printprint
New Thread
Reply
 

Paradiso

Last Update: 9/12/2019 2:32 PM
Author
Print | Email Notification    
9/8/2019 11:02 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,352
Location: ZAGAROLO
Age: 28
barnabino, 08/09/2019 22.53:


Giusto gli unti saranno superiori alla legge già dal millenio assieme a Gesù



Non so se è giusto dire "superiori alla legge" o dire che hanno "interiorizzato la legge" al punto di poter essere legge a loro stessi, insomma, la legge è scritta nei loro cuori in modo indelebile e perfetto, diventando un tutt'uno con la legge divina.

Shalom

Per legge mi sto riferendo a un codice scritto.
Si hanno fatto loro i principi e sono loro stessi una proiezione della legge possiamo dire.
Ovvero hanno fatto loro quel che piace a Geova che ogni cosa che fanno e dicono non può che compiacerlo....

Quindi si credo si possa dire anche che sono legge a se stessi .
Cosa credono i cattolici ,qual è la loro speranza per il futuro?88 pt.9/19/2019 6:40 AM by Giandujotta.50
TW vs WOWAnkie & Friends - L&#...52 pt.9/19/2019 12:01 AM by XWF is TNA
Valentina BistiTELEGIORNALISTE FANS FORU...37 pt.9/18/2019 10:41 PM by docangelo
9/8/2019 11:33 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 423
Location: MILANO
Age: 59
Re:
barnabino, 08/09/2019 21.55:

L'albero della conoscenza del bene e del male rappresentava il diritto di Dio di decidere ciò che era bene e ciò che era male. Mangiandone l'uomo si è arrogato questa prerogativa divina, scegliendo da sé il bene e il male. Ma non sappiamo se Geova avesse in mente, un giorno, di permettere agli esseri umani di poterlo fare con il suo permesso, una volta che l'uomo come Gesù avesse interiorizzato i concetti divini di bene e di male, permettendo di fatto all'uomo di diventare legge a sé stesso.

Shalom



nel giardino cera pure l'albero della vita eterna, e che dopo..probabilmente mille anni gli sarebbe stato permesso di mangiarne del frutto.

rimango del parere che non sempre sappiamo cosa è bene o male, le mie decisioni possono intaccare altri senza che siamo in grado di saperlo, perchè magari l'effetto è a lungo termine.NOn ci si corrompe così di un tratto ma a partire da piccole cose che sembrano innocenti

Anche da un punto di vista tecnologico è uguale, adesso si dice che le auto elettriche creano indirettamente inquinamento.. noi dobbiamo interagire sempre con il creatore, egli sarà il ponte per fare come un unico cervello sociale, poichè acquisendo conoscenza fisica dell'universo e evolvendo come società, andiamo sempre incontro a incognite e tentazioni come fu per gli angeli di fronte a quello nuovo creato.

Alla fine dei mille anni le nazioni si inorgogliranno credendosi incorruttibili, autosufficienti... illusione. è sufficiente che un angelo o più angeli si corrompano, come può accadere a uomini, per far crollare l'armonia.

Non dimentichiamo se vengono alla vita nuovi miliardi di esseri umani alla esistenza...nuovi mondi.
la differenza sarà che non gli sarà dato spazio , nè tempo di dimostrare quello già dimostrato

non importa che tipo di legge, che sia democratica o comunista, ma un ordine costituito deve sapersi salvaguardare dalla corruzione per durare...ma non appartiene agli uomini dirigere i loro passi verso l'eternità.
SEnza la guida di Dio ogni ordine sarà soggetto a fallibilità, e pure corruttibilità. E sufficiente pure un solo un elemento cardine , non come autorità ma responsabilità

L'ordine degli angeli non avendo conoscenza di peccato, eppure .. si corruppe in parte creando disordine e guerra nei cieli.

per non esserci peccato non ci deve essere legge, ma senza legge non esisterebbe niente, non esisterebbe una coscienza,ma solo macchine, come voler creare un universo senza leggi fisiche.






9/9/2019 12:00 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 423
Location: MILANO
Age: 59
Re:
Anthony.Sidra, 08/09/2019 22.42:

Giusto gli unti saranno superiori alla legge già dal millenio assieme a Gesù




Ed è qua il punto, non è la legge superiore alla morale.

la legge può essere ridefinita ma sempre in rapporto alla morale.

Oggi non cè autosufficienza in questo, o poca . Non è cosa di tutti.

Ma nell'applicare la legge che io posso crearmi per l'occasione , qui a volte penso che anche un angelo ha necessità di Dio... della sua onnisapienza o onniveggenza.

Quando l'angelo dice a satana ti giudichi Geova, credo che lui era in grado di giudicare il torto, ma lascia fare al Padre .

Il Cristo applica la legge di Dio, non la sua, vedendone in lui l'esempio di come fare....NOn ti dice niente questo? NOn ti rivela Gesù che ha dei limiti che riconosce, ossia ci saranno casi limiti in cui Gesù stesso ha necessità di chiedere a Dio...il come...e se può farlo, o non può. Sia fatta la tua volontà e non la mia.

La idea di porre quell'albero la poteva programmare solo Dio e nessun angelo ... poichè solo Dio è in grado di scrutare i cuori di uomini e angeli, e i tutti i futuri e le ragioni possibili e prevederne la strada che prenderanno gli eventi, ma le creature no.

Le leggi che io posso darmi saranno sempre entro i limiti delle mie possibilità come creatura , ma al di fuori ho bisogno di Dio..

la mia perfezione dipende da lui, senza di lui non potrò mai avere perfezione,posso essere libero da tendenza come ribelle, puro, senza macchia, ma ciò non mi fa realmente perfetto, non perchè corrotto, questo no.






9/9/2019 6:23 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,240
Age: 39
- LEGGI TEOCRATICHE - LEGGI MORALI:: LA LEGGE DI DIO AVRÀ SICURAMENTE VIGORE
Anthony.Sidra, 08.09.2019 22:09:

Sei un testimone di Geova giusto?
Guarda le scritture correlate e dimmi tu a cosa si riferisce se a una legge letterale o alle norme morali che piacciono a Dio che sono superiori a qualsiasi legge?




Carissimi

Io penso che a questo punto sia utile fare una ricerca per comprendere cosa si intende in questo discorso quando si parla di LEGGE DI DIO
(Attenzione: NIN CI RIFERIAMO SEMPLICEMENTE AD UN CODICE SCRITTO)

Così da riflettere sul perché le leggi morali di Dio saranno sicuramente in vigore per gli uomini perfetti nel paradiso restaurato in Terra sotto il Regno di YHWH proprio come lo saranno le sue leggi che governano le cose naturali.


perciò, prima di continuare la discussione vi propongo di leggere attentamente l’erticolo LA GIUSTA LEGGE DEL RE ETERNO È VERITÀ


[SM=g1871112]
9/9/2019 6:29 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,240
Age: 39
Gesù non approvò l’idea che ciascuno divenisse legge a se stesso.
Anthony.Sidra, 08.09.2019 22:42:

Giusto gli unti saranno superiori alla legge già dal millenio assieme a Gesù




Se ti riferisci ad un codice scritto...
Se ti riferisci alla Legge Mosaica
Se ti riferisci alla legge delle Nazioni....

Ma non se ti riferisci alla LEGGE DI DIO, alla LEGGE TEOCRATICA: LA LEGGE PERFETTA E ETERNA

anzi, è vero proprio il contrario: altro che Gesù che è legge per lui medesimo!

Propio Gesù con gli Unti da YHWH GEOVA DIO saranno i TUTORI E RAPPRESENTANTI DELLA LEGGE DI DIO, tant’è che il loro ruolo durante il Regno Messianico sarà proprio quello di educarci e istruirci nella LEGGE DI YHWH, IL PADRE CREATORE



Gesù non approvò l’idea che ciascuno divenisse legge a se stesso.



https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1101973072


PERCHÉ?!

Adamo, essere umano perfetto in Eden, prima della ribellione, era forse LEGGE A SÉ STESSO?
No. In Perspicacia voce LEGGE, è spiegato chiaramente che GEOVA DIO diede la Sua LEGGE PERFETTA anche ad Adamo, umano perfetto.

Adamo - i.e. gli esseri umani - furono creati per essere LEGGE A SÉ STESSI?

No, infatti leggiamo:


. “L’uomo che cammina non è padrone nemmeno di dirigere i suoi passi” (Geremia 10:23)



Ma che è questa LEGGE PERFETTA DI DIO, e perché sarà operativa in eterno, nel Regno di Dio?

Giacomo 1:25



Ma chi esamina attentamente la legge perfetta che appartiene alla libertà e persevera in essa non è uno che ascolta e dimentica, ma uno che mette in pratica; questa persona sarà felice in quello che fa

[Edited by I-gua 9/9/2019 6:58 AM]
9/9/2019 8:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,240
Age: 39
Re: Re: Re:
Anthony.Sidra, 08.09.2019 22:15:

1 corinzi 15:24-28 è il mio passo preferito e lascia intendere anche questo tra le altre cose.

Tutto deve essere sottoposto al figlio escluso il padre.





Poi la fine, quando lui consegnerà il Regno al suo Dio e Padre dopo aver ridotto a nulla ogni governo e ogni autorità e potenza. 25 Infatti deve regnare finché Dio non avrà messo tutti i nemici sotto i suoi piedi; 26 e l’ultimo nemico a essere ridotto a nulla sarà la morte. 27 Dio infatti “ha posto ogni cosa sotto i suoi piedi”. Ma quando viene detto che ogni cosa gli è stata sottoposta, chiaramente è escluso colui che gli ha sottoposto ogni cosa. 28 E quando ogni cosa gli sarà stata sottoposta, allora anche il Figlio stesso si sottoporrà a colui che gli ha sottoposto ogni cosa, affinché Dio sia ogni cosa a tutti.



Cristo regnerà durante il Millennio insegnando e facendo valere LA LEGGE DI DIO, non certo la propria legge, ma governando sotto la Legge Eterna del Padre.

Infatti è una nozione base comprendere che le condizioni paradisiache saranno restaurate in Terra non certo perché ognuno diverrà legge a sé stesso (come voluto da Satana quando instillò la Ribellione e la Contesa Universale) bensì proprio l’opposto, cioè che le condizioni paradisiache in Terra saranno ottenute dal momento che la Legge Perfetta ed Eterna di Dio sarà nuovamente riconosciuta e rispettata.

E quì sta il senso dell’esempio (ESEMPIO PER RIFLETTERE), dell’analogia con il codice della strada: in un paese immaginario dove ognuno rispetterebbe le norme di condotta e le avrebbe incorporate facendole proprie.... guidando sempre in armonia con esse.... non è che queste leggi e norme sparirebbero e il conduttore diverrebbe legislatore per lui medesimo.

Il Legislatore Eterno e Universale è Geova Dio, ed il Suo governo sarà esercitato nel Millennio da Cristo attraverso la volontà divina, che è legge perfetta, giustizia e verità eterna.
Infatti, durante il Millennio, tutte le cose sono sottoposte a Cristo, il Re dei re, nel nome della Legge di Dio e della autorità del Padre YHWH quale Unico Sovrano Universale, l’Eterno, il Legislatore.
[Edited by I-gua 9/9/2019 8:04 AM]
9/9/2019 8:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,352
Location: ZAGAROLO
Age: 28
I-gua io ti ho sempre detto che la legge non sarà necessaria dopo il millenio non durante.

Gesù non sottostà ad alcuna legge e neanche i 144.000 ...
Sono legge a loro stessi, ne stavamo parlando pochi post fa io e barnabino.
Sono loro stessi la legge per chi è sulla terra.
Dio non interferirà con il regno messianico è scritto anche nel passo di corinzi già citato, ergo Dio non darà alcuna legge ma sarà il figlio a farlo.



Non mi ai risposto, sai vedere le scritture correlate?
9/9/2019 9:05 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,352
Location: ZAGAROLO
Age: 28
La legge rappresenta il volere e il pensiero di Dio.
Fino alla fine del millenio ne abbiamo bisogno noi che siamo qui sulla terra.

Ma dopo il millenio il volere divino sarà in noi ..."Dio sarà tutto in tutti" non sta a significare un unione di persona come credono i trinitari riguardo a Gesù quando dice di essere 'uno" con il padre.
Ma rappresenta l'essere rivolti in un unica direzione metaforicamente parlando.
Non ci sarà più alcun bisogno di leggi e regole perché il volere di Dio farà parte della nostra essenza, perché "la tenda di Dio è con il genere umano" e non ci sarà più nulla che non sapremo, " le tenebre spirituali non esisteranno più, perché l'agnello sarà la nostra luce" ...
Non mi sembra così complesso.

Dire legge di Dio anche riguardo alle norme morali non è sbagliato ma queste non sono vere leggi, mancano delle proprietà principali di cui necessitano le leggi .... Sono : giuria-condanna-avvertimento....

Le norme morali di Dio mutano, perché come nella creazione Dio non fa nulla di imperfetto, ma fa tutto incompiuto così da mutarlo a suo piacimento in eterno, così le norme morali....

Rileggi i post precedenti perché mi sto ripetendo fin troppo
9/9/2019 9:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,240
Age: 39
Re:
Anthony.Sidra, 09.09.2019 08:55:

I-gua io ti ho sempre detto che la legge non sarà necessaria dopo il millenio non durante.

Gesù non sottostà ad alcuna legge e neanche i 144.000 ...
Sono legge a loro stessi, ne stavamo parlando pochi post fa io e barnabino.
Sono loro stessi la legge per chi è sulla terra.
Dio non interferirà con il regno messianico è scritto anche nel passo di corinzi già citato, ergo Dio non darà alcuna legge ma sarà il figlio a farlo.



Non mi ai risposto, sai vedere le scritture correlate?




Caro Anthony

mi dispiace [SM=g2857545]

prima ti ho chiesto di definire secondo la tua comprensione cosa è la LEGGE DI DIO.
nelle scritture correlate a questo passo non ci sono elementi che ci permettono di comprendere meglio cosa sia la LEGGE DI DIO, che non è assolutamente da intendersi nel modo limitato che intendi tu.

a questo punto sono io che ti chiedo semplicemente se sai leggere, o piuttosto perché non vuoi leggere gli spunti di riflessione tratti dalle pubblicazioni JW... oppure perché non vuoi accettare le spiegazioni riportate in Perspicacia o in altre pubblicazioni...


sai cliccare sui link indicati?

nel caso contrario, ti riporto un passaggio tratto da LA GIUSTA LEGGE DEL RE ETERNO è LA VERITà:



LA LEGGE DI DIO AVRÀ SICURAMENTE VIGORE

4, 5. Saranno le leggi morali di Dio sicuramente in vigore come lo saranno le sue leggi che governano le cose naturali? Spiegate.

4 Ci sono alcune leggi che sono imposte a tutti, piacciano o no. Per esempio, se una persona salta da un edificio di dieci piani cadrà inevitabilmente, con suo grande danno. La chiamiamo “legge della gravità”. La sanzione o retribuzione è applicata presto e automaticamente. La legge della gravità reca forse difficoltà? No. Essa è essenziale per stare sulla terra. Ciò che reca calamità è la violazione della legge.

5 Simili, sebbene non operino sempre con tale immediata esecuzione, sono le leggi morali. Per illustrare: La Bibbia dice che chi odia il suo fratello è omicida. (1 Giov. 3:15) Il fatto è che l’insegnamento di odiare le persone di altre credenze, nazionalità o razze ha dato luogo in effetti a innumerevoli assassinii, perfino a interi massacri nelle guerre. Così, l’adultero, benché non sempre subisca immediatamente calamità, non migliora mai la sua situazione. Invece, lo colpiranno le pene della legge di infermità, figli deformi, case divise, infelicità, odio e, a volte, assassinio. È forse un peso osservare la legge morale, una restrizione irragionevole che conduca a infelicità, o è la sua violazione a portare difficoltà? La risposta forza la conclusione che la legge biblica è la VERITÀ. Effettivamente opera.

6. Quale valore hanno le leggi di Dio per il genere umano?

6 Questi princìpi fanno parte della legge del supremo e invisibile Dio, il Creatore. Entro i limiti delle sue leggi si muove e si assoggetta ogni cosa. Come dice di Dio Atti 17:28: “Da lui abbiamo la vita e ci muoviamo ed esistiamo, come certi poeti fra voi hanno detto: ‘Poiché siamo pure sua progenie’”. La dichiarazione che Dio fece a Israele: “Non di solo pane in effetti vive l’uomo ma l’uomo vive in effetti di ogni espressione della bocca di Geova”, è il principio che influisce su tutti. (Deut. 8:3; Matt. 4:4) Quando il Creatore proferisce un comando, diviene per l’universo una legge irrevocabile. In Isaia 55:10, 11 egli dichiara: “Poiché proprio come scende il rovescio di pioggia, e la neve, dai cieli e non vi torna, a meno che non saturi effettivamente la terra e la faccia produrre e germogliare, e si dia effettivamente seme al seminatore e pane a chi mangia, così sarà la mia parola che esce dalla mia bocca. Essa non tornerà a me senza risultati, ma per certo farà ciò di cui mi son dilettato, e avrà sicuro successo in ciò per cui l’ho mandata”.

LA PAROLA DI DIO È LA GUIDA SICURA

7. Se seguiamo la Parola di Dio, quale effetto avrà su di noi in quanto all’ubbidienza alla sua legge?

7 Geova Dio il Creatore ha dichiarato molte cose per il genere umano e questi detti son riportati nella sua Parola la Sacra Bibbia. Tutto ciò che questa Parola dice rivela qualche cosa della personalità di Geova. ‘Rinnovando la nostra mente’ per vedere le cose dal suo punto di vista — punto di vista fattivo, realistico — possiamo essere maggiormente simili a lui e ci sarà progressivamente più facile seguire la sua legge. (Rom. 12:2) Ci sarà sempre più naturale vivere in armonia con essa, proprio come lo fu per Gesù. Nella sua perfezione e devozione umana verso Geova fu innaturale per Gesù perfino pensare in alcun senso contro la legge di Dio. (Matt. 16:21-23) Con l’aiuto di Geova per mezzo di Gesù Cristo ora possiamo fare progresso, e sotto il dominio del regno di Dio, quando sarà stata raggiunta la perfezione carnale, non avremo più conflitti con la carne peccaminosa che ci conduca nella direzione sbagliata, come ora avviene secondo Romani 7:21-25, che dice: “Trovo dunque nel mio caso questa legge: che quando desidero fare ciò che è giusto, ciò che è male è presente in me. Realmente io mi diletto nella legge di Dio secondo l’uomo che sono interiormente, ma vedo nelle mie membra un’altra legge che combatte contro la legge della mia mente e mi conduce prigioniero alla legge del peccato che è nelle mie membra. Misero uomo ch’io sono! Chi mi libererà dal corpo che subisce questa morte? Grazie a Dio per mezzo di Gesù Cristo nostro Signore! Così, dunque, con la mia mente io stesso sono schiavo della legge di Dio, ma con la mia carne della legge del peccato”.

8. Che cosa si dovrebbe determinare circa la propria religione, e perché?

8 Geova è l’Iddio della legge e della verità. Gesù disse: “Dio è Spirito, e quelli che l’adorano devono adorarlo con spirito e verità”. (Giov. 4:24) La via della religione dev’essere la via della verità per essere una guida sicura. Perciò, se un modo di vivere o forma di adorazione non è secondo ciò che è vero e fattivo, la persona che la segue andrà a finire nel disastro. In Proverbi 16:25 siamo avvertiti: “Esiste una via che dinanzi a un uomo è retta, ma la fine d’essa sono poi le vie della morte”. Poiché ciò che una persona realmente crede determina come vivrà, deve seguire la verità se vuole sperare d’aver successo.



Questo passo smentisce molte tue affermazioni, così come gli altri passi citati da Perspicacia, anche se ti ostini a fare finta di nulla.


per esempio tu affermi che:

Anthony.Sidra, 07.09.2019 13:03:

(...)
Una legge invece viene imposta per punire chi trasgredisce , questo non può accadere perché il peccato non esiste più.
(...)



il testo sopra invece ti spiega che YHWH emana le sue leggi per guidare, proteggere, condurre e governare le creature intelligenti e dotate di libero arbitrio come angeli ed esseri umani.
PER IL LORO BENE, PER LA LORO FELICITà COME DETTO IN Giacomo 1:25



Ma chi esamina attentamente la legge perfetta che appartiene alla libertà e persevera in essa non è uno che ascolta e dimentica, ma uno che mette in pratica; questa persona sarà felice in quello che fa



per LEGGE DI DIO non si intende assolutamente una lista di divieti, un codice scritto di prescrizioni emanate per punire chi trasgredisce!

il testo sopra ti fa intendere (nozione base) che la disgrazia deriva dalla CONSEGUENZA di non seguire la volontà di DIO che è LEGGE per il nostro bene... NON PER PUNIZIONE DIVINA!
La punizione divina, diretta e istantanea è più l'eccezione che la regola per colui che non osserva la LEGGE DI DIO.... infatti LA LEGGE PERFETTA DI DIO è emanata per preservarci dalle spiacevoli e necessarie, inevitabili conseguenze che derivano dal non osservarle, come buttarsi dal 11 piano implica la morte, così vale PER LE LEGGI MORALI, le legge teocratica, la legge eterna di Dio. Perciò come spiegato LA LEGGE DI DIO AVRà SICURAMENTE VIGORE NEL PARADISO RESTAURATO IN TERRA SOTTO IL REGNO MESSIANICO E OLTRE, in eterno.
[Edited by I-gua 9/9/2019 9:28 AM]
9/9/2019 10:56 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,352
Location: ZAGAROLO
Age: 28
I-gua finalmente ci siamo quasi.
Inizialmente parlavamo di un codice scritto, quello non esisterà più.


La legge di Dio non è una legge letterale, ne mancano le proprietà necessarie che sono la punizione per eventuale trasgressione e il divieto.

Per fare un esempio con ildice stradale che avete menzionato voi .

La legge dice : obbligo di girare a destra , divieto di girare a sinistra - sanzione sequestro del mezzo.

Il principio invece : andare a destra .


Non so se rende bene l'idea ...
Dio non avrà bisogno di dare leggi perché qualsiasi cosa dirà, questa verrà messa in pratica da tutti senza discutere.
Non esisterà nessuno che si chieda il perché non deve andare a sinistra, nessuno che si chieda cosa succede se va a sinistra e meno ancora esisterà qualcuno che ci proverà.
Questa è la perfezione, una totale coesione con Dio in tutto.

Le norme morali e i principi possono essere chiamati leggi, ma non lo sono di fatto.

È come dire che il sangue può essere chiamato "anima" anche se è la "casa del anima" ... Di fatto non è un errore e neanche un inesattezza, ma un modo di semplificare il concetto scritturale.

Chiamare principi e norme morali con l'appellativo di "legge di Dio" non è un errore ma non sono leggi letterali.....

Sono riuscito a spiegarmi ? 😅....
Devo migliorare le mie spiegazioni
9/9/2019 12:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,240
Age: 39
Caro Anthony,

ritengo ancora che tu abbia una comprensione un po' distorta riguardo al concetto generale di LEGGE, in particolare su questo punto: una legge non viene emanata per punire i trasgressori, ma per tutelare le persone.

questo vale anche per il codice stradale, il divieto di svolta a destra non è posto per punire i trasgressori, ma per evitare incidenti e preservare la vita. Indipendentemente se la trasgressione sia sanzionata o meno.

questo vale ancora di più per la LEGGE ETERNA E PERFETTA DI DIO.

Come spiegato negli articoli dell'Organizzazione, già menzionati (leggili bene e riflettici sù)

LA LEGGE ETERNA E PERFETTA DI DIO sono tutte le disposizioni che manifestano la volontà divina, e solo il rispetto e l'osservanza di questa legge eterna e perfetta di Dio permette di vivere in eterno in Terra, in condizioni paradisiache, felici... perché solo la LEGGE ETERNA E PERFETTA DI DIO, fatta osservare sotto la Teocrazia (dal Regno Messianico e oltre) garantisce la felicità e la libertà che è garantita e retta appunto da questa legge eterna, universale e perfetta.
Il fatto che durante il millennio saremo educati ed istruiti da Gesù sulla base della LEGGE DI YHWH e che dopo il millennio chi vivrà avrà incorporato e fatto sua questa LEGGE ETERNA vivendo in armonia con essa affinché Dio sia ogni cosa a tutti non implica assolutamente che dopo il Millennio ognuno diventi "LEGGE A SÈ" (idea ripugnata da Cristo e promossa da Satana) e che - a motivo della perfezione raggiunta dall'umanità redenta - non ci sia più bisogno di un Sovrano Universale, di un Legislatore supremo, di un Governo divino, del Regno dei Cieli, della Teocrazia che è sostenuta dalla LEGGE ETERNA E PERFETTA DI DIO.

Queste sono deduzioni tue che sinora non ho riscontrato mai esplicitamente né nelle Sacre Scritture, né nelle pubblicazioni JW.

come direbbe il gentil Francesco:
grazie.

[SM=g1871112]



[Edited by I-gua 9/9/2019 12:20 PM]
9/9/2019 2:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,352
Location: ZAGAROLO
Age: 28
"cosa ripudiata da Cristo e promossa da satana".... Indicheresti il dove ?

Bene quindi saprai indicarmi una sola legge utile dopo il millenio....

Numerale, tanto ti posso dimostrare una per una che non servono più.
9/9/2019 3:09 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,240
Age: 39
Re:
Anthony.Sidra, 09.09.2019 14:29:

"cosa ripudiata da Cristo e promossa da satana".... Indicheresti il dove ?

Bene quindi saprai indicarmi una sola legge utile dopo il millenio....

Numerale, tanto ti posso dimostrare una per una che non servono più.




Caro Anthony

per iniziare, per quanto concerne il fatto che Gesù non approvò l’idea che ciascuno divenisse legge a se stesso, neppure nella perfezione, ti ho già indicato dove. Da notare che questo vale per Gesù medesimo, per gli Angeli e per gli esseri Umani.

ti sei accorto? ai trovato la fonte?


[SM=g1871112]
[Edited by I-gua 9/9/2019 3:19 PM]
9/9/2019 3:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,352
Location: ZAGAROLO
Age: 28
Re: Re:
I-gua, 09/09/2019 15.09:




Caro Anthony

per iniziare, per quanto concerne il fatto che Gesù non approvò l’idea che ciascuno divenisse legge a se stesso, ti ho già indicato dove.

ti sei accorto? ai trovato la fonte?


[SM=g1871112]

I-gua ma ai letto quello che abbiamo detto sia io che barnabino?
Essere legge a se stesso si intende che fa la volontà di Dio non ad una anarchia, sempre perché stiamo parlando del contesto paradisiaco.


Quindi una legge che ha utilità nel mondo post millenio la sai trovare ?
9/9/2019 3:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,240
Age: 39
Re: Re: Re:
Anthony.Sidra, 09.09.2019 15:12:

I-gua ma ai letto quello che abbiamo detto sia io che barnabino?
Essere legge a se stesso si intende che fa la volontà di Dio non ad una anarchia, sempre perché stiamo parlando del contesto paradisiaco.


Quindi una legge che ha utilità nel mondo post millenio la sai trovare ?




caro Anthony
pretendi risposte ma non rispondi.
rispondi e avrai le risposte.

che per "essere legge a sé stesso" si intenda che fa la volontà di Dio lo affermi tu, e Barnabino con più appropriate nuaces, non la Bibbia, né lo SFS.
sono questi che fanno autorità, più che te e Barnabino, con rispetto parlando.
sai darmi riferimenti specifici ed ESPLICITI riguardo questo "intendimento", se non biblici almeno relativi alla letteratura JW?

Ma dimmi un po', se REALMENTE "essere legge a sé stesso" significhi fare la volontà di Dio mi puoi spiegare perché GESÙ Non approvò l’idea che ciascuno divenisse legge a se stesso?

TI SEMBRA POSSIBILE?

Ti sembra possibile che Gesù non approvò l'idea che ognuno fa la volontà del Padre suo?

[SM=g7422]


per me è evidente che questa affermazione non è sostenibile, indi il tuo intendimento in merito ad "essere legge a sé stesso" va corretto...
... poi fai un po' tu...

[SM=g1871112]
[Edited by I-gua 9/9/2019 3:26 PM]
9/9/2019 5:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 58,425
Moderatore
Caro Igua,


non la Bibbia, né lo SFS.
sono questi che fanno autorità, più che te e Barnabino, con rispetto parlando



Il fatto è che stiamo facendo solo speculazioni, di quello che sarà la vita dell'umanità perfetta dopo il millennio sappiamo ben poco, sappiamo solo che saremo tutti riportati al rango di "figli" e "Dio sarà ogni cosa a tutti". Sappiamo poco anche qual era il proposito finale per Adamo, lo scopo degli alberi del bene e del male e della vita, semmai Dio avesse permesso loro di mangiarne dopo un certo tempo. Stiamo solo speculando dunque, come detto all'inizio, e dunque possiamo fare molte ipotesi. Meglio concentrarsi su come oggi fare la volontà di Dio?

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/9/2019 5:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 6,240
Age: 39
Caro Barnabino,

Più che speculare sulle questioni da te citate, su alberi ecc... per me si tratta piuttosto di definire o ridefinire dei concetti in modo che questi si accordino con gli insegnamenti scritturali e con quelli dello Schiavo fedele e saggio , sempre non andando al di là di ciò che è scritto, in armonia con le dottrine fondamentali.

Per me affermare che la Legge Perfetta di Dio, le leggi morali teocratiche, siano eterne e che saranno restaurate durante il Millennio e in vigore nel Regno di Dio non mi sembra affatto speculazione, ma una banalità ( o verità biblica) in linea con gli insegnamenti dello Sfs
[Edited by I-gua 9/9/2019 5:56 PM]
9/9/2019 6:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,352
Location: ZAGAROLO
Age: 28
I-gua avrò spiegato almeno 20 volte questa cosa.
Le" leggi di Dio" nella bibbia si riferisce alle norme morali e i principi non a vere leggi.
Ma possono essere chiamate giustamente legge....

Quante volte lo avrò detto ? 100?
Quante volte avrò ripetuto che con legge io mi sto riferendo ad un codice scritto e pre stabilito?

Non mi ai detto dove nella bibbia viene demonizzato il essere legge a se stesso.
E non mi ai detto quale legge scritta sarebbe utile dopo il millenio.


Le leggi morali esisteranno per sempre e questo è logico.... Ma le leggi morali non sono vere leggi, non ne hanno le caratteristiche.

La legge prestabilita non si occupa solo di tutelare la vita, ansi spesso e volentieri non gli può importare di meno.
Per esempio Mosè scrisse anche le leggi riguardo gli animali smarriti e cosa ha a che vedere con la tutela della vita? Eppure queste leggi sugli animali avevano pre imposto una punizione per il trasgressore.

La legge morale è virtualmente inviolabile e non ha pre imposto alcuna sanzione .
Sono di fatto 2 cose diverse.
Riesci a comprendere ?....
9/9/2019 6:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 423
Location: MILANO
Age: 59
Re:
Anthony.Sidra, 09/09/2019 18.15:

I-gua avrò spiegato almeno 20 volte questa cosa.
Le" leggi di Dio" nella bibbia si riferisce alle norme morali e i principi non a vere leggi.
Ma possono essere chiamate giustamente legge....

Quante volte lo avrò detto ? 100?
Quante volte avrò ripetuto che con legge io mi sto riferendo ad un codice scritto e pre stabilito?

Non mi ai detto dove nella bibbia viene demonizzato il essere legge a se stesso.
E non mi ai detto quale legge scritta sarebbe utile dopo il millenio.


Le leggi morali esisteranno per sempre e questo è logico.... Ma le leggi morali non sono vere leggi, non ne hanno le caratteristiche.

La legge prestabilita non si occupa solo di tutelare la vita, ansi spesso e volentieri non gli può importare di meno.
Per esempio Mosè scrisse anche le leggi riguardo gli animali smarriti e cosa ha a che vedere con la tutela della vita? Eppure queste leggi sugli animali avevano pre imposto una punizione per il trasgressore.

La legge morale è virtualmente inviolabile e non ha pre imposto alcuna sanzione .
Sono di fatto 2 cose diverse.
Riesci a comprendere ?....




in pratica come la legge del levirato, e similari. Credo sia questo quello che vuoi dire.

e la stessa cosa di quello che scrivevo io riguardo il matrimonio come legge, che per il mio parere va contro la morale se esercitato illegittimamente. conoscendo la morale di Dio riguardo a cosa considera veramente come una sola carne.

Pur vero che per non fare inciampare tu rispetti la debolezza degli altri, almeno fino a quando non devi andare contro la morale. O la fede. la morale non è una legge, ma è tua nella misura che la comprendi, determinando per te stesso delle regole , non toccare non prendere che però valgono per te, per i tuoi limiti, o difetti da correggere, ma che non sono applicabili a tutti, perchè gli altri avranno difetti diversi,esigenze diverse e in questo chiedere la guida personale di Dio, se possibile

in Israele vi erano leggi per tutto , poichè non vi era autosufficienza morale.

Un insegnante non deve limitarsi a fare leggi, ma insegnare a divenire autosufficienti moralmente parlando, per non dover fare centinaia di leggi e regole, ma questo non sono disposti a farlo tutti, così che gli altri avranno sempre da imparare ma non verranno mai alla accurata conoscenza , che va al di là della semplice formalità o legge scritta, quando essa è soltanto un esempio, per arrivare a comprendere la morale che cè dietro.

Ciò creando dipendenza.. a volte voluta intenzionale di chi insegna.




9/9/2019 8:15 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,352
Location: ZAGAROLO
Age: 28
ti sei avvicinato.

Per fare un esempio che mi viene in mente ora.

La costituzione di per sé non è legge, ma viene chiamata legge , e questo non implica un errore ma è inesatto.

La costituzione è l'insieme delle norme morali e dei principi di uno stato.

Le leggi sono strettamente collegate alla costituzione con lo scopo di tutelare la costituzione ....

Nel mondo post millenio nessuno violerà la costituzione (legge morale di Dio) in alcun modo... Quindi le leggi che servono per difendere la legge morale di Dio sparirà.
Semplicemente perché per violare questa costituzione (legge morale di Dio) bisogna essere imperfetti....

Saremo legge a noi stessi nel senso che ogniuno seguirà un proprio codice per seguire la costituzione e ogniuno metterà improprio limiti... Ma non sarà necessario sarà tutto per la gloria di Dio....

Io cello messa tutta... Non so che inventarmi per spiegare un concetto così semplice 😅
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:20 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com