Previous page | 1 | Next page

[DESCRITTIVO][TEMPIO] Al Tempio assume le sembianze di una Vecchia

Last Update: 1/9/2014 12:15 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 11
Gender: Female
1/9/2014 12:15 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

RIASSUNTO

Tyana cerca risposte alle particolari "sensazioni" alle quali starebbe
assistendo sull'Isola di Avalon. La stessa ombra, quel senso della Rovina
e della Condanna si plasma invisibile, incolore, nel pulviscolo atmosferico
del Tempio. Anche questa volta si nutre delle emozioni,
assumendo la forma di una Vecchia donna, come se fosse un marchio
per il tempio in questo nuovo tempo. Ed infine anche questa volta lascia le sue parole...
Ma Tyana non arriva alle risposte che cerca



COMMENTO


Ho lanciato alcuni responsi, avrei voluto continuare ancora un pò ma avevo da studiare stamattina [SM=g27829]
Niente da segnalare, oltre al ringraziamento per le due fanciulle! [SM=g27830]




TEMPIO DI AVALON





TYANA [Ingresso tempio] Da circa 10 minuti la spagnola osserva l'entrata del Tempio, si era stata tutta arzilla nel chiedere a senora Arshal di incontrarsi ed anche a dire che sarebbe andata lì, ma ora? Beh ora non sa se entrare e rischiare di essere fulminata perchè atea e giacente con donne o restare lì davanti e aspettare che qualcosa o qualcuno si manifesti. Per buon conto dietro si era portata anche la polpetta che le era piovuta dal cielo qualche settimana addietro..Non si sa mai. Si starebbe anche grattando la testa, con i capelli più lunghi, lasciati liberi di danzare allo zefiro sereno dell'isola. Di mettersi ad urlare per richiamare l'attenzione non ha voglia ma piano piano? *Senora Arshal? Ci siete?* Verbierebbe non sapendo se magari l'eco di qualche navata porta all'oto una voce.



ARSHAL [Nicchia Cerridwen] quanto tempo trascorre davanti a quella statua ultimamente? Eppure ha imparato a ritrovare il volto della Dea nella propria mente, in sé stessa. Forse, qualcosa le dice che quel nuovo ruolo richiede di mostrare qualcosa di differente, o forse le mancano le sue sorelle del Meriggio e quello è l'unico luogo dove può scorgerne il riflesso, ora che anche la Somma Stella veste di nero ed il Tempo dell'Estate è lontano. E' in piedi, con i piedi scalzi ed i talloni fermi, l'uno attaccato all'altro. La veste, la stella sulla sua fronte e l'athame fermo al fianco sinistro sono rossi, inevitabilmente e come sempre. I lunghi capelli scuri sono stati tirati fino a metà nuca e qui fermati, per essere, poi, liberi di scendere lungo la schiena, lisci. Sente la voce che la richiama e la dovrebbe riconoscere, per l'accento e perché l'aspettava...eppure non si muove, continua ad osservare la statua, come se niente fosse e senza che l'espressione sul suo volto sia minimamente scalfita.



TYANA [ingresso tempio]Non ottiene risposta, ne il palesarsi di qualcuno, o entra o se ne va, non ci sono moltissime alternative. Tyana è comunque rispettosa, lo è perchè avere a che fare con la religione del Cristo bianco comporta imparare delle regole, è così oggi non è semi svestita, ma indossa dei pantaloni più lunghi che arrivano a meta del polpaccio e una casacchina con la pancia coperta, non ha nulla per i capelli, nulla da mettere in testa, spera sinceramente che non sia obbligatorio, è sempre senza scarpe. Lentamente, un passetto alla volta, varcherebbe la porta e si ritroverebbe proiettata nella navata centrale. Maestoso non c'è che dire. Tuttavia non compirebbe molta strada, solo qualche passo prima di voltarsi a guardare l'uscita e battersi i palmi addosso convulsamente per essere certa di essere intera e non fulminata da furie divine. *Senora Arshal?* Ancora chiederebbe ferma a circa 2 met all'interno.



ARSHAL [Nicchia Cerridwen/Sacro Fuoco] sente ancora la voce di Tyana risuonare alle sue spalle e questa volta reagisce, ruotando su sé stessa, ma con tutta la calma di questo mondo...Sihne potrebbe essere fiera di lei, che sembra aver appreso quanto il tempo possa non essere vissuto come una corsa...per quanto un umano possa apprendere qualcosa di simile e per quanto lo possa fare una sacerdotessa del Meriggio, sempre preda di quel fuoco poco disposto a frenarsi. S'avvicina all'altare e lo supera, andandosi a portare con esso ed il Sacro Fuoco alle spalle, mentre la navata centrale è di fronte a lei. ''Tyana?'' domanda, anche se già l'ha riconosciuta.


TYANA [navata centrale] Sarebbe ancora intenta a tastarsi completamente, per capire se è tutta sana, si sta controllando le dita delle mani e anche quelle dei piedi, sembrerebbe tutto in ordine, e ordine ordinato, non ordine sparso, quindi quasi si sentirebbe più sollevata e ha sollevarla maggiormente la voce della sacerdotessa. * Si si, soy yo..* Direbbe rimanendo ferma e ben dritta che deve fare esattamente? Inginocchiarsi e fare segni con dell'acqua benedetta? Baciare terra come i conquistatori? Non dare mai le spalle all'altare? Ecco non lo sa, quindi meglio aspettare. * Vi cercavo..Non ho urlato*.


[ATTENDERE RESPONSO]

Una sola nuvola si compiace del suo cielo, quel cielo che sente proprio, appartenergli da sempre, da un'Immensità ed oltre. Eppure l'Eternità non è invariabile, Essa si muove, decide di cambiare, decide ancora di svelare qualcosa. Se l'Eternità fosse per tutti non avremmo bisogno di donargli alcun frammento di noi, di piccole Anime che sono coloro che cercano. Ma nell'Evolversi delle cose e dei gesti, anche le persone richiedono risposte, altri vogliono capire, altri vogliono sapere. Altri invece hanno solo Paura. Per questo motivo l'isola sa riconoscere cuori da altri cuori, Anime e volti, da altri e differenti. Lascia solo il tempo di prosciugarsi e tornare a quell'essenziale rivolto a chi, sempre, saprebbe comprendere il Mistero, tutto Femminile, che la Dea ancora avrebbe in serbo per loro. Si spostano refoli di vento, senza rumore. Stesse Ombre, stesse sensazioni. Stesso cuore, quello iberico. Una Stella del meriggio che attende al Tempio, attende forse che le proprie Fiamme possano purificare. E l'Isola quello richiede, Purezza e purificazione.

[GDR PLAY, TURNI: Arshal, Tyana]




ARSHAL [Pressi Sacro Fuoco] ''Lo so, Ty, ho sentito.'' sì e ha voluto ch'entrasse...ora Arshal è qualcosa di diverso, uno sguardo attento, forse, potrebbe leggere questo mutamento nel suo sguardo, negli occhi chiari che si posano sulla spagnola e la osservano ''Vi aspettavo.'' sempre il voi, Tyana lo sa ed in quel luogo più che mai ''Perché volevate parlarmi?'' scuote leggermente il capo e sorride appena, incoraggiante ''O per meglio dire: volevate parlare a me in quanto Arshal, o a me in quanto sacerdotessa.'' l'altra, forse, potrà comprendere solo in parte l'importanza di quella domanda ed in effetti diventa sempre più difficile, anche per lei stessa, trovare il confine tra la donna e la sacerdotessa.



TYANA [navata centrale] La osserva, donna ostinata, si ostina con il voi, la lascia fare Tyana lo ha capito, inutile chiedere il tu. Si avvicinerebbe, cercherebbe di fare qualche passo, non troppo, non sia mai che quel fuoco decida di fare della spagnola torcia umana. *Yo..* Si gratterebbe la testa, ma che domanda era? * Io credo che mi serva parlare con la sacerdotessa, ma se in corso d'opera mi servisse Arshal possiamo cambiare?* La specifica di una espanola loca. Tuttavia non attenderebbe risposta a quella scemenza e mostrerebbe i dorsi delle mani, sopra non c'è più nulla, nessun segno, ma a quel far vedere, seguirebbero parole. * Qui su c'erano delle ali nere di farfalla..Al sacro Tor sono apparse tanteeeeeee mariposas, negre e hanno detto che portavamo la morte e poi sono tutte morte..Io sono andata a cercarle morte poi, ma Cristallo è caduto, io sono andata a prenderlo..Vabbè non c'entra niente...Le mariposas non c'erano, ma la signora della confusione ne ha una*. Riassunto fatto...



[ATTENDERE RESPONSO]

E' la stessa Ombra invisibile che cerca il suo spazio, ancora partita dalla Foresta, da qualche dannato angolo di quel verde sacro, ma l'Isola è scontenta, forse preme in essa quella sorta di sensazione in cui s'è insoddisfatti dei propri figli e come Madre Essa può tutto sul suo sangue. Nella trasparenza delle bianche mura del mattino del Tempio, l'Ombra Invisibile, quella presenza scomoda, si insinua certa. Cerca i battiti e le angosce altrui, questa volta per accoppiarsi con altre immagini, o altre voci, altre parallele Realtà, costringendo alcuni Occhi a guardare e a vedere, altre orecchie ad udire, proclamando così altre croci, altre dannazioni. Occhi che vedranno e Bocche che parleranno. La sagoma di una Vecchia si consuma in alto, si modella invisibile però agli occhi di Tyana e della Stella, ma nasce e si addensa sempre più sulle loro teste, la Vecchia vede loro, ma loro non la vedranno, forse tra non molto quell'Ombra Antica, presagio di condanna e rovina, si plasmerà nella voce, ma richiede le loro stesse voci, senza l'essenza della gente, delle persone di Avalon, non avrebbe potere. Non ne vuole per sè.

[GDR PLAY, STESSI TURNI]




ARSHAL [Pressi Sacro Fuoco] aggrotta la fronte, prima di replicare ''Ho già udito questa storia, ma da chi non l'aveva vissuta in prima persona...chi sarebbe la signora della confusione?'' Tyana ha scelto e lei non parla più dell'argomento donna-sacerdotessa...la spagnola non lo sa, ma ha scelto di rimanere tra le mura del Tempio, dove Arshal è più che mai la sacerdotessa che lei ha cercato. Rimane ferma, ignara di ciò che sta per accadere, perché i suoi occhi non vedono altro che la donna, concreta, che hanno davanti. Eppure, non dovrebbero i suoi sensi percepire se un qualche pericolo incombe su di loro? Non dovrebbe comprenderlo, anche se non si tratta di qualcosa che già s'è palesato? [Skill Sesto Senso, liv 5]



TYANA [navata centrale]Non percepisce niente, a parte un po' di disagio a trovarsi tra sacre mura, eppure ammettiamolo se ha cercato Arshal a qualcosa spera possa servire, del resto è decisamente ignara, peggio della donna. * Io chi è non lo so, quando l'ho conosciuta alla bettola mi disse che era del caos, ha i capelli rossi ed è fastidiosa*. Storcerebbe il naso a dire questa cosa. Non specificherà il fatto della birra coi nani nè che voleva lei facesse il giullare. Tuttavia prima di scordarlo, infilerebbe la dx mano in tasca e cercherebbe di tirare fuori la polpetta carbonizzata. la mostrerebbe a lei a palmo aperto. *Questa con le farfalle non c'entra nulla, ma mi è piovuta in testa fuori dalla locanda, l'ho chiesta al cielo..Non ho specificato la cottura… che vuol dire secondo voi?* Occhioni sbarrati nella speranza di una rivelazione.




[ATTENDERE RESPONSO]

Ghigna beffarda la Vecchia sospesa in alto, rugosa ed avvizzita, ha assunto una forma non dissimile da quella della Velata, ora che l'oscurità parrebbe calare anche sul Tempio, sente fortemente quella immagine per sé, l'Ombra assume ciò che percepisce maggiormente nei luoghi e negli angoli di Avalon. Una Vecchia per il Tempio di Avalon, non si chiede il motivo, essa nutre se stessa di tutto, controllo e immagine, una invisibile, ma l'aria permette al pulviscolo di riflettersi contro luce, permettendo così alle due donne di intravedere l'assurdità tra quelle mura da cui Essa è riuscita ad entrare. ''Perchè sei qui?'' un alito mortale che udirà solo la spagnola. ''Perché cerchi e non mi aiuti?'' nelle orecchie di Tyana si tufferanno quelle parole che non avrebbero né il sapore del male , né quello della bontà, sono domande poste per decidere di avere delle risposte. Arshal dal suo canto proverebbe freddo per un lungo attimo, un freddo antico, che forse nessuna fiamma potrà scaldare, nessun fuoco posto lì ad illuminare la statua di Cerridwen potrà infuocare. Avvertirà come se un velo sottile si fosse insinuato tra lei e la sua interlocutrice, ma non saprà darsi spiegazioni. Forse riuscirà a stringersi tra le braccia, niente di più per la Stella del Fuoco.

[GDR PLAY, STESSI TURNI]




ARSHAL [Pressi Sacro Fuoco] scuote il capo, perché quella descrizione è troppo vaga e perché lei conosce donne rosse...forse una fastidiosa l'ha anche incontrata...ma da qui a dire che appartenga al caos, no, non ha modo di pensarlo. Osserva la polpetta ed alza un poco le spalle ''Qualcuno l'ha tirata dalla finestra al momento giusto?'' da lei ci s'aspetterebbe una risposta meno concreta? Eppure la sacerdotessa sarebbe sul punto di ridere, se non sentisse il gelo che cala sul Tempio, tra lei e Tyana, nelle sue ossa. Gli occhi s'alzano, scostandosi dal volto della spagnola ed andando in cerca di qualcosa...ombre, o luci diverse da quelle che dovrebbero incontrarsi in una normale mattina?




TYANA navata centrale]Obietterebbe, starebbe anche per farlo, lei è certa che la polpetta arriva dal cielo perchè la richiesta non era certo urlata, ma il tempo di quella riflessione o della contro battuta non ci sarebbe nemmeno, tra la leggera polvere che si percepisce, nel gioco di normali luci ed ombra, qualcosa parrebbe prendere una concretezza diversa, non materiale, non potrebbe certo dirlo, ma diversa, starebbe fissa ad osservarla, perchè ormai si aspetta di tutto, quando una voce, strana, ben udibile, ma sconosciuta, o forse similare a quello che avrebbe udito al Tor, le entra nelle orecchie. Gli occhioni si spalancherebbero, cercherebbero anche Arshal, che non sa dire se abbia sentito o meno, *Avete sentito? perchè sono qui dice e perchè cerco e non aiuto..* si avvicinerebbe, qualche altro passo alla donna, non crede certo sia uno scherzo di cattivo gusto, fisserebbe statue, angoli, anche il fuoco e si volterebbe ancora verso l'entrata...La testa comincia a pulsare, il cuore batterebbe forte.



[ATTENDERE RESPONSO]

L'Ombra si staglia nell'aria, vortica e gira velocemente, gli occhi delle fanciulle noterebbero un ambiguo movimento del pulviscolo atmosferico, riflesso fine della luce del mattino. Una massa di polvere cristallina che si concentra in un punto molto alto della volta scoperta del Tempio. Ride fortemente e poi calca giungendo verso le Tre Statue, come un serpente a spirale le accarezza tutte, mentre fulminea giace e torna sospesa tra loro. Gli occhi finti di contorni di fumo fissano la Stella ed un solo sussurro si placherà inerme nel suo cuore, Arshal non confonderà quelle poche parole, le medesime che al contrario questa volta non udirà Tyana. ''Anche il Fuoco brucerà e rinascerà, dipende da Voi tutti''. Una forma come un battito, si solleva in un moto d'aria e scende ancora per fermarsi dinnanzi alla spagnola, in modo che questa volta i suoi occhi senza forma evidenziati nel fumo si fermino su essi, entrambe percepiranno solo una strana massa di polvere, senza forma definita, eppure qualcosa vive ed esiste in quel frangente, da non saperne dare una spiegazione, che sia quanto meno razionale. ''Il Tuo Coraggio… un baccello di niente!'' parla roca ed irata, lascia il suo messaggio, non può fare di più. Quell'Ombra non può davvero compiere più di quanto non stia già facendo. Dalla Terra e dall'Aria si trasformerà fino a diventare refolo, come prima, negli occhi delle donne si rispecchieranno alcune scie di polvere spostate dal vento, accompagnate poi fuori da esso. Nulla lascia oltre quelle enigmatiche parole per entrambe, nulla oltre il silenzio.

[GDR END! Continuate in Automastering, Grazie!]


ARSHAL [Pressi Sacro Fuoco] pur provando il timore proprio di qualunque essere umano, davanti ad una forma sconosciuta e sovrannaturale, che porta gelo e parole poco chiare, le labbra della sacerdotessa si piegherebbero in un sorriso. Seguirebbe l'immagine che si sposta sulle tre nicchie e poi tra loro, impalpabile ed incomprensibile. Si volta, poi, dando le spalle a Tyana e posando lo sguardo sulle fiamme. Alza la mano destra, fin quasi a sfiorare il fuoco, anche se si ferma un istante prima che il contatto avvenga...che grande novità, che il fuoco bruci e rinasca! No, le parole dell'ombra non hanno turbato il suo cuore quanto sembrano aver fatto per altri. ''Credo di non aver udito le vostre stessa parole...eppure ce n'erano, sì. Era la stessa voce, Ty, quella che vi parlava di morte? Vi prego, ditemi, con ordine, ciò che v'ha detto allora e ciò che ha pronunciato oggi. Sa che la spagnola potrebbe essere scossa da quell'apparizione, dunque, proverebbe ad allungare la propria mente verso di lei e donarle una qualche sensazione...ma non assurda, come ha fatto in precedenza, una sensazione naturale di calma, il profumo dei meli in fiore che s'insinua tra le mura del Tempio e l'aria che si fa tiepida, sulla pelle della giovane donna, per scacciare il gelo che l'ha preceduta. Niente di strano, qualcosa che potrebbe non essere considerato un incanto. [Skill Infondere Sensazione, liv 5]



TYANA [navata centrale]Sono occhi sbarrati quelli che, qualunque cosa stia vorticando, vedrebbe, sono quelli di una spagnola terrorizzata, che se non fosse stata partecipe di ciò che fu al Tor, penserebbe che siano le divinità a non volerla. altre parole sentirebbe, finchè tutto parrebbe sparire. La voce di Arshal, quella la porterà a voltare lo sguardo e seguire lei, cercando di prestarle attenzione. Annuisce e stranamente, per come ella è fatta, sentirebbe di essere più calma e leggermente più padrona di se, un bel profondo respiro, aiuterebbe. *Le farfalle del Tor hanno detto che portavamo morte, poi si sono unite ed hanno formato delle immagini, un triskell, come quello che ho al collo* Mostrerebbe, stringendola, la collana regalatale da Antair. * E poi dei fiori alberi. Hanno detto che non vedevamo e che ci avrebbe preso tutti, poi sono morte* .Lo racconterebbe con calma, ancora respirando, stranamente con una controllata agitazione. * Qui ho udito che io non vedo che dovrei aiutare, non cercare e che il mio coraggio è un baccello di niente..* Fisse quelle parole, monito? Diversivo? Indizi? Tyana è molto stanca, se ci fosse qualche panca si siederebbe, portando le mani unite sulle coperte cosce.


ARSHAL [Pressi Sacro Fuoco] sì, ci sono panche all'interno del Tempio, ma Arshal non seguirebbe Tyana per raggiungere la più vicina. ''A me ha detto che il fuoco brucerà e rinascerà...che dipende tutto da noi.'' sorride ancora ed ancora la mano destra si trova ad un soffio dalla fiamma, quasi troppo vicina, ma lei vorrebbe trarre forza da quel calore, caro alla sua Dea ed accantonare il dolore che esso potrebbe iniziare a procurare alla pelle, così vicina. Al dolore è abituata, al caldo ed al freddo anche, ora dovrebbe essere in grado di sopportare. [Skill Resistenza, liv 3] ''Un triskell...un simbolo dell'equilibrio e del Cerchio, in fin dei conti. In altri culti potrebbe essere usato per i tre volti della Dea, o per il ciclo che il sole compie.'' [Skill Conoscenze Religiose, liv 3] ''Dunque morte...il Cerchio della vita...fiori ed alberi, la natura, il suo ciclo...coraggio e morte.'' quasi sussurra, ma in quel silenzio Tyana dovrebbe udirla ''E' strano, sì, è come se queste immagini c'avvertissero di qualcosa che il mondo ha sempre conosciuto.'' la morte, che tanto spaventa gli uomini, non sembra in grado di turbarla più di tanto. Lei ha imparato a servire la i tre volti della Dea ed anche quello di Rhiannon, anche la morte ed anche quello di Cerridwen, della guerra e del sangue e di Arhiannon, la cui speranza nasce solo dopo il buio. No, la morte non la preoccupa.



TYANA [navata centrale]Indubbiamente la spagnola è spossata, sebbene sia stranamente calma, è stanca, molto stanca, ascolterebbe e guarderebbe anche Arshal, i suoi gesti e ciò che dice. Di quella religione lei conosce pochissimo, quasi nulla e la morte si, la morte la spaventa molto. Forse chi crede ha un compito facilitato, sa dove andrà a finire dopo, ma Lei? Inclinerebbe la schiena, adagiandosi su se stessa. * Dovete spiegarmi, far capire anche me, è la seconda volta che sento queste voci, che assisto a queste cose..Cosa devo fare? Chi devo cercare?* Domande come una cantilena, quasi alla stessa altezza vocale della donna, anche lei dovrebbe facilmente udirla. *Io di cicli, morte, natura, non capisco niente..*



ARSHAL [Pressi Sacro Fuoco] scuote il capo, ma continua a voltare le spalle a Tyana, mentre lo sguardo si perde tra le fiamme ''Non so dirvi che entità sia quella che abbiamo scorto, né cosa voglia. La sua richiesta è troppo fumosa e per quanto mi riguarda comunica un messaggio ben poco allarmante.'' il mezzo sorriso è ancora disegnato sulle sue labbra ''Il Cerchio, sì, di questo vi posso parlare, ma non l'ho già fatto Ty? E' ciò che accade quando si nasce, si vive e poi si muore, per poi dar inizio ad una nuova vita. Per questo le parole che avete udito non mi turbano: tutti moriremo? Certamente, mai la Dea ha detto diversamente, nemmeno su quest'Isola che lei difende. Le fiamme bruceranno e rinasceranno? Cosa credete che accadrebbe se ora toccassi queste fiamme?'' volta appena il capo, per osservare la spagnola ''Non brucerebbero e una volta bruciata la mia pelle non continuerebbero a brillare? E la mia mano soffrirebbe, sì, ma non per questo cesserebbe d'esistere.'' un discorso complicato, decisamente al limite e negli occhi della sacerdotessa si potrebbe leggere una determinazione tale, che quasi si potrebbe supporre voglia toccarlo davvero, il fuoco. Ancora il calore metterebbe alla prova la pelle della sacerdotessa, ma ancora lei dovrebbe essere in grado di sopportarlo...è più la forza che trae dalla vicinanza, che il disagio dalla sensazione d'ustione. [Skill Resistenza, liv 3]


TYANA [navata centrale]Decisamente la spagnola dovrebbe avere dinanzi una mediterranea, le donne del sud sono più gesticolanti, meno calme.. Eppure con Arshal si sente stranamente più calma di ciò che pensava, guarda anche quel suo toccare il fuoco, lei non avrebbe intenzione di provarci, non adesso almeno, se ci sarà un fuoco a bruciarla non pensa sarà una scelta di stesa mano dentro un Tempio *Senora Arshal io non voglio dirvi nulla, voi sapete più di me, io volevo informarvi, tornerò se lo riterrò necessario, però io avevo capito che su quest'isola non si moriva..* Si questo aveva compreso, che la benedizione della Dea impediva al corpo di perire in senso materiale, ma forse quel suo comprendere è decisamente troppo semplicistico. * Si nasce e si muore..Mi è chiarissimo* forse sarebbe anche un po' stizzita, questa spagnola non riesce ad avere risposte.



ARSHAL [Pressi Sacro Fuoco] scuote il capo, mantiene ancora, per pochi istanti, la mano sospesa sulle fiamme ed inizia a rendersi conto che il calore è eccessivo, che la vicinanza ed il rischio sono reali...ma no, non si brucia, non ve n'è motivo, non avvicina ulteriormente la mano alle fiamme. L'allontana, invece, e la muove appena, ma non dovrebbe trovarla intorpidita. [Skill Resistenza, liv 3] ''Tutti muoiono, ma la Dea ha impedito che la morte possa giungere in modo violento, su quest'Isola. Le malattie e la vecchiaia non sono mai state cancellate. Ho pensato che questo Suo proteggere la terra dove viviamo abbia indebolito gli uomini che dovrebbero difenderla...dunque, Ty, se anche dovesse esserci restituita la morte nel suo pieno splendore, io non ne sarei turbata.'' Parlando s'è voltata verso la spagnola ed ora è giunto il tempo d'andare ''Si nasce, si muore e si nasce nuovamente. Che la Madre vegli su di voi, indipendentemente dal vostro volere.'' se l'altra è stizzita, Arshal pare quasi essere divertita e nelle sue parole si può leggere il rispetto per la morte e non soltanto per quella di Rhiannon. Perché quella è la morte della saggia vecchiaia, ma la Stella del Meriggio rispetta anche quella armata, che è Cerridwen a portare, con la sua vendetta, il suo sangue, il suo fuoco. Si volterebbe, senza aggiungere altro e forse sentirebbe ancora le parole della donna, se ve ne fossero, prima di sparire oltre la nicchia centrale, dietro l'immagine del volto che lei stessa serve.


TYANA [navata centrale]Si chiarissimo, quello che dice la sacerdotessa è chiarissimo, ma la spagnola è turbata da un'altra cosa ancora, che probabilmente non avrà risposta e che lei direbbe già voltandosi di spalle, vedendola sparire e volgendo passi all'uscita. * Non è la morte a spaventarmi, ma il perchè sia tornata o si sia nuovamente manifestata*. L'ultimo suo dire, ora L'aspetterebbe un tornare indietro e ritrovare, più confusa, i passi di casa.


~ Master Descrittivo DAIMON ~





Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:16 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com