printprint
New Thread
Reply
 

Fine del mondo - I Testimoni di Geova hanno sbagliato?

Last Update: 11/18/2019 4:22 AM
Author
Print | Email Notification    
11/7/2019 8:31 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,048
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 07/11/2019 00.51:



Non c'è niente da vedere.
Il 1975 è stato proposto come possibile inizio del regno millenario di Cristo. Informati meglio

1975

Gli Studenti Biblici, noti dal 1931 come testimoni di Geova, si aspettavano anche di vedere l’adempimento di meravigliose profezie bibliche nel 1925. Ipotizzarono che in quel tempo sarebbe iniziata la risurrezione terrena, grazie alla quale sarebbero tornati in vita fedeli uomini dell’antichità, come Abraamo, Davide e Daniele. Più di recente, molti Testimoni congetturarono che gli avvenimenti legati all’inizio del Regno Millenario di Cristo avrebbero potuto cominciare ad adempiersi nel 1975]. Le loro aspettative si basavano sulla constatazione che in quell’anno sarebbe iniziato il settimo millennio della storia umana.






esattamente quello che si aspettavano anche gli apostoli, come ti ho detto, visto che aspettavano la parousìa e la fine durante la loro epoca (e quindi l' inizio del Regno di Cristo) salvo poi, con Paolo, cambiare intendimento in 2 Tessalonicesi 2:1, come ti ho indicato nelle Scritture che ho riportato in tanti post e che non vado a ripetere e comunque riguardo al 1975, tieni presente anche la

Svegliatevi del 22 aprile 1969 - p.14:

“Quando finiscono i 6.000 anni?
“Come si può determinare quando finiranno i 6.000 anni di storia umana? Secondo la fidata cronologia biblica, Adamo ed Eva furono creati nel 4026 a.E.V. * Dall’autunno del
4026 a.E.V. all’1 a.E.V..………4.025 anni
dall’1 a.E.V. all’1 E.V.………..1 anno
dall’1 E.V. al 1968 E.V.………1.967 anni
Totale fino all’autunno 1968 ….5.993 anni

Dall’autunno del 1968 rimarrebbero pertanto solo altri sette anni per terminare 6.000 anni interi di storia umana. Questo periodo di sette anni finirà evidentemente nell’autunno dell’anno 1975.


Significa questo che la suddetta evidenza addita

positivamente il 1975 come tempo della fine completa di questo

sistema di cose?

Giacchè la Bibbia non lo dichiara specificatamente,

nessun uomo può dirlo
.



Lo SFS ha ammesso l' errore, così come Paolo fu ispirato a rivedere l' intendimento della parousìa (Geova fornisce luce spirituale sempre in maniera graduale, lo ha sempre fatto anche con gli apostoli e con i profeti..).
ma non si può neppure far finta che la Svegliatevi del 1969 non esista!

Ciao

[Edited by Aquila-58 11/7/2019 8:32 AM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
11/7/2019 9:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,820
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Aquila-58, 07/11/2019 08.31:




esattamente quello che si aspettavano anche gli apostoli, come ti ho detto, visto che aspettavano la parousìa e la fine durante la loro epoca (e quindi l' inizio del Regno di Cristo) salvo poi, con Paolo, cambiare intendimento in 2 Tessalonicesi 2:1, come ti ho indicato nelle Scritture che ho riportato in tanti post e che non vado a ripetere e comunque riguardo al 1975, tieni presente anche la

Svegliatevi del 22 aprile 1969 - p.14:

“Quando finiscono i 6.000 anni?
“Come si può determinare quando finiranno i 6.000 anni di storia umana? Secondo la fidata cronologia biblica, Adamo ed Eva furono creati nel 4026 a.E.V. * Dall’autunno del
4026 a.E.V. all’1 a.E.V..………4.025 anni
dall’1 a.E.V. all’1 E.V.………..1 anno
dall’1 E.V. al 1968 E.V.………1.967 anni
Totale fino all’autunno 1968 ….5.993 anni

Dall’autunno del 1968 rimarrebbero pertanto solo altri sette anni per terminare 6.000 anni interi di storia umana. Questo periodo di sette anni finirà evidentemente nell’autunno dell’anno 1975.


Significa questo che la suddetta evidenza addita

positivamente il 1975 come tempo della fine completa di questo

sistema di cose?

Giacchè la Bibbia non lo dichiara specificatamente,

nessun uomo può dirlo
.



Lo SFS ha ammesso l' errore, così come Paolo fu ispirato a rivedere l' intendimento della parousìa (Geova fornisce luce spirituale sempre in maniera graduale, lo ha sempre fatto anche con gli apostoli e con i profeti..).
ma non si può neppure far finta che la Svegliatevi del 1969 non esista!

Ciao




"a volte indicata come una possibilità, a volte con maggior sicurezza — che poiché il settimo millennio della storia umana sarebbe iniziato nel 1975, gli avvenimenti legati all’inizio del Regno millenario di Cristo avrebbero potuto cominciare a verificarsi allora."
Perché graduale? Non è che l'intendimento seguente sia più preciso del precedente. Si salta d'errore in errore, e questo dopo duemila anni di aspettative, non ci vedo nessuna gradualità.

Dal 1874 fino al 1943 per oltre 69 anni si creduto che la presenza di Cristo era iniziata nel 1874, poi riportata al 1914, e adesso sono passati 105 anni da quella data che secondo l'andamento sarà riportata di nuovo ulteriormente.




----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
11/7/2019 9:32 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,375
Location: MILANO
Age: 18
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 07/11/2019 09.18:



"a volte indicata come una possibilità, a volte con maggior sicurezza — che poiché il settimo millennio della storia umana sarebbe iniziato nel 1975, gli avvenimenti legati all’inizio del Regno millenario di Cristo avrebbero potuto cominciare a verificarsi allora."
Perché graduale? Non è che l'intendimento seguente sia più preciso del precedente. Si salta d'errore in errore, e questo dopo duemila anni di aspettative, non ci vedo nessuna gradualità.

Dal 1874 fino al 1943 per oltre 69 anni si creduto che la presenza di Cristo era iniziata nel 1874, poi riportata al 1914, e adesso sono passati 105 anni da quella data che secondo l'andamento sarà riportata di nuovo ulteriormente.


Verderame, gira e rigira ripeti sempre le stesse cose. Cosa significa intendimento graduale te l'abbiamo spiagato. Se pensi si salti in errore in errore ce ne faremo una ragione. Pazienza, speriamo che il tuo Schiavo ti offra di meglio.
11/7/2019 9:38 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 61,259
Moderatore
Caro Verderame,


Dal 1874 fino al 1943 per oltre 69 anni si creduto che la presenza di Cristo era iniziata nel 1874, poi riportata al 1914, e adesso sono passati 105 anni da quella data che secondo l'andamento sarà riportata di nuovo ulteriormente



Questa d'altonde è la conseguenza delle parola di Gesù, se prese sul serio. Al cristiano, lasciamo stare lo SFS che qui c'entra poco secondo me, non resta che attendere la data più prossima, quella che corrisponde al "breve periodo di tempo", che illumina l'esistenza con la speranza, che ricnorre la generazione che "non passerò affatto". E' il destino del cristianesimo, il suo DNA.

Se non capiamo questo è abbastanza inutile discutere di SFS perché non è lo SFS che ha creduto di vedere la fine in quel periodo ma decine di migliaia di cristiani che quello era ciò vedevano nelle Scritture e quello era ciò speravano. Cercare di dare la "colpa" allo SFS di quello che è il paradigma centrale del cristianesimo biblico, apocalittico, è abbastanza puerile, è un po' come darla a Gesù, a Pietro o Paolo, a tutti i cristiani apocalittici che nel corso dei secoli hanno atteso e sperato.

La venuta è prossima? Un cristiano non può che risponderti di sì, che è all'angolo, perché viviamo la notte e non arriverà il giorno senza che sia arrivata. Questo possiamo dirti, solo questo può dirti lo SFS finché resta tale. Nel momento in cui ci dirà che non è questa la generazione, che Cristo non viene presto, che i segni non ci sono, beh... quello ci dovrebbe preoccupare, non che cento anni fa abbia pensato quello che qualunque cristiano pensava e avrebbe dovuto pensare rispetto ai segni dei tempi.

Shalom
[Edited by barnabino 11/7/2019 10:30 AM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
11/7/2019 10:07 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,048
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 07/11/2019 09.18:



"a volte indicata come una possibilità, a volte con maggior sicurezza — che poiché il settimo millennio della storia umana sarebbe iniziato nel 1975, gli avvenimenti legati all’inizio del Regno millenario di Cristo avrebbero potuto cominciare a verificarsi allora."
Perché graduale? Non è che l'intendimento seguente sia più preciso del precedente. Si salta d'errore in errore, e questo dopo duemila anni di aspettative, non ci vedo nessuna gradualità.

Dal 1874 fino al 1943 per oltre 69 anni si creduto che la presenza di Cristo era iniziata nel 1874, poi riportata al 1914, e adesso sono passati 105 anni da quella data che secondo l'andamento sarà riportata di nuovo ulteriormente.




esattamente quello che fece Paolo in 2 Tessalonicesi 2:1, dopo quello che disse in 1 Tessalonicesi 4:17, ma ti sta in testa che per questo errore e successivo cambio di intendimento l' apostolo non fu squalificato ma continuò con gli altri apostoli ad essere il canale?
Quindi se tu non ci vedi nessuna gradualità, noi si.
Come dobbiamo fare per fartelo capire?


[Edited by Aquila-58 11/7/2019 10:09 AM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
11/7/2019 10:39 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 415
Location: MILANO
Age: 52
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:

Si salta d'errore in errore, e questo dopo duemila anni di aspettative, non ci vedo nessuna gradualità.



Forse bisogna considerare che, a mio avviso, NON vi è nessun sostanziale errore:

è Gesù che dice che il cristiano deveve sempre vivere con senso d' urgenza, perciò se penso e vivo come se la fine arrivasse fra due minuti sto facendo quello che Gesù dice di fare anche se poi non arriva fra due minuti.

Quando Gesù disse che nessuno conosce il giorno e l' ora lo disse proprio per spingere ad avere senso d' urgenza, per esortare a rimenere sempre vigili spiritualmente parlando.

Non disse: poichè non sapete il giorno e l' ora allora "campa cavallo che l' erba cresce", vivete come se non arrivasse mai la fine, ma proprio l' opposto.

Quindi ipotizzare quando questo evento potrebbe verificarsi non è un errore, nelle vita di un cristiano non dovrebbe cambiare nulla poichè come disse Cristo un cristiano deve sempre pensare che tale evento è prossimo.

Purtroppo invece alcuni hanno l' atteggiamento descritto dall' apostolo Pietro:

negli ultimi giorni verranno degli schernitori con i loro scherni, che agiranno secondo i propri desideri e diranno: “Dov’è questa sua presenza che è stata promessa? Dal giorno in cui i nostri antenati si addormentarono nella morte, tutto continua esattamente come dal principio della creazione”.
II Pietro 3:3,4

Evidentemente già allora alcuni schernivano i Cristiani per la loro attesa che pareva tardare.





11/7/2019 10:53 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 61,259
Moderatore
Infatti, per questo dico che lo SFS c'entra poco... il problema sollevato da Verderame riguarda più in genere il conflitto tra due cristianesimi differenti, quello apocalittico e quello integrato. Un conflitto presente già nella chiesa delle origini tra chi vedeva prossima la presenza di Cristo e gli eventi escatoligici legati e chi invece li ha sempre ritardati. Storicamente a vincere è stata la chiesa integrata, quella di Agostino e altri, che vedevano nel cristianesimo religione di stato dell'impero la realizzazione delle speranze millenariste.

L'argomento poi è ovviamente inquinato dagli argomenti degli apostati sulla cui ignoranza e malafede non mi pronuncio, per questo che diventa sempre complicato discuterne serenamente.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
11/7/2019 10:56 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,759
Location: BARI
Age: 66
Dimmi, cosa significa questo 1975?

All’assemblea di Baltimora (Maryland) F. W. Franz pronunciò il discorso conclusivo. Egli iniziò dicendo: “Proprio prima che salissi sul palco un giovane è venuto da me e mi ha detto: ‘Dimmi, cosa significa questo 1975?’” Accennò quindi alle molte domande che gli erano state rivolte per sapere se il materiale del nuovo libro indicava che entro il 1975 Armaghedon sarebbe finito e Satana sarebbe stato legato. In sostanza disse: ‘Potrebbe darsi. Ma noi non lo diciamo. Tutto è possibile a Dio. Ma noi non lo diciamo. E nessuno di voi dica specificamente cosa accadrà da ora al 1975. Ma il punto importante di tutto ciò è questo, cari amici: Il tempo è breve. Il tempo sta per scadere, su questo non c’è dubbio’. bit.ly/2WR0dsf

Non mi sembra che questo discorso sia da ritenere un grido di allarme o un proclama, fine del mondo .

queste parole:
"E nessuno di voi dica specificamente cosa accadrà da ora al 1975"

furono dette nel 1966 e fu sconsigliato divulgare questo discorso sulla data 1975.

le successive parole:

"Il tempo è breve. Il tempo sta per scadere, su questo non c’è dubbio"

è nello spirito di questa scrittura:

(2 Pietro 3:12) ...mentre aspettate e tenete bene a mente(O “e desiderate ardentemente”. Lett. “affrettando”.)
la presenza del giorno di Geova,...


Noi ci comporteremo sempre in base a questa scrittura rimanendo sempre svegli,

mentre altri dormono.
[Edited by Angelo Serafino53 11/7/2019 11:25 AM]
11/7/2019 12:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,820
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
johnny01, 07/11/2019 09.32:

Verderame, gira e rigira ripeti sempre le stesse cose. Cosa significa intendimento graduale te l'abbiamo spiagato. Se pensi si salti in errore in errore ce ne faremo una ragione. Pazienza, speriamo che il tuo Schiavo ti offra di meglio.



Gli angeli erano già presenti quando i giorni della creazione si conclusero e, quindi, avrebbero saputo il giorno per l’inizio di Armageddon, se bisognava fare un semplice calcolo di 6000 anni.

Non mi sembra far prova di perspicacia né di intendimento graduale.
Stessa cosa dicasi della generazione, vista e rivisitata a gogo'
[Edited by verderame.1958 11/7/2019 12:50 PM]



----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
11/7/2019 12:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 920
Location: MILANO
Age: 59

Noi viventi" è messo in contrasto con i "dormienti in Cristo".
Il fatto che Paolo si metta tra i viventi non significa che sarebbe andato in cielo senza mai morire: no, sarebbe morto come Pietro e come Gesù stesso e poi risorto con un corpo spirituale, di questa trasformazione Paolo parla non qui ma in 1 Corinti 15:42-54!



non è affatto così, noi viventi che sopravvivremmo fa distinzione tra chi muore e chi no; poi è un altro discorso dire che "tutti dobbiamo morire" 1 corinti 15; come uomini, altrimenti la frase, "noi che sopravvivremmo" non avrebbe avuto senso. E ovvio che Paolo sottintenda la mutazione , si rifà al discorso di 1 corinti 15; altrimenti non avrebbe avuto senso la distinzione di essere trovati viventi, secondo la classe, sapendo che lui non sarebbe stato tra i viventi , ciò giustificando la sua sofferenza.


Rispondo a un obiezione di prima..

Matteo 24
Il discorso profetico di Gesù, 24-25
Distruzione di Gerusalemme e venuta del Figlio dell'uomo
=(Mr 13:1-13; Lu 21:5-19)
1 Mentre Gesù usciva dal tempio e se ne andava, i suoi discepoli gli si avvicinarono per fargli osservare gli edifici del tempio. 2 Ma egli rispose loro: «Vedete tutte queste cose? Io vi dico in verità: Non sarà lasciata qui pietra su pietra che non sia diroccata».
3 Mentre egli era seduto sul monte degli Ulivi, i discepoli gli si avvicinarono in disparte, dicendo: «Dicci, quando avverranno queste cose e quale sarà il segno della tua venuta e della fine dell'età presente?»

Con questa domanda gli apostoli dimostrarono che sapevano che se ne sarebbe dovuto andare, la cosa singolare è che gli chiedono il segno del suo ritorno, in quanto non avrebbe senso chiedere un segno della presenza,, poichè la cosa più scontata che si chiede in questo frangente è il ritorno, dato che in quel momento era presente.

SE una persona va via; io non gli chiedo il segno della sua presenza come se sapessi che doveva venire in due fasi , una invisibile e una altra concreta, (capirai se gli apostoli potevano supponere una tal cosa) ; ma gli chiedono il segno del suo ritorno, poichè voglio sapere dove sarà, quando sarà a prescindere se sarò vivo oppure no.

Inoltre non sapevano neppure della età futura, ma della età presente. E Cristo gli risponde sia per la distruzione di Gerusalemme, aggiungendovi di suo quella della fine del mondo.( età futura)

Per altro la cosa straordinaria è che perfino il ladro sul Golgota, è consapevole che sarebbe ritornato venuto nel suo regno nel futuro.
Lo sapevano pure gli apostoli, ma la pressione emotiva a volte acceca, essi essendosi smarriti persi di animo quando è morto. So per esperienza che anche se preconosci quello che succederà nel futuro, quando lo vivi reagisci come se non lo sapevi
[Edited by geremia60(2019) 11/7/2019 1:20 PM]
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/7/2019 1:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,820
Re:
geremia60(2019), 07/11/2019 12.59:



Con questa domanda gli apostoli dimostrarono che sapevano che se ne sarebbe dovuto andare, la cosa singolare è che gli chiedono il segno del suo ritorno, in quanto non avrebbe senso chiedere un segno della presenza,, poichè la cosa più scontata che si chiede in questo frangente è il ritorno, dato che in quel momento era presente.
E una persona va via; io non gli chiedo il segno della sua presenza come se sapessi che doveva venire in due fasi , una invisibile e una altra concreta, (capirai se gli apostoli potevano supponere una tal cosa) ; ma gli chiedono il segno del suo ritorno, poichè voglio sapere dove sarà, quando sarà a prescindere se sarò vivo oppure no.




Su questo anch'io la penso cosi.




----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
11/7/2019 2:01 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 920
Location: MILANO
Age: 59
Re: Re:
verderame.1958, 07/11/2019 13.29:



Su questo anch'io la penso cosi.




del resto la venuta di Cristo sarà sempre invisibile , nel senso che non verrà a vivere come uomo qui sulla terra, ma manifesterà la sua venuta e presenza guidando , dirigendo e giudicando di vita e di morte, o di restrizione perchè torni il giorno dove brillerà il vero sole della giustizia questo facendo con veri portenti, e sicuramente occasionalmente materializzandosi per manifestarsi come faceva dopo risorto fino al 40 esimo giorno. Per bere di nuovo del vino della vite come disse ai suoi discepoli dopo la pasqua, stabilendo con loro il secondo patto per un regno

Ma Cristo nel primo secolo non ci lasciò senza guida, lo spirito santo di Dio prendeva dalla sua persona dal suo insegnamento per amplificarlo e completarlo, battezzando pure con lo spirito santo come caparra di quello offerto completo in futuro per divenire sacerdoti celesti. Ciò rese possibile un regno dove cera unità e dove tutte le dieci vergini riconosciute ; ( e relativo schiavo), sono , erano sagge, le cinque acquistate per mezzo dei portenti e/o da Cristo stesso mediante la sua opera..tipo Cornelio..e simili; si aggiunsero gli altri per mezzo della opera apostolica.

La complicanza ultima di avere uno schiavo con dualità morale è dovuta propriamente al fatto che oggi non abbiamo più tutto questo, ma solo un aiuto emotivo o onirico, o altro di non manifesto o dichiarato..in ogni caso qualcosa di molto relativo, per dimostrare che neppure dopo duemila anni di storia da soli riusciamo a essere interamente saggi.
I lumi mentali delle attuali vergini, non provengono direttamente da quello divino, ma è qualcosa di individuale basato sulla conoscenza della bibbia e interpretato con l'olio del cuore, i frutti dello spirito padronanza umiltà, fedeltà sincerità.. ecc..

Solo nel millennio avremmo il super controllo, quello di adesso è illegale producendo ingiustizie messe a tacere per sostenere all'impiedi una illusione magari per diversi in buona fede, una irrealtà come se che il regno sia già venuto invisibilmente il suo governo, dirigendo e guidando divinamente. Nel millennio invece sarà vero e reale anche se comunque non cambierà poi tutti fino nel loro profondo visto che soltanto alla fine si lascieranno liberi di manifestarsi alla luce del giorno per essere raffinati ulteriormente come lo furono i 144000, nel vecchio sistema di cose




[Edited by geremia60(2019) 11/7/2019 2:09 PM]
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/7/2019 2:05 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,375
Location: MILANO
Age: 18
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 07/11/2019 12.49:



Gli angeli erano già presenti quando i giorni della creazione si conclusero e, quindi, avrebbero saputo il giorno per l’inizio di Armageddon, se bisognava fare un semplice calcolo di 6000 anni.

Non mi sembra far prova di perspicacia né di intendimento graduale.
Stessa cosa dicasi della generazione, vista e rivisitata a gogo'

Gli angeli non sanno il giorno e l'ora peró Pietro disse che scrutano le Scritture per comprendere le verità spirituali riguardo la congregazione cristiana. Cosa c'entra quindi questo ragionamento?
Ad ogni modo, non sono mai stati dogmatici al riguardo. Anzi in precedenza, nel 1963, il libro “Tutta la Scrittura è ispirata da Dio e utile” aveva detto: “Non è di nessuna utilità usare la cronologia biblica per speculare su date che sono ancora future nel corso del tempo. — Matt. 24:36. Ad ogni modo insieme a queste dichiarazioni ne uscirono altre sull'argomento 1975, forse più specifiche di quanto fosse consigliabile. MA MAI DOGMATICI AL RIGUARDO. Comunque si sono scusati per questo. (Ti ricordo che anche siamo imperfetti e qualcuno si sarà lasciato prendere da un eccessivo desiderio di veder adempiuta la volontà di Dio)
11/7/2019 2:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,759
Location: BARI
Age: 66


(Matteo 21:1-10) 21 Quando furono vicini a Gerusalemme e arrivarono a Bètfage, sul Monte degli Ulivi, Gesù mandò avanti due discepoli, 2 dicendo loro: “Andate nel villaggio che vedete davanti a voi. Subito troverete un’asina legata e con questa un puledro. Slegateli e portatemeli. 3 Se qualcuno vi dice qualcosa, dovete rispondere: ‘Il Signore ne ha bisogno’. E ve li lascerà prendere immediatamente”. 4 Questo in effetti avvenne per adempiere ciò che era stato detto tramite il profeta: 5 “Dite alla figlia di Sìon: ‘Ecco, il tuo re viene da te, mite e in groppa a un asino, un puledro, figlio di una bestia da soma’”. 6 Quindi i discepoli andarono e fecero come Gesù aveva ordinato loro. 7 Portarono l’asina e il suo puledro, vi misero sopra i loro mantelli, e lui vi si sedette. 8 La maggior parte della folla stese i propri mantelli sulla strada, mentre altri tagliavano rami dagli alberi e li stendevano sulla strada. 9 Le folle che lo precedevano e quelle che lo seguivano gridavano: “Salva, preghiamo, il Figlio di Davide! Sia benedetto colui che viene nel nome di Geova! Salvalo, preghiamo, nei luoghi altissimi!” 10 Quando entrò a Gerusalemme, l’intera città fu in subbuglio ...



ragazzi questo avvenimento è datato 9 nisan

avvenimento visivo storico che scombussolò la città, perche il re designato da Geova era proprio lì con loro

ritorniamo a matteo 24 che è datato 11 nisan

2 giorni dopo,in attinenza a questo avvenimento

gli apostoli volevano sapere quando avrebbe preso tutti i poteri come re con la parola "parousia" infatti matteo 25 GESù PARLA DI SE COME RE al potere.


per quanto riguarda gli apostoli se tenevano le idee chiare sulla morte e risurrezione (bensì Gesù l'avesse detto ) non scommetterei, visto come si comportarono dopo la sua morte.

11/7/2019 2:22 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,820
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
johnny01, 07/11/2019 14.05:

Gli angeli non sanno il giorno e l'ora peró Pietro disse che scrutano le Scritture per comprendere le verità spirituali riguardo la congregazione cristiana. Cosa c'entra quindi questo ragionamento?





Appunto, anche gli angeli sono interessati di sapere quando Dio porrà fine a questo sistema, ma Gesù disse che neanche loro lo sanno.

Se bastava un semplice calcolo di 6000 anni dalla creazione del primo uomo e della prima donna, gli angeli che hanno assistito alla creazione, potevano facilmente dedurre il giorno in cui Dio avrebbe messo fine a questo sistema.

6000+1000 regno millenario.

Perché si pensava che un giorno di creazione era uguale a 7000 anni.



----------------------------------------------------------------------------------------------------------
La vita è piacevole. La morte è pacifica. È la transizione che crea dei problemi.

Isaac Asimov
11/7/2019 2:22 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 920
Location: MILANO
Age: 59
Re:
Angelo Serafino53, 07/11/2019 14.08:





gli apostoli volevano sapere quando avrebbe preso tutti i poteri come re con la parola "parousia" infatti matteo 25 GESù PARLA DI SE COME RE al potere.


per quanto riguarda gli apostoli se tenevano le idee chiare sulla morte e risurrezione (bensì Gesù l'avesse detto ) non scommetterei, visto come si comportarono dopo la sua morte.






gli apostoli volevano sapere quando avrebbe preso tutti i poteri come re con la parola "parousia" infatti matteo 25 GESù PARLA DI SE COME RE al potere.



SE fosse stato vero non chiedevano della venuta, poichè erano consci che se ne sarebbe andato via, altrimenti non avrebbero chiesto di avere dei segni della venuta o presenza che fosse, molto diversa da una supposta incoronazione di quando sarebbe avvenuta.

perfino il ladro accanto a lui chiede quando sarebbe ritornato, nel suo regno, come re sicuramente.

ma in quel momento era qualcuno che stava dimostrando di essere degno di essere stato segnato per esserlo il re di tale regno futuro. Lo volevano fare Re, ma lui si rifiutò. perfino satana voleva farlo re, di quei sistemi di cose


per quanto riguarda gli apostoli se tenevano le idee chiare sulla morte e risurrezione (bensì Gesù l'avesse detto ) non scommetterei, visto come si comportarono dopo la sua morte.



non sei mai stato nella situazione di preconoscere il futuro, tal e da capire che a viverlo nella maggior parte dei casi perdi ogni certezza a causa del dolore che ti annebbia la fede , dubitando come accadde a Pietro sulle acque, per poi successivamente riprenderti chiedendo l'aiuto di Dio
[Edited by geremia60(2019) 11/7/2019 2:24 PM]
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/7/2019 2:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,375
Location: MILANO
Age: 18
Anche se si può comprendere a grandi linee una profezia, per capire pienamente il suo significato bisogna attendere il suo adempimento.
Considera le seguenti scritture:
- Lui venne verso il luogo in cui mi trovavo io, ma quando si fu avvicinato ebbi così tanta paura che mi inginocchiai con il viso a terra. E mi disse: “Sappi, figlio dell’uomo, che la visione riguarda il tempo della fine”. (Da. 8:17)
- Insegnava infatti ai suoi discepoli e diceva loro: “Il Figlio dell’uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini, e lo uccideranno,+ ma pur venendo ucciso risorgerà tre giorni dopo”. Comunque, non capirono le sue parole e avevano timore di fargli domande. (Marco 9:31,32)
Perché Daniele e i discepoli non avevano capito le profezie?
11/7/2019 2:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,375
Location: MILANO
Age: 18
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
verderame.1958, 07/11/2019 14.22:




Appunto, anche gli angeli sono interessati di sapere quando Dio porrà fine a questo sistema, ma Gesù disse che neanche loro lo sanno.

Se bastava un semplice calcolo di 6000 anni dalla creazione del primo uomo e della prima donna, gli angeli che hanno assistito alla creazione, potevano facilmente dedurre il giorno in cui Dio avrebbe messo fine a questo sistema.

6000+1000 regno millenario.

Perché si pensava che un giorno di creazione era uguale a 7000 anni.

E quindi? Gli angeli potevano solo dedurlo, ma non lo avrebbero saputo con certezza comunque.
[Edited by johnny01 11/7/2019 2:26 PM]
11/7/2019 2:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 920
Location: MILANO
Age: 59
Re:
johnny01, 07/11/2019 14.24:

Anche se si può comprendere a grandi linee una profezia, per capire pienamente il suo significato bisogna attendere il suo adempimento.
Considera le seguenti scritture:
- Lui venne verso il luogo in cui mi trovavo io, ma quando si fu avvicinato ebbi così tanta paura che mi inginocchiai con il viso a terra. E mi disse: “Sappi, figlio dell’uomo, che la visione riguarda il tempo della fine”. (Da. 8:17)
- Insegnava infatti ai suoi discepoli e diceva loro: “Il Figlio dell’uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini, e lo uccideranno,+ ma pur venendo ucciso risorgerà tre giorni dopo”. Comunque, non capirono le sue parole e avevano timore di fargli domande. (Marco 9:31,32)
Perché Daniele e i discepoli non avevano capito le profezie?



normale, fino a quel momento non lo capivano, o meglio non riuscivano ad accettare una simile cosa che contrastava le loro aspettative. Ma alla lunga lo compresero, se lo comprese anche quel ladro sul palo o croce.

Correggere le proprie vedute in rapporto ai fatti adempiuti, non avviene sempre in bene, come accadde agli avventisti e come accadde alla dieci vergini, ossia alle cinque tanto più nel prossimo futuro
[Edited by geremia60(2019) 11/7/2019 2:30 PM]
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/7/2019 2:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,759
Location: BARI
Age: 66
Re: Re:
geremia60(2019), 07/11/2019 14.22:







perfino il ladro accanto a lui chiede quando sarebbe ritornato, nel suo regno, come re sicuramente.






il ladro non chiese ma prese atto dell l’iscrizione
sul capo che stava scritto
“Gesù il Nazareno, il re dei giudei”

e probabilmente quello che sentiva dire dalla gente circostante
e disse:
(Luca 23:42) ... “Gesù, ricordati di me quando sarai entrato nel tuo Regno...
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:00 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com