printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Le origini del l'ateismo

Last Update: 9/11/2019 7:47 AM
Author
Print | Email Notification    
9/9/2019 6:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Leggendo Ebrei 11:6 si legge che Geova richiedesse che per avvicinarsi a lui si dovesse credere che lui "esiste". Quindi c'era gente che negava già l'esistenza di Dio quando è stata scritta la lettera agli ebrei? A quanto tempo risale la negazione di Dio?
9/9/2019 10:16 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 28,371
TdG
Paradossalmente, una delle accuse mosse ai primi cristiani nell’impero romano era quella di essere atei. August Neander scrive: “Negatori degli dèi, atei, . . . erano le espressioni con cui i cristiani venivano comunemente chiamati dal popolo”. (Op. cit.) Era davvero assurdo che i cristiani, i quali adoravano il vivente Creatore e non molteplici divinità, fossero definiti atei da pagani che adoravano quelli che “non erano dèi, ma l’opera delle mani dell’uomo, legno e pietra”! — Isaia 37:19.

___________________________________________________________________
Forum Testimoni di Geova
_________________________________________________________________

Salmi 3:3 Ma tu, o Geova, sei uno scudo intorno a me,
sei la mia gloria, sei colui che mi solleva la testa.
9/9/2019 10:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 28,371
TdG
Secondo Mosheim, ciò che “irritava i romani era la semplicità del culto cristiano, che non assomigliava per niente ai riti sacri degli altri popoli”. E aggiunse: “Non avevano sacrifici, né templi, né statue, né oracoli, né ordine di sacerdoti; e la sconsiderata moltitudine riteneva quelli senza tali cose privi di ogni religione; e secondo le leggi romane, quelli che sembrava negassero la deità o gli dèi nazionali erano considerati una peste della società umana”.

___________________________________________________________________
Forum Testimoni di Geova
_________________________________________________________________

Salmi 3:3 Ma tu, o Geova, sei uno scudo intorno a me,
sei la mia gloria, sei colui che mi solleva la testa.
9/9/2019 11:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Cara Amalia, grazie per l'intervento. Però volevo anche capire il senso di Ebrei. Perché Paolo scrisse che bisognava credere che Dio esistesse, c'era forse qualcuno che negava già allora la sua esistenza?
9/10/2019 8:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,029
Age: 40
Re:
johnny01, 09.09.2019 18:02:

Leggendo Ebrei 11:6 si legge che Geova richiedesse che per avvicinarsi a lui si dovesse credere che lui "esiste". Quindi c'era gente che negava già l'esistenza di Dio quando è stata scritta la lettera agli ebrei? A quanto tempo risale la negazione di Dio?




essere convinti dell'esistenza di Dio è IL presupposto per instaurare una relazione con Lui.
Occorre cercare Dio con fede, e Lui si avvicina a noi.

non c'entra l'ateismo per che chi crede in Baal non si avvicina a YHWH
e chi ammette l'esistenza di YHWH ma non pone fede in Lui non si avvicina a YHWH e viceversa.


--------------------------------
Ospite (utente non TdG)
9/10/2019 10:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
Dovresti prima spiegare cosa intendi tu per atesimo, perché e può avere diverse sfumatire, non sono negare l'esistenza di Dio/dei ma anche la loro efficacia (il termine "ateo" compare nel NT solo in Efesini 2,12). E' comunque un atteggiamento che esisteva nel I secolo e anche prima, presente già in molti filosofi greci. Il termine ha un'accezione piuttosto anbugua e

www.treccani.it/enciclopedia/ateismo_%28Dizionario-di-filos...

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/10/2019 10:22 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
barnabino, 10/09/2019 10.01:

Dovresti prima spiegare cosa intendi tu per atesimo, perché e può avere diverse sfumatire, non sono negare l'esistenza di Dio/dei ma anche la loro efficacia (il termine "ateo" compare nel NT solo in Efesini 2,12). E' comunque un atteggiamento che esisteva nel I secolo e anche prima, presente già in molti filosofi greci. Il termine ha un'accezione piuttosto anbugua e

www.treccani.it/enciclopedia/ateismo_%28Dizionario-di-filos...

Shalom


Intendo l'ateismo dogmatico (negazione vera e propria dell’esistenza di Dio)
9/10/2019 10:51 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore

Intendo l'ateismo dogmatico (negazione vera e propria dell’esistenza di Dio)



Non saprei se è quello a cui fa riferimento Paolo... negazione dell'esistenza o della potenza di Dio? Magari per qualcuno Dio esisteva pure ma si faceva gli affari suoi e non aveva creato nulla.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/10/2019 11:18 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Re:
barnabino, 10/09/2019 10.51:


Intendo l'ateismo dogmatico (negazione vera e propria dell’esistenza di Dio)



Non saprei se è quello a cui fa riferimento Paolo... negazione dell'esistenza o della potenza di Dio? Magari per qualcuno Dio esisteva pure ma si faceva gli affari suoi e non aveva creato nulla.

Shalom




Quindi "credere che egli esiste" significa credere nella sua potenza? [SM=g2037509]
9/11/2019 7:34 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
In questo contesto potrebbe indicare quello, credere che Geova sia un Dio vivente e non un idolo privo di ogni potere.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/11/2019 7:47 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 38,859
Location: PINEROLO
Age: 50
TdG
Re:
johnny01, 09/09/2019 23:27:

Cara Amalia, grazie per l'intervento. Però volevo anche capire il senso di Ebrei. Perché Paolo scrisse che bisognava credere che Dio esistesse, c'era forse qualcuno che negava già allora la sua esistenza?



A quanto pare si risale almeno a Platone:

[URL= it.wikipedia.org/wiki/Ateismo]Fonte


Nella Bibbia la parola compare in Efesini 2,12:

"... ricordatevi che in quel tempo eravate senza Cristo, esclusi dalla cittadinanza d’Israele ed estranei ai patti della promessa, senza speranza e senza Dio nel mondo." (NR)

dove anche la nostra traduzione preferisce rendere "senza Dio" la parola ἄθεοι cioè atei.

Simon
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 4:14 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com