titolo

home - il nostro aiuto - come nasce - i nostri incontri -  leggi e racconta (FORUM) - la riconquista della felicità la psicologa - come margherite - noi genitori
 - collegamenti - dicono di noi - le nostre stelle - compleanni - le loro storie - ciondolo - vanessa - giornata del ricordo - contattaci

Noi abbiamo scelto il forum aperto a tutti, quindi si può semplicemente cliccare sulla discussione in cui ci interessa scrivere, tipo: "le nostre storie", "mi presento" ... o altro e premere il bottone verso l'alto a sinistra con scritto "Nuova discussione", sarà sufficiente inserire il nome o un nickname, un titolo e il testo, senza bisogno di alcuna registrazione. (come si usa il forum)



Sabato 14 ottobre 2017 tutti insieme a Firenze

Quest’anno ci siamo incontriati a FIRENZE ed ecco il video!!!

Ilaria e Giovanna

Nuova Discussione
Rispondi
 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

la nostra bimba rubata

Ultimo Aggiornamento: 27/01/2009 18.19
Post: 1
Registrato il: 05/01/2009
Utente Junior
OFFLINE
05/01/2009 23.29
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Isabel
Sono Daria,ho 31anni sono sposata, ho un figlio di tre anni e mezzo e fino a circa un mese fa aspettavo la mia piccola Isabel nata il giorno 11dicembre scorso deceduta la sera dopo... le cause ancora da chiarire dicono i medici....eravamo felicissimi,avevamo progettato tutto nei minimi dettagli,preparato nostro figlio maggiore che avrebbe dovuto insegnarle nelle piccole e grandi cose.
Arriva l'11 dicembre trascorsa una notte di contrazioni sempre più ravvicinate mi decido di chiamare mio marito,arriviamo in ospedale ...dilatazione completa...mio marito è in sala travaglio con me,mi assiste, siamo felici...non vedimo l'ora di vedere il viso tanto sognato della nostra piccola....in un ora di dolori intensi nasce la mia bambina di kg3,360 e 51cm bellissima come il fratellino.Mi portano nella stanza di degenza con accanto la mia piccola, mio marito me la da in braccio....non aspettavo altro...nove mesi trascorsi aspettando quel meravigioso momento ....ci accorgiamo che dalla bocca fa delle bolle, ma le ostetriche ci rassicurano dicendo che è normale...dopo tre ore dalla sua nascita si decidono a portarla in pediatria dove però non hanno strumenti di primo soccorso per intervenire su un neonato qualora avesse urgente bisogno come la mia piccola in questo caso...dopo ben due ore viene trasportata con l'ambulanza in un altro ospedale lontano un'ora...il giorno dopo sentita la gravità della situazione mi faccio dimettere e con mio marito andiamo a parlare con i medici i quali ci dicono senza mezzi termini che non sapevano cosa potesse avere la nostra bambina...la speranza era gia morta sentendo quelle parole come la nostra piccola che ci ha lasciato poche ore dopo...
Sono rimasta con il corpo di mamma,ma la pancia e le braccia sono vuote, c'è solo un gran dolore e un senso di colpa per non essere riuscita a non fare nulla per la mia bimba che non riuscirò mai vedere crescere insieme a suo fratello...l'unica cosa che mi da un pò di forza è sapere che potrò riabbracciare la mia piccola attraverso un altra creatura,perchè tutto è rimasto incompiuto,sospeso e doloroso ancora da assaporare....io la stò ancora aspettando la mia piccola e dolce Isabel....
Che l'alba di ogni giorno ti porti il bacio di mamma e papà







 
Email
 
Scheda Utente
Giovanna
[Non Registrato]
06/01/2009 12.27
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Carissima Daria,
la storia di Isabel è tanto simile a quella della mia Emma. Sono pochi gli istanti di vita terrena che abbiamo vissuto insieme alle nostre figlie, ma credimi che - nella situazione che ci è dato vivere e che non possiamo cambiare - è già un piccolo tesoro avere qualche ricordo della maternità tangibile che tanto ci manca. Abbiamo incontrato lo sguardo di nostra figlia, e questo è già un'esperienza che giustifica questa maternità "diversa", così difficile da accettare. Poi pian piano, ognuna col proprio cammino, saprà dar un senso a quel che è capitato, o per lo meno, riuscirà a trovare il modo di far crescere e fruttificare l'amore che i nostri figli ci hanno lasciato.
Dalle tue parole penso che tu sia una persona forte ed ottimista, parli di progetti per il futuro e speri già in una nuova vita. Ti auguro che voi possiate realizzare al più presto il vostro sogno, Isabel saprà quando sarà il momento giusto. Anche per affrontare la prossima gravidanza, mi sento di consigliarti di andare a fondo nel cercare le cause di ciò che è accaduto. Ho trovato anch'io medici che non hanno saputo dare una spiegazione a quel che era capitato, altri hanno pure fatto diagnosi a vanvera. Ci ho messo sette mesi per arrivare alla verità (portando i vetrini ad un luminare milanese dell'anatomia patologica neonatale), ma aver saputo cosa è successo e perché è successo è stato un grande aiuto per affrontare la seconda gravidanza, arrivata dopo sei mesi dalla morte di Emma.
L'amore di tuo marito e il tuo piccolo ometto ti faranno trovare la serenità che meriti. Noi siamo qua, tutte le volte che vorrai, pronte a mandarti i nostri grandi abbracci.
Il primo è il mio, vedrai quanti ne seguiranno....
[SM=g9433]
Giovanna


loredana/anna
[Non Registrato]
06/01/2009 14.20
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

cara mamma
Cara Daria dire che mi dispiace trovarti qui,è ovvio perchè anche tu sei diventata mamma di un angelo. Terribile la sensazione di non avere più la pancia e di sentirsi le braccia vuote. I perchè che torturano sono allienanti, cerca perlomeno di fare chiarezza con i medici su ciò che è successo, questo ti aiuterà ad elaborare meglio questa grande perdita. Anch'io ho un'altra figlia che nei primi mesi neanche vedevo di averla accanto, vedevo solo il mio gran dolore e disperazione; ora è il mio punto di forza. Ogni una di noi deve trovare un appiglio per risalire, il mio è stato questo sito, tra amiche che ogni giorno con le loro parole hanno saputo essermi vicina.
Cerca tra noi, nei tuoi cari ma soprattutto in Isabel la forza per rialzarti saprà esserti vicina ed aiutarti nei momenti di scoforto.
Comunque da ciò che scrivi sei forte a pensare già ad un'altra gravidanza. Facci sapere come stai e noi siamo qui.
[SM=g7430] un bacio LOREDANA

claudia
[Non Registrato]
06/01/2009 18.33
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Cara Daria, leggendo il tuo racconto ho ritrovato me stessa un anno fa, anch'io ho perso il mio bimbo a dicembre, il 13, e mi sono ritrovata ad affontare una realtà che non mi sarei mai aspettata, ero pronta a festeggiare un Natale speciale ed invece è stato il più brutto della mia vita. Le prime settimane sono state un incubo, appena uscita dall'ospedale avevo ancora la pancia, mi sembrava quasi di non aver partorito e di aver fatto solo un brutto sogno, ma le mie braccia sono rimaste vuote. Accettare quello che ci è successo è un percorso lungo e pieno di dolore, io comincio solo ora a stare un po'meglio. Stringiti ai tuoi cari e pensa ad Isabel come al vostro angelo, un angelo che vi ha portato il dono di un amore speciale che saprà riempire le vostre vite di una consapevolezza diversa nei confronti della vita. Lei sarà sempre con voi, nei momenti brutti e in quelli felici che sicuramente ci saranno ancora!
Ti mando un abbraccio [SM=g9433] speciale, forte forte!

Un bacio [SM=g7430] anche alla tua piccola Isabel

Claudia

Post: 1
Registrato il: 05/01/2009
Utente Junior
OFFLINE
06/01/2009 18.39
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

LA NOSTRA BIMBA RUBATA
Cara Giovanna,tutti i giorni da quando ho partorito la mia Isabel ripercorro i momenti del parto a quando lo potuta tenere in braccio quelle poche ore a quando è venuta a mancare...vorrei fosse passato più tempo perchè il dolore potesse sembrare meno forte...ma non è così...l'unica cosa che mi rimane di lei è solo una foto e quei momenti che non cancellerò mai..fanno un male lacerante...ma come faccio a rinunciare a poterla riabbracciare attraverso un figlio,sembro egoista...ma sono rimasta così a mani vuote ed una sensazione bruttissima, mi sento vuota come non lo sono mai stata in tutta la mia vita,e forse l'unico appiglio che ho è questo, sperare di poter sentire ancora il suo odore e quell emozione che si prova quando metti al mondo una creatura tanto desiderata.
Io non so cosa sia successo alla tua Emma,non sono una cima nei siti per questo ho un pò di confusione per rispondere e leggere...Cara Giovanna abbiamo già avviato le pratiche perchè anche noi non ci vediamo chiaro per quello che è accaduto alla mia Isabel,voglio sapere assolutamente ciò che aveva e se hanno fatto tutto il possibile per lei.
Un abbraccio sincero a tutte le mamme
daria77

 
Email
 
Scheda Utente
Giovanna
[Non Registrato]
06/01/2009 18.56
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Re: LA NOSTRA BIMBA RUBATA
Cara Daria,
te l'ho detto proprio per questo, per farti capire che anche i ricordi che fanno ora troppo male per essere richiamati alla memoria, col tempo saranno un piccolo tesoro cui aggrapparsi. Se chiudo gli occhi e mi concentro sento ancora l'odore di Emma, penso con dolcezza ai bacini che le davo ed il fatto che glieli davo in una camera mortuaria passa ora in secondo piano. Ma è necessario che passi un pò di tempo perché avvenga questa "selezione positiva" dei ricordi. Chiedi l'aiuto di Isabel, per consolarti, per darti la forza di essere una mamma forte nonostante tutto e per perseguire con forza i progetti di VITA...perché, anche se è durissimo per te pensarlo adesso, vale la pena di essere vissuta, e non solo per il fatto di avere tuo figlio e tuo marito che ti amano. Ora piangi le tue lacrime,che sono alleate nel percorso difficile di risalita, perché tutto il dolore che non esce fuori, se rimane dentro,si fa più insopportabile. Forza, ci siamo qui anche noi a sostenerti.
[SM=g7430]
Giovanna

LOREDANA/ANNA
[Non Registrato]
06/01/2009 20.32
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Cara Loredana,se non avessi avuto mio marito che mi avesse dato una nuova speranza non sarei qui a scrivere la mia triste esperienza,non sono così forte sai,ma non posso tornare indietro e cambiare le cose purtroppo...la mia Isabel non me la da più nessuno,posso solo sognarla e sperare cha presto possa diventare realtà. Ti auguro di trovare almeno un pò di pace, ti abbraccio.

Post: 2
Registrato il: 05/01/2009
Utente Junior
OFFLINE
06/01/2009 20.41
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

CLAUDIA

 
Email
 
Scheda Utente
Ilaria
[Non Registrato]
06/01/2009 22.20
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Ti capiamo tutte cara Daria, sappiamo benissimo l'incredulità, la rabbia e quel tremendo senso di vuoto che però piano piano si riempie con tanto amore, quello di Isabel che continua a starti vicino per aiutarti in questo cammino. Intorno a te ci sono tante persone che ti amano, tuo marito, il tuo splendido bambino, che ha l'età della mia Livietta, sono favolosi in questo periodo, con i loro discorsi da grandei e le loro braccine che cercano te, predi le energie che ti servono proprio da questo amore che ti avvolge e piano piano, un giorno per volta riuscirai a ritrovare un pizzico di sernità.
Noi siamo quì per darti questo bellissimo esempio di ritorno alla felicità e pronte anche a raccogliere i tuoi pensieri e le tue paure. Un angolino tutto nostro, senza giudizi, solo con tanti abbracci!!!
Buona notte e ti auguro tanti sogni d'oro!
[SM=g9433]
[SM=g7430]
Ilaria

P.s. Se ti va potrei mettere la stellina di Isabel in questo nostro cielo stellato, mi servirà però l'iniziale del cognome.

Ilaria
[Non Registrato]
07/01/2009 13.38
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Cara Ilaria,ho letto la tua storia...sono molto simili, anch'io desidero con tutto il cuore avere un altra figlia ,sono solo venticinque giorni che ho partorito la mia Isabel,ma sento il bisogno che avevo prima,quello di stringere a me con tutto l'amore che posso la mia dolce bambina...Mi siete di grande aiuto voi mamme,non credevo di poter riuscire a trovare persone come voi in questo mondo che spesso annulla i sogni e le speranze.
Cara Ilaria,il cognome della mia bambina è STELLA...un abbraccio

daria77
[Non Registrato]
07/01/2009 13.39
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Cara Ilaria,ho letto la tua storia...sono molto simili, anch'io desidero con tutto il cuore avere un altra figlia ,sono solo venticinque giorni che ho partorito la mia Isabel,ma sento il bisogno che avevo prima,quello di stringere a me con tutto l'amore che posso la mia dolce bambina...Mi siete di grande aiuto voi mamme,non credevo di poter riuscire a trovare persone come voi in questo mondo che spesso annulla i sogni e le speranze.
Cara Ilaria,il cognome della mia bambina è STELLA...un abbraccio

claudia
[Non Registrato]
07/01/2009 20.59
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Cara Daria, grazie per le parole che mi hai rivolto, sto soffrendo tanto anch'io ma piano piano questo dolore sta diventando più sopportabile. Sento i miei angeli sempre più vicini a me e mi danno tanta forza. A te vorrei dire di darti tempo, la tragedia che ti ha colpito ha bisogno di tempo per essere compresa e metabolizzata. I primi tempi davvero è difficile rendersi pienamente conto di ciò che è successo o meglio, razionalmente lo sappiamo ma emotivamente non vogliamo accettarlo. E si sente il bisogno di compensare subito quest'enorme mancanza con un'altra gravidanza. E' giusto aprirsi di nuovo alla vita, io ci ho riprovato subito ma forse non ero ancora pronta per un'altra gravidanza. Tutti i mesi ero impaziente e stava diventando quasi un'ossessione.Quando ho scoperto di essere di nuovo incinta, dopo un primo momento di felicità assoluta ero in preda al panico, ho persino pensato di non volere un altro bambino ma di volere solo Matteo ma, ovviamente, lui non potrò più riaverlo. Lo vorrei tanto, ancora oggi, ma semmai avrò un altro figlio sarà appunto un altro, non Matteo. Con la seconda gravidanza ho vissuto sentimenti contrastanti, ero felice di avere un'altra vita che cresceva in me ma mi sentivo in colpa nei confronti di Matteo. Certo il cuore di una mamma ha amore infinito per tutti i suoi figli ma non è facile fare i conti con un figlio "angelo". Poi purtroppo ho perso anche Ale e ora so che li ho amati e li amo tutti e due dello stesso amore ma mi sono resa conto che avrei avuto bisogno di accettare la loro perdita prima di riuscire ad accogliere al meglio un altro figlio. Certo lo desideriamo tantissimo ma non per sentire meno la mancanza di Matteo e Ale ma per portare a compimento il progetto di famiglia che abbiamo nel cuore da qualche anno e che ancora non siamo riusciti a realizzare.
Prenditi tutto il tempo necessario, cara Daria, circondati di amore e vedrai che la tua Isabel ti aiuterà e al momento giusto ti manderà un fratellino o una sorellina per il tuo bimbo.
Ora è il momento del dolore ma ti auguro che presto ritorni un po' di serenità nei vostri cuori.
Ti mando un abbraccio [SM=g9433] fortissimo
e un bacione [SM=g7430] ai nostri angeli

Claudia

un abbraccio
[Non Registrato]
08/01/2009 17.54
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

ciao Daria sono Paola,
ti mando un forte abbraccio...
La mia storia è diversa dalla tua ma uguale nel dolore...sono passati 4 mesi da quel 2 settembre ma ogni giorno vivo quel senso di vuoto che ci accumuna...
Ti abbraccio e ti mando un bacio grande...
Le nostre stelle brillano lassù nel cielo...e piano piano ci daranno la forza di vivere serenemente questa vita... [SM=g7430]

Stefania
[Non Registrato]
14/01/2009 17.50
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Cara Daria
scusa se ti scrivo solo ora... per un po' non sono stata tanto "presente" sul forum. Volevo solo abbracciarti... anch'io ho perso dopo pochissimo (2 giorni) la mia piccola Gaia quasi un anno fa. Aveva una rarissima malformazione polmonare ed è riuscita solo a farsi dare un bacio da me e dal suo papà... Come capisco quel senso di vuoto, quella pancia che solo a guardarla fa star male... Isabel ora sta bene, è con gli altri angioletti e veglia su di voi per potervi mandare presto un altro bimbo/a da amare. Io sono di nuovo incinta, ho la scadenza fra un mese e non ti nego il misto fra paura e speranza che ho in questo momento. Io e mio marito Massimo vogliamo essere ottimisti, vogliamo credere che Alessandro arriverà fra noi e che la sua sorellina gli farà per sempre da angelo custode. Penso sia l'unico modo per andare avanti e ritrovare il sorriso.
Le nostre bimbe lo vorrebbero.
Un fortissimo abbraccio

Stefy

daria77
[Non Registrato]
14/01/2009 23.14
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Cara Stefania,ho letto di recente la tua storia,è uguale a quella della mia Isabel,è trascorso un mese da quando è successo e ancora non sappiamo nulla...da quello che dicevano i medici non si sarebbe capito il suo problema...spero solo non sia stato per negligenza loro....Mi sono commossa leggendo quello che mi hai scritto,sono felice che tu possa presto tenere tra le braccia il tuo bambino,vorrei poterlo fare presto anch io.Cara Stefi è difficile potersi rassegnare a questa realtà,sembra sia trascorsa un'eternità e invece è trascorso poco più di un mese...mi manca tanto la mia piccola,vorrei fosse vicina a suo fratello,lui che ogni sera le augura la buonanotte dandole un bacio sulla fotografia..Spero sia tutto vero...che un giorno possa veramente incontrare mia figlia e vivere con lei quello che non sono riuscita a fare qui,è un magone che mi porterò dietro tutta la vita,il fatto che ho potuto darle solo due miseri giorni..purtroppo di amara sofferenza.
Cara Stefi, fammi avere presto tue notizie,intanto ti auguro un grande in bocca al lupo.Un bacio ai nostri angioletti.. e uno anche a te, buonanotte
Daria

Stefania
[Non Registrato]
15/01/2009 13.52
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Carissima Daria
come ti capisco quando dici che speri solo che non si sia trattato di negligenza dei medici. Anch'io era l'unica cosa che speravo anche perchè ormai niente e nessuno mi avrebbe potuto restituire Gaia e io voglio credere che quello fosse il suo destino, a volte penso che era così brava e dolce anche nella mia pancia e solo perchè era un angelo che ci ha voluto donare nove mesi e un istante di gioia e che ora ci protegge di lassù. Con il tempo il dolore ora è un po' meno amaro, vedrai. C'è sempre e anche tanto. Lei mi manca da morire come a te manca Isabel. E' passato così poco tempo... vedete di far chiarezza... noi abbiamo scoperto dopo due mesi (con l'esito dell'autopsia) della malformazione polmonare. Abbiamo fatto la visita dai genetisti ma ci sono pochissimi casi (un centinaio in tutto il mondo) e quindi nessuno ci sa dire nè la causa nè se può essere genetico.
Ora preghiamo e speriamo che Alessandro stia bene. Quando abbiamo deciso di cercare nuovamente un bambino dopo Gaia, ci siamo affidati a lei, le abbiamo chiesto di mandarci un altro bimbo se era la cosa giusta e ... il giorno del compleanno di mio marito abbiamo fatto il test... il più bel regalo della nostra bimba al suo papà.
Ah volevo dirti ancora una cosa: quando mi hanno dato gli esiti dell'autopsia ho chiesto se Gaia aveva sofferto e mi hanno garantito che non era possibile, che era troppo piccola per avvertire il dolore. Devo ammettere che effettivamente sul suo visino c'era sempre il sorriso.
Tu non le hai dato due giorni di sofferenza ma nove mesi e due giorni di amore immenso, a cui lei ora ripensa in ogni istante.
Ti abbraccio forte forte... quando vuoi parlare sono qui. Ti lascio anche la mia mail stefizo@libero.it
Ciao dolce mammina
Stefy

claudia
[Non Registrato]
19/01/2009 21.59
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Ciao Daria, come stai? Spero che vada almeno un pochino meglio, che tu abbia iniziato a dormire senza svegliarti a piangere, che il tuo Seb ti possa strappare qualche sorriso... e volevo solo mandarti un abbraccio [SM=g9433]

Claudia


daria77
[Non Registrato]
20/01/2009 15.03
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Cara Claudia,mi fa piacere sentirti...ogni giorno è peggio,si avvicina il momento nel quale ci diranno cos'è successo alla mia bambina,è una doppia sofferenza perchè io so che lei non aveva niente,se fosse stato per una semplice leggerezza da parte dei medici sarebbe grave...preferirei une bugia a questo punto..ho messo la vita di mia figlia in mano a persone che non hanno figli,perchè se solo sapessero l'amore che si prova li curerebbero come fossero i loro e queste cose non accadrebbero....
Tu come stai? Ti abbraccio e ti auguro una buona giornata.
daria77

claudia
[Non Registrato]
20/01/2009 16.06
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Cara Daria, io posso dire che comincia ad andare un po' meglio, sto cercando di concentrarmi anche su altro che non siano i miei bimbi. Ci provo, perchè non è così facile. Capisco che tu sia in ansia per il responso che ti devono dare riguardo alla morte della tua Isabel. Io spero tanto che sia stato un evento naturale, che non ci siano responsabilità. Credimi è difficile convivere anche col pensiero che ci sia stato un errore umano, come nel caso di Matteo. Il nostro problema è che abbiamo iniziato una causa che comunque mi sembra di capire che non porterà a granchè. Ma la mia rabbia più grande è sapere che mi hanno mentito per coprire l'errore facendo leva sulla nostra fragilità emotiva e ai responsabili non verrà fatto proprio nulla. A volte penso che starei meglio se avessi creduto alla loro bugia invece di smascherarla, ma non sarebbe giusto.
Spero ti dicano che è stato un evento casuale che non dipende da te ma nemmeno da loro, ma soprattutto spero che ti dicano la verità perchè è quella che tu e tuo marito avete bisogno di sapere. Per decidere come affrontare al meglio la prossima gravidanza, per fare dei controlli se necessari, per essere seguiti con più attenzione.
Sappi che ti sono vicina, forza, so benissimo quanto è difficile! Se ti va di farmi sapere come andata puoi scrivermi anche al mio indirizzo e-mail coserclau@tiscali.it
In bocca al lupo, un bacione [SM=g7430]

e che la tua Isi [SM=g7423] ti vegli dal cielo

Claudia

Andrea
[Non Registrato]
20/01/2009 18.02
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

pensiero
Cara Daria!possono sembrare parole scontate le mie ma leggendo la tua storia e' come se rileggessi la mia...
Andrea e' nato per il cielo il 17 gennaio 2008,dopo 1 gravidanza bellissima e volutissima,vissuta a preparare il suo fratellino che dopo qualche giorno avrebbe compiuto 4 anni e che viveva l'arrivo di questo fratellino come 1 dono...
Noi ci troviamo a dover dare 1 spiegazione che nemmeno noi abbiamo ai nostri figli ed e' difficile,mio figlio a distanza di 1 anno pensa ancora al suo fratellino,gli dice che gli manca,a Pasqua vuole portargli l'uovo a Natale il presepe sulla tomba.Ma da un lato siamo fortunati perche' i nostri figli sono gli unici che possono starpparci 1 sorriso.
Sai?!anche io subito dopo la morte di Andrea ho avuto lo stesso istinto:cercare 1 altra vita in me,ma purtoppo ho avuto 1 aborto ad agosto quindi penso che forse non era il tempo,1 altro figlio non sostituira' mai quello che non ho dato ad Andrea e non ho avuto da Andrea,come tu dovrai vivere 1 altra gravidanza consapevole del fatto che quando stringerai 1 altra creatura non sara' Isabel,lei sara' sempre nel tuo cuore e da li' niente e nessuno potra' mai torglierla.
1 forte e sincero abbraccio
Verusca [SM=g9433]

daria77
[Non Registrato]
20/01/2009 19.08
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Cara Verusca, sai quanto mi fa male sentire o pronunciare il suo nome e non poterla riabbracciare la mia bambina ma è inevitabile ricercare questo contatto in un altro figlio che fosse maschio o femmina...rivedrei comunque qualcosa di lei. Mio marito e mio figlio mi danno tanta forza...Voglio solo sapere cosa è successo alla mia bambina,perchè non è possibile che nessuno mi dia una spiegazione, è il mio tormento...tra qualche settimana saprò..
Cos è successo al tuo Andrea?
Un abbraccio,daria77

Andrea
[Non Registrato]
27/01/2009 18.19
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota

Andrea
Cara Daria,scusa se rispondo con 1 po' di ritardo ma lavorando il tempo e' poco per accendere il pc.
Andrea dopo una gravidanza senza intoppi il 16 gennaio 2008 ha smesso di scalciarealla 38 settimana,ma ad 1 certo punto mi e' sembrato di sentirlo(probabilmente era cullato dal liquido amniotico,ma la mattina del 17 di buon ora non sentendomi tranquilla chiedo ad 1 mia amica ostetrica del corso di preparazione al parto di farmi sentire il battito.Non sentendolo mi accompagna in ospedale,mi attaccano il monitoraggio che per 1 attimo schizza a 130 battiti(era la mia frequenza cardiaca),poi nel monitor dell'ecografo vedo il cuoricino del mio bambino,fermo.Dall'autopsia si riscontra che il mio bambino era sanissimo ma dall'istologico della placenta si vede che c'era stato 1 grossissimo quanto improvviso infarto placentare che aveva tolto l'ossigeno al mio bambino...
Ogni storia su questo sito e' diversa ma tanto simile purtroppo.
Cerchiamo solo di aggrapparci a quello che di positivo che abbiamo.
Se vuoi scrivermi il mio indirizzo e mail e':pisellin2004@yahoo.it
1 abbraccio forte forte
Verusca

Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
Rispondi
home - il nostro aiuto - come nasce - leggi e racconta (FORUM) - la riconquista della felicità la psicologa - come margherite - noi genitori
 - collegamenti - dicono di noi - le nostre stelle - compleanni - le loro storie - ciondolo - vanessa - giornata del ricordo - contattaci


Home Forum | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 20.59. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com