New Thread
Reply
 
Previous page | 1 2 | Next page
Print | Email Notification    
Author

FIFA 18 - Archivio Info, News, Video e Immagini

Last Update: 9/4/2017 11:51 AM
Email User Profile
Post: 12,067
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/6/2017 2:18 PM
 
Quote




Uscita: 29 settembre 2017
EA Early Access: TBA
Demo: 15 Settembre
Piattaforme: PS4, Xbox One, Nintendo Switch, PS3, Xbox 360, PC
Sviluppato: EA Canada
Pubblicato: Electronic Arts
Distribuito: Electronic Arts
Sito Ufficiale: www.easports.com/it/fifa



Topic di riepilogo su tutte le info, le news, i video e le immagini di FIFA 18

Altri topic di riferimento Forum Gxp:








[Edited by li4m 8/29/2017 5:38 PM]







Email User Profile
Post: 12,067
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/6/2017 2:21 PM
 
Quote


FIFA 18, primo trailer: partnership con PS4, Cristiano Ronaldo testimonial
spaziogames

Electronic Arts ha presentato quest'oggi, con un nuovo trailer, FIFA 18, la nuova iterazione della sua longeva serie calcistica.





Come potete vedere dal filmato, è Cristiano Ronaldo, fresco di Champions League con il suo Real Madrid, il nuovo testimonial scelto dal team di EA Sports.

In aggiunta, è possibile notare dal trailer che, come da rumor, è PS4 la console partner di FIFA 18, dopo anni di collaborazione tra Xbox ed Electronic Arts per il franchise sportivo.

“Il miglior giocatore del mondo ha contribuito a far compiere il più grande passo in avanti che abbiamo mai fatto”, ha dichiarato Aaron McHardy, Senior Producer di EA SPORTS FIFA.

“Siamo davvero entusiasti di collaborare con Cristiano – lavorare con lui ci ha insegnato molto sul suo stile di gioco unico e su cosa lo renda così speciale. La sua passione, la sua energia e la fanbase globale lo rendono il perfetto ambasciatore di FIFA 18”.

“È un grande piacere essere sulla cover di FIFA 18”, ha dichiarato Cristiano Ronaldo. “È una grande emozione e sono felice di essere stato scelto”.

L'uscita di FIFA 18 è prevista per il 29 settembre su PC, PS4, Xbox One, Nintendo Switch, Xbox 360 e PS3.





Come spinta innovativa in FIFA 18, i dati di Cristiano Ronaldo sono stati recentemente registrati durante una sessione di allenamento in uno studio mobile EA Motion Capture a Madrid.

La registrazione dei dati dell’accelerazione di Ronaldo, il suo stile di corsa, le sue abilità e tecnica di tiro hanno permesso di conferire veridicità al suo aspetto e personalità in FIFA 18. I suoi dati hanno anche caratterizzato importanti elementi del gameplay inclusi la fluidità, il dinamismo del giocatore e l’esplosività.

Coloro che preordineranno la Ronaldo Edition di FIFA 18 su PlayStation 4, Xbox One o PC riceveranno un accesso anticipato di tre giorni, 20 pacchetti Oro Premium Maxi per FUT (uno a settimana per 20 settimane consecutive), otto kit edizione speciale FIFA Ultimate Team, creati da artisti presenti nella colonna sonora di FIFA 18, e l’oggetto giocatore Cristiano Ronaldo in prestito per 5 partite di FUT.


Email User Profile
Post: 12,071
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/6/2017 5:44 PM
 
Quote


FIFA 18 Icon Edition (PS4/XBOX ONE)





Early Access




I possessori di account EA Access (Xbox One) e Origin Access (PC) potranno usufruire dell'early access di FIFA 18 a partire dal 21 Settembre e avranno diritto al 10% di sconto sulla versione digitale di Xbox Live e Origin.

Per i preordini digitali di qualsiasi edizione su PS Store accesso anticipato di 3 giorni (26/9).




Screenshots: Cristiano Ronaldo





[Edited by li4m 6/6/2017 6:29 PM]
Email User Profile
Post: 12,074
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/7/2017 12:14 PM
 
Quote


FIFA 18: le Leggende diventano Icone, disponibili anche su PC e PS4
everyeye




Una grande novità farà il suo debutto in FIFA 18: le Leggende cambiano nome e diventano Icone, disponibili non più solo su Xbox ma anche su PlayStation 4 e PC Windows. La prima Icona ufficialmente annunciata da Electronic Arts è Ronaldo Luís Nazário de Lima.

Altre Icone per FIFA Ultimate Team 18 saranno annunciate nelle prossime settimane, ricordiamo che FIFA 18 uscirà il 29 settembre su PlayStation 4, PlayStation 4 Pro, Xbox One, Xbox Scorpio, PlayStation 3, Xbox 360, PC e Nintendo Switch. Quest'ultima versione non utilizzerà il motore Frostbite e non includerà la modalità Il Viaggio.

Electronic Arts ha aperto i preordini delle edizioni Standard, Ronaldo e Icon di FIFA 18, inoltre è stato rivelato che gli abbonati a EA Access e Origin Access avranno diritto a una prova gratuita di dieci ore a partire dal 21 settembre.





FIFA 18, la versione per Switch non avrà la modalità "Il Viaggio"
eurogamer

E non userà il Frostbite Engine.

Nella giornata di ieri, EA ha ufficialmente svelato il nuovo FIFA 18 con un trailer che ci ha permesso di scoprire il nuovo uomo di copertina, ovvero il fresco campione d'Europa Cristiano Ronaldo.

Ora, emergono dettagli sulle varie versioni del titolo calcistico, nello specifico veniamo a conoscenza di interessanti informazioni relative alla versione per Nintendo Switch che, come saprete, si chiamerà EA Sports FIFA. Ebbene, stando a quanto riportato da Dualshockers, la versione per la console ibrida di Nintendo sarà un po' diversa rispetto alle controparti PS4 e Xbox One, come alcuni temevano.

Infatti, EA Sports FIFA non presenterà l'apprezzata modalità "Il Viaggio" e, quindi, su Switch non sarà possibile seguire le avventure di Alex Hunter e, dal punto di vista tecnico, il gioco non userà il motore Frostbite Engine, come invece avviene sulle ammiraglie di Sony e Microsoft.

In molti erano preoccupati riguardo le differenze tra le versioni PS4 e Xbox One e quella Nintendo Switch e, a quanto pare, ce ne saranno.





FIFA 18: Cristiano Ronaldo potrebbe far aumentare le vendite del gioco del 10%
everyeye

Secondo una recente analisi di SuperData, le vendite di FIFA 18 potrebbero crescere del 10% rispetto a quelle del precedente capitolo. Il motivo? La presenza di Cristiano Ronaldo in copertina, una vera e propria star a 360 gradi che gode di enorme popolarità in tutto il mondo, non solo tra gli appassionati di sport.

Forte di oltre 260 milioni di seguaci sui social network (Facebook, Twitter e Instagram), Cristiano Ronaldo è il calciatore più pagato del mondo, nonchè personaggio di spicco anche per gli amanti del gossip e della moda. Una celebrità non legata esclusivamente al mondo del clacio, al contrario di Marco Reus, testimonial di FIFA 17.

Con CR7 come testimonial, le vendite di FIFA 18 potrebbero superare quelle del predecessore del 10% e tornare così ai fasti delle precedenti edizioni che vedevano Lionel Messi in copertina. FIFA 18 sarà disponibile dal 29 settembre su PlayStation 4, Xbox One, PC, Xbox 360, PlayStation 3 e Nintendo Switch, in quest'ultimo caso con il titolo EA Sports FIFA.


[Edited by li4m 6/7/2017 12:15 PM]
Email User Profile
Post: 12,098
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/12/2017 4:52 PM
 
Quote


FIFA 18: Confermata la presenza di tre nuovi stadi
fut.it

Durante l’EA PLAY di ieri sera Electronic Arts ha confermato la presenza di tre nuovi stadi che saranno introdotti in FIFA 18: stiamo parlando del John Smith Stadium, dello Stubhub Center e del Flamer Stadium.

Il John Smith Stadium è lo stadio che ospita le partite casalinghe dell’Huddersfield Town, lo Stubhub Center ospita le partite dei Los Angeles Galaxy mentre il Flamer Stadium ospita le partite del Brighton & Hove Albion.





FIFA 18: I producer parlano del Momentum
fut.it

Il Lead Gameplay Producer di FIFA 18, Sam Rivera, ed il Creative Director Matthew Prior hanno rilasciato interessanti dichiarazioni, riguardanti la presunta presenza di uno script ( momentum ) nel simulatore calcistico di Electronic Arts, durante un’intervista ai microfoni di kicker. Ecco quanto abbiamo evidenziato noi di FifaUltimateTeam.it

Matthew Prior ha rdichiarato: “Ogni anno ci viene posta questa domanda, l’algoritmo delle partite di FIFA non da vantaggi ad uno dei due gamers che gioca la partita, la realtà è che questo momentum non esiste, purtroppo siete stati particolarmente sfortunati. Mi viene da pensare ad alcune partite del Manchester City che in alcune partite hanno creato innumerevoli occasioni da gol con l’80% del possesso palla senza segnare mentre gli avversari hanno fatto uno solo tiro in porta ed hanno vinto la partita. Sono cose che fanno parte dello sport e possono accadere. Non posso garantirvi che in FIFA 18 non perderete partite dove tutto sembrerà andare contro di voi ma posso assicurarvi che non è dovuto al momentum ma solo ed esclusivamente alla sfortuna.”





FIFA 18: Intervista al Creative Director Matthew Prior
fut.it




“Per noi FIFA 18 è l’episodio che comincia a sfumare la linea tra reale e virtuale”. Così gli sviluppatori dell’ultimo episodio di una delle serie calcistiche più apprezzate – soprattutto in Italia – descrivono la loro nuova creatura, un titolo forte del successo degli ultimi anni ma che allo stesso tempo deve contrastare una concorrenza sempre più presente ad agguerrita.

FIFA 18 riparte dalle basi poste nel 2017 e sviluppa su di esse nuove dinamiche, focalizzandosi in particolar modo sul miglioramento degli elementi sui quali la serie punta già da diverso tempo, dalle animazioni all’intelligenza artificiale, passando per l’ormai fondamentale caratterizzazione dell’atmosfera che circonda ogni partita.





FIFA 18: Alex Hunter sarà interamente personalizzabile
fut.it

Il Lead Gameplay Producer di FIFA 18, Sam Rivera, ha rilasciato interessanti dichiarazioni sul secondo capitolo di The Journey – Hunter Returns durante un’intervista ai microfoni di eldiario.es, ecco quanto abbiamo evidenziato.

Il secondo capitolo del Viaggio ha avuto una grande evoluzione, ora Alex Hunter va a giocare in tutto il mondo.” Inoltre ha aggiunto: “Sarà possibile controllare anche altri giocatori oltre ad Alex Hunter, ed ovviamente avremo la possibilità di interagire con alcuni dei giocatori più importanti del panorama mondiale. Tutte le decisioni di Hunter avranno un notevole impatto sull’evoluzione della storia.” Per finire Sam Rivera parla della personalizzazione del personaggio: “Alex Hunter potrà essere personalizzato nel dettaglio, potrete scegliere un diverso tipo di taglio di capelli, potrete scegliere diversi stili di abbigliamento oppure scegliere di avere o meno dei tatuaggi.”





FIFA 18: Real Player Motion Technology
fut.it

FIFA 18 introduce la tecnologia di animazione Real Player. Il sistema responsabile della più grande evoluzione delle caratteristiche di gioco nella storia della serie.

Questo sistema innovativo sblocca un nuovo livello di reattività e di personalità dei giocatori. Ora Cristiano Ronaldo e gli altri campioni si muovono esattamente come sul campo reale.

Personalità dei giocatori

In FIFA 18 puoi riconoscere immediatamente lo scatto tipico di Ronaldo, i cambi di direzione unici di Sterling e il movimento delle braccia caratteristico di Robben. Per la prima volta in assoluto i movimenti, le dimensioni e gli attributi influenzano le movenze dei giocatori, permettendoti di sperimentare le abitudini dei campioni.





FIFA 18: Nuove funzionalità di gioco
fut.it

Grazie al motore Frostbite, FIFA 18 attenua il confine tra il mondo reale e quello virtuale dando vita a eroi, squadre e atmosfere del gioco più bello del mondo.

Momenti emozionanti

Grazie ai nuovi movimenti e alle nuove animazioni delle finalizzazioni, i tiri e i colpi di testa sono più fluidi e sono state aggiunte nuove emozionanti conclusioni. I nuovi controlli dei cross, inoltre, offrono varie opzioni per mandare la palla all’interno dell’area. I cross morbidi, tesi al centro e gli assist aumentano il numero di possibilità per raggiungere con precisione l’attaccante.

Stili di gioco autentici

Dal tiki-taka al pressing alto, i nuovi stili squadra portano sui campi di FIFA 18 le tattiche dei migliori club al mondo. Il nuovo Posizionamento dei giocatori garantisce maggiori opportunità per leggere le giocate nel tempo e nello spazio, mentre le tattiche migliorate garantiscono più opzioni ai giocatori, con nuovi inserimenti e un supporto continuo sulla palla.

Atmosfere coinvolgenti

Con la posizione realistica del sole, la gestione climatica avvincente, gli incontri caratteristici a bordo campo, i detriti sul terreno di gioco, gli striscioni specifici per club e stadi, la telecronaca adattabile e la qualità variabile del campo, FIFA 18 darà vita all’esperienza calcistica più coinvolgente di sempre. Ascolta i cori reali crescere mentre sei in attacco, scatena emozioni realistiche dopo ogni gol e interagisci con i tifosi durante le esultanze.





FIFA 18: Tutti i dettagli ufficiali della Legacy Edition
fut.it




EA Sports tramite una breve FAQ riveala tutti i dettagli della versione Legacy Edition di FIFA 18.

Cos’è la “Legacy Edition” di EA SPORTS FIFA 18?
La “Legacy Edition” di EA SPORTS FIFA contiene rose e divise aggiornate per riflettere le ultime modifiche nel mondo del calcio. Le Legacy Edition non includono innovazioni o nuove caratteristiche di gioco.

Per quali piattaforme di gioco sarà disponibile?
Le Legacy Edition sono prodotte per le seguenti piattaforme di gioco: PlayStation®3 e Xbox 360.

Per queste piattaforme di gioco saranno disponibili altre versioni di EA SPORTS FIFA 18?
No, le “Legacy Edition” sono gli unici prodotti di EA SPORTS FIFA 18 in via di sviluppo per queste piattaforme di gioco.

Cosa è incluso nel gioco della “Legacy Edition”?
La “Legacy Edition” di EA SPORTS FIFA include tutte le modalità e le fantastiche caratteristiche di gioco presenti nel prodotto dello scorso anno, con le divise e le rose aggiornate alla nuova stagione calcistica.

La Legacy Edition sfrutterà il motore di gioco Frostbite?
No, FIFA 18 per PlayStation®3 e Xbox 360 non sfrutta il motore di gioco Frostbite.

La modalità “Il Viaggio” sarà inclusa nella Legacy Edition?
No. La modalità Il Viaggio è stata realizzata utilizzando il motore di gioco Frostbite.

Cosa cambia rispetto alla versione normale?
Le edizioni Non-Legacy di EA SPORTS FIFA sono in via di sviluppo per PC, Xbox One e PlayStation®4. Queste edizioni godranno di miglioramenti nelle caratteristiche di gioco e di nuove modalità impossibili da realizzare sulle piattaforme delle Legacy Edition.

Perché dovrei acquistare una Legacy Edition?
Le Legacy Edition di EA SPORTS FIFA garantiscono le modalità e le fantastiche caratteristiche di gioco di cui hai bisogno, con un realismo senza pari, campionati, licenze, divise e rose aggiornate, tutto ad un unico incredibile prezzo.

Nelle “Legacy Edition” sono presenti innovazioni o nuove caratteristiche?
No. In alcune modalità potrebbero essere presenti piccoli miglioramenti, ma non ci saranno innovazioni o nuove caratteristiche di gioco.


[Edited by li4m 6/12/2017 7:08 PM]
Email User Profile
Post: 12,099
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/12/2017 4:57 PM
 
Quote


FIFA 18: Primo video gameplay off-screen
fut.it




Durante l’evento EA PLAY è possibile provare in anteprima assoluta il nuovo simulatore calcistico prodotto da Electronic Arts. In calce alla notizia riportiamo un breve video off-screen che mostra il gameplay di FIFA 18. Ricordiamo che la versione in prova alla fiera è una beta quindi non una versione definitiva.





FIFA 18: Teaser ufficiale per The Journey
fut.it




Electronic Arts al termine della conferenza EA Play ha divulgato il primo Trailer ufficiale dedicato al secondo capitolo della modalità Storia che sarà presente in FIFA 18. Buona visione.





Screenshots Offscreen E3 2017







Screenshots Ufficiali








[Edited by li4m 6/14/2017 5:12 PM]
Email User Profile
Post: 12,100
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/12/2017 5:01 PM
 
Quote


FIFA 18: Adattato per Nintendo Switch
fut.it

EA SPORTS FIFA 18 è statto adattato per garantire un divertimento social e competitivo su Nintendo Switch™. L’esperienza di FIFA autentica e coinvolgente che milioni di fan conoscono e amano è stata adattata alla piattaforma Nintendo Switch™. Potrai quindi giocare ovunque, con chiunque e come più ti piacerà.

Gameplay e presentazione profondi

Con una tecnologia di rendering all’avanguardia, FIFA 18 per Nintendo Switch™ offre l’esperienza di FIFA tecnologicamente più avanzata per i dispositivi portatili. Scopri le nuove ambientazioni dei campi, l’aspetto realistico dei giocatori e le nuove meccaniche di gioco.

Con FIFA Ultimate Team, la modalità Carriera, Calcio d’inizio Switch e Stagioni locali, FIFA 18 per Nintendo Switch™ offre ai fan modalità più profonde rispetto a qualunque altra piattaforma di gioco portatile.










FIFA 18: Video gameplay off-screen della versione Switch
fut.it




Durante l’evento EA PLAY è possibile provare in anteprima assoluta il nuovo simulatore calcistico prodotto da Electronic Arts. In calce alla notizia riportiamo un breve video off-screen che mostra il gameplay delle versione Nintendo Switch di FIFA 18. Ricordiamo che la versione in prova alla fiera è una beta quindi non una versione definitiva.





FIFA 18 Nintendo Switch: Screenshots Offscreen E3 2017








[Edited by li4m 6/12/2017 5:03 PM]
Email User Profile
Post: 12,102
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/12/2017 5:30 PM
 
Quote

Anteprime



FIFA 18: provate le novità!
IGN

Ci vuole davvero un fisico bestiale.

Qualche mese fa avevamo preparato un articolo ad hoc su quello che ci saremmo aspettati da FIFA 18. Nel giro di qualche settimana è stato annunciato Cristiano Ronaldo come testimonial globale, poi è arrivata la convocazione, non dal commissario tecnico Giampiero Ventura, bensì da EA Italia. Sam Rivera (Gameplay Producer) e Matt Prior (Creative Director) erano pronti a parlarci della loro nuova creatura.

Le sorprese durante l'evento non sono mancate e, cosa più importante, siamo riusciti a giocare una decina di partite con una prima build di FIFA 18 su PlayStation 4 Pro. Sappiamo benissimo che il gioco da qui a settembre cambierà e non poco, tra implementazioni e ritocchi continui al gameplay (lo abbiamo sperimentato più volte nel corso degli anni), ma la base da cui parte il nuovo FIFA sembra solida.





Andamento lento

L'anno scorso il passaggio al motore fisico/grafico Frostbite aveva creato una forte aspettativa e una certa apprensione negli appassionati della serie. Alla fine il cambio di motore si è rivelato meno traumatico di quello che era lecito aspettarsi, e in questa nuova versione si possono apprezzare i passi in avanti compiuti dal team di sviluppo. Uno degli aspetti maggiormente criticati dagli appassionati riguarda la velocità di gioco. Puntualmente, in ogni recensione, viene fatto notare come il gioco sia stato rallentato rispetto al passato, ma mai in modo soddisfacente. Nella versione da noi provata il gioco era molto più lento, ragionato e fisico rispetto a FIFA 17. Merito del Frostbite? Non solo.

Non solo fisico

Oltre a una maggiore fisicità negli scontri di gioco, abbiamo notato un'Intelligenza Artificiale progredita: non siamo al livello di Pro Evolution Soccer per quanto riguarda la gestione dei movimenti del proprio undici, ma la strada intrapresa è nella direzione giusta.

Per esempio, il “deserto dei tartari” che accompagnava i contropiedi (o le ripartenze) delle passate edizioni è quasi scomparso: i giocatori si muovono nello spazio alla ricerca dell'imbeccata giusta, accompagnano in modo più credibile l'azione di gioco e si propongono per sovrapposizioni in modo da creare la superiorità numerica.

Per quanto riguarda gli stili di gioco, in FIFA 18 si dovrebbero (usiamo il condizionale) avere squadre che si muovono in modo diverso sul manto erboso, e capaci di modificare il proprio credo tattico nel corso della partita. Stando alle dichiarazioni del duo Rivera-Prior la Cpu dovrebbe far giocare il Manchester City di Guardiola con un “tiki taka” in salsa inglese, mentre i Red Devils di Mourinho dovrebbero piazzare un bel “bus in mezzo all'area” (la versione portoghese del nostro Catenaccio) e ripartire con fulminei contropiedi. Avendo disputato tutte le partite contro avversari umani, non possiamo né confermare né smentire queste migliorie.

La carta d'identità

Sam Rivera, il responsabile del gameplay di FIFA 18, ha martellato e non poco noi poveri giornalisti nel decantare la nuova tecnologia sviluppata per avere animazioni più realistiche. Prendendo come esempio il geniale folletto del Chelsea, Eden Hazard, ci ha fatto vedere come sono stati rivoluzionati i dribbling. Non contento, in una sfida tutta in famiglia col Creative Director Matt Prior ha piazzato ben quattro gol dribblando il portiere del Manchester City con il sopracitato Hazard. Nuove animazioni anche per stoppare il pallone e controllarlo, per le giocate al volo e per gli spostamenti laterali. Per quanto riguarda la parte difensiva abbiamo nuove animazioni per i tackle energici e per le entrate laterali.

Il sistema di passaggi, invece, sembra ispirarsi al Ronaldinho dei giorni migliori: possibilità di assist “no look” e tocchi immaginifici per mandare in porta il vostro bomber di fiducia lasciando impietrita anche una difesa come la BBC. Rivoluzionata in parte anche la gestione dei cross: peccato che di gol di testa non ne abbiamo fatto nemmeno uno...

Comunque, la novità più intrigante è senza dubbio la personalizzazione dei giocatori: il Cristiano Ronaldo di FIFA 18 si muoverà nello stesso modo della sua controparte reale, non solo visivamente ma anche a livello tattico. L'operazione realismo è stata accompagnata da massicce dosi di motion capture per simulare la corsa del fuoriclasse portoghese: il movimento dei piedi, la posizione del busto e quella delle braccia, tutto è stato riprodotto con la solita cura maniacale da parte di EA Sports. Non solo CR7 ma anche altri fuoriclasse riceveranno questo trattamento speciale. Per quanto riguarda l’aspetto fisico dei calciatori sono stati aggiunti ulteriori dettagli, come rughe e ombre al di sotto degli occhi per avere sguardi più realistici (manco fossero delle modelle!), aggiungendo animazioni più realistiche per il battito delle ciglia e i movimenti della pupilla. Come al solito, però, avranno il loro volto ricreato in maniera perfetta solo una piccola parte dei calciatori di FIFA 18...

I portieri, invece, necessitano di molto “fosforo”: nelle partite disputate si sono viste un gran numero di botte da fuori area (decisamente troppe!) e deviazioni poco realistiche sui tiri ravvicinati. C'è da lavorare e non poco...

I rigori, dopo lo scempio della passata stagione, sono stati ritoccati: una volta capito come tirarli sono più facili e intuitivi da segnare.

Sostituzioni veloci

Le squadre disponibili nella nostra prova erano una decina: Chelsea, Manchester United, Manchester City, Atletico Madrid, Toronto FC, L.A. Galaxy, Real Madrid, PSG, Juventus e Bayer Monaco. La sfida più gettonata è stata quella tra Juventus contro Real Madrid, con risultati diversi da quelli ottenuti dalla banda Allegri in quel di Cardiff.

Personalmente, ho giocato gran parte delle partite col Chelsea (Kanté è qualcosa di incredibile!) e col Toronto per sfruttare l'agilità di Giovinco (che contro difensori prestanti fisicamente non la vede neanche a sto giro...). Sono riuscito a disputare una delle più brutte partite della storia giocando con il Bayer Monaco contro l'Atletico Madrid di un amico giornalista: in una Bombonera strapiena, lo spettacolo proposto è stato a dir poco decoroso...

Nonostante tutto, il pubblico ha seguito con grande attenzione ed enfasi l'andamento del match, esaltandosi per qualche sporadica giocata spettacolare. EA Sports, infatti, ha lavorato molto per rendere le reazioni del pubblico più realistiche, migliorando non solo le animazioni e i comportamenti della folla, ma anche quelli degli allenatori. Per esempio, dopo un gol del Chelsea vi capiterà di osservare l'Antonio Conte virtuale correre come un esaltato tra la folla e festeggiare con tutto il suo staff.

Per rendere l'esperienza di gioco ancor più realistica, il team di sviluppo ha riprogrammato l'illuminazione dinamica in campo. Il risultato raggiunto è notevole, soprattutto quando si disputa una partita nel tardo pomeriggio/inizio sera: il cambio di luce lascia a bocca aperta!

Un'ultima cosa da segnalare riguarda le sostituzioni che sono state velocizzate: infatti, è possibile preimpostarle o seguire i “consigli” della Cpu senza dover più mettere in pausa la partita. Infine, durante i caricamenti delle partite abbiamo intravisto anche qualche minigioco nuovo.

Hunter 2, la vendetta

La modalità il “Viaggio” è stata, senza alcun dubbio, il fiore all'occhiello della passata edizione di FIFA. Giocata da più di 13 milioni di giocatori non poteva mancare l'appuntamento con FIFA 18.

Il buon Alex Hunter avrà a disposizione una personalizzazione pressoché infinita del proprio guardaroba e potrà sbizzarrirsi in look estrosi alla Pogba. Il ragazzo, ormai cresciuto, si troverà a prendere decisioni importanti che riguarderanno non solo la sua carriera professionale, ma anche la sfera privata. Non mancheranno incontri con altri calciatori famosi (CR7) e neanche ingaggi da parte di squadre straniere. Insomma, la carriera di Alex Hunter non sarà più limitata alla Premiership ma potrà aspirare a diventare un'icona globale. Restando in tema, le “Icone” è l'unica novità annunciata – per ora – per quanto riguarda la celebre modalità Ultimate Team. Da Rijkaard a Beckenbauer, da Zola a Maldini, da Van Basten a Pelè, a questo gruppo di leggende ora si è unito ufficialmente anche Ronaldo Luís Nazário de Lima, presente tra l'altro in una speciale edizione di FIFA 18. Infatti le leggende, esclusiva fino alla scorso anno della versione per Xbox di FIFA (è semplicemente scaduto l'accordo con Microsoft), non esistono più e sono state trasformate tutte in icone. Resta da vedere quali icone affiancheranno il “fenomeno” in FIFA 18.

Infine, per la versione Nintendo Switch e per quella della nuova console Microsoft non sono state fornite ulteriori informazioni. Il dinamico duo, infatti, si è trincerato dietro un inusuale “non confermo, non smentisco...”.





FIFA 18: le novità del simulatore calcistico di EA Sports nella nostra Video Anteprima
everyeye




FIFA 18 è stato uno degli assoluti protagonisti dell'evento EA Play 2017: Electronic Arts ha svelato nuovi dettagli sul progetto, confermando il ritorno delle modalità FIFA Ultimate Team e Il Viaggio, che ci vedrà ancora una volta impegnati a seguire le gesta di Alex Hunter.

FIFA 18 sarà disponibile dal 29 settembre 2017 su PlayStation 4, PlayStation 4 Pro, Xbox One, Xbox Scorpio, PC Windows, Xbox 360, PlayStation 3 e in una versione leggermente rivisitata anche su Nintendo Switch.





FIFA 18: il salto di qualità
multiplayer

Abbiamo messo le mani sul nuovo calcistico di EA Sports, testandone migliorie e inedite caratteristiche


La versione di FIFA in uscita il prossimo settembre promette di essere particolarmente interessante. Il capitolo precedente ha aggiunto diverse novità che quest'anno verranno espanse, consolidate e ove necessario riviste. In fondo un prodotto che ha l'ambizione di divertire (e far spendere, attraverso Ultimate Team) per tutto l'anno non può che cercare costantemente un equilibrio tra le richieste del proprio pubblico e la necessità di andare avanti, aggiungere e rifinire la formula. Stare fermi è un rischio, chiedere a Pro Evolution Soccer e Konami per informazioni, ma in Canada sembrano saperlo bene: ecco quindi che FIFA 18 nasce sotto la stella di Cristiano Ronaldo, partner ufficiale che sembra voler diventare qualcosa in più che un semplice volto di copertina, tanto da avere una sua edizione dedicata, ma anche di una serie di cambiamenti che coinvolgono tanto l'aspetto del titolo, quanto il gameplay. È evidente che qualche partita in compagnia dei colleghi non può essere risolutiva sulla qualità di un gioco dall'offerta così articolata, però siamo usciti dalla nostra recente prova avvenuta in quel di Milano con delle sensazioni parecchio positive...





La tecnica conta

Se siete del partito "la grafica non conta", potete passare al prossimo paragrafo. Se invece siete sensibili all'argomento vi farà piacere che il secondo anno del Frostbite Engine prestato a FIFA porta con sé diverse gustose novità. Il motore nato nella fredda Svezia per servire gli sparatutto sviluppati da DICE è oramai uno strumento versatile, utilizzato da Electronic Arts per gli scopi più different e qui capace di mettere in mostra giocatori, terreno di gioco e spalti meglio illuminati, grazie ad un più che pregevole lavoro su luci e ombre, e forte dell'inedito supporto all'ambient occlusion. Il contorno, quindi gli spalti e i tifosi che li popolano, sono stati poi "localizzati" per riproporre almeno in parte i diversi colori delle culture calcistiche mondiali: in Sud America sarà consueto vederli riversarsi verso le transenne ad ogni gol segnato mentre in Gran Bretagna lo stile, almeno dentro alle mura dello stadio, è quello più composto imposto e poi interiorizzato dagli appassionati negli ultimi decenni. In maniera simile curva e tribuna accoglieranno diversamente le reti fatte e subite. Si tratta di dettagli, chiaro, ma sono quelli che possono fare la differenza alla centesima o millesima partita dell'anno.





Non è un dettaglio invece la Motion Technology System: nome che dice poco per una interessante evoluzione nel campo delle animazioni. Per farla breve, in passato i movimenti dei giocatori ( si pensi ad una falcata durante la corsa o a una rotazione del busto in fase di dribbling) venivano calcolati per intero; una volta dato l'input quello successivo veniva eseguito solo ad animazione conclusa. Ora i passaggi sono stati ridotti e il comando impartito tramite il controller può essere eseguito all'istante perché ogni singolo frame viene calcolato in modo indipendente. Il risultato è una maggior reattività e fluidità che, nella nostra prova della versione definitiva, si accompagnava ad un ritmo forse più compassato, donando all'esperienza un feeling maggiormente realistico rispetto alla versione di dodici mesi fa. Questioni di bilanciamento, comunque, che potrebbero cambiare nel corso dello sviluppo e prima del lancio ufficiale. La novità è stata resa possibile da alcuni modifiche fatte al software con cui Electronic Arts lavora in fase di motion capture, non a telecamere o hardware inediti, il che ha permesso non solo di avere una resa più fluida dei calciatori ma anche di velocizzare il processo di registrazione e cattura con gli atleti. Il che vuol dire, ad esempio, che il lavoro volto a riprodurre le movenze particolari e lo stile di ciascun atleta, potrà essere curato per un numero superiore di top player.

I protagonisti

Parlando di chi scende in campo, anche se solo in forma virtuale, il team di sviluppo ha scelto per FIFA 18 di investire parecchie risorse per meglio rendere la fisicità dei calciatori. Ciascuno di loro fa riferimento ad un particolare archetipo (alto, medio o basso; magro o robusto) che determina come si muove sul terreno di gioco. Un esempio per capirsi: fino a FIFA 17 Messi e Ibrahimovic avevano la stessa falcata, mentre in questo nuovo capitolo per percorrere la stessa distanza il primo dovrà fare più passi essendo dotato di leve corte.

Il discorso sulle animazioni di prima è poi tornato utile per rivedere il sistema di dribbling, ora forte di movimenti più fluidi e, ma anche qui bisognerà verificare la cosa, in generale più efficace e quindi decisivo sulle sorti del match. Ci sono una serie di altre aggiunte che coinvolgono i controlli, come un rinnovato sistema di cross che si appoggia sulla combinazione del tasto frontale preposto con i grilletti per eseguire quelli bassi, ma soprattutto è stato speso del tempo per rivedere il comportamento dell'intelligenza artificiale di squadra. Anziché calcolare l'atteggiamento degli avversari uno ad uno, singolarmente, FIFA 18 prende in considerazione il posizionamento sul campo dell'intero reparto per determinare quello che i compagni devo fare. Ancora più interessante la volontà di riprodurre a seconda della squadra con cui ci si scontra le strategie di base e quelle avanzate che la distinguono; in tal senso il Tiki Taka del Barcellona non può che venire in mente come primo e miglior esempio.





Una storia epica

Dopo l'esperienza dello scorso anno, Electronic Art non ha comunque più solo da curarsi di rifinire gameplay, net code e FIFA Ultimate Team. La modalità The Journey, introdotta quasi come bonus o esperimento per capire come un titolo calcistico si potesse prestare ad una narrazione vera e propria, è stata giocata da oltre 13 milioni di persone, tutte con una loro opinione su come potesse essere migliorato. Il successo di tale feature ha reso inevitabile la scelta di investirci più risorse ed espanderla, rendendola più che un film interattivo sul calcio. Noi ne abbiamo potuto giocare una porzione abbastanza limitata, buona per introdurre il tema della possibile cessione del nostro Alex Hunter dal Chealse di Conte, che da quanto testato sembrava oramai imminente. In realtà ci è stato detto che ci saranno diverse novità: la personalizzazione estetica del nostro alter ego, innanzitutto, che potrà scegliere differenti look sia per le partite, attraverso capigliature personalizzate, che per la sua vita al di fuori del campo. Stesso discorso per il guardaroba, ma si prospettano soprattutto delle scelte morali e sul proprio destino professionale, con un'avventura divisa in sei capitoli che andranno dall'Inghilterra fino al Brasile.

Il tutto con un cast allargato che vedrà più personaggi di fantasia ma anche realmente esistenti, come il già citato Cristiano Ronaldo. Infine, oltre a un sistema di obiettivi più chiari sia per la stagione che per la singola partita, ci è stato confermato che The Journey conterà una modalità multiplayer locale e ci sarà più di un personaggio utilizzabile. Ulteriori dettagli non ce ne sono ma così, ad uno primo sguardo, il salto in avanti sembra sostanzioso. Come tutti gli anni il primo contatto con il nuovo FIFA è fatto per dare una panoramica su quello che sarà il capitolo in uscita in autunno, lasciando a prove successive giudizi più articolati e soprattutto educati.

La prima impressione è in ogni caso molto promettente e contiamo di darvi delle novità sul resto dell'offerta incluso FUT (che quest'anno vede le Leggende su tutte le piattaforme) nel corso dell'estate. Intanto potete segnare sul calendario il gioco dell'uscita, prevista il 29 settembre per tutti, il 26 per chi effettuerà il pre-ordine e il 21 per gli abbonati EA Access.


Il primo impatto con il nuovo FIFA è di quelli che non lasciano dubbi: il titolo calcistico di Electronic Arts è figlio di una serie oramai ultra solida e consolidata, ma riesce comunque ad aggiungere parecchio sui diversi fronti aperti, sia tecnici che ludici. A settembre l'appuntamento nei negozi.

CERTEZZE

+ Il Frostbite sembra aver raggiunto la sua maturità anche su FIFA
+ Buon mix di novità sia tecniche che di gameplay
+ The Journey torna con ambizioni ben superiori al passato...

DUBBI

- ...e che andranno tutte verificate
- Ancora non si sa praticamente nulla di cosa cambierà in Ultimate Team





Fifa 18 Anteprima
spaziogames

Si apre la nuova stagione calcistica di EA

Fifa 17 può essere considerato come il capitolo più importante della storica saga targata EA. Dopo anni di incertezze, coincisi con lo sbarco sulle console di nuova generazione, la scelta di rivoluzionare il gioco grazie all’utilizzo di Frostbite è riuscita a convincere critica e pubblico, battendo l’ennesimo record di vendite. C’era quindi grande curiosità per Fifa 18, titolo chiamato a riconfermarsi ad alti livelli e a sistemare tutti quei piccoli difetti emersi durante il corso della stagione. Qualche settimana fa siamo stati a Milano per provare per quasi 5 ore il nuovo capitolo e queste sono le nostre impressioni.





Grafica

Fifa 18 non rappresenta una rivoluzione per la serie ma, piuttosto, un pesante miglioramento delle basi gettate sul precedente capitolo. Tutto questo lo si nota immediatamente dal comparto grafico: non ci troviamo davanti a un miglioramento pari a quello avuto in occasione dello sbarco su Xbox One e PS4, ma la maggiore esperienza con Frostbite ha comunque permesso di offrire agli sviluppatori un colpo d’occhio notevole, con i giocatori che (almeno per quanto riguarda i club più importanti) sono riprodotti davvero in maniera egregia.
Grande attenzione è stata posta sulla riproduzione dei diversi stadi, da sempre uno dei punti deboli della produzione EA. Fino a Fifa 17 infatti, giocare una partita a San Siro o al Monumental era praticamente uguale, con la stessa tipologia di luce e con il pubblico che reagiva alla stessa maniera durante la partita.

Su Fifa 18 tutto questo è stato finalmente migliorato, con un grandissimo lavoro fatto sugli effetti della luce che rendono gli stadi diversi tra loro proprio come avviene nella realtà, dove le partite del campionato argentino sono immediatamente distinguibili da quelle inglesi. Grandissimo lavoro anche sul pubblico che, fino allo scorso anno, agiva come un’entità unica, reagendo in maniera uniforme ai vari eventi durante la partita.

Al contrario, in questo nuovo capitolo, vedremo la gente sugli spalti reagire in maniera diversa, con il risultato che, dopo un gol segnato, vedremo per esempio i tifosi delle prime file sporgersi verso il campo per esultare insieme ai giocatori, mentre quelli seduti nelle file più indietro reagiranno in maniera completamente diversa. Tutte novità dunque che servono per sentirsi maggiormente all’interno della partita, con i tifosi che diventano il dodicesimo uomo in campo nelle partite più sentite, fischiando la squadra avversaria quando in possesso palla o contestando le decisioni arbitrali.





Gameplay

Il cuore di Fifa rimane però il gameplay, e proprio qui si sono concentrati gli sforzi degli sviluppatori. La più grossa novità di questa edizione, visibile appena si gioca la prima partita, è il sistema di animazioni, riscritto completamente da zero. Fino a Fifa 17 le animazioni erano gestite passo dopo passo, con un intervallo pari dunque a circa 5 frames. Il risultato era quello di avere difficoltà nel dribbling, diventato praticamente inutile nello scorso capitolo, e di assistere spesso a movimenti poco realistici durante le mischie, i cambi di direzione e nei contrasti.

Grazie invece al Motion Technology System, le animazioni su Fifa 18 sono gestite frame by frame, con un miglioramento dunque di 5 volte rispetto al precedente capitolo. Il risultato è davvero notevole, con Fifa 18 in grado di proporre una fluidità di gioco impensabile fino allo scorso anno. I movimenti dei giocatori sono più fluidi e molto più reali, donandoci finalmente maggior controllo delle nostre azioni, e anche i rimbalzi del pallone sono molto più realistici, tanto da essere influenzati anche dal diverso attrito dell’erba.

Grande attenzione è stata poi posta nel riprodurre in maniera fedele i movimenti dei giocatori più famosi, ed è qui che entra in scena Cristiano Ronaldo: il giocatore del Real Madrid, oltre ad apparire sulla copertina del titolo, ha contribuito in prima persona nelle sessioni di motion capture e i suoi movimenti, dalla tipica corsa all’esultanza, sono riprodotti in maniera egregia all’interno del gioco.

Il lavoro non è stato svolto però solo per Cristiano Ronaldo ma è stato utilizzato per differenziare maggiormente i giocatori: se in Fifa 17 non c’erano sostanziali differenze tra la corsa di Messi e di Ibrahimovic, in Fifa 18 assistiamo a cambiamenti evidenti, con movimento e frequenza di passi diversa a seconda dell’altezza dei giocatori. 
Migliorata poi l’IA dei compagni di squadra durante la manovra offensiva: se già l’anno scorso avevamo visto i compagni di squadra cercare di smarcarsi per offrire linee di passaggio sicure, su Fifa 18 assistiamo ad un ulteriore passo in avanti.

Non è raro ora vedere gli attaccanti cercare di attaccare alle spalle i difensori, rischiando di finire in fuorigioco ma con la possibilità di presentarsi solo davanti al portiere, terzini che vanno a sovrapporsi, centrocampisti bravi ad offrire una linea di passaggio sicura e così via.

Queste novità si notano particolarmente nelle partite contro la CPU. Se nelle scorse edizioni giocare contro il computer era un’esperienza frustrante ad alti livelli, con la squadra avversaria in grado di tenere costantemente il possesso palla per poi colpire al primo errore, su Fifa 18, da quanto visto, la CPU è molto più diretta e sembra quasi di affrontare una persona in carne e d’ossa. Perdiamo palla sulla nostra trequarti? La CPU punterà subito la porta tentando di segnare immediatamente. Lasciamo due avversari in contropiede contro il portiere? I due si passeranno la palla per segnare a porta vuota. Se tutto questo troverà poi riscontro nelle partite contro le squadre di seconda fascia (nella demo presente erano infatti presenti solo squadre di primo piano), Fifa 18 potrebbe finalmente restituire una dignità al comparto single player, da anni snobbato in favore della componente online. 
Grazie ai feedback ricevuti dai giocatori professionisti, il team di sviluppo ha deciso di rivisitare i cross, inutilizzabili nelle scorse edizioni, con gli utenti obbligati a sviluppare la manovra di gioco solo per vie centrali.

Grazie al lavoro sull’IA dei giocatori, con gli attaccanti che cercano di prendere il tempo ai difensori, e a nuove traiettorie del pallone, Fifa 18 dona finalmente importanza al gioco delle fasce, offrendo di fatto una nuova arma ai giocatori. Da quanto visto nella demo il risultato è buono, con la possibilità di creare maggiori pericoli alle difese senza però arrivare alle situazioni viste su in passato, dove bastava mettere un pallone in mezzo per insaccarlo di testa. Novità anche per i tiri al volo, praticamente assenti in passato, e sulla difesa, con una minore efficacia dell’azione della CPU che non sarà più in grado di fare tutto da sola come nella scorsa edizione e con l’introduzione di un nuovo tipo di tackle, a metà strada tra una scivolata e il contrasto in piedi, utile per fermare nettamente l’avversario senza rischiare l’espulsione.

Per finire, una novità che farà contenti un grande numero di utenti, ossia le sostituzioni rapide: prima della partita sarà infatti possibile impostare dei giocatori da far subentrare e, durante la partita, ogni volta che il pallone verrà fermato per una punizione o per una rimessa, tramite la semplice pressione di un tasto potremo effettuare la sostituzione pensata in precedenza. Unica nota parzialmente negativa sono i calci di rigore, che diventano un ibrido tra quelli visti su Fifa 17 e quelli delle edizioni precedenti, e anche i portieri, ancora da calibrare.

Così come avviene nella realtà, gli estremi difensori non stanno più fissi sulla linea di porta ma si alzano leggermente: scelta che avvantaggia molto sulle uscite, dove ci sono sembrati molto più sicuri che in passato, ma che crea qualche problema sui tiri dalla distanza, spesso troppo facili da mandare a segno. La speranza è che questi mesi servano agli sviluppatori per sistemare la cosa, depotenziando magari le conclusioni da fuori area che potrebbero rivelarsi, in particolare su Ultimate Team, l’arma preferita dei giocatori.





The Journey

The Journey è stata la più grande novità di Fifa 17, con la community pronta a giocare nei panni di Alex Hunter, giovane talento inglese alle prese con la sua prima stagione tra i professionisti. Nonostante fosse attesa da anni, questa modalità presentava però qualche piccolo problema, tra l’impossibilità di personalizzare il proprio giocatore e l’obbligo di disputare una sola stagione nella Premier League, senza potersi misurare con altri campionati. Per Hunter Returns, questo il titolo della stagione 2, EA ha deciso dunque di fare le cose in grande introducendo la possibilità di giocare in più campionati.

All’evento è stato infatti mostrato un trailer con varie persone, da personaggi dello sport come Ronaldo e Harden a giornalisti reali, che si domandavano dove sarebbe finito Alex Hunter durante la sessione di calciomercato. Probabilmente dunque, nelle prime fasi di gioco, saremo chiamati ad una scelta importante: continuare con la nostra squadra o cercare fortuna in altri posti. Purtroppo gli sviluppatori non hanno voluto sbottonarsi troppo per evitare spoiler, non sappiamo ancora dove poter portare il nostro alter ego virtuale ma ci piace pensare che la stagione terminerà con i Mondiali di Russia 2018, l’appuntamento più importante della prossima stagione calcistica.

Alex Hunter sarà poi, finalmente, personalizzabile: attenzione però, non pensate di poterlo rivoluzionare, il modello del giocatore rimarrà sempre lo stesso. Potremo intervenire solo sugli abiti, visibili durante le cut scene, sui tatuaggi e sul taglio di capelli.

Un passo in avanti dunque, anche se non quello che molti si aspettavano. Durante la storia troveremo poi nuovi calciatori reali da incontrare, tra i quali spicca ovviamente il nome di CR7, assieme a nuove figure che influenzeranno il nostro percorso, con gli sviluppatori che promettono l’introduzione di veri e propri bivi narrativi e la possibilità di impersonare altri personaggi durante la storia, magari proprio il nonno di Alex Hunter, stella del passato e figura chiave della prima stagione. In chiusura, gli sviluppatori hanno poi annunciato il multiplayer locale per la modalità, con i giocatori che potranno disputare questa season 2 insieme ai propri amici sulla stessa console.


+ Upgrade grafico
+ Nuovo sistema di animazioni
+ AI dei giocatori raffinata
+ Hunter Returns


Il primo incontro con Fifa 18 è stato positivo, con il titolo in grado di esaudire le nostre alte aspettative dopo un capitolo da record lo scorso anno. La seconda stagione di The Journey promette di portarci intorno al mondo per seguire le gesta di Alex Hunter, accontentando la community che non voleva essere limitata alla solo Inghilterra. Il gameplay, grazie al nuovo sistema di animazioni, è il più fluido e fedele alla realtà di tutta la serie, con un focus particolare sull'attacco per far emergere i giocatori più bravi e capaci. L'unico dubbio rimangono i portieri sui tiri dalla distanza ma, nel caso i problemi venissero risolti, potremmo trovarci di fronte il miglior Fifa di questa generazione.





FIFA 18 - Provato
the games machine

Come è noto (qui la recensione, nel caso), rientro nel novero di coloro che hanno trovato FIFA 17 un ottimo titolo se giocato offline (escludendo il problema della CPU un po’ troppo infallibile ai livelli di difficoltà alti) o assieme ad amici amanti del “bel giuoco”, ma con l’eccessiva propensione a favorire i dribblomani al momento di calcare i difficili terreni del multiplayer online.

Ci ho provato per tutto l’anno, di tanto in tanto, a tornare sui server per verificare se col tempo la situazione fosse cambiata, ma non c’è stato niente da fare: è una vera impresa trovare utenti che cerchino di giocare a pallone e non si lascino attrarre dalle sirene del calciatore veloce e tecnico cui dare la palla e fargli puntare la porta a botte di zigo-zago, e la cosa non mi piace neanche un po’. Mi fa imbestialire, a dirla tutta. È stato quindi con sommo piacere che ho accettato l’invito di Electronic Arts a partecipare al consueto Producer Tour pre-E3, così da mettere le mani su una versione preliminare di FIFA 18 e farmi una prima, sommaria idea dei cambiamenti che troveremo nella versione finale, prevista al solito durante il mese di settembre.

REATTIVO A DIR POCO

Vi dico subito che non posso sciogliere alcun dubbio a proposito di quanto scritto poco sopra: le partite che ho portato a termine si sono svolte in un clima più che amichevole, con gli altri giornalisti che hanno assecondato la mia atavica voglia di costruire l’azione, anziché forzarla sfruttando le proprietà “ludiche” del simulatore calcistico griffato EA Sports.

Per avere certezze, in tal senso, ho il sospetto toccherà attendere un codice review e l’apertura del server, al netto del fatto che – come accade tutti gli anni – mi aspetto che la versione finale di FIFA 18 sia comunque assai diversa da quella messa a disposizione dal team di sviluppo durante il Producer Tour. D’altronde, molto spesso capita che perfino la demo pubblicata un paio di settimane prima del lancio si comporti in maniera diversa dal prodotto definitivo!

Prima di sciorinare nomi e novità, voglio subito darvi qualche sensazione “pad in mano”, su una demo che prevedeva la presenza di ben otto squadre: Real Madrid, Juventus, Atletico Madrid, Chelsea, Toronto, LA Galaxy, PSG e le due compagini di Manchester. La prima cosa da dire è che, nel mio essere abituato a giocare su Xbox One, ho trovato quantomeno strano affrontare le partite impugnando un DualShock. Le postazioni erano tutte arrangiate con PlayStation 4 Pro: questo fatto, unito alla presenza del logo della console Sony in ogni dove e all’annuncio che tutte le Leggende di FIFA Ultimate Team non saranno più un’esclusiva Microsoft (ma vedranno invero la luce su tutte le piattaforme), sottolinea ulteriormente come Electronic Arts abbia voltato pagina dal punto di vista degli accordi commerciali, con buona pace della casa di Redmond e per la gioia di tutti i giocatori che popolano la serie su piattaforme diverse da Xbox One.

La seconda cosa da sottolineare è che FIFA 18 mi è parso clamorosamente più votato alla reattività rispetto al precedente episodio. Quando questo sia un bene o un male (soprattutto nell’ottica di quanto vi ho esposto a inizio articolo) lo scopriremo solo vivendo, ma è evidente l’intenzione degli sviluppatori di metterci in mano un prodotto che non ci costringa più a ragionare continuamente sui tempi di reazione. Per tradurre tutto in termini più tecnici, il Motion Technology System di FIFA 18 si occuperà di interpretare in nostri comandi “frame by frame” e non più “step by step”, come invece succedeva in FIFA 17. In questo scenario, anche solo muovere il giocatore con lo stick analogico sinistro permetterà di operare finezze e piccoli spostamenti istantanei prima impossibili, sia offensivamente, sia difensivamente.

A integrazione di questo importante cambiamento ci è stato mostrato come gli atleti avranno movenze diverse a seconda dell’altezza, oltre che in relazione ai soliti parametri distintivi. Questo aspetto, assieme a quanto detto poco fa a proposito del Motion Technology System, è apparso un game changer importante anche solo con qualche amichevole sulle spalle, proprio come il nuovo sistema di gestione dell’Intelligenza Artificiale dei compagni, basato certo sulle solide fondamenta di quello dello scorso anno, ma qui impreziosito da alcune finezze; in particolare, ho trovato davvero clamorosa la routine di occupazione degli spazi a centrocampo, dove i nostri compagni seguono l’azione e, all’occorrenza, arretrano o bloccano la corsa anziché avanzare, così da aprire una linea di passaggio più comoda.

Solo il tempo ci dirà se queste novità ci restituiranno un videogioco calcistico più spinto verso la simulazione o, al contrario, aumenteranno le possibilità ludiche a discapito del realismo: quel che è certo è che il team di sviluppo ha sicuramente ritoccato in modo importante il modello fisico, anche perché hanno avuto sicuramente più tempo per prendere confidenza con il Frostbyte, che in FIFA 17 ha fatto il suo esordio nella serie ma che solo in FIFA 18 sembrerebbe esprimersi finalmente al massimo delle potenzialità.

NON SOLO CRISTIANO

Come ormai sanno anche quei sassi che placidi stanziano in fondo alla Fossa delle Marianne, il testimonial di quest’anno di FIFA 18 è Cristiano Ronaldo, fresco vincitore della Champions League col Real Madrid e candidato accreditato alla vittoria dell’ennesimo Pallone d’Oro della carriera. L’asso portoghese è stato oggetto di un’intensa sessione di motion capturing, evidentissima sul campo in quanto alle inconfondibili posture da fermo e in corsa. Più in generale, tutto FIFA 18, dal punto di vista grafico, dona l’impressione che gli sviluppatori abbiano finalmente padroneggiato il Frostbite, anche se nel fantastico giochino dei paragoni va segnalato come la demo su cui ho messo le mani girasse su PlayStation 4 Pro, laddove ancora non è chiaro come (e se) il gioco ne sfrutterà la potenza aggiuntiva.

A ogni modo, la visione d’insieme è clamorosa. Il pubblico è assai più vivo che in passato, con molti meno spettatori copia/incollati e, soprattutto, più capaci di reagire alle situazioni in campo. Un esempio? Segnate un gol e provate a festeggiare a ridosso delle balaustre della curva, e vedrete gente correre giù dalle gradinate per accalcarsi nei pressi del vostro marcatore. Anche il sistema di illuminazione è stato rivisto in modo importante, un fatto percepibile soprattutto nei match di giorno, dove il passaggio dalle zone di sole a quelle in ombra avviene in maniera naturale e “morbida”, senza che l’occhio ne rimanga offeso. Un gran lavoro, poi, è stato fatto sulla resa dei volti, almeno dei calciatori più noti: nulla che infici il gameplay, s’intende, ma di certo chi ama perdere qualche minuto nei replay troverà grandi motivi di soddisfazione.

Due paroline conclusive su The Journey, la seconda parte della storia di Alex Hunter che abbiamo iniziato (e brutalmente interrotto) in FIFA 17 e che in FIFA 18 vedrà la bellezza di sei atti, ognuno con obiettivi ben precisi da portare a termine. Stando alle parole degli sviluppatori, i nostri comportamenti modificheranno in modo importante l’andazzo; inoltre, le “ospitate” di calciatori famosi dovrebbero essere aumentate di numero, a cominciare dallo stesso Ronaldo; infine, ci sarà data la possibilità di personalizzare il look di Alex, cambiandogli i vestiti, modificandone la pettinatura o anche ricoprendolo di tatuaggi (Icardi e Nainggolan, siete avvisati!).

FIFA 18 sarà disponibile su PC, Xbox One e PS4 a partire dal prossimo 29 settembre. Chi avrà prenotato il gioco potrà metterci le mani sopra a partire dal 26 settembre, mentre se avete attivo un abbonamento EA Access la data del calcio d’inizio è fissata per il 21 settembre.





Fifa 18 visto e provato in anteprima!
italiatopgames




Amici di ItaliaTopGames, abbiamo provato in anteprima per voi Fifa 18! Ancora prima del primo trailer rilasciato il 5 giugno da Ea sports annunciando Cristiano Ronaldo come testimonial, il nostro Rudy Salerno ha partecipato al press tour italiano di EA Sports dove ha potuto provare con mano il videogame in arrivo il prossimo 29 settembre. E passiamo subito a Rudy la linea…


La versione che ho avuto modo di provare di Fifa 18 nel corso del press tour organizzato da EA Sports a Milano, era al 50/60% di completamento ed erano presenti le seguenti squadre: Juventus, Real Madrid, Atletico di Madrid, PSG, Bayern Monaco, Chelsea, Manchester United, Manchester City, Toronto e Galaxy.

Dopo l’implementazione del primo anno del motore grafico Frostbite, quest’anno ci attende un prodotto molto più definito nella fluidità di gioco e nei movimenti dei singoli giocatori.


La sensazione visiva generale è molto simile al capitolo precedente, ma giocandoci poi si notano delle nette differenze. La prima è il movimento dei giocatori che è più fluido ed omogeneo nel cambio di corsa e nei cambi di direzione.

Un cambiamento che balza all’occhio sono i movimenti reali di vari giocatori come il pallone d’oro Cr7: il movimento, il tocco di corsa è simile alla controfigura reale. La differenza nel controllo del giocatore la si noterà subito rispetto ai compagni di squadra.

Riguardo la grafica possiamo dire che hanno migliorato e rifinito i dettagli, il pubblico, l’atmosfera dello stadio che renderanno ogni partita diversa. I dettagli dei tifosi sono incredibili e hanno aggiunto dopo di un goal che il marcatore può andare verso il pubblico e festeggiare coi in propri tifosi.

L’effetto dello stadio è stato ritoccato con molti più dettagli negli spalti ed in certi stadi vedremo i coriandoli in campo come succede spesso nella Bombonera a Buenos Aires ad esempio. Oltre ad avere inserito la grafica della Liga Spagnola, erano già presenti anche quelle della Premier League e della Bundesliga.

Un’altra novità è la sostituzione veloce: potremmo decidere nello schema di gioco le sostituzioni. Se prenderemo il Real Madrid ad esempio un cambio Morata per Benzema, durante la partita ci verrà fuori di premere R2 (su PS4) per effettuare la sostituzione oppure sarà il gioco stesso a consigliare un cambio in caso di stanchezza del giocatore.

E’ stato anche introdotto un calcio d’inizio nuovo: ci sarà un unico giocatore a calciare il pallone verso la propria metà campo.

Passiamo a The Journey, la modalità Viaggio che in Fifa 17 ha ottenuto un grandissimo successo. In Fifa 18 sarà possibile personalizzare Alex Hunter visto che potremmo cambiargli il look: taglio di capelli, scarpe, vestiti. Dovrebbero inoltre introdurre anche dei nuovi allenamenti per personalizzare le caratteristiche del nostro alter ego.

Personalmente ho trovato Fifa 18 un ottimo prodotto, non troppo differente da Fifa 17 ma con diverse novità a cominciare da una maggiore fluidità in ogni aspetto. Poi per tutti gli appassionati di calcio, con l’introduzione delle leggende chiamante Icon, su PS4 e PC si è fatto un ulteriore ed importante passo in avanti. Per PS4 Pro, sono curioso di scoprire se ci sarà qualcosa in più oltre alla risoluzione a 4K ma di questo nel corso della conferenza non si è parlato.





E3 2017: FIFA 18 - prova
eurogamer

La caccia continua.

Archiviata, in maniera tragica, la stagione 2016/17, Electronic Arts è subito pronta ad aprire un nuovo capitolo della sua simulazione sportiva di punta. Lo fa, come da tradizione, all'E3 di Los Angeles, durante l'annuale conferenza nella quale il colosso americano svela al mondo i suoi piani per i prossimi mesi. E come previsto, EA Sports negli ultimi mesi ha lavorato per perfezionare e cesellare un prodotto che ormai da anni è stabilmente ai vertici della categoria, grazie a vendite che ad ogni capitolo superano abbondantemente i dieci milioni di copie.

Un lavoro che va avanti su due fronti apparentemente paralleli, che però convergono nel gioco finale: il primo riguarda il gameplay, partendo dalle indicazioni della community e migliorando l'engine che lavora silenziosamente sotto la scocca della simulazione. Il secondo filone è quello dei contenuti e della verosimiglianza con la realtà, ovvero il campo nel quale anche quest'anno EA Sports vuole dare le piste alla concorrenza.

Gli sviluppatori, infatti, hanno intenzione di espandere praticamente ogni modalità di gioco partendo da The Journey, il Viaggio, ovvero la modalità nella quale interpreteremo Alex Hunter, una giovane promessa del calcio inglese che lo scorso anno abbiamo aiutato ad imporsi a livello nazionale. Adesso per Alex è arrivato il momento di diventare una star ancora più celebre, cominciando ad affrontare le coppe europee e ad imporsi come personaggio a livello globale. Questo vuol dire che incontreremo superstar anche di campionati differenti dalla Premier League, per esempio l'immancabile Cristiano Ronaldo, e che potremo modificare l'aspetto del "nostro" Alex con centinaia di oggetti e vestiti delle marche più disparate, in modo da renderlo immediatamente riconoscibile quando lo confronteremo con quello di altri giocatori.





In FIFA 18 la storia sarà composta da sei capitoli, ognuno dei quali chiederà di portare a termine tre obiettivi secondari. Il tema principale sarà la nuova destinazione della giovane promessa: rimarrà nel suo club o lo lascerà cercando fortune altrove? Inoltre sembra proprio che durante il nuovo capitolo della storia di Hunter dovremo controllare altri personaggi, così da mostrare nuovi punti di vista oltre a quello del protagonista. Infine, sarà possibile affrontare la carriera in compagnia di un'altra persona, in modo da poter giocare anche questa modalità con un fratello o un amico. Il Viaggio vi farà entrare sempre più profondamente all'interno dello star system del calcio europeo, facendo assaporare una parte di quello che i vari Pogba o Dybala stanno vivendo. Uno sforzo apprezzato da oltre 13 milioni di giocatori e che EA vuole ringraziare dando loro più storie, più libertà e contenuti.

Un altro aspetto che lo sviluppatore vuole migliorare è quello dell'atmosfera. Ogni stadio ha una sua storia e un modo tutto particolare di influenzare le squadre in campo. Il "dodicesimo uomo" è un elemento molto importante per ricostruire l'atmosfera di una partita e per questo in FIFA 18, EA Sports cercherà di dare maggiore personalità alle tifoserie. Le curve, infatti, reagiranno in maniera molto più varia alla partita, lanciando coriandoli e stelle filanti durante i match più sentiti in Sudamerica, o correndo ad abbracciare il bomber che è corso sotto la curva dopo aver segnato un gol. Inoltre, alcuni stadi mostreranno una cura superiore per i dettagli, attraverso luci più curate, cori personalizzati e una migliore modellazione poligonale.

Tutti cambiamenti apparentemente ininfluenti per la qualità generale dell'esperienza, ma che in realtà aiutano a compiere un ulteriore e deciso passo verso la verosimiglianza con la realtà. Un cambiamento che potrebbe sembrare "estetico", ma che ha una potente ricaduta sul filone del gameplay è quello delle animazioni. In FIFA 18, EA Sports ha lavorato su due fronti: da una parte ha spezzato le animazioni che regolano i movimenti dei calciatori e dall'altra ha creato sei modelli diversi di animazioni, chiamati archetipi, legati alla statura e alla stazza degli atleti.





Nel nuovo FIFA il Frostbite Engine sarà in grado di modificare un'animazione dopo ogni frame e non più dopo ogni passo. In questo modo il motore fisico sarà in grado sia di rispondere in maniera più puntuale alle nostre sollecitazioni, sia di calcolare con maggiore precisione la posizione in campo dei calciatori. In FIFA 17, per esempio, prima di una conclusione al volo si poteva notare come l'attaccante dovesse fare diversi passetti per posizionarsi in maniera corretta per la battuta a rete. Da quest'anno saranno necessari meno movimenti per trovarsi nella posizione ideale per tirare, migliorando sia la resa estetica del gesto tecnico, sia la sensazione di controllo sul calciatore.

La velocità e il numero di passi necessari, poi, dipenderà dalla stazza dell'atleta. EA ha previsto tre tipi di animazioni differenti in base all'altezza dei calciatori (alto, medio e basso) declinate in base alla loro struttura fisica (magro o robusto). In questo modo Chiellini si muoverà in maniera sensibilmente diversa rispetto a Messi o Giovinco, dato che correrà con falcate più lente, ma ampie. Ognuno di questi archetipi, inoltre, è caratterizzato anche da due animazioni differenti per la corsa e per lo scatto, così da restituire anche visivamente le differenti velocità in campo.

Partendo da questa base, poi, è bastato poco agli sviluppatori per dare maggiore personalità ai movimenti dei calciatori più celebri: tenendo leggermente più eretto il busto di un atleta di stazza piccola hanno ottenuto un perfetto Robben, per esempio. L'unico calciatore che è stato scansionato dalla testa ai piedi è stato Cristiano Ronaldo, praticamente perfetto nella sua versione digitale.

Lo stesso lavoro è stato fatto sui portieri, che potranno contare su diversi stili di parate e di uscite, che dovrebbero renderli più simili a estremi difensori molto diversi come Buffon o Neuer. Il nuovo sistema di animazioni consentirà loro di posizionarsi meglio sulla linea di porta, in modo da essere più efficienti sui tiri da fuori o sulle palombelle. Da quest'anno, inoltre, durante le uscite sarà possibile dire loro di battezzare un palo (premendo R3) rispetto ad un altro, così da aumentare le chance di prendere i palloni indirizzati nell'angolo lontano.

La loro maggiore efficacia sarà tangibile anche nelle uscite sui cross. Anche perché EA sostiene che i difensori saranno meno vulnerabili sulle palle alte e meno propensi a farsi superare da dietro. Tutto girerà intorno al momentum, che non è quello che pensate, ma il tempismo con il quale si arriverà sulla palla. Dando un maggior controllo sulla traiettoria dei cross gli sviluppatori sperano di bilanciare la maggiore efficacia difensiva, mettendo nelle mani dei giocatori, e non in quelle del caso, le sorti di un'azione. Queste saranno le situazioni nelle quali si noterà meglio il nuovo sistema di posizionamento dei calciatori che consentirà loro di colpire al volo in maniera più efficace il pallone. Per bilanciare questo miglioramento offensivo è stato pensato un sistema che calcola la pressione dei difensori, che diminuirà esponenzialmente la precisione e la forza di un tiro con un avversario nelle vicinanze.

Altri miglioramenti dovrebbero riguardare la gestione dei passaggi filtranti, meno propensi a finire nel nulla, e nella gestione dei movimenti senza palla dei calciatori. Se prima EA cercava di gestirli calcolando quello che doveva fare un singolo atleta, in FIFA 18 il movimento sarà anche di squadra. In una situazione con due compagni nelle vicinanze, uno accorcerà per consentire una facile sponda, mentre l'altro attaccherà la profondità. Questo consentirà agli sviluppatori di dare maggiore personalità ai vari club, che potranno esibirsi in tattiche più avanzate come il tiki-taka o il catenaccio, ovvero strategie che non comportano solo un atteggiamento diverso in campo, ma un differente modo si muoversi per il campo da gioco.

Come da tradizione dopo l'E3 EA organizzerà un evento legato a Ultimate Team, l'amatissima modalità che mescola un gioco di carte collezionabili con un manageriale. Da questo punto di vista il produttore non si è sbottonato a riguardo. L'unica cosa che il team si è lasciato sfuggire è che le leggende non saranno più un'esclusiva di Xbox e dal prossimo anno approderanno anche su PS4. Gli interisti saranno felici di sapere che Ronaldo, il Fenomeno, debutterà nel gioco e sarà pronto a devastare con le sue falcate le difese avversarie. La conseguenza più tangibile del "cambio di casacca" è che da adesso in poi la comunicazione non sarà più incentrata sulle piattaforme di Microsoft, ma potrà avvenire anche su quelle di Sony.





Per esempio, abbiamo giocato alla versione PS4 Pro di FIFA 18. Pad alla mano il gioco si sente che è differente rispetto allo scorso anno. Certo, è difficile fermarsi e dire "ehi, guarda l'animazione calcolata dopo ogni frame", ma chi ha giocato tanto a FIFA 17 noterà movimenti differenti in campo, una maggiore reattività dei calciatori, nonostante la velocità del gioco sia stata ridotta. Inoltre, sarà possibile effettuare cambi al volo con la semplice pressione di R3, senza dover interrompere l'azione. Alcune delle novità, come i nuovi portieri, non erano del tutto inserite, con la conseguenza che alcuni fondamentali, come per esempio i tiri da fuori, erano ancora troppo efficaci.

Anche il tempo atmosferico non era attivabile e non abbiamo potuto vedere se variava durante il match o come influenzava la palla. Le impressioni generali sono comunque state buone. Si riconoscono le basi e l'impronta tipica di FIFA, ma si vedono anche delle novità, figlie principalmente della maggiore conoscenza che il team ha del Frostbite Engine. I passaggi sono più precisi, il ritmo è più ragionato, i controlli sono puntuali, così come sembra funzionare meglio la schermatura della palla con il fisico, soprattutto spalle ai difensori.

Il balzo principale, comunque, lo si ha sotto il profilo grafico, con texture ancora più dettagliate a coprire i volti e le braccia dei calciatori, nuovi effetti volumetrici in grado di dare ancora maggiore personalità agli stadi e un pubblico finalmente vivo, animato con cura e che partecipa attivamente al match. Su PS4 Pro, FIFA 18 era già notevole da guardare e piuttosto gustoso da giocare. Mancano comunque diversi appuntamenti (e mesi di sviluppo) prima dell'uscita del gioco, prevista per il 29 di settembre. Coloro che prenoteranno il gioco potranno metterci le mani tre giorni prima, il 26, mentre coloro in possesso dell'EA Access cominceranno a giocarci ancora prima, ovvero a partire dal 21. Tutto può dunque ancora cambiare. Rimanete con noi per tutti gli aggiornamenti sull'E3 2017 e FIFA 18.

[Edited by li4m 6/12/2017 5:41 PM]
Email User Profile
Post: 12,142
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/14/2017 5:10 PM
 
Quote


E3 2017: Video gameplay offscreen









[Edited by li4m 7/19/2017 6:12 PM]
Email User Profile
Post: 12,158
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/20/2017 2:11 PM
 
Quote


Gameplay offscreen E3 2017 versione Nintendo Switch



[Edited by li4m 7/19/2017 6:11 PM]
Email User Profile
Post: 12,159
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/20/2017 2:13 PM
 
Quote


Trailer modalità The Journey con sottotitoli in italiano






FIFA 18: The Journey potrà essere giocato in coop
fut.it

Il Creative Director della serie FIFA, Matthew Prior, durante l’intervista rilasciata a gameinformer ha divulgato interessanti novità riguardanti il secondo capitolo della modalità storia, The Journey – Hunter Returns, che ritroveremo in FIFA 18. Ecco quanto abbiamo evidenziato.

Il secondo capitolo di The Journey potrà essere giocato in coop con un amico. La storia sarà composta da sei capitoli, ognuno con i propri obiettivi, e vedrà Hunter viaggiare per il mondo, dal Brasile agli Stati Uniti.” Inoltre ha aggiunto che “Sarà possibile caricare i salvataggi di FIFA 17, per dare ulteriore continuità a questa bellissima storia che racconta la carriera di Alex Hunter.”


Email User Profile
Post: 12,193
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
6/26/2017 1:20 PM
 
Quote


FIFA 18 - piattaforme, edizioni Icon, Ronaldo, Standard e Legacy, offerte e bonus pre-order, prezzi e data di uscita
eurogamer

FIFA 18 - Differenze tra le edizioni Icon, Ronaldo, Standard e Legacy Edition. Cosa sono le Icone? E su quale piattaforma le trovo?




FIFA 18 quest'anno sarà disponibile in tante versioni, tutte nuove. Innanzitutto bisogna dire che EA ha cambiato un po' le carte in tavola. Le Leggende non sono più esclusive della versione Xbox One, ma saranno disponibili anche sulle altre piattaforme, e per rendere meno vistosa questa transizione, EA ha ben deciso di cambiare nome alle leggende, che ora si chiamano Icone, o Icons.

La prima di esse sarà Ronaldo, "Il Fenomeno", l'ex fuoriclasse di Inter, Real Madrid e del Milan, che sarà disponibile sin da subito (ma solo in prestito per 5 partite) con la Icon Edition (e non con la Ronaldo Edition, attenzione alla questione dell'omonomia!). Non è ancora noto se le Leggende di FIFA 17 saranno presenti anche in FIFA 18 come Icone.

Addio quindi alle Leggende, benvenute Icone: Le Leggende, i campioni del passato, finora sono stati esclusiva Xbox. Non sarà più così, essendo disponibili anche su PS4 e PC, e d'ora in poi si chiameranno Icone.

Le uniche quattro Icone svelate finora oltre a Ronaldo sono, Maradona, Thierry Henry, Lev Yashin, e Pelé.





FIFA 18 quindi si presenta in quattro grandi edizioni: Icon Edition, Ronaldo Edition e Standard Edition, e Legacy Edition disposte in ordine decrescente di contenuti, vantaggi e quindi prezzi. Icon e Ronaldo Edition prendono il posto rispettivamente delle Super Deluxe e Deluxe Edition dell'anno scorso, ed entrambe permettono l'accesso anticipato di 3 giorni rispetto all'uscita del 29 settembre.
Ma vediamo in dettaglio le varie edizioni, i loro contenuti e ed i bonus preordine:

 


FIFA 18 ICON EDITION: Disponibile SOLO IN DIGITALE per PS4, Xbox One e Origin - €99,99







  • Gioca con 3 giorni di anticipo, a partire dal 26 settembre
  • Fino a 40 pacchetti oro premium maxi di FIFA Ultimate Team: 2 a settimana per 20 settimane, per un valore massimo di 120 €
  • Giocatori Squadra della settimana FUT in prestito per 3 partite: 1 oggetto giocatore in prestito per 3 partite per 20 settimane
  • Un oggetto giocatore FUT Cristiano Ronaldo in prestito per 5 partite
  • Un oggetto giocatore FUT Ronaldo Nazário in prestito per 5 partite
  • Otto divise FUT in edizione speciale realizzate dagli artisti della colonna sonora di FIFA




FIFA 18 RONALDO EDITION: Disponibile per PS4, Xbox One e Origin - €89,99







  • Gioca con 3 giorni di anticipo, a partire dal 26 settembre
  • Fino a 20 pacchetti oro premium maxi di FIFA Ultimate Team: 1 a settimana per 20 settimane, per un valore massimo di 60 €
  • Un oggetto giocatore FUT Cristiano Ronaldo in prestito per 5 partite
  • Otto divise FUT in edizione speciale realizzate dagli artisti della colonna sonora di FIFA



FIFA 18 STANDARD EDITION: Disponibile solo per PS4, Xbox One e Origin - €69,99







  • Fino a 5 pacchetti oro premium maxi di FIFA Ultimate Team: 1 a settimana per 5 settimane, per un valore massimo di 15 €
  • Un oggetto giocatore FUT Cristiano Ronaldo in prestito per 5 partite
  • Otto divise FUT in edizione speciale realizzate dagli artisti della colonna sonora di FIFA



FIFA 18 LEGACY EDITION: Disponibile solo per PS3 e Xbox 360 - €69,99






Questa edizione, come dice la stessa parola, è basata sul motore della scorsa generazione, l'Ignite e non il Frostbite, ed è quindi esclusiva per le piattaforme PS3 e Xbox 360.


    • Fino a 5 pacchetti oro premium maxi di FIFA Ultimate Team: 1 a settimana per 5 settimane, per un valore massimo di 15 €




Per concludere e per vostra comodità, ecco un pratico specchietto di confronto tra le varie edizioni:





È interessante notare, e doveroso da sottolineare, che la versione per Nintendo Switch non è disponibile in alcuna di queste edizioni, ma in una singola versione esclusiva per Nintendo Switch, priva di qualsiasi add-on o bonus preordine.
 


FIFA 18 - Bonus preordine

Oltre ai bonus succitati come l'accesso anticipato, prenotando FIFA 18 prima dell'uscita si avrà diritto a dei bonus in-game nella forma di speciali divise FUT ispirate ai compositori della colonna sonora.

Tra i gruppi che hanno composto la colonna sonora, che come sempre è di primo livello nella serie FIFA, sono trapelate quattro maglie dedicati ai gruppi: Bloc Party, Glass Animals, ai gallesi di Catfish and the Bottleman, ed agli americani Capital Cities.





FIFA 18 - Differenze tra le versioni PC, PS4, Xbox One, Switch, Xbox 360 e PS3
Dobbiamo spendere anche delle doverose parole sulle differenze tra le versioni di FIFA 18 per le varie piattaforme, perché ce ne sono e sono piuttosto importanti.

Prima di tutto, l'esperienza completa di FIFA 18, con tutte le innovazioni di quest'anno è disponibile solamente su PS4, Xbox One e PC. Queste tre sono infatti le sole sviluppate con il Frostbite Engine e quindi le uniche a vantare la nuova grafica e le animazioni migliorate, con il refresh di un'animazione a ogni fotogramma.

Inoltre il gioco riceverà miglioramenti grafici su PS4 Pro e pensiamo soprattutto su Xbox One X, ma torneremo più avanti sull'argomento, magari con l'aiuto del Digital Foundry.

Per la stessa ragione (sono le uniche versioni programmate col Frostbite), la modalità avventura "Il Viaggio Seconda Stagione" sarà disponibile solo su queste piattaforme. Dopo il successo della prima edizione, Alex Hunter tornerà con tante novità, e la possibilità di affrontare Il Viaggio in Cooperativa a due giocatori.

Le versioni PS3 e Xbox 360 sono sviluppate con il precedente motore di gioco l'Ignite Engine di vecchia generazione, quindi continueranno a non offrire Il Viaggio, e oltre a questo non saranno disponibili nelle edizioni Icon, Ronaldo e Standard Edition, ma solo nella Legacy Edition.

FIFA 18 Nintendo Switch, invece, è sviluppato con un motore totalmente custom, come viene spiegato in dettaglio in questo articolo. Avrà la modalità Ultimate Team, ma mancheranno alcune sezioni chiave come la FUT Champions. In compenso vi troverete Draft, le Sfide Creazione Rosa, le Stagioni, i Tornei e le Sfide Team of the Week. Grande assente anche Il Viaggio : la versione Switch è più incentrata per il gioco in mobilità e per il multiplayer locale. Per un approfondimento sulla versione Switch di FIFA 18, leggete questo nostro approfondimento dalla prova fatta all'E3.




[Edited by li4m 6/26/2017 1:26 PM]
Email User Profile
Post: 12,312
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
7/19/2017 6:00 PM
 
Quote


Twitter: Gameplay offscreen






Email User Profile
Post: 12,314
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
7/19/2017 6:13 PM
 
Quote


E3 2017: Trailer Ufficiale FIFA 18 con sottotitoli in italiano





[Edited by li4m 7/19/2017 6:13 PM]
Email User Profile
Post: 12,315
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
7/19/2017 6:15 PM
 
Quote


FIFA 18: Ancora assente la Serie A?
fut.it

Alex Hunter da qualche mese ha cominciato ad aggiornare il proprio profilo twitter ufficiale. Dopo aver partecipato alla presentazione del nuovo kit 2017/2018 del Chelasea ha aggiornato la lista delle persone e dei campionati che ha deciso di seguire.

Dallo screen in calce alla notizia notiamo che Alex segue quattro dei cinque campionati maggiori europei ( Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue One ) grande assente la nostra Serie A.

Possiamo quindi dedurre che al momento, salvo trattative in atto da chiudere con la Lega, il massimo campionato italiano non avrà le licenze in FIFA 18.

Electronic Arts al momento non ha divulgato l’elenco ufficiale delle leghe e delle squadre che saranno inserite nel roster del nuovo simulatore calcistico, cosa che probabilmente farà alla Gamescom 2017 che si terrà dal 22 al 26 agosto prossimo.





Email User Profile
Post: 12,316
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
7/19/2017 6:15 PM
 
Quote


FIFA 18: la modalità "Il Viaggio" ci permetterà di giocare in sei campionati diversi?
eurogamer

La Premier League potrebbe essere solo una delle possibilità.

Una delle novità di FIFA 17, Il Viaggio, tornerà anche all'interno di FIFA 18 ma potrebbe, a quanto pare, rivelare delle novità da non sottovalutare dato che l'Inghilterra e la Premier League potrebbero essere solo una delle tappe dell'avventura di quest'anno.

Il gioco vedrà ancora una volta il ritorno di Alex Hunter e secondo un rumor nell'edizione di quest'anno potremmo avere la possibilità di giocare in Brasile, Inghilterra, USA, Germania, Francia e Spagna. Un utente di Reddit, Oskarek, ha pubblicato una foto che mostra proprio questo aspetto della modalità, un aspetto che è stato mostrato nel corso di un evento dedicato al titolo EA che si è tenuto in Brasile.

L'immagine riportata da GamesRadar+ è poi stata confermata anche da un altro utente, Rodhas.





"Ero all'evento oggi e hanno dichiarato esplicitamente che la parte brasiliana della modalità sarà legata esclusivamente alla pre-season. La presenza del campionato brasiliano non è confermata".

Il rumor assume credibilità se pensiamo che è stato confermato che la modalità sarà suddivisa in sei capitoli. Ogni capitolo corrisponderà a una nazione? Staremo a vedere.


Email User Profile
Post: 12,317
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
7/19/2017 6:20 PM
 
Quote


FIFA ottiene la Bundesliga per altri 5 anni con un accordo di esclusività
eurogamer

Il massimo campionato tedesco sarà nelle mani di FIFA.




Con un accordo di esclusività appena stilato, la serie calcistica di EA Sports ottene la Bundesliga per altri 5 anni, sottraendola a quello che è il più vicino rivale di FIFA: Pro Evolution Soccer.

La massima lega tedesca ha la più alta partecipazione agli stadi in tutto il mondo, racconta Segmentnext, e sarà solo una delle numerose leghe internazionali disponibili in FIFA 18.


Email User Profile
Post: 12,318
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
7/19/2017 6:24 PM
 
Quote


FIFA 18 - Intervista a Matthew Prior
gamereactor

Abbiamo intervistato il creative director Matt Prior a proposito di FIFA 18.








FIFA 18: Con il giusto tempismo e spazio farete wonder goal
gamereactor

Abbiamo incontrato Samuel Rivera, il quale ci ha parlato dei passi avanti compiuti da FIFA 18.

Prima dell'E3, abbiamo fatto visita a EA per dare un'occhiata a FIFA 18 (di cui potete leggere la nostra preview generale e la nostra occhiata a Il Viaggio: Il ritorno di Hunter per maggiori dettagli), e parlando con Samuel Rivera di EA Sports, abbiamo discusso dei cambiamenti che verranno introdotti dall'iterazione di quest'anno.

"I wonder goal sono molto importanti in FIFA 18", ci ha spiegato Rivera. "Ciò che stiamo facendo è che compiere il passo successivo per comprendere quei concetti dal calcio vero e proprio, che creano quei momenti [...] poi li si mette nel gioco, bilanciandoli affinché siano più realistici e offrano quei risultati".

"Quindi, come funziona? Dipende sostanzialmente dall'utente trovarsi nel momento giusto, nel giusto contesto, decidere di effettuare il tiro. Non metterò a segno il colpo perfetto se qualcuno mi spinge, se c'è un altro avversario e la palla si sposta da un lato, non funziona. Bisogna trovare il momento buono con lo spazio, ed è così che potrete mettere a segno un wonder goal".

Di seguito, potete guardare la nostra intervista completa con Rivera. FIFA 18 arriverà su PC, PS4 e Xbox One il 29 settembre. E' prevista anche una versione diverse per Switch, senza The Journey, e c'è anche una versione old-gen per coloro che non hanno ancora abbandonato PS3 o Xbox 360.





[Edited by li4m 7/19/2017 6:27 PM]
Email User Profile
Post: 12,345
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
7/23/2017 10:12 PM
 
Quote


Twitter: Nuovo sistema di cross e dribbling





Email User Profile
Post: 12,367
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
7/28/2017 5:06 PM
 
Quote


Twitter: Posizionamento e stili di gioco, dal catenaccio al contropiede



Email User Profile
Post: 12,370
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
7/28/2017 7:22 PM
 
Quote


Nuova feature gameplay: Sostituzioni veloci dinamiche



Email User Profile
Post: 12,506
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
8/24/2017 11:52 AM
 
Quote


Annunciamo la selezione di confezioni PlayStation 4 di FIFA 18, disponibili dal 29 settembre
playstation blog

Cominciate a giocare con 3 giorni di anticipo con la confezione PS4 Pro e FIFA 18 Ronaldo Edition, disponibile dal 26 settembre

Anche se mancano un paio di mesi all’uscita di FIFA 18, vogliamo iniziare subito il conto alla rovescia con l’annuncio della nostra formazione che vede schierata PlayStation 4 con FIFA 18 su Blu-ray disc.

Le confezioni PS4 di FIFA 18 includono anche in esclusiva un Pacchetto giocatori rari FIFA Ultimate Team* e 3 ICONE in prestito, per dare un ottimo calcio d’inizio alla vostra squadra FUT.





A guidare la formazione troviamo la confezione PS4 Pro e FIFA 18 Ronaldo Edition. PS4 Pro vi permette di scoprire FIFA 18 con una stupenda resa grafica grazie alla risoluzione a 4K dinamici e al supporto HDR**. La Ronaldo Edition di FIFA 18 inclusa nella confezione contiene FIFA 18 su Blu-ray disc e vari oggetti FIFA Ultimate Team come Cristiano Ronaldo in prestito per cinque partite, 20 pacchetti oro premium maxi (1 a settimana per 20 settimane) e divise FUT aggiuntive.

Le confezioni PS4 Pro e FIFA 18 Ronaldo Edition e PS4 1 TB + FIFA 18 Ronaldo Edition saranno disponibili dal 26 settembre, garantendovi tre giorni di accesso anticipato a FIFA 18.

Siamo anche felici di annunciare una vasta scelta di opzioni che includono sia PS4, sia PS4 Pro, disponibili dal 29 settembre:

- PS4 500GB + FIFA 18
- PS4 500GB + FIFA 18 + secondo controller DUALSHOCK 4
- PS4 1TB + FIFA 18
- PS4 1TB + FIFA 18 + secondo controller DUALSHOCK 4
- PS4 Pro + FIFA 18


Verificate la disponibilità delle diverse edizioni presso i vostri rivenditori di fiducia.

Ci vediamo sul campo!

*Include 1 Pacchetto giocatori rari FIFA Ultimate Team e 3 ICONE in prestito (prestito per 5 partite; i giocatori sono casuali).

**4K e HDR sono disponibili sulle TV compatibili. Puoi godere della funzione HDR anche su TV compatibili su PS4.


Email User Profile
Post: 12,507
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
8/24/2017 11:53 AM
 
Quote


I giocatori del Real Madrid giocano FIFA 18



Email User Profile
Post: 12,508
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
8/24/2017 11:54 AM
 
Quote


Più modi di giocare l'Ultimate Team
ea sports

È la più grande stagione di sempre per la modalità più giocata di FIFA. Scopri tutti i modi in cui puoi giocare e ottenere premi per creare la squadra dei tuoi sogni in FIFA 18 Ultimate Team™.

Obiettivi

Completa gli obiettivi dinamici giornalieri e settimanali all’interno del gioco o nella nuova Companion App per ricevere fantastici premi in FUT 18. Che si tratti di obiettivi legati alla gestione della rosa piuttosto che di sfide dinamiche durante la partita, più difficile è il compito che ti verrà assegnato e migliore sarà il premio che potresti ricevere.





Sfide Creazione rosa

Crea rose con i giocatori del tuo club per completare le sfide e ottenere premi all’interno del gioco. Nuove funzioni, come i requisiti giocatore combinati e gli slot bloccati, contribuiscono ad aggiungere profondità alle SCR in FUT 18.





SCR GIOCATORE

Sfide uniche che assegnano un giocatore specifico come premio.

SCR CAMPIONATO

Metti alla prova la tua conoscenza dei principali campionati del mondo con queste SCR sempre attive che assegnano giocatori unici come premi.

SCR SPECIALI

Tieni gli occhi aperti per le SCR speciali disponibili durante l’anno, incluse le SCR Flash a tempo, le SCR FUT Champions, e molte altre.

Champions Channel

Rivedi le partite dei migliori giocatori al mondo impegnati nella Weekend League. Controlla la velocità di riproduzione e la telecamera durante le partite dei tuoi professionisti preferiti per imparare i loro segreti e migliorare il livello del tuo gioco!

Gioca a FUT ovunque

La nuova Web App, disponibile al lancio di FIFA 18, ora offre tutte le stesse funzioni della Companion App, inclusi gli Obiettivi e le Sfide Creazione Rosa. Scambia giocatori e gestisci la tua rosa attraverso la Web e la Companion App completamente ridisegnate su iOS e Android.






SQUAD BATTLES

Competi per ottenere premi nella nuova modalità per giocatore singolo Squad Battles. Affronta le altre rose della community di FUT per ottenere premi e scalare posizioni in classifica. Nella Squad Battles speciale potrai inoltre sfidare le rose di veri calciatori, di giocatori professionisti di FIFA e di celebrità per mettere alla prova le tue capacità a costruire la tua squadra.





Apertura pacchetti, ora realizzata con il motore Frostbite™










FIFA 18, svelate le Storie delle Icone FUT
eurogamer

I fan di Ultimate Team potranno giocare con tre versioni uniche dei migliori giocatori della storia del calcio.

Durante il FIFA Ultimate Team (FUT) LIVE, EA Sports ha rivelato le Storie delle ICONE FUT in FIFA 18. Le Storie espandono l'esperienza delle ICONE, offrendo ai fan la possibilità di trovare fino a tre versioni uniche di alcuni dei più grandi giocatori di tutti i tempi da inserire nelle loro squadre FUT.

EA Sports ha anche annunciato che il leggendario Ronaldinho entrerà fra le fila delle ICONE, unendosi ad atleti già svelati come Pelé, Ronaldo Nazário, Thierry Henry, Lev Yashin e Diego Maradona e ad altre stelle del calibro di Rui Costa, Patrick Vieira e molti altri presentati oggi.Le Storie delle ICONE di Ronaldinho rievocheranno tre momenti distinti della sua carriera; Ronaldinho nel 2002, giocatore del Paris St. Germain e in procinto di vincere con il Brasile la 2002 FIFA World Cup Korea/Japan; Ronaldinho nel 2010, tassello fondamentale per vincere il titolo nazionale con il Milan nella sua ultima stagione con il club; e lo straordinario Ronaldinho del 2004, quando dominò La Liga e si aggiudico il FIFA World Player of the Year.





Ogni Storia delle ICONE sarà caratterizzata da valutazioni uniche, così i fan potranno scoprire le differenze di ogni leggendario giocatore e avere una chance di costruire la squadra dei loro sogni. Con molteplici Storie delle ICONE in varie posizioni del campo, i fan potranno creare squadre davvero storiche con alcuni dei più grandi giocatori di tutti i tempi.

Lo streaming FUT LIVE ha anche svelato alcune delle nuove funzionalità di Ultimate Team - Squad Battles, Champions Channel e Objectives. Lo show ha inoltre mostrato pubblicamente per la prima volta il gameplay di FIFA 18 su PlayStation 4 e Nintendo Switch. I giocatori del Real Madrid C.F. Isco, Marco Asensio, Theo Hernandez e molti altri si sono affrontati su PS4.

Coloro che preordineranno la Ronaldo Edition di FIFA 18 su PlayStation 4, Xbox One o PC riceveranno l'accesso anticipato di tre giorni e contenuti aggiuntivi FUT, inclusi 20 pacchetti Oro Premium Maxi per FUT (uno a settimana per 20 settimane consecutive), otto kit edizione speciale FIFA Ultimate Team, creati da artisti presenti nella colonna sonora di FIFA 18, e l'oggetto giocatore Cristiano Ronaldo in prestito per 5 partite di FUT.

I fan di FIFA 18 che vogliono mettere le mani sul gioco completo prima della data di lancio, con la Ronaldo Edition e la ICON Edition potranno farlo grazie a tre giorni di accesso anticipato, iniziando a giocare a partire da martedì 26 settembre, mentre i membri EA Access e Origin Access potranno giocare per 10 ore a partire da giovedì 21 settembre grazie alla Versione di prova Gioca per Primo inclusa in EA Access e Origin Access.








FIFA FUT 18: svelati i valori di Maradona, Pelè, Ronaldinho, Yashin e Henry
everyeye

Dopo aver annunciato l'arrivo delle Storie delle Icone, EA Sports ha svelato i valori delle carte FIFA Ultimate Team 18 di Maradona, Pelè, Ronaldinho, Lev Yashin e Thierry Henry, prime carte di FUT 18 ufficialmente annunciate insieme a quella di Ronaldo.

Una delle novità di FUT 18 sarà la presenza di carte disponibili in tre diverse versioni, alcuni atleti inseriti tra le Icone (tra cui Ronaldinho) saranno infatti rappresentati in tre diversi momenti della propria carriera. Annunciata inoltre la modalità Champions Channel, la quale permetterà di assistere alle trasmissioni delle partite di FIFA Ultimate Team Champions, con match giocatori dai migliori giocatori del mondo.













Email User Profile
Post: 12,509
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
8/24/2017 11:54 AM
 
Quote


Twitter: Atmosfere immersive | pubblico e elementi a bordo campo


[Edited by li4m 8/24/2017 11:55 AM]
Email User Profile
Post: 12,510
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
8/24/2017 11:56 AM
 
Quote


FIFA 18 Beta: immagini

SCREENSHOTS | Clicca per visualizzare



FIFA 18 Beta: video gameplay




Email User Profile
Post: 12,511
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
8/24/2017 11:58 AM
 
Quote


FIFA 18 Beta: Immagini

SCREENSHOTS | Clicca per visualizzare



FIFA 18 Beta: Twitter








Email User Profile
Post: 12,512
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
8/24/2017 11:59 AM
 
Quote


Fifa 18 Carriera allenatore: scopri tutte le novità!
imiglioridififa


Con l’arrivo della beta chiusa di Fifa 18 purtroppo riservata ad un numero ristretto di utenti negli Stati Uniti ed in Inghilttera, nonostante il “divieto” da parte di EA Sports, sono comunque iniziate a circolare informazioni ed immagini sulla nuova versione del videogame calcistico più venduto al mondo.

Oltre alla modalità Ultimate Team, senza dubbio l’altra più giocata in Fifa è la carriera allenatore che quest’anno godrà di tanti miglioramenti, in particolar modo per ciò che concerne l’aspetto grafico. Vediamo insieme di fare un riepilogo delle informazioni al momento pervenute su tale modalità.

Carriera Allenatore: trattative interattive in tempo reale!

Grazie al motore grafico Frostbite da quest’anno nella carriera allenatore di Fifa 18 sarà possibile gestire le trattative di calciomercato, sia per gli acquisti che per i rinnovi di contratto, in una modalità interattiva con animazioni e dialoghi sullo stile di quelli che abbiamo visto già lo scorso anno nella modalità “Il Viaggio”.



Naturalmente sarà disponibile, per coloro che preferiscono la “tradizione”, utilizzare il classico hub dei trasferimenti, con i menù a cui siamo abituati ormai da qualche edizione.

Clausola rescissoria

In fase di negoziazione del contratto con il giocatore ed il suo agente sarà possibile fissare anche una eventuale clausola rescissoria!



Percentuale sulle future vendite

Altra novità è costituita dalla “sell-on clause”, ossia sulla percentuale sulle future vendite: nelle trattative per la cessione (o l’acquisto) di un giocatore sarà possibile inserire anche questa opzione! (vedi screenshot in basso a destra)



Altre novità

Anche gli annunci degli acquisti dei giocatori nel menù della carriera allenatore, non saranno più semplici foto ma animazioni realizzate anch’esse con il motore grafico Frostbite!



Naturalmente questa è solo la parte al momento conosciuta delle novità introdotte nella carriera allenatore. Probabilmente ulteriori dettagli verranno svelati nelle prossime settimane, in particolare durante la conferenza al Gamescom di Colonia

Nessuna novità sulle console old-gen nella Legacy Edition

Come molti di voi sapranno la Legacy Edition di Fifa 18, ossia la versione disponibile per PS3 ed Xbox 360, sarà solo un aggiornamento delle rose e delle divise rispetto a Fifa 17 e pertanto non conterrà alcuna delle novità della carriera allenatore elencate in questo articolo.

Discorso simile dovrebbe valere per Fifa 18 su Nintendo Switch visto che anche tale versione non è basata sul motore grafico Frostbite.


Email User Profile
Post: 12,513
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
8/24/2017 12:00 PM
 
Quote


FIFA 18 Beta: Esultanze




FIFA 18 Beta: Immagini

SCREENSHOTS | Clicca per visualizzare



FIFA 18 Beta: Edit modalità Pro Clubs


Email User Profile
Post: 12,514
Registered in: 7/19/2003
Location: ROMA
Age: 39



OFFLINE
8/24/2017 12:02 PM
 
Quote


FIFA 18 Beta: Video Gameplay













[Edited by li4m 8/24/2017 12:03 PM]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:20 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com