printprint
New Thread
Reply
 

Riscatto

Last Update: 9/15/2019 10:57 AM
Author
Print | Email Notification    
9/9/2019 9:03 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,165
Re:


Il problema è la carne imperfetta, quella è ereditata da Adamo.



Ma questo peccato adamico anche se riscattato con la morte di Gesù, non è sparito c'è l'abbiamo sempre.

Jolanda De RienzoIpercaforum45 pt.9/14/2019 8:56 PM by skindeceiver
COLLEGIO EPISCOPALE35 pt.9/15/2019 12:10 PM by Angelo Serafino53
Promozione 2019/2020: TREVISO - VazzolaForza Treviso31 pt.9/15/2019 9:16 AM by ZakkTV
Il Bar di Ankie & FriendsAnkie & Friends - L&#...30 pt.9/14/2019 8:26 PM by Gag Lee Hano
9/9/2019 9:30 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 58,378
Moderatore

Ma questo peccato adamico anche se riscattato con la morte di Gesù, non è sparito c'è l'abbiamo sempre



Paolo spiega anche questo in Romani... per questo dico di leggere con attenzione tutta la lettera, in particolare i capitolo 8 e 9, perché secondo me è rivelatrice, quando l'ho studiata profondamente mi ha davvero lasciato senza parole, è un capolavoro.

Shalom
[Edited by barnabino 9/9/2019 9:35 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/9/2019 9:39 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,165
Caro barnabino


Ma questo peccato adamico anche se riscattato con la morte di Gesù, non è sparito c'è l'abbiamo sempre.



Da quello che ho capito dalla lettera dei Romani in poche parole. Noi abbiamo una carne (sarx) che produce zizzanie (hamartia) la Legge (nomos) non ci puo salvare, anzi sprofondiamo sempre di più se vogliamo salvarci da soli, ecco che subentra la caris, l'amorevole beignità di Dio, dando suo figlio, se noi manifestiamo la fede (pistis) veniamo giustificati (decaiusun) e attraverso la pneuma diventiamo figli di Dio.

Ecco cosa ho capito, come lo possiamo mettere con la mia prima osservazione sopra?
[Edited by erevnitis 9/9/2019 9:47 PM]
9/9/2019 9:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,041
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Re: Re:
erevnitis, 09/09/2019 21.03:



Il problema è la carne imperfetta, quella è ereditata da Adamo.



Ma questo peccato adamico anche se riscattato con la morte di Gesù, non è sparito c'è l'abbiamo sempre.





Il peccato adamico ha avuto conseguenze devastanti e profonde.
Talmente profonde che in pratica occorrerà il Millennio per eliminarne tutti gli effetti, con la cancellazione dell' ultimo nemico, la morte…


-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
9/9/2019 9:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 58,378
Moderatore

Noi abbiamo una carne (sarx) che produce zizzanie (hamartia) la Legge (nomos) non ci puo salvare, anzi sprofondiamo sempre di più se vogliamo salvarci da soli, ecco che subentra la caris, l'amorevole beignità di Dio, dando suo figlio, se noi manifestiamo la fede (pistis) veniamo giustificati (decaiusun) e attraverso la pneuma diventiamo figli di Dio



Esatto, il sacrificio di Cristo è già efficace, siamo "dichiarati giusti" in base alla fece in quel sacrificio. Essere "dichiarati giusti" non libera ancora dalla morte, perché il peccato dimora ancora nella carne...

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/9/2019 10:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,165
Re:
barnabino, 09/09/2019 21:59:


Noi abbiamo una carne (sarx) che produce zizzanie (hamartia) la Legge (nomos) non ci puo salvare, anzi sprofondiamo sempre di più se vogliamo salvarci da soli, ecco che subentra la caris, l'amorevole beignità di Dio, dando suo figlio, se noi manifestiamo la fede (pistis) veniamo giustificati (decaiusun) e attraverso la pneuma diventiamo figli di Dio



Esatto, il sacrificio di Cristo è già efficace, siamo "dichiarati giusti" in base alla fece in quel sacrificio. Essere "dichiarati giusti" non libera ancora dalla morte, perché il peccato dimora ancora nella carne...

Shalom



Perché possiamo dire che il riscatto rispetta le esigenze di Giustizia?

Non è per questo che Dio ha dovuto sacrificare suo figlio?


9/9/2019 10:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 402
Location: MILANO
Age: 59
Re: Re: Re:
Aquila-58, 09/09/2019 21.50:




Il peccato adamico ha avuto conseguenze devastanti e profonde.
Talmente profonde che in pratica occorrerà il Millennio per eliminarne tutti gli effetti, con la cancellazione dell' ultimo nemico, la morte…



[/POSTQUO]

siamo dichiarati viventi solo in spirito perché nella nostra mente abbiamo memorizzato la parola vivente di Dio, ma nelle opere difettiamo, non sempre per colpa nostra ma perchè il sistema è corrotto e confonde la mente .

la debolezza della carne consiste in mancanza di forza fisica e mentale per tanti motivi, per il quale perdiamo il controllo emotivo, malattie organiche, reni fegato tiroide altro non sono altro che estensioni del nostro sè emotivo anima che interagisce emotivamente con la psiche razionale o spirito, e che la parola di Dio tende a dividere come una spada tra ciò che penso basato sulla parola di Dio e ciò che provo nella mia anima emotiva.

siamo dichiarati viventi con Cristo in quanto lo spirito, questo permettendoci di essere scusati in nome della fiducia che Cristo ha riguadagnato a nome di quelle creature fedeli o che amano esserlo diventarlo.

Essere giustificati, però non toglie le nostre debolezze che dovremmo imparare a controllare e infine alla fine nel regno di Dio eliminare definitivamente, ma adesso non siamo nelle condizioni fisiche psichiche e sociali di riuscire a eliminarli, solo a tenerle nella oscurità del tartaro, nella nostra mente condannandole con la forza della parola di Dio.. perchè a questo corrisponde il battesimo


9/9/2019 10:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 58,378
Moderatore

Perché possiamo dire che il riscatto rispetta le esigenze di Giustizia?

Non è per questo che Dio ha dovuto sacrificare suo figlio?




Paolo fa questo ragionamento: "Eppure la morte regnò da Adamo fino a Mosè anche su quelli che non avevano commesso un peccato simile alla trasgressione commessa da Adamo, il quale è simile a colui che doveva venire. Ma il dono non è come la colpa. Infatti se per la colpa di un solo uomo molti sono morti, tanto più l’immeritata bontà di Dio e il dono che ha fatto mediante l’immeritata bontà di un solo uomo, Gesù Cristo, sono stati riversati in abbondanza su molti. 16 E nel caso del dono non è stato come nel caso di quel solo uomo che ha peccato, perché il giudizio emesso in seguito a una sola colpa è stato di condanna, mentre il dono fatto in seguito a molte colpe è stato una dichiarazione di giustizia. Infatti se per la colpa di uno solo la morte ha regnato per mezzo di quel solo uomo, tanto più quelli che ricevono l’abbondanza dell’immeritata bontà e del dono della giustizia regneranno nella vita per mezzo di uno solo, Gesù Cristo! Perciò, proprio come per una sola colpa uomini di ogni tipo sono stati condannati, così grazie a un solo atto di giustificazione uomini di ogni tipo vengono dichiarati giusti per la vita. Infatti, come per la disubbidienza di un solo uomo molti sono stati costituiti peccatori, così anche per l’ubbidienza di uno solo molti saranno costituiti giusti"

Romani 5,14-19
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/9/2019 10:56 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,165
Re:
barnabino, 09/09/2019 22:49:


Perché possiamo dire che il riscatto rispetta le esigenze di Giustizia?

Non è per questo che Dio ha dovuto sacrificare suo figlio?




Paolo fa questo ragionamento: "Eppure la morte regnò da Adamo fino a Mosè anche su quelli che non avevano commesso un peccato simile alla trasgressione commessa da Adamo, il quale è simile a colui che doveva venire. Ma il dono non è come la colpa. Infatti se per la colpa di un solo uomo molti sono morti, tanto più l’immeritata bontà di Dio e il dono che ha fatto mediante l’immeritata bontà di un solo uomo, Gesù Cristo, sono stati riversati in abbondanza su molti. 16 E nel caso del dono non è stato come nel caso di quel solo uomo che ha peccato, perché il giudizio emesso in seguito a una sola colpa è stato di condanna, mentre il dono fatto in seguito a molte colpe è stato una dichiarazione di giustizia. Infatti se per la colpa di uno solo la morte ha regnato per mezzo di quel solo uomo, tanto più quelli che ricevono l’abbondanza dell’immeritata bontà e del dono della giustizia regneranno nella vita per mezzo di uno solo, Gesù Cristo! Perciò, proprio come per una sola colpa uomini di ogni tipo sono stati condannati, così grazie a un solo atto di giustificazione uomini di ogni tipo vengono dichiarati giusti per la vita. Infatti, come per la disubbidienza di un solo uomo molti sono stati costituiti peccatori, così anche per l’ubbidienza di uno solo molti saranno costituiti giusti"

Romani 5,14-19



Mi sembra che Paolo faccia balenare i due estremi il negativo in Adamo e il positivo in Gesù. Perché sarebbe un esigenza di giustizia questa in quanto al riscatto?


9/9/2019 11:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 402
Location: MILANO
Age: 59
Il primogenito Adamo era una persona non corrotta moralmente, e sacrificò la sua condizione , la mise a morte per la disubbidienza.

Il secondo Adamo primogenito era una persona non corrotta moralmente e sacrificò la sua vita per la ubbidienza

Due persone non corrotte che scelgono di morire, uno per essere fedele a se stesso, l'altro per essere fedele a Dio.

Di fronte la giustizia non possiamo mettere sulla bilancia una pecora storpia difettosa con una pecora senza difetto

Adamo per la sua ribellione a Dio non sacrificò qualcosa di corrotto, ma di incorrotto, lo mise al palo su quell'albero del bene e del male

Per giustizia un secondo Adamo doveva fare altrettanto però per la ubbidienza , questo tolse ogni dubbio su uomini e angeli, sul fatto che la corruttibilità è una scelta, e non una fatalità..tipo io sono nato creato corruttibile e quindi non sono condannabile.


9/10/2019 10:33 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 58,378
Moderatore

Mi sembra che Paolo faccia balenare i due estremi il negativo in Adamo e il positivo in Gesù. Perché sarebbe un esigenza di giustizia questa in quanto al riscatto?



Sostanzialmente Adamo, in cambio della libertà di scegliere da sé il bene e il male, vendette se stesso e i suoi discendenti al peccato e alla morte, questo era il prezzo richiesto dalla giustizia di Dio. Poiché aveva posseduto la perfezione umana, Adamo rinunciò a quel prezioso bene per sé e per tutti i suoi discendenti. Il prezzo da pagare è dunque la "perfezione umana" che però nessun discendente di Adamo poteva pagare perché tutti ne erano privi, nessuno poteva redimere neppure se stesso e così il peccato era una "schiavitù". Solo un "secondo Adamo" dotato della "perfezione umana" poteva restituire quello che Adamo aveva volontariamente perduto. Gesù era esattamente come Adamo un figlio unigenito di Dio, Adamo aveva Dio come padre (unica creatura umana ad esserlo in senso pieno) esattamente come Gesù aveva Dio come padre.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/10/2019 11:39 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 402
Location: MILANO
Age: 59
Re:
barnabino, 10/09/2019 10.33:


Mi sembra che Paolo faccia balenare i due estremi il negativo in Adamo e il positivo in Gesù. Perché sarebbe un esigenza di giustizia questa in quanto al riscatto?



Sostanzialmente Adamo, in cambio della libertà di scegliere da sé il bene e il male, vendette se stesso e i suoi discendenti al peccato e alla morte, questo era il prezzo richiesto dalla giustizia di Dio. Poiché aveva posseduto la perfezione umana, Adamo rinunciò a quel prezioso bene per sé e per tutti i suoi discendenti. Il prezzo da pagare è dunque la "perfezione umana" che però nessun discendente di Adamo poteva pagare perché tutti ne erano privi, nessuno poteva redimere neppure se stesso e così il peccato era una "schiavitù". Solo un "secondo Adamo" dotato della "perfezione umana" poteva restituire quello che Adamo aveva volontariamente perduto. Gesù era esattamente come Adamo un figlio unigenito di Dio, Adamo aveva Dio come padre (unica creatura umana ad esserlo in senso pieno) esattamente come Gesù aveva Dio come padre.

Shalom



ci ha venduti alla ignoranza culturale riguardo la conoscenza di Dio e della sua giustizia o morale, alla degenerazione morale razionale o spirituale e biologica per assenza di Dio nella nostra vita.


9/10/2019 3:28 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,223
Age: 39
Re: Re:
geremia60(2019), 10.09.2019 11:39:



ci ha venduti alla ignoranza culturale riguardo la conoscenza di Dio e della sua giustizia o morale, alla degenerazione morale razionale o spirituale e biologica per assenza di Dio nella nostra vita.






Non credo, dal momento che a questo possiamo rimediare, almeno in parte, cercando Dio, che si fa conoscere e non ci ha abbandonato

La spiegazione di Barnabino mi sembra corretta
9/11/2019 7:49 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 2,165
Re:
Caro barnabino



Sostanzialmente Adamo, in cambio della libertà di scegliere da sé il bene e il male, vendette se stesso e i suoi discendenti al peccato e alla morte, questo era il prezzo richiesto dalla giustizia di Dio.



Questo vuo dire che ci sarebbero due prezzi da pagare

Il primo: peccato e morte

Il secondo: Gesù

9/11/2019 8:11 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,223
Age: 39
Re: Re:
geremia60(2019), 10.09.2019 11:39:



ci ha venduti alla ignoranza culturale riguardo la conoscenza di Dio e della sua giustizia o morale, alla degenerazione morale razionale o spirituale e biologica per assenza di Dio nella nostra vita.






Forse direi piuttosto che ci ha venduto alla famiglia di Satana
Il Riscatto pagato da Cristo ci permette di riabbracciare la famiglia originale

È vivere in questa famiglia satanica che porta ignoranza e degenerazione, schiavitù al peccato.

Il Riscatto ci libera da tutto ciò, così che noi possiamo “rendere sacro servizio all’Iddio vivente!” . Ebrei 9:14


15 È per questo che lui è mediatore di un nuovo patto, affinché, essendoci stata una morte che redime dalle trasgressioni commesse sotto il patto precedente, quelli che sono stati chiamati possano ricevere la promessa dell’eredità eterna. 16 Dove c’è un patto, infatti, deve aver luogo la morte dell’uomo che ha concluso il patto, 17 perché il patto entra in vigore alla morte; non è valido finché l’uomo che lo ha concluso è vivo. 18 Perciò nemmeno il patto precedente fu convalidato senza sangue.

Ebrei 9
[Edited by I-gua 9/11/2019 8:37 AM]
9/11/2019 9:05 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,223
Age: 39
La Torre di Guardia (1992) Domande dai lettori

La Torre di Guardia (1992)
Domande dai lettori


Paolo menzionò che per convalidare i patti fra Dio e gli uomini era necessaria la morte di qualcuno. Il patto della Legge ne è un esempio. Mosè ne fu il mediatore, colui mediante il quale fu stipulato questo accordo tra Dio e l’Israele carnale. Mosè ebbe quindi un ruolo essenziale, e fu l’uomo che trattò con gli israeliti quando stavano per entrare nel patto. Mosè poteva così essere considerato ‘l’uomo che aveva fatto il patto’ della Legge, benché questo fosse stato istituito da Geova. Ma Mosè dovette forse spargere il suo sangue perché il patto della Legge entrasse in vigore? No. Al suo posto furono offerti degli animali, il cui sangue sostituì quello di Mosè. — Ebrei 9:18-22.
Che dire del nuovo patto fra Geova e la nazione dell’Israele spirituale? Gesù Cristo ebbe il glorioso ruolo di intermediario, di Mediatore tra Geova e l’Israele spirituale. Pur essendo stato istituito da Geova, questo patto si imperniava su Gesù Cristo. Oltre ad essere il Mediatore di questo patto, Gesù, quando fu nella carne, trattò di persona con coloro che vi sarebbero stati introdotti per primi. (Luca 22:20, 28, 29) In più, Gesù era idoneo a provvedere il sacrificio necessario per convalidare tale patto. Non si trattava del sacrificio di semplici animali, ma di una vita umana perfetta. Così Paolo poté definire Cristo “l’uomo che ha fatto” il nuovo patto. Il nuovo patto entrò in vigore dopo che “Cristo entrò . . . nel cielo stesso, per comparire ora dinanzi alla persona di Dio per noi”. — Ebrei 9:12-14, 24.
Parlando di Mosè e di Gesù come di uomini che fecero dei patti, Paolo non intese dire che essi avessero istituito i rispettivi patti, i quali in effetti avevano avuto origine da Dio. Ma quei due uomini, in qualità di mediatori, ebbero una parte determinante nella stipulazione dei rispettivi patti. E in ciascun caso fu necessaria una morte: quella degli animali che sostituirono Mosè e quella di Gesù che offrì il suo proprio sangue per coloro che sarebbero entrati nel nuovo patto.

9/11/2019 2:09 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,025
Re: Re:
erevnitis, 11/09/2019 07.49:

Caro barnabino



Sostanzialmente Adamo, in cambio della libertà di scegliere da sé il bene e il male, vendette se stesso e i suoi discendenti al peccato e alla morte, questo era il prezzo richiesto dalla giustizia di Dio.



Questo vuo dire che ci sarebbero due prezzi da pagare

Il primo: peccato e morte

Il secondo: Gesù




chi conosce un po di economia ?
vorrei proporre questa chiave di lettura,
spiegando prima di tutto :
Nell’economia teorica, il termine "costo", usato senza qualificativo, indica spesso il costo opportunità.

Il costo non è il prezzo. Il costo è costituito dalla quantità di risorse di cui devo privarmi
Il costo è opportunità
è invece il valore della migliore alternativa ovvero cosa si sarebbe potuto ottenere con le risorse spese nell’impresa (impresa che nel caso di Adamo era di trasformare tutta la terra in paradiso e viverci per sempre loro e la loro progenie)

Esso rappresenta le opportunità passate. Poiché il costo opportunità non è mai associato ad un esborso di denaro, si dice anche che è un costo "non monetario"



Geova aveva amorevolmente avvertito Adamo che violando deliberatamente l’unica legge data da Colui che lo aveva creato sarebbe divenuto polvere .
Quello appunto sarebbe stato il costo che avrebbe avuto la trasgressione

Per Adamo ed Eva assecondare la rivolta di Satana contro Dio ha comportato un costo cioè quel che Geova aveva loro prospettato la vita eterna in una terra paradisiaca presente e futura è andata perduta …
polverizzata

Adamo nulla era prima di divenire anima vivente e nulla divenne dopo il peccato mandò in fumo l’opportunità che gli era stata data



Il costo non è il prezzo. Il costo è costituito dalla quantità di risorse di cui devo privarmi

la loro scelte ebbero un costo

lei ingannata, ammaliata dal seguire Satana

lui dal seguire la moglie per non perderla

come si poteva recuperare quel valore perduto se non rimpiazzandolo?
Quel costo per essere coperto richiedeva un prezzo da pagare.
E Gesù ha pagato un prezzo nettamente superiore che gli ha permesso il riacquisto della vita di tutta l’umanità
il prezzo è un guadagno

Chi sarebbe sceso nel cuore della terra negli inferi per raccogliere il valore di quanto era andato perso seppellito polverizzato e consegnare a Geova il valore recuperato e il prezzo pagato per riscattare la vita dal cuore della terra?



Allora alcuni scribi e farisei replicarono: “Maestro, vogliamo vedere da te un segno”.+ 39 Lui rispose loro: “Una generazione malvagia e adultera va in cerca di un segno, ma non le sarà dato nessun segno eccetto il segno* del profeta Giona.+ 40 Infatti, come Giona rimase nel ventre del grosso pesce per tre giorni e tre notti,+ così il Figlio dell’uomo rimarrà nel cuore della terra per tre giorni e tre notti

_________________________________________________
...le tue proprie consolazioni vezzeggiavano la mia anima
salmo 94:19
9/11/2019 2:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 58,378
Moderatore

Questo vuo dire che ci sarebbero due prezzi da pagare

Il primo: peccato e morte

Il secondo: Gesù



Il primo prezzo lo ha pagato Adamo, ha ceduto la vita perfetta in cambio di decidere da sé il bene e il male. Per riavere quello che aveva ceduto si doveva pagare quello che lui aveva ceduto, una vita perfetta, un prezzo che nessun umano poteva pagare, Geova ha dunque provveduto il prezzo (Geova Gire).

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/11/2019 2:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 402
Location: MILANO
Age: 59
Re: Re: Re:
I-gua, 11/09/2019 08.11:




Forse direi piuttosto che ci ha venduto alla famiglia di Satana
Il Riscatto pagato da Cristo ci permette di riabbracciare la famiglia originale

È vivere in questa famiglia satanica che porta ignoranza e degenerazione, schiavitù al peccato.

Il Riscatto ci libera da tutto ciò, così che noi possiamo “rendere sacro servizio all’Iddio vivente!” . Ebrei 9:14


15 È per questo che lui è mediatore di un nuovo patto, affinché, essendoci stata una morte che redime dalle trasgressioni commesse sotto il patto precedente, quelli che sono stati chiamati possano ricevere la promessa dell’eredità eterna. 16 Dove c’è un patto, infatti, deve aver luogo la morte dell’uomo che ha concluso il patto, 17 perché il patto entra in vigore alla morte; non è valido finché l’uomo che lo ha concluso è vivo. 18 Perciò nemmeno il patto precedente fu convalidato senza sangue.

Ebrei 9



Giusto, ma dire il riscatto ci libera .. in che senso? NOn ci libera direttamente dalle nostre debolezze, ma dalla punizione...nella carne.
Siamo giustificati e riscattati delle nostre personali debolezze nella carne poichè le accuse di satana sono state smontate con Cristo a prezzo di sangue, come secondo Adamo.

Questo prezzo pagato evitandoti in base a ciò di essere messo a morte a motivo dei tuoi errori, ti permette nel tempo di ritornare a Dio nella mente quanto nelle azioni. Di riabbracciare infine la famiglia di Dio

Ma uno come Cora sarebbe riscattato dal significato del sacrificio di Cristo? Non lo credo, prendendo di esempio i farisei condannati alla geenna.

Comunque SE Dio pose nel giardino dell'eden una alternativa , questo secondo me non fu senza ragione, ma fu dovuto alla capacità di Dio di conoscere ogni cosa, ogni inclinazione del cuore di tutti.. inevitabile visto che viviamo dentro di lui. Non contraddisse : l'amore spera ogni cosa .Per tal motivo In ultimo la sovranità è soltanto la sua, vedi il caso di Davide e Betsabea.

In sintesi siamo giustificati , riscattati in quanto ai peccati involontari o fatti per debolezza morale dandoti il tempo di combatterle e in ultimo vincerle, siamo riscattati dal peccato di ribellione involontaria, avendo una coscienza che lo prova.

Viceversa Adamo non può essere riscattato, perchè la sua fu una scelta volontaria.

Infatti in realtà la scelta di Adamo fu punita da Dio solo nel senso che Dio abbandonava l'uomo a se stesso, come ha voluto egli propriamente, in sostanza la punizione è più questa, ossia una vita senza Dio e il suo amore, e la sua protezione dalla morte; e non direttamente la morte., quest'ultima da considerare più come conseguenza dell'abbandono che come punizione.

la vera condanna come morte è quando Dio opera la condanna a morte in modo diretto, come il caso di Anania. Ma con Adamo non fu così avendo egli esercitato il suo diritto secondo libero arbitrio pagandone le conseguenza venendo abbandonato dalla fonte della vita.. in quanto anche se Adamo avesse avuto una vita eterna sarebbe morto comunque secondo la legge del caso, magari venendo ucciso

In conclusione il riscatto di giusti e ingiusti corrisponde a questo stato di cose..ma in quanto a meritare la vita eterna alla fine dipenderà dalla nostra scelta.. non dovendo essere più riscattati di niente, come fu per Adamo. Ma Fino a quando dobbiamo essere riscattati ciò non sarà possibile. Volevo precisarlo.






9/11/2019 2:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,223
Age: 39

Questo prezzo pagato evitandoti in base a ciò di essere messo a morte a motivo dei tuoi errori, ti permette nel tempo di ritornare a Dio nella mente quanto nelle azioni. Di riabbracciare infine la famiglia di Dio




New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:42 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com