printprint
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva

Diritti degli animali, in alto la coscienza Infinito sfruttamento. 10 dicembre la giornata internazionale

Ultimo Aggiornamento: 07/12/2013 17.12
Autore
Stampa | Notifica email    
07/12/2013 17.11
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 29.585
Città: PINEROLO
Età: 48
TdG


di Alessandra Rotili

In piazza, ma anche in ufficio, a scuola, tra la gente per ricordare che quei diritti umani sanciti nel 1948 dal’Assemblea delle Nazioni Unite valgono anche per gli animali. Il 10 dicembre si celebra la ‘Giornata internazionale dei diritti’ degli amici a quattro zampe e non solo: un appuntamento diventato da anni l’occasione per ricordare alla società civile che la libertà, il rispetto e la giustizia sono valori fondamentali e senza distinzioni di specie.

Tante le iniziative in tutto il mondo e anche l’Italia partecipa in molte città per parlare “delle vittime dell’indifferenza”, scrivono le associazioni a difesa degli animali. Sotto i riflettori ancora gli allevamenti, i laboratori, lo sfruttamento: perché la geografia dei maltrattamenti non conosce confini, nonostante le campagne di sensibilizzazione. Come quelle che da 25 anni porta avanti attraverso i libri la casa editrice Sonda, impegnata sul fronte cruelty free a tavola e dintorni. Numerose le pubblicazioni, come ‘Il maiale non fa la rivoluzione’, il saggio di Leonardo Caffo, un contributo innovativo al dibattito sull’antispecismo. Un punto di riferimento resta la Vegagenda con tutti gli appuntamenti per i vegani e gli animalisti. Ma quanto ancora c’è da fare perché il rispetto sia davvero a tutti i livelli. “C’è da impedire che vengano uccisi e mangiati 50 miliardi di animali all’anno. Solo a pensarlo c’è già da ammutolire – dice Antonio Monaco, editore Sonda - Dal punto di vista culturale c’è da toccare menti e cuori in un unico atteggiamento che faccia percepire la relazione con ogni animale come unica e intersoggettiva. Basta riconoscere l’unicità di ogni animale, basta dargli un nome, basta sentire che è un essere vivente quando si incontra il suo sguardo: per cominciare a rispettarlo”.

La strada però è ancora lunga, anche se negli ultimi anni passi positivi sono stati compiuti. “Non ci sono dati ufficiali, ma condizioni economico-sociali difficili per gli umani sono difficili anche per gli animali – sottolinea Monaco -, così che la geografia della povertà si sovrappone a quella del maltrattamento degli animali. Ma sono infinite le forme di sfruttamento (nella moda, nell’industria del divertimento, nella ricerca scientifica, nell’alimentazione e nel traffico criminale). Così anche i paesi occidentali sono ben posizionati in classifica. La coscienza animalista è cambiata molto e si è decisamente allargato il numero di persone che hanno avviato un percorso di ripensamento del proprio rapporto con gli animali. Non basta smettere di mangiare animali, non partecipare a spettacoli con animali, fare collette per sostenere i rifugi, boicottare la sperimentazione animale, anche se ciascuno di questi gesti è indispensabile. Occorre un ripensamento complessivo del nostro rapporto con gli altri animali. Come casa editrice abbiamo cercato di accompagnare e, a volte, di provocare questa nuova coscienza e sensibilità. Abbiamo dato voce alle diverse discipline accademiche (filosofia, psicologia, medicina, etologia ecc.) per incidere dove si formano le idee. Abbiamo anche proposto delle guide pratiche per sostenere i comportamenti quotidiani (il rapporto con gli animali domestici, la cucina, l’educazione dei figli)”. E allora spieghiamo ai bambini che a Natale si può adottare un cane o un gatto e non comprarlo “perché gli amici si possono cercare, trovare ma non comprare” aggiunge Monaco.

E già nel week end dell’8 dicembre numerosi gli appuntamenti per la giornata internazionale dei diritti degli animali: a Milano, Bologna, Perugia presidi ad hoc. A Roma iniziativa a Piazza del Popolo. La Lega nazionale per la difesa del cane ha lanciato la campagna ‘Il diritto di vivere’, iniziativa finalizzata non soltanto a sensibilizzare, ma ad agire in maniera reale contro la piaga dei canili lager, con una presenza di tavoli informativi nelle piazze delle maggiori città italiane. Prenderà il via la raccolta firme per chiedere ai Presidenti del Senato e della Camera, ai Ministri della Salute e dell’Ambiente una effettiva e rigorosa applicazione delle normative vigenti per una reale tutela degli animali e dei loro diritti. La Lav sul sito Cambiamenù.it anticipa al martedì (10 dicembre appunto) il pranzo veg natalizio con le ricette di uno chef d’eccezione come Simone Salvini. Dai paccheri con ragù di soia al seitan al sesamo, chiudendo con i tartufi al cioccolato: tanti piatti che fanno bene alla salute, e soprattutto non fanno male agli animali. Perché anche a tavola si devono difendere i loro diritti.
AUSTRALIAN OPEN 2019TUTTO TENNIS FORUM140 pt.21/01/2019 14.36 by Iceman.88
144.000 definiti o da definirsi? 131 pt.21/01/2019 14.26 by Stefano
PROSKUNEO90 pt.21/01/2019 13.36 by barnabino
07/12/2013 17.12
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 29.585
Città: PINEROLO
Età: 48
TdG
Re:
La Bibbia prevedeva già all'epoca alcune attenzioni per gli animali da lavoro.

Simon
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 14.38. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2019 FFZ srl - www.freeforumzone.com