efp news temp
EFP | Il tuo Account | Ultime Storie | Storie scelte del sito | Storie scelte del Forum
EFP News (Ancora Provvisorio)
Contattate l'amministrazione - Contest - Regolamento Contest - Staff
 
Previous page | « 8 9 10 | Next page
Facebook  

[fanfiction] Tante navi per una palma

Last Update: 1/3/2020 5:06 PM
Author
Print | Email Notification    
ONLINE
Post: 1,036
Giudice*****
12/14/2019 8:45 PM
 
Quote

Seconda classificata: Click. Scatti raffiguranti un amore che conduce alla sconfitta di NevilleLuna


Grammatica e stile: 9.6/10 [grammatica: 4.6/5 + stile: 5/5]
Sei sempre stato attratto dalle anime disperate e, fin dal primo momento in cui l’hai vista, hai capito che dietro la sua aria sicura e forte si nascondeva un’anima fragile e ferita, per questo motivo hai mostrato curiosità e desiderio di scoprire il suo passato – manca il punto finale. Succede anche in altre frasi (specialmente quelle che terminano con un discorso diretto) dunque ho deciso di scalare un -0.3
ti sei maledetto di esserti avvicinato a lei – per esserti avvicinato (-0.1)

Lo stile mi è piaciuto molto: è semplice, essenziale e davvero molto scorrevole. Sia per il tuo modo di articolare i periodi, che per come hai organizzato la storia, hai dimostrato un “taglio giornalistico”, che tuttavia è riuscito a trasmettere anche emozioni grazie a frasi incisive e d’effetto che sistematicamente hanno chiuso ogni scena. Il lessico è sempre stato molto pertinente; le ripetizioni non sono mai suonate non necessarie. I periodi, anche se non sempre corti, sono organizzati bene tali da non minare la scorrevolezza della lettura. L’unico consiglio che mi sento di darti è di inserire magari delle virgole prima della congiunzione e per rendere le pause più nette. Ma questo non ti toglie l’attribuzione del punteggio massimo. Ah dimenticavo, da un punto di vista puramente personale, amo la narrazione in seconda persona.

Caratterizzazione dei personaggi: 10/10
Il punteggio qui parla da solo. Non era facile mostrare Berlino e Nairobi innamorati l’uno dell’altra, invece hai creato i giusti espedienti per avvicinarli (la curiosità, le scommesse, la morte di Mosca, la paura della morte) e tutte le reazioni sono coerenti e plausibili.

Trama e originalità: 10/10
Il modo in cui hai articolato la storia è, secondo me, geniale: non solo hai ripercorso tutte le vicende della serie, concentrandoti ovviamente sui missing moments,ma hai deciso di unire il tutto tramite l’espediente delle fotografie. Ogni scena nuova è una foto: ho amato sia la parte iniziale in cui spieghi l’idea dell’album, che la parte finale in cui la foto diventa un’immagine da vedere prima di morire… Ma un’immagine parallela. La costruzione è perfetta, l’originalità non manca: non posso che darti il punteggio pieno.

Titolo: 2.8/3
Sul titolo ho dovuto riflettere. Mi è piaciuto l’impatto dell’onomatopea, scandita da un punto e poi seguita da un sottotitolo (che richiama appunto il taglio “giornalistico” della tua storia). E’ adattissimo alla trama ed è ripreso in ogni singola scena. L’unica cosa che non mi convince è la sua lunghezza e alcune parole come “raffiguranti” e “conduce” che appesantiscono il suono. Onestamente, non saprei però proporti una valida alternativa, dunque per una pura questione di suono ti ho scalato qualche punticino.

Gradimento personale: 5/5
Di questa storia ho amato tutto: lo stile, l’organizzazione, la sua completezza e il modo in cui hai saputo unire questi due personaggi, senza snaturarli e senza modificare in nessun punto il canone, ma creando dei piccoli momenti di contatto credibili. Veramente un ottimo lavoro che ho amato… E che mi ha fatto scendere perfino la lacrimuccia, lo ammetto senza vergogna!

Punto bonus: 0/1 La coppia scelta non era crack.

Totale: 37.4/39
ONLINE
Post: 1,036
Giudice*****
12/14/2019 8:47 PM
 
Quote

Prima classificata: One chants out between our worlds (Fire walk with me) di Setsy


Grammatica e stile: 10/10 [grammatica: 5/5 + stile: 5/5]
Non ho trovato nessun errore grammaticale, neanche un refuso, quindi non posso che farti i complimenti per la cura del testo.
Lo stile è veramente oltre ogni previsione. I periodi sono della giusta lunghezza e incisivi, mentre la punteggiatura è usata perfettamente. Il lessico è talmente appropriato e perfetto da sembrare realmente preso dalla sceneggiatura della serie: non c’è una singola parola che sia suonata fuori posto durante la lettura. La continua metafora con il gioco degli scacchi nel progredire della scena è stata la ciliegina sulla torta (brava Norma!). Non posso che farti davvero i miei complimenti.

Caratterizzazione dei personaggi: 10/10
I personaggi sono perfetti, Dale è lui fin dalle prime righe che sembrano proprio una trasposizione di alcune sue battute mentre parla tra sé nella serie. La sua descrizione fisica, il suo modo di non reagire inizialmente alla provocazione di Audrey e i riferimenti alla sua vita (dalla morte della sua precedente compagna alla meditazione tibetana): c’è tutto. Anche Audrey, pur essendo descritta in maniera indiretta, è esattamente lei e hai colto perfettamente, sia nei gesti che nelle parole, il mix di provocazione e dolcezza che è. Ottimo lavoro, sei stata impeccabile!

Trama e originalità: 9.5/10
La scena è semplice: Cooper rientra nella sua camera d’albergo e trova Audrey svestita che lo aspetta in un audace tentativo di seduzione. In questo non c’è molto di originale, ma è l’unico modo in cui davvero una storia tra loro avrebbe potuto avere inizio. La costruzione della loro coppia è veramente ottima, in ogni pensiero e in ogni mossa. La chiusura è poi stupenda: lasci intendere che ci sarà un seguito alla loro relazione, ma è un finale aperto, in cui Dale accetta sì di avere Audrey al suo fianco, ma si riserva in un certo senso di vedere cosa succederà con il “finchè ne avrai voglia”. Se non fosse stato per la scarsa originalità della situazione, ti avrei attribuito il punteggio massimo!

Titolo: 3/3

Il titolo è un colpo di genio: è perfetta la ripresa della poesia di Mike che richiama l’atmosfera della serie, così come la modifica di “two” in “our” che assume un nuovo significato, richiamato dalla proposta finale di Dale. La parte tra parentesi rimarca ancora una volta il legame con la serie e il nuovo valore da intendere con le frasi canoniche, cosa che la parola Fire in rosso aiuta a sottolineare.

Gradimento personale: 5/5
Devo spiegarti perché il punteggio è 5 e il motivo è semplice: 6 non potevo dartelo. Non c’è una cosa che non abbia apprezzato di questa storia, il mio cuore ha fatto letteralmente un balzo leggendola. Tutto è inserito al punto giusto e nel modo giusto, e davvero avrei voluto che fosse questa la conclusione per loro nella serie.

Punto bonus: 0/1 La coppia scelta non era crack.

Totale: 37.5/39
ONLINE
Post: 1,036
Giudice*****
12/14/2019 8:49 PM
 
Quote

RIEPILOGO CLASSIFICA:
10- Ladyhawke1983
9- Giuly21
8- ilminipony
7- inzaghina.EFP
__KOA
6- DakotaDeveraux
5- Silkworm25 (premio speciale)
4- blackjessamine
3- Marika Ciarrocchi
2- NevilleLuna
1- Setsy

RIEPILOGO RECENSIONI:
Setsy 1/3 Sugar and spice, and all that's nice
NevilleLuna 2/2 C'è stato un tempo ; Fino all'ultimo respiro
Marika Ciarrocchi 1/1 Il volto - cap.1
Silkworm25 0/1

Fatemi sapere se volete la recensione come valutazione e, per i vincitori, quali storie preferite da farmi leggere:)
[Edited by GiuniaPalma 1/3/2020 5:06 PM]
ONLINE
Post: 4,411
Giudice*****
12/14/2019 9:00 PM
 
Quote

giudiciA... il balzo l'ho fatto io
ti giuro che alla fine di pagina 9 credevo che mi avessi saltata, non volutamente, ma può succedere!
sono felice oltre ogni dire. Perchè attraverso un orrendo momento personale è questa è Gioia, perchè non ho scritto per 5 mesi e mi sto iniziando a sbloccare adesso, perché Twin Peaks per me è un mostro sacro e avevo letteralmente paura
la coppia la adoro e tu hai solo ragione nel dire che c'è il difetto della poca originalità, l'ho riscontrato in assoluto anch'io, ma come hai intuito avevo due strade: mi dissociavo del tutto o seguivo il canone, perché Dale la rifiuta Audrey, quindi la situazione era molto chiusa
sono super felice che tu li abbia trovati IC, e che ti sia piaciuto il mio passaggio preferito, quello degli scacchi
insomma, corro a stappare lo champagne, anche perché ho letto alcune delle altre storie è sono splendide
complimenti a tutti, ragazzi!
cara, per le rec , visto che non mi pare che tu conosca The Vampire Diaries o Good Omens, ti chiederei di scegliere tra le mie storie di Sherlock, va bene per te?
baci, baci, sono così felice!😍😍😍
vedi che la gioia mi confonde? posso avere la valutazione come recensione, per favore?
e via di dimenticanze, è l'entusiasmo! grazie della velocità e precisione, sei stata perfetta
[Edited by Setsy 12/14/2019 9:02 PM]
OFFLINE
Post: 616
12/14/2019 9:02 PM
 
Quote

Beh, devo dire che mi aspettavo di meglio (inteso come posizione in classifica). Non dico tanto che ci speravo, ma per una volta credevo fermamente in quello che avevo pubblicato. Sarà che ci ho lavorato tantissimo sia prima che dopo la pubblicazione (avvenuta comunque un bel po' di tempo fa). Ma credevo davvero che sarei arrivata in una posizione più alta in classifica. C'è un aspetto che mi ha colpito della tua valutazione, la realtà nella quale sono piombata all'improvviso. Sai, nelle recensioni mi viene detto di tutto. Che sono un genio, che sono pazzesca, mi vengono dette cose che se le scrivessi qui probabilmente si direbbe che sono esagerate. E lo sono, in effetti lo sono. Mi vengono fatti certi complimenti e a una parte di me fa piacere, mentre l'altra ritiene siano esagerati. Perché è davvero ridicolo pensare che io sia davvero come qualcuno mi descrive, così pazzesca. Così incredibile. Persone sicuramente molto generose e carine, questo è ovvio. E il cui parere mi "tiene in vita" come autrice. Insomma è bellissimo ma non ci credo mai davvero, non sino in fondo almeno. E poi partecipo ai contest e i risultati, specie quelli degli ultimi anni, sono davvero molto scarsi. E le mie posizioni in classifica sono quel che sono ovvero piuttosto basse. Beh, è l'aspetto che ti riporta alla realtà. Quello che ti mette coi piedi per terra, che ti fa rendere conto che c'è anche chi non viene travolto da quanto hai scritto, chi non ne è conquistato davvero o comunque non fino in fondo. Una valutazione reale, la tua. Giusta e doverosa. Che mi permette di ridimensionare me stessa in un modo che ho sempre cercato di fare e che ho sperato di mantenere negli anni, non sempre è facile specie quando ti vengono dette certe cose nelle recensioni - quelle molto generose. Non nego che ferisce sempre un po' l'idea che chi ti legge, per quanto abbia apprezzato e per quanto ti abbia fatto i complimenti (che apprezzo anche nel tuo caso) non sia stato travolto emotivamente. Io voglio travolgere chi mi legge, voglio che appena finito siate sconvolti è il mio obiettivo. La ragione per cui scrivo. Il motivo per cui lavoro ossessivamente al mio stile, alla mia scrittura, al modo in cui caratterizzo i personaggi. Ma questo non succede sempre e allora capisci che non hai finito e non sei arrivata da nessuna parte e che forse hai appena cominciato. Beh, questa valutazione mi ha fatto capire questo, anzi me l'ha ricordato. E forse sembrerà esagerato questo discorso, ma era quello che mi sentivo di dire.

Ti ringrazio per la tua valutazione. A dire il vero non rimpiango nulla, o quasi (e qui parlo dei refusi) perché alcune delle osservazioni che hai fatto, se le avessi attuate, avrebbero reso il testo non mio. E io preferisco comunque accontentare me stessa e seguire le mie idee. Io uso sempre un solo pov per storia, perché ritengo che più punti di vista non permettano al lettore di entrare completamente nel personaggio. Sullo Sherlock sentimentale, sì, lo è. Nelle mie storie lo è sempre, io credo molto in questo. Nella sua emotività, nel suo sentimentalismo... Sull'originalità non sono un granché d'accordo, io ho letto ogni storia del fandom e ti posso assicurare che non c'è molto che parla di questo argomento, ovvero Sherlock legato alla droga. Ma anche qui sono punti di vista e va bene così. Mi spiace per i refusi, più che per il punteggio (che comunque è pieno) per una questione di perfezione che auspico sempre a raggiungere. Appena possibile li correggerò senz'altro.

Vorrei la valutazione come recensione.
Grazie.
Koa
[Edited by Koa__ 12/14/2019 9:11 PM]
ONLINE
Post: 4,411
Giudice*****
12/14/2019 9:06 PM
 
Quote

@Koa__

E che sia davvero ridicolo pensare che io sia davvero come qualcuno mi descrive, così pazzesca


infatti tu sei una meraviglia. lo devo dire, scusate tutti l'off topic
OFFLINE
Post: 203
Giudice***
12/14/2019 9:08 PM
 
Quote

Re:
GiuniaPalma, 14/12/2019 20.43:

Terza classificata: One second away di Marika Ciarrocchi


Grammatica e stile: 9/10 (grammatica: 4.5/5 + stile: 4.5/5)
Lei si spolverò i vestiti accingendosi a dire delle parole gentili per rassicurare lo sconosciuto, ma si rese presto conto che non si trattava di uno sconosciuto. – Questa frase suona male, per via della ripetizione della parola “sconosciuto”. Avresti potuto sostituirla con un sinonimo, oppure ancora meglio aggiungere un “affatto” prima del secondo sconosciuto in modo da enfatizzare il concetto. Dato che è una “mezza ripetizione” ho scelto di togliere -0.1
In quel esatto momento – refuso: in quell’esatto momento
Infondo – in fondo (-0.1)
Di non rivedere a mia famiglia – refuso: la mia famiglia
Ogni frase di dialogo che non è seguita da un verbo che la regge va chiusa con un punto fermo. Questo uso della punteggiatura manca in tutti i dialoghi, dunque – 0.3 globale.

Lo stile è semplice, come il lessico: entrambe le scelte sono globalmente adatte al contesto della storia e ai personaggi. La lettura è veloce, scorrevole, grazie anche alla giusta lunghezza dei periodi e a un uso corretto della punteggiatura all’interno di essi. Non ci sono frasi particolarmente incisive (da un punto di vista di forma) in linea con la semplicità della storia, se non l’ultima che è una perfetta conclusione a tutto e va a “impreziosire” il racconto.

Caratterizzazione dei personaggi: 9.5/10
Premetto che stabilire un punteggio su questo punto non è stato affatto semplice. Emily mi è parsa sicuramente molto IC e la sua introspezione è stata ben indagata in maniera plausibile. Per Will è stato più difficile per via della sua minor presenza della serie. Tuttavia, credo che anche con lui tu abbia fatto un buon lavoro: non ti sei sbilanciata molto sulla sua personale introspezione, ma hai preferito far emergere il suo punto di vista più che altro attraverso il dialogo e le azioni – una scelta in qualche modo “furba” e azzeccata. In tutto ciò il loro modo di approcciarsi l’uno all’altra è in linea con quanto visto nella serie e anche il loro progressivo avvicinamento. I due personaggi risultano IC sia in se stessi che nel rapporto tra loro. Avrei preferito però un po’ di introspezione, non lo nego, soprattutto dal punto di vista di Will.

Trama e originalità: 10/10
La trama si articola in alcune “scene mancanti” lontane dal mondo lavorativo dove Will e Emily si incontrano. Mi è piaciuta molto la scelta di utilizzare la situazione della corsa come occasione per far partire la vicenda perché è un’attività che è in piena linea con i personaggi e con tutta la serie TV, dunque è qualcosa che effettivamente potrebbe succedere. Il richiamo all’episodio della bomba e la decisione di Will di invitarla per un caffè per “sdebitarsi” è perfetta: hai saputo sfruttare perfettamente l’unico vero momento di connessione tra questi due personaggi così lontani. Anche la conclusione è perfetta: non avviene nulla di avventato, i due capiscono di provare qualcosa l’uno per l’altra ma la cosa si limita a rimanere taciuta… Sembra quasi qualcosa che davvero potrebbe essere avvenuto dietro le scene della serie. La trama è perfetta e molto originale, così come la costruzione della coppia che è il fulcro della vicenda ed è trattata molto bene, nonostante il racconto non sia molto lungo.

Titolo: 3/3
Il titolo è perfetto. In sé suona bene e incuriosisce il lettore, ma soprattutto è perfettamente adatto alla storia. La questione del secondo richiama infatti i vari momenti della storia (i loro incontri mattutini e anche l’esplosione della bomba che ha “creato” il loro legame).

Gradimento personale: 4.7/5
La storia funziona, la coppia così come organizzata è credibile. Mi è piaciuto molto leggere qualcosa su di loro in una maniera che fosse davvero plausibile. Hai saputo organizzare bene tutti gli input dati della serie e non ho potuto che apprezzare lo studio che c’è stato dietro. Davvero un ottimo lavoro!

Punto bonus: 1/1 La coppia scelta era crack.

Totale: 37.2/39



Dire che per me è un onore salire sul podio è poco! Grazie!
Questo contest è stata una sfida enorme. Leggendo le ship che mi hai proposto, questa crack era la più difficile per me, che non sono brava in questo campo. L'ho scelta comunque perché inizialmente mi è sembrata una cosa divertente e in qualche modo plausibile, non so come mai. Quando poi ho iniziato a scrivere invece… ho cambiato trama, idee e addirittura genere e rating diverse volte e ho riscritto la os ancora e ancora. Alla fine la scena della bomba mi ha ispirata ed è venuta fuori questa cosina, non grandiosa, ma di cui sono soddisfatta. Quindi il fatto che sia piaciuta mi fa davvero felice.
Per la recensione a One Second Away, sì, puoi postarla.
Per la recensione premio, vai con Il Volto. è una long, per cui scegli autonomamente se leggerla tutta o meno, un parere a riguardo però mi aiuterebbe molto!

Grazie ancora, al prossimo contest!

MC
ONLINE
Post: 1,036
Giudice*****
12/14/2019 9:21 PM
 
Quote

Koa__, 14/12/2019 21.02:

Beh, devo dire che mi aspettavo di meglio (inteso come posizione in classifica). Non dico tanto che ci speravo, ma per una volta credevo fermamente in quello che avevo pubblicato. Sarà che ci ho lavorato tantissimo sia prima che dopo la pubblicazione (avvenuta comunque un bel po' di tempo fa). Ma credevo davvero che sarei arrivata in una posizione più alta in classifica. C'è un aspetto che mi ha colpito della tua valutazione, la realtà nella quale sono piombata all'improvviso. Sai, nelle recensioni mi viene detto di tutto. Che sono un genio, che sono pazzesca, mi vengono dette cose che se le scrivessi qui probabilmente si direbbe che sono esagerate. E lo sono, in effetti lo sono. Mi vengono fatti certi complimenti e a una parte di me fa piacere, mentre l'altra ritiene siano esagerati. Perché è davvero ridicolo pensare che io sia davvero come qualcuno mi descrive, così pazzesca. Così incredibile. Persone sicuramente molto generose e carine, questo è ovvio. E il cui parere mi "tiene in vita" come autrice. Insomma è bellissimo ma non ci credo mai davvero, non sino in fondo almeno. E poi partecipo ai contest e i risultati, specie quelli degli ultimi anni, sono davvero molto scarsi. E le mie posizioni in classifica sono quel che sono ovvero piuttosto basse. Beh, è l'aspetto che ti riporta alla realtà. Quello che ti mette coi piedi per terra, che ti fa rendere conto che c'è anche chi non viene travolto da quanto hai scritto, chi non ne è conquistato davvero o comunque non fino in fondo. Una valutazione reale, la tua. Giusta e doverosa. Che mi permette di ridimensionare me stessa in un modo che ho sempre cercato di fare e che ho sperato di mantenere negli anni, non sempre è facile specie quando ti vengono dette certe cose nelle recensioni - quelle molto generose. Non nego che ferisce sempre un po' l'idea che chi ti legge, per quanto abbia apprezzato e per quanto ti abbia fatto i complimenti (che apprezzo anche nel tuo caso) non sia stato travolto emotivamente. Io voglio travolgere chi mi legge, voglio che appena finito siate sconvolti è il mio obiettivo. La ragione per cui scrivo. Il motivo per cui lavoro ossessivamente al mio stile, alla mia scrittura, al modo in cui caratterizzo i personaggi. Ma questo non succede sempre e allora capisci che non hai finito e non sei arrivata da nessuna parte e che forse hai appena cominciato. Beh, questa valutazione mi ha fatto capire questo, anzi me l'ha ricordato. E forse sembrerà esagerato questo discorso, ma era quello che mi sentivo di dire.

Ti ringrazio per la tua valutazione. A dire il vero non rimpiango nulla, o quasi (e qui parlo dei refusi) perché alcune delle osservazioni che hai fatto, se le avessi attuate, avrebbero reso il testo non mio. E io preferisco comunque accontentare me stessa e seguire le mie idee. Io uso sempre un solo pov per storia, perché ritengo che più punti di vista non permettano al lettore di entrare completamente nel personaggio. Sullo Sherlock sentimentale, sì, lo è. Nelle mie storie lo è sempre, io credo molto in questo. Nella sua emotività, nel suo sentimentalismo... Sull'originalità non sono un granché d'accordo, io ho letto ogni storia del fandom e ti posso assicurare che non c'è molto che parla di questo argomento, ovvero Sherlock legato alla droga. Ma anche qui sono punti di vista e va bene così. Mi spiace per i refusi, più che per il punteggio (che comunque è pieno) per una questione di perfezione che auspico sempre a raggiungere. Appena possibile li correggerò senz'altro.

Vorrei la valutazione come recensione.
Grazie.
Koa

Cara Koa, mi dispiace che il mio contest ti abbia portato a fare un simile discorso perchè, alla fine, quello che porta a una posizione in classifica è una somma puramente numerica.
La cosa che più mi ha colpita della tua storia è il tuo stile, scrivi davvero bene, e su questo ti ho dato il punteggio massimo. Purtroppo, non sempre una trama riesce a convincere al massimo - e i miei appunti, ci tengo a sottolineare, che non riguardano l'unico POV di John, ma il fatto che il punto di vista di Sherlock non traspare in questo POV (cosa che sarebbe potuta comunque avvenire, come è successo in altre storie partecipanti al contest, dove pure il POV rimane di un singolo personaggio).
Mi unisco a chi ti dice che scrivi meravigliosamente e ti esorto a non pensare di non valere. Ripeto, è una questione numerica alla fine e legata a un punto di vista riguardante personaggi e svolgimento di trama. Assolutamente devi continuare a scrivere come credi, senza lasciarti influenzare dai giudizi degli altri. Se credi in uno Sherlock più sentimentale, ad esempio, continua a scrivere così, al di là del pensiero mio (o di chiunque altro).
OFFLINE
Post: 616
12/14/2019 9:29 PM
 
Quote

Re:
GiuniaPalma, 14/12/2019 21.21:

Cara Koa, mi dispiace che il mio contest ti abbia portato a fare un simile discorso perchè, alla fine, quello che porta a una posizione in classifica è una somma puramente numerica.
La cosa che più mi ha colpita della tua storia è il tuo stile, scrivi davvero bene, e su questo ti ho dato il punteggio massimo. Purtroppo, non sempre una trama riesce a convincere al massimo - e i miei appunti, ci tengo a sottolineare, che non riguardano l'unico POV di John, ma il fatto che il punto di vista di Sherlock non traspare in questo POV (cosa che sarebbe potuta comunque avvenire, come è successo in altre storie partecipanti al contest, dove pure il POV rimane di un singolo personaggio).
Mi unisco a chi ti dice che scrivi meravigliosamente e ti esorto a non pensare di non valere. Ripeto, è una questione numerica alla fine e legata a un punto di vista riguardante personaggi e svolgimento di trama. Assolutamente devi continuare a scrivere come credi, senza lasciarti influenzare dai giudizi degli altri. Se credi in uno Sherlock più sentimentale, ad esempio, continua a scrivere così, al di là del pensiero mio (o di chiunque altro).





Mi fa piacere che lo stile ti sia piaciuto, nella valutazione questo aspetto era molto chiaro. E credimi, non ho affatto pensato di non valere e non sono affatto dispiaciuta per il discorso che ho fatto. Sono davvero molto serena. Perché delle volte abbiamo bisogno che qualcuno ci ricordi che non siamo Dio, ma solo una persona che scrive storie che non a tutti piacciono o che non sempre convincono. E che fa scelte in qualche caso discutibili. Sì, sono ferita e non lo nego, ma è un male necessario. Anche perché probabilmente tornando indietro non avrei lasciato trapelare il punto di vista di Sherlock, per il semplice motivo che non volevo che trapelasse. Ma magari ci rifletterò in futuro. Sono cose che tornano sempre utili, quindi ti assicuro che non sto affatto rivalutando me stessa o pensando di voler cambiare per gli altri. Questo poi non lo penserei mai. Solo che certe volte uno deve scendere dal piedistallo e capire che non è molto diverso dagli altri. Tutto qua.
ONLINE
Post: 1,036
Giudice*****
12/14/2019 10:38 PM
 
Quote

Re: Re:
Marika Ciarrocchi, 14/12/2019 21.08:



Dire che per me è un onore salire sul podio è poco! Grazie!
Questo contest è stata una sfida enorme. Leggendo le ship che mi hai proposto, questa crack era la più difficile per me, che non sono brava in questo campo. L'ho scelta comunque perché inizialmente mi è sembrata una cosa divertente e in qualche modo plausibile, non so come mai. Quando poi ho iniziato a scrivere invece… ho cambiato trama, idee e addirittura genere e rating diverse volte e ho riscritto la os ancora e ancora. Alla fine la scena della bomba mi ha ispirata ed è venuta fuori questa cosina, non grandiosa, ma di cui sono soddisfatta. Quindi il fatto che sia piaciuta mi fa davvero felice.
Per la recensione a One Second Away, sì, puoi postarla.
Per la recensione premio, vai con Il Volto. è una long, per cui scegli autonomamente se leggerla tutta o meno, un parere a riguardo però mi aiuterebbe molto!

Grazie ancora, al prossimo contest!

MC

Sono contenta che la valutazione ti sia piaciuta cara, hai scritto una storia molto bella (anche considerata la grande difficoltà che avevi).
Passerò presto a lasciarti la recensione e poi passerò sul Volto, anche perchè credo sia l'unica tua storia che mi manca da recensire:)
ONLINE
Post: 1,036
Giudice*****
12/14/2019 10:40 PM
 
Quote

Setsy, 14/12/2019 21.00:

giudiciA... il balzo l'ho fatto io
ti giuro che alla fine di pagina 9 credevo che mi avessi saltata, non volutamente, ma può succedere!
sono felice oltre ogni dire. Perchè attraverso un orrendo momento personale è questa è Gioia, perchè non ho scritto per 5 mesi e mi sto iniziando a sbloccare adesso, perché Twin Peaks per me è un mostro sacro e avevo letteralmente paura
la coppia la adoro e tu hai solo ragione nel dire che c'è il difetto della poca originalità, l'ho riscontrato in assoluto anch'io, ma come hai intuito avevo due strade: mi dissociavo del tutto o seguivo il canone, perché Dale la rifiuta Audrey, quindi la situazione era molto chiusa
sono super felice che tu li abbia trovati IC, e che ti sia piaciuto il mio passaggio preferito, quello degli scacchi
insomma, corro a stappare lo champagne, anche perché ho letto alcune delle altre storie è sono splendide
complimenti a tutti, ragazzi!
cara, per le rec , visto che non mi pare che tu conosca The Vampire Diaries o Good Omens, ti chiederei di scegliere tra le mie storie di Sherlock, va bene per te?
baci, baci, sono così felice!😍😍😍
vedi che la gioia mi confonde? posso avere la valutazione come recensione, per favore?
e via di dimenticanze, è l'entusiasmo! grazie della velocità e precisione, sei stata perfetta

Carissima, la tua storia è stata fantastica in tutto, l'ho amata e hai meritato assolutamente il primo posto☺️
Passerò presto a lasciarti la recensione e, per quanto riguarda le storie da te proposte, Sherlock va benissimo ma conosco anche Good Omens (l'ho recuperato dopo aver indetto il contest ^^). Mi muovo liberamente tra questi due fandom, allora?
ONLINE
Post: 4,411
Giudice*****
12/14/2019 10:44 PM
 
Quote

sarei strafelice perché di good omens ho solo due storie e sono una novellina sperduta... se ne hai voglia, le due GO e una a scelta su Sherlock sarebbero il massimo, per me😍😍😍
ONLINE
Post: 798
Giudice*****
12/14/2019 11:51 PM
 
Quote

GiuniaPalma, 14/12/2019 20.42:

Quarta classificata: Una completa perdita di tempo di blackjessamine


Grammatica e stile: 9.7/10 [grammatica: 5/5 + stile: 4.7/5]
[…] fu solo quando un’Hermione Granger del tutto ristabilita gettò le braccia al collo di Harry Potter di Ron […] – refuso “di Harry Potter e di Ron”
Professro Vitious – refuso: professor Vitious
Ti faccio i complimenti per l’uso impeccabile della grammatica, non avendo riscontrato nessun errore né di tipo grammaticale, né nell’uso della punteggiatura.

Per quanto riguarda lo stile, ormai sai già quanto io adori il tuo modo di scrivere: la lettura risulta sempre fluida, leggera e scorrevole – nonostante il lessico sia tutto fuorché banale, ma anzi va ad arricchire e rendere speciale ogni parte del testo. Tuttavia, il motivo per cui ho scelto di toglierti qualche punticino è per la lunghezza eccessiva di alcuni periodi dove, pur essendo perfettamente chiara la comprensione grazie alla punteggiatura sempre corretta, la lettura risulta un po’ meno scorrevole rispetto al resto del testo.
Per farti un esempio: “Non lo sapeva, Percy, che cosa fosse quel bisogno costante di incrociare i suoi occhi luminosi, di ascoltare la sua voce allegra o di illuminarsi d’orgoglio ogni volta che lei sorrideva alle sue parole, non lo sapeva, ma non aveva la minima intenzione di rinunciarvi”. Il periodo è chiarissimo, ma dato che è già lungo di suo, sarebbe stato forse meglio inserire un punto prima del secondo “non sapeva”, avendo anche forse l’implicito risultato di rendere più evocativa la frase.

Caratterizzazione dei personaggi: 10/10
Sia Percy che Penelope sono caratterizzati alla perfezione, oltre che indagati molto bene a livello introspettivo. Ho apprezzato molto come la caratterizzazione non sia passata solo a livello caratteriale, ma anche tramite modi di fare, abitudine e aspetto fisico, che rendono questi due personaggi minori (specialmente Penelope) davvero “a tutto tondo”. Sebbene la prospettiva sia quella di Percy, i pensieri e i sentimenti di Penelope si intuiscono perfettamente e quindi sei stata bravissima anche a trattare questa tecnica dell’”introspezione indiretta”.

Trama e originalità: 9.5/10
Mi piacciono molto le trame che si dispiegano su un ampio temporale ampio e che raccontano una storia dall’inizio alla fine, senza lasciare buchi e domande aperte: questo è precisamente ciò che tu hai fatto con questa one-shot. Hai raccontato lo sviluppo della storia d’amore tra Percy e Penelope dal momento in cui lui la nota fino a quando decide di rivelare la loro relazione segreta. La costruzione della coppia è stata per davvero il fulcro della storia, quindi nulla da eccepire neanche su questo punto. Hai proposto dei missing moment incastrandoli alla perfezione nella trama canonica, presentando dunque qualcosa di semplice che va a dare una lettura più attenta di ciò che è già noto. L’originalità non era dunque necessaria, tuttavia devo dire che, anche se l’organizzazione della storia e la trama funzionano benissimo, non c’è qualcosa di davvero originale per cui ho deciso di toglierti mezzo punto.

Titolo: 3/3
Il titolo l’ho trovato completamente azzeccato: si adatta al carattere di Percy, è il leitmotiv della storia (venendo ripetuto più volte) e viene poi ribaltato con la decisione del ragazzo di svelare la relazione e rendersi conto che la sua relazione con Penny “non è una perdita di tempo”. Ottima scelta!

Gradimento personale: 4.5/5
La storia mi è piaciuta molto. Sei molto brava a caratterizzare i personaggi, a narrare trame e hai un modo di scrivere che amo. Non ho mai capito molto cosa ci fosse di interessante da scrivere o leggere sulle coppie canon, grazie ai tuoi scritti mi ritrovo sinceramente a ricredermi!

Punto bonus: 0/1 La coppia scelta non era crack.

Totale: 36.7/39

Ciao! Ti ringrazio davvero tanto per la bella valutazione (che mi farebbe piacere ricevere come valutazione alla storia), valutazione estremamente curata e soprattutto arrivata, come sempre, in tempi favolosi XD

Sono molto contenta che in generale i punteggi siano (almeno per i miei standard) molto alti, e concordo con tutte le tue perplessità. Mi mangio le mani per i refusi e i periodi poco scorrevoli, perché sicuramente se avessi riletto a mente fredda, dopo aver lasciato la storia "a riposo" per qualche settimana (che avrei potuto avere, visto che ho consegnato piuttosto rapidamente) almeno qualcosa sarei riuscita a sistemarlo.
Sono felicissima per il punteggio pieno sulla caratterizzazione dei personaggi, perché Percy e Penny sono due soggetti su cui sto lavorando molto nell'ultimo periodo, quindi ci tenevo. E, soprattutto, essendo la regola "show, don't tell" spesso un mio grande tallone d'Achille, le tue considerazioni sui loro gesti e le loro azioni mi riempiono di gioia.
Capisco anche la tua posizione sull'originalità: pur non avendo mai letto granché sulla relazione di Percy e Penelope, la storia in sé, al netto del fandom, è una storia d'amore adolescenziale abbastanza banale, quindi io forse sarei stata anche molto più severa di te XD.
Infine, non posso che essere felice di averti mostrato almeno una qualche piccola gioia dello shippare coppie canon XD

Grazie di nuovo, è sempre un piacere partecipare ai tuoi contest.
E complimenti ai podisti!
OFFLINE
Post: 329
Giudice**
12/15/2019 1:57 AM
 
Quote

Re:
GiuniaPalma, 14/12/2019 20.38:

Sesta classificata: Oh, thinking ‘bout our younger years (we were young, wild and free) di DakotaDeveraux


Grammatica e stile: 8.4/10 [grammatica: 3.6/5 + stile: 4.8/5]
Primo capitolo
[…] e sua madre - non gli era sembrato il caso di far preoccupare sua madre, non sarebbe neanche andato a quella stupida festa se il papà di Fred non avesse insistito così tanto per portarlo. “E’ solo un bambino” aveva detto il Signor Andrews a sua madre – ed FP si era ricordato di tutte le volte in cui aveva dimenticato di esserlo. – Qui c’è un problema nell’incidentale tra i trattini. L’incidentale dovrebbe specificare una situazione ma il periodo dovrebbe essere comprensibile anche rimuovendola. Non è questo il caso, dove il soggetto “sua madre” resta privo di complemento. (-0.2)
sé stessa – se stessa. Questa forma errata compare molte volte dunque, indecisa tra il contarlo una sola volta oppure tutte le volte, ho optato per una via di mezzo, togliendo un -0.3 globale.
glie ne – refuso: gliene
“E questo cosa centra con me?” – c’entra, il verbo non è “centrare” ma “entrarci” (-0.1)
Dopo i periodi nelle parentesi non metti mai il punto, lasciando l’ultima frase priva di segno di punteggiatura conclusivo. Ho tolto -0.3 globale.
Ti segnalo inoltre E’, la cui forma corretta è invece la E maiuscola accentata che si ottiene tramite una precisa combinazione della tastiera. Non ho tolto alcun punto per questo.
Secondo capitolo
l a ragazza – refuso: la ragazza
“Penso che dovresti andartene” – spesso dimentichi di mettere il punto dopo il discorso diretto. E allo stesso modo, prima di un discorso diretto, dimentichi il punto nella frase precedente. Non te lo segnalo tutte le volte e scalo un -0.3 globale.
Terzo capitolo
ad FP – in questo caso la d è proprio sbagliata perché precede una consonante (anche se capisco che la pronuncia ti abbia ingannato). (-0.1)
può affrontare la sua rabbia, il suo odio, la sua impulsività – erano tutte cose che aveva già visto, eppure l’idea di un FP disperato la terrorizza come nulla al mondo. – qui c’è un problema con i trattini, l’incidentale infatti dovrebbe fermarmi prima di eppure, dato che l’aggiunta che si può eliminare è “erano tutte cose che aveva già visto”, mentre la frase successiva è una parte imprescindibile del periodo, che non va a specificarlo ma proprio a completarlo. (-0.1)
prima che Alice confessi ed espella – refuso: espelli
prima sia troppo – refuso: prima che sia troppo

Lo stile mi piace molto, il lessico è sempre molto appropriato, e il modo in cui organizzi le frasi e utilizzi corsivi e trattini è sempre molto incisivo e funzionale. La lettura è scorrevole, il ritmo è rapido e l’attenzione del lettore è davvero catturata dall’inizio alla fine. L’unico appunto è per qualche piccola imprecisione nell’uso della punteggiatura, in particolare per un eccesso nell’uso delle incidentali nei trattini perché, se usati impropriamente (come nelle volte che ti ho segnalato), vanno a spezzare il periodo in modo grammaticalmente scorretto.

Caratterizzazione dei personaggi: 9/10
Sia Alice che FP sono riconoscibili come personaggi e ben indagati a livello introspettivo e psicologico. Tuttavia ci sono alcune tue scelte a livello di trama che non mi sono sembrate, non dico IC, ma per lo meno sufficientemente spiegate. Mi riferisco alla relazione tra FP e Hermione che è legata a una volontà da parte di FP di volere qualcosa di più dalla vita e lasciarsi alle spalle il SouthSide – atteggiamento che sarebbe più in linea con Alice che con FP. Tuttavia, se su questo punto hai offerto una spiegazione e può rappresentare una sorta di parentesi non svelata della trama canonica dato che poi FP si riavvicina al suo mondo, la successiva svolta della trama non è secondo me approfondita quanto avrebbe meritato. Nel secondo capitolo, infatti, mentre Alice e FP hanno una relazione tira e molla conforme al canone, lei scopre di essere incinta ma non lo rivela a FP. Sceglie però di rivelarlo senza esitazioni a Hal, un ragazzo appena conosciuto e ci rimane male quando lui le dice di non essere pronta a essere madre. Ora, l’idea che mi ero fatta guardando la puntata del passato è che FP non aveva mai dato una dimostrazione a Alice e che lei si era allontanata da lui alla scoperta della gravidanza perché aveva intuito come non avrebbe mai potuto aiutarla. Nella tua storia invece, FP parla del futuro, spinge Alice a sfruttare possibilità di studio e dimostra di tenere a lei, per cui sembra strano sia il fatto che scelga di parlare a Hal piuttosto che a lui, sia lo stesso avvicinarsi a Hal. Si capisce che questa nuova attrazione è dovuta alla grande differenza tra i due ragazzi, ma la differenza che tu narri nei fatti non si mostra. FP è sempre premuroso, mentre Hal dice cose sbagliate, perché dunque Alice ha mantenuto il segreto fino alla fine? Non dico che sia una versione sbagliata del loro passato, anzi può essere una lettura interessante, ma avresti dovuto secondo me soffermarti di più nello spiegare queste scelte. Infatti, nel momento in cui Alice confessa a Hal di essere incinta, scrivi che Alice si accorge della stranezza della situazione, ma dopo aver rilevato questa stranezza, vai oltre e non spieghi il motivo che c’è dietro.

Trama e originalità: 10/10
Hai messo in atto un progetto ardito, cioè quello di ricostruire l’intera storia d’amore tra Alice e FP, e devo proprio dire che, a parte le perplessità che ti ho fatto notare nel punto precedente, questa tua idea funziona. La trama è costituita da tante brevi scene che raccontano i due personaggi dal loro primo incontro da bambini fino agli eventi della terza stagione, chiudendosi secondo me in un momento molto azzeccato, laddove continuare oltre non avrebbe avuto molto senso nell’ottica di ricostruzione. Inoltre, al di là dell’ottimo lavoro che hai fatto nell’incastrare le varie parti, alcune scene – principalmente quelle del primo capitolo che vedono Alice e FP bambini – sono molto originali.

Titolo: 3/3
Il titolo è davvero molto azzeccato e la scelta della canzone è molto appropriata rispetto alla storia. La lunghezza è ben giustificata, perché il richiamo tra parentesi va a rispecchiare davvero il carattere di Alice e FP da giovani, quando erano proprio giovani, selvaggi e liberi. Ottimo lavoro!

Gradimento personale: 4.8/5
Ho amato il modo in cui hai offerto delle pennellate di tutta la storia pregressa di FP e Alice, fin da bambini. Ho sempre voluto leggere qualcosa del genere su di loro e il tuo stile piacevolissimo ha reso la storia a me ancora più cara. Se non fosse stato per le perplessità riguardanti il comportamento dei personaggi (o più che altro la sbrigatività nello spiegarli), ti avrei dato sicuramente il punteggio pieno.

Punto bonus: 0/1 La coppia scelta non era crack.

Totale: 35.2/39




Well, devo essere sincera, l'IC credo di averlo centrato (e comunque 9 mi sembra un buon punteggio), ma concordo sul fatto che sono stata un po' sbrigativa. Un po' era l'intento- quello che ogni momento fosse un'istantanea -, ma un po' mi sono anche fatta prendere troppo la mano. Il punto è che non ho mai scritto una vera e propria long, quindi è stato un po' un tentativo, c'era un plot, c'era un'idea, ma ancora leggendola mi rendo conto che i lassi di tempo sono sconnessi, poco collegati fra di loro. C'è un filo generale, ma credo che avrei potuto lavorare meglio sul modo in cui tutto è tenuto insieme - nelle recensioni mi è stato detto che ogni capitolo poteva essere letto singolarmente, il che mi ha fatta molto riflettere... Ad ogni modo, grazie per i vari appunti e refusi che hai trovato, spesso mi sfugge qualcosa e menomale che c'è qualcuno a correggermi nei contest. Vorrei il giudizio come recensione alla storia! Sono contenta però che tu abbia generalmente apprezzato... Alla prossima, D.

ONLINE
Post: 1,036
Giudice*****
12/15/2019 8:55 AM
 
Quote

blackjessamine, 14/12/2019 23.51:

Ciao! Ti ringrazio davvero tanto per la bella valutazione (che mi farebbe piacere ricevere come valutazione alla storia), valutazione estremamente curata e soprattutto arrivata, come sempre, in tempi favolosi XD

Sono molto contenta che in generale i punteggi siano (almeno per i miei standard) molto alti, e concordo con tutte le tue perplessità. Mi mangio le mani per i refusi e i periodi poco scorrevoli, perché sicuramente se avessi riletto a mente fredda, dopo aver lasciato la storia "a riposo" per qualche settimana (che avrei potuto avere, visto che ho consegnato piuttosto rapidamente) almeno qualcosa sarei riuscita a sistemarlo.
Sono felicissima per il punteggio pieno sulla caratterizzazione dei personaggi, perché Percy e Penny sono due soggetti su cui sto lavorando molto nell'ultimo periodo, quindi ci tenevo. E, soprattutto, essendo la regola "show, don't tell" spesso un mio grande tallone d'Achille, le tue considerazioni sui loro gesti e le loro azioni mi riempiono di gioia.
Capisco anche la tua posizione sull'originalità: pur non avendo mai letto granché sulla relazione di Percy e Penelope, la storia in sé, al netto del fandom, è una storia d'amore adolescenziale abbastanza banale, quindi io forse sarei stata anche molto più severa di te XD.
Infine, non posso che essere felice di averti mostrato almeno una qualche piccola gioia dello shippare coppie canon XD

Grazie di nuovo, è sempre un piacere partecipare ai tuoi contest.
E complimenti ai podisti!

Ciao Jess, sono contenta che la valutazione ti sia piaciuta. Hai scritto una storia valida, hai convinto perfino me che non amo il canon^^
Passerò presto a lasciarti la valutazione come recensione:)
ONLINE
Post: 1,036
Giudice*****
12/15/2019 8:59 AM
 
Quote

Re: Re:
DakotaDeveraux, 15/12/2019 01.57:




Well, devo essere sincera, l'IC credo di averlo centrato (e comunque 9 mi sembra un buon punteggio), ma concordo sul fatto che sono stata un po' sbrigativa. Un po' era l'intento- quello che ogni momento fosse un'istantanea -, ma un po' mi sono anche fatta prendere troppo la mano. Il punto è che non ho mai scritto una vera e propria long, quindi è stato un po' un tentativo, c'era un plot, c'era un'idea, ma ancora leggendola mi rendo conto che i lassi di tempo sono sconnessi, poco collegati fra di loro. C'è un filo generale, ma credo che avrei potuto lavorare meglio sul modo in cui tutto è tenuto insieme - nelle recensioni mi è stato detto che ogni capitolo poteva essere letto singolarmente, il che mi ha fatta molto riflettere... Ad ogni modo, grazie per i vari appunti e refusi che hai trovato, spesso mi sfugge qualcosa e menomale che c'è qualcuno a correggermi nei contest. Vorrei il giudizio come recensione alla storia! Sono contenta però che tu abbia generalmente apprezzato... Alla prossima, D.


Ciao Dakota, sono contenta che la valutazione ti sia piaciuta. La pecca sono state le sviste nella voce grammatica e, appunto, magari la mancanza di una maggiore concentrazione sui pensieri di Alice e FP in alcuni precisi momenti.
Se avessi detto la storia come una semplice lettrice, avrei notato l'atteggiamento insolito ma senza darvi molto peso, anche perchè tutti i comportamenti e il modo di pensare sono IC. Solo che, nel momento in cui si valuta, anche le piccole perplessità vanno fatte notare (e comunque sì, 9 è un punteggio alto, dunque hai fatto un buon lavoro sulla caratterizzazione!)
Alla prossima!
OFFLINE
Post: 71
12/15/2019 11:28 AM
 
Quote

Re:
GiuniaPalma, 14/12/2019 20.33:

Ottava classificata: Not the regular after-school, I guess di ilminipony


Grammatica e stile: 8.8/10 (grammatica: 4.4/5 + stile: 4.5/5)
La storia è pulita da un punto di vista grammaticale, non ho riscontrato veri e propri errori, solo qualche imprecisione nella punteggiatura.
“La porta è chiusa a chiave, ricordi?”, gli sussurrò all’orecchio, passando poi a lambirlo con la lingua, “E le lezioni sono finite da un pezzo.” – Questo è solo un solo esempio, ma la cosa ricompare in altre occasioni. I miei punti di perplessità sono due: la virgola dopo il discorso diretto quando poi ha un continuo diretto (di solito questa tecnica viene usata nel discorso indiretto libero, dove cioè non ci sono le virgolette) e la lettera maiuscola nell’iniziare la nuova frase nel discorso se preceduta da una virgola e non un punto. Entrambe le scelte sono talvolta accettate, ma non sono corrette (specialmente la seconda), dunque ho deciso di togliere un -0.3 globale.
Tutto “quello” -Sansa non aveva ancora trovato un nome adatto alla situazione- era cominciato un paio di mesi prima, in quella stessa stanza. – L’errore qui riguarda i trattini: devono essere più lunghi e ci deve essere uno spazio grafico prima dell’inizio dell’incidentale e un altro spazio grafico prima della fine. Dato che la cosa si ripete, ho tolto un -0.3 globale.

Lo stile è semplice, chiaro ed efficace. Ho apprezzato il ritmo veloce e il lessico che è coerente con l’ambientazione moderna e che ha reso in maniera elegante la scena smut. L’unico appunto è per l’abbondanza delle virgole – comunque non posizionate in modo grammaticalmente sbagliato – che spezzano un po’ alcuni periodi, rendendo la lettura un po’ meno fluida. Alcune non sono necessarie e si sarebbero potute togliere.

Caratterizzazione dei personaggi: 9.2/10
I personaggi sono assolutamente IC e ho apprezzato come hai mantenuto dei piccoli riferimenti alla storia canonica – la diversità tra i due, i soprannomi, il carattere impacciato di Sansa e quello rude di Sandor – quindi sono ben riconoscibili e distinguibili. Tuttavia, pur tenendo in considerazione che la trama è in media res e mostra dunque un episodio singolo in questo nuovo mondo – avrei voluto scoprire qualcosina in più sull’origine del rapporto. Hai tratteggiato brevemente come si è sviluppata la loro relazione, ma quello che manca è un’introspezione maggiore su alcuni tratti tipici dei due che in una situazione iniziale avrebbero giocato la differenza. In particolare non c’è molta enfasi secondo me sulla cicatrice di Sandor e sulla problematica che questa ha inevitabilmente creato nel loro avvicinarsi, e in misura minore alla canonica propensione di Sansa per la bellezza estetica. L’IC è mantenuto, ma avrei preferito un po’ più di introspezione sul piano personale e su quello di costruzione della coppia nel mondo alternativo da te delineato.

Trama e originalità: 9.2/10
La trama in sé è una singola scena smut, ma l’hai inframmezzata bene con piccole spiegazioni su tutto l’universo alternativo che, con pochi accenni, acquista una sua precisa connotazione. Proprio nella natura dell’AU da te proposto si coglie l’originalità della storia: l’idea della Archery School è stupenda, così come di Sansa insegnante di ornitologia (a cui hai splendidamente legato l’origine del soprannome). Molto carino, inoltre, il modo in cui hai inserito nella storia Joffrey e Robert. Trattandosi però di una storia AU e proprio perché l’universo intorno ai personaggi è così ben pensato, si sente un pochino la mancanza di qualche scena generale di questo mondo.

Titolo: 3/3
Il titolo è carino, frizzante e adeguato allo spirito della storia. La punteggiatura è inserita perfettamente e anche la scelta della lingua inglese è ottima, dato che rende di più a livello di suono proprio la giocosità della situazione. Mi è piaciuto proprio!

Gradimento personale: 4.2/5
Non sono una lettrice abituale di scene smut, anche se tu le hai sapute scrivere in modo elegante e gradevole. L’universo inventato mi è piaciuto moltissimo, così come l’intesa di Sansa e Sandor. Proprio per questo, però, avrei voluto vedere qualcosina in più – sull’universo e sulla nascita della coppia. Comunque, rimane una storia molto bella, che mi è piaciuto molto leggere!

Punto bonus: 0/1 La coppia scelta non era crack.

Totale: 34.4/39



Ciao Giudicia!
Grazie per questo bellissimo responso, posizione a parte sono davvero felice perchè i punteggi sono molto alti, e vedo che siamo davvero tutte molto vicine.
Lo voglio assolutamente come recensione <3, così poi ti rispondo con calma lì (tra pochissimo devo uscire, ahimè)
Ad ogni modo sono praticamente d'accordo su tutto, e capisco perfettamente i tuoi appunti riguardo il volere più approfondimento dell'AU creato e dei retroscena fra i due personaggi. Come sai ho partecipato con una storia edita, che al momento della pubblicazione si prefiggeva altri scopi: non avendo voluto modificarla più di tanto, sono emerse le lacune che giustamente hai sottolineato tu.
Sono comunque felicissima che la lettura ti sia piaciuta e ti ringrazio tantissimo per aver indetto il contest, per la tua precisione e la tua puntualità.
Ci risentiamo nella risposta alla rece ^^ (o se preferisci che risponda comunque anche qui, sugli altri aspetti, let me know, appena ho di nuovo il computer provvedo)

Un grande abbraccio e buona domenica :-*
ps: complimenti a tutte, specialmente alle podiste!
OFFLINE
Post: 66
Giudice*
12/15/2019 3:17 PM
 
Quote

Re:
GiuniaPalma, 14/12/2019 20.45:

Seconda classificata: Click. Scatti raffiguranti un amore che conduce alla sconfitta di NevilleLuna


Grammatica e stile: 9.6/10 [grammatica: 4.6/5 + stile: 5/5]
Sei sempre stato attratto dalle anime disperate e, fin dal primo momento in cui l’hai vista, hai capito che dietro la sua aria sicura e forte si nascondeva un’anima fragile e ferita, per questo motivo hai mostrato curiosità e desiderio di scoprire il suo passato – manca il punto finale. Succede anche in altre frasi (specialmente quelle che terminano con un discorso diretto) dunque ho deciso di scalare un -0.3
ti sei maledetto di esserti avvicinato a lei – per esserti avvicinato (-0.1)

Lo stile mi è piaciuto molto: è semplice, essenziale e davvero molto scorrevole. Sia per il tuo modo di articolare i periodi, che per come hai organizzato la storia, hai dimostrato un “taglio giornalistico”, che tuttavia è riuscito a trasmettere anche emozioni grazie a frasi incisive e d’effetto che sistematicamente hanno chiuso ogni scena. Il lessico è sempre stato molto pertinente; le ripetizioni non sono mai suonate non necessarie. I periodi, anche se non sempre corti, sono organizzati bene tali da non minare la scorrevolezza della lettura. L’unico consiglio che mi sento di darti è di inserire magari delle virgole prima della congiunzione e per rendere le pause più nette. Ma questo non ti toglie l’attribuzione del punteggio massimo. Ah dimenticavo, da un punto di vista puramente personale, amo la narrazione in seconda persona.

Caratterizzazione dei personaggi: 10/10
Il punteggio qui parla da solo. Non era facile mostrare Berlino e Nairobi innamorati l’uno dell’altra, invece hai creato i giusti espedienti per avvicinarli (la curiosità, le scommesse, la morte di Mosca, la paura della morte) e tutte le reazioni sono coerenti e plausibili.

Trama e originalità: 10/10
Il modo in cui hai articolato la storia è, secondo me, geniale: non solo hai ripercorso tutte le vicende della serie, concentrandoti ovviamente sui missing moments,ma hai deciso di unire il tutto tramite l’espediente delle fotografie. Ogni scena nuova è una foto: ho amato sia la parte iniziale in cui spieghi l’idea dell’album, che la parte finale in cui la foto diventa un’immagine da vedere prima di morire… Ma un’immagine parallela. La costruzione è perfetta, l’originalità non manca: non posso che darti il punteggio pieno.

Titolo: 2.8/3
Sul titolo ho dovuto riflettere. Mi è piaciuto l’impatto dell’onomatopea, scandita da un punto e poi seguita da un sottotitolo (che richiama appunto il taglio “giornalistico” della tua storia). E’ adattissimo alla trama ed è ripreso in ogni singola scena. L’unica cosa che non mi convince è la sua lunghezza e alcune parole come “raffiguranti” e “conduce” che appesantiscono il suono. Onestamente, non saprei però proporti una valida alternativa, dunque per una pura questione di suono ti ho scalato qualche punticino.

Gradimento personale: 5/5
Di questa storia ho amato tutto: lo stile, l’organizzazione, la sua completezza e il modo in cui hai saputo unire questi due personaggi, senza snaturarli e senza modificare in nessun punto il canone, ma creando dei piccoli momenti di contatto credibili. Veramente un ottimo lavoro che ho amato… E che mi ha fatto scendere perfino la lacrimuccia, lo ammetto senza vergogna!

Punto bonus: 0/1 La coppia scelta non era crack.

Totale: 37.4/39


Ok... devo ancora realizzare il fatto di aver partecipato una sola volta in tutta la mia vita a un contest e di essere arrivata seconda, perché ancora non ci credo😮😱
Ti ringrazio per i consigli perché sono sempre utilissimi per migliorarsi, sono contenta che la mia storia ti si piaciuta e, come hai detto tu, non è stato semplicissimo poter trovare una situazione che fa avvicinare Berlino a Nairobi...
Per quanto riguarda la tua valutazione come recensione mi piacerebbe tanto che tu la postassi, anche perché il fandom della Casa di Carta non è frequentatissimo. Per quanto riguarda le recensioni, se non sbaglio per il secondo posto erano due recensioni? Esclusa o inclusa la valutazione alla storia?

OFFLINE
Post: 66
Giudice*
12/15/2019 5:21 PM
 
Quote

Ok, ora che ho appena capito come funziona, mi piacerebbe una recensione per "Fino all'ultimo respiro" (fresca fresca di pubblicazione) e "C'è stato un tempo" 😀
ONLINE
Post: 529
Giudice*
12/15/2019 7:14 PM
 
Quote

GiuniaPalma, 14/12/2019 20.37:

Settima classificata pari merito: Lo specchio dell’anima di inzaghina.EFP


Grammatica e stile: 9/10 [grammatica: 4.8/5 + stile: 4.2/5]
Non ho riscontrato errori grammaticali, solo qualche refuso e qualche ripetizione.
“Era solo una constatazione, tesoro” la rassicura Draco. “Se ha ereditato l’intelligenza di sua madre si rivelerà una rivale pericolosa in ambito accademico” aggiunge poi Draco – ripetizione di Draco non necessaria, in quanto già è chiaro chi è che sta parlando. (-0.1)
“Ricordati che le poltrone vicino al fuoco sono quelle che vengono occupate per prime, perché in Sala Comune fa piuttosto freddo in inverno e cerca di scegliere un letto lontano dalle finestre perché quella è la zona più umida delle camere, nonostante gli incantesimi riscaldanti…” aggiunge Draco – refuso: manca il punto al termine della frase.
Se Scorpius rimane stupito dalla bravura della sua avversaria, fa del suo meglio per non darlo a vedere, ma quando alla fine della partita Grifondoro ha vinto e lei ha segnato una volta in più di Scorpius la delusione è tanta.
Non è bravo a perdere, Scorpius. – qui ripeti tre volte “Scorpius” a breve distanza. Mentre il primo serve a cogliere il soggetto e la terza a enfatizzare, la seconda non ha alcun valore: senza quel “di Scorpius” la comprensione rimarrebbe intatta. (-0.1)
Smette di chiederselo in un pomeriggio piovoso del quarto anno, quando incontra i suoi occhi pieni di lacrime sopra il letto in cui è disteso il loro migliore amico: rimasto ferito per aver preso le difese di Scorpius. – Qui avrei messo la virgola, invece dei due punti.
[…] su quando finalmente ti desiderai a fare la prima mossa […] – refuso: deciderai.

Lo stile è sicuramente scorrevole, i periodi della giusta lunghezza, la punteggiatura usata molto bene. Una cosa che mi ha sicuramente colpito è stato il tuo modo di parlare degli occhi durante tutta la narrazione, e in particolare all’inizio dove hai descritto ogni personaggio proprio in base al colore degli occhi (Draco, Astoria, Scorpius e Rose) e dove hai usato spesso sinonimi. Ci sono dei termini lessicali particolari come “celiare” e “arrischiarsi”, la cui scelta mi è piaciuta, tuttavia devo farti come appunto la frequenza di questi termini (anche se non in maniera troppo ravvicinata): essendo termini inusuali tendono a essere ricordati e dunque il lettore percepisce chiaramente la ripetizione. Una cosa che, purtroppo, invece non mi è piaciuta è il fatto che nelle parti dialogiche (che rappresentano più o meno la metà del testo globalmente), le battute sono sempre accompagnate da una spiegazione su chi è che sta parlando e in che modo lo fa, cosa che non sempre è necessaria e che va a rompere l’immediatezza del testo, appesantendo un po’ la lettura.

Caratterizzazione dei personaggi: 10/10
Rose e Scorpius sono dei personaggi su cui si sa poco, essendo della nuova generazione, dunque li ho considerati come se fossero dei personaggi originali (di cui però ben conosciamo i rispettivi background). Entrambi sono caratterizzati molto bene e anche indagati introspettivamente: al termine della lettura, di ognuno dei due sappiamo riconoscere il carattere, i punti di forza e quelli di debolezza, così come la natura del rapporto tra loro in ogni fase. Ho apprezzato anche come il carattere, pur senza essere snaturato, si sia evoluto da una scena all’altra, segno della maturità che entrambi hanno subito. Menzione speciale per Draco e Astoria nella scena iniziale che mi sono piaciuti molto.

Trama e originalità: 8.5/10
La trama è articolata molto bene e ha come fulcro proprio la costruzione di questa coppia, mostrandoci l’evolversi del loro rapporto dal primo sguardo davanti al binario 9 e tre quarti, fino al primo bacio. Mi piace molto la divisione in scene, i salti temporali sono tutti funzionali e ogni passo risulta coerente. Il problema della storia è che, purtroppo, considerati i personaggi, l’ho trovata da un punto di vista di narrazione di eventi fin troppo semplice. Esistono molte storie sulla Nuova Generazione e tu non hai proposto nulla di veramente nuovo. L’amicizia che si evolve in amore, la rivalità tra case (portata sul campo di Quidditch), la presenza di Albus come ponte di collegamento e la gelosia che spinge alla confessione: questi sono tutti temi abbastanza visti (relativamente alla coppia e alle fanfiction sulla saga), per cui oltre che la mancanza di qualcosa di originale, c’è anche la presenza di troppo luoghi comuni. Non fraintendermi: la storia funziona benissimo ed è articolata bene, ma avendo previsto come parametro l’originalità, non posso non tenere conto di questa pecca.

Titolo: 3/3
Gli occhi sono lo specchio dell’anima e gli occhi sono al centro davvero della storia, rappresentando il filo conduttore della vicenda da te raccontata. E’ poi presente anche la stessa frase con l’espediente di una frase di Astoria. Non è molto originale, è vero, ma nessun altro titolo sarebbe stato perfetto come questo.

Gradimento personale: 4.5/5
Mi piace come scrivi, mi piace come hai organizzato la trama e ho amato davvero la caratterizzazione dei personaggi, oltre che il filo conduttore degli occhi. Peccato per la ridondanza delle parti paratestuali dei dialoghi e per la scarsa originalità dello sviluppo della trama.

Punto bonus: 0/1 La coppia scelta non era crack.

Totale: 35/39

Grazie per questa valutazione davvero puntuale, cara!
Sinceramente sono molto d’accordo con te, soprattutto per quanto mi hai fatto notare sui dialoghi (ci sto lavorando, giuro) perché mi rendo conto che finisco davvero con lo spezzare il ritmo.
Una cosa che vorrei approfondire è l’utilizzo della punteggiatura all’interno delle virgolette, perché spesso sono molto indecisa al riguardo.
La storia di per sé non era molto originale, me ne rendo conto, ma ho in mente un progetto molto più corposo che riguarda L questi personaggi che prima o poi vedrà la luce.
Mi fa piacere che tu abbia trovato lo stile scorrevole, che i personaggi ti siano sembrati ben sviluppati e che tu abbia apprezzato Draco e Astoria... ultimamente sono un po’ in fissa con loro.
Ti chiederei di lasciarmi la valutazione come recensione e non vedo l’ora di partecipare al tuo prossimo contest.💖
Complimenti ai podisti!
OFFLINE
Post: 180
12/15/2019 8:46 PM
 
Quote

GiuniaPalma, 14/12/2019 20.40:

Quinta classificata: Forse di Silkworm25 - Premio speciale Miglior Coppia



Grammatica e stile: 9.4/10
(grammatica: 4.6/5 + stile: 4.8/5)
Sé stesso – se stesso (-0.1)
[…] avvenne quando; seduto sul Trono di Spade, il cadevere di Aerys […] – refuso: non il punto e virgola ma la virgola.
I dialoghi: hai scelto i trattini per rendere le battute, ma ci vuole uno spazio grafico sempre prima del trattino (nel caso di chiusura) e dopo il trattino (nel caso di apertura). Inoltre, non tutte le battute che non sono rette da un verbo terminano con un segno di punteggiatura forte. -0.3 globale.

Lo stile è davvero molto piacevole: i periodi sono brevi e tra loro collegati in modo da formare un testo davvero molto coeso e coerente. Il lessico è molto adatto alle vicende e ai personaggi, quindi hai saputo trovare un buon misto tra l’eleganza tipica dell’ambientazione medievale fantasy e di fatto il modo molto semplice di pensare e di esprimersi di Jaime, che pur essendo un cavaliere, è istintivo e uomo di spada più che di penna. Molto buona anche la divisione grafica dei paragrafi, soprattutto quello iniziale e quello finale in corsivo che tra loro sono collegati e che fungono da cornice a tutto il testo. Le ripetizioni sono tutte inserite per enfatizzare concetti e contribuiscono a creare quella coesione del testo di cui ti parlavo.
Non ti assegno il punteggio pieno per via di alcune virgole che, secondo me, non sono inserite nel punto giusto (non nel punto necessariamente sbagliato, infatti non le ho segnate come errori grammaticali, però le avrei disposto in modo diverso per una comprensione più chiara). Esempio: “Catelyn Tully non esisteva più, era diventata Catelyn Stark e se a stento poteva dire di conoscere la prima, la seconda gli era totalmente estranea”. In questa frase avrei aggiunto una virgola prima di “se” per rendere più chiaro il passaggio.

Caratterizzazione dei personaggi: 10/10
Trovo che tu abbia fatto un lavoro eccellente nella caratterizzazione dei personaggi: Jaime è coerente con se stesso in quella discrepanza tipica di lui tra i pensieri (umani, romantici in un certo senso, e compassionevoli) e le azioni (appare arrogante e tagliente, specialmente nell’incontro nelle carceri). Catelyn la vediamo in modo indiretto ma è assolutamente la donna che abbiamo conosciuto nella serie: è austera, severa, diffidente, eppure così piena d’amore per i suoi figli da non esitare a sacrificarsi per loro. Hai motivato bene le scelte di entrambi e sono IC nelle scene in cui si confrontano direttamente, perfino nella loro versione da bambini. A proposito di questo, una menzione speciale la merita la tua caratterizzazione di Cersei bambina: l’ho trovata davvero perfetta.

Trama e originalità: 10/10
L’articolazione della trama funziona, si basa su momenti concreti e canonici (la possibile unione tra le loro famiglie da bambini, l’incontro nelle prigioni) e di fatto si presenta come un insieme di momenti in cui Jaime si è ritrovato a pensare a Catelyn. Non hai proposto cose assurde e l’originalità sta proprio nel modo in cui hai costruito ogni dettaglio e hai saputo inserire momenti di connessione motivati e plausibili (come la bellissima scena in cui da bambini Catelyn gli dice che è un vero cavaliere). Un ottimo lavoro!

Titolo: 2/3
Il titolo non mi ha convinto. Rispecchia sicuramente ciò che racconti: la loro relazione è un “forse”, uan possibilità che non si sarebbe mai realizzata e lo specifichi nel finale (forse è infatti l’unica parola della storia). Come titolo però è troppo semplice e banale preso in se stesso, specialmente perché e questo “forse” tranne che nel finale non è ripetuto nel corso del testo.

Gradimento personale: 5/5
Questa storia mi è piaciuta davvero tanto, l’ho letteralmente amata. Avrei voluto leggere da sempre qualcosa su questa coppia, ma tu hai superato le mie aspettative offrendo delle missing moment che non avevo immaginato e punti di contatto funzionali. Lo stile poi mi è piaciuto tantissimo. Complimenti e grazie per averla scritta!

Punto bonus: 0/1 La coppia scelta non è crack.

Totale: 36.4/39

Premio speciale Miglior coppia: In questo premio speciale confluiscono vari parametri: la caratterizzazione dei personaggi, la presenza effettiva della coppia all’interno della storia, il modo in cui è stata sviluppata, l’originalità e – non di meno – il gradimento personale. Non avevi un compito facile, ma sei riuscita a far funzionare un avvicinamento tra questi due personaggi da un punto di vista sia fisico che psicologico, senza mai farli cadere nell’OOC e puntando sul piano introspettivo. La scena che in assoluto mi ha convinta è stata la scena tra bambini in cui giocano: è plausibile, i personaggi sono loro nonostante la versione infantile, ed è qualcosa che ha superato le mie aspettative.

Buonasera giudicia! Sono davvero contenta che la storia ti sia piaciuta e di essere riuscita a mantenere l'IC, specie nelle scene tra bambini, che sono state quelle che mi hanno fatto penare di più. Sono contenta anche del fatto che la storia ti abbia soddisfatto nonostante non abbia chissà quali svolte a livello di trama: con Got non riesco a stravolgere troppo, nonostante ami le coppie crack e fanon (tranne poche eccezioni). Sono molto soddisfatta e sorpresa di aver guadagnato il premio speciale, soprattutto con una coppia così atipica come possono essere solo Jaime e Catelyn insieme.

Ti faccio gli auguri (in ritardo) se non te li ho fatti prima e concludo dicendo che sarei molto contenta di ricevere la valutazione come recensione e che, per quanto riguarda la recensione premio: brancolo un po' nel buio. Non saprei proprio cosa consigliarti
OFFLINE
Post: 616
12/20/2019 10:12 AM
 
Quote

Ciao, volevo chiederti una cosa per quel che riguarda la modifica delle storie. Perché volevo correggere gli errori che mi avevi segnalato, ma non ricordo quanto tempo deve passare da dopo la valutazione prima di modificare la storia. Fino a poco tempo fa dovevamo aspettare quattro mesi, poi mi era sembrato che la regola venisse cambiata ritornando alle due settimane da dopo la valutazione, solo che non ne sono sicura. Ho provato a leggere il regolamento, ma non mi è sembrato di leggere niente del genere (magari però me la sono persa io). Tu per caso sapresti rispondermi? So che sono errorini da poco, ma ci tenevo a correggerli.
ONLINE
Post: 653
Giudice****
12/20/2019 11:23 AM
 
Quote

Koa__, 20/12/2019 10.12:

Ciao, volevo chiederti una cosa per quel che riguarda la modifica delle storie. Perché volevo correggere gli errori che mi avevi segnalato, ma non ricordo quanto tempo deve passare da dopo la valutazione prima di modificare la storia. Fino a poco tempo fa dovevamo aspettare quattro mesi, poi mi era sembrato che la regola venisse cambiata ritornando alle due settimane da dopo la valutazione, solo che non ne sono sicura. Ho provato a leggere il regolamento, ma non mi è sembrato di leggere niente del genere (magari però me la sono persa io). Tu per caso sapresti rispondermi? So che sono errorini da poco, ma ci tenevo a correggerli.

Puoi modificare dopo 15 giorni dalle valutazioni, adesso.

«Chi ha la ventura di nascere personaggio vivo può ridersi anche della morte. Morrà l'uomo, lo scrittore, strumento della creazione; la creatura non muore più!»
OFFLINE
Post: 265
12/20/2019 12:01 PM
 
Quote

Re:
GiuniaPalma, 14/12/2019 20.30:

Decima classificata: Creatura nuda di ladyhawke1983


Grammatica e stile: 7.7/5 [grammatica: 3.9/5 + stile: 3.8/5]
“Alla fine il sole giunse per Isabeau e con esso piume artigli ed un occhio formidabile […]” – è necessaria un virgola dopo “piume” dato che si tratta di un elenco (-0.1)
Navarre si ritrovò umano e smarrito, con accanto il bellissimo falco che lanciava piccoli gridolini di tristezza e disperazione, era solo. – La virgola prima di “era solo” non è il segno di punteggiatura giusto in quanto la nuova frase non è legata grammaticalmente a quella precedente ma la va a precisare. Sarebbe stato dunque molto meglio introdurre la frase “era solo” con i due punti, oppure enfatizzarla con una divisione netta e dunque farla precedete da un punto fermo. (-0.1)
[…] tramutando una timida e nascente promessa di felicità, in un tragico destino. – qui non va la virgola in quanto inserendola vai a spezzare una frase che grammaticalmente è unita (il verbo “tramutare” presuppone in sé infatti due complementi, non solo quello oggetto (che qui è “la promessa”) (-0.1)
A Non gli importava […] – refuso.
Non gli importava delle conseguenze di un simile atto, se avesse dovuto bruciare tra le fiamme dell’inferno, come il più vile degli assassini, allora avrebbe trascinato Sua Grazia, il Vescovo, con sé. – questa frase non è grammaticalmente sbagliata (dunque non lo conteggio come errore), ma dato che il periodo è ricco di virgole, sarebbe stato preferibile dividere la prima frase dalle restanti con un segno di punteggiatura più forte della semplice virgola, come il punto e virgola o i due punti.
Quella donna era pur sempre la contessa D’Anjou, la bellissima dama di Aguillon colui di cui tutti erano innamorati, fin dal primo istante che mise piede in Aguillon, eppure solo Navarre era riuscito a conquistarla, ma gli altri non avevano smesso di trovarla la più bella creatura che fosse mai esistita sulla faccia della terra... – segnalo innanzitutto il refuso “colui/colei”. Questo periodo l’ho trovato confusionario, forse perché racchiude in sé molti soggetti diversi (Isabeau, Navarre e poi “tutti gli altri”) che non sono marcati da segni di punteggiatura forti. (-0.2)
“Imperius... che cosa volete? Che cosa ci fate qui?” Domandò – il verbo che regge la frase non va scritto in lettera maiuscola ma minuscola. Dato che ho riscontrato più volte questo errore ho contato un – 0.3 globale.
Isabeau detestava Imperius, si era fidata di quel prete, lo credeva un vecchio amico, come lo era stato di suo zio, il conte D’Anjou, morto nelle crociate, che iddio l’abbia in gloria, ella lo credeva fidato ed innocuo. – anche qui il problema è nell’ultima frase, che va a enfatizzare la prima del periodo ma non è da essa dipendente. Avresti dovuto dunque marcarla in modo diverso: con un punto, un punto e virgola o i due punti. (-0.1)
“Accetterò il vostro aiuto, Imperius, solo perché non ho altra scelta, ma ad una condizione: dopo che mi avrete lasciato al sicuro entro le mura di Gabrosh, non voglio più che le nostre strade si incrocino, né la mia, né quella di Navarre... Non voglio più sentire parlare di voi” – qui manca il punto finale. Avviene solo in questo caso, l’ho considerato un refuso.
[…] cercò di farla ragionare Imperius, ma Isabeau lo bloccò, impedendogli di finire quel pensiero e gli lanciò uno sguardo deciso, che non ammetteva repliche, in realtà, Isabeau desiderava solamente allontanarsi da quel luogo tetro e ostile e poter rimare sola con se stessa per poter piangere tutte le lacrime del suo amore perduto per sempre... – la virgola sbagliata è qui prima di “in realtà”. Il periodo risulta inutilmente troppo lungo e posto in questo modo crea una confusione che poteva essere facilmente evitata inserendo un punto fermo in quel preciso punto. (-0.2)

Per quanto riguarda lo stile, purtroppo vi hanno inciso l’eccessiva lunghezza dei periodi, l’eccedenza di virgole (anche quando non necessarie, sebbene non grammaticalmente errate) e la mancanza generale di segni di punteggiatura più forti. Questi aspetti hanno appesantito la lettura, rendendo leggermente difficoltosi alcuni passaggi. Il lessico è invece molto pertinente, ricco e adeguato al contesto storico in cui si colloca Ladyhawke. Il punteggio in questa categoria è da prendere come qualcosa di parziale: non è nulla che una revisione semplice e veloce non possa sistemare nel testo (per lo più tutto si gioca sull’uso della punteggiatura).

Caratterizzazione dei personaggi: 10/10
I personaggi sono ben caratterizzati, talmente tanto che nell’introdurre la freddezza di Isabeau, scrivi dal punto di vista di Imperius che: “La nota cinica nella voce di Isabeau non le si addiceva per niente”. Isabeau è scostante, diffidente e arrabbiata: reazioni, coerenti e plausibili. Imperius è ancora una volta il personaggio che più mi colpisce nella lettura di una tua storia: riesci a coglierlo veramente bene, è stato fedele al suo carattere e i suoi pensieri sono indagati meravigliosamente, inclusa l’attrazione verso Isabeau.

Trama e originalità: 7.5/10
La trama narra del momento in cui, per la prima volta, Imperius assiste alla trasformazione di Isabeau e tenta di prestarle il suo aiuto. La tua narrazione non sposta gli equilibri della vicenda, né va ad aggiungere qualcosa di nuovo. L’aspetto curioso e interessante si trova più che altro nell’introspezione che è trattata molto bene e che ci mostra come, da un lato Isabeau ama perdutamente il suo Navarre, mentre il monaco è diviso tra il rimorso e l’attrazione. In sé nella trama non c’è nulla di sbagliato, è un frangente che si può inserire nella trama canonica e va a specificarla. Ciò che però, purtroppo, ha fatto abbassare il punteggio sono due questioni: l’originalità (in quanto l’ho trovata circoscritta solo all’aspetto introspettivo) e soprattutto la presenza della coppia. In questo caso, l’elemento coppia è presente come infatuazione unilaterale da parte di Imperius. Scelta che ho trovato perfetta perché non va a stravolgere il corso della storia e mantiene tutto sulla linea della plausibilità. Tuttavia, i pensieri di Imperius verso Isabeau non hanno un ruolo davvero principale, soprattutto perché la chiusura torna sulla prospettiva di Isabeau che nuovamente pensa a Navarre. Avrei preferito che i pensieri del monaco verso la dama fossero il vero fulcro della storia (anche rimanendo sul piano unilaterale e introspettivo, come hai già fatto molto bene).

Titolo: 3/3
Il titolo è molto elegante, perfettamente spiegato all’inizio della storia con l’inserimento di un pezzo della canzone da cui è tratto e, soprattutto, è rappresentativo del testo. Punteggio pieno.

Gradimento personale: 4/5

La storia nel complesso mi è piaciuta, anche se avrei preferito una concentrazione ancora maggiore sulla prospettiva di Imperius. Capisco però che questa storia non è nata per il contest e che, dunque, i sentimenti del monaco erano inseriti originariamente in un quadro più ampio. Non smetterò mai di dirti quanto apprezzo la caratterizzazione che riesci a fare dei personaggi di Ladyhawke: mi piace tanto il personaggio di Imperius e amo il modo in cui tu lo rendi.

Punto bonus: 1/1 La coppia scelta era crack.

Totale: 33.2/39



È destino che io arrivi spesso ultima, però ti ringrazio molto delle precise e puntuali osservazioni.
Sapevo non fosse perfetta, difatti non era una storia pensate per questo specifico contest, sono comunque contenta che la mia caratterizzazione dei personaggi ti piaccia, in fondo è questo l’importante, il resto si può sicuramente migliorare.
Complimenti a tutti e buone feste
Ladyhawke83


OFFLINE
Post: 616
12/20/2019 8:00 PM
 
Quote

Re:
Lita_EFP, 20/12/2019 11.23:

Puoi modificare dopo 15 giorni dalle valutazioni, adesso.




Grazie del chiarimento!
ONLINE
Post: 1,036
Giudice*****
1/3/2020 1:30 PM
 
Quote

Ciao a tutte, chiedo scusa per il ritardo. Sono passata a lasciare le valutazioni come recensione a chi ne ha fatto richesta (Ladyhawke1983 e Giuly21 fatemi sapere se la volete oppure no, quando volete) e ho anche iniziato a lasciare le recensioni premio ai vinciori. Per Silkworm25: se nel frattempo hai pensato a una preferenza, fammi sapere:)
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | « 8 9 10 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:12 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com