printprint
Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 2 3 4 5 | Pagina successiva

Matteo cap 24 commenti

Ultimo Aggiornamento: 29/05/2018 11.05
Autore
Stampa | Notifica email    
08/02/2012 02.04
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 918
che ne pensate del cap di Matteo 24
[SM=g7422] [SM=g7350] [SM=g7422] Il capitolo di Matteo 24 merita approfondimento: che né pensate?
themegasabry
Stagione 2018/2019 - Mercato invernaleblog191284 pt.13/12/2018 11.43 by muggiò.1912
HOSTESSIpercaforum80 pt.12/12/2018 16.13 by filodoro
Ultima Prova51 pt.13/12/2018 11.54 by I-gua
08/02/2012 08.31
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 14.227
TdG
Re: che ne pensate del cap di Matteo 24
sabrina.valenti, 08/02/2012 02.04:

[SM=g7422] [SM=g7350] [SM=g7422] Il capitolo di Matteo 24 merita approfondimento: che né pensate?


Bellissimo come tutta la Bibia.


***************************************************
“Non aver timore, poiché io sono con te. Non guardare in giro,
poiché io sono il tuo Dio. Di sicuro ti fortificherò.
Sì, realmente ti aiuterò. Sì, davvero ti sorreggerò fermamente
con la mia destra di giustizia”.
(Isaia 41:10)

****************************************************


Testimoni di Geova Online Forum



08/02/2012 09.24
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
ONLINE
Post: 5.262
TdG
Re: che ne pensate del cap di Matteo 24
sabrina.valenti, 08/02/2012 02.04:

Il capitolo di Matteo 24 merita approfondimento: che né pensate?



Ah, beh...certo!





12/02/2012 14.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.636
Città: PIOMBINO
Età: 80
matteo 24
soffermandoci solo al verso 14 del cap: 24 ,e così vicino il tempo della fine che la predicazione mondiale,sembra già arrivata alla più distante parte della terra [SM=g10765]
13/02/2012 01.13
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.355
Città: SAN REMO
Età: 69
Il capitolo 24 di Matteo e altri capitoli di Luca Marco e Giovanni riferiscono segni e informazioni della fine ed andrebbero analizzati con moltissima attenzione. Si dovrebbero analizzare attentamente almeno anche le profezie di Daniele, Rivelazione o apocalisse ed
Ezechiele.
13/02/2012 15.15
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.636
Città: PIOMBINO
Età: 80
Re: analizzare atre profezie
speculator, 13/02/2012 01.13:

Il capitolo 24 di Matteo e altri capitoli di Luca Marco e Giovanni riferiscono segni e informazioni della fine ed andrebbero analizzati con moltissima attenzione. Si dovrebbero analizzare attentamente almeno anche le profezie di Daniele, Rivelazione o apocalisse ed
Ezechiele.


é vero,si deve analizzare altri libri profetici ma siccome la domanda era il capitolo di Matteo ,ho pensato al 24:14,di Matteo

14/02/2012 22.47
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 918
Matteo cap 24
15 “Perciò, quando scorgerete la cosa disgustante che causa desolazione, dichiarata per mezzo del profeta Daniele, stabilita in un luogo santo (il lettore usi discernimento), 16 allora quelli che sono nella Giudea fuggano ai monti. 17 Chi è sulla terrazza non scenda a prendere i beni della sua casa; 18 e chi è nel campo non torni a casa a prendere il suo mantello. 19 Guai alle donne incinte e a quelle che allattano in quei giorni! 20 Continuate a pregare che la vostra fuga non avvenga d’inverno né in giorno di sabato; 21 poiché allora ci sarà grande tribolazione come non è accaduta dal principio del mondo fino ad ora, no, né accadrà più. 22 Infatti, a meno che quei giorni non fossero abbreviati, nessuna carne sarebbe salvata; ma a motivo degli eletti quei giorni saranno abbreviati.

Questo trafiletto come potremo analizzarlo alla luce di questi ultimi eventi? Parla di fuggire e pregare che la fuga non avvenga di notte o inverno; cosa voleva dire Gesù?
themegasabry
15/02/2012 00.30
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.355
Città: SAN REMO
Età: 69
La parentesi (il lettore usi discernimento) spinge ad usare discernimento particolare per capire cosa è la cosa disgustante dichiarata dal profeta Daniele e in che senso è stabilita in un luogo santo.
La cosa disgustante che causa desolazione era la potenza romana di allora; Attualmente potrebbe .......essere la duplice potenza angloamericana o la bestia dell'Onu di colore scarlatto.
Che nel 66 era volgare il tempio di Gerusalemme fosse un luogo santo mi sembra improbabile, dopo tutti gli assassini e rivolte ecc. Esisteva invece un luogo santo che era la congregazione degli apostoli e anziani di Gerusalemme contro cui si stabiliva l'esercito romano.

16 allora quelli che sono nella Giudea fuggano ai monti.
Chi è sulla terrazza non scenda a prendere i beni della sua casa; 18 e chi è nel campo non torni a casa a prendere il suo mantello. 19 Guai alle donne incinte e a quelle che allattano in quei giorni!

si doveva di fuggire subito ai monti e neanche tornare alla cara vecchia casa. Ci sarebbero stati dei guai per le femmine incinte e quelle che allattavano in quei giorni dell'uscita da Gerusalemme e ritiro sui monti: i giorni della caduta di Gerusalemme sarebbero venuti quattro anni dopo; quindi dal 66 al 70 avrebbero potuto generare e togliere il latte con relativamente pochi problemi, mentre solo allora potevano fuggire;

20 Continuate a pregare che la vostra fuga non avvenga d’inverno né in giorno di sabato
La loro fuga non dipendeva dall'esercito romano o da dio ma dalla loro decisione di fuggire; dopo aver deciso di fuggire, pregare che non avvenisse in inverno voleva dire avere fatto tutti i preparativi anche per l'inverno. Pregare che non avvenisse in giorno di sabato voleva dire che si erano già posti la questione se dovevano rispettare il sabato o meno e avevano risolto per la libertà da false credenze giudaiche.

21 poiché allora ci sarà grande tribolazione come non è accaduta dal principio del mondo fino ad ora, no, né accadrà più

La grande tribolazione sarebbe stata qualcosa che non era mai accaduta "dal principio del mondo (nota bene) fino ad ora"
La creazione di Geova non è stata fatta in tribolazioni e non è il principio del mondo di tribolazioni: Il mondo di Satana è venuto ad essere con tribolazione estrema. Per questo solo a nominare il principio del mondo Gesù aggiunge:"no" esprimendo tutta la sua opposizione verso questo sistema-mondo di cui sarà il distruttore e garantendo che non ci sarà più qualsiasi forma di tribolazione.

nessuna carne sarebbe salvata
Non vuole dire che non si salverebbe nessuno ma che non ci sarà un tipo di carne che sarà non toccata.
16/02/2012 11.32
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 918
Re:
speculator, 15/02/2012 00.30:

La parentesi (il lettore usi discernimento) spinge ad usare discernimento particolare per capire cosa è la cosa disgustante dichiarata dal profeta Daniele e in che senso è stabilita in un luogo santo.
La cosa disgustante che causa desolazione era la potenza romana di allora; Attualmente potrebbe .......essere la duplice potenza angloamericana o la bestia dell'Onu di colore scarlatto.
Che nel 66 era volgare il tempio di Gerusalemme fosse un luogo santo mi sembra improbabile, dopo tutti gli assassini e rivolte ecc. Esisteva invece un luogo santo che era la congregazione degli apostoli e anziani di Gerusalemme contro cui si stabiliva l'esercito romano.

16 allora quelli che sono nella Giudea fuggano ai monti.
Chi è sulla terrazza non scenda a prendere i beni della sua casa; 18 e chi è nel campo non torni a casa a prendere il suo mantello. 19 Guai alle donne incinte e a quelle che allattano in quei giorni!

si doveva di fuggire subito ai monti e neanche tornare alla cara vecchia casa. Ci sarebbero stati dei guai per le femmine incinte e quelle che allattavano in quei giorni dell'uscita da Gerusalemme e ritiro sui monti: i giorni della caduta di Gerusalemme sarebbero venuti quattro anni dopo; quindi dal 66 al 70 avrebbero potuto generare e togliere il latte con relativamente pochi problemi, mentre solo allora potevano fuggire;

20 Continuate a pregare che la vostra fuga non avvenga d’inverno né in giorno di sabato
La loro fuga non dipendeva dall'esercito romano o da dio ma dalla loro decisione di fuggire; dopo aver deciso di fuggire, pregare che non avvenisse in inverno voleva dire avere fatto tutti i preparativi anche per l'inverno. Pregare che non avvenisse in giorno di sabato voleva dire che si erano già posti la questione se dovevano rispettare il sabato o meno e avevano risolto per la libertà da false credenze giudaiche.

21 poiché allora ci sarà grande tribolazione come non è accaduta dal principio del mondo fino ad ora, no, né accadrà più

La grande tribolazione sarebbe stata qualcosa che non era mai accaduta "dal principio del mondo (nota bene) fino ad ora"
La creazione di Geova non è stata fatta in tribolazioni e non è il principio del mondo di tribolazioni: Il mondo di Satana è venuto ad essere con tribolazione estrema. Per questo solo a nominare il principio del mondo Gesù aggiunge:"no" esprimendo tutta la sua opposizione verso questo sistema-mondo di cui sarà il distruttore e garantendo che non ci sarà più qualsiasi forma di tribolazione.

nessuna carne sarebbe salvata
Non vuole dire che non si salverebbe nessuno ma che non ci sarà un tipo di carne che sarà non toccata.



[SM=g28002]
themegasabry
17/02/2012 16.48
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 918
Re: matteo 24
luluana2011.1978ana2011, 12/02/2012 14.06:

soffermandoci solo al verso 14 del cap: 24 ,e così vicino il tempo della fine che la predicazione mondiale,sembra già arrivata alla più distante parte della terra [SM=g10765]




E vero ho visto un video in proposito che diceva che alcuni testimoni sono andati in isole dove non conoscono neanche chi è Dio! [SM=g1944981] [SM=g1871116]
themegasabry
22/02/2012 16.52
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 4.636
Città: PIOMBINO
Età: 80
Re: Re: matteo 24
sabrina.valenti, 17/02/2012 16.48:




E vero ho visto un video in proposito che diceva che alcuni testimoni sono andati in isole dove non conoscono neanche chi è Dio! [SM=g1944981] [SM=g1871116]


allora hai visto sabrina come è vicina la fine? saluti [SM=g7350]

04/06/2012 23.17
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 918
Queste cose devono avvenire”
“Gesù disse loro: ‘ . . . queste cose devono avvenire, ma non è ancora la fine’”. — MATTEO 24:4-6.

“Il lettore usi discernimento”
“Quando scorgerete la cosa disgustante che causa desolazione . . . stabilita in un luogo santo . . . , allora quelli che sono nella Giudea fuggano ai monti”. — MATTEO 24:15, 16.

wt 1 maggio 1999 p 19 anche 14-20
Artcolo di studio della WT della settimana dal:18/24 giugno! [SM=g10765]
[Modificato da sabrina.valenti 04/06/2012 23.20]
themegasabry
07/06/2012 01.01
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.355
Città: SAN REMO
Età: 69
Dato che Gesù parlava ai suoi apostoli, l'inciso tra parentesi (il lettore usi discernimento) non può essere originario delle parole di Gesù ma è stato messo dall'evangelista dopo.

Gesù non diede un indizio, (e chi lascerebbe la casa i beni e gli affetti per un indizio?) ma un segno che richiedeva discernimento.

Mi pare che fino al 66 il corpo direttivo degli apostoli aveva residenza a Gerusalemme, come dice Luca negli Atti degli apostoli durante la persecuzione sorta a motivo di Stefano, ma dopo il 66 si trasferirono a Pella, cioè fuggirono fuori dalla Giudea.

L'ordine di fuggire non era principalmente per gli ebrei giudei ma per i cristiani ma nel caso della moglie di Lot si potevano salvate tutti quelli che volevano e ubbidivano.

La cosa disgustante che causa desolazione non erano gli stendardi romani, che non possono ammazzare nessuno, ma Roma stessa.

CITAZIONE DALLA TDG
Quando la “bestia selvaggia di colore scarlatto” attaccherà la meretrice religiosa, “la cosa disgustante” sarà minacciosamente stabilita nel cosiddetto luogo santo della cristianità. Perciò la desolazione comincerà dall’infedele cristianità, che si considera santa.

COMMENTO
Lo schiavo dice che il tempio non era più un luogo santo a Geova nel 66 "un luogo santo per gli ebrei ma non più il luogo santo di Geova" e quindi Cestio Gallo non si era stabilito in un luogo santo avvicinandosi al tempio. "Stabilita" richiede un fermo piede che continui.

L'attacco avverrà, come al tempo di Gerusalemme, principalmente contro l'organizzazione di Geova "il luogo santo"; ma la desolazione comincerà dall'infedele cristianità e si estenderà a tutte le altre false religioni, ma non toccherà i testimoni di Geova perchè prontamente fuggiranno a Geova il loro rifugio.
07/06/2012 11.10
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 26.680
TdG
Matteo 24:45-51

45 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto che il suo signore ha costituito sopra i propri domestici per dar loro il cibo a suo tempo? 46 Felice quello schiavo se il suo signore, arrivando, lo troverà a fare così! 47 Veramente vi dico: Lo costituirà sopra tutti i suoi averi.
48“Ma se mai quello schiavo malvagio dicesse in cuor suo: ‘Il mio signore tarda’, 49 e cominciasse a battere i suoi compagni di schiavitù e mangiasse e bevesse con gli ubriaconi inveterati, 50 il signore di quello schiavo verrà in un giorno che non si aspetta e in un’ora che non sa, 51 e lo punirà con la massima severità e gli assegnerà la sua parte con gli ipocriti. Là sarà il [suo] pianto e lo stridore dei [suoi] denti.


Oggi alcuni individui sleali manifestano le caratteristiche di quello “schiavo malvagio” dicendo in cuor loro: “Il mio signore ritarda”. Mostrano di corrispondere agli “schernitori” che dicono: “Dov’è questa sua promessa presenza?” (II Pietro 3:1-7) Come avvertì Giuda, cercano di ‘provocare divisioni’. (Giuda 19, CEI) Criticando la classe dello “schiavo fedele e discreto” da cui ricevettero per la prima volta conoscenza della “via della verità”, ‘cominciano a battere i loro compagni di schiavitù’. Ma se persistono in questo loro spirito divisivo, a tempo debito vengono ‘raccolti’ dagli angeli e ‘assegnati insieme agli ipocriti’ della cristianità. ‘Lì sono il loro pianto e lo stridor dei loro denti’, che a volte esprimono divulgando tramite i mezzi d’informazione le presunte ingiustizie ricevute.

Questo ci ricorda ciò che l’apostolo Paolo scrisse ai corinti: “Poiché vi devono anche essere fra voi delle sette, affinché le persone approvate siano pure manifeste fra voi”. (I Corinti 11:19) Sì, se oggi qualcuno cerca di ‘introdurre quietamente distruttive sette’ fra i testimoni di Geova, questo dà ai cristiani leali un’ottima opportunità di dimostrare che sono “persone approvate” da Dio e da Cristo. Essi possono e devono dimostrare che apprezzano la vera unità cristiana.



Il pensiero positivo attrae persone e cose positive.

Forum Testimoni di Geova
07/06/2012 15.44
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 2.355
Città: SAN REMO
Età: 69
48“Ma se mai quello schiavo malvagio......."

di quale schiavo malvagio sta parlando?

I versetti 40 e 41 dicono che all'interno dei servitori di Geova ci saranno intenti nel lavoro spirituale degli approvati e dei disapprovati, non necessariamente malvagi, semplicemente in ritardo come precedentemente le vergini stolte.

Il versetto 42 riconferma dunque la necessità di essere pronti a lasciare tutto e il versetto 44 riconferma questa necessità di essere pronti perchè il figlio dell'uomo verrà in un'ora che non pensate.

Poi aggiunge:
43 "Ma sappiate una cosa, che se il padrone di casa avesse saputo in quale vigilia veniva il ladro, sarebbe rimasto sveglio e non avrebbe lasciato scassinare la sua casa"

Il versetto 43 ordina ai suoi servitori e soprattutto al padrone di casa, e qui non sta parlando a quelli del mondo, ma a quelli che devono fare la guardia della casa, che se il padrone di casa avesse saputo a che vigilia (non ora) veniva il ladro sarebbe rimasto sveglio

48“Ma se mai quello schiavo malvagio....."
A questo punto è già stato identificato lo schiavo malvagio.

Ad ciò si aggiungono altri futuri eventuali comportamenti di questo malvagio:
48 “Ma se mai quello schiavo malvagio dicesse in cuor suo: ‘Il mio signore tarda’ 49 e cominciasse a battere i suoi compagni di schiavitù e mangiasse e bevesse con gli ubriaconi inveterati,
50 il signore di quello schiavo verrà in un giorno che non si aspetta e in un’ora che non sa, 51 e lo punirà con la massima severità e gli assegnerà la sua parte con gli ipocriti. Là sarà il [suo] pianto e lo stridore dei [suoi] denti.

Fare una critica cioè una divisione basata sulle scritture non corrisponde a battere i compagni di schiavitù.

Inoltre una osservazione basata sulle scritture richiede una osservazione basata principalmente sulle scritture dello stesso luogo evangelico.
11/06/2012 11.29
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re:
sabrina.valenti, 04/06/2012 23:17:



Il lettore usi discernimento”
“Quando scorgerete la cosa disgustante che causa desolazione . . . stabilita in un luogo santo . . . , allora quelli che sono nella Giudea fuggano ai monti”. — MATTEO 24:15, 16.

[SM=g10765]




Ciao, come mai in Matteo 24:15,16 il lettore deve usare "discernimento" e invece in Luca 21:20, si é chiaramente scritto che si tratta di "eserciti accampati"? Questo potrebbe dare a pensare che il vangelo di Luca potrebbe essere stato scritto dopo la distruzione di Gerusalemme e non nel 56-58 E.V.?
11/06/2012 12.38
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re:
Amalia 52, 07/06/2012 11:10:

Matteo 24:45-51

45 “Chi è realmente lo schiavo fedele e discreto che il suo signore ha costituito sopra i propri domestici per dar loro il cibo a suo tempo? 46 Felice quello schiavo se il suo signore, arrivando, lo troverà a fare così! 47 Veramente vi dico: Lo costituirà sopra tutti i suoi averi.
48“Ma se mai quello schiavo malvagio dicesse in cuor suo: ‘Il mio signore tarda’, 49 e cominciasse a battere i suoi compagni di schiavitù e mangiasse e bevesse con gli ubriaconi inveterati, 50 il signore di quello schiavo verrà in un giorno che non si aspetta e in un’ora che non sa, 51 e lo punirà con la massima severità e gli assegnerà la sua parte con gli ipocriti. Là sarà il [suo] pianto e lo stridore dei [suoi] denti.





Scusate la mia ignoranza, ma alla lettura di questo passo sembra che l'azione avvenga al momento della "venuta" del Signore e non della sua "presenza".

Perché si puo pensare questo? Ebbene perché lo Schiavo fedele capisce qual'é "la vigilia"del ritorno del Signore e rimane sveglio dando da mangiare ai domestici in contrasto con lo schiavo "malvagio" che per lui invece il Signore sembra "tardare" e comincia a battere i suoi compagni di schiavitù.

Per il primo ci sarà la ricompensa " lo costituirà sopra tutti i suoi averi" e per il secondo "lo punirà con la massima severità".

Tutto questo quando il Signore "viene" come un ladro, anche per lo Schiavo fedele.
Sarà in quel momento che lo costituirà sopra tutti i suoi averi.

Questo fa seguito al versetto 36-42.

Che ne pensate?
11/06/2012 14.04
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 53.816
Moderatore

Scusate la mia ignoranza, ma alla lettura di questo passo sembra che l'azione avvenga al momento della "venuta" del Signore e non della sua "presenza"



Lo schiavo malvagio dice "il mio signore tarda" sia prima che della presenza (che è quello a cui si riferisce la domanda degli apostoli) del Signore. Invece la frase "il signore di quello schiavo verrà in un giorno che non si aspetta e in un’ora che non sa" si riferisce alla sua sua venuta.

All'inizio della Presenza (e quindi non alla sua Venuta) Gesù avrebbe ispezionato la sua casa per dare ulteriori privilegi, questo secondo la profezia di Malachia. Qui dunque "venire" è riferito alla venuta di Cristo come "messaggero del patto" per ispezionare il tempio spirituale, com’era predetto in Malachia 3:1-5. Il giudizio doveva cominciare dalla “casa di Dio”.

Shalom [SM=g28002]


--------------------------------------------------------------------
Sijmadicandhapajiee, gente per cui le arti stan nei musei - Paolo Conte

FORUM TESTIMONI DI GEOVA
11/06/2012 17.57
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re:
barnabino, 11/06/2012 14:04:


Scusate la mia ignoranza, ma alla lettura di questo passo sembra che l'azione avvenga al momento della "venuta" del Signore e non della sua "presenza"



Lo schiavo malvagio dice "il mio signore tarda" sia prima che della presenza (che è quello a cui si riferisce la domanda degli apostoli) del Signore. Invece la frase "il signore di quello schiavo verrà in un giorno che non si aspetta e in un’ora che non sa" si riferisce alla sua sua venuta.

All'inizio della Presenza (e quindi non alla sua Venuta) Gesù avrebbe ispezionato la sua casa per dare ulteriori privilegi, questo secondo la profezia di Malachia. Qui dunque "venire" è riferito alla venuta di Cristo come "messaggero del patto" per ispezionare il tempio spirituale, com’era predetto in Malachia 3:1-5. Il giudizio doveva cominciare dalla “casa di Dio”.

Shalom [SM=g28002]





Si ma Matteo 24: 45-46 dice " Felice quello schiavo se il suo Signore, arrivando o "venendo " lo troverà a fare cosi" Siate vigilanti, dunque,, perché non sapete in quale giorno verrà il Signore Vers. 42. Se questo fa referenza alla "presenza" di Gesù nel 1914 e che effettivamente Gesù é stato intronizzato in quell'anno, come mai Russel avrebbe saputo molti anni prima, "dell'arrivo" del Signore.
11/06/2012 18.36
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Post: 14.227
TdG
Vedi un avvenimento simile lo troviamo al tempo della venuta di Gesù quale Cristo sulla terra quando Giovanni il Battezzatore cominciò il suo ministero, “il popolo era in aspettazione e tutti ragionavano in cuor loro di Giovanni: ‘Che sia lui il Cristo?’” (Luca 3:15) Alcuni biblisti collegano questo clima di attesa alla profezia di Daniele. Commentando questo versetto, Matthew Henry scrive: “Qui ci viene detto . . . che il popolo trasse spunto dal ministero e dal battesimo di Giovanni per pensare al Messia e per credere che fosse alle porte . . . Le settanta settimane di Daniele stavano per scadere”. Il manuale biblico francese di Vigouroux, Bacuez e Brassac, afferma: “Si sapeva che le settanta settimane d’anni fissate da Daniele stavano per scadere; nessuno si sorprese udendo Giovanni Battista annunciare che il regno di Dio si era avvicinato”. (Manuel Biblique) L’erudito ebreo Abba Hillel Silver scrisse che, secondo la “cronologia popolare” dell’epoca, “il Messia era atteso per il secondo quarto del primo secolo E.V.”.

Per quanto riguarda il I secolo, la profezia delle 70 settimane di anni, riportata in Daniele 9:24-27, additava l’anno in cui sarebbe comparso il Messia, il 29 E.V. Gli ebrei del I secolo, pur non conoscendo il tempo esatto in cui dovevano verificarsi gli avvenimenti, erano in aspettazione del Messia. La stessa cosa lo SFD nei nostri giorni come la profezia di Daniele additava il 29 e.v. così, altre profezie additavano il 1914. Gesù non ha mai condannato quegli Ebrei per la loro aspettativa, quindi, perché dovrebbe condannare lo SFD oggi?
***************************************************
“Non aver timore, poiché io sono con te. Non guardare in giro,
poiché io sono il tuo Dio. Di sicuro ti fortificherò.
Sì, realmente ti aiuterò. Sì, davvero ti sorreggerò fermamente
con la mia destra di giustizia”.
(Isaia 41:10)

****************************************************


Testimoni di Geova Online Forum



Pagina precedente | 1 2 3 4 5 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi

Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.5.0.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12.43. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com