printprint
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Rifiuto delle emotrasfusioni: cosa pensano medici e bioetici?

Last Update: 11/14/2015 6:19 PM
Author
Print | Email Notification    
11/14/2015 5:39 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Ferdinando
[Unregistered]
Su molti siti anti-tdG i vostri detrattori sbraitano contro il rifiuto delle emotrasfusioni, parlando di fanatismo e simili.

Mi chiedevo se ci sono dichiarazioni di medici non testimoni di Geova al riguardo, e se sostengono questa vostra decisione. Sarebbero una testimonianza super partes, non infiammata dal risentimento. Grazie.

Qual'è il nome di Dio?13 pt.10/19/2019 9:39 PM by barnabino
I Testimoni di Geova sono Monoteisti?12 pt.10/19/2019 9:32 PM by I-gua
Perché la prima guerra mondiale scoppió prima che Satana fosse scagliato sulla Terra? 8 pt.10/19/2019 8:31 PM by barnabino
11/14/2015 5:45 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 18,124
Admin
Certo che ce ne sono. Gli addetti ai lavori, gente seria e neutrale, sostiene senza esitazione la scelta di rifiutare le emotrasfusioni.

Qualche citazione puntualmente referenziata, trattasi di un lavoro ancora incompleto che prima o poi pubblicheremo in maniera organica e integrale, e che stiamo "snocciolando" nel thread Dicono di noi

---------------------------------------------------------------------
M. Therese Lysaught, Ph.D., Duke University, 1992, Theological Ethics, specializes in Catholic moral theology and health care ethics.

Joseph Kotva, Ph.D. Department of Philosophy Indiana University South Bend

Stephen E. Lammers, professor of religious studies at Lafayette College in Easton, Pennsylvania


"Le scelte religiose, quando sono chiare e genuine, vanno rispettate. Ad esempio, i bioetici hanno difeso i testimoni di Geova quando loro rifiutano sangue e derivati, e oggi nessuno pretende che i medici non debbano rispettare le volontà di un testimone di Geova adulto. [...]Questa scelta va rispettata. Si noti che non è la scelta religiosa che deve essere rispettata, ma la religione come scelta."

On Moral Medicine: Theological Perspectives on Medical Ethics
a cura di M. Therese Lysaught,Joseph Kotva,Stephen E. Lammers, 2012, pp. 91-93

---------------------------------------------------------------------
Bernard Lo, Professore emerito di medicina, Presidente della Greenwall Foundation



"Anche se gli operatori sanitari non concordano con queste credenze, devono rispettarle. Continuare a cercare di convincere un testimone di Geova [ad assumere sangue] è una mancanza di rispetto. Usare la disonestà per somministrare sangue non è accettabile."


Bernard Lo, Resolving Ethical Dilemmas: A Guide for Clinicians, 2012


--------------------------------------------------------------------

Umberto Veronesi, celebre chirurgo e politico


"Basti pensare al rispetto che dobbiamo alla volontà dei testimoni di Geova di non subire trasfusioni di sangue. Chi mai si sognerebbe di infilare con la violenza una siringa nelle vene o un sondino nel caso di qualcuno che lo rifiuta in modo assoluto?"

Umberto Veronesi, Il primo giorno senza cancro: le battaglie che abbiamo vinto e quelle che vinceremo, 2012



"Se io credo in Geova, sono un suo testimone sulla terra e come tale rifiuto una trasfusione di sangue, nessuno può bucarmi una vena e cacciarmi dentro una siringa, infliggendomi un trattamento che per me è più crudele della morte. Su questo punto non si può transigere, perché significherebbe accettare, per assurdo, che nel nostro paese la società è autorizzata a perpetrare violenza nei confronti dei suoi singoli cittadini"

Giovanni Reale, Umberto Veronesi, Responsabilità della vita: Un confronto fra un credente e un non credente, 2013


-------------------------------------------------------------------
Geri-Ann Galanti, Ph.D. e professore associato di Antropologia


"Supponiamo per un momento che i testimoni di Geova abbiano ragione riguardo al sangue. Scegliere di ricevere una trasfusione può essere interpretato come il rifiuto della vita eterna in cambio di pochi anni di vita sulla terra. In questa prospettiva non è molto razionale accettare una trasfusione. [...] Dottori e infermiere devono vedere la situazione sotto una prospettiva emica, e considerare la possibilità che i testimoni di Geova siano nel giusto. Devono anche riconoscere il ruolo che i testimoni di Geova hanno avuto come pionieri nella chirurgia senza sangue".

Geri-Ann Galanti, Caring for Patients from Different Cultures, University of Pennsylvania Press; Fourth Edition edition (August 20, 2008), pp. 66-67

--------------------------------------------------------------------

Astrid Nørgaard, dirigente medico presso il Rigshospitalet


"La chirurgia senza sangue non sarebbe arrivata dov’è oggi se non fosse per i Testimoni di Geova."

Denmark Radio; Kristeligt Dagblad (quotidiano)

---------------------------------------------------------------------

Petra Seeber, MD (Medico) Department of Anesthesiology
Aryeh Shander, MD, FCCM, FCCP: autorevole medico anestesiologo riconosciuto dal Time come uno degli "eroi della medicina".

"I testimoni di Geova amano e apprezzano la vita. La considerano sacra, un dono del loro Dio, che deve essere trattato con cura. Pratiche dannose come il tabacco, l'uso di droghe per divertimento e l'eccesso di alcolici, sono proibite dai princìpi biblici.
Inoltre hobby rischiosi e uno stile di vita sedentario sono scoraggiati, mentre sono incoraggiati una dieta sana e bilanciata e un moderato esercizio fisico.
Quando si parla di salute, i testimoni di Geova sono incoraggiati a prendere una decisione coscienziosa. Molte questioni di salute sono soggette a decisioni personali, come donazioni e trapianti d'organo, incluso il midollo osseo, o la contraccezione.
Comunque, per quel che riguarda il sangue, i testimoni di Geova aderiscono al comando biblico di "astenersi dal sangue". Loro considerano il sangue sacro come la vita stessa [...]. Lo stupro è un serio insulto alla persona e potrebbe lasciare cicatrici indelebili per il resto della vita. La persona potrebbe non riuscire a continuare a vivere come viveva prima di quell'atto. Alla stessa maniera, una trasfusione forzata è un serio insulto all'integrità di un testimone di Geova, e lascia cicatrici paragonabili a quelle di uno stupro. [...]
Quando i testimoni di Geova rifiutano le trasfusioni non chiedono "il diritto di morire", ma il diritto di essere curati con terapie alternative."

Basics of Blood Management by Petra Seeber and Aryeh Shander (2012)


--------------------------------------------------------------------

Richard B. Miller, Ph.D., Docente Universitario, Dipartimento di studi religiosi, Indiana University


"I medici non devono concludere che i pazienti sono degli incapaci perché non danno il consenso a un trattamento medico standard.
Un testimone di Geova che rifiuta una emotrasfusione che potenzialmente potrebbe salvare la vita, prende una decisione che i medici sono legalmente e moralmente obbligati a rispettare, per quanto irrazionale possa sembrare la cosa dal punto di vista medico."

Richard B. Miller, Children, Ethics, and Modern Medicine, Indiana University Press, 2003


--------------------------------------------------------------------
John B. Dawson, Professore associato, Dipartimento di Medicina, Norfolk, Eastern Virginia


"Lo sviluppo di alternative alle emotrasfusioni - diffusesi negli ultimi 60 anni - è stato fortemente stimolato dai testimoni di Geova"


John B. Dawson, Religion in Medicine, Volume 1, 2011

----------------------------------------------------------------------
Rose Christopherson, M.D., Ph.D. in Anestesiologia

"I pazienti hanno il diritto di rifiutare ogni cura, qualora siano competenti e abbiano la capacità di prendere decisioni riguardanti la salute. Molti testimoni di Geova rifiutano trasfusioni di sangue, o derivati del sangue, a causa della loro interpretazione di alcuni passi biblici. Dal momento che altri pazienti hanno lo stesso diritto di rifiutare trasfusioni di sangue, non è appropriato polemizzare coi pazienti riguardo alla ragione del loro rifiuto. Se sono responsabili di se stessi, hanno il diritto di rifiutare"


"I testimoni di Geova sono spesso persone abbastanza in salute [...] Non deve sorprendere che un anestesista possa non sentirsi a suo agio nel prendersi cura di un testimone di Geova. Ci viene chiesto di acconsentire a cose su cui non siamo d'accordo. Ci viene chiesto, potenzialmente, di lasciare che un paziente perda sangue fino a morire [...] Ma la volontà del paziente è più importante della volontà del medico, semplicemente perché trattare un paziente contro la sua volontà è una violenza, e non è permesso."

Avoiding Common Anesthesia Errors
Di Catherine Marcucci,Norman A. Cohen,David G. Metro,Jeffrey R. Kirsch, Lippencott Williams & Wil; 2012, p. 165
[Edited by admintdg3 11/14/2015 5:46 PM]



-----------------------------FORUM TESTIMONI DI GEOVA ONLINE-----------------------------

1) Leggete attentamente il Regolamento e attenetevi alle varie regole.
2) Usate il tasto Cerca prima di postare, onde evitare di scrivere cose che sono già state scritte in passato.
11/14/2015 5:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,627
Location: PINEROLO
Age: 49
TdG
Re:
Ferdinando, 11/14/2015 5:39 PM:

Su molti siti anti-tdG i vostri detrattori sbraitano contro il rifiuto delle emotrasfusioni, parlando di fanatismo e simili.

Mi chiedevo se ci sono dichiarazioni di medici non testimoni di Geova al riguardo, e se sostengono questa vostra decisione. Sarebbero una testimonianza super partes, non infiammata dal risentimento. Grazie.




Ovviamente ci sono eccome, il caso dei tdG (ma in generale di tutti coloro che rifiutano il sangue per vari motivi) è un problema etico ben noto.

Qui c'è un sito di discussione qualificata per addetti ai lavori:

noblood.org/

Transfusion Alternatives
Patient Blood Management
A community of medical professionals and members of the public who are responding to the worldwide concern about the efficacy, cost and availability of donor blood.
Since 1996

e qui un ospedale americano dove si puo' essere curati senza uso di sangue:

www.englewoodhospital.com/ms_bloodless_home.asp

The Institute for Patient Blood Management and Bloodless Medicine and Surgery at Englewood Hospital

Attivo dal 1994.

Qui un secondo ospedale che fa lo tesso:

www.hopkinsmedicine.org/bloodless_medicine_surgery/

The Center for Bloodless Medicine and Surgery

For many patients, blood transfusion is not an option, whether for religious reasons or safety concerns. The Center for Bloodless Medicine and Surgery team understands and respects this view. We are experts in patient blood management, improving health outcomes and creating peace of mind for those who seek the very best healthcare, without the use of blood or blood products.

Come al solito, c'è chi ha interesse a discutere e capire, e chi vuol gettare fumo negli occhi.

Simon
11/14/2015 6:00 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Ferdinando
[Unregistered]
Grazie per la risposta, vedo gente molto competente in lista (persino il nostro Veronesi).
A quanto pare i vostri detrattori sono anni luce lontani in quanto a competenza e credibilità, e non avendo né basi di bioetica né rispetto per le credenze altrui, giocano col solito sentimentalismo a buon mercato, tipico degli ignoranti e di chi vuole attaccare un gruppo sociale o religioso diffondendo storielle che fanno leva sui sentimenti.
11/14/2015 6:19 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Post: 32,627
Location: PINEROLO
Age: 49
TdG
Re:
Ferdinando, 11/14/2015 6:00 PM:

Grazie per la risposta, vedo gente molto competente in lista (persino il nostro Veronesi).
A quanto pare i vostri detrattori sono anni luce lontani in quanto a competenza e credibilità, e non avendo né basi di bioetica né rispetto per le credenze altrui, giocano col solito sentimentalismo a buon mercato, tipico degli ignoranti e di chi vuole attaccare un gruppo sociale o religioso diffondendo storielle che fanno leva sui sentimenti.



Hai capito molto bene il punto.

Qui un altro documento, facilmente reperibili in italiano:

www.ulssasolo.ven.it/content/download/4974/36493/version/1/file/DOCUMENTO+EMOTRASFUS...

è un documento del comitato etico della unità socio-sanitaria del Veneto che si esprime in questo modo:

"2.3 L’esecuzione dell’emotrasfusione contro la volontà del paziente è eticamente e deontologicamente scorretta e, alla luce delle più recenti acquisizioni dottrinali e giurisprudenziali, può considerarsi illecita anche sul piano giuridico."

Saluti,

Simon
Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:00 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com