Previous page | 1 | Next page

Quando gli UFO erano una cosa seria ...

Last Update: 5/17/2013 10:49 AM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 76,993
Post: 55,697
Registered in: 11/8/2008
Gender: Male
AMMINISTRATORE UNICO
5/13/2013 8:07 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote


Fu un'"ondata" internazionale, molto probabilmente per la sperimentazione nucleare ed i primi lanci Spaziali......



I sigari volanti di Oloron e Gaillac



Venerdi 17 ottobre 1952 il tempo era splendido, neanche una nuvola macchiava l' azzurro intenso del cielo.Il custode del liceo locale, Yves Prigent, si accingeva a pranzare assieme alla famiglia nel suo appartamento, situato al primo piano della scuola, quando la sua attenzione fu richiamata improvvisamente da uno dei figli, che era alla finestra: "Papa', vieni a vedere: e' fantastico!".

Tutti si precipitarono a vedere "Verso nord - racconto' successivamente Yves Prigent - sullo sfondo del cielo azzurro fluttuava una nuvola di forma strana.

Al di sopra, un cilindro lungo, stretto, apparentemente inclinato a 45 gradi, si spostava lentamente in linea retta verso sud-ovest. Valutai la sua altezza tra i 2000 ed i 3000 metri. L' oggetto era biancastro, luminoso, con contorni molto chiari.

Dall'estremita' superiore usciva una specie di pennacchio di fumo bianco."Ad una certa distanza dal velivolo, di forma cilindrica, una trentina di oggetti sferici seguivano la stessa traiettoria.

Usando il cannocchiale Prigent pote' distinguere "una sfera centrale rossa, circondata da un anello giallastro fortemente inclinato. L'inclinazione era tale da coprire quasi interamente la parte inferiore della sfera, mentre quella superiore era ben visibile".

Gli UFO si spostavano a due a due seguendo una traiettoria spezzata, pressappoco come un zig-zag rapido e corto. Quando i due dischi si allontanavano l'uno dall' altro si produceva in mezzo a loro una luce biancastra di aspetto simile a quella prodotta da un arco voltaico. "Tutti lasciavano dietro di se una scia abbondante che volgeva lentamente verso terra, dissolvendosi. Per qualche ora ne rimase debole traccia sugli alberi, sui fili del telefono e sui tetti delle case."

I filamenti, uno di questi era lungo circa 10 metri, lasciati cadere dai misteriosi oggetti volanti sulla campagna assomigliavano a quelli della lana o del nylon. L'aspetto era di piccoli batuffoli, che divenivano rapidamente gelatinosi, per poi sublimarsi o dissolversi. Alcuni insegnanti del liceo ne raccolsero molti e diedero loro fuoco; i reperti ardevano come cellophane. II professore di scienze, Poulet, tento' di fame I' analisi, ma non ne ebbe il tempo perche' sublimavano e poi svanivano del tutto.

Dieci giorni dopo un fatto analogo accadde a Gaillac, una cittadina del Tarn, sulle rive del Tarn, nella Francia sudoccidentale..;

Il 27 ottobre, infatti, a Gaillac, una localita' nei pressi di Tolosa, un centinaio di testimoni assistettero esattamente allo stesso spettacolo che si era presentato ai numerosi cittadini di Loron. Medesima la forma del grande UFO con il pennacchio di furno, identico al tipo di progressione verso sud est in mezzo ad una ventina di dischi scintillanti, in formazione a coppie e con volo rapido a zig-zag.

Unica differenza: alcuni dischi accoppiati scesero molto in basso, ad una quota stimata intorno ai 300-400 metri. L'avvistamento duro' circa 20 minuti, poi il sigaro ed i dischi scomparvero all' orizzonte e come nel caso precedente si produsse una caduta di fili bianchi, che si protrasse anche dopo la sparizione degli oggetti volanti.

Gli abitanti di Gaillac raccolsero molti filamenti ed osservarono come somigliassero a lana di vetro e come era accaduto ad Oloron gli strani fili, dopo un certo periodo di tempo, diventarono gelatinosi, sublimarono e quindi scomparvero del tutto. Nessuno, come a Oloron, ebbe l'accortezza di pome qualcuno in contenitori ermetici per conservarne il gas o comunque consentirne un' analisi chimica. Quel mese del 1952, cosi' ricco di avvistamenti di UFO, si concluse con altre segnalazioni.

Nell' Alta Loira, il 27 ottobre alle 17.30 (cioe' alcuni minuti dopo la fine del fenomeno di Gaillac) venne segnalato un disco grigio argenteo con riflessi metallici. L'ordigno attraverso' il cielo rapidamente e scomparve in silenzio verso sud-est, seguito immediatamente da un sigaro, ugualmente grigio-argenteo, che si arresto' in cielo per circa mezzo minuto e poi scomparve dopo una grande accelerazione. Infine, a Tarbers, il 28 ottobre verso le 16, una sfera attraverso il cielo a grande velocita'.


misteroufo.blogspot.it/2012/06/i-sigari-volanti-di-oloron-e-gail...
[Edited by (richard) 5/17/2013 10:49 AM]


ELIMINATO L'IMPOSSIBILE,CIO' CHE RESTA,PER IMPROBABILE CHE SIA,DEVE ESSERE LA VERITA'! <"center">


Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
NUOVA DISCUSSIONE
 | 
RISPONDI

Home Forum | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.1] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:09 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2020 FFZ srl - www.freeforumzone.com


Copyright 2008-2020 UFODIRECTLINE Ogni riproduzione totale o parziale alla grafica e ai contenuti esclusivi di questo sito sarà punita a norma di legge. Parte del materiale di UFODIRECTLINE è stato scelto fra il materiale di ufologia disponibile gratuitamente sul web; ogni foto e marchio è dei rispettivi autori. Se ritenete che la nostra azione abbia infranto qualche diritto di copyright siete pregati di comunicarcerlo: provvederemo a rimuovere il materiale. Questo forum non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio (è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro). L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.