JLW #57: Battle of New York IV ONLINE

New Thread
Reply
 

Horizon 1x12 - Touching the Horizon - 02/07/17

Last Update: 7/3/2017 12:49 AM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
User Profile
Post: 693
Post: 693
Registered in: 10/22/2015
Location: ACERRA
Age: 26
Gender: Male
Power Handler
Uppercarder
Sophitia / Heavans
Giovane Virgulto
7/1/2017 10:33 PM
 
Quote

Horizon 1x12: Touching the Horizon 01/07/2017
[@Mile One Centre, Newfoundland and Labrador, Canada]
HO1#0 Event#673


__


DeWitt: "Sembrava impossibile ma è la verità. ULTIMA PUNTATA DI HORIZON SIGNORI. La prima stagione chiude oggi e chissà se ci sarà un seconda..."
Silente "Una STAGIONE DOS! Mi piacerebbe. Sarebbe la mia preferita"
DeWitt: "Che ne dici di rivivere i bei momenti di questa stagione passati insieme prima di cominciare?"
Silente: "Ci sto"

Parte un filmato di 5 secondi che ritrae un uomo sgridato da Muscel Brown che blatera di ovetti kinder. Fine filmato

DeWitt: "Tutto qui?"


Match 1: BlackJack vs Narmacyn vs Kevin Bryan Crawford vs El Pollo
Match 2: Johannes Krauser II vs La Perra Tejòn – Ladder Match - Golden Medal
Main Event: Sophitia e John Doe vs James McFist e Brutus "Cheek" Rotten - Tornado Tag




DeWitt: "Non badiamoci e cominciamo questa puntata immediatamente"

Match 1: BlackJack vs Narmacyn vs Kevin Bryan Crawford vs El Pollo

Tutti i contendenti sono già sul ring, intenti a scambiarsi sguardi non proprio simpatici.
I quattro rookie sono intenzionati a fare una bella figura in questa loro ultima spiaggia per impressionare gli addetti ai lavori.
Ognuno di loro copre un angolo, il referee da uno sguardo veloce a ognuno di loro e poi da il via alla contesa!

BlackJack si scaglia contro Crawford e lo stende con un repentino dropkick che manda il suo avversario dritto contro i sostegni delle corde all'angolo!
Narmacyn invece non ha alcun problema a mettere al tappeto El Pollo con un braccio teso devastante che costringe il pollastro a cadere all'indietro. Narmacyn non ci pensa su due volte e prova subito a schienare El Pollo!

...1

...2

Colpo di reni de El Pollo che riesce a liberarsi anche del suo avversario scivolando sotto le corde, rifugiandosi così a bordo ring!

BalckJack intanto è alle prese con Crawford. Quest'ultimo è in balia dei colpi del wrestler originario del Nevada che continua a colpirlo con una serie di chop al petto, per poi allontanarsi, prendere la rincorsa e... Crawford con un moto d'orgoglio riesce ad alzare la sua gamba destra e a stampare il suo piedone sul volto di Blackjack che cade lentamente all'indietro!
Crawford rialza il wrestler mascherato e lo stende con un body slam, poi si lancia verso le corde e si lascia cadere su di lui con un elbow drop! L'iron Pitbul procede con un pin ai danni di Blackjack...

...1

...2

…El Pollo interrompe il conteggio colpendo Crawford che non pare essere particolarmente felice!
El Pollo indietreggia, mentre Crawford continua a inveire al suo indirizzo, ma a intervenire è Narmacyn che nell'intento di colpire El Pollo impatta proprio Crawford con un Big Boot perché il pollastro riesce a schivare all'ultimo il suo avversario sentendolo avvicinarsi a gran velocità alle sue spalle!

El Pollo quindi si trova in una posizione più che positiva, vista la lentezza con la quale Narmacyn si rialza dopo il colpo messo a segno, così El Pollo con una breve rincorsa effettua un running bulldog , facendo impattare forse accidentalmente la testa di Narmacyn sulle parti basse di Crawford! Quest'ultimo si contorce dal dolore, rotolando verso l'esterno del ring! El Pollo se la ride, ma Blackjack è di nuovo in piedi e si scaglia contro di lui, El Pollo riesce a schivare un primo tentativo di braccio teso, ma BlackJack frena la sua corsa e con un improvviso pele kick stende il suo avversario!

Narmacyn è ormai in piedi, ma Blackjack non ci pensa su neanche un istante e si lancia contro di lui e tenta un hurricanrana, ma Narmacyn riesce con una forza incredibile a bloccare la manovra e a trasformarla in un powerbomb a suo favore che mette al tappeto Blackjack!
Narmacyn vorrebbe chiudere la contesa, ma Crawford si è ripreso dalla botta precedente ed è alle sue spalle, lo volta e lo stende con un vertical suplex trattenuto! La forza di Crawford è davvero senza eguali! El Pollo si riporta sulle sue zampe, ma viene immediatamente rispedito al tappeto da un big boot in corsa di Crawford che dopo la figuraccia e la botta alle parti basse sembra essersi ripreso! L'Iron Pitbul si lascia andare a un urlo disumano, rialza Blackjack. Sembra voler mettere al tappeto tutti e tre i suoi avversari per dimostrare la sua superiorità!

Crawford prepara la sua One winged angel, ma Narmacyn è già in piedi, così Crawford riesce a evitarlo in un primo momento, lanciando via Blackjack dalla mossa finale, ma in un secondo contrattacco di Narmacyn quest'ultimo riesce a mettere a segno la sua Arat! Olimpic Slam ai danni di Crawford! Che finisce con il rotolare fuori dal rin, Blackjack è ancora intontito, ma Narmacyn viene interrotto da El Pollo che si è riuscito finalmente a rialzare ma in men che non si dica viene messo a tacere nuovamente... FOREST FALL! CRUCIFIX POWERBOMB DEVASTANTE!!

Narmacyn prova a chiudere il match in suo favore...

...1

...2

BLACK JACK AFFERRA NARMACYN ALLE SPALLE E LO TIRA VIA!! NO FACE, CROSSFACE CONNESSA!

Il druido prova a divincolarsi, ma non riesca a trovare un appiglio, mentre Blackjack continua a torcergli il volto!
Gli altri due wrestler sono stati stesi dallo stesso Narmacyn e non potranno intervenire, il druido sembra non avere scampo, così BlackJack gli tira anche un braccio all'indietro e stringe ancora di più la presa...

Narmacyn è sull'orlo... CEDE!! Il druido cede e Blackjack si porta a casa una vittoria sofferta ma sicuramente meritata considerato l'andamento di tutto il match!




???: No ... questo no ... questo neanche ... nope ... AH ECCO QUA!

La voce è quella dell'attuale detentore della medaglia ossia Johannes Krauser II. Il cosiddetto Demone sembra rovistare nel camerino alla ricerca di qualcosa che gli sembra essenziale, finchè non trova, quasi invisibile a causa del mucchio di oggetti che regna nel disordine, un plettro nero con disegnato un teschio vagamente umanoide con tanto di corna ritorte simili a quelle che portano i montoni.

JK2: Caro mio compagno di avventura pensavo di averti perso! Tu e la mia chitarra siete gli unici oggetti che ho portato dall'Inferno per venire in questo fetido mondo, costellato da esseri inferiori.

Ridacchia in maniera beffarda.

JK2: Umani ... credono di essere nobili, credono di essere la specie dominante ma in realtà sono ipocriti! I loro tanto decantati sentimenti sono solo le scalinate che conducono alla loro rovina, la loro megalomania è una mera illusione: vogliono ignorare il fatto che esistano potenze più grandi di loro, potenze che la letteratura chiama Demoni. Il più misero dei demoni è infinitamente più potente del più importante umano ... se solo non avessi questo contenitore di carne e sangue che mi trattiene ... avrei incenerito questo posto insieme ai suoi frequentatori, ma le spoglie mortali limitano ciò che sono realmente!!!

Breve pausa per poi osservare lo specchio con fare riflessivo.

JK2: Sto divagando di nuovo da solo ... ma d'altronde il mio ultimo incontro per Horizon non è una sfida importantissima visto chi ho davanti.

Alita davanti allo specchio, appannandolo, e decide di scrivere per mezzo della condensa una parola: Perra.

JK2: Perra Tejon. Una ragazzina pura, innocente e convinta delle sue azioni ... il tipo di umana che amo traviare! Traumatizzarle, picchiarle e corromperle è un lavoretto veramente divertente: distruggi ogni suo insegnamento, osserva la sua mente reagire a questo, divertiti mentre il suo cervello cerca di puntellare i danni irreparabili della sua psiche e infine ... plasmala come se fosse creta nelle tue mani! Il suo mentore sarà anche lui abbastanza terrorizzato appena la ragazza mascherata finirà tra le mie mani ma d'altronde la cagnolina è già capitata contro di me due volte e quelle due volte se le ricorderà ancora se ha buona memoria altrimenti ... beh ci penserò io.

Il volto si distorce in un ghigno sadico.

JK2: La medaglia ... la Golden Medal ... è l'ultima difesa sul serio questa, l'ultima frontiera prima di attraversare IL VERO TERRENO DI GIOCO! Io ... non riesco neanche a crederci: sono arrivato all'ultima fermata di questa merdosa linea di trasporto per poi arrivare alla stazione tanto desiderata per prendere il treno di prima classe. Io, Johannes Krauser II, Omicida di Gran Croce, Stupratore di Prima Categoria, Cantante Desiderabile e Demone di Classe Apex, sta per arrivare a Extreme Desperation e lo devo tutto grazie a questa medaglia.

Prende l'oggetto appena citato dall'Emperor e lo lecca con fare lascivo, come fosse una bella donna.

JK2: Questo oggettino si è rivelato molto utile per il percorso che mi sono posto! OH YEAH ... I AM A MAD MONSTER!!!

Si volta verso la telecamera.

JK2: Perra Tejon alias Chelsea Martinez ti farò una domanda esistenziale ... READY TO BE RAPED???

Le immagini si interrompono bruscamente.




Collegamento dal Backstage, buste palestra stasera, le immagini arrivano da una stanza buia, un telo nero copre una parete, ed è BlackJack ad afferrare la telecamera di scatto

BJ: "Horizon...mesi dopo...siamo di nuovo qua; stessa stanza del mio debutto...stessa voglia di dolore, ma sarebbe stupido dire che il viaggio è stato inutile...eh già! Brown has fallen! BROWN HAS FALLEN! I TOLD YOU! Ve lo avevo detto ragazzi...non ci sono alleati per il sottoscritto...dopo i trascorsi con gli Awakening dovreste averlo capito... BlackJack è solo...e BlackJack rimane solo! Nemmeno la forza bruta di Brown è bastata...io l'ho abbandonato...ed in quel momento vederlo soffrire è stato stupendo...mi ha fatto quasi risentire vivo...quasi...felice"

Il DoubleFace si stringe la terra fra le mani, ridendo come un pazzo, per poi tirare un urlo

BJ: "Ma che ti succede? Felicità? Sei un pazzo BlackJack, la felicità non è tua...e non ti serve! Ma cosa ci posso fare? Sarà che questo percorso mi ha segnato...sarà che ho visto tanta gente soffrire...e tanta gente...tifarmi! Voi siete pazzi...VOI SIETE PAZZI! Ma lo ammetto, è stramaledettamente migliore essere pazzi in gruppo...sempre che quel gruppo non mi intralcio come Brown...come gli Awakening...e come ciò che le mie scelte hanno fatto! Ma da oggi io sono diverso...stasera ho scritto una nuova storia...la mia! E che vi piaccia o no...continuerà per molto...molto tempo! Ma non qui...qui non rimarrò, stasera Horizon ha salutato BlackJack come il DoubleFace meritava...ed anche io voglio lasciarvi qualcosa"

Il DoubleFace spegne le luci, lasciandone una sola che punta sopra il telo; BlackJack lo tira giù, mostrando un "Thank You"; il DoubleFace, nell'ombra più totale, si slaccia la maschera, appendendola al muro, e se ne va, ridendo



« Sei pronta?»
« Mai stata più pronta e viceversa in vita mia»

Chelsea Martinez siede sulla panca del camerino. Alla sua destra v’è una figura che no ci è dato di scorgere, ma dal timbro sappiamo non essere Saul Clarke.

« Sono a un passo da un salto di qualità: ho lottato per essere qui e, nonostante stessi per rinunciare a ogni cosa, sono tornata, grazie anche a Sophitia, lo ammetto. La stessa Sophitia che io e Saul abbiamo sconfitto sette giorni fa per essere qui oggi»
« Peccato Saul non possa essere qui oggi» commenta l’uomo.
« C’è col cuore e con la mente, e ci sarà quando difenderò la medaglia a Extreme Desperation. Quello conta…» replica secca, mentre una fila di canini bianchi le brilla tra le labbra.
« Ti noto particolarmente sicura di te. Sbaglio?» ride tamburellando la spalla della lottatrice con simpatia
« Devo esserlo. La signora Palmer mi ha dato fiducia. Oggi il bassotto potrebbe sorreggersi su due zampe e sfidare in altezza, col suo lungo e flessuoso busto, addirittura un Sanbernardo»
« Ma non sarà facile. I bassotti non sono fatti per levarsi in piedi…»

La Perra si volta di scatto verso l’interlocutore con espressione buia negli occhi. Le pupille attraverso la maschera appaiono grigie e scandagliano quelle dell’uomo, attempato e acciaccato che le siede accanto.

« Col dovuto rispetto, lei mi ha già detto troppe volte cosa in natura non è possibile, eppure io oggi sono qui a competere per una medaglia che mi darà l’accesso al Main Show di una compagnia storica. Io. Non lei».

La risposta cala come una sentenza. E con essa il silenzio.
L’uomo non si offende. Sorride sotto i baffi e muove il busto più per teatralità che per necessità di un presunto comfort.

« Non lo negherò. Non mi arrogherò meriti non miei, Chelsea. Non ho mai visto un granché in te. Credevo tu fossi il mio più grande fallimento, e ora lo credo ancora. Ma per ragioni diverse. Sei il mio più grande fallimento, perché sei la dimostrazione di quanto io sia un pessimo maestro, Chelsea. Perché tu sei arrivata ben oltre il punto in cui credevo ti fosse possibile arrivare.
Hai superato quello che consideravo essere il tuo… orizzonte.
E mai sono stato così felice di essermi sbagliato»

L’uomo si leva all’in piedi, a sottolineare la conclusione della conversazione.
Chelsea fa altrettanto e abbraccia il coabitatore del camerino.

« La ringrazio di essere venuto Senor Maskarada. La lascerò a bocca aperta. Questo bassotto si leverà su due zampe. Glielo prometto»
« Non vedo l’ora» replica entusiasta, con un sorriso.
« UOF UOF!» urla lei scherzosa, saltellando via e avviandosi verso la gorilla position.

***

Ci siamo. La folla è calda. Riesce a sentire l’annunciatrice spiegare le regole del ladder match.
Si strofina le mani e molleggia le gambe. Prende fiato.
E’ il suo turno.
Si va in scena.
O la va… o la spacca.



DeWitt: “Ed ora signori ci stiamo apprestando a un match che potrebbe decidere le sorti dei due ragazzi impegnati. Stiamo parlando del ladder match che vedrà la medaglia d’oro per l’accesos al Main Roster… IN PALIO!”

“All Stars” risuona nell’arena e la prima ad entrare è ovviamente Chelsea Martinez, oggi non accompagnata da Saul Clarke, per impegni di natura esterna. Un vero peccato considerando la portata dell’evento. Ma la sua famiglia è in prima fila, così come i suoi amici nell’arena.
Ci troviamo proprio a casa sua invece, nei pressi della sua città natale, e tutti qui sono a fare il tifo per l’idolo di casa.
La bassotta avanza spedita verso il ring, e si appresta a un match che è un autentico career-definer.

Satusgai! Ecco il detentore. Anche lui privo di Louis Maglio al seguito, ma ci abbiamo oramai fatto l’abitudine. Non corre buon sangue tra lui e il maestro Geeno. Il lottatore degli inferi salta sul quadrato e indica in cagnesco la medaglia appesa al soffitto all’avversaria.

Silente: “Se la memoria non mi inganna, il primo Main Event di Horizon vide proprio la vittoria di Krauser e Doe ai danni della Perra e di uno dei ragazzi che ha abbandonato il progetto. Non Levine, l’altro… ma chi cazzo se ne frega. Non gli faremo pubblicità…!”
L’arbitro Snowhite dice che si può partire…. e allora suoni il gong!

Match 2: Johannes Krauser II vs La Perra Tejòn – Ladder Match - Golden Medal


Krauser avanza per un cazzotto immediato, ma Chelsea ha già indietreggiato, e corre subito fuori dal ring per procurarsi una scala. Krauser non se l’aspettava a scende a sua volta dal quadrato per andare ad afferrare Chelsea alle spalle, ma questi ribatte con una chop con cui respinge il nemico, e una seconda, e ora uppercut! Corre verso i gradoni e li usa a mo’ di trampolino: HURRICANRANA SU JOHANNES!
La Perra scatta ad afferrare una scala, che risulta comunque bella pesante per il suo gracile fisico. Con fatica la spinge sull’apron in perpendicolare e cerca ora di spintonarla dentro…
… ma Krasuer entra nel ring e, col piede puntato sulla scala stessa, blocca le intenzione della nemica. Questa allora tira INDIETRO la scala e poggia l’altra estremità sulla balaustra in modo da tenerla sospesa a mo’ di ponte.
E salta sopra la scala, invitando Krauser a farsi sotto… Johannes sorride, tentato… salta sull’apron e la folla pare divertita. Ma poi mostra il medio alla folla, scende con un balzo sul concrete e spintona la scala via facendo perdere l’equilibrio a Chelsea che riesce a piombare in piedi, MA NON a evitare il superkick di Krauser, cui segue rapido un belly to belly suplex contro la scala stessa!
Krauser acciuffa l’oggetto in metallo, aprendolo a terra, e vi ci incastra il busto di Chelsea… E GIU’ A TENAGLIA! E ANCORA! La folla sussulta! I familiari saranno inorriditi.
Johannes Krasuer ride con fare sadico e lascia andare la Perra Tejòn per poi spingere dentro la scala. Posiziona di gran fretta il “ladder”, cercando d’essere preciso e va a scalare.

Silente: “Possibile sia già finita? Possibile Krauser abbia vita così facile?”

E invece no! La Perra salta sull’apron e va in springboard dalla terza corda si tuffa sulla scala, al capo opposto rispetto a Krauser, e anche lei si dà a scalare. Entrambi raggiungono la cima all’unisono e prendono a schiaffeggiarsi cercando di afferrare la medaglia. Ma se lo impediscono vicendevolmente! La testa della Perra viene sbattuta contro la cima della scala e questa, frastornata, scende di qualche gradino. Krauser potrebbe avere campo facile ora…. MA LEI TORNA SU E YAZUKA KICK! E SPINNING POWERBOMBB!!!!! NO!! NO! Lei atterra coi piedi per terra, ma Krauser resta ancorato. La Perra si volta e allora lo tira per la gamba facendolo tornare al suolo: braccio teso, EVITATO!
Krauser II la acciuffa per un inverted suplex: la solleva!! ma lei trova la scala e si dà lo slancio contro i pioli per cadere in SHIRANUI!!
Johannes subisce l’impatto e finisce seduto, perdendo la trebisonda: basement dropkick: centrato!
La folla è felice! La folla la incita. Respira elettrizzata la Perra!
E SCALA! SCALA LA SCALA! I pioli… a gran velocità… Ma Johannes, pur intontito non ne vuole sapere, e corre contro le corde per poi fiondarsi spingendo la scala lateralmente: questa trema e lui applica forza. SI STA INCLINANDO.
Chelsea scuote il capo intimidita… ma allungando il piede trova la terza corda a fare da perno… e si dà lo slancio tornando indietro per sistemare la scala e mollare un calcio a Krauser al mento!

Torna a salire i pioli, ma Johannes non ci sta e va direttamente a chiuderle la scala sollevando i bracci pieghevoli e richiudendo la scala.
Questo rischia paradossalmente di favorire Chelsea che è in precario equilibrio ma più in alto, ma ora chiude meglio… la Martinez è in difficoltà e crolla con la scala avanti a sé che finisce in diagonale alle corde… lei atterra in piedi, ma male… zoppica: e Krauser ne approfitta con una RUNNING DDT!
L’uomo dal face-paint in stile Kiss acciuffa la cucciolotta… e irish whip alle corde opposte con caduta in flap jack sulla scala in questione: bruttissimo impatto!

DeWitt: “Ma il ragazzo non è pago. Non è pago manco per niente!”

Raggiunge l’angolo. scalpita. Vuole usare la scala a mo’ di ariete. Chelsea è all’angolo che si sta rialzando. E QUELLO PARTE PER AFFONDARE ALL’ADDOME DI CHELSEA COI PIEDI DELLA SCALA: MA LA PERRA SALTA ED EVITA LO SCONTRO.
Krauser ci ha messo troppa forza e il rinculo si trasmette a braccia e addome, trattiene ancora la scala contro il corner, forse perché confuso, e Chelsea atterra su di essa percorrendola a tutta dritta per somministrare un calcio al volto dell’attuale detentore della golden medal!!
Questi barcolla ma non molla… e, vedendosi afferrato per un irish whip, punta i piedi e strattona per i capelli La Bassotta fuori dal quadrato.

Non perde tempo. Neanche un attimo. Col fiato corto fa per rimettere a posto la scala, ma ha qualche difficoltà… eccolo che la sistema. Chelsea però all’esterno sta armeggiando con qualche nuova scala, di piccole dimensioni. Krasuer scioccamente si affaccia a controllare: e rimedia una scala formato Il Nano in pieno volto: Johannes viene steso!
La Canadese lancia sul ring la mini scala, più maneggevole, e vuole usarla a mo’ di arma contundente…. krauser è in piedi… MA ROTOLA VIA!
Chelsea non sa che fare. E’ tentata di intentare una scalata rapidissima, ma è rischioso. E Krauser intanto riposa e la istiga da fuori, cercando di aggiungere deterrente psicologico… E SCHIAFFEGGIA IL PADRE IN PRIMA FILA!

Silente “MA NO! Ma poverello quel messicano!!”

Un ceffone inaspettato e sonoro fa sobbalzare dalla sedia il signor Martinez, e alla Perra parte il nervo. Scende armata con la mini scala e si dà all’inseguimento di Krauser: si fa guidare dall’istinto canino, ma forse sbaglia, perché Krauser torna sul ring con una posizione di vantaggio, e infatti ecco che assalisce con facilità l’avversaria che rientra ora armata. Serie di Stomp ai suoi danni e irish whip contro le leve in metallo della grande scala posizionata al centro… e UUUH!
MINI SCALA CONTRO GLI ADDOMINALI.
Lascia l’arma e cosa si inventa? THE NOBLE DEATH (Powerbomb + Shiranui)!!

Se la ride. Se la ride della grossa e si sistema i capelli. Johannes sa di avere la vittoria in pugno. Lo sa e sta scalando apposta i gradini, ma lo fa con teatralità. Gigioneggia. Punta il dito contro il pubblico tutto, e quindi contro Chelsea, come a creare una similitudine tra la futura sconfitta, e il suo intero popolo.
C’è quasi… c’è quasi. Ma la Perra, pur da terra, cerca nelle braccia la forza di sollevare la scala da sotto, e Krauser sta perdendo l’appiglio sicuro… si rende conto che tira cattiva aria: e si obbliga a scendere, con stizza! Getta a terra la grande scala e riempie di stomp la ragazza

JKII “STAY DOWN, BITCH!!”

Fischi assordanti da parte del pubblico… la Perra sembra avere un raptus di orgoglio… si sta alzando…. BOOM! SCALA-NANA SULLA SCHIENA! Bloccato prima che cominciasse.
Il Metal Demon somministra altri tre colpi alla schiena di Chelsea con tutta la sua rabbia.
Il detentore della medaglia poggia quindi in diagonale la scaletta all’angolo e va a incastrarvici la gamba di Chelsea, di modo che venga “morsa” in mezzo alle due facciate, e applica pressione col proprio stivale per costringere la scala a serrarsi intorno alla gamba della poveretta. E se quella tenta di reagire, il piede libero le molla uno stomp in volto.

Situazione incresciosa per la biondina, ora che il biondone va all’angolo opposto e parte come una ferrari… MA CHELSEA SOTTRAE LA GAMBA E KRAUSER VA LUNGO SBATTENDO COL GINOCCHIO. Martinez si rialza ma zoppica su un solo piede: il destro. E va di uppercut, e un altro… Clothesline di Krauser, evitato dalla avversaria che si abbassa e fa una verticale con le braccia, per poi chiudere nel suo canonico Spinning Headscissor il rivale: ma dopo due giri la gamba le cede e la manovra sortisce pochissimo effetto.
La Perra si rialza a fatica, punta il nemico respinto all’angolo e con la forza nella sola gamba destra si lancia in hip attack! cui segue un bulldog!

Prova a sciogliere il muscolo, ma fa male. Fa maledettamente male. Osserva la medaglia. Sa di non avere speranze ora. Sa di dover mettere fuori causa il rivale e allora afferra la scala nana… la gente esulta. Krauser è in ginocchio: se ne accorge… e chiede pietà.

Silente: “Non cascarci, Chelsea! Vai diretta”

E VA DIRETTA senza farselo dire due volte. La ragazza trovo l’aggressività che era troppo sopita a inizio stagione. Pochi fronzoli. UNA SCALA IN PIENO VOLTO, e via!
Solleva, azzoppata, la grande scala, e si affretta a posizionarla come può… ed eccola allora che scala… piolo, dopo piolo, piolo dopo piolo…
Krauser si sta aggrappando alle corde… l’arbitro si sincera delle sue condizioni: MA VIENE SPINTO! Snowhite finisce involontariamente contro il ladder e la struttura cade di nuovo, Chelsea punta il piede per ripararsi ma è quello malandato… QUALCOSA FA CRACK!
La Martinez cade a terra urlando dal dolore si tiene il ginocchio sinistro. E’ rossa in viso.
La gente è spaventata. L’arbitro è KO anche lui e non può sincerarsi delle sue condizioni.
E KRAUSER VA AD INFIERIRE! Johannes Krauser infierisce sul ginocchio della povera Chelsea che ora viene sbattuta fuori come un sacco dell’immondizia.

Il Metal Demon non perde tempo, la segue, e la trascina per la gamba presumibilmente infortunata verso delle altre scale… ne afferra una e la utilizza per infierire sul ginocchio, non una, non due, ma tre volte! Carica anche la quarta verso il basso… ma Chelsea si sottrae, e Johannes fa cilecca.
Poco può capitalizzare la Bassotta: ha solo occasione di tirare il fiato e trascinarsi verso il tavolo di commento, che cerca di sfruttare come appiglio per tirarsi in piedi…
Krauseer, incazzato LE TIRA CONTRO LA SCALA, LEI SI ABBASSA, E I COMMENTATORI SCAPPPANO IN TEMPO! La scala rischiava di travolgerli. E’ incredulo!
Il campione schiumante rabbia procede in avanti correndo.. CHELSEA COLPISCE COL MINOTOR.. no! E’ una finta! Krauser si congela sul posto spaventato… e allora enziguri… e ORA Monitor in volto!

La Perra resta al tappeto qualche secondo a riprendere fiato e massaggiarsi la gamba sinistra. Si trascina, come può, verso il ring… e, zoppicante.. tenta di sistemare la scala.
Non ce la fa proprio. Le tremano le labbra… cerca di sciogliere il muscolo, e con un groppo alla gola sale. Con una sola gamba ma sale… dodici pioli la separano dal paradiso, e la gente è tutta per lei. Tutti cantano il suo nome!
E metà strada… ci sta quasi arrivando… cinque pioli… la medaglia è già in vista…
Quatt… STEEL CHAIR ALLA GAMBA! Krauser è tornado ed è tornado mandando in pezzi ogni sogno. Infrante le aspirazioni di gloria della Canadese. Il pubblico è ammutolito.
La ragazza, strenua, con lacrime agli occhi, si tiene con ambo le braccia salda al terzultimo piolo, ma la gamba sinistra sta venendo martoriata ed è lì penzoloni, priva di difese.

Krauser si lecca le labbra e ANCORA affonda la steel chair contro l’arto della bassotta.
La ragazza per il dolore molla l’appiglio… e scivola con la gamba destra nell’incastro: resta appesa a testa in giù la poveretta. Un invito a nozze autentico… STEEL CHAIR AL PETTO!

Questa è senza pietà alcuna. SECONDA STEEL CHAIR contro una Perra priva di difese… e una terza… ALLA GAMBA SINISTRA LIBERA. Chelsea è probabilmente nel mondo dei sogni, e Krasuer sta per realizzare i propri, portandosi a casa l’ennesima difesa. Punta il padre di lei col dito, con fare beffardo, e questi ribolle di rabbia. Vorrebbe interferire nella contesa, ma si costringe a starsene buono nel rispetto della figlia.
Johannes con fare teatrale si apposta proprio al lato dove Chelsea “penzola” e prende a scalare. Un passetto alla volta. Se la ride…
…E SENZA RISPETTO, poggia lo stivale sul muso di lei per usarla come fosse un piolo, e prosegue la scalata… ma pessima idea: Chelsea gli afferra lo stivale di soppiatto…e sfrutta la scalata del nemico, senza far pressione, per lasciarsi tirare su riguadagnando equilibrio.
Krauser è quasi in cima, ma lei ha liberato la gamba ed è dritta… e va di elemento sorpresa… infila la testa tra le gambe di Johannes che si trova davanti al busto la testa della cangolotta canadese.
Fa per colpirla alla testa… MA GOMITATA DI CHELSEA: DRITTA NEGLI ZEBEDEI.
La smorfia di Johannes è tutto un programma. Il ragazzo crolla dalla cima della scala al tappeto… e Chelsea.. zoppicante.. salta gli ultimi due pioli… c’è quasi
La medaglia a un passo… Krauser si trascina gatton gattoni verso la scala….
.. LA MEDAGLIA VIENE STACCATA!

Troppo tardi!
Chelsea Martinez si becca la Medaglia d’oro tra l’approvazione di un folla intera.
Mani nei capelli per Krauser che è stato causa del suo male sul finire dell’incontro.
Esplosione di coriandoli e un intera platea che intona versi canini in onore dell’idolo di casa.

DeWitt: “Rieccoci in postazione e che peccato non aver commentato tutto ciò. Una notte STRAORDINARIA per Newfoundland and Labrador. La casa della Bassotta è tutta in festa.
La ragazza, impugnata la medaglia , lentamente scende dalla scala, con un sorriso gioioso in viso…”
Silente “All’erta! All’erta! C’è Krauser che spinge la scala: vi prego noooo!”

LA SCALA VIENE SPINTA! E CHELSEA CROLLA CON LA SCHIENA AL SUOLO E IMPATTA SULLA GAMBA SINISTRA!

DeWitt: “Ma noooo!”

I fischi dei tifosi sono incalcolabili. Krauser si abbatte sulla gamba di lei con rabbia e le strappa addirittura di mano la medaglia sollevandola al cielo, come a legittimarla come SUA proprietà.
Chelsea è la vincitrice del match, ma qui Johannes vuole impedirle la difesa perché intenta una figure 4 leg lock. Violenza gratuita la sua.
La folla salta. Che succede?!
EL SENOR MASKARADA DAL PUBBLICO SALTA LE TRANSENNE!
Il Maestro di Chelsea entra nel quadrato e, pur con una età avanzata, l’ex lottatore messicano attacca il Metal Demon, costringendolo a rinunciare alla propria offensiva.
Krauser scende, e lascia andare Chelsea, ma fa sfoggio della medaglia d’oro rubatole ingiustamente.

Silente: “Prevedo un regolamento di conti tra questi due”
DeWitt: “Quando? Sono finite le settimane! Manca un solo ppv! E la Palmer ha promesso che quel match assegnerà la medaglia”





“Tutta colpa di quella puttana.”

La voce, dal tono adirato, proviene dallo spogliatoio del rookie di Sophitia, John Doe. Non è da lui esser così arrabbiato, ma appena la telecamera apre la porta ed entra nella stanza, la situazione si fa più chiara. Il Savior ha messo a soqquadro metà locker room sotto l’occhio strabico di Sophitia, rimasta assorta mentre il suo allievo sfogava la sua frustrazione. Doe cerca di darsi un contegno, mettendosi le mani trai capelli.

Doe: “Il piano era perfetto, cazzo! Avrei fatto uscire di senno Rotten raccontandogli della balla sul suo vecchio allenatore, in modo che la sua furia avrebbe distrutto Krauser senza problemi vincendo la medaglia d’oro. E così questa settimana ci sarebbe stato lo scontro decisivo tra me e Brutus, dove io lo avrei finalmente sconfitto nella sua miglior forma, e prendendomi ciò che gli avevo permesso di ottenere e che tanto gli stava a cuore. E invece quella dannata cinese che non è mai contata un cazzo qui ad Horizon sbuca fuori dal nulla PRETENDENDO un’opportunità… quando persino un pollo è stato ritenuto uno sfidante migliore di lei. Ora a causa sua non solo non avrò la mia opportunità stasera, ma non so neanche se la otterrò!”

Il newyorkese tenta di calmarsi, respirando profondamente, pieno di sudore in viso. Sophitia è ancora immersa nel suo mondo, giocherellando con i suoi capelli corti. Con un tono sommesso l’uomo le rivolge la parola.

Doe: “Mi stai ascoltando, almeno?”

Tunf... Tunf...

Il rumore sordo di una pallina di gomma scagliata contro il muro è alquanto eloquente. Così come lo è l'Aralda, seduta schiena a terra con gambe distese contro la stessa parete contro la quale sta facendo rimbalzare la pallina da tennis per gioco.

Sophitia << Ehmm no. Sinceramente ti sto lasciando sfogare, ma non sto registrando davvero ciò che stai dicendo, John. E' stata una settimana no per entrambi, sii clemente con me>>

Acciuffa la pallina e se la rigira tra le mani.

Sophitia << Tu non hai ottenuto il match che desideravi e Garet ha rifiutato di farmi salutare le sue figliolette. Sono molto carine lo sai?>>

La ragazza sorride tenera stringendosi nelle spalle con occhi un po' sognanti.

Sophitia << Io qui dico di farti da "mammina", ma ... ma è solo una balla, non credi? Un modo simpatico che abbiamo di prenderci in giro. Io e te non ce l'abbiamo più una famiglia, John...>>

Lascia andare quindi il rotondo oggetto di svago, e si gira, pancia a terra, con occhi puntati verso il Savior.

Sophitia << Cos'è questo nostro legame? Un gioco? Una specie di RolePlay tirato per le lunghe? Mhhh non lo so. So che però mi piace. A te piace?
C'è gente che si fa schiacciare dal peso della verità. Talvolta qualche calda illusione fa solo bene al cuore...>>

Sophitia si leva in piedi e inspira profondamente.

Sophitia << Ma lasciamo i discorsi smielati a quando vincerai la medaglia>>

Sorride risoluta.

Sophitia << Perché sì, tu vincerai la medaglia, Johnny! Oggi tranceremo in quattro i nostri avversari e la Palmer non potrà fare altro che accontentarci e darci il match che ti farà VOLARE verso i lidi che meriti. Usciremo a riveder le Stelle, mio buon amico, lontano da questo inferno, diretti verso un NUOVO inferno. Ed io, prometto che farò tutto il possibile per aiutarti. Sono un pessimo maestro, l'abbiamo chiarito. Ma anche tu fai pena come allievo ahahah >>

Avanza verso l'interlocutore e gli accarezza la testa.

Sophitia << Ma come duo.... non siamo affatto male. Bonnie e Clyde, Renzo e Lucia, Silvestro e Titti ... Adolf e Benito ahaha... >>

Sophitia è riuscita a calmare, almeno in parte, l’animo del suo amico, che le concede un sorriso.

Doe: “Hai ragione, ma cerca di capire il mio punto di vista. Per sconfiggere quel reietto ho sacrificato tanto, forse troppo. Ho messo anima e corpo per superare il trauma, e l’unico oggetto che testimoniava quegli avvenimenti si trova a miglia da qui immerso nel profondo degli oceani… solo per trovarmi pronto per il momento in cui avrei dovuto sostenere la prova più ostica.
E stasera esigo non solo una bella sfida, ma esigo il Rotten ed il Mcfist più agguerriti della WBFF; solo così la mia missione potrà definirsi conclusa, perché quando l’ira e la superbia si combinano, non basta un semplice match per placare la sete.
Sarà dura, ma so che con te al mio fianco non posso fallire.
Che tu sia stata il guidatore e io il passeggero, la madrina e il pargolo, la mentore e io il rookie, ho sempre saputo di avere affianco un’amica che in un modo o nell’altro mi avrebbe aiutato. È questo che dovrebbe essere un amico, no? Che sia rapire uno strimpellatore incallito per attirare una bassotta, assalire un poeta fiorentino in una stanza di motel, o cambiare macchina ogni settimana per una nuova puntata di Horizon, tu eri sempre li a darmi una mano con il sorriso stampato sulle labbra.”

John prende la mano di Sophitia e la stringe, un gesto molto insolito da parte sua.

Doe: “Qualunque cosa succeda lá fuori, e qualsiasi cosa diranno sul tuo conto, ricorda che ci sarà sempre un tagliagole pronto a far zampillare di sangue le giugulari… se avessi un coltello almeno.
Scusami, so che non volevi le smancerie ma volevo dirtelo prima di fracassare quelle due teste vuote. E a Extreme Desperation finalmente farò mia la medaglia che mi porterà nella VERA zona di caccia, dove i peccatori abbondano e i predatori sono maggiori delle stesse prede.”

Il Savior alza un sopracciglio ripensando alle ultime parole di Sophy.

Doe: “Benito e Adolf? Scegliere tra l’essere appeso come un salame dopo aver tentato la fuga vestito da donna o morire nel proprio bunker? No, grazie.
Che ne diresti di Stalin e Churchill? Quei due erano pappa e ciccia. Peccato per i baffi…”

Sophitia sorride imbarazzata e si fa rossa in viso con una gestualità che le conferisce quasi tenerezza. Squittisce... senza necessità di alcun Malvasio nelle vicinanze.

Allunga il collo in avanti, si umetta le labbra, e stringe forte le mani di John Doe... dandogli un bacio... sul naso.

Sophitia << Ehehe Churchill mi è simpatico. E sia >>

Lo sguardo è luminoso... raggiante! Stringe forte in un caldo abbraccio il suo rookie che, pur essendo stato gentile, appare sorpreso da tanto affetto, ma, titubante, si lascia andare e ricambia il gesto affettuoso.
Sophy d'improvviso però si scosta e fa, con tono marziale, fissando un punto indefinito.

Sophitia << Bene soldato. Anche io le voglio bene ma i pompini a vicenda ce li faremo a missione CONCLUSA!
Non sempre i piani vanno come vorremmo, la vita ci conduce verso sentieri che non avremmo voluto battere, ma questo accade quando preventiviamo troppo. Lei oggi smetterà di preventivare, e si farà guidare dal suo istinto e dalla sua SETE. Oggi non si fanno piani.
Oggi ci si scioglie come cani rabbiosi sul campo di caccia e si fa man bassa.
I piani lasciamoli a un'altra volta.
Oggi si entra sul ring per il gusto di spaccare qualche cazzo di culo, e sfigurare due pezzi merda, Doe.
E lo si fa col sorriso sulle labbra, incapaci di essere delusi, perché ciò che vogliamo sono due scalpi. Come lo vogliamo... non ha importanza.
Andiamo!>>

Gli fa cenno di seguirla e procede.
...prima che Doe si avvii però torna indietro e gli molla un altro bacio, fugace, stavolta sulle labbra...e va di nuovo via.
Ne sentiamo la voce in lontananza.

Sophitia << Non farti illusioni. Volevo solo capire se sapessi di pollo...>>

Doe: "C'era il Pollo di Mare, con lui andavi sul sicuro..."




"Ecco qui."

Si intravede una mano con due "special pass" in carta dorata, poco dopo un'altra che ne afferra uno. L'inquadratura si allarga e, pian piano, vediamo James McFist e Brutus Cheek Rotten di profilo, l'uno di fronte all'altro. I due si incamminano verso un botteghino con un impiegato, consegnano i loro pass e vengono accompagnati da due uomini lungo uno stretto corridoio. Una volta arrivati in fondo riusciamo a capire cosa stanno combinando e cosa sta per succedere: si trovano all'interno di una pista per Monster Truck, sugli spalti ci sono ancora pochissimi spettatori; manca ancora qualche ora all'inizio della gara e i due hanno ottenuto un lasciapassare per vedere da vicino le "Jam Cars" nei vari box. Non sappiamo se addirittura verrà concesso loro di salire a bordo...

Durante il tragitto verso i box McFist apre bocca rivolgendosi a Brutus.

Hammer: "Era da una vita che volevo farlo."

Rotten non dice nulla, McFist si ferma un attimo e poggia una mano sulla spalla sinistra del giovane atleta di Horizon.

Hammer: "Non c'è niente di meglio di una bella corsa automobilistica per ottenere una buona scarica di adrenalina e acquisire la carica giusta.
Inoltre tutto questo, e quello che vedremo, mi fa pensare al tuo percorso in federazione. Hai corso molto, fin dal principio, staccando tutti e facendo la tua volata lì davanti. Tutti pensavano che in breve tempo avresti perso il controllo, che ti saresti schiantato, che avresti compiuto un errore tale da causarti una battuta d'arresto. Ma non è stato così, sei ancora qui, sei ancora in testa.

...

Ma la corsa non è ancora finita."

McFist riprende a camminare.

Hammer: "Non basta essere i migliori, non basta andare in testa al gruppo, bisogna avere costanza e stringere i denti fino all'ultimo, fino al traguardo. Ciò che voglio dirti è che bisogna ora più che mai mantenere la giusta concentrazione, perchè manca davvero un solo fottuto passo alla meta. E' il momento in cui è più facile sbagliare, quello in cui si viene sovraccaricati da un mucchio di influenze di vario genere. E' il momento che stabilisce davvero una linea di confine tra uomini comuni e l'elite. Perchè i migliori sanno gestire al meglio la tensione e tirare fuori il meglio proprio in questi frangenti.
Io ho sempre pensato che tu sia uno di questi, per questo ho voluto intraprendere un percorso parallelo con te. Fino ad oggi sei stato un grande prospetto, sul ring dell'ultimo episodio di Horizon dovrai importi come IL MIGLIORE in assoluto, entrare in quell'elite, calpestare il cadavere di Doe e Sophitia insieme a me e fondare sulle loro ossa scomposte la tua VERA ASCESA."

Rotten, carico a molla già di suo e ancor di più grazie alle parole carismatiche di McFist, tira una pacca sul sedere di una ragazza immagine assunta da una delle tante scuderie.

"EEEEEEEEEEEHI!"

I due avanzano superandola, atteggiandosi come se nulla fosse.

Brutus: "Colpa tua, da un grande sedere derivano grandi responsabilità."

Hammer: "Puoi dirlo forte!"

E dopo questa citazione alquanto travisata, i due giungono finalmente all'interno di un box. Osservano con entusiasmo una possente auto, un mostro dell'ingegneria meccanica.

Brutus: "So dove sono arrivato e cosa c'è ancora da fare, proveranno a fermarmi... E' l'ultima occasione che resta a qualcuno dei lottatori di Horizon di fermare la mia avanzata per la prima vera volta. Doe si impegnerà parecchio, farà di tutto per riuscirci, ma...

...

Vedi questo Monster Truck? Non appena ci ho messo gli occhi addosso non ho pensato a quanto possa correre, a quanto in alto possa saltare, né ai suoi cilindri o alle sue pazzesche sospensioni. Ci ho visto me, lì sopra, che metto le mani sul volante e spingo sull'acceleratore per passare letteralmente addosso a John Doe, schiacciandolo come una sottiletta con due quintali e mezzo di copertone."

Hammer: "Perchè è quel che vuoi, sai quel che vuoi. Sei concentrato sul tuo obiettivo."

Rotten nel frattempo sposta lo sguardo altrove, verso una cassetta degli attrezzi che uno dei meccanici sta utilizzando per il suo lavoro. McFist lo nota e riapre bocca.

Hammer: "Scommetto che non è tanto passione per i motori, ma per l'hardcore."

Brutus: "Spaccare una chiave inglese sul quel cranio stempiato... Bleeding evidente come non mai, spettacolo puro."

Hammer sorride.

Hammer: "Dai, adesso divertiamoci un po'."

McFist e Rotten si avvicinano al Monster Truck, vicino al quale trovano un ingegnere addetto al collaudo.

"Voi dovete essere McFist e Rotten, giusto?" - esordisce l'uomo

Hammer: "Non ti piace il wrestling, vero?"

Engineer: "Lo seguo poco, sai com'è... Questi pistoni mi tengono parecchio impegnato durante la settimana.
Dunque, chi di voi sarà il primo a fare un giretto? E' un'occasione più unica che rara, non ve lo avrebbero concesso se non foste stati degli stuntman. Qui si può rischiare grosso."

Hammer: "Aspetta un attimo... Brutus, mi è venuta un'idea."

McFist si avvicina a Rotten e gli sussurra qualcosa all'orecchio. Dopo una dozzina di secondi Brutus sorride a denti stretti, manifestando dell'entusiasmo per ciò che ha appena sentito.

Hammer: "Sarà lui il primo a salire."

L'ingegnere, sospettoso, rivolge loro una domanda...

Engineer: "Non fatevi passare certe strane idee per la testa, qui non si scherza e non c'è spazio per le bravate. Intesi?"

Brutus: "Rilassati man, il mio amico qui ha solo partorito una brillante idea per il match che ci attende."

Hammer: "Non pensavo che i Monster Truck potessero essere fonte di ispirazione."

L'ingegnere annuisce, poi con un gesto invita Brutus a salire su. Una volta allacciate le cinture di sicurezza Rotten spinge sull'acceleratore in folle, scatenando i cilindri bestiali del mostro meccanico.

Hammer: "WOOOOOOOOO! Più overdrive di un fottuto Marshall da 250 Watt!"

Camera fades




DeWitt: "Ed eccoci arrivati al gran finale, all'attesissima sfida tra Doe e Rotten accompagnati dai rispettivi mentori. Sarà un due contro due estremo, un Tornado Tag Team Match destinato a lasciare il segno per chiudere in bellezza la stagione di Horizon."
Silente: "Ma quindi adesso rimarremo senza lavoro?!?"
DeWitt: "Ma che cazzo di domanda è? Ti sembra il luogo adatto? Comunque no, abbiamo un contratto e parteciperemo ad altri eventi. E poi... A te non servirebbe una vacanza?"
Silente: "Effettivamente potrei andare alle Maldive, se solo potessi permettermelo."
DeWitt: "Con un nome del genere ti manderei in un resort nel villaggio degli Hobbit.

Main Event: Sophitia & John Doe vs James McFist & Brutus "Cheek" Rotten [Tornado Tag Team Match]

I quattro atleti si trovano già sul ring, gli ultimi ad aver effettuato il loro ingresso sono stati proprio McFist e Rotten. Non ci sarà nessuno scambio tra i due team, lotteranno tutti fin dal principio in un 2 versus 2 infernale. Chi riuscirà a prevalere in questa attesa resa dei conti? Chi avrà l'ultima parola tra i due esordienti sicuramente più promettenti della stagione?
Lo scopriremo presto e sarà il verdetto dello squared circle a stabilirlo. L'arbitro dell'incontro infatti sta dando il via ufficiale alla sfida! Il pubblico è infuocato, come nelle grandi occasioni. Sembra di essere in un PPV del main roster WBFF.

DIN DIN DIN!

Crowd: "WBFF! WBFF! WBFF! WBFF! WBFF!"

Gli spettatori sembrano quasi ringraziare la federazione per l'esclusivo piatto caldo che è stato loro servito in chiusura di stagione. L'hype è a mille.

Attenzione, I QUATTRO ATLETI CI DANNO DENTRO, fin da subito, con un rissone! Due contro due, McFist contro Sophitia, Doe contro Rotten! Hammer riesce a far indietreggiare Sophitia verso le corde, sfruttando le sue rinomate doti da brawler. Lo stesso riesce a fare il suo pupillo, Rotten infatti riesce a far indietreggiare John verso le corde! Che partenza quella di McFist e Brutus!
Sophitia e Doe si trovano storditi alle corde adesso, i loro avversari indietreggiano di qualche passo e prendono una rincorsa, poi Double Running Lariat! Vogliono spedirlo all'esterno del ring!
Ma la Lilith's Mad Daughter e il suo allievo si abbassano facendoli andare a vuoto: McFist e Rotten finiscono OLTRE LA TERZA CORDA e rischiano di rivinare fuori dal quadrato, ma poi trovano un appiglio e ricadono sull'apron ring. Quando tornano in piedi Sophitia e Doe sono già pronti al contrattacco.

Double Dropkick! Beccati in pieno! McFist e Rotten volano fuori dal ring atterrando sulla pavimentazione esterna!

Crowd: "WOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!"

Rotten e Hammer si rialzano molto presto, si guardano a vicenda, poi sorridono... Cosa bolle in pentola?!?

I DUE SOLLEVANO LA TENDINA DELL'APRON E TIRANO FUORI UN TAVOLO DI LEGNO! Lo aprono velocemente, sistemano i ganci dei sostegni e lo piazzano a poco più di un metro dall'apron. Poi Hammer salta sull'apron, pronto a riprendere il confronto. Brutus invece si avvicina ad uno dei due gradoni d'acciaio e con un calcio scardina la piattaforma superiore...

SBAAAM!

In seguito al gran trambusto notiamo che, sotto la piattaforma appena abbattuta verso terra, C'ERA NASCOSTO UN SACCHETTO DI THUMBTACKS!

Brutus lancia il sacchetto a McFist, Hammer pur trovandosi ancora sull'apron lo apre e, con lo sguardo fisso sugli avversari, ROVESCIA LE PUNTINE SULLA SUPERFICIE DEL RING! Un guanto di sfida, che sicuramente Doe e Sophitia accettano di buon grado.

Quando McFist rientra Sophitia gli è subito addosso e lo colpisce con pugni e gomitate sulla schiena, tenendolo chino verso il basso. Anche Brutus penetra all'interno del ring, Doe non gli lascia tregua e lo colpisce con degli Jab molto tecnici riuscendo a tenerlo a bada, poi addirittura si piazza alle sue spalle e chiude una Sleeper Hold!

McFist incassa a denti stretti i colpi di Sophitia, poi riesce a colpirla sullo stomaco con una gomitata facendola piegare su sè stessa. James, nel rialzarsi, trova il modo DI CARICARE SOPHITIA SULLE SUE SPALLE IN POSIZIONE DI SAMOAN DROP!

HAMMERSLAM!

ON THE THUMBTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAACKS! CHE BOTTA, LE PUNTINE SI CONFICCANO NELLA SCHIENA DELLA LILITH'S MAD DAUGHTER!

McFist e Rotten hanno voluto condire fin da subito la sfida con un po' di hardcore, per giovare delle loro peculiarità ultraviolente. Doe sembra intenzionato a sciogliere la presa su Rotten per intervenire in caso di eventuale schienamento, ma poi decide di confidare nella tenacia della sua mentore, convinto che arriverà un colpo di reni.
McFist, infatti, prova il pinfall.

1!

2!

Kick out!

Hammer rialza Sophitia, chiude una Front Cancery Hold, poi si posiziona in modo da schiantare nuovamente la donna sulle puntine con uno Snap Suplex. LA SOLLEVA, ma sul più bello Sophitia si irrigidisce costringendolo a rimetterla giù, poi REVERSAL!

GORDBUSTER! E SOPHITIA LASCIA RICADERE HAMMER CON LA ZONA FRONTALE DEL CORPO ADDOSSO ALLE PUNTINE! AAAAAAAAH!

Brutus intanto riesce a liberarsi dalla presa di sottomissione con una gomitata, poi incalza Doe fino a costringerlo ad un Corner. Dopo averlo stordito si erge sulla second rope e da vita ad una serie di pugni.

Crowd: "1! 2! 3! 4! 5!"

Intanto Sophitia spinge McFist supino e lo copre!

1!

2!

Colpo di reni!

La serie di Brutus intanto continua...

Crowd: "6! 7! 8! 9!"

E NON ARRIVA IL DECIMO, Doe ha una reazione e solleva Brutus in Powerbomb Stance, rivolgendosi verso il centro del ring. Poi gli fa inclinare il busto verso il basso mantenendolo a testa in giù. Non è possibile, grande prodezza tecnica...

BELLY TO BACK INVERTED MAT SLAM! A segno! Rotazione di 180° a terra, poi il Pinfall!

1!

2!

E Brutus resiste, negando la vittoria al team avversario.

Sophitia intanto rialza McFist, prova una Irish Whip verso un Corner, che però viene invertita da Hammer. La donna finisce contro i turnbuckles, James dunque scatta in sua direzione preparando un classico Corner Splash.

A vuoto, Sophitia si posta, era una trappola preparata ad hoc! Dopo lo schianto Sophitia, data la posizione, si trova la strada spianata per l'esecuzione della sua REVERSE STO ON THE TOP TURNBUCKLE!

LILITH'S TRILL!

Ma McFist rimane rigido opponendo una grande resistenza, poi la colpisce sull'addome con una gomitata e la scampa bella invertendo con una Russian Leg Sweep.

Doe intanto rialza Rotten.

FIREBALL OUTTA NOWHERE DA PARTE DI BRUTUS, CHE SCAGLIA UNA ROVENTE FIAMMATA SUL VOLTO DI JOHN DOE! Brutus ha preparato la sua trademark senza permettere minimamente all'avversario di accorgersene, incredibile! Doe si accascia a terra, Brutus lo copre immediatamente.

ONE!

TWO!

E ancora niente, Doe sopravvive alla fiammata dritta in faccia.

McFist intanto, mentre Sophitia è a terra, si erge SULLA TERZA CORDA. E PREPARA LA SUA DIVING HEADBUTT!

HAMMER SMASHED FACE!

Sophitia si sposta, Ma Hammer lo aveva previsto e attutisce la ricaduta con gli arti superiori ed inferiori. Quindi con un veloce guizzo scatta nuovamente in piedi e PROVA A SORPRENDERE SOPHITIA CON UNA SIT-OUT JAWBREAKER!

THE ANVIL'S TREASON!

Sophitia si divincola dalla morsa di McFist appena in tempo, lasciandolo ricadere seduto a terra. Poi breve corsa verso le vicine ropes, quindi RUNNING SHINING WIZARD! Beccato in pieno! McFist stordito a terra, e arriva il pinfall!

1!

2!

Nada, com'era presumibile. Non basta a metterlo fuori dai giochi.

Sophitia rotola fuori dal ring e VA A RECUPERARE IL TAVOLO! Proprio quello estratto qualche minuto fa da McFist e Rotten. Lo lancia grezzamente all'interno del ring, facendolo volare sopra la quota della terza corda. Poi rientra e lo posiziona per bene a metà strada tra il centro del ring e un Corner, rivolto proprio verso quest'ultimo. Dunque rialza McFist da terra, lo tiene a bada con un paio di pugni facendolo indietreggiare verso quell'angolo, quindi prova a sollevarlo mettendolo a sedere sul top turnbuckle. Arriva un altro pugno, poi si erge anche lei sulle corde per tentare una manovra aerea, che verrà con molta probabilità indirizzata verso il Table. Ma una volta su Sophitia è costretta a fare i conti con una reazione di Hammer, che la colpisce sul capo con una gomitata, poi arriva anche una Headbutt!

La Lilith's Mad Daughter rischia di cadere giù, ma riesce a rimanere aggrappata con le mani alla terza corda, poi rifila una spallata a mo di "Spear" sull'addome di James. Hammer sta per perdere l'equilibrio, VERSO L'ESTERNO DEL RING! Ma poi riesce anche lui a rimanere ancora in gioco, rivolto però con il fronte verso l'esterno del quadrato.

Brutus intanto rialza Doe da terra, ma proprio in quel frangente John lo spintona via con una poderosa manata. I due rimangono a fissarsi per qualche istante con aria di sfida, una breve tregua che aumenta ancor di più la tensione e l'entusiasmo del pubblico. Poi, entrambi, fanno virare lo sguardo verso ciò che sta accadendo tra i loro mentori.

Poi tornano a guardarsi l'un l'altro, cosa sta succedendo?!?

Sophitia intanto, approfittando delle spalle di McFist, si erge con ambedue i piedi sulla terza corda, leggermente defilata a lato e in equilibrio precario sulla third rope, rimanendo avvinghiata al corpo di Hammer.

POI SI INVENTA UN CLAMOROSO JUMPING REVERSE BULLDOG CHE MINACCIA DI SCHIANTARE McFIST SUL TAVOLO!

MA DURANTE IL SALTO DI CUI SI AVVALE SOPHITIA PER L'ESECUZIONE DELLA SUA MANOVRA... HAMMER INVERTE CARICANDOLA SULLE SPALLE IN POSIZIONE DI HAMMERSLAM! I due rimangono in equilibrio precario sulla terza corda, a breve McFist tenterà il colpaccio schiantando Sophitia sul tavolo con la sua Trademark Move!

WHAT THE FUCK?!? JOHN DOE E BRUTUS RAGGIUNGONO I DUE SUL CORNER E SI PIAZZANO SOTTO JAMES McFIST?!? MA CHE...

NON E' POSSIBILE, VANNO A COSTITUIRE UNA TORRE! SOLLEVANO HAMMER FACENDO PERNO DI SPALLA!

E LA TORRE CROLLA VERSO IL TAVOLOOOOOOOO!

SCRAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAASH!

EXTREME HAMMERSLAM! SOPHITIA E HAMMER FRANTUMANO IL TAVOLO DI LEGNO! Non si riesce a capire chi dei due abbia avuto la peggio nonostante l'esecutore fosse stato proprio James, i due mentori sono KO tra le schegge di legno del tavolo ormai spaccato a metà! Rotten e Doe invece ne sono usciti quasi del tutto indenni!

Crowd: "HOLY SHIT! HOLY SHIT! HOLY SHIT! HOLY SHIT! HOLY SHIT!"

DeWitt: "Davvero incredibile, Doe e Rotten hanno deciso di sacrificare i loro mentori, e sai perchè?"

Silente: "Perchè vogliono vedersela in uno contro uno, una sfida all'ultimo sangue per decretare chi di loro è davvero il migliore!"

E mentre il pubblico continua a fare un'immensa caciara sugli spalti, Doe e Rotten pian piano si rialzano da terra, provati dal match ma non così tanto da essergli preclusa la possibilità di proseguire.

E PARTE IL CONFRONTO TRA I DUE, che chiameremmo rookies se non fosse per il fatto che li abbiamo visti combattere come dei veri pro-wrestler veterani del main roster durante questa stagione. Pugno a mano chiusa di Rotten, Snap Jab tecnico di Doe.

ROTTEN!
DOE!
ROTTEN!
DOE!
ROTTEN!
DOE!
ROTTEN!
DOE!
ROTTEN!
DOE!
ROTTEN!
ROTTEN!
ROTTEN!

E DOUBLE KNEE FACEBUSTER! CHEEK-KISS FUORI DAL NULLA CHE NON LASCIA SCAMPO A JOHN DOE!

Minchiate col botto, DOE RIESCE A SFUGGIRE ALLA FINISHER DI ROTTEN PER UN PELO, e lo lascia ricadere a terra con un nulla di fatto. Evento molto raro, di solito quella finisher va quasi sempre a buon fine.

ATTENZIONE, Doe approfitta del disorientamento dell'avversario PER CARICARLO IN POSIZIONE DI BURNING HAMMER!

DEADLY SIIIIIIINS!

A SEGNO!

NO! NON E' POSSIBILE! Rotten corregge la ricaduta atterrando a gattoni sul mat e di fatto vanificando la potenza d'impatto della finisher di Doe! Poi scatta in piedi e prova a cogliere Doe alla sprovvista...

DI NUOVO CON LA SUA CHEEK-KISS!

CHE STAVOLTA VA A SEGNO! A SEGNO! CHEEK-KISS ANDATA A BUON FINE, E' FINITA! ROTTEN SCHIENA IL SUO ACERRIMO RIVALE! L'ARBITRO CONTA!

OOONE!

...

TWOOO!

...

THREEE!

NOOOOOOOOO! COLPO DI RENI, NON E' POSSIBILE, DOE HA EFFETTUATO UN COLPO DI RENI! PAZZESCO!

Crowd: "THIS IS AWESOME! THIS IS AWESOME! THIS IS AWESOME!"

Brutus si mette le mani in testa, frustrato. Ma non demorde, sa che ha il coltello dalla parte del manico e che questo è il momento giusto per chiudere la sfida.

Dopo una dozzina di secondi trascorsi a riprendere fiato, Rotten si rialza e fa rimettere in piedi anche Doe. Lo solleva, in posizione di Alabama Slam. Una manovra apparentemente innocua, se non fosse per il fatto che è diretta PROPRIO SULLA ZONA COSPARSA DI THUMBTACKS!

MA ATTENZIONE, DOE SI IRRIGIDISCE e costringe Rotten a rimetterlo giù... Brutus si inclina in avanti, e DOE STRINGE LE GAMBE INTORNO ALLA SUA TESTA... Poi, quando ripoggia con i piedi a terra SI RITROVA GIA' IN UNA POSIZIONE OTTIMALE PER L'ESECUZIONE DI UN FLIP PILEDRIVER, also known as CANADIAN DESTROYER!

WRATH! WRATH! WRAAAAAAAAAAAAAAAATH! A SEGNO! MANOVRA ANDATA PERFETTAMENTE A COMPIMENTO!

John Doe striscia con le sue energie residue verso Rotten, e dopo circa sei secondi RIESCE AD ALLUNGARE UN BRACCIO SUL SUO PETTO! IL REFEREE CONTA! TUTTI IN PIEDI SUGLI SPALTI!

OOOOOOOONE...

...

TWOOOOOOOO...

...

THREE! THREE! THREE!

NOOOOOOOOOO! THIS IS A FUCKIN' KICK OUT BABEEEEEEEEEE!

Non è possibile, Rotten sopravvive dopo aver subito una finisher che in genere si rivela letale per i più! IL MATCH PROSEGUE!
Il pubblico sta scatenando davvero l'inferno nell'arena di Horizon, WHAT - A - MATCH!

Dopo quasi mezzo minuto di inattività sul ring John Doe, che ne approfittato per riprendere un po' di fiato, rialza Rotten e lo conduce quasi a peso morto verso un Corner. Quindi lo solleva mettendolo a sedere sul top turnbuckle, un po' com'era accaduto pochi minuti fa con Sophitia e McFist. Quindi sale anche lui sulle corde e... SI PREPARA ALL'ESECUZIONE DI UN SUPER-PLEX!

NO, NON E' POSSIBILE, McFIST?!? HAMMER E' RIUSCITO A RIALZARSI ANCHE DOPO QUELLO SCHIANTO DISASTROSO SUL TAVOLO, e adesso... STA ANDANDO AD INFASTIDIRE JOHN DOE! Lo colpisce sulla schiena con dei pugni, destabilizzandolo, poi Brutus conclude l'opera con una Headbutt...

E JOHN DOE CADE DI SOTTO, IMPATTANDO DI SCHIENA SUL MAT!

Ma non è finita qui, McFist passa in mezzo alle corde portandosi sull'apron, poi sale con i piedi sui turnbuckles dall'esterno... E raggiunge Brutus in cima al paletto?!?

WHAT?!? McFIST SOLLEVA ROTTEN, IN POSIZIONE DI INVERTED FALL AWAY SLAM?!? In pratica lo sta tenendo sospeso in orizzontale tra le sue braccia, con il fronte di Brutus rivolto verso l'interno del ring...

Hammer: "MONSTER TRUCK JAM, MOTHERFUCKERS!"

Non è possibile... HAMMER SI LANCIA VERSO DOE REGGENDO BRUTUS TRA LE SUE BRACCIA IN POSIZIONE DI INVERTED FALL AWAY SLAM, E ACCOMPAGNA IL SUO ALLIEVO IN MODO CHE RICADA ADDOSSO A JOHN CON UN CROSSBODY SPLASH!

LA MANOVRA VA A COMPIMENTO, DOE VIENE SCHIACCIATO DAL PESO DEI SUOI DUE AVVERSARI! WHAT A MOVE! Si tratta probabilmente dell'idea che McFist aveva comunicato a Rotten quando si trovavano nella pista per Monster Truck!
Dopo un simile impatto abbiamo fortissimi dubbi che Doe riuscirà a scamparla bella. McFist e Rotten, in seguito al volo e all'impatto, sono rotolati a lato a causa del contraccolpo. Si sono fatti male anche loro, questo è poco ma sicuro, è stata quasi una manovra suicida. Ma dopo qualche istante James si rialza e fa per aiutare Brutus a posizionarsi addosso a Doe... PER LO SCHIENAMENTO FINALE.

MA PRIMA DI RIUSCIRCI VIENE BECCATO IN FACCIA DA UNA PIOGGIA DI THUMBTACKS, SCAGLIATE DALLA MANO DI UNA REDIVIVA SOPHITIA!

Crowd: "WOOOOOOOOOOOOOOO!"

Hammer si mette le mani in faccia, stordito, avvicinandosi pericolosamente al Corner...

OH MY GOD! REVERSE STO ON THE TOP TURNBUCKLE DI SOPHITIA AI DANNI DI McFIST!

LILITH'S TRILL! LILITH'S TRILL!

A SEGNOOOOOOOOOOOOOOOOOOO! McFIST E' KO!

Sophitia si volta per venire incontro a Doe e collaborare con lui per chiudere definitivamente il match.

MA ARRIVA UNA CHEEK-KISS OUTTA NOWHERE! BRUTUS ASFALTA LA MENTORE DI DOE CON LA SUA FINISHER! POI LA COPRE IMMEDIATAMENTE! E stavolta sembra proprio che il match sia volto alla sua conclusione, John Doe sembra non essere in nessuno modo in grado di interrompere lo schienamento! L'ARBITRO E' A TERRA, E STA CONTANDO!

OOOOOONE!

...

TWOOOOOO!

...

THREEEEE!

E' FINITA! E' FINITA DAVVERO! I vincitori ufficiali dell'incontro sono James McFist e Brutus Cheek Rotten!

Testo nascosto - clicca qui


E nell'arena di Horizon parte proprio le theme di Rotten, che segna il culmine di un grande percorso fatto qui ad Horizon. Brutus aiuta McFist a riprendersi, sorreggendolo, poi insieme a lui festeggia il tanto agognato risultato!

Intanto gli spettatori fanno partire un lungo applauso, che non è di certo rivolto solo ai due vincitori ufficiali, ma anche e soprattutto per gli sconfitti che hanno disputato un match grandioso, nonchè un'analoga stagione.
La scena finale della stagione vede Rotten uscire dal ring per scardinare, con un calcio, anche l'altra piattaforma di Steel Stairs. Come ricorderanno tutti, durante il match, Rotten aveva già fatto lo stesso con l'altra piattaforma per appropiarsi del sacchetto di Thumbtacks ivi nascosto. Con grande sorpresa gli spettatori della puntata scoprono che, proprio sotto la piattaforma superiore di quest'ultimo blocco di Steel Stairs... C'ERANO NASCOSTE DUE BIRRE PER I FESTEGGIAMENTI! Rotten torna sul ring, dal suo mentore, con le due bottiglie... Poi le stappa in maniera molto rude e grezza, con i denti, e ne passa una a McFist... FIUMI DI BIRRA! I due trangugiano la bionda a più non posso, festeggiando il loro trionfo.

DeWitt: "Che gran finale signore e signori."
Silente: "E adesso ci mandano a casa..."
DeWitt: "E basta con questa storia, non rovinare l'atmosfera!"
Silente: "Horizon finisce qui, vi auguriamo delle liete vacanze estive auspicandoci la programmazione di una seconda stagione."
DeWitt: "E' tutto, buona notte. E ricordate sempre, WBFF... Blood is the key!"



Ma a frenare tutto l'entusiasmo del team di commento è la theme songDI Veronica Palmer. La Commisioner non poteva mancare per i saluti finali forse. Ma la bionda dirigente non si limita ad osservare la scena e a far "ciao ciao" con la manina. Ha con sé un microfono, infatti, e lo porta alla bocca che mostra un certa soddisfazione.

Veronica << Dal profondo del cuore... COMPLIMENTI. Complimenti sinceri, ragazzi e ovviamente complimenti a voi, Brutus e McFist. Indicati come pesci fuor d'acqua a inizio stagione, ancora oggi degni di tale definizione. Non deludere una aspettativa è quanto di più arduo si possa fare, ma voi avete superato alla grande la prova.
Mi piacerebbe poter dire altrettanto di TUTTI i ragazzi, ma sappiamo cosa è successo ad Herrero, cosa a Levine, cosa Leone, così come conosciamo l'andazzo di alcuni dei ragazzi e ragazze che, ahimé, ci han continuato a deliziare della loro indesiderata compagnia...>>

La folla è curiosa di capire dove voglia andare a parare, così come anche Brutus e McFist al centro del ring, e Sophita con Doe stesi ancora con poco fiato a ossrevare...

Veronica << Ho promesso un incontro tra coloro che avrei ritenuto meritevoli di tale privilegio a Extreme Desperation, per la MEDAGLIA D'ORO. E onestamente non mi andava di dare un annuncio dietro le quinte, quindi vi informo ufficialmente che La Perra Tejòn difenderà la sua Medaglia contro...
...BRUTUS CHEEK ROTTEN>>

La folla si congela. E' pietrficata. Di nuovo?!
Di nuovo quel match che è costato quasi il ritiro di Chelsea??

La Commissioner però solleva il dito... sembra abbia altro da dire...

Veronica << ...contro, OVVIAMENTE, Johannes Krauser meritevole di rivincita...>>

Sophitia, a cui si erano illuminati gli occhi in un cenno di speranza, si rabbuia, e abbraccia Doe scusandosi del pin...

Veronica << ... CONTRO JOHN DOE...>>

La folla esplode e Sophitia anche muta la tristezza in entusiasmo.

Veronica << ... CONTRO BLACKJACK!! In un TIME LIMITE TITLE DI 15 MINUTI! Buona fortuna gente! E che il migliore tra voi, riesca a travalicare l'Orizzonte e dimostrare, all'altra parte del mondo, che qui avete imparato ad essere autentiche macchine da guerra.
Con l'aiuto dei mentori o meno, con l'assidua vittoria o con la tenacia di rialzarvi, con l'aggressività o col pathos, questi cinque ragazzi rappresentano, ognuno a modo loro, il PACCHETTO HORIZON, così come era concepito.
Non Crawford, Non Chun Li, Non Naramcyn, Né una SCHIFOSA TROVATA PUBBLICITARIA FATTA SOLO PER RISOLLEVARE IL BRAND!
L'ho detto!>>

LA GENTE APPLAUDE. Silente sputa le alette di pollo con fare trionfale.

Silente: "Finalmente posso dirlo: queste alette.. SONO UNA CAGATA PAZZESCA!"

Veronica << Horizon finisce qui, gente. Ma quando scruterete il punto in cui cielo e terra si congiungono, molto presto, potrete scorgere un puntino, in rapido avvicinamento, pronto a sconquassare il vostro mondo, così come l'avete conosciuto. LUI sarà l'uomo dell'Orizzonte, e qui avrà avuto le sue radici. Buona fortuna !>>

La Palmer fa dietro front e nell'aria c'è autentica eccitazione...

Camera Fades

[Edited by GregorHeavans 7/3/2017 12:49 AM]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:13 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com