Forum archivio della Compagnia del Giardinaggio


Ricerca nell'archivio del forum

Un importante cambiamento per il forum

 
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

Vamos a compostar

Ultimo Aggiornamento: 24/12/2003 15.41
20/12/2003 18.24
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Io lo so che voi compostate in silenzio. Zitti zitti.
Ma io voglio sapere tutte le vostre esperienze.
Chi passa di qui??? Oasi Forum59 pt.21/11/2017 10.51 by possum jenkins
perchè gli evangelici non sono nella retta via secondo i tdG ?Testimoni di Geova Online...50 pt.21/11/2017 15.10 by erevnitis
CAOS STADIO blog191240 pt.21/11/2017 16.26 by Bauscia_Dal_1912
Domandone...Freemont forum23 pt.21/11/2017 09.47 by scoiattolo49.freemont
TRAM DI MILANOMondo Tram Forum23 pt.20/11/2017 20.59 by Giordano92
20/12/2003 22.07
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Allora comincio io visto che non lo fa nessuno:
io faccio il compostaggio " a freddo" che dipende dal volume del materiale impiegato (ho una compostiera da 250 litri).
Allora leggendo qua e là ho capito che bisogna alternare residui ricchi di azoto a quelli ricchi di carbonio.
Usando una immagine i verdi(scarti di frutta e verdura, erba) ai marroni (residui di potatura, foglie secche).
La proporzione credo sia a favore dei marroni.
Poi bisogna fare un invito a cena ai lombrichi: si fa un bel bigliettino, lo si infila nel buchino della tana del lombrico...e se il lombrico trova abbastanza umidità (ma non troppa), abbastanza pappa, pochi pesticidi, insomma accetta di venire a cena nella vostra compostiera dove inizia a mangiare e a digerire e a espellere.
MA VOI NON SAPETE CHE CI SONO DUE TIPI DI LOMBRICHI!!!!
Ve lo dico la prossima volta quali sono adesso parlate voi.
21/12/2003 14.08
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
ti rimando ad una pagina del mio sito personale dove ho parlato di compostaggio domestico (tra l'altro l'avevo anche postato qui tempo fà!).

dal compost nascono i fiori
Paola TN
21/12/2003 19.36
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Letto tutto. C'è quasi tutto.
Intendo dire che si parla molto di "accellerare" la composta con vari sistemi: prodotti appositi, cornunghia, humus di lombrico (che ci ha dentro le ovette nascoste del lombrichetto).
Una cosa non capisco: se io miscelo spesso, la roba vecchia e la roba nuova si mescolano e io devo sempre essere sicura di porre a contatto con le radici materiale ben maturo.
Quindi miscelare è necessario ma è anche un rischio perchè poi tiro fuori roba un po' matura e un po' no, ti sembra?
22/12/2003 02.19
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Ebbene, io sono uno di quelli …. La compostiera (per soli scarti vegetali) l’ho fatta da me con vecchie doghe di plastica di vecchie persiane di portefinestre, è senza fondo e senza coperchio, in pratica un tubo (il coperchio l’ho fatto ma subito tolto per non avere la seccatura di sollevarlo ogni volta che mi avvicino con le braccia impegnate nel trasporto dei residui …). Ho letto anche, come te, di miscele e composizioni per mantenere giusti rapporti tra i vari componenti, ma figurati! ma come si fa? ma come si può avere tale pazienza e costanza, per elementi che, tutto sommato, sono di recupero … Sarebbe il caso di avere tanti mucchietti di scarti vari, determinarne la quantità, il grado di maturazione ecc e “soltanto” quando si raggiungono le giuste proporzione miscelare e gettare nel compostatore …. Per me e, ripeto, per me, è assolutamente impossibile! perché ci credo ai giusti rapporti per ottimizzare ..., ma all’atto pratico mi sembra tutta un’altra faccenda.
Quindi ritengo la compostiera come “una fossa” in cui gettare tutto ciò che capita senza altro onere (non sminuzzo nemmeno i rametti delle potature anche perché in massima parte, quelli più grossi, sono utilizzati per fare fascine per avviare il caminetto …) . Sarebbe indispensabile riversarci ogni tanto qualche badilata di terreno per l’apporto dei microrganismi, ma penso sia sufficiente l’aggiunta del terreno legato alle radici dell’erba sradicata; raramente ci riverso un secchio d’acqua, ma se mi capita di innaffiare nelle vicinanze lo irroro abbondantemente.
Però anche così … funziona! Specie nella stagione estiva capita che il residuo del diserbo sia tale da superare anche di mezzo metro il colmo del compostatore, ebbene dopo 3-6 giorni il tutto viene fagocitato e c’è posto per altro. Ho controllato anche infilando un termometro e più volta una mano per verificare la famosa temperatura di 50-60 C°, macchè, il nucleo risulta sempre a temperatura ambiente, ed io che mi aspettavo covasse una reazione tipo Cernobyl …
Lo svuoto in primavera, in concomitanza con semine e trapianti.
Poiché ha all’interno le pareti completamente lisce, è facile tirare il “tubo” verso l’alto ottenendo così una “torta”, esattamente come si fa sulle spiagge con secchielli e formine. In questa torta sono distinguibili i 3 strati: superiore, materiale fresco; intermedio, materiale in decomposizione; inferiore, compost maturo (ed ha proprio l’aspetto e l’odore del terriccio).
Senza pormi ulteriori difficoltà, col forcone, tutto ciò che con questo riesco a prendere lo ributto nel compostatore che ho riposizionato a fianco. Con questa operazione effettuo anche un rimescolamento che viene ulteriormente compiuto col setaccio.
Ne risulta un mucchietto di compost che utilizzo più o meno miscelato con terreno, quest’anno circa 70-80 kg.
Ho anche notato, con piacere, che fino al mese di agosto sul mucchietto avanzato non è comparso un filo d’erba. Temevo potesse diventare diffusore di semi di malerbe in quanto non sempre sono stato sollecito ad estirparle prima che maturassero, anzi …; presumo che nell’ambiente del compostatore tutti i semi vengono distrutti da microrganismi oppure indotti a germogliare e quindi comunque così decomposti.
In questo album potete vedere il compostatore:
Caratteristiche:
autocostruito con vecchie doghe di plastica di portefinestre “RC” (h = 1m, diametro = 1m; capacità 785 litri, quasi 1m cubo, come consigliato in molti siti come capacità ottimale per la … reazione a catena) tenute unite e sorrette da due anelli di tondino di acciaio procurati a ½ conoscenza presso un cantiere edile “RG”. Notare la cucitura con fil di ferro tra gli anelli e le doghe utilizzando i fori preformati sulle doghe stesse in modo di avere la superficie interna completamente liscia (come sopra specificato).
Il setaccio è stato realizzato utilizzando un ammaccato cerchione di bicicletta “RG” ed una vecchia rete di gabbia per conigli con maglie di cm 1x2 “RC”.
Legenda: RC = recupero, RG = regalo
Costo totale: eureoueui = 0.
Un saluto a tutti da …. astroleone
album


.... mi piace il vento ....
22/12/2003 10.23
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Inzomma alla fine tutto fa brodo come si suol dire.
Bella questa cosa della tapparella, ci devo pensare anch'io che voglio dei tini o dei mastelli da piazzare nel prato, dopo vado alla discarica che mi piazzano fuori dalla porta e vedo se trovo qualcosa da cui trarre ispirazione.
Comunque questo forum è impagabile, solo qui apprendendo nuove cose si viene a sapere che uno fa le fantasticherie sulla fusione del nucleo atomico mentre caccia la mano in centro alla compostiera
Comunque io questa estate avevo i sacchi neri con dentro l'erba falciata che emanavano calore come delle stufette, al centro c'era veramente la termoproduzione, fumavano quasi.
Del resto io ho due cose abbondanti e grasse in giardino : lombrichi e merli.
Posso buttarne dentro qualcuno ogni tanto , di lombrichi intendo, non di merli.
22/12/2003 10.33
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Città: PISA
OFFLINE
Sì Elena, però adesso parlaci dei lombrichi che è interessante....e magari qualcuno che viaggerà per le feste in California potrebbe attrezzarsi e partire con qualche contenitore idoneo!!!
22/12/2003 11.06
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Con l'indispensabile aiuto di mio padre, ieri abbiamo rifatto la compostiera, spostandola da dov'era, vicino al cantiere del giardino bianco-blu, all'angolo in fondo del terreno, dove avevo programmato nel piano di ristrutturazione generale. L'abbiamo realizzata in muratura, anche perché i residui sono talmente tanti che gli altri sistemi (doghe, reti) non sono in grado di contenere le spinte e di dare una parvenza di ordine ad uno strumento indispensabile, ma che rischia facilmente di diventare un immondezzaio... Così abbiamo creato un contenitore aperto su un lato solo, rettangolare, col lato corto di 1,2 m ed il maggiore di 2,4 m, alta circa 80 cm.
Cosa sarebbe IDEALE fare per un cumulo del compost, lo sappiamo, per cui ti dirò che alla fine, col tempo che scarseggia ed il materiale che si accumula, specialmente durante la bella stagione, faccio grossomodo come Astroleone, in maniera non del tutto ortodossa. Il che ha anche i suoi bravi difetti. Lo sviluppo di calore alla Cernobyl [SM=g27760] si ha soltanto se la decomposizione è rapida, altrimenti la temperatura resta pressoché identica a quella ambiente. Gli scarti passati al biotrituratore si decompongono in tempi record (nemmeno 1/3 del tempo necessario ammucchiando a casaccio), e diventano sensibilmente caldi durante il processo di maturazione.

Se hai una grande quantità di compost non è necessario rivoltarlo mischiando materiale vecchio e nuovo (cosa che ti costringe ad aspettare che tutta la massa sia decomposta). Basta spostare il materiale di superficie sinché non compare la massa nera del terriccio pronto, che può essere setacciata o no, dipende dall'uso che se ne deve fare e dalla grossezza dei materiali rimasti indecomposti (succede spesso con i rametti ed i residui di potatura). Quel che rimane dalla setacciatura finisce nuovamente nel mucchio.
Avendo una compostiera abbastanza grande, di solito mi basta togliere il materiale superficiale da una metà, accumulandolo sull'altra. Una volta finito il terriccio maturo, tutto il materiale nuovo finisce ad occupare lo spazio liberato, rendendo accessibile l'altra metà del cumulo col terriccio maturo...
Maurizio, Cagliari, zona USDA 9a/10b
22/12/2003 14.19
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
PER LUCA
prima che torni a casa dalla california pieno di vermi di tutti i tipi.
I lombrichi si dividono in due gruppi: quelli che si servono di substrato non ancora degradato (humus former) e quelli che si servono di sostanze già umificate (humus feeder).
Scavano gallerie diverse nel terreno.
Ovviamente per la compostiera ci vorrebbero gli humus former.
Vai su Google e digita "lombrichi" è uno dei primi articoli.
Ho saputo che un lombrico ha cinque paia di cuori, che impresiun.
22/12/2003 15.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Città: PISA
OFFLINE
Dai Elena che scherzavo.....magari la California!!!
Mi riferivo ad uno dei più attivi scavatori di gallerie fra le centinaia di specie di lombrichi esistenti, il lombrico rosso californiano (Eisenia foetida), introdotto diversi anni fa in Europa proprio dalle aziende produttrici di compost. E' piccolo e rosso, molto più "sottile" del nostro ciccione e rosato lombrico (uno dei più comuni il L.terrestris) e non entra in competizione con quest'ultimo, ma vi convive pacificamente (anzi, passano piacevoli pomeriggi insieme conversando, in inglese ovviamente, perchè i nostri lombrichi sono colti!!!).


Ciao, Luca.
22/12/2003 16.10
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Insomma dove si compra il lombrico snello californiano?
O il lombrico humus former?
A me sono simpatici i lombrichi, anche ai merli sono simpatici.
L'altro giorno mentre scavavo ero letteralmente tallonata da un pettirosso, mi stava vicinissimo, è un insettivoro e quindi apprezzava tutta quella carne rosa al sole.
Il mio progetto è fare un po' di compost, buttarci dentro i lombrichi e vedere cosa succede.
22/12/2003 16.38
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Città: PISA
OFFLINE
Buone notizie!
Il rosso californiano è in vendita presso tutti i migliori negozi di esche vive per la pesca!!! Così, oltretutto, fai anche una buona azione per Natale, sottraendolo a morte certa!!![SM=g27766]
22/12/2003 18.41
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
E voi mi dite così che se arrivo in montagna con un vasetto di lombrichi humus former ed uno di humus feeding ed uno delle Eisenia foetida come regalo di Natale alla mia vecchia tata nonchè vicina di casa-amica-prima maestra giardiniera mi dice grazie e non mi mangia?Me li tira dietro o sono veramente importanti?Stampo le vostre considerazioni e poi la faccio leggere. Lei è un'artista del compostaggio, ma non usa mai nulla per attivare.Mi controlla la roba che metto quando sono su, sono 51 anni che mi rompe affettuosamente: non ci saranno mica bucce di limoni, vero??.Ai miei figli non dice mai nulla, ma a me...
Quanti ce ne vogliono, la domanda è seria, mica posso andre a chiedere un etto di lombrichi, non ho esperienza.Grazie
22/12/2003 18.58
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Re:
E per seminar lombrichi non farà troppo freddo ...

Io ho un angolo per la composta ( fra l'ortesia e il muro di cinta ) che non supera il mezzo metro. Credo di non raggiungere la " massa critica ", ma nell'insieme funziona con molti lombrichi nostrani. Io butto gli scarti minuti sul mucchio e poi ricopro il tutto con una spolverata di terra ( per salvare le apparenze ).

Sotto si forma della buona terra ( mi pare ).

E' sbagliato ?
22/12/2003 19.01
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
Città: PISA
OFFLINE
Niki, sono sicurissimo che se la tua tata da + di 50 anni fa un compost di qualità avrà già alla sua corte una nutrita schiera di micro e macro organismi più che attivi e funzionali! Se vuoi provare però, per sfizio o curiosità, ti basteranno pochissimi "esemplari". Il lombrico rosso californiano è molto prolifico, il compost che producevo io quando abitavo ancora a Genova dovevo per forza setacciarlo prima dell'utilizzo...da quanto era pieno di grovigli di amichetti snelli e lunghi, tutti discendenti di una decina di individui catturati nella letamaia della scuola (che bella giovinezza ragazzi...fra i viali dell'azienda della scuola si svolgevano spettacolari gare: due "portatori" spingevano una carriola ciascuno contenente due "proiettili" umani; si partiva appaiati...vinceva chi scagliava per primo il suo proiettile nel mucchio di letame[SM=g27764] [SM=g27765] ...e fortuna che a 14 anni ero già 85 Kg e nessuno riusciva a spingermi[SM=g27766] [SM=g27766] )

Ciao, Luca
22/12/2003 19.33
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
Luca, che ricordi! Io e mio fratello d'estate facevamo più o meno la stessa cosa con gli amici, proprio a casa di Gina.WOW! Noi cittadini lassù per tre mesi eravamo peggio delle cavallette, ma ci compativano tutti perchè arrivavamo pallidi e smunti, e le nostre attività..ginniche erano viste come..salute!
22/12/2003 21.42
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
voi vi buttavate nel letame???
E io mi buttavo nel fieno, la classe non è acqua.
Ma voi in primavera legavate alla zampetta di un maggiolino un filo di nylon e quando si alzava in volo lo portavate in giro?
Uno sport molto praticato da tutti noi bambini.
bene, ora festa grande per merli e pettirossi: arrivano i lombrichi pellerossa.
Oggi ho buttato dentro le bucce di mandarino chissà se ho fatto bene.
23/12/2003 09.45
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
anche per balconi...
Forse può interessare a qualcuno questo manuale sul compostaggio http://www.village.it/italianostra/compostaggio/index.html
che nella parte dedicata alla pratica, sezione compostaggio a freddo spiega come "compostare sul poggiolo"...
Appena riesco ad aggirare la diffidenza del mio ragazzo sul tenersi i rifiuti in balcone [SM=g27766] credo che lo farò...

Ciao!

Barbara
24/12/2003 15.41
 
Email
 
Scheda Utente
 
Modifica
 
Cancella
 
Quota
OFFLINE
io ho due composter: in uno vi butto la roba in autunno-inverno e poi lascio "lavorare", l'altro lo uso in primavera-estate e poi idem, lascio "lavorare"........ così, con sei mesi a disposizione, mi ritrovo sempre con del bel terriccio ottenuto da "roba vecchia" e non fresca..........
p.s.: in quello dell'autunno-inverno, a fine inverno, ci butto anche del letame che mi avanza dalla concimazione dell'orto e del campo!
Paola TN
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
 | 
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 16.34. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2017 FFZ srl - www.freeforumzone.com