efp news temp
EFP | Il tuo Account | Ultime Storie | Storie scelte del sito | Storie scelte del Forum
EFP News (Ancora Provvisorio)
Contattate l'amministrazione - Contest - Regolamento Contest - Staff
 
Previous page | « 3 4 5 | Next page
Facebook  

[fanfiction e originali] Il Contest dell'Antieroe!

Last Update: 5/20/2019 12:23 AM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 540
Giudice****
5/17/2019 7:22 PM
 
Quote

_Vintage_, 17/05/2019 18.19:

Maryyyyyyy!
Io sono contentissima di questo risultato, davvero, e come sempre sono entusiasta dei tuoi giudizi!
Non ci crederai, anche io mi ero convinta di scrivere un po’ di più su Walter, poi mi sono detta che la storia riguardava Azzurra e vattelappesca 😅
Un’unica accortezza, nel giudizio sull’introspezione ho preso 9,5 ma ho visto che per svista hai messo 10 😁.
Gradirei tantissimo avere questa tua recensione alla storia, per quanto riguarda le recensioni - come sempre - scegli pure quelle che preferisci!
A presto,

_Vintage_

Io spero con tutto il cuore di leggere qualcosa sul mio amato Walter <3.
Grazie per avermi fatto notare l'errore, ho risolto subito!
Appena possibile, rilascio la valutazione come recensione e congratulazioni ancora per il 2 posto! ^^

OFFLINE
Post: 661
Giudice****
5/18/2019 2:09 PM
 
Quote

Re:
MaryLondon, 17/05/2019 13.20:

Vincitrice del premio: Miglior personaggio.
1. Guerra – katniss-Jackson
Stile 5/5:
La tensione narrativa in questa minilong è equilibrata; né troppo accelerata e né eccessivamente lenta. Inoltre, sono inseriti in maniera impeccabile l’ellissi temporale, la pausa e la parte dialogata. Questo connubio di scelte ha fatto sì che il ritmo narrativo sia continuo, costante e crescente.
La voce narrante è in terza persona e, malgrado questa scelta narrativa - che pone, in automatico, un distacco con gli avvenimenti all’interno della trama – non si avverte affatto questa separazione. In genere, prediligo un’introspezione fatta in prima persona ma, in questo caso, non ho affatto disprezzato la scelta di porre tutto in terza.

Hai scelto di raccontare di un’epoca molto buia della nostra Storia. Dare questo tipo di ambientazione ai tuoi personaggi, li ha resi così vivi, umani, pervasi da insicurezze e ideali, non si poteva non amarli.

Trama e Originalità 10/10:
( Trama: 5; Originalità: 5)
1- Capitolo: La storia comincia da una mattina, del 15 marzo 1945, in cui Arturo Ghidini – un colonello fascista – gli viene assegnata una missione: scovare i ribelli e giustiziarli. Ad accompagnarlo, un gruppo di soldati ancora inesperti. Nonostante tutto, Arturo decide di accettare di buon grado la missione, in onore del Duce.
Raggiungono, quindi, un sentiero malmesso che, ad un certo punto, si biforca. Il colonello divide il suo gruppo di militanti, ordinando ad alcuni di controllare il sentiero di desta, mentre lui e altri suoi sottoposti sarebbero andati a sinistra.
Nel frattempo, Sebastiano Franzoni, capo dei partigiani, è giù di corda e il suo sguardo viene subito catturato da una fotografia appesa al muro e che rappresentava la Madonna. Sebastiano non è mai stato un credente ma capiva che per i suoi compagni è confortante averla con loro, che li protegge.
Uno dei suoi compagni, avverte Sebastiano che un gruppo di fascisti è nei paraggi e quest’ultimo, senza perdere altro tempo, li raggiunge, accerchiandoli per catturarli vivi. Arturo, guarda insistentemente il volto di Sebastiano e molti ricordi gli sovvengono nella mente. Da qui parte un flashback.

Nella scena, troviamo Sebastiano e Arturo da piccoli, mentre sono a scuola. In linea generale, questa parte risalta il loro rapporto di un tempo e la loro innocenza riguardo la forte demarcazione che c’è tra Fascisti e Partigiani.

Anche Sebastiano riconosce il suo caro amico d’infanzia e proprio in merito alla loro amicizia passata, prende il colonello, appartandosi dagli altri.

2-Capitolo: Arturo e Sebastiano si dirigono lontani dai loro rispettivi commilitoni ma, il colonello, preoccupato per i suoi sottoposti, cerca di convincere il partigiano a lasciarli vivere. Sebastiano si stupisce della sua voce ferma, contrariamente ad ora,
lo ricordava come un bambino sempre obbediente al padre.

Qui parte un altro flashback in cui vediamo i due protagonisti giocare a pallone, divertendosi insieme finché non sopraggiunge il padre di Arturo che lo punisce per aver giocato con Sebastiano. Quest’ultimo, in difesa dell’amico, gli si pone davanti, per proteggere Arturo ma, senza successo. Anche lui viene malmenato di botte.

Dopo questo focus del passato, ritorniamo nel presente e Sebastiano accontenta Arturo nel lasciar andare i soldati. Falco – un altro partigiano, agli ordini di Sebastiano – lo fa ragionare sul fatto che quella non è una buona idea. Il capo dei partigiani, gli dà ascolto e ordina di picchiare quei fascisti in modo da spaventarli e non far commettere loro alcun gesto avventato.
Arturo si sente sollevato e può seguire Sebastiano, sicuro che i suoi compagni non verranno uccisi.

Un altro flashback. Il padre di Arturo – capo di un gruppo di fascisti – insieme ai suoi scagnozzi, trascinano un uomo che si scopre essere il padre di Sebastiano. Lo picchiano, senza dargli modo di reagire e ad assistere a quell’orribile scena è proprio il figlio. Lui cerca di inveire su quelli che stavano per ammazzare suo padre ma, viene fermato da un operaio di una fabbrica vicina, nonché suo fratello maggiore. Il Signor Ghidini si accorge di Arturo in lontananza e gli ordina di picchiare quell’uomo oramai in fin di vita. Dai suoi gesti, si denota riluttanza nel compiere quella crudeltà nei confronti del padre del suo migliore amico ma, dato il suo carattere vile e sottomesso, uccide a suon di pedate il Signor Franzoni e da quel momento la loro amicizia è andata in malora.

Sono soli, Arturo e Sebastiano percorrono un sentiero parlando del loro passato. Malgrado il perdono di Sebastiano su quello che il suo ex migliore amico gli aveva fatto, per lui è ancora una ferita aperta e grondante di sangue. Sebastiano avrebbe dovuto uccidere Arturo ma non ci riesce, troppo stanco di uccidere, di quella guerra che oramai sta giungendo al termine.

3- Capitolo: I due marciano in completo silenzio. La pioggia cade giù e gli stivali di Arturo si prestano bene anche a resistere all’acqua a differenza di Sebastiano che, indossa i scarponi e risente della camminata. Il partigiano decide di raggiungere un luogo segreto, che solo i suoi compagni conoscono. In quel posto un suo compagno, ex capo brigata, è stato catturato dai fascisti. Infatti, proprio dopo quell’incidente che egli è diventato il nuovo capo. Arturo e Sebastiano si mettono al riparo e parlano, a cuore aperto, riavvicinandosi con impacciata delicatezza. Ma quel loro avvicinamento viene subito ostacolato dall’entrata in scena del Signor Ghidini, che scova quella baita che da tempo cercava in lungo e in largo, dando merito al figlio per essere riuscito a scovarlo. Allora, nello sguardo di Sebastiano ritornano l’odio e il rancore di un tempo, nei confronti dell’amico e Arturo, proprio come tanto tempo fa, non riesce a sottrarti all’ordine del padre di ammazzare Sebastiano e lo uccide, proprio come aveva fatto con il Signor Franzoni.

Poco tempo dopo, il fascismo inizia a sbriciolarsi, distruggendo la vita di molti uomini, tra cui quella dello stesso Arturo Ghidini, il verme che ha ucciso il suo caro e coraggioso migliore amico, Sebastiano Franzoni.

La trama di questa minilong è lineare, fluida, scorrevole. Il tutto procede in maniera coerente coi fatti veramente accaduti nel passato e, al tempo stesso, in linea con la storia interna tra Arturo e Sebastiano. Un connubio di trame e sotto trame che ho amato alla follia. La storia tra i due personaggi non poteva finire diversamente. Quel periodo ha portato via tante vite, distrutti tanti valori umani. Per non stravolgere quella che è stata la Storia, ho trovato azzeccata la conclusione ma, per il resto, ho apprezzato tanto Sebastiano e anche Arturo, malgrado lui rappresenti in tutto e per tutto l’antieroe per antonomasia.


Caratterizzazione e Introspezione dei personaggi 10/10:
( Caratterizzazione: 5; Introspezione: 5)
La particolarità del narrato sta proprio nei suoi personaggi.
Arturo Ghidini è un uomo codardo che ben si differenzia dal vigliacco. La codardia, dalla sua etimologia latina, ovvero: “ cauda – coda”, è preso originariamente dall’animale impaurito che scappa con la coda tra le gambe. Il codardo è dunque colui che per un’omissione ( non fa qualcosa per paura ) che talvolta degrada in un vizio morale ma non è quasi mai malevola, al massimo è una lacuna del temperamento. La vigliaccheria ha un campo più variegato. Essa non si genera dalla paura ma, dalla frustrazione, dall’invidia, dalla meschinità. Il vigliacco di nasconde oppure conta sulla passività del suo avversario.
Arturo Ghidini è esattamente questo: un uomo codardo che non ha mai dato retta ai suoi voleri ma a quella degli altri, per paura.

Contrariamente, abbiamo Sebastiano Franzoni che è una persona coraggiosa ma, non è da intendersi come qualcuno che non ha nessuna preoccupazione. Anche lui, come ogni essere umano, è pervaso da timori. È un sentimento naturale, in fondo. A differenza di Arturo, Sebastiano affronta le proprie insicurezze ed è questo che fa di lui un uomo coraggioso. Sebastiano è capace di superare le proprie paure, mentre Arturo ne è imprigionato, arrivando persino a dimenticare cosa vuol dire il senso di libertà. Lui non riesce ad essere se stesso, attribuendosi valori che non lo definiscono come persona.


Bonus 5/5:
Tutti gli elementi sono stati correttamente inseriti.

Ciglio della strada – luogo in cui Arturo e Sebastiano da bambini giocano insieme.
Fotografia sfocata – che è appesa al muro e rappresenta la Madonna.
La frase – pensiero nevralgico che definisce in tutto è per tutto il personaggio di Arturo Ghidini.


Gradimento personale 10/10:
La storia mi è piaciuta molto. I protagonisti sono delineati in tutte le loro fragilità e debolezze. Il contesto in cui sono inseriti, è in un momento delicato nella storia dell’umanità e il tutto è stato trattato in maniera coerente, per nulla banale. Lo stile adottato per la minilong, è equilibrato e soprattutto rende chiaro il punto di vista sia di Arturo ( il nostro antieroe ) che di Sebastiano, che li definisce e li caratterizza. Avrei voluto un finale diverso per loro ma, la storia non può essere cambiata e quindi è così che doveva concludersi la storia: con la morte di entrambi i personaggi che ha rappresentato la fine di quel periodo buio.

Totale 40/40




Ciao cara! Aw, non pensavo di arrivare al primo posto, sono veramente (euforica cit) piacevolmente stupita e contentissima! Ma andiamo con ordine :) Sappi che mi sto ancora sciogliendo sul fatto che definisci i miei personaggi "vivi, umani e pervsi da insicurezze e ideali". Diciamo che era proprio il mio intento! La narrazione in terza persona è un mio "vizio" diciamo, faccio molta fatica con la prima persona.
Sono anche felice che tu abbia apprezzato come le storie dei singoli e quindi le trame si intrecciano in un'unico grande disegno complessivo e, che dire, anche che tu abbia apprezzato i miei personaggi tanto da assegnar loro un premio extra. Non so neanche come ringraziarti! Per quanto riguarda il finale ci ho pensato a lungo, e alla fine quello scelto mi è sembrato il modo migliore per concludere la loro storia, senza essere troppo positiva (come dici tu la Storia non lo è stata) ma lasciando allo stesso tempo ai due degli spazi un po' "loro".
Ti ringrazio ancora di cuore, e mi piacerebbe avere la valutazone come recensione.
Per quanto riguarda le recensioni premio scegli pure tu. Se ti va ho scritto una one shot su Sebastiano e i fratelli, puoi passare da quella e scoprire qualcosa in più su di loro.
Grazie 💓


OFFLINE
Post: 94
5/18/2019 4:53 PM
 
Quote

Re:
MaryLondon, 17/05/2019 13.11:

Vincitrice del premio: Miglior Introspezione.
3. Contrappasso – Silkworm25
Stile 5/5:
Lo stile scelto per questo breve narrato ha un lessico molto accurato e ricercato, al tempo stesso.

Lo spazio temporale all’interno della storia è continuo, crescente e mantiene compatta la tensione narrativa che tiene incollato il lettore allo schermo. I dialoghi sono ridotti all’essenziale e viene data importanza al mondo interiore del personaggio principale.

La voce narrante che predomina in assoluto è quella di Hannibal Lecter. Abbiamo una sua diretta interpretazione degli eventi che gli accadono intorno. Soprattutto, vengono espressi i suoi pensieri nei riguardi di Will Graham.

Le visioni che suggerisci in questa One sono uniche e sofisticate e rendono la storia inimitabile. Le immagini proposte nel racconto rendono esaustive le riflessioni del protagonista e attraverso il suo sguardo, vediamo come prende forma il suo mondo certamente deviato ma, oltremodo affascinante.


Trama e Originalità 9/10:
(Trama: 4; Originalità: 5)
La trama della storia presenta delle persistenti ellissi temporali.

Infatti, la narrazione parte con Will che si sveglia da un incubo, in stato confusionale. Dopodiché, abbiamo Hannibal che ha accettato di fare delle sedute psichiatriche a Will, incapace di resistere ancora alle continue insistenze di Alana. Dopo essersi ricreduto sul suo nuovo paziente e che in realtà lui è per davvero interessante; inizia ad avvertire sensazioni mai provate prima nei suoi confronti: inizia a temere Will. Di seguito, troviamo quest’ultimo in un parco comunale, turbato per le sue perdite di memoria e, nel frattempo, Freddie Lounds gli scatta delle foto e lui sembra non accorgersene.
Ritorniamo di nuovo ad Hannibal, che vuole incastrare Will perché si sente minacciato da lui e dalla sua capacità di immedesimarsi totalmente in un’altra persona. Poi, abbiamo una scena del crimine in cui viene mostrata questa famigerata qualità di Will nel descrivere per filo e per segno cosa succede e come si sente l’assassino durante il compiersi del delitto. Hannibal, sempre più affascinato da Will, vuole manipolarlo e modellarlo a suo piacimento ma il suo paziente veste di una moralità che ostacola le sue reali intenzioni. Infine, Will è in seduta con Hannibal e dopo uno scambio di battute, entrambi sono perfettamente consci del fatto di essere uno il riflesso dell’altro.

Nonostante una trama dalle vicissitudini altalenanti, il concept di fondo della storia la trovo originale e per nulla scontato. Avere a che fare con un personaggio come quello di Hannibal Lecter, ti pone automaticamente nella condizione di raccontare una visione del mondo che è del tutto fuori dagli schemi comuni. Il suo modo di fare, di essere, di pensare, non ha eguali.


Caratterizzazione e Introspezione dei personaggi 10/10:
( Caratterizzazione: 5; Introspezione: 5)
Il punto forte della One è sicuramente la caratterizzazione e l’introspezione dei personaggi.
Hannibal è stato reso esattamente per quello che è: un uomo che si diverte nel giocare a fare Dio, nell’increspare con le sue azioni la pelle e l’abisso del mondo, in attesa di contemplare cosa accade. E’ una figura solitaria ma che arde di desiderio amicale nei confronti di Will, di cui diviene psichiatra e che rappresenta l’unico ai suoi occhi che possa definire proprio simile e potenziale amico-amante.
Anche se è stato mostrato con minor frequenza rispetto al dottore, quelle poche apparizioni hanno caratterizzato al meglio il personaggio di Will Graham. Amante della legge e della giustizia, una persona geniale e che predispone di un talento capace di sintonizzarsi perfettamente con le menti dei criminali, riuscendo a scoprirne i loro “disegni”. Ma, allo stesso tempo ci mostri un uomo in perenne tensione e pervaso da un senso abissale di incompletezza, inadatto – proprio come lo è Hannibal – al vivere sociale.


Bonus 5/5:
Tutti gli elementi sono stati inseriti correttamente e quelli scelti sono:

Parco comunale – luogo in cui Will si ritrova in stato confusionale e dove Freddie gli scatta delle foto a sua insaputa.
Letto a Baldacchino- sul quale è avvenuto un omicidio.
La frase – che racchiude esattamente la paura di Will nei confronti della sua mente deviata e contorta.


Gradimento personale 10/10:
Ho amato alla follia questa storia. Hannibal e Will sono esattamente due menti affini, follemente simili ma, in contrapposizione morale, al di là del bene e del male. Tra i due personaggi s’instaura una battaglia epica, una tenzone d’amore quasi morboso dove realtà e finzione, ragione e istinto, coscienza e inconscio sono tirati in ballo in un vortice di omicidi cruenti, inganni, strategie che portano alla totale perdita di sé, alla decostruzione di tutti i comuni punti di riferimento. Vengono mostrate tutte le sfaccettature note e ignote dell’Io umano, giungendo persino ad un senso di orrore nei confronti di questa realtà denudata e privata di tutte le sue certezze.

Totale 39/40



Eccomi!
Sono contentissima del risultato, soprattutto per il premio speciale (ammetto che puntavo più a quello). Grazie mille, per l'analisi accurata, specie nei temi.
Congratulazioni anche alle/agli altri/e partecipanti, i punteggi sono tutti altissimi!

P.S. Nessun problema nel caso tu debba/voglia lasciare la valutazione tramite recensione e per le recensioni premio scrolla pure il mio profilo. Non so cosa ti possa piacere, ma le storie più recenti sono più "leggibili".
OFFLINE
Post: 540
Giudice****
5/19/2019 8:00 AM
 
Quote

Re: Re:
katniss_jackson, 18/05/2019 14.09:




Ciao cara! Aw, non pensavo di arrivare al primo posto, sono veramente (euforica cit) piacevolmente stupita e contentissima! Ma andiamo con ordine :) Sappi che mi sto ancora sciogliendo sul fatto che definisci i miei personaggi "vivi, umani e pervsi da insicurezze e ideali". Diciamo che era proprio il mio intento! La narrazione in terza persona è un mio "vizio" diciamo, faccio molta fatica con la prima persona.
Sono anche felice che tu abbia apprezzato come le storie dei singoli e quindi le trame si intrecciano in un'unico grande disegno complessivo e, che dire, anche che tu abbia apprezzato i miei personaggi tanto da assegnar loro un premio extra. Non so neanche come ringraziarti! Per quanto riguarda il finale ci ho pensato a lungo, e alla fine quello scelto mi è sembrato il modo migliore per concludere la loro storia, senza essere troppo positiva (come dici tu la Storia non lo è stata) ma lasciando allo stesso tempo ai due degli spazi un po' "loro".
Ti ringrazio ancora di cuore, e mi piacerebbe avere la valutazone come recensione.
Per quanto riguarda le recensioni premio scegli pure tu. Se ti va ho scritto una one shot su Sebastiano e i fratelli, puoi passare da quella e scoprire qualcosa in più su di loro.
Grazie 💓


Holà!
Sia Sebastiano che Arturo li ho amati troppo e sicuramente leggero la one che mi hai consigliato 😍
Congratulazioni ancora!
Appena possibile rilascerò la valutazione come recensione!
A presto.

Un bacio e buona domenica ^^
OFFLINE
Post: 540
Giudice****
5/19/2019 8:02 AM
 
Quote

Re: Re:
Silkworm25, 18/05/2019 16.53:



Eccomi!
Sono contentissima del risultato, soprattutto per il premio speciale (ammetto che puntavo più a quello). Grazie mille, per l'analisi accurata, specie nei temi.
Congratulazioni anche alle/agli altri/e partecipanti, i punteggi sono tutti altissimi!

P.S. Nessun problema nel caso tu debba/voglia lasciare la valutazione tramite recensione e per le recensioni premio scrolla pure il mio profilo. Non so cosa ti possa piacere, ma le storie più recenti sono più "leggibili".

Grazie a te per avermi fatto leggere questa One fantastica 🤩
Quando potrò, rilascerò la valutazione come recensione e spulcerò per bene il tuo profilo, sicuramente ci sarà qualcosa di interessante 😏

A presto e buona domenica ^^
Playlist Contestfanfiction e originali6/24/2019 8:36 PM by Soul_Shine
Il contest del Simbolismofanfiction e originali6/25/2019 8:32 AM by fiore di girasole
In Breve: Il Contest delle Triadifanfiction e originali6/22/2019 11:00 AM by suinogiallo
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | « 3 4 5 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:58 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com