Nuova Discussione
Rispondi
 
Facebook  

Plastico tramvia Firenze

Ultimo Aggiornamento: 01/05/2016 15.34
Autore
Stampa | Notifica email    
24/05/2015 17.47
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
Iniziato il lavoro di montaggio delle spallette esterne del ponte. Mi sono fatto fare in fusione di metallo bianco 136 supporti alti 1.3 mm e larghi 0.4 mm. Solito lungo lavoro certosino di montaggio e di allineamento, con attenzione al fatto che, al vero, i pezzi non sono tutti equidistanti l'uno dall'altro, come già era stato anche per il corrimano interno. Ho dovuto misurare sul ponte vero, anche lì con pazienza certosina, uno ad uno, tutte le distanze effettive. Comunque questa parte di progettazione, se non altro, è servita come riscontro alla lunghezza effettiva del ponte, e anche per il posizionamento dei pali della catenaria. L'asfalto a fine ponte è poi simulato con il classico foglio di carta smeriglio.
Ultima ProvaTestimoni di Geova Online...54 pt.10/12/2018 07.58 by barnabino
indovina la cittàIpercaforum28 pt.09/12/2018 22.54 by rufusexc
Monza Giana Sabato serablog191215 pt.10/12/2018 08.17 by TifosodaBG
25/05/2015 11.37
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
...che pazienza...!
26/05/2015 02.49
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
Oltre alla complicazione di tenere a distanza i 6 listelli da mm.1x1 delle spallette esterne, utilizzando spessori in cartoncino, ho scoperto che i 7 pali, a base ortagonale, che tengono su i cavi della corrente, erano tutti differenti fra di loro. Dopo un primo prototipo in scala 1/43, dove si vedevano le 8 facce del palo, e la misura alla base più larga rispetto alla sommità, pur avendo provato a riprodurlo in H0, alla fine ho convenuto che in questa scala, la differenza poi non si vede, anche se un piccolo lavoro di piallatura e rastrematura è comunque stato fatto.
[Modificato da Mela55 26/05/2015 02.51]
26/05/2015 22.38
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
Finalmente finito il lavoro di verniciatura sui pali, passato al montaggio, e a seguire, posa definitiva del ponte sulle spallette dell'Arno, con rifinitura delle due zone di unione, la discesa del sottoponte lato Cascine e il vialetto ancora ad oggi incompiuto per il camminamento lato Paolo Uccello (vi sono ancora a vista i ferri dell'armatura che attendono ormai da 5 anni la colata di cemento...).
Aggiunto un altro po' di verde, anche troppo perché al vero c'è molta più terra, ma si cerca di riprodurre più volentieri il bello..., e una pianta nata fra 2 strati di cemento. Chiusa questa fase, c'è da ritornare a mettere mano al Sirio, che attende paziente da un paio di settimane in rimessa...
26/05/2015 23.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
Già in precedenza ho descritto come si è sviluppato il lavoro sul Sirio, queste sono alcune immagini dell'avanzamento lavori. La cosa buffa è come è nato tutto questo. A ottobre 2014 ero alla mostra di Empoli per esporre miei diorami vari a tema rally 1/43. Lì ho conosciuto Bruno Vecchione che esponeva un mega impianto dello scalo ferroviario di Messina compreso due traghetti dove il treno entrava ed usciva veramente! Tutto fatto da lui! Abbiamo fatto amicizia, mi ha fatto venire la voglia di fare qualcosa in H0 che non fosse mai stato fatto da nessuno, e così è partita l'idea pazza della tramvia, anche in funzione del fatto che nel plastico di Messina, lui, prima o poi, continuando ad ampliare, avrebbe voluto inserire la tramvia che hanno loro là, un Fiat Cityway a 5 casse. Così ho promesso che se la mia fosse venuta bene, il lavoro successivo sarebbe stata la sua. E così è, ad oggi sono ancora in fase progettuale, ma qualche pezzo l'ho già costruito, e appena ne varrà la pena, farò vedere anche questa.
27/05/2015 21.50
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 1.602
Registrato il: 03/12/2004
tranviere veterano
Ribadisco, lavoro certosino!

due domande: come hai realizzato le gole dei binari tranviari?
perchè tra le varie vetture hai scelto la 1003?

Stefano

Mal voluto un'è mai troppo
28/05/2015 01.23
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
La prima prova che ho fatto per la gola del binario è stata di tagliare del lamierino di comuni lattine e piegarlo a L, per poi inserirlo all'interno del binario, appoggiato su legno di balsa, ma è stato un disastro, sia perchè il lamierino, tagliato così fine, non si manteneva diritto e tendeva a svergolare, sia perchè il fondo batteva sui fermi in plastica che reggono le traversine al binario per cui era impossibile mantenerlo diritto e soprattutto, nonostante lo spessore minimo, impediva al bordo ruota del carrello tram di scorrere regolarmente all'interno della gola. Allora ho optato per una soluzione più pragmatica. Ho incollato al centro binario del cartoncino da 0.5 mm, e su questo del legno di balsa (per la curva) e del forex (parte dritta) da 2 mm. Su questi pezzi, ai bordi, avevo incollato prima dello scotch metallico ritagliato precedentemente in "fettine" da 2 mm. Anche lo schotch tendeva a svergolare, ma essendo ovviamente molto malleabile, non avevo difficoltà a posizionarlo come desideravo. Lavoro un pò laborioso ma di buona efficacia. Purtroppo la base della gola interna non è chiusa come i binari veri, proprio per impossibilità di spazio, ma con verniciatura adeguata del sotto, prima di montare i listelli, il vuoto si nota solamente se si è proprio sopra al binario (dove c'è il loco di prova), perchè appena ci si sposta di anche 2 cm., non si vede più.
28/05/2015 01.44
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
La scelta del numero 1003 è stata quasi obbligata. Non sono riuscito a trovare decals di lettere e numeri bianchi della grandezza che mi serviva, così ho preso delle scritte Good Year scala 1/43 che si applicano alle gomme delle auto da corsa, e tagliuzzando ogni lettera in 2 o anche 3 parti, ho composto la scritta Gest e il numero 1003. Il numero 3 viene dalla E rovesciata e " stondata" ai bordi, la lettera più complicata è stata la S perché ha una forma particolare. Comunque, semmai dovessi fare un secondo tram, faccio le foto a tutte le scritte e mi faccio fare delle decals apposta...
28/05/2015 09.23
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 140
Registrato il: 23/02/2010
tranviere junior
Un consiglio per le decal: usa le foto come modello, ma disegna le scritte con un programma di grafica vettoriale (tipo CorelDraw o simili). Risulteranno molto più nitide, sicuramente diritte e in perfetta scala. Se trovi un font uguale o simile a quello che ti serve non devi nemmeno disegnare i caratteri: scrivi e poi converti in poligonali.
Per i binari io avevo utilizzato dei profilati in ottone: un profilato a U 2x2 affiancato e saldato con un listello 1x2. la superficie di rotolamento era color acciaio perché avevo volutamente ecceduto con lo stagno, per scurire la gola si può usare un brunitore oppure un colore tipo gun metal.
Però si trattava di un pezzo di circa 20 cm (la basetta per il modello della Ventotto)

Carlo
[Modificato da carlomez 28/05/2015 09.25]
28/05/2015 13.34
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
Grazie delle dritte. Confesso di non essere molto a mio agio con il computer per utilizzo di applicazione di programmi, idem per lavori di saldatura, ma al prossimo lavoro comunque ci proverò. Se voglio continuare per fare altre cose simili alla tramvia, devo per forza attrezzarmi, qui si tratta di un gradino superiore al diorama classico di alberi-case-fiumi-colline ecc.
28/05/2015 14.43
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 96
Registrato il: 19/07/2013
apprendista tranviere
Non si può che dire che è un lavoro favoloso! Ti invidio, mi piacerebbe tanto imitarti ma il tempo e le circostanze lo impediscono.

BRAVO !
28/05/2015 15.19
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
Ciao, Mela. Complimenti per il tuo operato! Mi piacerebbe sapere come hai fatto a risolvere il problema di "convivenza" con i tuoi familiari? A parte la veranda-stenditoio, mi sembra che occupi anche un po degli spazi comuni a tutti. O no?
[Modificato da liquidatore 28/05/2015 15.20]
28/05/2015 19.28
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
Ho avuto buon fiuto a prendere un appartamento di 5 stanze completamente da ristrutturare nel lontano 1979, così l'ho pagato poco, quando ancora si comprava bene. Una delle stanze, la più piccola m.3.70x2.70, l'ho tenuta per me che facevo già modellismo da prima, così che l'allora mia futura moglie sapeva come stava la faccenda...Oggi utilizzo sempre quella stanza e solo la terrazza verandata serve per lavori di falegnameria, preparazione parti più grandi e verniciatura. Però la utilizzo anche per le riparazioni di casa, così da evitare attriti familiari... Ma non è complicato perchè non avendo figli, siamo solo in due... Comunque sto soppalcando quella stanzetta per rifare un mio nuovo plastico ferroviario.
31/05/2015 11.55
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 175
Registrato il: 26/07/2009
tranviere junior
Spettacolare! Complimenti!
16/06/2015 16.05
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
Ritorno ancora sulla costruzione del Sirio. Come già detto, dal disegno tecnico ho ritagliato le "figurine" delle 5 casse e le ho incollate sul legno, per poi tagliare, scontornare e rifinire i pezzi su base piana, inizialmente. Poi andando avanti a tagliare, limare ecc, sono arrivato alla forma 3d. Ho fatto anche i due cruscotti per le cabine di guida, ripromettendomi in seguito di fare tutti gli interni, cosa che ancora ad oggi non ho fatto....ma si farà... A lavori terminati, con i pezzi ancora grezzi, fatto una prova di cammino...a spinta...A quel punto ho cominciato a cercare qualcuno che potesse utilizzare i pezzi come master per forme in silicone e poi in resina, ma, non trovando niente, avendo anche la voglia di vedere il lavoro finito, ho portato il tutto a conclusione. Semmai trovassi qualche "volontario" che, con pazienza, mi insegnasse a lavorare il silicone per fare gli stampi e poi fare i pezzi in resina, ora che sto approntando la tramvia di Messina, potrei farne una piccola serie, e poi ritornare da capo al Sirio per un'altra piccola serie. Ma qui siamo già al futuro, ne riparleremo più avanti.
17/06/2015 11.10
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
Tutto questo mi fa venire in mente il romanzo (seguito da ben 2 films) "Il volo del Fenice" nel quale un progettista di aeromodelli ricostruisce e fa volare un aereo vero, dopo un disastroso atterraggio di fortuna. Ho sempre creduto che ciò sia possibile!

[SM=x346219]
[Modificato da liquidatore 17/06/2015 11.12]
17/06/2015 13.44
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
Si, li ho visti entrambi quei film, il primo interpretato da grandi attori, James Stewart uno per tutti, e il secondo, remake, da Dennis Quaid, e devo dire che mi hanno affascinato. Allora esco per un attimo dal tema tramvia e racconto di una delle mille pensate che mi sono sempre passate per la testa. Io, a livello di modellismo, mi sono sempre appassionato di tutto, ho cominciato dagli aerei 1/72 Airfix, per poi passare ai velieri, sempre in plastica e poi di conseguenza in legno, classici Victory, Bounty, ecc. Nel frattempo non mi sono fatto mancare un plastico H0 ferroviario e le auto da corsa 1/43 (e altro...) soprattutto prototipi e GT, tema Le Mans. Poi un giorno è uscito in edicola il motoscafo Riva 1/10, e, ritornando al volo della Fenice, mi sono detto: perché non costruirlo contemporaneamente in scala 1/1? Ovviamente non avevo spazio per montarlo, ne' tantomeno strumenti adeguati, ma la mia idea era intanto di costruire la centina, con legno recuperato un po' dove si trova, tanto non ho mai avuto la presunzione che, semmai un giorno l'avessi finito, sarebbe dovuto pure andar per mare, non ho cognizioni tecniche marinaresche, se un legno pesava più di un altro, magari più a destra che a sinistra, pace... L'importante era far tutti i pezzi bene, uguali e a regola d'arte...modellistica. In futuro ci sarebbe stato da affrontare più che altri il trovare uno spazio per il montaggio. Bene, sono riuscito a fare due centine, erano venute anche benino, e dopo averle tenute in terrazza, smontate in tre parti cadauna, le ho trasferite nel sottotetto condominiale. Poi, purtroppo, tre anni fa, ho perso il lavoro e attualmente sono disoccupato (da qui la mia possibilità di lavorare tante ore sul modellismo, sennò c'è da spararsi...), così il Riva in grandezza naturale rimarrà un sogno. Anzi, il legno di una delle due centine mi sta servendo come base per il mio ex plastico ferroviario 1976/77 che ho riesumato recentemente e a cui sto lavorando, in contemporanea con la tramvia di Messina e la costruzione di un casello ferroviario scala 1/100 vicino alla stazione di Dicomano, che farà parte del plastico del DLF di Firenze, della linea Rufina-Borgo S.L. E beh, credo che per ora basti....
18/06/2015 10.23
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
[SM=g1914996]
Però, scusami ma l'ordinata in scala 1/1 di un Riva è ben più grande di un casello ferroviario in scala 1/100 (1 cm = 1 m). Ma quanti ce ne hai fatti di caselli?? C'è qualcosa che non mi quadra. Ciao
[Modificato da liquidatore 18/06/2015 10.40]
18/06/2015 14.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
Hai ragione, ho compresso troppo il discorso io. Il plastico ex 1976 che sto ricostruendo, è montato su un soppalco della mia stanza di lavoro e il legno dell'ordinata (spessore cm. 2.8) mi è servito per fare parte dello "scheletro" su cui poggia detto plastico (della serie: non si butta via niente). Il casello ferroviario invece è fatto di solo cartoncino rigido da 2 mm. con piccoli listelli in legno da 3x3 mm. per rinforzo, e la tramvia di Messina ricalca il Sirio, come lavorazione.
16/07/2015 02.25
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
OFFLINE
Post: 674
Registrato il: 19/05/2015
tranviere senior
Oltre al tram di Messina in costruzione, ho portato anche il Sirio alla sede del DLF di Firenze, agganciato alla solita loco D234 della Rivarossi per un prova dinamica, e devo dire che gira abbastanza bene. In attesa di ricevere il motore della Leopold Halling...
[Modificato da Mela55 16/07/2015 02.37]
Nuova Discussione
Rispondi
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 08.18. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com