New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page
Facebook  

Hola, nuovo utente

Last Update: 6/21/2016 7:49 PM
Author
Print | Email Notification    
6/10/2016 3:53 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Salve, mi sono iscritto in questo forum per uno scambio di opinioni.
Sto cercando quale possa essere la sezione più consona al mio discorso (sono credente, ma assolutamente lontano dalla chiesa e dalle sue idee). In caso non la trovassi, vi chiedo la cortesia di indicarmi quella adatta per la tematica che ho accennato tra parentesi. Sperando non di essere bannato anche da qui, senza motivo e senza diritto di replica, come è già successo su cattolici romani. Avessi almeno detto qualcosa di male...


Aggiungo: proprio per evitare casini, potrei ricevere un PM da un amministratore del forum per fargli visionare il messaggio che vorrei postare? Non ci sono scritte nè bestemmie nè offese, solo idee personali (ripeto: lontane da quelle della chiesa) e specifico, nel post stesso, che il messaggio non è esteso a tutti i cattolici, ma solo ad alcuni.
Grazie in anticipo
[Edited by Bicarbonato89 6/10/2016 3:57 AM]
OFFLINE
6/13/2016 9:05 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ciao [Email]Bicarbonato89[/Email].
Che io sappia i forum sono solo appannaggio degli amministratori.
Se vuoi postare le tue idee questa dovrebbe essere la sezione giusta.
Anch'io sono curioso di sapere ciò che pensi.
Saluti.

Che la Vergine Maria sia la nostra forza. [SM=g3228773]
OFFLINE
6/13/2016 10:10 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Caro Bicarbonato
come ti ha detto anche Mattia puoi postare qui, in questo stesso 3d che hai aperto, o se preferisci, puoi aprirne
uno per ogni tema desiderato.
Se vuoi scambiare opinioni, non ho problemi, fermo restando il reciproco rispetto.
Anche se non sono uno specialista in nessuna materia, sono però abbastanza ferrato nella Sacra Scrittura, che ritengo la fonte primaria per poter avere un riferimento sicuro.
Resto in attesa [SM=g7479] [SM=g7348]
OFFLINE
6/14/2016 8:10 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Caro Bicarbonato,
la lunga serie di osservazioni, dubbi, perplessità, accuse, non mi consente di fare una risposta singola per rispondere a tutte le questioni morali, dottrinali, storiche, scientifiche, bibliche che le tue numerose domande pongono in un singolo post.

Pertanto se vorrai essere così cortese da riproporre una singola questione per ogni post aspettando poi la eventuale risposta, sarà forse possibile cercare di scambiare delle vedute.
Ti chiedo perciò di riformulare, un pezzettino per volta, sintetizzando i punti, le cose che ti sta a cuore chiarire.

Faccio solo una domanda preliminare per capire se almeno possiamo intenderci su un punto in comune, e impiantare un dialogo:
cosa pensi di Gesù? Era un personaggio leggendario mai vissuto, un semplice visionario, un illusionista mistificatore, un profeta, il Figlio di Dio?

[SM=g3228754]
OFFLINE
6/14/2016 11:39 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Caro Bicarbonato,
mi sentirei in colpa quasi non dando la mia opinione sul tuo pezzo. Quindi passerò ad analizzarne i punti principali e dalla mia poca esperienza in merito, darò la mia limitata e modesta opinione:

1) Preti pedofili
Il prete o sacerdote, che dir si voglia, è una persona, è vero, “speciale” avendo ricevuto il delicato ministero di rimettere i peccati dell’uomo e di trasformare pane e vino in Vero Corpo e Sangue di Cristo Gesù. Ma non dobbiamo dimenticare che essi non sono dei “semidei”, esenti dalle tentazioni, ma delle persone come noi, che sono sotto l’influenza del peccato e anzi sono maggiormente tentate dal demonio (entità a cui non ho capito se credi) rispetto ad un semplice laico proprio in virtù del potere speciale ricevuto.
Purtroppo quello dei tanti preti pedofili è una grave piaga che ultimamente ha infestato la Chiesa ed io, considerando la scelleratezza di questi ultimi, mi sento solo di dire che è un errore gravissimo e che come tutti, questi sacerdoti devono pagare il loro debito con la società e marcire in galera, ma soprattutto dovranno pagare il conto più salato davanti al Trono di Dio. Quindi non li giustifico, anche perché ogni sacerdote ha nella preghiera e nella meditazione della Parola giornaliera, l’arma per vincere tutte le tentazioni e soprattutto resistere a tali obbrobri.

2) Divorzio
Il divorzio è sempre sbagliato secondo me, tranne nei casi di violenza domestica, e anzi proprio per il bene dei figli, i nostri avi (maggiormente le nostre nonne e bisnonne) hanno fatto grandi sacrifici subendo talvolta anche violenze morali molto forti.
Ma oggigiorno, mi rendo sempre più conto che stiamo diventando come dei bambini viziati e capricciosi e al minimo problema matrimoniale, o si cerca un amante su facebook, oppure si lascia il marito/moglie spogliandoli pure della dignità senza nessun rimorso neppure per dei bambini a volte piccolissimi.
Su questo punto mi trovi totalmente contrario e anzi chi ha intenzione di fare una promessa davanti a Dio sposando un uomo/donna, consiglio di pensarci prima cento volte onde evitare di mentire a Dio, che è grave, ma soprattutto a se stessi. Quindi sapere bene ciò che si vuole.

3) Omosessualità
Dio è tutto Amore proprio perchè, come per il peccato, ci lascia liberi. Capire che peccare conduce alla morte dell’anima e del proprio cuore sta a noi, anche se Lui ci sta vicino in ogni momento.
E capire quindi, che “un’amicizia più profonda” tra uomo con uomo e tra donna con donna non conduce all’Amore vero è semplice. L’uomo e la donna si completano a vicenda sia fisicamente che caratterialmente e che i poli opposti si attraggono ce lo dice pure il proverbio.
Poi ognuno fa ciò che vuole, ma senza voler offendere nessun omosessuale convinto, che l’omossesualità sia una deviazione anormale della sessualità e affettiva, questo per me è logico.
Naturalmente biasimo coloro che dicono di “pregare per non avere un figlio così” perché questa è ignoranza allo stato puro. E’ come pregare per non avere un figlio malforme o malato: se Dio decide di mandare ad una famiglia un figlio “diverso” c’è un perché. Perché ogni cosa ha il suo scopo.

4) Sessualità ed esperienze personali
Anche a me come te, abituarmi a non fare più sesso è stata dura.
Mi sembra di capire che abbiamo avuto entrambi una conversione “tardiva”, ma in verità io non ci ho messo molto a capire che il sesso è pari a come descritto dalla Chiesa, cioè un peccato di lussuria, e che come tutti i peccati mina alla nostra libertà e ci rende schiavi. Perché ti senti bene nel momento in cui lo fai, ma dopo, a mente fredda, capisci che qualcosa non va e non ti senti felice.

5) Errori della Chiesa e dei papi
Mi sento poco ferrato sull’argomento, ma so che ultimamente Papa Francesco ha chiesto scusa a tutta l’umanità degli obbrobri commessi in passato dalla Chiesa. Poi mi sento di dire che la Chiesa stessa, insieme di fedeli e chierici, è comunque formata da uomini, e quando l’uomo perde Dio come riferimento, commette gravissimi errori.

6) Offerte alla chiesa
Come già detto per i preti pedofili ribadisco che anche i preti sono peccatori e soggetti al peccato. Però ragionando è chiaro pretendere che tutti i sacerdoti dovrebbero dare esempio di vita casta, povera e semplice come Papa Francesco, ma mi accorgo che non sempre è così, anche se in minoranza. Nella maggioranza dei casi, i sacerdoti vivono una vita semplice con “sorella povertà” e si ammazzano per i più deboli. Il problema è che abbiamo davanti solo gli esempi negativi perché sono quelli che fanno notizia. Degli anonimi preti che danno da mangiare ai barboni non parla nessuno.

7) Bibbia
Qui sono intransigente. La Bibbia è Vera Parola di Dio. Punto. Poi spero che qualcun altro voglia argomentare, ma io ho poco da dire.

8) Masturbazione personale e pornografia
Prova a fare una preghiera a Dio ogni giorno. Ti renderai presto conto che la masturbazione è una vera e propria schiavitù. E ti parlo per esperienza personale.
Poi la pornografia per me è un’oscenità. E l’ho sempre pensata così anche quando ero ateo.

9) Video
Le cose che sento siano lontanamente blasfeme mi lasciano turbato, quindi non ho visto il video e non posso commentare.

Nell’attesa di una replica, ti saluto raccomandandoti al Signore nelle mie preghiere.

Che la Vergine Maria sia la nostra Forza. [SM=g3228773]
OFFLINE
6/14/2016 2:50 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Grazie Mattia per il tuo contributo.
Condivido le tue risposte e spero che Bicarbonato ci possa riflettere.

In ogni caso, siccome le sue osservazioni sono tante, mi aspetto da lui che voglia approfondirne una alla volta, altrimenti con tanta carne a cuocere si rischia di vedere solo il fumo.
6/16/2016 3:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Ciao ragazzi. Scusate per il ritardo.

@Mattia:
Lo so benissimo che i preti sono persone normalissime e che hanno anche loro, come tutti, delle debolezze.
È la razza umana, si sa. Però io non tollero la pedofilia, cioè (come ho anche detto nel post di 20 chilometri) se un prete cade in tentazione e ha rapporti con altre persone mature e consenzienti e che quindi viola i suoi voti, posso anche capirlo, anzi per come la penso io è una cosa normale avere rapporti sessuali (indipendentemente se si è etero o gay), ma come già detto, la pedofilia proprio no, non se ne parla proprio. Poi vieni a sapere pure che è stata occultata, e chissà da quanto tempo, è ancora peggio. I preti pedofili vanno messi in prigione e curati, non spostati, perchè se non vado errato, in caso correggetemi, i preti pedofili in passato invece di essere espulsi, sono stati semplicemente "spostati di sede".

In quanto al divorzio per me, se tu non stai più bene con una persona, se hai figli o meno (a maggior ragione se si hanno figli) ci vuole il divorzio e basta. Ovviamente si parla di problemi seri, e non frivolezze come anche tu hai sottolineato, cercando poi rapporti fuori dal matrimonio. Ma questo lo penso anche per i fidanzamenti. Non è ammissibile tradire il compagno o compagna solo per dei litigi inutili o pesanti che siano. Si pianta la storia e stop. Per me non è mentire a Dio, perchè una persona non può sapere se il suo matrimonio andrà sempre bene o prenderà delle brutte pieghe.
Secondo me le donne di una volta dovevano evitare tutte quelle sofferenze, e non subirle per ascoltare la chiesa. Questo è uno dei motivi per il quale penso che la chiesa riesca a manipolare le persone. Non lo accetto proprio.

Riguardo l'omosessualità non ho molto altro da dire, quello che so è che non si diventa gay per scelta, ci nasci proprio. Per questo per me è pura normalità.
Il non poter procreare non è una buona causa per negare amore e relazioni alle persone gay. L'amore è universale.

Per il sesso, forse non hai letto, ma io non mi sono affatto abituato a non farlo, ero solo frenato perchè dopo aver letto quelle cose avevo addosso il TERRORE, lo praticavo uguale, come la masturbazione, ma in minor misura. Ma avevo sempre quel pensiero fisso che per fortuna mi ha fatto uscire da quell'incubo, ovvero pensavo sempre che è nella natura vivente fare sesso, e non solo per procreare.
Il sesso è anche uno sfogo e una necessità (sia chiaro che per necessità intendo in "misure" normali, se sei malato di sesso è tutt'altro discorso) se non lo facesse nessuno usciremmo tutti di testa.
Fatte le dovute eccezioni però, perchè c'è chi il sesso "standard" non lo digerisce e preferisce solo i rapporti a fine procreativo.
Sempre riguardo al sesso, per me non ci rende schiavi, io purtroppo non ho rapporti da ben 2 anni, e non mi sento affatto schiavo, perchè non ne soffro, non ho una dipendenza dal sesso, ci sono delle volte che la voglia sale, ma è una cosa normale, nulla fuori le righe.
Inoltre io mi sono sempre sentito bene sia prima che dopo il sesso, mi ha anche aiutato a superare dei momenti critici dove i nervi regnavano tutti i giorni per problemi familiari passati. Il periodo nero è stato solo dopo aver letto quelle cose, per me inventate dall'uomo. Ma come dicevo, per fortuna ho superato quel momento e ho evitato che la chiesa mi rendesse suo schiavo.

Per gli omicidi della chiesa, così come qualsiasi altra cattiveria allo stato puro, sia ben chiaro che io ho sì parlato del male, ma era sottointeso che sono a conoscenza di chi dà L'INTERA VITA per aiutare le altre persone, e purtroppo il brutto è questo, queste miniere d'oro viventi sono troppo poche secondo me, se ci fosse il numero giusto, oggi la chiesa avrebbe tutt'altra storia, una vera Chiesa e non dei viaziati con regge infinite e piene di lusso, roba che quasi manco i ricconi.

Concludo rispondendo al tema bibbia, la masturbazione e la pornografia:
Riguardo la bibbia già l'ho detto, per me è stata modificata a proprio piacere e non riesco a credere a tutti quegli omicidi commissionati da Dio, altrimenti come dicevo in quel post, sarei già tornato ateo, ma da un bel pezzo. Una delle prove che è stata ritoccata sono i comandamenti (credo 2 o 3, non ricordo bene), Dio disse di non aggiungere nè tanto meno togliere nulla, ma non è stato così. Per cui, chissà come si sarà sbizzarrito a scambiare parole e significati...
Le preghiere le facevo, sarò strano io ma soffrivo e basta, mi sentivo negato di un mio bisogno e non riuscivo a darmi pace. Il resto già lo sai, ne ho parlato poco sopra riguardo al sesso(riguardo i sensi di colpa).
E anche per la pornografia, per me è tutto normale, non ci trovo nulla di scandaloso, anche qui sottolineo: Se non sei un malato di pornografia, sesso, masturbazione, per me è tutta natura, nulla di marziano.

Ci tengo anche a dirti che rispetto le tue opinioni e idee, anche per il modo in cui le hai esposte, al contrario di altri che pretendono di avere ragione e ti giudicano (e come son convinti eh) che ogni cosa tu dica o faccia ti manderà all'inferno, che è peccato mortale e chi ne ha più ne metta. E questo per me è una delle maggiori cause per il quale la gente si allontana dal credo. Anche io cerco di evitare questi elementi, o se li frequento evito sin da subito il discorso fede che, per me, è una cosa assolutamente intima e poi, non sopporto chi vuole "manomettere" i miei pensieri, o chi vuole entrare nel discorso quasi costringedo, pur sapendo già le mie "politiche".
Grazie ancora per le tue risposte.

@Credente
Se ci mettessimo ad elencare un tema per volta in ogni singolo post dedicato, non finiremmo più.
Non capisco perchè tu non riesca a darmi una risposta in un solo messaggio, eppure Mattia ci è riuscito benissimo. Prova a darmi una risposta anche tu, anche se non dovesse rispondere a tutte le domande, non è di certo un problema.

Gesù? Colui che mi ha cambiato profondamente e mi ha tirato fuori da un tunnel dal quale temevo di non uscire più, arrivando a pensare persino al suicidio.

Mi ero dimenticato un'ultima cosa per Mattia.Ti spiego il significato di quel video:
Il video mostra i nostri cari politici discutere sulla stepchild adoption, non sapendola pronunciare nemmeno e giudicando le persone gay quasi come fossero animali, chiamando in causa e parandosi (che in questo caso gli fa comodo) con Dio. Poi mostra anche una suore che, intervistata, alla domanda "cosa ne pensa delle coppie omosessuali?", risponde "vanno atterrate, nient'altro". Poi cita alcune scritture;
"Dio creò l'uomo a sua immagine e somiglianza" (poi fa una battuta contro Dio riguardo quest'ultima relazionandola ai gay. Di cattivo gusto sicuramente, ma se guardi oltre la blasfemia ha ragione; nel senso che secondo me, scusa se lo ripeto ancora, le scritture sono state modificate a proprio piacere e, tra l'altro, anche in modo contradditorio).

Proseguendo "Non giudicare per non essere giudicati"
e aggiunge un'altra battuta "Tranne la minoranza di turno, uno si deve pur sfogare ogni tanto!"
"Amerai il prossimo tuo come te stesso", battuta "Ahaha questa le batte tutte".

Secondo me questo video nasconde un profondo significato, solo che molti non vogliono capirlo.
[Edited by Bicarbonato89 6/16/2016 3:30 PM]
OFFLINE
6/16/2016 6:27 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Caro Bicarbonato,
la pensiamo molto diversamente sul matrimonio.
Se uno di sposa dicendo tra se “Se le cose non vanno bene, tanto c’è il divorzio” allora non abbiamo proprio capito nulla del matrimonio sacramento.
Il matrimonio (e per matrimonio parlo di quello fatto in chiesa) è il piano di Dio su un uomo e una donna. Ma soprattutto un sacramento, cioè segno visibile ed efficace della grazia invisibile di Cristo che lo stesso Signore Risorto opera attraverso il ministro, agendo nella vita del credente, che riceve il dono di una nuova dignità e di una nuova grazia santificante per opera dello Spirito Santo.
Se uno quindi pensa che il matrimonio sia il solo cambiare indirizzo e continuare a fare i suoi porci comodi, si unisca civilmente e continui a farli, ma non si presenti a spergiurare in chiesa al cospetto di Dio.
Oggigiorno il matrimonio ha perso il suo significato intrinseco e come tutte le cose, sta diventando una spettacolarizzazione dell’unione uomo/donna ed io ne sono disgustato, anzi ti dico che se fossi prete, sarei capace di rimandare molte coppie a casa loro.
Tu dici “Se il matrimonio prende brutte pieghe, allora meglio il divorzio” ma c’è da capire che le difficoltà ci sono e ci saranno sempre in un matrimonio come in una professione, come in ogni impresa fatta dall’uomo.
Ci tenevo a precisare questo.

La Vergine Maria sia la nostra forza [SM=g3228773]
OFFLINE
6/16/2016 11:47 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Caro Bicarbonato,
Cerco di dare qualche contributo allo scambio di idee; per ora mi limito ad alcuni spunti, rinviando poi ai prossimi giorni altri temi.

Mi fa piacere che tu abbia a cuore la figura di Gesù e che ti sia sentito attirato da Lui.
Questo facilita in qualche modo il nostro dialogo, anche se le nostre vedute sono un po differenti. Possiamo comunque provare a parlarne.

Posso condividere la tua visione sulla pedofilia, da chiunque venga effettuato o favorito. Non ci sono dubbi che si tratta di un peccato gravissimo che va combattuto con determinazione. E' la Chiesa stessa che ci permette di sapere che si tratta di un peccato grave, altrimenti in base a quale parametro lo avremmo saputo?
SOlo in base alla naturale ripugnanza che suscita? Ma questo potrebbe essere molto opinabile.
Nelle antiche civiltà greco-romana, la pedofilia era ritenuta una cosa quasi normale e se non vi fosse stata la penetrazione della cultura cristiana, le aberrazioni si sarebbero diffuse molto di più. Infatti dove manca un freno morale alla natura umana che è di per se' tendente a seguire gli istinti più bassi, facilmente si asseconda la tendenza innata.
Ora occorre notare che in base ai gravi danni provocati a degli innocenti, la Chiesa ha preso delle misure molto severe, che servono a stroncare un fenomeno che ci si attendeva non dovesse mai esserci stato. Ma scopriamo ancora una volta che anche nella Chiesa purtroppo vi sono dei peccatori da salvare.

Ad onor del vero va ricordato che altre chiese cristiane hanno percentuali molto più alte, purtroppo, di pedofili al loro interno. E' recente anche lo scandalo pedofilia scoppiato all'interno dei Testimoni di geova, che non hanno preso misure risolutive al problema e con il loro metodo anzi continuano a favorire i pedofili.

Anche per altre tendenze disordinate, come l'autoerotismo, la Chiesa, ci permette di conoscere la via migliore.

Se però uno per debolezza non riesce a seguirla, per vari motivi-condizionamenti-fragilità, la Chiesa non ci butta fuori e non ci lascia nella disperazione ma ci fornisce il farmaco migliore: il perdono e la misericordia di Dio, insieme alle esortazioni per raddrizzare il nostro cammino. Nulla di più auspicabile per chiunque. Questo non getta nessuno nella disperazione, e al tempo stesso non consente che l'uomo, e quindi la società, sia invitata ad allargare le spinte al male e all'asservimento schiavizzante delle proprie passioni.

Per quanto riguarda i rapporti sessuali, la Chiesa insegna che oltre il fine procreativo vi è anche il BENE DELLA COPPIA, e come è stato puntualizzato da Papa Francesco nella sua recente Amoris Letitia, tale bene include anche l'esercizio di una gioiosa sessualità, tenendo conto ovviamente anche dei ritmi naturali per una procreazione responsabile.
Al di fuori di questo disegno ordinato da Dio stesso, per la promozione del singolo e della collettività, la CHiesa non può inventarsi altre strade, perchè Gesù ha attestato :
Mat 19,4 ...: «Non avete letto che il Creatore da principio li creò maschio e femmina e disse:
5 Per questo l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una carne sola?
6 Così che non sono più due, ma una carne sola. Quello dunque che Dio ha congiunto, l'uomo non lo separi».
7 Gli obiettarono: «Perché allora Mosè ha ordinato di darle l'atto di ripudio e mandarla via?».
8 Rispose loro Gesù: «Per la durezza del vostro cuore Mosè vi ha permesso di ripudiare le vostre mogli, ma da principio non fu così.
9 Perciò io vi dico: Chiunque ripudia la propria moglie, se non in caso di concubinato, e ne sposa un'altra commette adulterio».
10 Gli dissero i discepoli: «Se questa è la condizione dell'uomo rispetto alla donna, non conviene sposarsi».
11 Egli rispose loro: «Non tutti possono capirlo, ma solo coloro ai quali è stato concesso.
12 Vi sono infatti eunuchi che sono nati così dal ventre della madre; ve ne sono alcuni che sono stati resi eunuchi dagli uomini, e vi sono altri che si sono fatt parecchi partii eunuchi per il regno dei cieli. Chi può capire, capisca».

COme puoi vedere non è la Chiesa che ha dato certe disposizioni, ma Gesù. E le sue parole si trovano in quei Vangeli che hanno puntualizzato parecchi punti rispetto alle disposizioni del Vecchio Testamento, che contenevano margini di tolleranza e concessioni divine, per aiutare un popolo dal collo duro, di maturare pian piano fino a poter accogliere la pienezza della sua Legge e cioè appunto quella portata da Cristo.
Per ora mi fermo, ma vi sono tanti altri argomenti di cui se avrai pazienza, potremo approfondire o riprendere tra quelli da te inseriti finora.
Con stima
6/19/2016 3:12 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

No Mattia, forse mi sono espresso male io; per problemi non intendo le classiche litigate che possono avvenire frequentemente, robe che si risolvono col dialogo. Parlo proprio quando non si ha più pace in famiglia e non si riesce più a sopportare una relazione pesante.
Le conosco bene queste situazioni perchè dei miei zii si sono separati da poco, dopo ben 4 anni di litigi pesanti (nessuna violenza fisica eh, solo verbale). E credimi, è dura. Mio zio era arrivato al punto che non rendeva più come voleva e doveva al lavoro, perchè inevitabilmente questi problemi influiscono sul piano psicologico e in seguito al fisico; ti rendono stanco, nervoso, non riesci più ad andare avanti.
Se invece i problemi sono c*******e, come ad esempio che il partner la sera prima non ha voluto dare attenzioni, non lo fanno regolarmente ecc, stupidaggini che poi si riversano sui tradimenti per trovare una "nuova forza" allora lì son d'accordissimo con te, sono cose che non sopporto.
Spero di essermi spiegato bene, perchè il mio pensiero non è affatto "se ci sono problemi si ricorre al divorzio", anzi personalmente penso, se uno già parte con questo pensiero, è meglio che rimanga single e faccia quello che vuole.


Credente, scusami una cosa, forse ho capito male io e quindi potrei sbagliarmi, e se sembro aggressivo ti chiedo scusa, ma cosa intendi che il credere in Gesù facilità il nostro dialogo? Se non ci avessi creduto non mi parleresti? Te lo chiedo perchè, in passato quando ero ateo, c'erano due credenti che non volevano unirsi alla comitiva di amici per delle uscite, partite di calcio ecc, solo perchè io ed un altro ragazzo non eravamo credenti e quindi ci emarginavano, senza una scusa valida. Non è che bestemmiavamo o chissà cosa, eravamo solo non credenti.

Comunque, personalmente, non credo che sia stata la chiesa a fare capire alla gente che la pedofilia sia un peccato gravissimo, lo dice la coscienza, cioè io credo che queste cose le senti proprio dentro. Una persona normale non si sognerebbe mai di toccare un bambino, e nemmeno di praticare violenza su adulti, che sia violenza sessuali o carnale, è da deviati cronici, ed appunto solo dei deviati fanno queste cose.
Quello delle antiche civiltà di cui parli, a dire il vero non lo sapevo, ho sentito però qualcosa di "simile" in giappone (che se non vado errato ha una maggioranza di popolazione atea e buddista) dove ci sono parecchi fumetti dove mostrano tipo uno zio, violentare sessualmente la nipote per essersi comportata male (vedi te quest'altri come stanno messi), eppure pur non essendo un paese proprio cattolico, questo fenomeno, grazie a Dio inizia a diminuire e non credo sia grazie alla chiesa, ma come dicevo, più per un fatto di coscienza che, sempre personalmente parlando, poi c'è chi mi può prendere per scemo ma me ne frego, è trasmessa da Dio. Infatti come già detto, io sono migliorato grazie al credo ma non alla chiesa, ci sono bastardate che prima facevo senza alcun rimorso, come ad esempio insultare una persona obesa, che adesso non mi sognerei mai di farlo, perchè sento in me come se potessi percepire la sofferenza della vittima. Non so se mi sono spiegato bene, ma sono sicuro che mi abbiate capito.

Quando invece faccio altro, come la masturbazione o pensieri erotici, il sesso se mi capitasse, non mi sento e non mi sentirei per niente in colpa, anche per questo penso che sia una cosa del tutto naturale, ma la mia versione già la sapete.
In fine, ti rispondo in breve ripetendo sempre la solita, secondo me la chiesa ha modificato tutto, così come i comandamenti, anche i vangeli, le parole di Cristo, tutto. Per questo io non credo praticamente a niente da quello che dice la chiesa.
E ripeto anche il fatto degli omicidi, una chiesa che si dice fondata voluta da Cristo e che segue le parole di Cristo che poi va a commettere innumerevoli omici, che mette "al secondo posto" le donne, che fa l'esatto contrario di quello che dice, per me non è un esempio da seguire ed è meglio starci lontano. Poi un'altra cosa riguardo gli omicidi, erano quelli che avvenivano anche per coloro che non volevano convertirsi, quando invece ricordo che NEMMENO GESU' obbligava qualcuno a seguirlo, mica li uccideva. Quindi io personalmente, sto bene così come sono e con le mie idee e chiedo sempre a Dio di guidarmi nelle scelte giuste, e se davvero stessi sbagliando spero di ricevere il suo perdono così come lo spero per tutti (tranne per gente come quei maiali dell'isis, che sinceramente se dovessero morire non mi dispiacerebbe).
Un'ultima cosa, già trattata ma che secondo me non deve mai essere dimenticata: la chiesa ad oggi, parlando del mondo cattolico quindi escludendo gli atei in questione (che per quello che sto per dire danno sempre e solo la colpa ai credenti in generale senza guardare prima loro) è colei che fomenta maggiormente l'omofobia. Proprio di recente un prete ha espresso parole abbastanza dure su questo tema.
E sempre sul tema omofobia, non credo sia affatto un caso che ho smesso di odiare le coppie gay dopo essermi avvicinato a Dio, è stata una "trasmissione di coscienza" (discorso fatto prima) ad avere fermato quest'odio che avevo.
Ultimissima cosa davvero che voglio ancora sottolineare perchè non vorrei essere frainteso da altri lettori che ancora non mi conoscono: Sia sempre chiaro che io non apprezzo la chiesa in generale, questo sì, ma so benissimo che ci sono, come si dice dalle mie parti, dei PEZZI DI PANE che si ammazzano di lavoro per aiutare le persone bisognose. Gente che stimo profondamente e che spero porti cambiamento, quanto prima, in questo splendido pianeta che l'uomo ha trasformato in un letamaio.

OFFLINE
6/21/2016 11:41 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Caro Bicarbonato
tu dici:
Credente, scusami una cosa, forse ho capito male io e quindi potrei sbagliarmi, e se sembro aggressivo ti chiedo scusa, ma cosa intendi che il credere in Gesù facilità il nostro dialogo? Se non ci avessi creduto non mi parleresti?

rispondo
Come puoi leggere, ho detto che FACILITA il dialogo, non che lo IMPEDISCE.
Ovviamente occorre ora capire se credi nel Gesù dei Vangeli o in un altro Gesù. Dicendo infatti che la Chiesa ha cambiato tutto, mi lascia purtroppo intendere che non riconosci la validità testuale della Bibbia.
Ciò riporta il nostro dialogo in difficoltà. Perchè senza una base di appoggio il nostro dialogo diventa solo una serie di "secondo me", che non è in grado di riferirsi a una Parola vincolante per entrambi.

------------------------------------

Te lo chiedo perchè, in passato quando ero ateo, c'erano due credenti che non volevano unirsi alla comitiva di amici per delle uscite, partite di calcio ecc, solo perchè io ed un altro ragazzo non eravamo credenti e quindi ci emarginavano, senza una scusa valida. Non è che bestemmiavamo o chissà cosa, eravamo solo non credenti.

rispondo
Non si tratta di una discriminazione da parte mia, ma solo il constatare se si può costruire qualcosa dialogando su qualcosa di solido, o se stiamo costruendo sulla sabbia.

-----------------------------------------

...Quello delle antiche civiltà di cui parli, a dire il vero non lo sapevo, ho sentito però qualcosa di "simile" in giappone (che se non vado errato ha una maggioranza di popolazione atea e buddista) dove ci sono parecchi fumetti dove mostrano tipo uno zio, violentare sessualmente la nipote per essersi comportata male (vedi te quest'altri come stanno messi), eppure pur non essendo un paese proprio cattolico, questo fenomeno, grazie a Dio inizia a diminuire e non credo sia grazie alla chiesa, ma come dicevo, più per un fatto di coscienza che, sempre personalmente parlando, poi c'è chi mi può prendere per scemo ma me ne frego, è trasmessa da Dio.

rispondo
Il filosofo contemporaneo, Averick , ha voluto sottolineare l’argomento sull’accettazione della pedofilia nella società, . «Le conseguenze logiche e filosofiche dei sistemi di credenza degli atei sono inevitabili», ha affermato. «Se non esiste nulla di giusto o sbagliato in modo oggettivo, allora anche l’abuso di bambini non può essere sbagliato in modo definitivo, ma dipenderà dall’opinione della società».
La conferma arriva dal pensiero di molti esponenti di questa visione.
Quindi da una società senza riferimenti oggettivi e senza una autorità che ricordi e additi continuamente cosa sia giusto o sbagliato, è effimero e transitorio affidarsi alla capacità della coscienza di stabilire cosa sia giusto o sbagliato.
Pensiamo ad esempio alle tante forme emergenti di manipolazioni genetiche, di trattamento della vita nascente o morente, all'uso di mezzi terapeutici particolari che deturpano o uccidono la vita. La coscienza in tutte queste cose si mostra sempre più smarrita, manipolabile, orientabile a piacere da poteri più forti,  e quindi incapace di formulare decisioni valide per tutti e talora neppure per se stessi.
Ecco quindi il ruolo e il significato della Chiesa, istituita da Cristo e incaricata di insegnare a tutte le genti di tutti i tempi.


--------------------


Infatti come già detto, io sono migliorato grazie al credo ma non alla chiesa, ci sono bastardate che prima facevo senza alcun rimorso, come ad esempio insultare una persona obesa, che adesso non mi sognerei mai di farlo, perchè sento in me come se potessi percepire la sofferenza della vittima. Non so se mi sono spiegato bene, ma sono sicuro che mi abbiate capito.

rispondo
ottimo rendersi conto di alcune delle cose che rendono l'uomo meno uomo, tuttavia occorre arrivare anche a riconoscerle tutte. E per farlo rapidamente basta leggersi il Vangelo, così come Dio ha voluto che giungesse fino a noi. Se infatti si crede che vi è un Dio Creatore, si dovrebbe anche ragionevolmente pensare che abbia voluto farci conoscere il Suo pensiero, e che al contempo abbia avuto la capacità di farlo rimanere intatto nel tempo.
Se ritenessimo che ciò non sia avvenuto allora occorre dedurre che quello che noi riteniamo Dio, non è onnipotente e quindi non è Dio. Oppure noi riteniamo errate quelle Scritture che invece sono corrette e Dio ha voluto farle giungere a noi proprio così come sono, illuminando chi di dovere a spiegarcele.
Per ora mi fermo, perchè ritengo che le altre cose possano essere affrontate alla luce di quanto sopra.

Con stima

OFFLINE
6/21/2016 7:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Tu dici:
No Mattia, forse mi sono espresso male io; per problemi non intendo le classiche litigate che possono avvenire frequentemente, robe che si risolvono col dialogo. Parlo proprio quando non si ha più pace in famiglia e non si riesce più a sopportare una relazione pesante.
Le conosco bene queste situazioni perchè dei miei zii si sono separati da poco, dopo ben 4 anni di litigi pesanti (nessuna violenza fisica eh, solo verbale). E credimi, è dura. Mio zio era arrivato al punto che non rendeva più come voleva e doveva al lavoro, perchè inevitabilmente questi problemi influiscono sul piano psicologico e in seguito al fisico; ti rendono stanco, nervoso, non riesci più ad andare avanti.

------------------------------

Quando la nostra famiglia è fondata su un matrimonio cattolico, ma soprattutto, quando al centro della casa c'è il Vangelo e l'imitazione della Santa Famiglia di Nazareth, separazioni, divorzi e quant'altro sono relativamente rari secondo la mia modesta opinione.
E riprendendo il discorso già fatto, proprio le nostre nonne che "sopportavano pazientemente", sono proprio quelle nonne che digiunavano dal sabato sera per recarsi puntuali ogni Domenica alla Santa Messa e mettevano al centro del proprio cuore la devozione alla Vergine Maria e al Santo Rosario.
D'altronde la devozione a Maria Santissima riesce a far superare tutti i più grandi ostacoli della vita e trasforma le persone e le famiglie.
Naturalmente per il resto, condivido il pensiero di Credente.

Con affetto fraterno.

La Vergine Maria sia la nostra forza [SM=g3228773]
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
MI SARETE TESTIMONI (Atti 1,8)
LUNA ATTUALE
banner-credenti-forum

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire

Cerca in BIBBIA CEI
PER VERSETTO
(es. Mt 28,1-20):
PER PAROLA:

 
*****************************************
Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin | Regolamento | Privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:10 PM. : Printable | Mobile - © 2000-2019 www.freeforumzone.com