News Forum
printprintFacebook
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Facebook  

E-commerce, cinque consigli per gli acquisti online

Last Update: 3/25/2020 8:33 PM
Author
Vote | Print | Email Notification    
ONLINE
Email User Profile
Post: 13,182
Post: 2,705
Registered in: 6/26/2003
Registered in: 10/23/2011
Gender: Male
3/8/2017 8:01 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Prezzi più alti nei Week end
E-commerce, prezzi più alti nel week-end. Come difendersi
di Francesca Milano

Dimmi che giorno è, ti dirò quanto costa quel prodotto che ti piace. Sul web i prezzi non sono statici ma dinamici: si alzano e si abbassano costantemente in base a complessi algoritmi che calcolano le abitudini degli utenti internet, le “tracce” lasciate sui social network, la concorrenza e il rapporto tra domanda e offerta. Secondo un’indagine realizzata dal portale di confronto prezzi Idealo i prezzi oscillano fino al 18%. Qual è, dunque, il giorno giusto per fare acquisti online? Non esiste una risposta definitiva, visto che il dynamic pricing è uno strumento ancora in evoluzione e visto - soprattutto - che le dinamiche dei prezzi variano anche in base alle tipologie di prodotti.

Le spese pazze del weekend
Il maggior tempo libero delle persone nel fine settimana le spinge a utilizzare più volte la carta di credito. Avendo assimilato questo dato gli algoritmi che regolano i prezzi online fanno lievitare fino al 18% in più il costo dei prodotti nel fine settimana. L’indagine di Idealo include dodici categorie tra cui videogame e console di gioco, valigie e borse, sediolini per auto e tende da campeggio, occhiali da sole e fitness tracker, tosaerba e barbecue. In undici casi su dodici i prodotti risultano più economici il lunedì rispetto alla domenica.

Il ruolo dei cookies

I prezzi gonfiati del fine settimana sono frutto anche del comportamento del consumatore digitale: le ricerche sullo shopping online dimostrano infatti che in genere gli utenti cercano prodotti online durante la settimana, ma poi finalizzano l’acquisto nel weekend. Questo comportamento rende tracciabili i desideri delle persone: attraverso i cookies i portali possono quindi monitorare i prodotti più cercati e quelli cercati con maggiore frequenza, e alzarne i prezzi di conseguenza.

Il confronto Italia-Regno Unito
L’indagine mostra differenze sostanziali tra il mercato italiano e quello inglese: le oscillazioni maggiori si registrano sui siti inglesi, mentre in Italia la fluttuazione raggiunge il picco del +2% solo il giovedì e il sabato. L’assenza di una peculiare volatilità dei prezzi tipica dei mercati digitali più sviluppati come quello britannico o tedesco indica un ritardo nell’adozione di una tecnica diffusa tra i siti e-commerce dei Paesi europei. L’Italia, quindi, è in ritardo sul dynamic pricing. «Quando questi algoritmi approderanno anche sul mercato nostrano - spiega Paolo Primi, web marketing manager di Idealo - , anche le informazioni rilasciate dagli utenti sui canali social e la conseguente profilazione dei loro comportamenti tramite cookies e tecnologie di web analytics contribuiranno a far alzare o abbassare i prezzi, come accade negli altri mercati europei. Nel resto d’Europa, infatti, ritoccare i propri listini è consuetudine, basti pensare che Amazon in Germania apporta oltre 3,4 milioni di modifiche e aggiustamenti di prezzo ai suoi prodotti in un solo mese».

Gli altri fattori
Il costo dei prodotti online varia anche nel corso di una singola giornata: di parte da prezzi più bassi al mattino e si arriva a prezzi più elevati alla sera. L’orario e il giorno della settimana non sono gli unici fattori determinante quando si tratta dei prezzi online: anche le previsioni meteo influiscono in maniera significativa sulle dinamiche della domanda e dell’offerta. Anche i prezzi praticati dalla concorrenza e la stagionalità sono parametri che vengono considerati dall’algoritmo.

Come difendersi dal dynamic pricing
In un mercato che sale e scende come si fa a cogliere il momento giusto per cliccare sul tasto “acquista”? Da Idealo consigliano di cancellare la cronologia di navigazione del browser, non fornire il proprio consenso all’utilizzo di cookies e utilizzare software per la navigazione anonima per evitare che i propri desideri vengano registrati e utilizzati per far aumentare il prezzo. Ma oltre alla profilazione degli utenti in base alla navigazione esistono anche tecniche “sleali” in grado di discriminare gli utenti in base a coordinate geografiche, demografiche o semplicemente ai terminali utilizzati per collegarsi al sito. Da questi fattori, ad esempio, gli operatori e-commerce che adottano questo approccio sono in grado di trarre informazioni sul potere d’acquisto dei diversi utenti. «Chi usa un dispositivo Apple, ad esempio, - spiegano da Idealo - rientra in una fascia di utenti con alto potere d’acquisto e quindi tendenzialmente disponibile a pagare di più».

13 OTTOBRE 2016


mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/tecnologie/2016-10-13/ecommerce-prezzi-piu-alti-weekend-come-difendersi-164304.shtml?uuid=...
[IMG][/IMG]
ONLINE
Email User Profile
Post: 13,182
Post: 2,705
Registered in: 6/26/2003
Registered in: 10/23/2011
Gender: Male
3/25/2020 8:33 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Pazientare, confrontare, comprare fuori stagione: cinque consigli per gli acquisti online ai tempi del coronavirus
La quarantena forzata spinge l'e-commerce: il traffico passato per i siti di Idealo, il portale tedesco leader dei comparatori in Europa, è in aumento di circa un quinto

di ANDREA GRECO
Invia per email
Stampa
25 Marzo 2020
Pazientare, confrontare, comprare fuori stagione: cinque consigli per gli acquisti online ai tempi del coronavirus
MILANO - La quarantena collettiva, mentre l'economia del Paese è pressoché ferma sine die, è un momento propizio per utilizzare il commercio digitale, tra i pochi praticabili da casa e che consegna a domicilio. I primi dati confermano: il traffico passato per i siti di Idealo, il portale tedesco leader dei comparatori in Europa, è in aumento di circa un quinto. Dal 24 febbraio al 12 marzo 2020, in confronto con l'analogo periodo precedente del 6-23 febbraio, le ricerche online sono cresciute per tutte le fasce di età: dai 18 ai 24 anni + 17%, dai 35 ai 44 anni +21,9%, dai 45 ai 54 +20%, dai 25 ai 34 +19,4%, dai 55 ai 64 +18,2%, e addirittura di un 23,7% dagli ultra 65enni.

Ma non tutto l'oro luccica: tra ritardi, rincari speculativi, siti impallati, offerte ingannevoli, bisogna navigare con attenzione e destrezza: a partire dalla comparazione dei prezzi, uno dei capisaldi di questa disciplina domestica che in tempo del Covid-19 entra sempre più velocemente nelle vite degli italiani. Per questo Idealo ha messo a punto cinque consigli per i consumatori digitali.

Coronavirus, la nuova spesa degli italiani. Farina e burro, vola il "comfort food". Ma gli esperti: attenti agli eccessi da noia
DI LUCA IACCARINO

1 Approfittare del tempo libero per impratichirsi online
Si può approfittare delle lunghe giornate a casa per impratichirsi sul fronte informatico: specie per chi ha più di 65 anni ed è meno affine al commercio online. "Perché non approfittare di questo momento per avvicinarsi a questa pratica, magari con l'aiuto a distanza (telefonico o in videochiamata) di figli o nipoti?", dice Fabio Plebani, responsabile di Idealo per l'Italia. I dati citati sopra sembrano confermare che ciò stia davvero accadendo.

PUBBLICITÀ

Ads by Teads


2 Imparare a comparare i prezzi online
Comparare i prezzi in questa fase è una pratica in notevole sviluppo in Italia: da metà febbraio a metà marzo 2020 le intenzioni di acquisto sono cresciute del +21,4% rispetto a un anno prima, con un +16,4% degli utenti online sul sito italiano di Idealo. "Molti italiani però non sanno ancora quali vantaggi può portare comparare i prezzi prima dell'acquisto", spiega Plebani. Spesso sono i prodotti più costosi quelli su cui si può risparmiare di più: i grandi elettrodomestici su cui secondo i dati Idealo la differenza è fino al 22,5%, in media circa 145 euro per ogni categoria delle 15 categorie principali, con punte per le cappe aspiranti (-59,8%), i frigoriferi professionali (-57,3%), le cantine frigo (-26,5%). Chi dovesse arredare da zero una casa spenderebbe fino a 2.150 euro in meno per tutti gli elettrodomestici.

3 Non avere fretta di comprare
I prezzi cambiano giorno per giorno, bisogna aver pazienza e prendersi tempo per osservare il mercato prima di agire. Nell'e-commerce, infatti, i prezzi non sono fissi come nei negozi, ma variano a seconda di determinati parametri tra cui la domanda, l'ora o il giorno della settimana, le offerte rivali, la tipologia di cliente. Attualmente articoli come le mascherine respiratorie o i prodotti disinfettanti hanno subito pesanti rincari, anche nella stessa giornata, e anche con fini speculativi. Motivo in più per controllare l'andamento dei prezzi in tempo reale. Secondo Idealo il lunedì sono più convenienti televisori, profumi da donna, fotocamere compatte e obiettivi fotografici; il mercoledì conviene acquistare caschi moto, console di gioco e altoparlanti; il giovedì convengono frigoriferi e aspirapolveri mentre il venerdì scarpe sportive, cuffie, notebook e scarpe da tempo libero. Il sabato tra i prodotti più convenienti ci sono smartphone, scarpe da corsa, scarpe per bambini, pneumatici estivi mentre la domenica smartwatch, videogiochi e macchine reflex. Anche le fasce orarie cambiano i prezzi: "meglio evitare i momenti in cui ci sono grandi picchi di interesse online, ossia durante la settimana tra le 21 e le 23 e nei weekend nelle fasce serali 18-19 e 21-23".

4 Acquistare più prodotti insieme
Spesso le spese di spedizione incidono sul costo finale, specie su acquisti di piccolo taglio. Per questo accorpare più merci conviene, oltre che essere "strategico" in un momento in cui è meglio non uscire. C'è anche l'aspetto ecologico: la riduzione delle consegne ha un minore impatto climatico complessivo. Senza eccedere, quindi, ma è meglio fare qualche scorta di prodotti che si useranno in futuro, come quelli per pulire casa, per la cura della persona, per giardini o terrazzi, gli utensili per i lavoretti, i pannolini e altri prodotti igienici.

5 Fare acquisti fuori stagione
Ci sono infine prodotti stagionali, ad esempio gli pneumatici estivi o invernali, le stufe, l'abbigliamento da sci. Quando possibile, meglio acquistarli a stagione finita, o all'inizio della successiva, quando i magazzini hanno necessità di svuotarsi per far posto alle nuove merci. Se acquistati nel mese giusto, questi articoli garantiscono un risparmio massimo medio elevato rispetto al mese più caro: stufe elettriche -74,7%, casse altoparlanti -49,2%, piscine -46,0%, mobiletti bagno -37,4%, cerchi auto -36,1%, tosaerba -35,2%, termosifoni -31,3%, Lego -30,7%, costumi e maschere per bambini -30,7%, zaini -29,8%.


www.repubblica.it/economia/2020/03/25/news/e-commerce_coronavirus_acquisti-25...
[IMG][/IMG]
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:17 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com