printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Confutazione trasmissione radio Maria del GRIS di luglio 2017...

Last Update: 8/5/2017 7:57 PM
Author
Print | Email Notification    
7/18/2017 4:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,893
ViceAdmin
...sulla vita eterna
Confutazione trasmissione radio Maria del GRIS di settembre 2019...confutazione radio maria9/22/2019 7:31 PM by Aquila-58
Confutazione trasmissione radio Maria del GRIS di ottobre 2019...confutazione radio maria10/15/2019 1:07 PM by (SimonLeBon)
È vero che i Testimoni di Geova sono il gruppo meno istruito? 21 pt.10/17/2019 10:48 PM by (SimonLeBon)
7/18/2017 4:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,893
ViceAdmin
Dopo il preambolo di don Battista Cadei (che sostituisce temporaneamente il conduttore don Fiorino) prende la parola Rocco Politi. Circa l'attendilita' delle critiche dei fuoriusciti rimandiamo, come di consueto, al seguente articolo del nostro sito TdGOnline:

I FUORIUSCITI DEI TESTIMONI DI GEOVA: TRA FENOMENOLOGIA E STATISTICA – Cosa dicono gli esperti?
7/18/2017 5:18 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,893
ViceAdmin
Il successivo e ultimo intervento è a cura di don Battista Cadei che affronta il tema

La vita eterna dicedo:


La vita eterna consiste nella comunione con Dio e con Cristo: contemplare la gloria di Dio, vederlo faccia a faccia, vederlo come egli è, stare alla sua presenza, ecc..
Solo Dio può saziare la nostra sete di felicità:

─ 1 Gv 3,1-3: Quale grande amore ci ha dato il Padre per essere chiamati figli di Dio, e lo siamo realmente! La ragione per cui il mondo non ci conosce è perché non ha conosciuto lui. Carissimi, noi fin d'ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato. Sappiamo però che quando egli si sarà manifestato, noi saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è. Chiunque ha questa speranza in lui, purifica se stesso, come egli è puro"

─ Mt 25, 34.46: «Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo». E [andranno] i giusti alla vita eterna»

─Gv 17:24: «Padre, voglio che quelli che mi hai dato, siano con me dove sono io, perché contemplino la mia gloria, quella che mi hai dato...»;

─ 1 Cor 13, 12: «Ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa; ma allora vedremo faccia a faccia. Ora conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch'io sono conosciuto»;

─ Col 3,4: «Quando si manifesterà Cristo, la vostra vita, allora anche voi sarete manifestai con lui nella gloria»

─ Ap 7,9: "Tutti stavano davanti al trono [di Dio] e davanti all'Agnello, avvolti in vesti candide".

─ Ap 22,3-5: "Il trono di Dio e dell'Agnello sarà in mezzo a lei [= la nuova Gerusalemme] e i suoi servitori lo adoreranno; vedranno la sua faccia e porteranno il suo nome sul¬la fronte. Non vi sarà più notte e non avranno più bisogno di luce di lampada, né di luce di sole, perché il Signore Dio li illuminerà e regneranno nei secoli dei secoli".

La vita eterna è una realtà completamente diversa da quella terrena.
Nelle prime pagine della Bibbia abbiamo visto che l'uomo tentò di sostituirsi a Dio e usurpare l'albero della vita (cf. Ap 22,2), con conseguenze disastrose. Nelle ultime pagine dell'Apocalisse parla di qualcosa che non si può rubare, non si può comperare: si può solo ricevere gratuitamente. A un patto: lasciarsi amare dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito Santo. Il cristiano vive nell'attesa di queste realtà, in confronto delle quali vale la pena affrontare sofferenze e persecuzioni:

─ Ap 22,17: "Lo Spirito e la sposa dicono: «Vieni!» E chi ascolta ripeta: «Vieni!» Chi ha sete venga; chi vuole attinga gratuitamente l'acqua della vita"

─ Rm 8,18: "Le sofferenze del momento presente non sono paragonabili alla gloria futura che dovrà essere rivelata in noi"
Un regno terreno di 1000 anni?

- Ap 20,4-9: "Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. Vidi anche le anime dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non ne avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni; gli altri morti invece non tornarono in vita fino al compimento dei mille anni. Questa è la prima risurrezione. Beati e santi coloro che prendon parte alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la seconda morte, ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e regneranno con lui per mille anni. Quando i mille anni saranno compiuti, satana verrà liberato dal suo carcere e uscirà per sedurre le nazioni ai quattro punti della terra, Gog e Magog, per adunarli per la guerra… cinsero d'assedio l'accampamento dei santi e la città diletta. Ma un fuoco scese dal cielo e li divorò".

Sulla base di questo testo, ci sono sempre stati e ci sono tutttora alcuni che teorizzano 1000 anni di regno terreno di Gesù. Tra questi, ci sono i tdG, che fanno equivalere l’intera storia umana a una settimana, in cui ogni giorno corrisponde a mille anni: seimila sono già passati (dovevano concludersi nel 1975); manca solo il sabato, che corrisponde ai 1000 anni di Ap 20.

E con questo concludo!



Lascio la parola a chi desidera replicare...
[Edited by viceadmintdg1 7/20/2017 10:44 AM]
7/31/2017 12:42 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,608
Location: PINEROLO
Age: 49
TdG
Re:
R
Viceadmin:


IL successivo e ultimo intervento è a cura di don Battista Cadei che affronta il tema



Cadei:

Cadei:
La vita eterna dicedo:

La vita eterna consiste nella comunione con Dio e con Cristo: contemplare la gloria di Dio, vederlo faccia a faccia, vederlo come egli è, stare alla sua presenza, ecc..
Solo Dio può saziare la nostra sete di felicità:
─ (1 Gv 3,1-3).Quale grande amore ci ha dato il Padre per essere chiamati figli di Dio, e lo siamo realmente! La ragione per cui il mondo non ci conosce è perché non ha conosciuto lui. Carissimi, noi fin d'ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato. Sappiamo però che quando egli si sarà manifestato, noi saremo simili a lui, perché lo vedremo così come egli è. Chiunque ha questa speranza in lui, purifica se stesso, come egli è puro"
─ (Mt 25, 34.46);«Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredi¬tà il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo». E [andranno] i giusti alla vita eterna»
─(Gv 17, 24 «Padre, voglio che quelli che mi hai dato, siano con me dove sono io, perché contemplino la mia gloria, quella che mi hai dato...»);
─ 1 Cor 13, 12«Ora vediamo come in uno specchio, in maniera con¬fusa; ma allora vedremo faccia a faccia. Ora conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, co¬me anch'io sono conosciuto»;
─ (Col 3,4).«Quando si manifesterà Cristo, la vostra vita, allo¬ra anche voi sarete manifestai con lui nella gloria»
─ (Ap 7, 9: Tutti stavano davanti al trono [di Dio] e davanti all'Agnello, avvolti in vesti candide).
─ (Ap 22,3-5). Il trono di Dio e dell'Agnello sarà in mezzo a lei [= la nuova Gerusalemme] e i suoi servitori lo adoreran¬no; vedranno la sua faccia e porteranno il suo nome sul¬la fronte. Non vi sarà più notte e non avranno più bisogno di luce di lampada, né di luce di sole, perché il Signore Dio li illuminerà e regneranno nei secoli dei secoli.
La vita eterna è una realtà completamente diversa da quella terrena.
Nelle prime pagine della Bibbia abbiamo visto che l'uomo tentò di sostituirsi a Dio e usurpare l'albero della vita (cf. Ap 22,2), con conseguenze disastrose. Nelle ultime pagine dell'Apocalisse parla di qualcosa che non si può rubare, non si può comperare: si può solo ricevere gratuitamente. A un patto: lasciarsi amare dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito Santo. Il cristiano vive nell'attesa di queste realtà, in confronto delle quali vale la pena affrontare sofferenze e persecuzioni:
─ Ap 22,17). Lo Spirito e la sposa dicono: «Vieni!» E chi ascolta ripeta: «Vieni!» Chi ha sete venga; chi vuole attinga gratuitamente l'acqua della vita" (
─ . Rm 8,18..Le sofferenze del momento presente non sono paragonabili alla gloria futura che dovrà essere rivelata in noi;




E' notevole leggere questo "sfornato di versetti" del buon Cadei e constatare che non ce n'è nemmeno uno tratto dalla "Bibbia del Cristo". Nè Gesu' nè Paolo infatti possedevano i libri del NT nè le promesse profetiche di Apocalisse/Rivelazione, scritte dopo la loro morte, e si affidarono all'autorità delle scritture ebraiche, da molti chiamate Antico Testamento.

Cosa dice della "vita eterna" l'AT? Naturalmente nulla di tutto quello che scrive il Cadei, che preferisce semplicemente far finta che l'AT, la Bibbia del Cristo, non sia mai esistito...

Ai patriarchi ebrei infatti fu promessa la vita eterna nella forma di una discendenza eterna sulla terra. Il libro di Genesi si conclude come segue:

"24 Giuseppe disse ai suoi fratelli: «Io sto per morire, ma Dio per certo vi visiterà e vi farà salire, da questo paese, nel paese che promise con giuramento ad Abraamo, a Isacco e a Giacobbe». 25 Giuseppe fece giurare i figli d’Israele, dicendo: «Dio per certo vi visiterà; allora portate via da qui le mie ossa». 26 Poi Giuseppe morì, all’età di centodieci anni; e fu imbalsamato e deposto in un sarcofago in Egitto." (Ge.50,24-26)

con l'istruzione di fare attenzione e poi portar via le ossa di Giuseppe quando "Dio ci visiterà", per far tornare tutti alla "terra promessa".

Ai re ebrei fu fatta la promessa di una discendenza sulla terra. Il re Davide, pur nel suo abbattimento, cantava quanto segue nel Salmo 12:

"5 «Per l’oppressione dei miseri,
per il grido d’angoscia dei bisognosi,
ora mi ergerò», dice il SIGNORE,
«e darò la salvezza a chi la brama».
...
7 Tu, SIGNORE, li proteggerai,
li preserverai da questa gente per sempre."

dove il "per sempre" della NR esprime l'olam ebraico (לְעוֹלָֽם).

Anche tra i profeti ci fu chi portava un messaggio di speranza futura, indubbiamente orientato alla terra abitata e non certo ai cieli.

Il profeta Sofonia cap. 3 ne è un esempio:

"17 Il SIGNORE, il tuo Dio, è in mezzo a te, come un potente che salva. Egli si rallegrerà con gran gioia per causa tua; si acqueterà nel suo amore, esulterà per causa tua con grida di gioia».
18 «Io raccoglierò quelli che sono nel dolore, lontano dalle feste solenni; sono tuoi, su di loro pesa la vergogna!
19 In quel tempo io agirò contro tutti quelli che ti opprimono; salverò la pecora che zoppica, raccoglierò quella che è stata cacciata via, e li renderò gloriosi e famosi in tutti i paesi dove sono stati nella vergogna.
20 In quel tempo io vi ricondurrò, in quel tempo vi raccoglierò; perché vi renderò famosi e gloriosi fra tutti i popoli della terra, quando farò tornare, sotto i vostri occhi, quelli che sono in esilio», dice il SIGNORE."

Dando uno sguardo all'Apocalisse citata dal Cadei, non possiamo non notare che al cap. 5 (dimenticato dal pur zelante Cadei) le figure delle quattro creature viventi e dei 24 anziani che operano come segue:

"9 Essi cantavano un cantico nuovo, dicendo: «Tu sei degno di prendere il libro e di aprirne i sigilli, perché sei stato immolato e hai acquistato a Dio, con il tuo sangue, gente di ogni tribù, lingua, popolo e nazione, 10 e ne hai fatto per il nostro Dio un regno e dei sacerdoti; e regneranno sulla terra»."

Il "regno di sacerdoti" avrà dunque lo scopo di "regnare sulla terra" e sarebbe interessante sapere dal Cadei che cosa regneranno a fare, dato che lui crede che la terrà, a quel tempo, sarà del tutto... vuota!

Buona notte

Simon
8/2/2017 12:07 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Re:
viceadmintdg1, 18/07/2017 17.18:



La vita eterna consiste nella comunione con Dio e con Cristo: contemplare la gloria di Dio, vederlo faccia a faccia, vederlo come egli è, stare alla sua presenza, ecc..






La vita eterna in senso biblico consiste unicamente nel "contemplare la gloria di Dio, vederlo faccia a faccia, vederlo come egli è, stare alla sua presenza", insomma, vivere nei cieli al cospetto di Dio?

Per quale motivo, biblicamente parlando, si è chiamati alla vita immortale nei cieli?





A presto per la risposta...

[Edited by Aquila-58 8/2/2017 12:11 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/2/2017 9:44 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
viceadmintdg1, 18/07/2017 17.18:

Il successivo e ultimo intervento è a cura di don Battista Cadei che affronta il tema

La vita eterna dicedo:
La vita eterna consiste nella comunione con Dio e con Cristo: contemplare la gloria di Dio, vederlo faccia a faccia, vederlo come egli è, stare alla sua presenza, ecc..
Solo Dio può saziare la nostra sete di felicità:
1 Gv 3,1-3 Gv 17:24 1 Cor 13, 12 Col 3,4 Ap 7,9 Ap 22,3-5




C' è un passo biblico che illustra bene il punto ed è quello di Romani 8:15-17.

Qui Paolo parla dello Spirito che rende figli adottivi che i cristiani di Roma hanno ricevuto.

Essi sono già quindi in relazione filiale con Dio, “adottati” per il Regno celeste ed hanno, per questo, la duplice testimonianza o attestazione dello spirito santo e del proprio spirito (Romani 8:16).

Perché “adottati per il Regno Celeste”?

Perché Paolo in Romani 8:17 ne parla come di “coeredi” di Cristo.

Che significa “coeredi”?

Significa avere la stessa eredità, essere quindi, come Cristo, Re (quindi Governanti), Sacerdoti, Giudici celesti.

Significa anche vivere la vita eterna nell’ immortalità celeste, come Cristo (1 Timoteo 6:15-16 ; confronta 1 Corinti 15:53-54).

Athanasia, immortalità, significa “assenza di morte”, per cui i coeredi di Cristo non morranno più, esattamente come Cristo.

Infatti sono quelli che prendono parte alla prima risurrezione di cui parla l' Apocalisse, i re e sacerdoti su cui non ha potere la seconda morte (Apoc. 20:4-6), ma non si dice nulla di tutto ciò degli “altri morti” di Apoc. 20:5...

Tornando ai coeredi di Cristo già in relazione filiale con Dio di cui in Romani 8:15-17, più avanti viene detto che la creazione attende la loro rivelazione (Romani 8:19).

Quale creazione?

La creazione umana, che infatti “geme e soffre”, compresi gli stessi coeredi celesti di Cristo, che attendono l’ adozione a figli (Romani 8:22-23), avendo già le primizie dello Spirito, la caparra dell’ eredità (Efesini 1:13-14): alla risurrezione riceveranno quindi la piena adozione quando saranno accanto a Dio e a Cristo nell’ immortalità celeste.

Ma chi sono coloro che attendono la rivelazione dei figli di Dio di Romani 8:19?




(segue, a presto.....)

[Edited by Aquila-58 8/2/2017 9:47 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/3/2017 6:05 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG

Ma chi sono coloro che attendono la rivelazione dei figli di Dio di Romani 8:19?


riprendiamo....


[Edited by Aquila-58 8/3/2017 6:05 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/3/2017 6:24 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG

In Romani 8:20 Paolo afferma che la creazione è stata sottoposta alla caducità.

Quando avvenne?

Evidentemente dopo il peccato originale, quando la prima coppia umana non potè più generare figli perfetti, cioè senza peccato con le sue deleterie conseguenze (Genesi 3:19- 20 ; 4:1).

E’ pertanto a quel contesto che dobbiamo quindi rifarci: per mezzo della rivelazione dei figli di Dio, i coeredi di Cristo, anche il resto dell’ umanità ubbidiente a Cristo (oltre che i risorti "giusti e ingiusti", Atti 24:15) avrà la salvezza eterna (Ebrei 5:9) e la “libertà della gloria dei figli di Dio”.

Cioè anche il resto dell’ umanità ubbidiente (e i risorti, come evidenziato sopra) avrà la stessa relazione filiale con Dio che hanno già da ora, avendo la caparra dello spirito, i coeredi di Cristo.

Anche loro in cielo?

Non c’ è nessun motivo scritturale per supporlo.
Infatti non si parla di coloro descritti in Romani 8:21 come di “coeredi di Cristo”.

Avranno la relazione filiale che tutta la progenie del figlio di Dio Adamo (Luca 3:38) avrebbe dovuto avere, se non ci fosse stato il peccato originale e se il Paradiso fosse stato già esteso in tutta la terra, secondo il proposito di Dio (Genesi 1:28).

Infatti, non c’ è alcun motivo biblico per sostenere che Adamo fu – comunque – creato per morire.
La morte, secondo le Scritture (che non si possono annullare, Giovanni 10:35) – è solo e sempre messa in relazione con la trasgressione e con il peccato (Genesi 2:16-17 ; Romani 5:12).

In caso contrario, non si capirebbe come Satana (l’ istigatore della trasgressione edenica), possa essere stato un “omicida” quando cominciò (Giovanni 8:44).....

Infatti l’ Apocalisse da una splendida descrizione dell’ adempimento del proposito di Dio nella “nuova terra”, dove non esisterà più quello che c’ era prima, “morte, lutto, lamento, affanno” (Apoc. 21:4), che non può riguardare i coeredi di Cristo che vivono già nell’ immortalità celeste come Cristo stesso, su cui non ha potere la seconda morte, i re e sacerdoti di Apoc. 20:4-6 che rappresentano, pertanto, i “nuovi cieli”.

Ci rendiamo conto che tutto questo contrasta drammaticamente con la dottrina cattolica del “tutti in cielo (alleluia)”, ma la speranza cristiana, secondo la Bibbia, è duplice: celeste e terrena, secondo ciò che è scritto da un’ antica promessa (2 Pietro 3:13 ; Isaia 65:17)



Per quanto riguarda l’ infelice citazione del Cadei di 1 Corinti 13:12 e Apoc. 7:9, rimando i lettori alla risposta già data a Radio Maria sui due passi:

Si veda il post n. 12 per 1 Corinti 13:12


testimonidigeova.freeforumzone.com/d/11176645/Confutazione-trasmissione-radio-Maria-del-GRIS-di-agosto-2015-/discussi...


Si veda il post n. 22 per Apoc. 7:9


testimonidigeova.freeforumzone.com/d/11335294/Confutazione-trasmissione-radiomaria-del-gris-di-dicembre-2016-/discussion...




(segue, a presto....)


[Edited by Aquila-58 8/3/2017 6:27 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/4/2017 11:47 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG

prosegue la risposta a Radio Maria.......




[Edited by Aquila-58 8/4/2017 11:47 AM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/4/2017 11:58 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
viceadmintdg1, 18/07/2017 17.18:


─ Mt 25, 34.46: «Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo». E [andranno] i giusti alla vita eterna»




Perché, a lei risulta che alla “fondazione del mondo”, Dio abbia preparato un regno celeste di beatitudine per tutti i buoni e i giusti?

Sappiamo dalla Scrittura che Dio ha preordinato “prima della fondazione del mondo” Cristo e i suoi coeredi, che sono complessivamente il “seme di Abraamo” (Galati 3:16, 29), si vedano allo scopo Efesini 1:4-5 e 1 Pietro 1:20 (correttamente tradotti!).

Paolo infatti specifica chiaramente a Timoteo la ragione per cui si è chiamati in cielo, basta leggere con cuore completo 2 Timoteo 2:12.

"12 se perseveriamo, con lui anche regneremo;
se lo rinneghiamo, lui pure ci rinnegherà
" (2 Timoteo 2:12 CEI)

Ma delle pecore che vanno alla vita eterna di Matteo 25:34, 46 non si dice nulla di tutto ciò, non sono definiti “coeredi di Cristo”, non si parla di loro come re e sacerdoti e giudici, non si dice che vivranno nell’ immortalità celeste….

Non è per caso che questi giusti di Matteo 25:37 costituiranno l’ adempimento definitivo del Salmo 37:29, visto che Gesù disse che "non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto"(Matteo 5:18)?

Non le viene mai il sospetto?

A noi si…




(segue, a presto....)
[Edited by Aquila-58 8/4/2017 12:01 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/4/2017 9:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG


ancora.......





-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/4/2017 9:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG

viceadmintdg1, 18/07/2017 17.18:



La vita eterna è una realtà completamente diversa da quella terrena.




Non “dalla vita terrena”, ma da “questa” vita terrena nella caducità, come abbiamo visto in Romani 8:20.

Quando la caducità e la schiavitù della corruzione non ci saranno più (Romani 8:21), coloro che non sono stati adottati come coeredi di Cristo, vivranno nella splendida maniera descritta in Apoc. 21:4, già citata, la "nuova terra" paradisiaca..

Tra questi, se sarà volontà di Dio, ci sarà anche il sottoscritto, a cui lo spirito santo e il proprio spirito non attestano in nessuna maniera di aver ricevuto uno spirito di adozione a figlio di Dio per essere un coerede celeste di Cristo (Romani 8:15-17)

Lo spirito santo, come il vento, va dove vuole e fa nascere di nuovo per il Regno celeste chi vuole (Gv. 3:8), non può essere qualche teologo cattolico o qualche anziano dei testimoni di Geova o chiunque altro a stabilire chi nasce di nuovo per il regno celeste (Gv. 3:3-5) nè ovviamente dirigere l' operato dello spirito, perchè si tratta di un' azione insindacabile dello spirito medesimo.

Ma questo non mi rende infelice, tutt' altro.

Visto che Dio stabilì che l' uomo dovesse vivere per sempre in un Paradiso terrestre e Dio stesso disse che tutto ciò che aveva fatto "era cosa molto buona" (Genesi 1:31 CEI)...




(segue la conclusione, a presto....)



-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/5/2017 7:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG

Per concludere.....




-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
8/5/2017 7:57 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
viceadmintdg1, 18/07/2017 17.18:



Nelle prime pagine della Bibbia abbiamo visto che l'uomo tentò di sostituirsi a Dio e usurpare l'albero della vita (cf. Ap 22,2), con conseguenze disastrose. Nelle ultime pagine dell'Apocalisse parla di qualcosa che non si può rubare, non si può comperare: si può solo ricevere gratuitamente. A un patto: lasciarsi amare dal Padre, dal Figlio e dallo Spirito Santo. Il cristiano vive nell'attesa di queste realtà, in confronto delle quali vale la pena affrontare sofferenze e persecuzioni:

─ Ap 22,17: "Lo Spirito e la sposa dicono: «Vieni!» E chi ascolta ripeta: «Vieni!» Chi ha sete venga; chi vuole attinga gratuitamente l'acqua della vita"

─ Rm 8,18: "Le sofferenze del momento presente non sono paragonabili alla gloria futura che dovrà essere rivelata in noi"




Del contesto di Romani 8 abbiamo già parlato, delle due prospettive dell’ umanità ubbidiente al Cristo e anche la Scrittura dell’ Apocalisse, da lei citata, conferma il tutto.

In Apoc. 21:2,9-11 si parla della Nuova Gerusalemme, che non può certo configurarsi come una città letterale, in quanto viene descritta come la Sposa, la moglie dell’ Agnello.

E’ di origine celeste, in quanto viene detto che “scende dal cielo, da Dio, risplendente della gloria di Dio”.

In Apoc. 22:17 la Sposa di Cristo parla e dice: “Vieni” e ciò è messo in relazione con coloro che odono e che, a loro volta, dicono “Vieni”, passo che rende evidente che si è di fronte a due classi di cristiani.

La Sposa è costituita dai coeredi celesti di Cristo mentre coloro che odono e dicono “Vieni”, distinti dalla Sposa, sono coloro che non ne fanno parte e che hanno la prospettiva terrena…


viceadmintdg1, 18/07/2017 17.18:




Un regno terreno di 1000 anni?

- Ap 20,4-9: "Poi vidi alcuni troni e a quelli che vi si sedettero fu dato il potere di giudicare. Vidi anche le anime dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non ne avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni; gli altri morti invece non tornarono in vita fino al compimento dei mille anni. Questa è la prima risurrezione. Beati e santi coloro che prendon parte alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la seconda morte, ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e regneranno con lui per mille anni. Quando i mille anni saranno compiuti, satana verrà liberato dal suo carcere e uscirà per sedurre le nazioni ai quattro punti della terra, Gog e Magog, per adunarli per la guerra… cinsero d'assedio l'accampamento dei santi e la città diletta. Ma un fuoco scese dal cielo e li divorò".

Sulla base di questo testo, ci sono sempre stati e ci sono tutttora alcuni che teorizzano 1000 anni di regno terreno di Gesù. Tra questi, ci sono i tdG, che fanno equivalere l’intera storia umana a una settimana, in cui ogni giorno corrisponde a mille anni: seimila sono già passati (dovevano concludersi nel 1975); manca solo il sabato, che corrisponde ai 1000 anni di Ap 20.

E con questo concludo!
Lascio la parola a chi desidera replicare...




Noi non teorizziamo affatto un Regno terreno di Gesù per i mille anni.

Noi, sulla base del capitolo dell' Apocalisse da lei citato e di 1 Corinti 15:24-28, affermiamo che Cristo e coeredi celesti regneranno nei cieli per Mille anni.

Perchè, biblicamente parlando, in cielo ci si va per regnare con Cristo, non per altro....

Ma il loro regno estenderà il proprio dominio in ogni dove, anche sulla terra, giacchè tutto è stato sottoposto a Gesù, per cui tutto, cielo e terra, diverrà un Paradiso (1 Corinti 15:27).

Ma non era già stato tutto profetizzato in Daniele 7:13-14, 18,27?

Per cui, converrà fare una corretta informazione sulle credenze dei cristiani testimoni di Geova.....




FINE


-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:22 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com