printprint
New Thread
Reply
 

....: Scrittura del Giorno :....

Last Update: 12/31/2019 12:02 AM
Author
Print | Email Notification    
10/25/2019 12:03 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Venerdì 25 ottobre
Se qualcuno non provvede a quelli della sua casa, ha rinnegato la fede (1 Tim. 5:8)
I capifamiglia riconoscono di avere la responsabilità scritturale di provvedere alle necessità materiali della propria famiglia. Per ubbidire a questo comando devono lavorare sodo. In questi ultimi giorni, però, il lavoro è spesso fonte di stress. A causa della spietata competizione per ottenere i pochi posti di lavoro disponibili, molti si sentono obbligati a lavorare di più, a volte per uno stipendio inferiore. Inoltre, le continue pressioni ad aumentare la produttività possono essere sfibranti dal punto di vista fisico, mentale ed emotivo. Chi non è disposto a fare sacrifici del genere per la propria azienda rischia di perdere il lavoro. Quali cristiani, pur essendo leali al nostro datore di lavoro, prima di tutto dobbiamo essere leali a Geova Dio (Luca 10:27). Il lavoro è semplicemente un mezzo per raggiungere un fine: guadagnarci il necessario per vivere e per compiere il nostro ministero. Se non stiamo attenti, però, il lavoro potrebbe interferire con la nostra adorazione. w17.05 23 parr. 5-7
____________________

forum Testimoni di Geova
10/26/2019 12:06 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Sabato 26 ottobre
Ascolta tuo padre che ti ha generato, e non disprezzare tua madre solo perché è invecchiata (Prov. 23:22)
A volte i nuovi chiedono a qualche fratello più esperto di aiutarli a insegnare la verità ai loro figli. Se un genitore chiede a un componente della congregazione di studiare con i suoi figli, chi conduce lo studio non dovrebbe mai cercare di prendere il posto dei genitori (Efes. 6:1-4). In alcuni casi è stato chiesto a un Testimone di studiare con i figli di persone che non erano interessate alla verità. Quando studia con i figli di qualcun altro, il Testimone dovrebbe tenere bene a mente che, pur provvedendo loro aiuto a livello spirituale, non ne diventa il padre o la madre. Inoltre, sarebbe saggio condurre lo studio a casa loro in presenza dei genitori o di un altro Testimone maturo oppure in un luogo pubblico adeguato. In questo modo nessuno avrà motivo di fraintendere quello che sta accadendo. Naturalmente è auspicabile che col tempo i genitori si assumano la responsabilità affidata loro da Dio di prendersi cura dei bisogni spirituali dei figli. w17.06 8 parr. 15-16
____________________

forum Testimoni di Geova
10/27/2019 12:18 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Domenica 27 ottobre
Se io non capisco chi parla, chi parla sarà uno straniero per me (1 Cor. 14:11)
Se non si identificano con la cultura dei genitori, i figli potrebbero rifiutarsi di imparare la loro lingua e di seguire la loro religione. I genitori cristiani mettono il benessere spirituale dei figli al di sopra delle proprie preferenze (1 Cor. 10:24). Un fratello di nome Samuel racconta: “Io e mia moglie cercammo di capire quale lingua aiutasse maggiormente i nostri figli a crescere bene a livello spirituale, e pregammo per avere saggezza. [...] Quando ci fu chiaro che i nostri figli non stavano traendo molto beneficio dalle adunanze nella nostra lingua, decidemmo di trasferirci in una congregazione della lingua del posto. Partecipavamo insieme alle adunanze e al ministero. Invitavamo fratelli della congregazione a mangiare da noi e organizzavamo delle gite con loro. Tutto ciò aiutò i nostri figli a conoscere i fratelli e a vedere Geova non solo come il loro Dio, ma anche come un Padre e un Amico. Questo per noi era molto più importante del fatto che imparassero bene la nostra lingua”. w17.05 10 parr. 11-13
____________________

forum Testimoni di Geova
10/28/2019 6:55 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Lunedì 28 ottobre
Benedite Geova (Giud. 5:2)
Presto la terra sarà piena di persone che metteranno la sovranità di Geova al di sopra di ogni altra cosa. Non vediamo l’ora che arrivi quel giorno! Siamo d’accordo con le parole che Debora e Barac intonarono: “Periscano, o Geova, tutti i tuoi nemici, e siano quelli che ti amano come quando il sole sorge nella sua potenza” (Giud. 5:31). Geova esaudirà questa richiesta quando porrà fine al malvagio mondo di Satana. Ad Armaghedon non sarà necessario che degli esseri umani si offrano volontari per sgominare il nemico. In quel tempo dovremo ‘stare fermi e vedere la salvezza di Geova’ (2 Cron. 20:17). Ma ora abbiamo molte opportunità di sostenere la causa di Geova con zelo e coraggio. “Per essersi il popolo offerto volontariamente, benedite Geova”: con queste parole Debora e Barac iniziarono il loro cantico di vittoria, lodando non degli esseri umani, ma l’Altissimo (Giud. 5:1, 2). Se anche noi mostriamo uno spirito volenteroso, altri saranno spinti a ‘benedire Geova’! w17.04 32 parr. 17-18
____________________

forum Testimoni di Geova
10/29/2019 6:49 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Martedì 29 ottobre
Non ho fatto proprio nulla perché mi mettessero nella buca della prigione (Gen. 40:15)
Pur non avendo dimenticato i torti subiti nei 13 anni in cui fu oggetto di ingiustizie, Giuseppe non si amareggiò per la situazione (Gen. 45:5-8). Cosa ancora più importante, non lasciò che le imperfezioni e le azioni sbagliate degli altri lo separassero da Geova. Grazie alla sua lealtà, Giuseppe ebbe modo di vedere come Geova corresse le ingiustizie e come benedisse sia lui che la sua famiglia. Anche noi dobbiamo tener cara la nostra relazione con Geova e proteggerla. Non dovremmo mai lasciare che le imperfezioni dei fratelli ci separino dal Dio che amiamo e adoriamo (Rom. 8:38, 39). Al contrario, se siamo vittime di ingiustizie a causa di un compagno di fede, facciamoci guidare dall’esempio di Giuseppe e avviciniamoci ancora di più a Geova, cercando di vedere le cose come le vede lui. Dopo aver fatto tutto il possibile dal punto di vista scritturale per risolvere il problema, lasciamo che sia Geova a intervenire, fiduciosi che porrà rimedio alla situazione nei tempi e nei modi da lui stabiliti. w17.04 20 par. 12; 22 parr. 15-16
____________________

forum Testimoni di Geova
10/30/2019 6:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Mercoledì 30 ottobre
Se darai alla tua schiava una progenie, un maschio, io certamente lo darò a Geova per tutti i giorni della sua vita (1 Sam. 1:11)
Anna fece esattamente ciò che aveva promesso a Dio. Non le passò nemmeno per la mente di agire in modo diverso. Portò Samuele dal sommo sacerdote Eli al tabernacolo di Silo e disse: “Riguardo a questo ragazzo pregai che Geova esaudisse la richiesta che gli feci. E io, a mia volta, l’ho prestato a Geova. Per tutti i giorni che vivrà, sarà richiesto per Geova” (1 Sam. 1:24-28). A Silo “il ragazzo Samuele [continuò] a crescere presso Geova” (1 Sam. 2:21). Ma cosa comportò questo per Anna? Lei amava profondamente il suo bambino, ma non sarebbe potuta stare con lui giorno dopo giorno. Chissà quanto avrà desiderato coccolarlo, giocare con lui e crescerlo, in altre parole creare quella serie di ricordi che una madre colleziona mentre vede il suo piccolo diventare grande. Comunque, Anna mantenne il suo voto senza alcun rimpianto. Il suo cuore “[esultava] in Geova” (1 Sam. 2:1, 2; Sal. 61:1, 5, 8). w17.04 4-5 parr. 7-8
____________________

forum Testimoni di Geova
10/31/2019 6:48 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Giovedì 31 ottobre
Sappi questo, che negli ultimi giorni ci saranno tempi difficili (2 Tim. 3:1)

Dopo aver predetto che i nostri giorni sarebbero stati caratterizzati da “tempi difficili”, l’apostolo Paolo fu ispirato a scrivere: “Uomini malvagi e impostori progrediranno di male in peggio” (2 Tim. 3:2-5, 13). Abbiamo visto avverarsi questa profezia? Molti di noi sono stati vittime di persone malvage, tra cui individui violenti, prepotenti e razzisti, o feroci criminali. Alcuni di loro commettono azioni malvage alla luce del sole; altri si nascondono sotto un manto di giustizia. Anche se non siamo stati loro vittime in modo diretto, le persone malvage influiscono comunque su di noi. Ci rattrista molto sentire delle azioni orribili che compiono. La crudeltà con cui trattano bambini, anziani e altre persone indifese ci fa inorridire. Le persone malvage manifestano uno spirito che sembra disumano, animalesco e perfino demonico (Giac. 3:15). Siamo felici, però, che la Parola di Geova contenga una buona notizia. w17.04 10 par. 4
____________________

forum Testimoni di Geova
11/1/2019 12:06 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Venerdì 1° novembre
Ripudiate l’empietà e i desideri mondani e vivete con sanità di mente e giustizia e santa devozione (Tito 2:12)
Disciplinare sé stessi significa fra l’altro tenere sotto controllo il proprio modo di pensare e di comportarsi. Per natura non abbiamo la tendenza a disciplinarci; è qualcosa che dobbiamo imparare. Quando i genitori con costanza e pazienza educano i figli “nella disciplina e nella norma mentale di Geova”, li aiutano a disciplinare sé stessi e a diventare saggi (Efes. 6:4). Lo stesso vale per chi comincia a conoscere Geova da adulto. Forse in una certa misura ha già imparato a disciplinarsi, ma all’inizio non è un cristiano spiritualmente maturo. Comunque, man mano che riveste la “nuova personalità”, cresce verso la maturità (Efes. 4:23, 24). Disciplinare sé stessi ha un ruolo importante in tale crescita. w18.03 29 parr. 3-4
____________________

forum Testimoni di Geova
11/2/2019 12:08 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Sabato 2 novembre
Seguite il corso dell’ospitalità (Rom. 12:13)
Geova e la sua organizzazione ci invitano alle adunanze. Si tratta di banchetti spirituali a cui vogliamo che tutti si sentano benvenuti, soprattutto i nuovi (Rom. 15:7). Anche loro sono ospiti di Geova, quindi è importante che li facciamo sentire a loro agio, indipendentemente dal loro aspetto (Giac. 2:1-4). Se una persona è appena entrata e nessuno è ancora andato ad accoglierla, perché non la invitiamo a sedersi accanto a noi? L’aiuto che le daremo a seguire l’adunanza e forse a trovare i versetti potrebbe essere molto gradito. Questo sarebbe un ottimo modo per ‘seguire il corso dell’ospitalità’. Quando vengono nella nostra Sala del Regno oratori pubblici di altre congregazioni, sorveglianti di circoscrizione e, a volte, rappresentanti della filiale, possiamo cogliere queste occasioni per essere ospitali (3 Giov. 5-8). Un ottimo modo in cui possiamo dimostrarci ospitali è invitarli per mangiare qualcosa insieme. w18.03 15 parr. 5, 7
____________________

forum Testimoni di Geova
11/3/2019 12:13 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Domenica 3 novembre
Che cosa mi impedisce di essere battezzato? (Atti 8:36)
Pensiamo a un ebreo che perseguitava i cristiani. Era nato in una nazione che era dedicata a Dio ma che aveva perso la speciale relazione che aveva con Lui. Quell’uomo era uno zelante sostenitore delle tradizioni giudaiche; tuttavia in seguito venne a conoscenza di qualcosa di migliore. Un giorno Gesù, che lui credeva morto ma che era stato risuscitato, gli parlò dal cielo. Cosa accadde? Quell’uomo accettò l’aiuto di un discepolo di Cristo di nome Anania e, come dice la Bibbia, “si alzò e fu battezzato” (Atti 9:17, 18; Gal. 1:14). Quell’uomo divenne poi noto come l’apostolo Paolo. È interessante notare che, una volta compresa la verità sul ruolo di Gesù nel proposito di Dio, Paolo si battezzò immediatamente (Atti 22:12-16). Oggi succede la stessa cosa a molte persone che studiano la Bibbia, che siano giovani o più in là con gli anni. w18.03 5-6 parr. 9-11
____________________

forum Testimoni di Geova
11/4/2019 12:04 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Lunedì 4 novembre
Non vi potei parlare come a uomini spirituali, ma come a uomini carnali (1 Cor. 3:1)
Giacobbe non ebbe una vita facile. Suo fratello Esaù, un uomo dalla mentalità carnale, voleva ucciderlo. Per di più, suo suocero cercò diverse volte di sfruttarlo con l’inganno. Nonostante fosse circondato da persone carnali, Giacobbe fu sempre un uomo spirituale (1 Cor. 2:14-16). Aveva fede nella promessa fatta ad Abraamo e si prese cura della sua famiglia, che avrebbe avuto un ruolo speciale nella realizzazione del proposito di Geova (Gen. 28:10-15). Dalle sue parole e dalle sue azioni capiamo che teneva costantemente presenti le norme e la volontà di Dio. Per esempio, quando si sentì minacciato da Esaù, disse a Dio: “Liberami, ti prego [...]. E tu, tu hai detto: ‘Senza dubbio ti tratterò bene e certamente costituirò il tuo seme come i granelli di sabbia del mare’” (Gen. 32:6-12). È chiaro che Giacobbe aveva fede nelle promesse di Geova e voleva vivere tenendo conto della Sua volontà e del Suo proposito. w18.02 20 parr. 9-10
____________________

forum Testimoni di Geova
11/5/2019 12:04 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Martedì 5 novembre
È un uomo irriprovevole e retto, che teme Dio e si ritrae dal male (Giob. 1:8)
Giobbe affrontò drastici cambiamenti nella vita. Inizialmente “era il più grande di tutti gli orientali” (Giob. 1:3). Era ricco, conosciuto e molto rispettato (Giob. 29:7-16). Nonostante questo non credeva di essere migliore degli altri né pensava di non aver bisogno di Dio. Anzi, Geova lo chiamò “mio servitore”. Satana lanciò contro Giobbe una serie di crudeli attacchi, facendogli credere che la colpa fosse di Dio (Giob. 1:13-21). Poi arrivarono tre uomini che dicevano di essere suoi amici e lo aggredirono con parole spietate. Fondamentalmente dissero che Dio gli stava dando quello che si meritava (Giob. 2:11; 22:1, 5-10). Eppure Giobbe si mantenne integro. Finita la prova, Geova gli diede il doppio di quello che aveva prima, e gli concesse altri 140 anni di vita (Giac. 5:11). In quel periodo Giobbe continuò a servire Geova con tutto il cuore. w18.02 6 par. 16; 7 par. 18
____________________

forum Testimoni di Geova
11/6/2019 7:49 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Mercoledì 6 novembre
Gli uomini saranno millantatori, superbi, gonfi d’orgoglio (2 Tim. 3:2, 4)
Persone del genere muoiono dalla voglia di essere ammirate e adorate. Riguardo a chi ha un orgoglio smisurato, uno studioso ha scritto: “Nel cuore ha un piccolo altare davanti al quale si inchina a sé stesso”. È stato anche detto che l’orgoglio eccessivo è così disgustoso che persino gli orgogliosi, quando lo notano negli altri, lo detestano. Geova detesta l’orgoglio, infatti la Bibbia dice che odia “gli occhi alteri”, o superbi (Prov. 6:16, 17). L’orgoglio impedisce di avvicinarsi a Dio (Sal. 10:4). È una caratteristica del Diavolo (1 Tim. 3:6). Purtroppo, però, anche alcuni fedeli servitori di Geova si sono lasciati contagiare dall’orgoglio. Uzzia, un re di Giuda, rimase fedele per molti anni. “Comunque”, dice la Bibbia, “appena egli si fu fortificato, il suo cuore si insuperbì fino al punto di causare rovina, così che agì infedelmente contro Geova suo Dio ed entrò nel tempio di Geova per bruciare incenso”. In seguito, anche il re Ezechia si lasciò prendere dall’orgoglio, sebbene solo per un certo periodo (2 Cron. 26:16; 32:25, 26). w18.01 28 parr. 4-5
____________________

forum Testimoni di Geova
11/6/2019 10:05 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 647
Location: FRANCAVILLA AL MARE
Age: 54
Nelle pubblicazioni è tema ricorrente "l'umiltà" in questo mondo dove l'orgoglio prende sempre più il sopravvento..👍


__________________________________________________
Salmo 23....Geova è il mio Pastore
11/7/2019 12:05 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Giovedì 7 novembre
Ciascuno di voi, nella propria casa, metta da parte qualcosa secondo che abbia prosperità (1 Cor. 16:2)
Le Scritture contengono diversi esempi di offerte fatte attingendo a risorse personali. In alcuni casi le contribuzioni erano destinate a progetti specifici (Eso. 35:5; 2 Re 12:4, 5; 1 Cron. 29:5-9). Ai tempi della congregazione cristiana del I secolo, quando i fratelli vennero a sapere del bisogno sorto a causa di una carestia, “determinarono, ciascuno come poteva, di mandare un soccorso ai fratelli dimoranti in Giudea” (Atti 11:27-30). Quelle contribuzioni provenivano da fonti diverse. Nel I secolo, alcuni cristiani vendettero parte dei loro beni, come campi e case, e portarono il ricavato agli apostoli. Gli apostoli, a loro volta, lo distribuirono fra i bisognosi (Atti 4:34, 35). Altri, per fare contribuzioni a sostegno dell’opera, mettevano regolarmente da parte del denaro. Quindi tutti, che fossero molto ricchi o molto poveri, facevano la loro parte (Luca 21:1-4). w18.01 18 par. 7; 19 par. 9
____________________

forum Testimoni di Geova
11/8/2019 12:03 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Venerdì 8 novembre
I ragazzi si stancheranno e anche si affaticheranno (Isa. 40:30)
Indipendentemente dalle capacità che potremmo avere, ci sono dei limiti a quello che siamo in grado di fare con le nostre sole forze. Questa è una lezione che tutti noi dobbiamo imparare. Anche se era molto capace, l’apostolo Paolo aveva dei limiti che gli impedivano di fare tutto quello che avrebbe voluto. Quando espresse le sue preoccupazioni in preghiera, Dio gli rispose: “La mia potenza è resa perfetta nella debolezza”. Paolo capì il senso di quelle parole; infatti scrisse: “Quando sono debole, allora sono potente” (2 Cor. 12:7-10). Cosa voleva dire? Paolo si rese conto che c’era un limite a quello che poteva fare senza ricevere aiuto da una fonte superiore. Lo spirito santo di Dio poteva fornirgli la forza che gli mancava. E non solo: poteva anche permettergli di svolgere incarichi che non sarebbe mai stato in grado di portare a termine con le sue sole forze. Questo vale anche per noi: è Geova a renderci davvero forti! w18.01 9 parr. 8-9
____________________

forum Testimoni di Geova
11/9/2019 12:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Sabato 9 novembre
Dall’infanzia hai conosciuto gli scritti sacri, che possono renderti saggio per la salvezza (2 Tim. 3:15)
Quando vostro figlio esprime il desiderio di battezzarsi, utilizzate i vari strumenti che l’organizzazione di Geova ha provveduto ai genitori. Questo vi permetterà di ricordare a vostro figlio che essere cristiani dedicati e battezzati significa assumersi una seria responsabilità oltre che ottenere molti benefìci. Come genitori avete sia un impegno gravoso che un privilegio: crescere i vostri figli “nella disciplina e nella norma mentale di Geova” (Efes. 6:4). Questo vuol dire non solo insegnare loro quello che dice la Bibbia, ma anche aiutarli a essere fermamente convinti che quella che imparano è la verità. Infatti, solo se svilupperanno un’incrollabile convinzione saranno spinti a dedicarsi a Geova e a servirlo con tutto il cuore. La Parola di Geova, il suo spirito e gli sforzi che farete come genitori potranno aiutare i vostri figli a diventare ‘saggi per la salvezza’. w17.12 22 parr. 17, 19
____________________

forum Testimoni di Geova
11/10/2019 12:07 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Domenica 10 novembre
Sorgerai per la tua sorte alla fine dei giorni (Dan. 12:13)
Daniele aveva quasi 100 anni e si stava avvicinando alla fine della sua vita. Sarebbe stato risuscitato? Certo! Alla fine del libro che scrisse, leggiamo le rassicuranti parole che Dio gli rivolse: “In quanto a te stesso, va verso la fine; e riposerai”. L’anziano Daniele sapeva che la condizione dei morti è simile a quella del ‘riposo’ e che “non c’è [...] disegno né conoscenza né sapienza nello Sceol”. Daniele si sarebbe presto trovato in questa condizione (Eccl. 9:10). Ma quella non sarebbe stata la sua fine: gli era stato promesso un futuro. Il messaggio rivolto al profeta Daniele continua con le parole della scrittura di oggi. Non erano specificati né una data né un periodo di tempo. Daniele sarebbe morto e quindi avrebbe riposato. Ma la promessa secondo cui nel futuro ‘sarebbe sorto per la sua sorte’ significava senza ombra di dubbio che sarebbe stato risuscitato dopo molto tempo, “alla fine dei giorni”. La versione Parola del Signore rende così la promessa fatta a Daniele: “Ti alzerai per ricevere alla fine del tempo la tua ricompensa”. w17.12 7 parr. 17-18
____________________

forum Testimoni di Geova
11/11/2019 12:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Lunedì 11 novembre
Un solo testimone non può attestare contro un’anima per farla morire (Num. 35:30)
Geova comandò agli anziani di Israele di imitare le sue alte norme di giustizia. Prima di tutto, gli anziani dovevano stabilire i fatti. Poi, per decidere se si poteva mostrare misericordia, dovevano valutare attentamente le motivazioni dell’omicida, il suo atteggiamento e il comportamento che aveva tenuto in passato. Per imitare la giustizia di Dio, gli anziani dovevano stabilire se l’omicida aveva agito “con odio” e “con cattiva intenzione” (Num. 35:20-24, nt.). Se si fossero presentati dei testimoni, ne sarebbero serviti almeno due per confermare un’accusa di omicidio volontario. Dopo aver stabilito i fatti, quindi, gli anziani dovevano concentrarsi sulla persona, non solo sulle azioni che aveva compiuto. Avevano bisogno di perspicacia, la capacità di vedere oltre ciò che è ovvio e di capire a fondo una situazione. Soprattutto, avevano bisogno dello spirito santo, che li avrebbe aiutati a manifestare perspicacia, misericordia e giustizia a imitazione di Geova (Eso. 34:6, 7). w17.11 16 parr. 13-14
____________________

forum Testimoni di Geova
11/12/2019 7:24 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 3,763
TdG
Martedì 12 novembre
Pondera queste cose (1 Tim. 4:15)
Iniziando a frequentare il popolo di Dio, abbiamo scoperto alcune preziose verità. Quali, ad esempio? Geova è il Creatore e Colui che dà la vita; inoltre ha un proposito per l’umanità e ha amorevolmente provveduto il sacrificio di riscatto di suo Figlio per liberarci dal peccato e dalla morte. Il suo Regno porrà fine alle sofferenze, e gli esseri umani avranno la vita eterna e godranno di pace e felicità (Giov. 3:16; Riv. 4:11; 21:3, 4). Ogni tanto potrebbe esserci una modifica al nostro intendimento di una profezia o di un passo biblico. In casi del genere dovremmo riservare del tempo per studiare queste informazioni con attenzione e meditare su di esse (Atti 17:11). Dovremmo cercare di capire bene non soltanto le modifiche più consistenti ma anche le piccole differenze rispetto al vecchio intendimento. In questo modo saremo sicuri di riporre la nuova verità al sicuro all’interno del nostro tesoro. w17.06 12-13 parr. 15-16
____________________

forum Testimoni di Geova
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:47 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com