printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Confutazione trasmissione radiomaria del gris di marzo 2017...

Last Update: 3/13/2017 9:38 PM
Author
Print | Email Notification    
3/3/2017 4:05 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,893
ViceAdmin
fine del mondo prevista nel 1975?
Confutazione trasmissione radio Maria del GRIS di settembre 2019...confutazione radio maria9/22/2019 7:31 PM by Aquila-58
Confutazione trasmissione radio Maria del GRIS di ottobre 2019...confutazione radio maria10/15/2019 1:07 PM by (SimonLeBon)
È vero che i Testimoni di Geova sono il gruppo meno istruito? 20 pt.10/18/2019 1:38 AM by Anthony.Sidra
3/3/2017 4:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,893
ViceAdmin
Dopo il preambolo di don Franco Fiorino, il conduttore, prendono la parola Orlando Birolini prima e Rocco Politi successivamente.

Circa l'attendilita' delle critiche dei fuoriusciti rimandiamo, come di consueto, al seguente articolo del nostro sito TdGOnline:

I FUORIUSCITI DEI TESTIMONI DI GEOVA: TRA FENOMENOLOGIA E STATISTICA – Cosa dicono gli esperti?
3/6/2017 10:42 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 9,893
ViceAdmin
IL successivo e ultimo intervento è a cura di don Battista Cadei che affronta il tema: Anche la fine del mondo, pronosticata per il 1975, mancò all'appuntamento dicendo:


─ «C'è la ferma convinzione dei Testimoni che la fine della storia umana è imminente. Essi se l'aspettano in qualsiasi ora, e quasi certamente entro i prossimi 10 anni» (La Torre di Guardia,15.1.69, p. 50).
Ma le date precedenti erano state smentite dai fatti.

All'obiezione che le date precedentemente annunciate erano risultate false, La Torre di Guardia rispondeva:

«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica...Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia. Perché? Che cosa mancava? Mancavano a tali persone la verità di Dio e l'evidenza che egli le guidava e le impiegava. Ma che dire di oggi? Oggi abbiamo l'evidenza richiesta, tutta. Ed è schiacciante! Tutte le numerose parti del grande segno degli "ultimi tempi" sono presenti insieme alla conferma della cronologia biblica» (La Torre di Guardia,15.1.69, p. 23).

Con l'avvicinarsi del 1975, si raccomanda di non perdere tempo... Tra le raccomandazioni c'è quella di non mettere al mondo figli, e altro:

─ «Se voi foste vissuti prima di quella distruzione e ne aveste conosciuto l'appressarsi, avreste considerato che quello era un tempo per aver figli entro la provincia della Giudea?

Oggi c'è una grande folla di persone che confidano che ora è imminente una distruzione di proporzioni ancora più grandi. Le evidenze indicano che fra breve la profezia di Gesù avrà un adempimento maggiore, su questo intero sistema di cose. Questo è stato uno dei maggiori fattori che ha indotto molte coppie a decidere di non aver figli in questo tempo».(Svegliatevi!, 8.4.75, p. 11.).

─ Si odono notizie di fratelli che vendono la casa e i beni e dispongono di trascorrere il resto dei loro giorni in questo vecchio sistema facendo il servizio di pioniere. Questo è senz'altro un modo eccellente d'impiegare il breve tempo che rimane prima della fine del mondo malvagio. (Ministero del Regno, giugno 1974, p. 2).

Anche il 1975 mancò all'appuntamento

Ma cosa risposero quando dovettero constatare che la fine non venne neppure nel 1975? In un articolo del 1976 leggiamo che bisognava partire non dalla creazione di Adamo, ma da quella di Eva: il tempo intercorso dev'essere stato considerevole, avendo Adamo esplorato l'Eden (dove è scritto?) e studiato gli animali per dar loro un nome:

─ «Ebbene, il racconto biblico mostra che le creazioni di Dio nel "giorno" immediatamente precedente il "giorno di riposo" di 7000 anni non terminarono con la creazione di Adamo e quella di sua moglie Eva. In quel tempo Dio fece dare da Adamo un nome agli animali. Se si trattasse di un periodo di settimane o mesi o anni, non sappiamo» (La Torre di Guardia,15.3.76, p. 163).

─ «Non sappiamo se fu un tempo breve, come un mese, o alcuni mesi, o un anno, o anche più» (La Torre di Guardia,1.1.77, p. 21).

Ma nel 1969 avevano scritto che ciò «può comportare solo una differenza di settimane o mesi, non anni» .In seguito riconobbero:

«...Furono pubblicate altre dichiarazioni sull'argomento, e alcune probabilmente più specifiche di quanto fosse consigliabile. La Torre di Guardia del 1° settembre 1980, p. 17 lo riconobbe» (I tdG proclamatori, 104.).

Ma non si pensi che la storia sia finita: scrissero che non sarebbero andati oltre il 2000:

«Fra breve, entro il nostro ventesimo secolo, la battaglia nel giorno di Geova comincerà» (Le Nazioni conosceranno che io sono Geova: Come?, p. 216.)

È curiosa l'affermazione che La Torre di Guardia non è infallibile, ma va considerata una guida sicura, perché basata su un libro infallibile: la Bibbia:

«No, La Torre di Guardia non è un profeta ispirato, ma segue e spiega un Libro di profezie le cui predizioni si sono dimostrate sicure e infallibili fino ad ora. La Torre di Guardia ha perciò una guida sicura. Può essere letta con fiducia, poiché le sue dichiarazioni si possono controllare in tale Libro profetico»(La Torre di Guardia,15.3.66, p. 162.)

Siamo d'accordo che la Bibbia è una guida sicura. Ciò che noi contestiamo, è l'interpretazione umana che ne dà La Torre di Guardia.

L'evidenziare questi fallimenti ha una certa importanza anche sul piano dottrinale perché da una parte le autorità dei tdG affermano di essere guidate dallo spirito santo (Cf. La Torre di Guardia,1.4.60, p. 222.); dall'altra i fallimenti smentiscono questa affermazione.



Lascio la parola a chi desidera replicare...
[Edited by viceadmintdg1 3/6/2017 10:43 AM]
3/10/2017 9:23 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG

I "fallimenti" riguardanti la fine di questo "sistema di cose" dimostrano che la Congregazione Cristiana non è guidata dallo spirito di Dio?






A presto per la risposta....


[Edited by Aquila-58 3/10/2017 9:26 AM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
3/10/2017 7:13 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG
Grazie Admin,

viceadmintdg1, 06/03/2017 10.42:

IL successivo e ultimo intervento è a cura di don Battista Cadei che affronta il tema: Anche la fine del mondo, pronosticata per il 1975, mancò all'appuntamento dicendo:

─ «C'è la ferma convinzione dei Testimoni che la fine della storia umana è imminente. Essi se l'aspettano in qualsiasi ora, e quasi certamente entro i prossimi 10 anni» (La Torre di Guardia,15.1.69, p. 50).
Ma le date precedenti erano state smentite dai fatti.

All'obiezione che le date precedentemente annunciate erano risultate false, La Torre di Guardia rispondeva:

«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica...Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia. Perché? Che cosa mancava? Mancavano a tali persone la verità di Dio e l'evidenza che egli le guidava e le impiegava. Ma che dire di oggi? Oggi abbiamo l'evidenza richiesta, tutta. Ed è schiacciante! Tutte le numerose parti del grande segno degli "ultimi tempi" sono presenti insieme alla conferma della cronologia biblica» (La Torre di Guardia,15.1.69, p. 23).



Peccato che Radio Maria, in perfetta malafede, ometta sempre di citare la Svegliatevi del 22 aprile 1969 - p.14, quindi pochi mesi dopo la succitata Torre di Guardia del gennaio 1969!


Svegliatevi del 22 aprile 1969 - p.14:

Quando finiscono i 6.000 anni?
“Come si può determinare quando finiranno i 6.000 anni di storia umana? Secondo la fidata cronologia biblica, Adamo ed Eva furono creati nel 4026 a.E.V. * Dall’autunno del
4026 a.E.V. all’1 a.E.V..………4.025 anni
dall’1 a.E.V. all’1 E.V.………..1 anno
dall’1 E.V. al 1968 E.V.………1.967 anni
Totale fino all’autunno 1968 ….5.993 anni

Dall’autunno del 1968 rimarrebbero pertanto solo altri sette anni per terminare 6.000 anni interi di storia umana. Questo periodo di sette anni finirà evidentemente nell’autunno dell’anno 1975.

Significa questo che la suddetta evidenza addita

positivamente il 1975 come tempo della fine completa di questo

sistema di cose?


Giacchè la Bibbia non lo dichiara specificatamente,

nessun uomo può dirlo
.

Comunque, di questo possiamo essere sicuri: Gli anni settanta vedranno certamente i tempi più critici che il genere umano abbia mai conosciuto. Il deterioramento delle relazioni umane nelle famiglie, nelle comunità, nelle città e nelle nazioni aumenterà, non diminuirà (2 Timoteo 3:13)
”.


Inoltre bisogna tenere in considerazione il particolare, che Adamo visse da solo nell’Eden per un periodo di tempo sconosciuto, che si deve aggiungere al 1975.

Insomma, la Svegliatevi del 22 aprile 1969 fu estremamente chiara

sulla questione: “Giacchè la Bibbia non lo dichiara

specificatamente, nessun uomo può dirlo
”.




(segue, a presto....)

[Edited by Aquila-58 3/10/2017 7:15 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
3/11/2017 7:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG


.....ancora



viceadmintdg1, 06/03/2017 10.42:



Con l'avvicinarsi del 1975, si raccomanda di non perdere tempo... Tra le raccomandazioni c'è quella di non mettere al mondo figli, e altro:

─ «Se voi foste vissuti prima di quella distruzione e ne aveste conosciuto l'appressarsi, avreste considerato che quello era un tempo per aver figli entro la provincia della Giudea?

Oggi c'è una grande folla di persone che confidano che ora è imminente una distruzione di proporzioni ancora più grandi. Le evidenze indicano che fra breve la profezia di Gesù avrà un adempimento maggiore, su questo intero sistema di cose. Questo è stato uno dei maggiori fattori che ha indotto molte coppie a decidere di non aver figli in questo tempo».(Svegliatevi!, 8.4.75, p. 11.).

─ Si odono notizie di fratelli che vendono la casa e i beni e dispongono di trascorrere il resto dei loro giorni in questo vecchio sistema facendo il servizio di pioniere. Questo è senz'altro un modo eccellente d'impiegare il breve tempo che rimane prima della fine del mondo malvagio. (Ministero del Regno, giugno 1974, p. 2).





Le pare molti diverso da quel che scrisse l’ apostolo Paolo?

"29) Inoltre, dico questo, fratelli, che il tempo rimasto è ridotto. Da ora in poi quelli che hanno moglie siano come se non l’avessero, 30) e anche quelli che piangono siano come quelli che non piangono, e quelli che si rallegrano come quelli che non si rallegrano, e quelli che comprano come quelli che non possiedono, 31) e quelli che fanno uso del mondo come quelli che non ne usano appieno; poiché la scena di questo mondo cambia" (1 Corinti 7:29-31 CEI).

Si chiama attesa, tensione escatologica, presente già in epoca apostolica, figuriamoci oggi!

Il Corpo Direttivo ha affermato che svolgere il servizio di pioniere è un modo eccellente di impiegare il breve tempo rimasto....

Del resto, per noi, come lo era per l’ apostolo Paolo, il tempo è ridotto anche ora. Non è che ora si sia allungato, lo sa?

Il cristiano che si "addormenta" e perde di vista quel Giorno, semplicemente smette di essere un cristiano.

Noi viviamo come i cristiani del I secolo:

11 Dato che tutte queste cose dovranno finire in questo modo, quale deve essere la vostra vita nella santità della condotta e nelle preghiere, 12 mentre aspettate e affrettate la venuta del giorno di Dio, nel quale i cieli in fiamme si dissolveranno e gli elementi incendiati fonderanno! “ (2 Pietro 3:11-12 CEI)

Il verbo greco che la Bibbia CEI traduce con “affrettare”, (speudo), può essere tradotto anche con “bramare, auspicare”, secondo il Dizionario Esegetico del Nuovo Testamento di Balz e Schneider, vol. II, pagina 1388.

E voi, vivete come i cristiani del I secolo o siete troppo impegnati a immischiarvi nella vicende della politica?




(segue, a presto.....)




[Edited by Aquila-58 3/11/2017 7:55 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
3/12/2017 6:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG


....ancora....



viceadmintdg1, 06/03/2017 10.42:




Anche il 1975 mancò all'appuntamento

Ma cosa risposero quando dovettero constatare che la fine non venne neppure nel 1975? In un articolo del 1976 leggiamo che bisognava partire non dalla creazione di Adamo, ma da quella di Eva: il tempo intercorso dev'essere stato considerevole, avendo Adamo esplorato l'Eden (dove è scritto?) e studiato gli animali per dar loro un nome:

─ «Ebbene, il racconto biblico mostra che le creazioni di Dio nel "giorno" immediatamente precedente il "giorno di riposo" di 7000 anni non terminarono con la creazione di Adamo e quella di sua moglie Eva. In quel tempo Dio fece dare da Adamo un nome agli animali. Se si trattasse di un periodo di settimane o mesi o anni, non sappiamo» (La Torre di Guardia,15.3.76, p. 163).

─ «Non sappiamo se fu un tempo breve, come un mese, o alcuni mesi, o un anno, o anche più» (La Torre di Guardia,1.1.77, p. 21).

Ma nel 1969 avevano scritto che ciò «può comportare solo una differenza di settimane o mesi, non anni» .In seguito riconobbero:

«...Furono pubblicate altre dichiarazioni sull'argomento, e alcune probabilmente più specifiche di quanto fosse consigliabile. La Torre di Guardia del 1° settembre 1980, p. 17 lo riconobbe» (I tdG proclamatori, 104.).






Lo sa come si chiama?
Si chiama umiltà....
Il riconoscere i propri errori.

Il contrario della superbia, che contraddistingue certe chiese della cristianità che pretendono di avere, nel loro seno, papi infallibili (ex cathedra, naturalmente…).

E la Congregazione Cristiana li riconobbe ampiamente.

Alcuni esempi (uno dei quali da lei citati, ma visti nel loro contesto):

*** jv cap. 8 p. 104 Annunciata senza posa la buona notizia (1942-1975) ***
Dopo il 1966 molti testimoni di Geova agirono in armonia con lo spirito di questo consiglio. Tuttavia vennero pubblicate altre dichiarazioni sull’argomento, e alcune probabilmente più specifiche di quanto fosse consigliabile. La Torre di Guardia del 1° settembre 1980, p. 17 lo riconobbe. Ma i testimoni di Geova furono pure esortati a concentrarsi principalmente nel fare la volontà di Geova e a non lasciarsi condizionare da date e prospettive di una prossima salvezza(*)

(*) Per esempio nella Torre di Guardia furono pubblicati i seguenti articoli: “Facciamo saggio uso del tempo che rimane” (15 settembre 1968); “Servite in vista dell’eternità” (1° dicembre 1974); “Perché non ci sono stati detti ‘quel giorno e quell’ora’” e “Che effetto ha su di voi il fatto che non conoscete ‘il giorno e l’ora’?” (1° ottobre 1975) In precedenza, nel 1963, il libro “Tutta la Scrittura è ispirata da Dio e utile” aveva detto: “Non è di nessuna utilità usare la cronologia biblica per speculare su date che sono ancora future nel corso del tempo. — Matt. 24:36”.


*** w80 1/9 p. 17 parr. 5-6 Scegliamo il miglior modo di vivere ***
In tempi moderni tale premura, lodevole in se stessa, ha provocato tentativi di stabilire date per l’auspicata liberazione dalle sofferenze e difficoltà che colpiscono tutti sulla terra. Con la pubblicazione del libro Vita eterna, nella libertà dei figli di Dio, e l’osservazione che sarebbe stato appropriato che il regno millenario di Cristo scorresse parallelo al settimo millennio d’esistenza umana, venne suscitata considerevole aspettativa per il 1975. Allora e in seguito si disse che questa era solo una possibilità. Purtroppo però, insieme a tali informazioni cautelative, furono pubblicate altre dichiarazioni che lasciavano intendere che tale realizzazione delle speranze in quell’anno era più una probabilità che una semplice possibilità. Dispiace che queste ultime dichiarazioni abbiano evidentemente adombrato quelle che invitavano alla cautela e abbiano contribuito ad accrescere l’aspettativa che c’era già.
6 La Torre di Guardia del 1° gennaio 1977, parlando dell’inopportunità di tenere lo sguardo fisso su una certa data, diceva: “Se qualcuno è rimasto deluso non avendo seguito questo ragionamento, ora deve fare di tutto per modificare la sua mentalità, comprendendo che non è stata la Parola di Dio a venire meno o a ingannarlo e a deluderlo, ma che il suo intendimento si basava su premesse errate”. Dicendo “qualcuno”, La Torre di Guardia includeva tutti i testimoni di Geova delusi, compresi dunque i responsabili della pubblicazione delle informazioni che contribuirono ad accrescere le speranze accentrate su quella data
.


*** w77 1/1 p. 25 parr. 15-17 Valide ragioni per nutrire fiducia ***
Ma non è consigliabile tenere lo sguardo fisso su una certa data, trascurando le cose quotidiane di cui noi cristiani ci occuperemmo normalmente, cose di cui noi e la nostra famiglia abbiamo veramente bisogno. Forse dimentichiamo che, quando verrà il “giorno”, non cambierà il principio che i cristiani devono sempre adempiere tutte le loro responsabilità. Se qualcuno è rimasto deluso non avendo seguìto questo ragionamento, ora deve fare di tutto per modificare la sua mentalità, comprendendo che non è stata la parola di Dio a venire meno o a ingannarlo e a deluderlo, ma che il suo intendimento si basava su premesse errate.
16 Ma supponiamo che voi abbiate fatto forte assegnamento su una data e che, lodevolmente, abbiate prestato maggiore attenzione all’urgenza dei tempi e alla necessità di far udire il messaggio. E supponiamo che ora, temporaneamente, vi sentiate alquanto delusi; avete realmente perso qualcosa? Avete subìto un danno? Crediamo possiate dire che vi è stato utile e profittevole seguire questa condotta. Inoltre, avete avuto la possibilità di farvi una veduta realmente matura e più ragionevole. — Efes. 5:1-17.
17 Le Scritture ci dicono ripetutamente che la fine prenderà il mondo completamente di sorpresa. L’apostolo ne parlò, dicendo: “Voi stessi sapete benissimo che il giorno [del giudizio] di Geova viene esattamente come un ladro di notte”. (1 Tess. 5:2) Affinché i veri cristiani non fossero colti di sorpresa come dei ladri, Gesù disse anche ai discepoli del suo tempo e a noi d’oggi: “Siate vigilanti, dunque, perché non sapete in quale giorno verrà il vostro Signore”. Dopo di che disse: “Siate pronti, perché in un’ora che non pensate, viene il Figlio dell’uomo”. (Matt. 24:42, 44) Queste esplicite dichiarazioni di Gesù indicano che ai servitori di Dio non sarà mai comunicata la data della ‘venuta’ di Cristo per il giudizio finché non abbia effettivamente luogo. Anzi, avrà luogo in un tempo che sembrerà loro ‘improbabile’. — Luca 12:39, 40




Decisamente meglio, cari amici di Radio Maria, l' umiltà della superbia di persone che, seppur ex cathedra, si ritengono dogmaticamente "infallibili"...






(segue, a presto.....)

[Edited by Aquila-58 3/12/2017 6:45 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
3/13/2017 9:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 30,300
Location: ANCONA
Age: 61
TdG


....in conclusione....





viceadmintdg1, 06/03/2017 10.42:




Ma non si pensi che la storia sia finita: scrissero che non sarebbero andati oltre il 2000:

«Fra breve, entro il nostro ventesimo secolo, la battaglia nel giorno di Geova comincerà» (Le Nazioni conosceranno che io sono Geova: Come?, p. 216.)





Si tratta di una pubblicazione del 1973, vedasi quindi quanto scritto sopra


viceadmintdg1, 06/03/2017 10.42:



È curiosa l'affermazione che La Torre di Guardia non è infallibile, ma va considerata una guida sicura, perché basata su un libro infallibile: la Bibbia:

«No, La Torre di Guardia non è un profeta ispirato, ma segue e spiega un Libro di profezie le cui predizioni si sono dimostrate sicure e infallibili fino ad ora. La Torre di Guardia ha perciò una guida sicura. Può essere letta con fiducia, poiché le sue dichiarazioni si possono controllare in tale Libro profetico»(La Torre di Guardia,15.3.66, p. 162.)

Siamo d'accordo che la Bibbia è una guida sicura. Ciò che noi contestiamo, è l'interpretazione umana che ne dà La Torre di Guardia.

L'evidenziare questi fallimenti ha una certa importanza anche sul piano dottrinale perché da una parte le autorità dei tdG affermano di essere guidate dallo spirito santo (Cf. La Torre di Guardia,1.4.60, p. 222.); dall'altra i fallimenti smentiscono questa affermazione.

Lascio la parola a chi desidera replicare...




In tal caso dovremmo contestare anche la guida dello spirito santo nella chiesa cattolica, visto che la vostra chiesa in passato ha brutalmente fallito delle date della fine del mondo:

Anche la Chiesa Cattolica Romana ha la sua storia di predizioni mai avverate.

Gregorio I che fu Papa tra il 590 e il 604 E.V. predisse che la fine del mondo era imminente. In una sua lettera ad Etelberto un monarca europeo egli ammonì (1): "Desideriamo inoltre far sapere a Sua Maestà che abbiamo appreso dalla parola dell’Iddio Onnipotente nelle Sacre Scritture, che la fine dell’età presente e alle porte e che il regno eterno dei Santi si sta avvicinando. Mentre la stessa fine del mondo si fa più vicina accadranno molte cose insolite - cambiamenti climatici, terrore dai cieli, ecc...- tutte queste cose non si verificheranno nei nostri giorni, ma li seguiranno entro breve tempo.


In seguito, intorno all’anno 950, Adso, un monaco di un monastero della Franconia occidentale, scrisse un trattato sull’Anticristo, nel quale egli stabilì un tempo successivo per la sua venuta, come pure per la fine del mondo. ‘Un re Franco’, disse ‘ristabilirà l’Impero Romano e abdicherà sul Monte degli Olivi e alla dissoluzione del suo regno sarà rivelato l’Anticristo’ (2).

Nessuno studio serio su questo soggetto sarebbe completo senza far riferimento alle predizioni dell’abate cattolico romano Gioacchino di Fiore, noto scrittore ed ecclesiastico, Una autorità (3) ha osservato: " Il più originale pensatore profetico dell’alto medioevo fu l’abate calabrese Gioacchino di Fiore (1131 - 1202). Nei suoi scritti più influenti Gioacchino interpretò la storia come il progressivo svolgersi di tre stadi principali, ognuno dei quali governato da una delle persone della trinità. L’età del Padre era un’epoca d’obbedienza sotto la Legge, che si era completata con la venuta di Cristo. L’età del Figlio era l’età presente di fede e tutela sotto il Vangelo, a cui sarebbe seguita l’età dello Spirito Santo. Questa terza e storica età, durante la quale la razza umana si sarebbe consumata, stava già sorgendo nel tardo XII secolo. Gioacchino ne attendeva il pieno adempimento entro poche generazioni dall’anno 1200..."

Un altro cattolico romano Arnaldo di Villanova (4) predisse che l’Anticristo sarebbe apparso nel 1378 E.V.
E’ ovviamente chiaro che tutte queste previsioni Cattoliche Romane sono fallite.



1 Bernard McGinn, Visioni della fine—Tradizioni apocalittiche del Medio Evo, Pag. 64, pubblicato 1979.
2 M’Clintock and Strong’s Enciclopedia di letteratura biblica teologica ed ecclesiastica, Volume 1, Pag. 257.
3 Robin Bruce Barnes, Profezia e conoscenza —Attese apocalittiche al risveglio della Riforma protestante, Pag. 22.
4 McGinn, Visioni della fine, P. 147 e Profezia e conoscenza —Attese apocalittiche al risveglio della Riforma protestante, Pag. 24.


E non solo la chiesa cattolica, ovviamente
.

I lettori del forum potranno leggere qui:


www.testimonidigeova.net/Aspettative%20profetiche.htm


Addirittura, sulla base del suo ragionamento, potremmo perfino dubitare che gli stessi apostoli e discepoli del I secolo fossero guidati dallo spirito santo.

7 La fine di tutte le cose è vicina. Siate dunque moderati e sobri, per dedicarvi alla preghiera. “ (1 Pietro 4:7 CEI)

L’ apostolo Pietro, per voi il vicario di Cristo, affermò che la fine di tutte le cose era vicina…


8 Siate costanti anche voi, rinfrancate i vostri cuori, perché la venuta del Signore è vicina. 9 Non lamentatevi, fratelli, gli uni degli altri, per non essere giudicati; ecco, il giudice è alle porte. “ (Giacomo 5:8-9 CEI)

Qui Giacomo disse che la parousìa di Cristo era vicina....


29 Questo vi dico, fratelli: il tempo si è fatto breve; d'ora innanzi, quelli che hanno moglie, vivano come se non l'avessero; “ (1 Corinti 7:29 CEI)

Sulla base di queste parole, possiamo sostenere che gli apostoli e i discepoli del I secolo aspettassero la parousìa e la fine dopo 2000 anni o già durante la loro epoca?

La risposta mi sembra ovvia…

Cosa avranno pensato, i discepoli del I secolo di fronte alle parole apostoliche sopra riportate, considerando la durata della vita di un uomo?


"Gli anni della nostra vita sono settanta,
ottanta per i più robusti,
e il loro agitarsi è fatica e delusione;
passano presto e noi voliamo via
" (Salmo 90:10 CEI).


Lascio a voi la risposta....

Come gli attuali cristiani testimoni di Geova, essendo umili e non superbi, avranno dovuto correggere le loro aspettative giacchè le stesse non si adempirono durante la loro epoca...



[Edited by Aquila-58 3/13/2017 9:41 PM]
-------------------------
"Perciò, siccome abbiamo questo ministero secondo la misericordia che ci è stata mostrata, non veniamo meno; 2 ma abbiamo rinunciato alle cose subdole di cui c’è da vergognarsi, non camminando con astuzia, né adulterando la parola di Dio, ma rendendo la verità manifesta, raccomandandoci ad ogni coscienza umana dinanzi a Dio" (2 Cor. 4:1-2)

 TESTIMONI DI GEOVA ONLINE FORUM 
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:41 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com