printprint
New Thread
Reply
 

Perché molti credono nell'evoluzione?

Last Update: 6/25/2020 1:16 AM
Author
Print | Email Notification    
9/16/2019 6:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore

Visto la fine che ha fatto Giuda, Saul e il popolo di Israele in generale si direi proprio che il cuore è ingannevole anche se scelti da DIO



Il problema in quel caso è che non mostrarono fede, però... non si capisce la relazione con l'argomento in discussioni francamente. E poi Giuda chi?

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/16/2019 6:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,915
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Vostok1, 16/09/2019 18.01:



Visto la fine che ha fatto Giuda, Saul e il popolo di Israele in generale si direi proprio che il cuore è ingannevole anche se scelti da DIO





Dio sceglie le persone e le attira a se, ma resta il libero arbitrio, che Dio non lede…..ma vogliamo tornare al tema?

Che ne dici?


-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
9/17/2019 8:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 285
Location: MODENA
Age: 52
Perchè molti credono nell'evoluzione?
Aquila-58, 16/09/2019 08.05:


un atto di fede e basta.
Dio è nel cuore prima ancora che in un libro.
Se il cuore si volge a Lui, Colui che legge i cuori ci attira a se (Giovanni 6:44)....poi c'è l' ammaestramento (Giovanni 6:45)
Ciao


Se quello che affermi fosse vero, tutti coloro che credono col cuore sarebbero credenti nella medesima religione, ma così non è.
Ci sono cristiani che credono col cuore, ebrei che credono col cuore, mussulmani che credono col cuore, indù che credono col cuore, ecc. ecc. e ciascuno di essi crede a ciò che legge nel proprio testo sacro.
A meno che tu non intenda dire che, per aver fede nella Bibbia occorre usare il cuore e non la testa… in tal caso, sarei d’accordo con te.

Saluto.
[Edited by Cattolico Curioso 9/17/2019 8:21 PM]
------------------------------------------------------------------
Il fatto che non comprendiamo un concetto, non lo rende sbagliato.
9/17/2019 8:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore

A meno che tu non intenda dire che, per aver fede nella Bibbia occorre usare il cuore e non la testa… in tal caso, sarei d’accordo con te



Direi che richiede l'uno e l'altro... a meno che Dio non sia muto e inaccessibile.

Shalom
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/17/2019 9:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,915
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Perchè molti credono nell'evoluzione?
Cattolico Curioso, 17/09/2019 20.19:


Se quello che affermi fosse vero, tutti coloro che credono col cuore sarebbero credenti nella medesima religione, ma così non è.
Ci sono cristiani che credono col cuore, ebrei che credono col cuore, mussulmani che credono col cuore, indù che credono col cuore, ecc. ecc. e ciascuno di essi crede a ciò che legge nel proprio testo sacro.
A meno che tu non intenda dire che, per aver fede nella Bibbia occorre usare il cuore e non la testa… in tal caso, sarei d’accordo con te.

Saluto.




io mi rifaccio alle parole di Cristo.
Non parlo delle altre religioni…
Secondo Cristo, è Dio che attira i credenti, evidentemente leggendo i loro cuori...poi, come dice Cristo, c' è l' ammaestramento e qui possono sorgere teologie diverse.

Ovviamente non mi passa neppure per l' anticamera del cervello di dire che la fiducia nella veridicità della parola di Dio nel suo complesso si possa avere solo con il cuore e non con la testa.
Servono entrambi e allora, ragionando senza pregiudizi, scopriamo che dalla Genesi all' Apocalisse la Bibbia ha un solo straordinario filo conduttore….bisogna coglierlo e amarlo, col cuore e con la mente.
Perché è il disegno divino, che ci riguarda tutti…



Saluto anch' io


[Edited by Aquila-58 9/17/2019 9:56 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
9/18/2019 8:34 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,429
Age: 41
Perché molti credono All’evoluzione?

Perché molti credenti credono al fissismo?

-----------------------
Ospite (utente non TdG)

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
9/18/2019 8:50 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,429
Age: 41
Re: Perchè molti credono nell'evoluzione?
Cattolico Curioso, 17.09.2019 20:19:


Se quello che affermi fosse vero, tutti coloro che credono col cuore sarebbero credenti nella medesima religione, ma così non è.
Ci sono cristiani che credono col cuore, ebrei che credono col cuore, mussulmani che credono col cuore, indù che credono col cuore, ecc. ecc. e ciascuno di essi crede a ciò che legge nel proprio testo sacro.
A meno che tu non intenda dire che, per aver fede nella Bibbia occorre usare il cuore e non la testa… in tal caso, sarei d’accordo con te.

Saluto.




Barnabino non ha parlato di credere col cuore

Dio è nel cuore
Ha detto.

Non occorre credere col cuore a qualsiasi libro sacro
Ma cercare il vero Dio con tutto il proprio cuore
Allora il Vero Dio si accosta a noi, ci fa trovare in un modo o nell’altro il Suo Testamento (e non qualsiasi altro libro “Sacro”) e ci fa intendere la Sua Parola tramite il potere del Suo spirito.

Per Fede cristiana non si intende credere col cuore ad un qualsiasi libro sacro.
La Fede non è questione di cuore, ma di intendimento e di certezze, di conferme e prove sulla Verità della Parola di Dio esperita in prima persona, la Fede si basa sulla conoscenza delLa Parola di Dio e sull’esperienza delLa Mano del Dio Vivente.
Per aver Fede nella Bibbia occorre cercare Dio con tutto il cuore ed esercitare vero intendimento delLa Parola, ciò che implica sia le nostre facoltà mentali, la nostra buona disposizione di cuore, ma anche il dono e il favore di Dio che esercita attraverso il Suo Spirito... perché l’intendimento delLa Parola è dono di Dio, così è dono di Dio la Fede che dobbiamo coltivare e ancorare su fatti e parole che ci attestano l’esistenza del Creatore sulla base delLa Parola di Dio, che è Gesù: il Principale Agente Perfezionatore della nostra Fede.

La Fede non è creduloneria, altrimenti la fede sarebbe cieca, è facilmente mal riposta.
-----------------------
Ospite (utente non TdG)

KEEP CALM, BABYLON SHALL FALL

ΑΩ alla regia.
9/19/2019 6:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 285
Location: MODENA
Age: 52
Re:
barnabino, 16/09/2019 17.32:


Di conseguenza, è evidente che l’idea della creazione avvenuta per opera di Dio, sebbene non impossibile, non sia dovuta all’applicazione della scienza o della logica, ma sia di fatto un atto di FEDE nella Bibbia



Non solo la Bibbia ipotizza l'idea di un creatore, comunque. Non mi pare illogico pensare che esista un crreatore né la fede va contro la logica. Paolo usa un ragionamento logico ineccepibile, come una casa è costruita da qualcuno anche l'universo da un creatore.
Shalom


Non mi parre di aver mai affermato che solo la Bibbia ipotizza l'idea di un creatore, né che pensare che esista un creatore sia illogico; anzi, al punto 4.2 del mio post #115 ho chiaramente scritto che «nulla ci vieta di ipotizzare che l’universo esiste perché esiste un Dio che ha fatto in modo che esistesse, così quel “qualcosa” a partire dal quale è possibile spiegare scientificamente tutto quello che è accaduto successivamente non è l’universo, ma è Dio. Così facendo, introduciamo una “complicazione”: l’ipotesi che Dio abbia creato l’universo, sebbene plausibile, non è dimostrabile scientificamente.».
In altre parole,
1) Chi ha fede nella Bibbia pensa che Dio -e solo Dio- può esistere senza avere una causa; il motivo per cui pensa questo, è che… così è scritto sulla Bibbia.
2) La scienza è in grado di spiegare l’esistenza dell’universo a partire dal Big Bang ad oggi in maniera talmente convincente, che i creazionisti non negano la sequenza degli eventi ricostruita dagli scienziati, bensì negano che tale sequenza di eventi possa essersi verificata in assenza di una mente superiore capace di far accadere gli eventi nella giusta sequenza.
3) La scienza non nega che qualcosa (sia esso l’universo o Dio) possa esistere senza essere stato creato da un'entità superiore, in quanto l’universo che ci circonda è in continua evoluzione, quindi l’universo deve pur avere avuto un inizio. Se ipotizziamo che l’universo primordiale possa esistere senza essere stato creato da un’entità superiore, possiamo usare la scienza per spiegare tutto il resto; se ipotizziamo che Dio possa esistere senza essere stato creato da un’entità superiore, possiamo successivamente ipotizzare che Dio abbia creato l’universo primordiale e poi usare la scienza per spiegare tutto il resto.
4)È il “Rasoio di Occam” (quindi non è la scienza) a decidere quale sia la teoria da preferire; questo principio metodologico, sancisce che, in presenza di teorie diverse in grado di spiegare il medesimo fatto, si deve “preferire” la teoria più semplice, che non è quella più facile da accettare, ma quella che ingloba il minor numero di ipotesi. Nel nostro caso, la teoria che ingloba il minor numero di ipotesi prevede che l’universo primordiale possa esistere senza essere stato creato da un’entità superiore, e questo spiega perché molti credono nell'evoluzione.
barnabino, 16/09/2019 17.32:



Mi pare logico, al contrario che si preferisca indicare il "nulla" come ente che ha prodotto l'universo pare la soluzione più illogica. Il nulla notoriamente genera nulla.
...
Shalom

Per quanto ne so, non è una questione di logica: l'unico motivo valido (valido per i cristiani) per ritenere che l'universo è stato creato da Dio, è che così è scritto nella Bibbia.
Se mi sbaglio, spiegami per quale motivo dovrebbe essere illogico indicare il "nulla" come ente che ha prodotto l'universo, e contemporaneamente, dovrebbe essere logico indicare il "nulla" come ente che ha prodotto Dio.
------------------------------------------------------------------
Il fatto che non comprendiamo un concetto, non lo rende sbagliato.
9/19/2019 7:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
Caro Cattolico,


Così facendo, introduciamo una “complicazione”: l’ipotesi che Dio abbia creato l’universo, sebbene plausibile, non è dimostrabile scientificamente



Anche dire che l'universo viene dal nulla crea una "complicazione".


4)È il “Rasoio di Occam” (quindi non è la scienza) a decidere quale sia la teoria da preferire; questo principio metodologico, sancisce che, in presenza di teorie diverse in grado di spiegare il medesimo fatto, si deve “preferire” la teoria più semplice, che non è quella più facile da accettare, ma quella che ingloba il minor numero di ipotesi



Ma dire che una casa viene dal "nulla" ingloba usa serie di ipotesi tutt'altro che più semplici dell'idea che un creatore ha costruito una casa...


Per quanto ne so, non è una questione di logica: l'unico motivo valido (valido per i cristiani) per ritenere che l'universo è stato creato da Dio, è che così è scritto nella Bibbia



Come detto non solo i cristiani credono nella creazione né lo si crede perché è scritto nella Bibbia, Paolo stesso usa un argomento logico, non fa riferimanto alla Bibia.


Se mi sbaglio, spiegami per quale motivo dovrebbe essere illogico indicare il "nulla" come ente che ha prodotto l'universo, e contemporaneamente, dovrebbe essere logico indicare il "nulla" come ente che ha prodotto Dio



Perché se vedi una casa trovi illogico che nulla l'abbia fatta. Chi ha creato Dio è un altro problema dato che come creatore è per definizione al di fuori dell'universo fisico e le sue regole. D'altronde non possiamo escludere che, per natura stessa della scienza, un domani si possano trovare argomenti scientifii che dimostrano un creatore. Insomma, la scienza non ha bisogno di Dio ma questo non significa automaticamente che l'ipotesi di Dio sia quella più complicata e dunque vada scartata.

Shalom
[Edited by barnabino 9/19/2019 8:13 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/20/2019 12:53 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,970
Location: MILANO
Age: 60
Re: Re:
Cattolico Curioso, 19/09/2019 06:52 p. m.:

Per quanto ne so, non è una questione di logica: l'unico motivo valido (valido per i cristiani) per ritenere che l'universo è stato creato da Dio, è che così è scritto nella Bibbia.
Se mi sbaglio, spiegami per quale motivo dovrebbe essere illogico indicare il "nulla" come ente che ha prodotto l'universo, e contemporaneamente, dovrebbe essere logico indicare il "nulla" come ente che ha prodotto Dio.



Dal nulla viene nulla. Il nulla non esiste.

Luniverso ció da cui proviene é sempre esistito. La domanda: era polvere mágica la fonte o era un essere intelliggente.?

Risposta :il divenire dell universo come struttura ha avuto un inizio una trasformazione.

Domanda,la materia di cui é fatto é in grado di autostrutturarsi da sola rispetto tutto quello che si é formato? No!

Dunque é occorsa una causa intelligente. La Prova? La capacita di pensare umana non é in grado di diventare cosciente in uno spazio vuoto dove non ce nessuna legge e struttura...logica. il programma operativo lo riceve dalle strutture logiche della realtà física.

Lintelligenza logica razionale delluomo é una conseguenza e immagine di quello impresso nella materia bio e cosmica.

Noi siamo la prova che esiste, il nostro io cosciente di scienziati evocato da quanto impresso nel cosmo e sulla terra. Non vige la pazzia nel cosmo

Io = Dio l autore.

Non veniamo dal nulla, siamo una immagine del cosmo e il cosmo é una immagine di una entità suprema..che ci istruisce in modo tecnico all infinito attraverso esso

L entropía é allontanamento físico e morale..da Egli. Inevitabile senza di Lui.

La fede di chi decide come dio di se stesso cosa deve essere vero e cosa no, derivato da infallibilita dogmática, disonora il creato di cui Dio si fa vanto per dimostrare mediante la sua opera la sua Sapienza e Potenza.Dunque la sua esistenza Decidere perché voglio sia cosi non é fede...ma simile alla fede di chi mente pure a se stesso ..volendo assecindare la realtà ai suoi desideri, a meno che della fede ne fai una programmazione robotizzata, predestinata.
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
9/20/2019 12:58 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,970
Location: MILANO
Age: 60

4)È il “Rasoio di Occam” (quindi non è la scienza) a decidere quale sia la teoria da preferire; questo principio metodologico, sancisce che, in presenza di teorie diverse in grado di spiegare il medesimo fatto, si deve “preferire” la teoria più semplice, che non è quella più facile da accettare, ma quella che ingloba il minor numero di ipotesi



Puro dogmatismo nulla di scientifico
------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
9/20/2019 7:11 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,025
Location: MILANO
Age: 53
TdG
Re: Re:

4)È il “Rasoio di Occam” (quindi non è la scienza) a decidere quale sia la teoria da preferire; questo principio metodologico, sancisce che, in presenza di teorie diverse in grado di spiegare il medesimo fatto, si deve “preferire” la teoria più semplice, che non è quella più facile da accettare, ma quella che ingloba il minor numero di ipotesi.



Come già fatto notare tale “Rasoio di Occam” NON è Vangelo, molti scienziati lo considerano solamente un modo per svicolare dai problemi e quindi non è un principio da applicare in ogni caso.



Nel nostro caso, la teoria che ingloba il minor numero di ipotesi prevede che l’universo primordiale possa esistere senza essere stato creato da un’entità superiore, e questo spiega perché molti credono nell'evoluzione.



Sempre che sia vero che implica meno ipotesi (cosa che dubito), anche credere che un morto per omicidio sia morto per cause naturali implica un minor numero di ipotesi ma dubito che questo impedisca agli inquirenti di investigare, come fatto notare sopra l' accettare l' ipotesi più semplicistica (non semplice)non è sempre la via corretta.
[Edited by Pino2019 9/20/2019 7:12 AM]
9/20/2019 8:19 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,970
Location: MILANO
Age: 60
Re: Re: Re:
Pino2019, 20/09/2019 07:11 a. m.:


4)È il “Rasoio di Occam” (quindi non è la scienza) a decidere quale sia la teoria da preferire; questo principio metodologico, sancisce che, in presenza di teorie diverse in grado di spiegare il medesimo fatto, si deve “preferire” la teoria più semplice, che non è quella più facile da accettare, ma quella che ingloba il minor numero di ipotesi.



Come già fatto notare tale “Rasoio di Occam” NON è Vangelo, molti scienziati lo considerano solamente un modo per svicolare dai problemi e quindi non è un principio da applicare in ogni caso.



Nel nostro caso, la teoria che ingloba il minor numero di ipotesi prevede che l’universo primordiale possa esistere senza essere stato creato da un’entità superiore, e questo spiega perché molti credono nell'evoluzione.



Sempre che sia vero che implica meno ipotesi (cosa che dubito), anche credere che un morto per omicidio sia morto per cause naturali implica un minor numero di ipotesi ma dubito che questo impedisca agli inquirenti di investigare, come fatto notare sopra l' accettare l' ipotesi più semplicistica (non semplice)non è sempre la via corretta.




Bravo era questo che intendevo con il definirlo dogmatismo.

Ma il discorso é pure mal applicato nel caso di Dio. E non solo di Dio, Da qui la malafede di alcuni, non tutti.
E malafede dire che piu é intelligente é piu deriva dal caso, quando la matematica dice il contrario, malafede e menzogna per confondere la gente che si fida ciecamente di essi.

Malafede di chi cosciente di ingannare, perché Dio é lipotesi piu semplice. In quanto, che qualcosa é sempre esistito, e molto complessa é verità assoluta.
Vuoi chiamarla Dio , alieno extraterrestre, fluttuazione quantistica nell orizzonte degli eventi...ecc.un potenziale matemáticamente intelligente senza il quale niente poteva divenire in altra forma dinamica.

Il vero problema é cercare la causa del divenire dell universo. O della vita.
E qui che per sostituire Dio, una intelligenza cosciente che é lipotesi piu semplice, se non la piu ovvia perché inescusabile ci si é imbarcati in ipotesi infinite, cercando ad ogni angolo del divenire cosmico o biologico una causa possibile per la sua comparsa .

La malafede ad esempio fa si che non trovando le cause quasi infinite della vita sulla terra, si fa che la vita é venuta dallo spazio volendo cosi arginare le risposte che identifichino le cause e quindi le ipotesi infinite per la comparsa di tutto quello che spiega la vita, questo come esempio di condotta non scientifica. La malafede fa lincenziare un professore universitario solo perché vuole fare un dibattito in aula su creazione e evoluzione. La malafede porta ad ad alterare dati, prove archeo, occultare quello che fa naufragare la teoria, eccc


------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
9/20/2019 4:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 285
Location: MODENA
Age: 52
Re:
barnabino, 19/09/2019 19.24:

Caro Cattolico,

Così facendo, introduciamo una “complicazione”: l’ipotesi che Dio abbia creato l’universo, sebbene plausibile, non è dimostrabile scientificamente


Anche dire che l'universo viene dal nulla crea una "complicazione".


1) Mai affermato il contrario. Rileggiti attentamente il mio post [#88 del 10/09/2019 ore 23.00] ed il punto 3 del mio post [#128 del 19/09/2019 ore 18.52]. Ciò che io affermo, è che la tesi evoluzionistica prevede un solo punto che la scienza non sa spiegare (e cioè che l’universo sia nato dal nulla), mentre la tesi creazionista prevede due punti che la scienza non sa spiegare (e cioè che Dio sia nato dal nulla, e che Dio abbia creato l’universo).
barnabino, 19/09/2019 19.24:



4)È il “Rasoio di Occam” (quindi non è la scienza) a decidere quale sia la teoria da preferire; questo principio metodologico, sancisce che, in presenza di teorie diverse in grado di spiegare il medesimo fatto, si deve “preferire” la teoria più semplice, che non è quella più facile da accettare, ma quella che ingloba il minor numero di ipotesi


Ma dire che una casa viene dal "nulla" ingloba usa serie di ipotesi tutt'altro che più semplici dell'idea che un creatore ha costruito una casa...


2) Non esiste un solo motivo scientifico valido per ritenere che l’ipotesi che una casa venga dal nulla inglobi più ipotesi e/o più complicate di quelle che si devono fare per ritenere che il costruttore della casa venga dal nulla. Chi predilige l’ipotesi di un Dio che viene dal nulla, lo fa solo per fede in ciò che è scritto su un libro che egli considera sacro, mentre chi predilige l’ipotesi di un universo primordiale che viene dal nulla, lo fa in applicazione del “Rasoio di Occam”.

barnabino, 19/09/2019 19.24:



Per quanto ne so, non è una questione di logica: l'unico motivo valido (valido per i cristiani) per ritenere che l'universo è stato creato da Dio, è che così è scritto nella Bibbia


Come detto non solo i cristiani credono nella creazione né lo si crede perché è scritto nella Bibbia, Paolo stesso usa un argomento logico, non fa riferimanto alla Bibia.


3) Se ti riferisci alla Lettera ai Romani di Paolo, non capisco come si possa affermare che non faccia riferimento alla Bibbia, visto che quella lettera è parte della Bibbia.

barnabino, 19/09/2019 19.24:



Se mi sbaglio, spiegami per quale motivo dovrebbe essere illogico indicare il "nulla" come ente che ha prodotto l'universo, e contemporaneamente, dovrebbe essere logico indicare il "nulla" come ente che ha prodotto Dio


Perché se vedi una casa trovi illogico che nulla l'abbia fatta.


4) Certamente se vedo una casa trovo illogico che nulla l'abbia fatta, e altrettanto certamente se vedo un costruttore di case trovo illogico che sia “spuntato” dal nulla. Non hai fornito alcuna ragione scientifica per ritenere che una delle due affermazioni possa essere più credibile dell’altra.

barnabino, 19/09/2019 19.24:


Chi ha creato Dio è un altro problema dato che come creatore è per definizione al di fuori dell'universo fisico e le sue regole. D'altronde non possiamo escludere che, per natura stessa della scienza, un domani si possano trovare argomenti scientifii che dimostrano un creatore. Insomma, la scienza non ha bisogno di Dio ma questo non significa automaticamente che l'ipotesi di Dio sia quella più complicata e dunque vada scartata.
Shalom


5) Certo per definizione Dio è al di fuori dell'universo fisico e le sue regole, quindi insondabile con i mezzi che la scienza mette a disposizione dell’uomo, ma, come tu stesso hai affermato, questo è un altro problema. Il “Rasoio di Occam” spiega chiaramente il motivo per cui la tesi secondo la quale:
- l’universo ha un’origine scientificamente inspiegabile.
è scientificamente PIÙ valida della tesi secondo la quale:
- un Dio -la cui esistenza è scientificamente inspiegabile- ha creato l’universo usando metodi non spiegabili con la scienza attuale.
Resta inteso che, qualora i progressi della scienza riescano a spiegare l’esistenza di Dio e/o come Dio ha fatto per creare il mondo, il racconto biblico potrà dirsi scientificamente dimostrato; fino ad allora, chi ci crede lo fa per FEDE nella Bibbia.
Saluto.
------------------------------------------------------------------
Il fatto che non comprendiamo un concetto, non lo rende sbagliato.
9/20/2019 5:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 1,025
Location: MILANO
Age: 53
TdG
Re: Re:

è che la tesi evoluzionistica prevede un solo punto che la scienza non sa spiegare



Uno solo non sa spiegare? Sono molti i punti che si basano solo su supposizioni e non prove scientifiche dimostrate o dimostrabili.



mentre chi predilige l’ipotesi di un universo primordiale che viene dal nulla, lo fa in applicazione del “Rasoio di Occam”.



E ancora con sto Rasoio: NON è detto che abbiano ragione visto che come già evidenziato anche molti scienziati pensano che non sia sempre applicabile anzi in molti casi pensano sia una semplice scappatoia per non affrontare i problemi, perciò chi lo applica in questo caso lo fa solo perchè preferisce così ma non perchè sia un principio universalmente valido.

Dire come fai tu che la soluzione più semplice è sempre quella più valida non è corretto da un punto di vista scientifico perchè NON è quello che sostiene la scienza attualmente.



fino ad allora, chi ci crede lo fa per FEDE nella Bibbia.



Milioni di persone cerdono in un Dio Creatore provenendo da culture dove la Bibbia non è considerata un libro sacro, Fior di cività hanno sempre creduto in un Creatore prima che la Bibbia fosse scritta, semplicemente osservano il creato e traggono conclusioni.
[Edited by Pino2019 9/20/2019 5:21 PM]
9/20/2019 5:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 35,915
Location: ANCONA
Age: 62
TdG
Re: Re:
Cattolico Curioso, 20/09/2019 16.42:



mentre la tesi creazionista prevede due punti che la scienza non sa spiegare (e cioè che Dio sia nato dal nulla, e che Dio abbia creato l’universo).

Saluto.




Cattolico, chi crede nella creazione dell' universo da parte di Geova non pensa affatto che Geova Dio sia "nato dal nulla", lo sapevi?

Saluto


-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
9/20/2019 5:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 67,472
Moderatore
Cattolico... ho capito che tu ci riproponi un classico argomento dell'ateismo filosofico, ma ci sono obienzioni che non lo rendono poi così inattaccabile.


Ciò che io affermo, è che la tesi evoluzionistica prevede un solo punto che la scienza non sa spiegare (e cioè che l’universo sia nato dal nulla), mentre la tesi creazionista prevede due punti che la scienza non sa spiegare (e cioè che Dio sia nato dal nulla, e che Dio abbia creato l’universo).



Per la verità sono molti i punti che la scienza evoluzionistica non sa spiegare prima di arrivare a quello. Un creatore sarebbe decisamente la spiegazione più semplice, infatti vedendo una casa semplcemente pensi che l'ha costruita qualcuno, come dice Paolo con logica stretissima.


Non esiste un solo motivo scientifico valido per ritenere che l’ipotesi che una casa venga dal nulla inglobi più ipotesi e/o più complicate di quelle che si devono fare per ritenere che il costruttore della casa venga dal nulla



Ma il creatore non viene dal nulla, esiste da sempre ed appartiene per definizione ad una dimensione esterna all'universo. Di certo l'idea di un creatore toglie di mezzo le infinite ipotesi a sostegno del nulla (già fa ridere dire cge gli evoluzionisti sostngono il nulla!) e semmai sposta il problema ad un'altra dimensione.


Se ti riferisci alla Lettera ai Romani di Paolo, non capisco come si possa affermare che non faccia riferimento alla Bibbia, visto che quella lettera è parte della Bibbia



Il ragionamento di Paolo ovviamente è nella Bibbia ma fa appello alla logica: una casa è costruita da qualcuno come qualcuno, che lui identifica con Dio, ha costruito quello che vediamo.


Certamente se vedo una casa trovo illogico che nulla l'abbia fatta, e altrettanto certamente se vedo un costruttore di case trovo illogico che sia “spuntato” dal nulla



Ma qui parliamo di un costruttore che non è mai "spuntato" da nessuna parte, perché per definizione esiste da sempre, duque si elimina il problema dello "spuntare".


Il “Rasoio di Occam” spiega chiaramente il motivo per cui la tesi secondo la quale:
- l’universo ha un’origine scientificamente inspiegabile.
è scientificamente PIÙ valida della tesi secondo la quale:
- un Dio -la cui esistenza è scientificamente inspiegabile- ha creato l’universo usando metodi non spiegabili con la scienza attuale.



Il rasoio di Occam dunque ha dei palesi limiti e non dimostara l'inesistenza di un creatore eternamente presente ed trascenedente alla dimensione umana. Va bene per dire che non possiamo sostituire Dio alla ricerca scientifica per spiegare ogni fenomeno, Dio non è "necessario" alla Scienza se seguimo Occam... ma poco ci dice sull'esistenza di un creatore. La Bibbia non c'entra, perché l'idea di un creatore è più universale nell'antropologia.

Shalom
[Edited by barnabino 9/20/2019 6:02 PM]
--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
9/20/2019 8:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,970
Location: MILANO
Age: 60
Re: Re: Re:
Pino2019, 20/09/2019 17.19:


è che la tesi evoluzionistica prevede un solo punto che la scienza non sa spiegare

sono miglia i punti che non sa spiegare

.



sono milioni punti che non sa spiegare. Leggevo in prestigiosa rivista scientifica, MILIONI DI COLPI DI FORTUNA , ALLA FACCIA DELLA PRESA IN GIRO DEI RASOI ELETTRICI


mentre chi predilige l’ipotesi di un universo primordiale che viene dal nulla, lo fa in applicazione del “Rasoio di Occam”.



sono peggiorati adesso oltre a dire che più intelligente è e più ciò prova vine dal caso, adesso dobbiamo pure sentire che l'universo vine dal nulla?' roba da matti



Dire come fai tu che la soluzione più semplice è sempre quella più valida non è corretto da un punto di vista scientifico perchè NON è quello che sostiene la scienza attualmente.



la soluzione più semplice di come fanno a volare gli asini un colpo di vento o un paio di ali? Il colpo di vento è quella più semplice rispetto a quella di mutarli in gabbiani. Che fesserie Che creduloneria




------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
9/20/2019 8:48 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
ONLINE
Post: 1,970
Location: MILANO
Age: 60

CATTOLICO CURIOSO un Dio -la cui esistenza è scientificamente inspiegabile- ha creato l’universo usando metodi non spiegabili con la scienza attuale.



E UN DISCORSO SCIOCCO perchè con la scienza attuale non è spiegabile neppure la origine della vita, e neppure dell'universo non si sa come è successo, si chiama Dio in altra forma : Caso , ma non cambia niente, perchè la matematica vera lo smentisce. Quali metodi reali scientifici hanno creato la vita una cellula, o l'universo ? (NOn sono neppure riproducibili in un laboratorio con tutta la manipolazione umana) di quale scienza stiamo a dire? MISTERO. si brancola nel buio, le teorie sono infinite ma non dimostrate, anzi vedendo conoscendo sempre più la maggiore complessità dell'universo per non perdere la faccia adesso dicono che più una cosa è intelligente è più è probabile il caso e non un dio, poi magari si imputa all'alieno creatore la vita sulla terra

questo discorso del rasoio è fasullo , e dogmatico. Manipolatore della realtà. POichè se della polvere della terra è riuscita da sola a diventare pensante , non poteva da sola dal nulla creare una intelligenza sotto forma di energia pensante? Non è forse energia quella che permette di scrivere in rete?

SE queste persone fossero al tempo di Cristo e vedrebbero un miracolo non ci crederebbero ma cercherebbero di applicare il rasoio per dire che è un imbroglio che prima o poi capiranno, perchè è la soluzione più semplice forse perchè più ignorante. Lo hanno già fatto nella nostra epoca, di fronte a un evento miracoloso ordinato da un uomo, hanno detto proprio così, troveremmo la spiegazione scientifica.. anche se con la scienza attuale non si sa, cosa che poi non è un motivo valido negare che la spiegazione scientifica potrebbe essere propriamente un eterno alieno creatore.

questi arrivati a questo livello peccano contro quello che vedono, percepiscono chiaramente opera intelligente di una forza misteriosa creatrice , lo spirito santo , e che non potendo misurare, vedere in termini umani, cosa ridicola, o con strumenti rudimentali, negano,come facevano i farisei, ma è solo la scusa visto che perfino un rudimentale pc, "caricato" degli eventi della fisica risponde che cè una causa prima


------------‐-----------------------
Ospite (utente non TdG)
9/22/2019 5:10 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 285
Location: MODENA
Age: 52
Perché molti credono nell'evoluzione?
barnabino, 20/09/2019 17.52:

Cattolico... ho capito che tu ci riproponi un classico argomento dell'ateismo filosofico, ma ci sono obienzioni che non lo rendono poi così inattaccabile.


Ma io non ho mai sostenuto che ciò che io propongo, sia INATTACCABILE, al contrario, ho sempre sostenuto che affermare che le mie idee siano errate, non rende le tue giuste. In altre parole, qualora tu riesca a dimostrare che io mi sbaglio, sarai comunque riuscito a dimostrare che io ho torto, non che tu hai ragione. Tu (e non solo tu) invece continui a postare interventi con contenuti dai quali traspare la tua (ingiustificata) convinzione che, se io ho torto, poi tu hai automaticamente ragione.... chissà poi perché...

barnabino, 20/09/2019 17.52:



Ciò che io affermo, è che la tesi evoluzionistica prevede un solo punto che la scienza non sa spiegare (e cioè che l’universo sia nato dal nulla), mentre la tesi creazionista prevede due punti che la scienza non sa spiegare (e cioè che Dio sia nato dal nulla, e che Dio abbia creato l’universo).


Per la verità sono molti i punti che la scienza evoluzionistica non sa spiegare prima di arrivare a quello. Un creatore sarebbe decisamente la spiegazione più semplice, infatti vedendo una casa semplcemente pensi che l'ha costruita qualcuno, come dice Paolo con logica stretissima.

Non esiste un solo motivo scientifico valido per ritenere che l’ipotesi che una casa venga dal nulla inglobi più ipotesi e/o più complicate di quelle che si devono fare per ritenere che il costruttore della casa venga dal nulla


Ma il creatore non viene dal nulla, esiste da sempre ed appartiene per definizione ad una dimensione esterna all'universo. Di certo l'idea di un creatore toglie di mezzo le infinite ipotesi a sostegno del nulla (già fa ridere dire cge gli evoluzionisti sostngono il nulla!) e semmai sposta il problema ad un'altra dimensione.

Se ti riferisci alla Lettera ai Romani di Paolo, non capisco come si possa affermare che non faccia riferimento alla Bibbia, visto che quella lettera è parte della Bibbia


Il ragionamento di Paolo ovviamente è nella Bibbia ma fa appello alla logica: una casa è costruita da qualcuno come qualcuno, che lui identifica con Dio, ha costruito quello che vediamo.

Certamente se vedo una casa trovo illogico che nulla l'abbia fatta, e altrettanto certamente se vedo un costruttore di case trovo illogico che sia “spuntato” dal nulla


Ma qui parliamo di un costruttore che non è mai "spuntato" da nessuna parte, perché per definizione esiste da sempre, duque si elimina il problema dello "spuntare".

Il “Rasoio di Occam” spiega chiaramente il motivo per cui la tesi secondo la quale:
- l’universo ha un’origine scientificamente inspiegabile.
è scientificamente PIÙ valida della tesi secondo la quale:
- un Dio -la cui esistenza è scientificamente inspiegabile- ha creato l’universo usando metodi non spiegabili con la scienza attuale.


Il rasoio di Occam dunque ha dei palesi limiti e non dimostara l'inesistenza di un creatore eternamente presente ed trascenedente alla dimensione umana. Va bene per dire che non possiamo sostituire Dio alla ricerca scientifica per spiegare ogni fenomeno, Dio non è "necessario" alla Scienza se seguimo Occam... ma poco ci dice sull'esistenza di un creatore. La Bibbia non c'entra, perché l'idea di un creatore è più universale nell'antropologia.
Shalom


Per tutti:
1) So bene che la Bibbia sostiene solo l’ipotesi di un Dio “sempre esistito”, ma qui stiamo parlando di logica, e sia l’ipotesi di un Dio “sempre esistito”, sia l’ipotesi di un Dio “nato dal nulla” hanno pari dignità di fronte alla logica.

2) Io, nel mio post [#72 del 08/09/2019 ore 15.51] ho spiegato chiaramente quale logica uso per giustificare il fatto che molti credono nell’evoluzione, e la uso sempre. Se il ragionamento fatto da Paolo vi sembra più logico, vi invito a usarlo sempre, non solo quando vi fa comodo.

3) Chi ritiene che una casa deve per forza di cose avere un costruttore, non trova logico né che una casa sia “sempre esistita”, né che una casa sia “nata dal nulla”; inoltre, applicando la medesima logica al costruttore, non crederà mai né che il costruttore sia “sempre esistito”, né che il costruttore sia “nato dal nulla”, ma deve per forza di cose avere dei genitori che lo hanno concepito.

4) Utilizzando la logica di cui al punto precedente senza usare la fede in quanto scritto sulla Bibbia, possiamo giustificare sia la conclusione che la casa ha un costruttore, sia la conclusione che il costruttore della casa ha dei genitori, e NON possiamo giustificare né la conclusione che la casa è apparsa “dal nulla”, né la conclusione che la casa è sempre esistita, né la conclusione che il costruttore sia apparso “dal nulla”, né la conclusione che il costruttore sia sempre esistito.

5) Analogamente, chi ritiene che l’esistenza di Dio trascenda dalla logica, ha tutto il diritto di ipotizzare che Dio sia sempre esistito e/o sia “nato dal nulla” , ma deve essere disposto ad applicare la “trascendenza” anche all’origine dell’universo, quindi non deve rifiutare l’idea che l’universo sia sempre esistito e/o sia “nato dal nulla”.

6) Chi utilizza la logica per spiegare l’esistenza dell’universo e la trascendenza per spiegare l’esistenza di Dio, usa due pesi e due misure, cosa vietata dalla Bibbia (De 25:13-16).

7) Se l’apostolo Paolo, per decidere quale delle ipotesi fosse la migliore, avesse usato solo la logica, avrebbe concluso che tutte le ipotesi sono ugualmente errate; se l’apostolo Paolo, per decidere quale delle ipotesi fosse la migliore, avesse usato solo la trascendenza, avrebbe concluso che tutte le ipotesi sono ugualmente valide; se l’apostolo Paolo, per decidere quale delle ipotesi fosse la migliore, avesse usato prima la trascendenza, e poi il “Rasoio di Occam”, avrebbe concluso che l’universo esiste senza essere stato stato creato da nessuno.

8) Evidentemente l’apostolo Paolo prima applica la trascendenza (che -come spiegato al punto 5- GIUSTIFICA sia che Dio è sempre esistito, sia che Dio è “apparso dal nulla”, sia che l’universo è sempre esistito, sia che l’universo è “apparso dal nulla”), poi (per decidere quale delle ipotesi sia la migliore) applica la FEDE che lo porta a pensare che solo Dio esiste da sempre, infine (per risalire a chi ha creato l’universo) applica la logica.

9) Dio, per definizione, è ONNIPOTENTE, ONNISCIENTE, ed ETERNO, ma ciò non significa che esista, né che sia possibile provarne l’esistenza coi metodi utilizzati da chi crede nell’evoluzione.
Per esempio, se cercassi la definizione del termine VAMPIRO, troverei qualcosa tipo “Creatura demoniaca, dotata di poteri soprannaturali e forza eccezionale, che torna a rivivere ogni notte e, uscendo dalla propria tomba, aggredisce persone vive per succhiarne il sangue”; oppure, se cercassi la definizione di FATA, troverei qualcosa tipo “essere dalle sembianze femminili generalmente bellissima e dotata di poteri magici solitamente usati per fini lodevoli”; oppure, se cercassi la definizione di STREGA, troverei qualcosa tipo “ essere dalle sembianze femminili generalmente bruttissima e dotata di poteri magici solitamente usati per fini biasimevoli” na questo non significa né che i vampiri esistano, né che le fate esistano, né che le streghe esistano.
[Edited by Cattolico Curioso 9/22/2019 5:23 PM]
------------------------------------------------------------------
Il fatto che non comprendiamo un concetto, non lo rende sbagliato.
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:39 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com