printprint
New Thread
Reply
 

Fine del mondo - I Testimoni di Geova hanno sbagliato?

Last Update: 11/18/2019 4:22 AM
Author
Print | Email Notification    
11/6/2019 6:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,042
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Re:
Vostok1, 06/11/2019 13.54:


La Scrittura parla chiaro:

Deuteronomio 18:20-22
20 Ma il profeta che avrà la presunzione di dire in mio nome qualcosa che io non gli ho comandato di dire o che parlerà in nome di altri dèi, quel profeta sarà messo a morte».

21 Se tu dici in cuor tuo: «Come riconosceremo la parola che il SIGNORE non ha detta?» 22 Quando il profeta parlerà in nome del SIGNORE e la cosa non succede e non si avvera, quella sarà una parola che il SIGNORE non ha detta; il profeta l'ha detta per presunzione; tu non lo temere.

Come facciamo a capire se lo SFS è da DIO???
Se quello che dice non si avvera vuol dire che non dispensa cibo spirituale per conto di DIO

e perdendo di CREDIBILITA' non lo si teme più.

Senza se e senza ma :-O




come facciamo a sapere se Paolo e Pietro erano apostoli veri o falsi se quello che hanno scritto riguardo alla parousìa e alla fine non si è avverato nel I secolo?
Però mi pare che, nonostante ciò, i nostri cari apostoli abbiamo guidato bene l' ekklesìa nel I secolo, non può essere la stessa cosa anche oggi con lo SFS?


[SM=g2037509]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
11/6/2019 6:28 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,042
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Re: Re: Re:
verderame.1958, 06/11/2019 16.51:




Sono d'accordissimo con te; ma se salti di errore in errore difficilmente puoi far passare questo per un miglioramento:


"La cronologia era errata perché si basava sulla lezione poco accurata di Atti 13:20 nella King James, sulla credenza che ci fosse un errore di trascrizione in 1 Re 6:1 e sul fatto che non si era tenuto conto dei sincronismi biblici nella datazione dei regni dei re di Giuda e di Israele.
Nessuna "rivelazione divina" come forse Verderame pensa che lo Schiavo debba ricevere, ma solo un aumento dell'accurata Conoscenza





Siamo alle solite Verde.
Se gli apostoli - benché ispirati da Dio - hanno riportato nella Bibbia aspettative che non si sono realizzate nel I secolo, lo SFS non ispirato può solo ricevere una graduale conoscenza e un progressivo intendimento, se perfino l' apostolo Paolo dovette cambiarlo.

Quindi è sbagliato dire che "si salta di errore in errore": Gesù e non noi ha parlato di una generazione che non sarebbe dovuto passare e non credo che abbia detto quelle cose a caso, ma in un contesto preciso.

Non si possono certo ignorare le sue parole e comunque mettiamoci l' anima in pace: le profezie le capiremo nella pienezza solo quando le vedremo con i nostri occhi.
Nel frattempo non dobbiamo certo perdere il senso di urgenza, come dice 2 Pietro 3:11-12


[Edited by Aquila-58 11/6/2019 6:29 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
11/6/2019 9:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 919
Location: MILANO
Age: 59
Re: Re: Re: Re: Re:
Angelo Serafino53, 06/11/2019 15.55:




impossibile



EH, mi fiderei poco, visto che ci sono avventisti che credono all'immortalità, altri no. Chi dal 1844 lo considera un tempo speciale , il giorno del giudizi investigativo nei cieli, qualcosa che russel o chi per lui imitò nel senso che il giudizio investigativo lo fece iniziare qui sulla terra. Poi ho frequentato gli avventisti, e mi ricordo che mi diedero un opuscolo in cui era segnato come data importante il 1844 o 1874, ma non mi ricordo a prorposito di cosa , visto che dove mi trovo adesso non ci sono avventisti. Ma in un video ricordo che uno di loro insegnava che Cristo era ritornato dal 1874 0 44 come re... si vede che pure loro hanno spostato il giudizio investigativo di Cristo facedonlo adempiere sulla terra, ma che Rusell lo rifiutò nella sua forma, magari applicandolo in modo diverso nel suo


------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/6/2019 9:44 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 919
Location: MILANO
Age: 59


Pietro non ha prospettato affatto nulla di tutto ciò, al contrario parla di schernitori che dicono: "dov' è questa sua promessa parousìa"? (2 Pietro 3:3-4).
Ti rammento quello che disse Pietro in 1 Pietro 4:7!
In 2 Pietro 3:8-9 Pietro non ha affatto prospettato "millenni e non giorni per la parousìa".
Pietro sta solo dicendo che Dio, nel suo agire, non si adegua alle categorie del tempo come noi lo concepiamo semplicemente perchè il suo agire è longanime e benigno giacchè vuole che tutti giungano al pentimento.
Ma comunque Geova ha stabilito un Giorno in cui interverrà e Pietro, lungi dal procrastinare quel Giorno, dice che dobbiamo vivere avendolo sempre in mente (2 Pietro 3:11-12), il verbo greco presente in 2 Pietro 3:12 significa letteralmente "affrettare, ricercare con ardore, bramare, aspirare"!



non trovo nessun senso, la questione era che consideravano Dio lento, e quindi Dio gli direbbe benignamente, io mille anni li considero un attimo, (cosa che non vale per gli uomini, un insulto; non è una risposta)e un attimo lo considero mille anni e che risposta sarebbe?? Dogma!!

Sono prefettamente convinto che Pietro a quel punto ispirato sapeva che sarebbero passati millenni.

E lo stesso apostolo giovanni scrive fanciullini è lultima ora.. Siamo alla sesta bestia, deve venire il settimo e l'ottavo e se si considerano i secoli consideri i secoli già vissuti per i cinque, come poteva credersi della sua imminneza?'del cristianesimo. E Paolo che scrive alla nostra morte finisce tutto , Io sinceramente gemo in me stesso, soffro perchè non vorrei essere trovato svestito , per ricevere direttamente laltro vestito, e chi non lo desidererebbe questo in qualsiasi epoca vivi? Questo era il senso delle parole di Paolo

Piuttosto pure loro ricevettero una verità in modo progressivo senza errori nel loro caso, . E le dichairazioni sbrigatevi non avete tempo bisogna raccogliere lgi altri cinque talenti per la salvezza offerata oggi per raccogliere gli Unti, prchè tra poco finisce tutto, pure la città di gerusalemme e Crisot ci avvisò,, quanod andrò via verrà
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/6/2019 9:44 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 919
Location: MILANO
Age: 59


Pietro non ha prospettato affatto nulla di tutto ciò, al contrario parla di schernitori che dicono: "dov' è questa sua promessa parousìa"? (2 Pietro 3:3-4).
Ti rammento quello che disse Pietro in 1 Pietro 4:7!
In 2 Pietro 3:8-9 Pietro non ha affatto prospettato "millenni e non giorni per la parousìa".
Pietro sta solo dicendo che Dio, nel suo agire, non si adegua alle categorie del tempo come noi lo concepiamo semplicemente perchè il suo agire è longanime e benigno giacchè vuole che tutti giungano al pentimento.
Ma comunque Geova ha stabilito un Giorno in cui interverrà e Pietro, lungi dal procrastinare quel Giorno, dice che dobbiamo vivere avendolo sempre in mente (2 Pietro 3:11-12), il verbo greco presente in 2 Pietro 3:12 significa letteralmente "affrettare, ricercare con ardore, bramare, aspirare"!



non trovo nessun senso, la questione era che consideravano Dio lento, e quindi Dio gli direbbe benignamente, io mille anni li considero un attimo, (cosa che non vale per gli uomini, mille anni e che risposta sarebbe?? Dogma!! No, il sensno era che dovevano passare molti secoli, e di avere pazienza perchè Dio desidera che molti si salvino almeno il numero completo di quelli che avrebbero ascoltato il primo schiavo apostolico

Sono più che convinto che Pietro a quel punto ispirato sapeva che sarebbero passati millenni.

E lo stesso apostolo Giovanni scrive fanciullini è lultima ora.. Siamo alla sesta bestia, deve venire il settimo e l'ottavo e se si considerano i secoli consideri i secoli già vissuti per i cinque, come poteva credersi della sua imminneza?'del cristianesimo. E Paolo che scrive alla nostra morte finisce tutto , Io sinceramente gemo in me stesso, soffro perchè non vorrei essere trovato svestito , per ricevere direttamente laltro vestito, e chi non lo desidererebbe questo in qualsiasi epoca vivi? Questo era il senso delle parole di Paolo

Piuttosto pure loro ricevettero una verità in modo progressivo senza errori nel loro caso, . E le dichiarazioni di fretta erano legittime, sbrigatevi non avete tempo bisogna raccogliere gli altri cinque talenti per la salvezza offerta oggi per raccogliere gli Unti, perchè tra poco finisce tutto, pure la città di Gerusalemme e Cristo ci avvisò,, quando andrò via verrà la notte quando nessuno potrà più operare.

Gli apostoli erano coscienti di avere poco tempo, ma nella prospettiva della fede era lecito dire che il giorno si era avvicinato, ma nel contesto non si può considerarla fine di Gerusalemme che si aspettavano, il giorno, come fecero invece gli eretici che dopo insegnarono che Cristo era presente invisibile e che il millennio era iniziato ai tempi di Cristo



[Edited by geremia60(2019) 11/6/2019 9:52 PM]
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/6/2019 9:51 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,042
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Re:
geremia60(2019), 06/11/2019 21.44:



Pietro non ha prospettato affatto nulla di tutto ciò, al contrario parla di schernitori che dicono: "dov' è questa sua promessa parousìa"? (2 Pietro 3:3-4).
Ti rammento quello che disse Pietro in 1 Pietro 4:7!
In 2 Pietro 3:8-9 Pietro non ha affatto prospettato "millenni e non giorni per la parousìa".
Pietro sta solo dicendo che Dio, nel suo agire, non si adegua alle categorie del tempo come noi lo concepiamo semplicemente perchè il suo agire è longanime e benigno giacchè vuole che tutti giungano al pentimento.
Ma comunque Geova ha stabilito un Giorno in cui interverrà e Pietro, lungi dal procrastinare quel Giorno, dice che dobbiamo vivere avendolo sempre in mente (2 Pietro 3:11-12), il verbo greco presente in 2 Pietro 3:12 significa letteralmente "affrettare, ricercare con ardore, bramare, aspirare"!





Sono prefettamente convinto che Pietro a quel punto ispirato sapeva che sarebbero passati millenni.






strano, non si direbbe a giudicare da quello che dice in 1 Pietro 4:7!

(prima rispondi a questo, poi domani ti spiego il vero senso di 2 Pietro 3:8, stasera sono troppo stanco…..)



[Edited by Aquila-58 11/6/2019 9:52 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
11/6/2019 9:58 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 919
Location: MILANO
Age: 59
1Pietro 4:7

La fine di tutte le cose è vicina; siate dunque moderati e sobri per dedicarvi alla preghiera.

Ma questo lo si poteva benissimo dire, senza pensare che con la fine di Gerusalemme e di tutte le cose di quel primo schiavo; ritornava Cristo, Chiunque anche tre secoli fa poteva dirlo abbracciando l'ottica dei tempi le epoche esposte secondo la sequenza dei primi cinque re .. Egitto, Assiria.. cinque erano passati , uno nera ne rimanevano solo due di cui il settimo dopo la cacciata dei demoni dla cielo durando per brevissimo tempo , e pure l'ottavo è di brevissima durata
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/6/2019 10:01 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,042
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Re:
geremia60(2019), 06/11/2019 21.58:

1Pietro 4:7

La fine di tutte le cose è vicina; siate dunque moderati e sobri per dedicarvi alla preghiera.

Ma questo lo si poteva benissimo dire, senza pensare che con la fine di Gerusalemme e di tutte le cose di quel primo schiavo; ritornava Cristo, Chiunque anche tre secoli fa poteva dirlo abbracciando l'ottica dei tempi le epoche esposte secondo la sequenza dei primi cinque re .. Egitto, Assiria.. cinque erano passati , uno nera ne rimanevano solo due di cui il settimo dopo la cacciata dei demoni dla cielo durando per brevissimo tempo , e pure l'ottavo è di brevissima durata




ma si può sapere che cavolo stai dicendo?
Pietro dice che la fine di tutte le cose è vicina, nel I secolo.
Non sta dicendo semplicemente la fine di Gerusalemme, ma DI TUTTE LE COSE!

Il resto che scrivi è incomprensibile!

-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
11/6/2019 10:05 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 34,505
Location: PINEROLO
Age: 49
TdG
Re:
geremia60(2019), 06/11/2019 21:31:



EH, mi fiderei poco, visto che ci sono avventisti che credono all'immortalità, altri no. Chi dal 1844 lo considera un tempo speciale , il giorno del giudizi investigativo nei cieli, qualcosa che russel o chi per lui imitò nel senso che il giudizio investigativo lo fece iniziare qui sulla terra. Poi ho frequentato gli avventisti, e mi ricordo che mi diedero un opuscolo in cui era segnato come data importante il 1844 o 1874, ma non mi ricordo a prorposito di cosa , visto che dove mi trovo adesso non ci sono avventisti. Ma in un video ricordo che uno di loro insegnava che Cristo era ritornato dal 1874 0 44 come re... si vede che pure loro hanno spostato il giudizio investigativo di Cristo facedonlo adempiere sulla terra, ma che Rusell lo rifiutò nella sua forma, magari applicandolo in modo diverso nel suo



Il 1844 e il 1874 erano date molto importanti per gli avventisti dell'epoca e si aspettava davvero il ritorno del Cristo.
Ci fu un "grande risveglio" delle attività missionarie e molti tornarno a forme di cristianesimo dell'epoca.

Se Russell piu' tardi fece viaggi "missionari" in Europa, ci furono anche predicatori europei che fecero viaggi negli USA.

Simon
11/6/2019 10:05 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 919
Location: MILANO
Age: 59
Re: Re:
Aquila-58, 06/11/2019 21.51:



strano, non si direbbe a giudicare da quello che dice in 1 Pietro 4:7!

(prima rispondi a questo, poi domani ti spiego il vero senso di 2 Pietro 3:8, stasera sono troppo stanco…..)






il vero senso come insegnato da voi non mi convince di nulla, considerandolo uno sproposito , poichè la stessa risposta che dà Dio, lo esclude, quando dice che vuole che tutti gli uomini si riconciliano, non poteva durare pochi anni fino al 70 e.v. Sapendo loro della distruzione di Gerusalemme. poteva mai avvenire la raccolta di tutte le cose in quel primo secolo? certamente non se lo credevano visto che Paolo era cosciente che sarebbe morto, con tutti gli altri apostoli; 2 tessalonicesi 2/B] ciò determinando la fine del cristianesimo con la fine del primo schiavo, quello senza dualità morale

non cè peggior sordo di chi non vuol udire, buon riposo.


------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/6/2019 10:07 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,370
Location: MILANO
Age: 18
Io faccio a fatire a comprendere quello che scrivi, scusami 😖
11/6/2019 10:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 34,505
Location: PINEROLO
Age: 49
TdG
Re:
geremia60(2019), 06/11/2019 21:44:

...

Gli apostoli erano coscienti di avere poco tempo, ma nella prospettiva della fede era lecito dire che il giorno si era avvicinato, ma nel contesto non si può considerarla fine di Gerusalemme che si aspettavano, il giorno, come fecero invece gli eretici che dopo insegnarono che Cristo era presente invisibile e che il millennio era iniziato ai tempi di Cristo



Dopo gli apostoli ci furono derive un po' di ogni tipo e piano piano Roma divenne il centro, non solo dell'impero, ma anche del cristianesimo.

A chi ti riferisci quando dici che alcuni insegnarono che il millennio era iniziato al tempo del Cristo?

Simon
11/6/2019 10:09 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 34,505
Location: PINEROLO
Age: 49
TdG
Re: Re: Re:
geremia60(2019), 06/11/2019 22:05:



il vero senso come insegnato da voi non mi convince di nulla, considerandolo uno sproposito , poichè la stessa risposta che dà Dio, lo esclude, quando dice che vuole che tutti gli uomini si riconciliano, non poteva durare pochi anni fino al 70 e.v. Sapendo loro della distruzione di Gerusalemme. poteva mai avvenire la raccolta di tutte le cose in quel primo secolo? certamente non se lo credevano visto che Paolo era cosciente che sarebbe morto, con tutti gli altri apostoli; 2 tessalonicesi 2/B] ciò determinando la fine del cristianesimo con la fine del primo schiavo, quello senza dualità morale

non cè peggior sordo di chi non vuol udire, buon riposo.





Si in effetti non ti sei espresso bene e si capisce poco di quello che vorresti dire.

Simon
11/6/2019 10:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 919
Location: MILANO
Age: 59
Re: Re:
Aquila-58, 06/11/2019 22.01:




ma si può sapere che cavolo stai dicendo?
Pietro dice che la fine di tutte le cose è vicina, nel I secolo.
Non sta dicendo semplicemente la fine di Gerusalemme, ma DI TUTTE LE COSE!

Il resto che scrivi è incomprensibile!


si, tu quando leggi tutte le cose ne fai ciecamente una questione universale , quando poi a vedere il contesto tutte le cose ad esempio riguardavano solo chi meritevole, o tutte le cose viventi, o dei cieli o quelle della terra; o altro . MI fermo qui, è inutile andare avanti abbiamo un modo diverso di avere fede , e non ci può essere seguito ,perchè sei troppo assolutistico nelle tue credenze; a differenza dei tuoi stessi fratelli, e questo ti serve solo per irritarti, che ti fa male..
ciao

------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/6/2019 10:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,042
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Re: Re: Re:
geremia60(2019), 06/11/2019 22.05:



il vero senso come insegnato da voi non mi convince di nulla, considerandolo uno sproposito

, poichè la stessa risposta che dà Dio, lo esclude, quando dice che vuole che tutti gli uomini si riconciliano, non poteva durare pochi anni fino al 70 e.v. Sapendo loro della distruzione di Gerusalemme. poteva mai avvenire la raccolta di tutte le cose in quel primo secolo? certamente non se lo credevano visto che Paolo era cosciente che sarebbe morto, con tutti gli altri apostoli; 2 tessalonicesi 2/B] ciò determinando la fine del cristianesimo con la fine del primo schiavo, quello senza dualità morale

non cè peggior sordo di chi non vuol udire, buon riposo.





ma che cavolo stai dicendo?
Lo so che sapevano della distruzione di Gerusalemme, che era stata profetizzata da Gesù, ma qui Pietro va oltre:

"7 La fine di tutte le cose è vicina. Siate dunque moderati e sobri, per dedicarvi alla preghiera " 1 Pietro 4:7 CEI


Gli apostoli aspettavano la parousìa e la fine nel I secolo, non dopo 2000 anni o millenni, infatti Paolo scrisse che la predicazione era stata effettuata a tutta la creazione che è sotto il cielo (Colossesi 1:23).
Paolo si mette tra i viventi alla parousìa di Cristo e pensa di andare in cielo durante la sua vita, poi deve cambiare intendimento e scrivere che non è così, basta leggere 1 Tessalonicesi 4:17 e 2 Tessalonicesi 2:1!

Mah


geremia60(2019), 06/11/2019 22.11:

si, tu quando leggi tutte le cose ne fai ciecamente una questione universale , quando poi a vedere il contesto tutte le cose ad esempio riguardavano solo chi meritevole, o tutte le cose viventi, o dei cieli o quelle della terra; o altro . MI fermo qui, è inutile andare avanti abbiamo un modo diverso di avere fede , e non ci può essere seguito ,perchè sei troppo assolutistico nelle tue credenze; a differenza dei tuoi stessi fratelli, e questo ti serve solo per irritarti, che ti fa male..
ciao





a te non piace essere contraddetto, ecco il punto!


Ciao



[Edited by Aquila-58 11/6/2019 10:17 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
11/6/2019 10:18 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 919
Location: MILANO
Age: 59
Re: Re: Re: Re:
(SimonLeBon), 06/11/2019 22.09:



Si in effetti non ti sei espresso bene e si capisce poco di quello che vorresti dire.

Simon



non pretendo di essere capito da tutti,caro simon; ho i miei limiti . IO credo che il primo schiavo incaricato da Cristo fu costituito dagli apostoli e i vari anziani di allora che non si addormentarono affatto in nessun senso e furono rappresentati da quelle sette chiese che seminarono e che raccolsero tutti quelli che cerano in quel primo secolo come parte dei 144.000, costituendo le dieci vergini del primo secolo , cioè tutti quelli favorevoli entro la terra conosciuta; e che dispensarono cibo a loro tempo che serviva solo allora, e che crebbero chi più chi meno in bene e in male dopo non si sarebbe potuto più operare venendo la notte.. aspettando di arrivare al secondo schiavo dopo l'apostasia generale .

L'ultimo schiavo darà pure i suoi sacerdoti ma molto pochi in confronto


------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/6/2019 10:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,042
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Re: Re: Re: Re: Re:
geremia60(2019), 06/11/2019 22.18:





L'ultimo schiavo darà pure i suoi sacerdoti ma molto pochi in confronto






Scrittura?


-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
11/6/2019 10:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 919
Location: MILANO
Age: 59
Re: Re: Re: Re:
Aquila-58, 06/11/2019 22.12:




a te non piace essere contraddetto, ecco il punto!


Ciao




e tutto il contrario Paolo soffre perchè non voleva svestirsi, ma sapeva che sarebbe morto con tutti gli altri venendo la apostasia. Credo di non sbagliarmi affatto che sei tu che non ami essere contradetto.

ciao


------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
11/6/2019 10:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,755
Location: BARI
Age: 66
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
geremia60(2019), 06/11/2019 21.31:



Poi ho frequentato gli avventisti, e mi ricordo che mi diedero un opuscolo in cui era segnato come data importante il 1844 o 1874, ma non mi ricordo a prorposito di cosa , visto che dove mi trovo adesso non ci sono avventisti. Ma in un video ricordo che uno di loro insegnava che Cristo era ritornato dal 1874 0 44 come re... si vede che pure loro hanno spostato il giudizio investigativo di Cristo facedonlo adempiere sulla terra, ma che Rusell lo rifiutò nella sua forma, magari applicandolo in modo diverso nel suo





Si per loro la data importante è 1844 precisamente 25-10-1844 (data di William Miller)
aspettavano il ritorno di Cristo ma fu ricordata come "la grande delusione"
ma successivamente, a quella data diedero un altro significato, "Gesù entro nel santissimo come sommo sacerdote per i peccati" ma non come re.

una nostra rivista approfondisce

Il “giudizio investigativo”: Una dottrina basata sulla Bibbia?
bit.ly/33qfR0j
11/6/2019 10:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 919
Location: MILANO
Age: 59
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Aquila-58, 06/11/2019 22.19:




Scrittura?



sono sotto il naso..eclatanti..ciao [SM=g27987]


------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:46 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com