printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Confutazione trasmissione radiomaria del gris di marzo 2017...

Last Update: 3/13/2017 9:38 PM
Author
Print | Email Notification    
3/12/2017 6:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE


....ancora....



viceadmintdg1, 06/03/2017 10.42:




Anche il 1975 mancò all'appuntamento

Ma cosa risposero quando dovettero constatare che la fine non venne neppure nel 1975? In un articolo del 1976 leggiamo che bisognava partire non dalla creazione di Adamo, ma da quella di Eva: il tempo intercorso dev'essere stato considerevole, avendo Adamo esplorato l'Eden (dove è scritto?) e studiato gli animali per dar loro un nome:

─ «Ebbene, il racconto biblico mostra che le creazioni di Dio nel "giorno" immediatamente precedente il "giorno di riposo" di 7000 anni non terminarono con la creazione di Adamo e quella di sua moglie Eva. In quel tempo Dio fece dare da Adamo un nome agli animali. Se si trattasse di un periodo di settimane o mesi o anni, non sappiamo» (La Torre di Guardia,15.3.76, p. 163).

─ «Non sappiamo se fu un tempo breve, come un mese, o alcuni mesi, o un anno, o anche più» (La Torre di Guardia,1.1.77, p. 21).

Ma nel 1969 avevano scritto che ciò «può comportare solo una differenza di settimane o mesi, non anni» .In seguito riconobbero:

«...Furono pubblicate altre dichiarazioni sull'argomento, e alcune probabilmente più specifiche di quanto fosse consigliabile. La Torre di Guardia del 1° settembre 1980, p. 17 lo riconobbe» (I tdG proclamatori, 104.).






Lo sa come si chiama?
Si chiama umiltà....
Il riconoscere i propri errori.

Il contrario della superbia, che contraddistingue certe chiese della cristianità che pretendono di avere, nel loro seno, papi infallibili (ex cathedra, naturalmente…).

E la Congregazione Cristiana li riconobbe ampiamente.

Alcuni esempi (uno dei quali da lei citati, ma visti nel loro contesto):

*** jv cap. 8 p. 104 Annunciata senza posa la buona notizia (1942-1975) ***
Dopo il 1966 molti testimoni di Geova agirono in armonia con lo spirito di questo consiglio. Tuttavia vennero pubblicate altre dichiarazioni sull’argomento, e alcune probabilmente più specifiche di quanto fosse consigliabile. La Torre di Guardia del 1° settembre 1980, p. 17 lo riconobbe. Ma i testimoni di Geova furono pure esortati a concentrarsi principalmente nel fare la volontà di Geova e a non lasciarsi condizionare da date e prospettive di una prossima salvezza(*)

(*) Per esempio nella Torre di Guardia furono pubblicati i seguenti articoli: “Facciamo saggio uso del tempo che rimane” (15 settembre 1968); “Servite in vista dell’eternità” (1° dicembre 1974); “Perché non ci sono stati detti ‘quel giorno e quell’ora’” e “Che effetto ha su di voi il fatto che non conoscete ‘il giorno e l’ora’?” (1° ottobre 1975) In precedenza, nel 1963, il libro “Tutta la Scrittura è ispirata da Dio e utile” aveva detto: “Non è di nessuna utilità usare la cronologia biblica per speculare su date che sono ancora future nel corso del tempo. — Matt. 24:36”.


*** w80 1/9 p. 17 parr. 5-6 Scegliamo il miglior modo di vivere ***
In tempi moderni tale premura, lodevole in se stessa, ha provocato tentativi di stabilire date per l’auspicata liberazione dalle sofferenze e difficoltà che colpiscono tutti sulla terra. Con la pubblicazione del libro Vita eterna, nella libertà dei figli di Dio, e l’osservazione che sarebbe stato appropriato che il regno millenario di Cristo scorresse parallelo al settimo millennio d’esistenza umana, venne suscitata considerevole aspettativa per il 1975. Allora e in seguito si disse che questa era solo una possibilità. Purtroppo però, insieme a tali informazioni cautelative, furono pubblicate altre dichiarazioni che lasciavano intendere che tale realizzazione delle speranze in quell’anno era più una probabilità che una semplice possibilità. Dispiace che queste ultime dichiarazioni abbiano evidentemente adombrato quelle che invitavano alla cautela e abbiano contribuito ad accrescere l’aspettativa che c’era già.
6 La Torre di Guardia del 1° gennaio 1977, parlando dell’inopportunità di tenere lo sguardo fisso su una certa data, diceva: “Se qualcuno è rimasto deluso non avendo seguito questo ragionamento, ora deve fare di tutto per modificare la sua mentalità, comprendendo che non è stata la Parola di Dio a venire meno o a ingannarlo e a deluderlo, ma che il suo intendimento si basava su premesse errate”. Dicendo “qualcuno”, La Torre di Guardia includeva tutti i testimoni di Geova delusi, compresi dunque i responsabili della pubblicazione delle informazioni che contribuirono ad accrescere le speranze accentrate su quella data
.


*** w77 1/1 p. 25 parr. 15-17 Valide ragioni per nutrire fiducia ***
Ma non è consigliabile tenere lo sguardo fisso su una certa data, trascurando le cose quotidiane di cui noi cristiani ci occuperemmo normalmente, cose di cui noi e la nostra famiglia abbiamo veramente bisogno. Forse dimentichiamo che, quando verrà il “giorno”, non cambierà il principio che i cristiani devono sempre adempiere tutte le loro responsabilità. Se qualcuno è rimasto deluso non avendo seguìto questo ragionamento, ora deve fare di tutto per modificare la sua mentalità, comprendendo che non è stata la parola di Dio a venire meno o a ingannarlo e a deluderlo, ma che il suo intendimento si basava su premesse errate.
16 Ma supponiamo che voi abbiate fatto forte assegnamento su una data e che, lodevolmente, abbiate prestato maggiore attenzione all’urgenza dei tempi e alla necessità di far udire il messaggio. E supponiamo che ora, temporaneamente, vi sentiate alquanto delusi; avete realmente perso qualcosa? Avete subìto un danno? Crediamo possiate dire che vi è stato utile e profittevole seguire questa condotta. Inoltre, avete avuto la possibilità di farvi una veduta realmente matura e più ragionevole. — Efes. 5:1-17.
17 Le Scritture ci dicono ripetutamente che la fine prenderà il mondo completamente di sorpresa. L’apostolo ne parlò, dicendo: “Voi stessi sapete benissimo che il giorno [del giudizio] di Geova viene esattamente come un ladro di notte”. (1 Tess. 5:2) Affinché i veri cristiani non fossero colti di sorpresa come dei ladri, Gesù disse anche ai discepoli del suo tempo e a noi d’oggi: “Siate vigilanti, dunque, perché non sapete in quale giorno verrà il vostro Signore”. Dopo di che disse: “Siate pronti, perché in un’ora che non pensate, viene il Figlio dell’uomo”. (Matt. 24:42, 44) Queste esplicite dichiarazioni di Gesù indicano che ai servitori di Dio non sarà mai comunicata la data della ‘venuta’ di Cristo per il giudizio finché non abbia effettivamente luogo. Anzi, avrà luogo in un tempo che sembrerà loro ‘improbabile’. — Luca 12:39, 40




Decisamente meglio, cari amici di Radio Maria, l' umiltà della superbia di persone che, seppur ex cathedra, si ritengono dogmaticamente "infallibili"...






(segue, a presto.....)

[Edited by Aquila-58 3/12/2017 6:45 PM]
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:35 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com