printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 | Next page

Traduzione del nuovo mondo/Cei

Last Update: 12/2/2019 9:34 PM
Author
Print | Email Notification    
12/2/2019 9:33 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
giusyforever, 02/12/2019 20.45:

Conclusione

Giuseppe Flavio, storico ebreo del I secolo, scrisse: "Non posse-diamo miriadi di libri incoerenti, in conflitto tra loro. I nostri libri, quelli giu-stamente riconosciuti, sono solo ventidue [l'equivalente dei 39 libri delle Scritture Ebraiche secondo la suddivisione attuale], e contengono la storia di tutti i tempi". Poi si mostra chiaramente consapevole dell'esistenza dei libri apocrifi e della loro esclusione dal canone ebraico, aggiungendo: "Dal tempo di Artaserse fino al nostro è stata scritta una storia completa, ma non è stata ritenuta dello stesso valore dei documenti precedenti, perché manca l'esatta successione dei profeti". – Contro Apione, I, 38, 41 (8).
Scrivendo ad una donna di nome Leta, Girolamo, padre della chiesa latina nel V° secolo d.c. (e.v.), così si esprime: "Stia bene attenta a tutti quanti i libri apocrifi. Se qualche volta avesse intenzione di consultarli, non per trarne verità dogmatiche, ma solo per contemplarne devotamente i simboli, sappia che gli autori non sono quelli che figurano nelle rispettive intestazioni e che ci sono frammischiati non pochi elementi falsi, per cui oc-corre una grande prudenza per discernere l'oro nel fango". (Le lettere, Ro-ma, 1962, vol. III, p. 274)
John Wycliffe, sacerdote cattolico, che nel XIV secolo fece la prima traduzione della Bibbia in inglese, non incluse gli scritti Apocrifi, e nella pre-fazione dichiarò tali scritti "senza autorità di fede".
Un dizionario biblico fa inoltre notare che "alcuni Padri del secolo IV fecero ritorno al canone eb, rifiutando esplicitamente i libri deuterocanonici: Atanasio († 373), Cirillo di Gerusalemme († 386), Ilario di Poitiers († 366), Girolamo († 420), Rufino († 410), Gregorio Nazianzeno († 390).". (Diziona-rio Biblico (1981) J. L. McKenzie, pag. 152)

In conclusione citiamo le seguenti Scritture che ci dicono che è vie-tato sia aggiungere che togliere qualsiasi cosa alla Parola di Dio.

Deuteronomio 4:2 Non aggiungerete nulla a ciò che io vi comando e non ne toglierete nulla; ma osserverete i comandi del Signore Dio vostro che io vi prescrivo. (CEI)

Proverbi 30:5 Ogni parola di Dio è appurata; egli è uno scudo per chi ricorre a lui. 6 Non aggiungere nulla alle sue parole, perché non ti ri-prenda e tu sia trovato bugiardo. (CEI)

Apocalisse 22:18 Dichiaro a chiunque ascolta le parole profetiche di questo libro: a chi vi aggiungerà qualche cosa, Dio gli farà cadere addosso i flagelli descritti in questo libro; 19 e chi toglierà qualche parola di questo libro profetico, Dio lo priverà dell'albero della vita e della città santa, descritti in questo libro. (CEI)

Quindi, coloro che hanno operato aggiunte alla Parola di Dio, ne pagheranno le conseguenze.

Grazie Giusy è stata molto esauriente e precisa 😊
Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:22 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com