printprint
New Thread
Reply
 

....: Scrittura del Giorno :....

Last Update: 6/27/2019 12:01 AM
Author
Print | Email Notification    
6/7/2019 12:07 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Venerdì 7 giugno
Chiunque faccia richiesta ad alcun dio o uomo per trenta giorni salvo che a te, o re, sia gettato nella fossa dei leoni (Dan. 6:7)
Anche se significava mettere in pericolo la propria vita, Daniele decise di non dare nemmeno l’impressione di essere sceso a compromessi. Prendendo questa decisione dimostrò coraggio e lealtà, e Geova lo benedisse: con un miracolo lo salvò da una morte crudele. In seguito a questo, molti, anche nelle più distanti parti dell’impero medo-persiano, sentirono parlare di Geova (Dan. 6:25-27). Come possiamo sviluppare una fede come quella di Daniele? Il segreto per avere una forte fede è non solo leggere la Parola di Dio ma anche ‘afferrarne il significato’ (Matt. 13:23). Abbiamo bisogno di sapere come la pensa Geova, e quindi anche di capire bene i princìpi biblici. Per fare questo è necessario meditare su quello che leggiamo. È altrettanto importante pregare regolarmente e in modo sentito, soprattutto quando affrontiamo situazioni difficili. Quando preghiamo con fede per avere sapienza e forza, Geova ce le concede generosamente (Giac. 1:5). w18.02 10-11 parr. 13-15
____________________

forum Testimoni di Geova
Il Prossimo Utente del Wrestling-Web che vorreste vedere su Ankie & FriendsAnkie & Friends - L&#...del6/18/2019 10:56 PM by anklelock89
L'ALTIMETRIA DEL GIORNO - 2019Forum dello scalatoregiorno6/25/2019 9:01 AM by mauro facoltosi
Giri settimanali/Spakkakilometri 2019 - 30 Giugno La stincataDMC - Ducati Monster Clubdel6/25/2019 12:08 PM by Red695
6/8/2019 12:07 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Sabato 8 giugno
Gustate e vedete che Geova è buono (Sal. 34:8)
Se sei un giovane servitore di Dio battezzato, puoi già ‘gustare’ la bontà di Geova vedendo come lui ti aiuta quando parli della tua fede nel ministero o a scuola. Alcuni trovano difficile predicare ad altri ragazzi a scuola, e probabilmente tu li puoi capire. In effetti, non sai come potrebbero reagire i ragazzi a cui dai testimonianza. Inoltre, può essere ancora più difficile parlare davanti a un gruppo di persone piuttosto che con un solo compagno di classe. Cosa può esserti d’aiuto in questi casi? Per prima cosa, pensa al perché sei convinto di quello in cui credi. Puoi fare buon uso delle schede per lo studio che si trovano su jw.org. Sono pensate per aiutarti a riflettere su ciò in cui credi, sul perché ci credi e su come spiegare queste cose ad altri. Se sei veramente convinto di quello in cui credi e sei ben preparato, ti sentirai spinto a dare testimonianza a favore del nome di Geova (Ger. 20:8, 9). w17.12 26 parr. 12, 14-15
____________________

forum Testimoni di Geova
6/9/2019 12:03 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Domenica 9 giugno
Rimani nelle cose che hai imparato e sei stato persuaso a credere (2 Tim. 3:14)

Dare istruzione spirituale ai figli non significa solo insegnare loro quali sono i personaggi e gli avvenimenti biblici. Timoteo infatti fu anche “persuaso a credere”. Nella lingua originale questa espressione significa “essere reso certo” o “essere convinto e sicuro della verità di qualcosa”. Timoteo conosceva le Scritture Ebraiche fin da piccolo, ma a un certo punto, grazie a prove incontestabili, si convinse che Gesù era il Messia. Come potete aiutare i vostri figli ad avere la stessa profonda convinzione che aveva Timoteo, così che siano ‘persuasi a credere’? Innanzitutto siate pazienti: non ci si convince di qualcosa da un giorno all’altro. Inoltre, il fatto che voi crediate in qualcosa non significa automaticamente che anche i vostri figli ci crederanno. Per essere veramente convinto che la Bibbia contiene la verità, ciascun figlio deve usare la propria “facoltà di ragionare” (Rom. 12:1). Voi genitori potete fare molto per aiutare i vostri figli a raggiungere questo obiettivo, specialmente quando vi rivolgono delle domande. w17.12 19 parr. 3, 5-6
____________________

forum Testimoni di Geova
6/10/2019 12:06 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Lunedì 10 giugno
So che sorgerà nella risurrezione, nell’ultimo giorno (Giov. 11:24)

Marta, una cara amica e seguace di Gesù, stava soffrendo moltissimo: suo fratello Lazzaro era morto. C’era qualcosa che poteva alleviare il suo dolore? Gesù la rassicurò, dicendo: “Tuo fratello sorgerà” (Giov. 11:20-23). Marta era sicura che quella promessa si sarebbe avverata nel futuro. Poi, però, Gesù fece un miracolo: riportò in vita Lazzaro quel giorno stesso. Non possiamo aspettarci che Gesù o suo Padre facciano un miracolo di questo genere anche nei nostri giorni. Ma chiediamoci: siamo convinti, proprio come lo era Marta, che nel futuro i nostri cari che sono morti torneranno in vita? Forse stiamo soffrendo a causa della perdita del nostro coniuge, di un genitore o di un nonno. Oppure abbiamo perso un figlio. Sicuramente non vediamo l’ora di rivedere la persona che non c’è più, riabbracciarla, parlare e ridere con lei. Anche noi, come Marta, possiamo dire: “So che sorgerà nella risurrezione”. Comunque, ognuno di noi farà bene a riflettere sul perché ne è convinto. w17.12 3 parr. 1-2
____________________

forum Testimoni di Geova
6/11/2019 12:04 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Martedì 11 giugno
A fare la tua volontà, o mio Dio, mi sono dilettato, e la tua legge è dentro le mie parti interiori (Sal. 40:8)
Gesù amava la Legge mosaica. Questo non ci stupisce perché la Legge era stata data dalla Persona più importante nella vita di Gesù: suo Padre, Geova. I profondi sentimenti di Gesù per la legge di Dio erano stati espressi in modo profetico nella scrittura di oggi. Gesù dimostrò con le parole e con le azioni che la Legge di Dio era perfetta, portava ai migliori risultati e si sarebbe adempiuta sicuramente (Matt. 5:17-19). Di conseguenza, si sarà sentito addolorato vedendo che gli scribi e i farisei trasmettevano un’idea sbagliata della Legge di suo Padre. Osservavano scrupolosamente alcuni dei più piccoli dettagli della Legge, tanto che Gesù disse di loro: “Date la decima della menta e dell’aneto e del comino”. Qual era il problema allora? Gesù aggiunse: “Ma avete trascurato le cose più importanti della Legge, cioè la giustizia e la misericordia e la fedeltà” (Matt. 23:23). A differenza degli scribi e dei farisei, che si sentivano superiori agli altri, Gesù capiva lo spirito che c’era dietro la Legge e le qualità di Dio che emergevano da ogni singolo comando. w17.11 13 parr. 1-2
____________________

forum Testimoni di Geova
6/12/2019 7:03 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Mercoledì 12 giugno
Questo è ciò che Dio vuole, la vostra santificazione, che vi asteniate dalla fornicazione (1 Tess. 4:3)
Molte persone dicono: “Bisogna godersi la vita. Non c’è niente di male nel sesso al di fuori del matrimonio”. Tuttavia, dato che la Parola di Dio proibisce l’immoralità sessuale, l’idea che un cristiano dovrebbe tollerarla è sbagliata (1 Tess. 4:4-8). Essendo il nostro Creatore, Geova ha il diritto di darci delle leggi. Ha stabilito che solo un uomo e una donna sposati tra loro possano avere rapporti sessuali. Dio ci dà le sue leggi perché ci ama e sa che sono per il nostro bene. Nelle famiglie in cui si seguono queste norme regnano amore, rispetto e un senso di sicurezza. Dio non tollera che si disubbidisca volontariamente alla sua legge (Ebr. 13:4). La sua Parola ci insegna a evitare l’immoralità sessuale. È importante, ad esempio, fare attenzione a quello che guardiamo (Matt. 5:28, 29). Quindi un cristiano eviterà di guardare materiale pornografico o ascoltare canzoni con testi immorali (Efes. 5:3-5). w17.11 22 parr. 9-10
____________________

forum Testimoni di Geova
6/13/2019 12:06 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Giovedì 13 giugno
È bene innalzare melodie al nostro Dio (Sal. 147:1)
Da moltissimo tempo i servitori di Geova usano la musica per lodarlo. È da notare che, quando servivano Geova fedelmente, gli israeliti davano grande importanza al canto nell’adorazione. Ad esempio, nel fare i preparativi per il servizio al tempio, il re Davide organizzò 4.000 leviti per lodare Geova attraverso la musica. Fra quegli uomini, 288 erano “addestrati nel canto a Geova, tutti esperti” (1 Cron. 23:5; 25:7). La musica e il canto ebbero un ruolo di primo piano anche alla dedicazione del tempio. Infatti leggiamo: “Avvenne che appena i trombettieri e i cantori furono come uno solo nel far udire un unico suono nel lodare e ringraziare Geova, e appena elevarono il suono con le trombe e con i cembali e con gli strumenti per il canto e con la lode a Geova, [...] la gloria di Geova riempì la casa del vero Dio”. Questo avrà rafforzato moltissimo la fede dei presenti (2 Cron. 5:13, 14; 7:6). w17.11 4 parr. 4-5
____________________

forum Testimoni di Geova
6/14/2019 12:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Venerdì 14 giugno
Non pensate che io sia venuto a mettere pace sulla terra; non sono venuto a mettere pace, ma spada (Matt. 10:34)
Gesù sapeva che i suoi insegnamenti avrebbero creato divisione tra le persone e che i cristiani avrebbero avuto bisogno di coraggio per continuare a seguirlo nonostante l’opposizione. Gesù voleva proclamare la verità riguardo a Dio, non rovinare i rapporti familiari (Giov. 18:37). Eppure seguire gli insegnamenti di Cristo sarebbe stato particolarmente difficile se amici o familiari si fossero opposti alla verità. Per essere degni del Cristo, infatti, i suoi discepoli devono perseverare nel caso in cui i familiari li deridano o addirittura li rinneghino. Comunque, ricevono ricompense di gran lunga superiori a qualsiasi sacrificio (Mar. 10:29, 30). Anche se i nostri parenti si oppongono alla nostra decisione di servire Geova, noi continuiamo ad amarli. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che l’amore per Dio e per Cristo viene prima di quello per chiunque altro (Matt. 10:37). Dobbiamo anche ricordare che Satana cercherà di sfruttare l’affetto che proviamo nei confronti dei familiari per infrangere la nostra integrità. w17.10 13 parr. 3-6
____________________

forum Testimoni di Geova
6/15/2019 7:36 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Sabato 15 giugno
Gettava di nuovo la Malvagità in mezzo all’efa, dopo di che gettò il peso di piombo sulla bocca d’essa (Zacc. 5:8)
Questa scena della visione fa capire chiaramente che Geova non tollererà mai alcuna forma di malvagità all’interno del suo popolo e farà in modo che sia eliminata rapidamente (1 Cor. 5:13). Questo è ben rappresentato dall’angelo che richiude il recipiente con il coperchio di piombo. Geova avrebbe fatto in modo che la pura adorazione rimanesse incontaminata, e quella visione ne era la garanzia. Che sollievo sarà stato per gli israeliti dei giorni di Zaccaria ricevere quel messaggio! Comunque, la visione ricordò agli ebrei che anche loro avevano la responsabilità di mantenere incontaminata l’adorazione che rendevano a Geova. Alla malvagità non sarà mai permesso di insinuarsi all’interno del popolo di Geova e rimanervi. Da quando siamo entrati a far parte della pura organizzazione di Dio, ricevendo così la sua cura e la sua protezione, ci siamo assunti la responsabilità di mantenerla incontaminata. Siamo decisi ad assolverla? Nel nostro paradiso spirituale non c’è posto per nessuna forma di malvagità. w17.10 24 parr. 14-15; 25 parr. 17-18
____________________

forum Testimoni di Geova
6/16/2019 12:03 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Domenica 16 giugno
Ho amato la tua legge (Sal. 119:163)
I primi 39 libri della Bibbia furono scritti da israeliti, o ebrei, ai quali inizialmente “furono affidati i sacri oracoli di Dio” (Rom. 3:1, 2). Comunque, già nel III secolo a.E.V. molti ebrei non comprendevano più l’ebraico. Questo era dovuto al fatto che Alessandro Magno aveva esteso il suo impero conquistando nuovi territori (Dan. 8:5-7, 20, 21). Con la graduale espansione dell’impero, il greco divenne la lingua usata da molti dei suoi abitanti, inclusi gli ebrei che erano sparsi su una vasta area. Ma dato che molti di loro ormai parlavano il greco, comprendere le Scritture Ebraiche era diventato più difficile. Quale fu la soluzione? La traduzione delle Scritture Ebraiche in greco, che fu completata nel II secolo a.E.V. Questa raccolta di traduzioni di libri della Bibbia divenne nota come la Settanta greca. La Settanta è la prima traduzione completa delle Scritture Ebraiche di cui si abbia notizia. w17.09 20 parr. 7-9
____________________

forum Testimoni di Geova
6/17/2019 12:19 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Lunedì 17 giugno
Non ti lascerò affatto né in alcun modo ti abbandonerò (Ebr. 13:5)
Se il datore di lavoro chiede regolarmente di fare gli straordinari di sera o nel fine settimana, proprio nei momenti riservati all’adorazione in famiglia, al servizio e alle adunanze, ci vuole coraggio per dire di no e dare così un buon esempio ai propri figli. I genitori hanno bisogno di coraggio anche per aiutare i figli a porsi mete spirituali e a raggiungerle. Forse alcuni non incoraggiano i propri figli a iniziare il servizio di pioniere, a trasferirsi dove c’è più bisogno di proclamatori, a servire alla Betel o a partecipare a progetti di costruzione. Questo perché magari hanno paura che nel futuro i figli non saranno in grado di prendersi cura di loro quando saranno anziani, né di provvedere a sé stessi. Ma i genitori saggi dimostrano coraggio avendo fiducia nelle promesse di Geova (Sal. 37:25). I genitori che hanno un simile atteggiamento aiutano anche i propri figli ad avere coraggio e a confidare in Geova (1 Sam. 1:27, 28; 2 Tim. 3:14, 15). w17.09 30 parr. 14-15
____________________

forum Testimoni di Geova
6/18/2019 12:07 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Martedì 18 giugno
Il frutto dello spirito è padronanza di sé (Gal. 5:22, 23)
Se siete genitori, come potete aiutare i vostri figli a sviluppare la padronanza? Naturalmente, sapete bene che esercitare autocontrollo non viene spontaneo a chi è giovane. Perciò dovreste dare l’esempio sotto questo aspetto, proprio come nel caso di tutte le altre qualità che i figli devono imparare a manifestare (Efes. 6:4). Quindi se vi rendete conto che i vostri figli fanno fatica a controllarsi, dovreste chiedervi se state dando il buon esempio. Non sottovalutate quanto possono imparare vedendo che voi siete regolari nel ministero, nel frequentare le adunanze e nel tenere l’adorazione in famiglia. Inoltre, non abbiate paura di dire di no ai vostri figli quando è necessario! Geova diede ad Adamo ed Eva dei limiti che avrebbero dovuto aiutarli ad avere il giusto rispetto per la sua autorità. Allo stesso modo, i genitori impartiscono disciplina e danno l’esempio con l’obiettivo di insegnare ai figli a rispettare la loro autorità; così i figli impareranno a esercitare padronanza. L’amore per l’autorità di Dio e il rispetto per le sue norme sono tra le cose più preziose che potete trasmettere ai vostri figli (Prov. 1:5, 7, 8). w17.09 7 par. 17
____________________

forum Testimoni di Geova
6/19/2019 12:07 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Mercoledì 19 giugno
Nel corpo non vi sia divisione, ma le sue membra abbiano la stessa cura le une per le altre (1 Cor. 12:25)
Fino a quando il mondo di Satana non verrà eliminato, continueremo ad affrontare prove, come ad esempio disoccupazione, gravi malattie, persecuzione, calamità naturali, criminalità o altro ancora. Per aiutarci a vicenda quando soffriamo, dobbiamo provare sincera compassione. Se abbiamo tenera compassione per gli altri, saremo spinti a mostrare benignità nei loro confronti (Efes. 4:32). Questi aspetti della nuova personalità ci aiuteranno a imitare Dio e a confortare gli altri (2 Cor. 1:3, 4). È necessario mostrare una considerazione ancora maggiore nei confronti dei fratelli della nostra congregazione che sono stranieri o che si trovano in difficoltà. Dobbiamo fare amicizia con loro in modo che capiscano di essere preziosi per la congregazione (1 Cor. 12:22). Spinti dalla compassione che provano per gli immigrati, molti Testimoni si sforzano anche di imparare un’altra lingua (1 Cor. 9:23). Questo dà ottimi risultati. w17.08 23-24 parr. 7-9
____________________

forum Testimoni di Geova
6/20/2019 12:06 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Giovedì 20 giugno
Geova è la mia parte, perciò sarò in aspettativa di lui (Lam. 3:24)
Ognuno di noi deve essere paziente e disposto ad aspettare. Ma cosa ci può aiutare? È necessario pregare per ricevere lo spirito di Dio, dato che la pazienza fa parte del frutto dello spirito (Efes. 3:16; 6:18; 1 Tess. 5:17-19). Dovremmo quindi supplicare Geova che ci aiuti a perseverare pazientemente. Dovremmo anche ricordare cosa aiutò Abraamo, Giuseppe e Davide ad aspettare con pazienza che le promesse di Dio si adempissero: ebbero fede e fiducia in Geova. Non si concentrarono solo su sé stessi o sui loro interessi. Riflettendo sulle ricompense che ricevettero, anche noi possiamo sentirci spinti a mostrare pazienza. Anche se affrontiamo delle prove, siamo decisi a essere pazienti. È vero che a volte potremmo chiedere: “Fino a quando, o Geova?” (Isa. 6:11). Ma grazie all’aiuto dello spirito santo di Dio possiamo anche noi essere determinati come Geremia, che pronunciò le parole della scrittura di oggi. w17.08 7 parr. 18-20
____________________

forum Testimoni di Geova
6/21/2019 12:12 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Venerdì 21 giugno
A fare la tua volontà, o mio Dio, mi sono dilettato (Sal. 40:8)
Sicuramente Gesù da piccolo giocava e si divertiva. Infatti la Parola di Dio dice che c’è “un tempo per ridere [...] e un tempo per saltare” (Eccl. 3:4). Ma Gesù studiava anche le Scritture, e questo lo fece avvicinare a Geova. Quando aveva 12 anni, parlò di argomenti spirituali con i maestri del tempio e loro si meravigliarono “del suo intendimento e delle sue risposte” (Luca 2:42, 46, 47). Gesù diventò un adulto felice. Qual era il segreto della sua felicità? Sapeva che Dio gli aveva detto di “dichiarare la buona notizia ai poveri, [...] e il ricupero della vista ai ciechi” (Luca 4:18). Gesù era felice perché faceva quello che Dio gli aveva chiesto di fare. Gli piaceva molto insegnare alle persone la verità sul suo Padre celeste (Luca 10:21). In un’occasione, dopo aver parlato della vera adorazione con una donna, Gesù disse ai suoi discepoli: “Il mio cibo è fare la volontà di colui che mi ha mandato e finire la sua opera” (Giov. 4:31-34). Dimostrare il suo amore a Dio e agli altri lo rendeva felice. Questo può rendere felice anche te! w17.07 23 parr. 4-5
____________________

forum Testimoni di Geova
6/22/2019 12:03 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Sabato 22 giugno
La pace di Dio custodirà i vostri cuori e le vostre facoltà mentali mediante Cristo Gesù (Filip. 4:7)
Quando era sulla terra Gesù, il compassionevole Figlio di Dio, imitò in maniera perfetta l’empatia di Geova con il suo modo di parlare e di agire (Giov. 5:19). Gesù fu mandato sulla terra per dare conforto a “quelli che hanno il cuore rotto” e a “quelli che fanno lutto” (Isa. 61:1, 2; Luca 4:17-21). In effetti, una delle qualità principali di Gesù era la sua profonda compassione, cioè la sentita partecipazione alle sofferenze degli altri unita al desiderio di alleviarle (Ebr. 2:17). Nelle Scritture troviamo queste parole rassicuranti: “Gesù Cristo è lo stesso ieri e oggi, e per sempre” (Ebr. 13:8). Dato che “il principale Agente della vita” sa per esperienza quanto è grande il dolore di chi ha subìto un lutto, “può venire in aiuto di quelli che sono messi alla prova” (Atti 3:15; Ebr. 2:10, 18). Anche oggi Cristo è sensibile alle sofferenze degli esseri umani, capisce il loro dolore e li conforta “al tempo opportuno” (Ebr. 4:15, 16). w17.07 13 parr. 6-7; 14 par. 10
____________________

forum Testimoni di Geova
6/23/2019 12:16 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Domenica 23 giugno
Dov’è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore (Luca 12:34)

Satana e il suo mondo cercano costantemente di indurci ad apprezzare sempre meno, o addirittura smettere di apprezzare, i tesori spirituali che Geova ci ha donato. Dato che non siamo immuni dalle tattiche di Satana, potremmo lasciarci facilmente allettare dalle promesse di una brillante carriera, dal sogno di vivere nel lusso o dal desiderio di ostentare ciò che possediamo. Ma l’apostolo Giovanni disse che questo mondo passa e pure il suo desiderio (1 Giov. 2:15-17). Dobbiamo perciò sforzarci di proteggere ciò che ci sta a cuore e salvaguardare il nostro amore per le ricchezze spirituali. In conclusione, dovremmo essere disposti a rinunciare a qualsiasi cosa possa prendere il posto del nostro profondo amore per il Regno di Dio. Continuiamo dunque a predicare con zelo, ad apprezzare il nostro ministero e a cercare le verità contenute nella Bibbia. In questo modo accumuleremo “un tesoro [...] nei cieli dove non si avvicina il ladro né la tignola consuma” (Luca 12:33). w17.06 13 parr. 19-20
____________________

forum Testimoni di Geova
6/24/2019 12:03 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Lunedì 24 giugno
Un giorno nei tuoi cortili è migliore di mille altrove (Sal. 84:10)

Il modo di governare di Geova non è oppressivo né duro. Al contrario, concede libertà e promuove la gioia (2 Cor. 3:17). Infatti, riferendosi a Dio, Davide disse: “Dignità e splendore sono dinanzi a lui, forza e gioia sono nel suo luogo” (1 Cron. 16:7, 27). Analogamente, il salmista Etan scrisse: “Felice è il popolo che conosce l’urlo di gioia. O Geova, nella luce della tua faccia continuano a camminare. Nel tuo nome sono gioiosi tutto il giorno e nella tua giustizia sono esaltati” (Sal. 89:15, 16). Meditando spesso sulla bontà di Geova ci convinceremo sempre più che il suo dominio è il migliore in assoluto. E come potrebbe essere altrimenti? Geova è il nostro Progettista e il nostro Creatore amorevole: sa di cosa abbiamo bisogno per essere veramente felici e sopperisce a queste necessità in modo generoso. Anche se ciò che richiede da noi può comportare dei sacrifici, in realtà è per il nostro bene e alla fine reca sempre vera gioia (Isa. 48:17). w17.06 29 parr. 10-11
____________________

forum Testimoni di Geova
6/25/2019 7:10 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Martedì 25 giugno
L’aspettazione differita fa ammalare il cuore (Prov. 13:12)

Prendiamo il caso di una sorella dell’Inghilterra che voleva tanto avere un figlio ma le cui speranze non si concretizzavano. Quando entrò in menopausa si rese conto che il suo desiderio non si sarebbe realizzato in questo sistema di cose. Si sentiva a pezzi. Anche se lei e suo marito decisero di adottare un bambino, la sorella disse: “Dovetti comunque passare attraverso un processo di elaborazione del dolore. Sapevo che adottare un bambino non sarebbe stato esattamente lo stesso che averne uno mio”. La Bibbia dice che la donna cristiana “sarà tenuta in salvo per mezzo del parto” (1 Tim. 2:15). Questo però non significa che avere figli porti alla vita eterna. Piuttosto si riferisce al fatto che prendersi cura dei figli e occuparsi di altre faccende domestiche può impedire a una donna di diventare pettegola e di intromettersi negli affari degli altri (1 Tim. 5:13). w17.06 5-6 parr. 6-8
____________________

forum Testimoni di Geova
6/26/2019 7:22 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,526
TdG
Mercoledì 26 giugno
Che gli dai, o che riceve [Dio] dalla tua propria mano? (Giob. 35:7)
Eliu non intendeva dire che i nostri sforzi per servire Dio siano inutili. Piuttosto stava dicendo che Geova non ha bisogno della nostra adorazione. Dato che è completo in sé stesso, non possiamo renderlo più ricco o più forte. Al contrario, tutte le buone qualità, le capacità o le doti che possediamo ci sono state affidate da Dio, e lui presta attenzione a come le usiamo. Geova considera ogni azione motivata dall’amore leale e compiuta a favore dei suoi servitori come un gesto fatto a lui personalmente. In Proverbi 19:17 leggiamo: “Chi mostra favore al misero presta a Geova, ed Egli gli ripagherà il suo trattamento”. Questo versetto indica forse che Geova prenda nota di ogni opera buona che compiamo a favore dei miseri? È possibile che il Creatore dell’universo si senta in debito nei confronti di semplici esseri umani che compiono gesti di misericordia? Dio può davvero considerare gesti del genere come prestiti e ripagarli elargendo il suo favore e la sua benedizione? Come fu confermato dallo stesso Figlio di Dio, la risposta a queste domande è affermativa (Luca 14:13, 14). w17.04 29 parr. 3-4
____________________

forum Testimoni di Geova
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:11 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com