccola rivisitazione, è originale ma allo stesso tempo resta in tema col pacchetto.


Totale Finale: 10,6 su 30
OFFLINE
Post: 176
Giudice*****
5/21/2020 3:53 PM
 
Quote

Ottavo Classificato - Valutazione
Le Scale sono Sempre la Scelta più Saggia - pampa98


VALUTAZIONE ELISA


Grammatica: 3 su 3


Non ho notato particolari errori di grammatica, per questo ho assegnato punteggio pieno. Ottimo!

Trama: 1,5 su 4


Dunque, per quanto riguarda la trama seguiamo la claustrofobica esperienza di Lily che una sera si ritrova bloccata in un ascensore con un uomo che la aggredisce. Di certo è un horror che punta su un'atmosfera chiusa in cui la protagonista non ha possibilità di uscita creando un clima di soffocamento quasi. Ho apprezzato quindi il clima, ma durante la lettura mi sono sorte spontanee alcune domande sulla trama. In particolare, durante la scena nell'ascensore ad un certo punto Lily tenta di arrivare ai pulsanti e fa intendere che quella è l'unica via per la salvezza, ma in caso l'ascensore fosse bloccato non in un piano specifico, ma tra un piano e l'altro come sarebbe possibile una fuga dalle porte? Lei si accorge anche all'improvviso del fatto che l'uomo stesso ha bloccato l'ascensore e si da della stupida per non averlo pensato prima, possibile davvero che non le sia neppure balenato nella testa? E ancora, ad un certo punto lei spera di fuggire senza essere costretta a ferire l'uomo, pensiero nobile e puro di certo, ma in una situazione simile sembra quasi impossibile riuscire a fuggire senza almeno ferirlo. Quindi lei tenta di fare un qualcosa, ma senza ferirlo o ucciderlo. Sempre in questa scena lei sceglie di usare il thermos come arma, non sarebbe stato però più sensato ferire l'uomo con il tè bollente invece che colpirlo con il thermos? Non saprei dire se un thermos è in grado di uccidere o ferire a morte un uomo, ma la scelta di iniziare a colpirlo in questo modo invece che tentare di prendergli il coltello o usare la bevanda calda l'ho trovata sulle prime ambigua. Insomma alcuni punti non mi erano chiari durante la lettura.

Originalità: 1 su 2


Ho trovato curioso il fatto che nel corso della storia vengano citati vari volte i film horror e i clichè di questi, nonostante si facciano quasi delle battute appunto sui luoghi comuni ne ho trovati vari nella storia. Ad esempio il finale, da una parte è interessante dall'altra l'ho recepito come un qualcosa di classico. O ad esempio l'intero personaggio maschile, che sembra venire utilizzato solo per il fine di essere una psicopatico in un ascensore.

Personaggi: 1 su 5


Il personaggio maschile come scritto nel criterio precedente non l'ho visto in particolar modo risaltato nella storia, sembra appunto il classico psicopatico che entra nell'ascensore e da lì a poco inizia ad aggredire la malcapitata di turno, non ho intravisto una gran personalità. Lily invece, la protagonista, in alcuni momenti mi è risultata simpatica e coraggiosa nell'affrontare un evento simile, in altri invece non riuscivo a capire le sue azioni (alcune citate nel criterio trama). Sembra non pensare alle cose più basiche ad esempio il blocco dell'ascensore, o alla possibilità che l'uomo possa essere ancora vivo alla fine, infine sembra adottare un comportamento non del tutto adatto alla situazione.

Stile e Lessico: 0,5 su 5


All'inizio il testo è partito bene secondo me, c'era un tono da horror secco quasi, quindi descrizioni brevi, concentrazione sulle azioni ecc. ecc.
Avanzando nella lettura però lo stile si è distorto fino a diventare inadatto per un horror, ci sono a volte battute (sia mentali che tra i personaggi) che non risaltano il tipo di situazione che stanno vivendo, sembrano un mix fra delle battute ad effetto e delle battute di una simil parodia a tratti.
Vorrei inoltre dire che attorno al finale nella scena del tentato stupro secondo me l'aggettivo “schifoso” non è adatto per descrivere l'inizio di un tentato stupro/un uomo che si slaccia i pantaloni per un tentato stupro.
E' un aggettivo troppo leggero per un atto violento e abominevole come lo stupro/tentato stupro.
Capisco cosa volevi intendere, che lei in un'altra situazione avrebbe reagito con disgusto ed estremo disprezzo ad un gesto simile, ma in quel momento proprio quel gesto le consente una via di fuga perché lui ha le mani occupate.

“In un altro contesto Lily lo avrebbe trovato schifoso. In quel momento, però, fu grata della sua pazzia.”

Queste frasi possono essere facilmente fraintese e l'utilizzo del termine “schifoso” non esprime a pieno il livello di ripugnanza per un atto simile.

Gradimento Personale: 0,5 su 3


Come scritto sopra all'inizio il testo prometteva bene, per un poco hai reso bene la sensazione di chiusura, ad un certo punto però ho iniziato a sentire la mancanza di certi particolari. Avrei gradito più immersione nella psiche dei personaggi e più concentrazione nei confronti del personaggio maschile, ho assegnato questo voto anche per un mix delle opinioni scritte nei criteri precedenti come la innumerevoli domande, lo stile inadatto ecc.

Inserimento del tè: 1 su 4


Il tè ha un suo ruolo, ma non è quasi per nulla descritto, non sono riuscita a farmi un'idea del suo profumo, del suo colore o consistenza. Ho assegnato questo punteggio perché è vero che è presente e torna diverse volte nel testo, ma sembra avere poco spessore.

Inserimento dell'elemento: 4 su 4


Ottimo inserimento, è il fulcro di tutta la vicenda come se fosse un altro protagonista.


VALUTAZIONE VALERIA



Grammatica: 3 su 3


Nulla da dire, non ci sono errori. Ottimo lavoro.

Trama: 1 su 4


L’idea alla base del testo era molto buona, ma secondo me non è stata sviluppata nel migliore dei modi.

La trama era, grosse linee: una donna viene aggredita in un ascensore da un uomo malato di mente. Quindi ci si aspetta molta tensione e un buono sviluppo dei personaggi, elementi che (mi spiace dirlo) non ho trovato, ma ne parlerò meglio nei criteri appositi. Venendo a mancare la tensione, la suspence e dei buoni personaggi anche la trama intera ne ha risentito.

Insomma, secondo me hai creato una buona struttura per una storia che però poi non sei riuscita a sviluppare al meglio.

Inoltre è sbagliato pure il rating: nel rosso sono previste storie con dettagliate scene di violenza, in questa invece vengono descritte con abbastanza superficialità (sarebbe più per l’arancione).

Originalità: 1 su 2


Hai avuto una buona idea, ma l’hai sviluppata in modo tale che apparisse un po’ “piatta” (perdonami il termine). Se ci fosse stato uno studio un po’ più approfondito dei personaggi e delle situazioni anche l’originalità ne avrebbe giovato.

Personaggi: 0 su 5


I personaggi mi sono apparsi davvero irrealistici e con una psicologia abbastanza piatta, poco verosimile e inadatta alla situazione che stavano vivendo.

Partiamo da Mark… Il fatto che sia pazzo non giustifica la totale assenza di credibilità delle sue azioni. Mi riferisco al fatto che abbia aggredito, e quasi violentato, una giovane donna per il semplice fatto che stesse bevendo un tè in sua presenza… Perché? Perché da piccolo gli hanno rovesciato in testa una tazza di tè! E se gli facevano qualcos’altro da piccolo che accadeva? Che diventava un bioterrorista? Un angelo della morte? Donald Trump? (perdonami la battuta, è stato più forte di me…). Che sia la verità o un suo delirio, questo dettaglio lo ha reso un personaggio poco credibile, quasi parodico e ha sottratto molto pathos a tutta la storia.

Anche la protagonista Lily non mi ha convinta. Era una semplice civile in pericolo di vita e si è comportata per tutto il tempo come fosse un’agente ben addestrato, con una lucidità davvero poco verosimile. Capisco che sia una donna forte e capisco che prevalga l’istinto di sopravvivenza… Ma non in modo così lucido, mi sarei aspettata più titubanza da parte sua (e anche che il testo concedesse un po’ di spazio in più alla sua interiorità) o almeno che si fermasse un attimo a dire “cosa mi sta accadendo…” prima di reagire. Reagire va bene, ma reagire in maniera così immediata, ragionata e sicura senza un minimo di titubanza mi pare irrealistico.

Stile e lessico: 0 su 5


Lo stile sa di commedia… Non lo dico come offesa (nulla di quello che ho detto è stato con l’intento di offendere). Intendo dire che certe battute tra i personaggi, certe dinamiche, certe parole ed espressioni scelte sono molto leggere (ad esempio l’immagine del “saltellando come un canguro” toglie molta drammaticità alla situazione). Questo stile è perfetto per un testo leggero e ironico, ma assolutamente inadatto per un horror.

Anche il ritmo incredibilmente rapido della storia, secondo me, non ha aiutato a creare un’atmosfera ricca di tensione, fossi stata in te avrei messo meno azione e più introspezione (o farle andare assieme a pari passo).

Inoltre, anche il titolo suona abbastanza beffardo… come si trattasse di una storia comica.

Verrei prendere un ultimo angolino per discutere una scelta lessicale che non ho gradito per nulla. La protagonista sta per subire un abuso sessuale che nel testo viene descritto come “schifoso”… Una caccola è schifosa, un insetto morto è schifoso, uno stupro è reato. So bene che non era questa l’intenzione, ma con quell’aggettivo così inadatto si è andati quasi a banalizzare una tematica molto grave. Uno stupro è una violenza fisica e psicologica, un trauma che tormenta per la vita la vittima sia donna che uomo (anche gli uomini posso essere vittime di abusi). Credo che il termine “schifoso” sia estremamente riduttivo.

Gradimento personale: 0/3


Mi spiace davvero darti zero, ma i personaggi li ho trovati irrealistici e la trama quasi una sorta di parodia… Questa è la storia di un uomo che aggredisce e quasi abusa di una donna perché da piccolo gli hanno versato in testa una tazza di tè. Ho fatto davvero fatica a prenderla sul serio.

Inserimento del tè: 1 su 4


Il tè ha un suo senso all’interno della storia, anche se avrei gradito uno sviluppo un po’ più approfondito. Inoltre ho trovato che la sua descrizione iniziale fosse molto rapida, quasi sbrigativa.

Inserimento dell'elemento: 4 su 4


L’ascensore è un elemento molto importante all’interno del testo, lo scenario nel quale si svolge l’intera vicenda.

Totale Finale: 11,4 su 30
OFFLINE
Post: 176
Giudice*****
5/21/2020 4:00 PM
 
Quote

Settimo Classificato - Valutazione
'Cause Us Traitors Never Win - mistery_koopa



VALUTAZIONE ELISA


Grammatica: 3 su 3

Ho notato solo una piccola svista verso la fine, qui per l'esattezza:

“motel, Se arrivasse la polizia”

Dove semplicemente hai inserito una maiuscola dopo la virgola, ma è solo un insignificante errore di distrazione, per questo e per il fatto che non ho visto altri errori ho deciso di assegnare punteggio pieno.

Trama: 2,5 su 4

E' una storia che a livello di trama sembra raccontare un momento ben definito nella storia dei due personaggi, certo, ci sono dei riferimenti al passato e al futuro, ma il fulcro rimane il tradimento di lei e il futuro sviluppo dei fatti.

La trama saltella un poco tra i vari tempi, i pensieri di lui e quelli di lei, riferimenti vari, quindi non l'ho trovata sempre lineare.

I pensieri di lui in particolare a tratti li ho trovati come una specie di nastro che continua a girare ininterrottamente, realizza che non è stato un sentimento da poco ad unirli e ripete che “lei è sua” e che “gli appartiene”, ma nell'effettivo non fa nulla per andare a cercarla, spera solo di rivederla un domani, capisco possa comportarsi in questo modo perché non vuole essere costretto del tutto ad ammettere forse i suoi sentimenti, ma non accenna nemmeno ad una ricerca.

In generale è una storia con una trama dato che l'evento centrale scatena una serie di eventi e riesce a far comprendere al lettore il perché di questi.

Originalità: 0,5 su 2

La storia per quanto mi riguarda non spicca per originalità, narra di vicende legate a due criminali che vengono paragonati a Bonnie e Clyde, ma il tutto è un qualcosa che non si distingue in modo definito. Devo dire però che la storia si trascina un alone di oscurità e mistero interessante che ricopre tutta la vicenda e rende più angoscianti gli eventi.

Personaggi: 3 su 5

I personaggi in parte mi sono davvero piaciuti, ho apprezzato più il personaggio femminile rispetto a quello maschile che a volte si lascia andare a pensieri fortemente in contrapposizione con le azioni da lui compiute e si concentra su dettagli insignificanti.

La storia in più è strutturata in modo da analizzare il lato più introspettivo e personale di questi, ciò dona un'immagine abbastanza netta della loro psicologia.

Apprezzo sempre le storie in cui ci si concentra sulla psicologia dei personaggi, anche perché in questo modo alcuni comportamenti misteriosi o di difficile comprensione assumono un significato.

Per quanto riguarda il personaggio femminile mi ha ricordato proprio Bonnie dalle scelte, allo stile, ai pensieri, la fine tragica è segnata da riflessioni che mettono a nudo la sua persona.

Il personaggio maschile come dicevo l'ho trovato eccessivamente drammatico, non che i fatti narrati non siano drammatici, ma questo si concentra per tutta la storia su minuscoli dettagli che sembrano il capro espiatorio di qualunque tragicità narrata, non voglio dire che sia sbagliato, solo che ad un certo punto mi è sembrato eccessivo.

Stile e Lessico: 3 su 5

Ho notato una cura nel lessico che ho apprezzato, si adatta bene ai pensieri dei personaggi e alle vicende.

Ho avuto qualche difficoltà con lo stile, a tratti suona frenetico e concitato, il passato si fonde con il presente e il futuro senza preavviso, ci sono varie ripetizioni che finiscono per appesantire la frase, le riflessioni sembrano sconnesse a volte e si avvicinano (sopratutto per quanto riguarda il personaggio maschile) al delirio in una ripetizione dopo l'altra. Non capisco se questo effetto è voluto, perché per la maggior parte stiamo parlando di pensieri, tutto sommato è un testo che per alcune parti non scorre in modo fluido.

Gradimento Personale: 1,6 su 3

Il fattore originalità ha avuto un suo peso nel mio gradimento personale, sono convinta del fatto che la tua storia sia di certo in grado di provocare emozioni che si adattano all'atmosfera, ma non è riuscita a colpirmi per certi aspetti, come l'originalità e la fluidità nella lettura.

Come andrò a specificare anche nel criterio seguente alcuni momenti di

concentrazione sulle bevande descritte nella storia mi sono sembrati forzati, anche il fatto che il personaggio maschile continui a concentrarsi su queste facendo riferimenti a fatti vari del testo quando non sembrano legati tra loro, ad esempio:

“Presi un caffè: era imbevibile. Forse fu proprio questa variazione a determinare ciò che accadde successivamente, come la rottura di una catena consolidata: perché rimasi lì, perché?!”

Ho citato questa frase, ma ci sono altri vari esempi, capisco la necessità di attribuire ad eventi all'apparenza insignificanti un senso ben preciso, ma questo si ripete varie volte nel corso della storia e ad un certo punto assomiglia ad una forzatura.

Inserimento del tè: 1,5 su 4

Come anticipato sopra, ho trovato l'inserimento non incastrato del tutto con la storia, a volte c'è una concentrazione povera nei confronti delle bevande mentre in altre scene il personaggio sembra concentrarsi in modo ossessivo su queste, il tutto risulta non bilanciato a pieno.

Inserimento dell'elemento: 4 su 4

Questo inserimento mi è piaciuto, non risulta per nulla forzato, anzi dona alle scene un'atmosfera ancora più oscura e tragica, in più la descrizione della notte di pioggia è davvero ben scritta.

VALUTAZIONE VALERIA


Grammatica: 3 su 3

La grammatica del testo è molto buona.

Trama: 2,5 su 4

Non credo che questa storia sia un noir al 100%; sì, i protagonisti sono due criminali… Ma la storia ruota attorno a una sfera romantica e fortemente emotiva, mentre gli elementi legati alla criminalità, tipici del genere (furti, reati, indagini, poliziotti, scontri contro la legge), sono secondari. E per questo hai perso qualche punto. Ricordo che il genere noir è un sottogenere dell’investigativo, vissuto però da un punto di vista diverso da quello del detective (quindi criminale, vittima, ecc.…).

Per il resto la trama (anche se un po’ fuori traccia) è interessante, anche se ho trovato un po’ confuso questo intreccio tra passato-presente/lui-lei. Non che non si capisca la vicenda nel suo complesso, solo che come scelta narrativa non mi ha del tutto convinta sebbene l’abbia apprezzata.

Il finale devo dire che mi ha un po’ spiazzata. Capisco che sia un momento drammatico, il momento in cui si realizza quel “meglio morta che con un altro”… Però l’ho trovato un po’ improvvisa come conclusione.

Originalità: 0,5 su 2

Non ho trovato molto originale il fatto che la storia ruotasse attorno a una coppia di criminali: amanti e ladri allo stesso tempo. Trovo sia un elemento utilizzato in molti contesti e storie.

Ovviamente l’originalità non è un elemento essenziale in una storia (almeno secondo me, un racconto può essere splendido comunque); ma dato che c’è questo criterio devo valutare il tuo testo anche sotto questo punto di vista.

Personaggi: 3 su 5

I personaggi non mi hanno detto molto. Mi sono piaciuti, questo sì… Ma non vi ho trovato nulla di particolare in loro o nel loro modo di manifestare le loro opinioni e i loro pensieri (quindi nel loro modo di manifestare il loro carattere). Li ho trovati gradevoli, ma non ci ho trovato nulla che mi abbia colpita.

Magari avrei gradito che dessi un po’ più spazio al personaggio della donna, così da rendere ancora più toccante la sua morte alla fine.

Stile e lessico: 2,6 su 5

Lo stile, come coi personaggi, mi è piaciuto ma non mi ha particolarmente colpita. Alcune frasi le ho trovate particolarmente poetiche e toccanti (e per questo ti faccio i miei sinceri complimenti), ma altre al contrario mi hanno confusa o le ho trovate sgradevoli o pesanti da leggere.

Adesso ti riporto degli esempi sia di cosa mi è piaciuto, sia di cosa non mi è piaciuto (così da non creare equivoci):

1. “La pioggia continuava a scendere, sempre più forte, non so come la luce della luna potesse raggiungerci”: le righe in cui descrivevi la luna e la stanza mi hanno davvero colpita

2. “Era squallida anche lei, anche se non ricordo nemmeno come si chiamasse”: la ripetizione di “anche” secondo me appesantisce la lettura. In più di una frase ho trovato questo genere di ripetizioni che hanno un po’ rovinato il flusso della lettura, soprattutto perché potevano essere assolutamente evitate (altri esempi: “fin dal primo giorno; e se ci rincontreremo in futuro, un giorno” / “So solo che, prima che”)

Gradimento personale: 1 su 3

Il testo mi è piaciuto, ma (come ho già accennato anche negli altri paragrafi), non è riuscito a trasmettermi molto.

Inserimento del caffè: 0,5 su 4

Il caffè (e le varie tisane) sono solo accennate all’inizio del testo e in qualche altro punto, ma per il resto sono assenti. E anche nei punti dove sono nominate, si tratta solo di un cenno veloce. La traccia del contest era inserire la bevanda nelle prime righe del testo, ma questo punto è stato eseguito con abbastanza superficialità essendoci, appunto, solo accenni vaghi anche all’inizio del testo.

Inserimento dell'elemento: 2 su 4

La notte di pioggia è un elemento presente, che affianca ogni scena e dona un’atmosfera

tetra… Però avrei gradito più descrizioni, in certi punti del racconto mi è parso che l’elemento venisse trascurato.


Totale Finale: 17,1 su 30
OFFLINE
Post: 176
Giudice*****
5/21/2020 4:06 PM
 
Quote

Sesto Classificato - Valutazione
I Put A Spell on You - ninfetta


VALUTAZIONE ELISA


Grammatica: 2,5 su 3

Ho notato alcuni errori di distrazione, ad esempio:

“sbatte un le palpebre” o “Perché sei qui? Non hai paura? Dice si avvicina” e ancora “ma poi sente un debole sensazione di solletico”.

Mancano varie virgole e in alcune frasi l'inserimento errato di queste modifica il ritmo delle frasi stesse.

Trama: 2,5 su 4

La storia sembra un apri porta per un seguito (che mi piacerebbe davvero leggere) perché lasciamo i personaggi all'inizio di un viaggio, fatto di conoscenza reciproca e infinite possibilità. Dunque la trama narra di questo cacciatore che all'inizio sembra determinato nel catturare questa creatura estremamente potente, un Figlio di Liocorno. Lui, Harun, sembra davvero determinato nella prima fase, infatti “non sarebbe tornato al suo villaggio a mani vuote. La sua gente ha bisogno di quella ricompensa”, eppure cambia idea o comunque tentenna parecchio di fronte alla creatura fin da subito. Mi ha sorpresa un cambio di azione simile, è rimasto talmente affascinato dall'unicorno da mettere in discussione la sua intera missione. Freyja fa qualcosa per difendersi, lo colpisce con il corno ed è diffidente per tutto il tempo, ma dopo poco si approccia a lui in modo diverso e si fa ritrovare mentre lo spia. Comprendo di più il suo gesto rispetto a quello di Harun, perché la creatura ha visto che il cacciatore non lo ha attaccato o comunque non lo ha inseguito. Non comprendo invece del tutto Harun, si dice prima che è sotto incantesimo però dopo fa intendere

che può comunque decidere da sé per quanto riguarda l'inseguimento. E' passato dall'essere un cacciatore determinato all'essere un cacciatore che rinuncia, mi è sembrata un poco una forzatura ai fini della trama.

Originalità: 1,8 su 2

Carina l'idea della creatura, ci sono vari aspetti già visti (per questo ho assegnato questo punteggio) ad esempio il rametto che si spezza per avvertire la presenza di qualcuno, il fatto che Harun impieghi sempre interi minuti prima di scegliere cosa fare ecc. Ma in linea di massima l'ho trovata originale come storia.

Personaggi: 3 su 5

Mi riconduco sopratutto al discorso fatto nel criterio dedicato alla trama, ho assegnato questo punteggio perché il comportamento di Harun non mi ha convinta del tutto. E' un personaggio che ho gradito, ma qualche interazione in più da parte sua non avrebbe guastato, sembra spesso posseduto dagli eventi e si lascia sopraffare dalla creatura, all'inizio mi ero immaginata un cacciatore forte, orgoglioso, solitario e duro di carattere invece è più un cacciatore con un lato dolce e sensibile diciamo. La creatura invece è piuttosto furba e maliziosa, mi è piaciuto come personaggio. Riguardo anche l'incantesimo/sortilegio di cui Harun è vittima, anche qui avrei gradito qualche dettaglio in più, sappiamo solo che è sotto incanto, ma non ne sappiamo molto.

Stile e Lessico: 3,5 su 5

Non mi è dispiaciuto come stile, ho gradito sopratutto l'atmosfera, la storia sembra catapultare il lettore in una fotografia a colori pastello, quei classici film fantasy per ragazzi, siamo in questo bosco e vediamo questo lago che sembra fatato, mi sono immaginata una scena imperlata dal tramonto, farfalle, fiori dai colori sgargianti, insomma un gran atmosfera. Ci sono alcune frasi che non hanno forse un ritmo giusto secondo me, alcune sembrano accelerare la storia mentre altre la rallentano, non ha sempre un ritmo costante.

Gradimento Personale: 2 su 3

Mi è piaciuta come storia, non mi aspettavo prendesse questa piega all'inizio, come scritto nei criteri precedenti mi aspettavo qualcosa di più “combattivo”. Però l'atmosfera mi ha davvero colpita ed è un ottimo inizio per una storia più lunga/a più capitoli volendo!

Inserimento del tè: 2 su 4

Il tè c'è, il mio problema con questo è il fatto che non è un granché descritto, avrei desiderato qualche dettaglio in più sul gusto, sul profumo, qualche altro dettaglio che

facesse “sentire” in tutti i sensi il tè.

Inserimento dell'elemento: 4 su 4

Ottimo inserimento, non ho un granché da dire su questo criterio, il bosco è il luogo centrale della vicenda e adoro l'atmosfera.

VALUTAZIONE VALERIA



Grammatica: 2,5 su 3

La grammatica è buona, ma non ti ho dato punteggio pieno perché il testo è un filino trascurato (spazi di troppo tra una parola e l’altra, errori di battitura e cose così).

Trama: 2,5 su 4

Se quel bosco è la tana del liocorno e il liocorno sa che lo vogliono catturare… perché vi è un incantesimo che attira le persone di passaggio? Proprio il testo parla di “una forza magica che lo chiama”. Non ha troppo senso e l’intero racconto si fonda su que-sto, inizia così. Ci sono un po’ di tematiche mi hanno lasciata un po’ perplessa, soprat-tutto riguardo il liocorno (ma ne parlerò meglio nella sezione dedicata ai personaggi), ma la trama mi è piaciuta. È semplice, ma l’ho trovata molto bella. Mi è piaciuto anche il rapporto che il protagonista ha con la magia: ne usa una versione semplificata per necessità ed è intimorito da quella “vera”.

Originalità: 0,6 su 2

Ti ho dato un voto basso perché si nota un po’ troppo che ti sei ispirata alla saga di Geralt di Rivia (o alla serie TV The Witcher). Molti aspetti del personaggio mi hanno ricordato Geralt: un cacciatore obbligato a cacciare delle creature contro cui non ha nulla. Anche lo stesso rapporto con la magia è molto simile a quello del personaggio di Sapkowski. E il fatto che la trama fosse molto semplice (seppur bella) non ha aiutato sotto questo punto di vista.

Personaggi: 2 su 5

“Animale favoloso (anche unicorno o alicorno) raffigurato come un cavallo con un lungo corno attorcigliato e acuminato sulla fronte, barba di caprone, coda leonina, zampe pelose e zoccoli bovini; nel Medioevo era simbolo della castità.”

Questa è la definizione che ho trovato di liocorno, che non assomiglia per nulla a quella del personaggio nel testo (molto più simile a una sorta di satiro). Nel testo viene de-scritto come un cherubino, poi come un ragazzo (quando i cherubini hanno le sem-bianze di bambini), poi ancora come un ragazzo-unicorno.

Inoltre, è sbagliato anche il termine “cherubino” in questo contesto, perché i cherubini sarebbero dei bambini (non dei ragazzi) alati, degli angioletti.

Il personaggio di Harun mi è piaciuto molto, ma non mi è piaciuto il modo in cui hai fatto interagire i due personaggi.

Stile e lessico: 3,5 su 5

Lo stile è davvero gradevole da leggere, ma non vi ho trovato alcun tratto particolar-mente distintivo.

Gradimento personale: 1,6 su 3

Il testo mi è piaciuto e ho apprezzato anche tutti i riferimenti alla saga di Geralt di Rivia, ma ci sono state molte tematiche che avrei preferito venissero trattate diversa-mente.

Piccola parentesi, ho visto il disegno al quale ti sei ispirata e l’ho trovato davvero bello!

Inserimento del tè: 3 su 4

Il tè non ha un vero e proprio ruolo in questa storia, ma mi è piaciuto il modo in cui lo hai descritto e il contesto nel quale lo hai inserito.

Inserimento dell'elemento: 1,6 su 4

Il tema della foresta incantata è veramente marginale. Fa da scenario, ma per il resto è stata citata veramente poche volte.

Totale Finale: 19,3 su 30
OFFLINE
Post: 176
Giudice*****
5/21/2020 4:14 PM
 
Quote

Quinto Classificato - Valutazione
Il Coprifuoco - Melody_Pond


VALUTAZIONE ELISA


Grammatica: 2,8 su 3

Non ho notato particolari errori grammaticali, c'è anche un buon uso delle virgole, ho assegnato questo punteggio però per alcuni errori di distrazione:

“i suoi occhi erano ancora lucidi e arrosati”, “Ora quello spazio che separva le due abitazioni sembrava essere gigantesco”, “La bruna gridò, stringendo più forta la mano della genitrice” ed infine “Una ristina gracchiante e acuta”.

Trama: 2,5 su 4

Seguiamo la fuga di Max principalmente, che scappa per cercare di raggiungere la sua abitazione in tempo e non finire preda delle creature che arrivano di notte dopo l'orario massimo consentito. L'idea di base della storia è davvero interessante ed originale, man mano che si avanza si scopre qualcosa in più sul motivo di questo coprifuoco e sul perché tutti sembrano terrorizzati dalle “cose” che si aggirano di notte fuori dalle loro abitazioni. Ho assegnato questo punteggio perché avrei gradito qualche altra informazione per quanto riguarda il lato oscuro della vicenda, ovvero le creature, la natura di queste, il coprifuoco, insomma l'aspetto spaventoso della vicenda perché l'ho trovata un'idea appunto degna di essere approfondita. Avrei gradito anche qualche chiarimento sul perché non è possibile sostare oltre l'orario consentito a casa di altri, viene solo detto che è vietato e che è specificato nelle leggi, ma per quale motivo?

Originalità: 2 su 2

Mi ritrovo ad avere davvero poco da dire sull'originalità, è uno degli aspetti che più ho apprezzato di questa storia. L'idea dell'altra dimensione che sfora in quella degli

umani, queste creature, il fatto che oggetti/strutture visibili e tangibili di giorno non lo siano più di notte all'arrivo di queste “cose” è creativa ed interessante.

Personaggi: 3,6 su 5

Mi è piaciuto il personaggio di Max, sopratutto la sua determinazione nel momento della fuga. Isabel viene descritto come un personaggio preciso, metodico e ordinato eppure si fa prendere letteralmente dal panico nel momento della scoperta del vero orario e dello sforamento del coprifuoco. Ho trovato questa descrizione in contrapposizione a tratti con le sue azioni, anche quella riguardante il fatto di essere un'amica fedele, all'inizio tenta di convincere Max a rimanere, ma successivamente non ci pensa due volte prima di buttare Max fuori di casa, consapevole o meno che questo potrebbe significare con tutta probabilità morte o altro.

Stile e Lessico: 5 su 5

Mi è piaciuto il crescendo nella storia, si inizia da un'atmosfera piuttosto calma e confidenziale nella scena iniziale fra le due amiche e si passa prima ad un picco di ansia ed agitazione, per poi seguire una fuga concitata nell'oscurità. In generale segue una struttura specifica che raggiunge il suo picco appunto alla fine. E' uno stile godibile che porta il lettore a divorare le frasi per arrivare all'esplosione finale e scoprire la fine di Max. Ottimo lavoro, hai costruito un clima che incuriosisce sempre più il lettore.

Gradimento Personale: 2 su 3

E' una storia che mi ha lasciata con alcuni dubbi (specificati nel criterio trama), ma anche con un gran piacere dopo la lettura, insomma è una storia che incute la giusta tensione e lascia anche uno spiraglio di apertura alla fine.

Come scritto sopra ho adorato l'originalità in questa storia, sopratutto ciò che accade dopo la comparsa della creatura, la scomparsa/spostamento degli edifici e degli oggetti in questa apertura/sovrapposizione fra una dimensione e l'altra. Crea nel lettore una fotografia oscura di una strada con luci intermittenti, edifici vaporosi e tagliati, nero che circonda la ragazza e la insegue con il suo tanfo umido e rivoltante, insomma mi ha davvero trascinata dentro.

Inserimento del tè: 2 su 4

Il tè viene citato solo all'inizio (come da traccia) quando Isabel lo prepara per servirlo a Max e mai più nella storia, sembra più un elemento di contorno con poca importanza per questo ho assegnato questo punteggio, non viene risaltato in particolar modo.

Inserimento dell'elemento: 0 su 4

L'ascensore viene letteralmente citato solo una volta in cui si dice che all'interno c'è

una luce intermittente e basta, mi aspettavo almeno una minima scena all'interno o qualche descrizione in più, ma viene solo nominato senza approfondimento alcuno.

VALUTAZIONE VALERIA


Grammatica: 1 su 3


Nel testo ho trovato un po’ di errori, sia di distrazione che grammaticali.

Ristina: risatina, sufficenza: sufficienza, riepirono: riempirono, fiebile: flebile, Si: sì, Le bionda: la bionda, E': È, Autoparlanti: altoparlanti, Contario: contrario, Un aggressività: manca l’apostrofo, Separva: separava, Accellerare/decellerò: accelerare è con una sola L, Nausebondi: nauseabondi, Forta: forza.

Trama: 2,5 su 4

La storia mi è piaciuta davvero moltissimo, ma non ti ho dato punteggio pieno perché secondo me si fonda su un elemento che non è stato ben spiegato. Perché, per salvarsi dalla distorsione del mondo e da quelle creature, bisogna stare nella propria casa? Non è perché le case abbiano un qualche potere speciale, altrimenti non ci sarebbe la neces-sita di rinchiudersi nella propria.

Insomma, mi sono immaginata questi mostri che lavorano all’ufficio anagrafico e che vanno a fare il giro dell’isolato per controllare che tutti i cittadini siano nelle rispettive residenze per poi fermarsi proprio sull’uscio delle abitazioni per non commettere una violazione di domicilio… Manca solo l’autocertificazione e questo diventa un racconto di attualità.

Diciamo che si nota un pochino che questo aspetto è stato trascurato, che si trattava di una scusa per mettere la protagonista in una situazione di difficoltà.

Come dicevo, la trama è davvero molto interessante, ma si fonda su un elemento poco chiaro, poco pensato e che non ti fa cogliere appieno il testo.

Originalità: 2 su 2

Beh, che dire? Come testo è davvero molto originale e ti faccio i miei complimenti. Anche se, ripeto, certi aspetti li ho trovati un po’ trascurati.

Personaggi: 5 su 5

I personaggi mi sono piaciuti molto e ho adorato anche il modo in cui li hai descritti. Mi sono stati tutti, fin da subito, incredibilmente simpatici.

Stile e lessico: 5 su 5

Anche il tuo modo di scrivere mi è piaciuto tantissimo e mi ha conquistata. Ho amato soprattutto il dettaglio dell’orologio che segnava sempre le 22:22. Più di una volta mi sono chiesta il perché non andasse avanti, perché l’ora restasse sempre quella… e alla fine lo hai rivelato con una grandissima maestria.

Gradimento personale: 2,6 su 3

Il testo mi è piaciuto molto, peccato per quelle piccole incongruenze nella trama.

Inserimento del tè: 3,6 su 4

Il tè è solo un elemento introduttivo, poi viene abbandonato… però ho adorato vera-mente il modo in cui lo hai descritto. Hai messo in risalto tutti i suoi dettagli e mi hai conquistata.

Inserimento dell’elemento: 0 su 4

L’elemento da inserire era l’ascensore e in questo testo è completamente assente. Sì, si accenna che la protagonista ci passa accanto… ma bisogna veramente andarlo a cercare con la lente d’ingrandimento nel testo. È un elemento che è stato inserito con estrema superficialità e rapidità.


Totale Finale: 20,8 su 30
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
Crossover mania (5 posts, agg.: 12/24/2013 12:30 PM)

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:24 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com