CAMPANE D' ITALIA
printprintFacebook

 Associazione Italiana di Campanologia 

- - - - -   www.campanologia.org   - - - - -

 
Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Stampa | Notifica email    
Autore
Facebook  

Analogie tra modi di suonare

Ultimo Aggiornamento: 27/01/2016 22.06
OFFLINE
Post: 1.120
Registrato il: 22/06/2007
Città: VICENZA
Età: 32
07/05/2010 18.28

Come ben sappiamo, le campane hanno un codice di suono che che varia moltissimo di zona in zona.

A livello di risultato acustico possono accadere interessanti analogie,

vi segnalo questo interessante video che rimanda molto ai suoni tipici del friuli (ovvio che la tecnica di esecuzione è realmente molto diversa).

Invece in quest'altro Video è interessante vedere come le campane vengano fatte partire "mute" con il battaglio legato. Ovviamente il primo pensiero va allo slancio tirolese..

Curioso no? Semplice casualità.... oppure no?

Flavio
AUSTRALIAN OPEN 2018TUTTO TENNIS FORUM132 pt.22/01/2018 05.19 by giuseppe liucci
La gelosia è giusta o sbagliata?Testimoni di Geova Online...45 pt.21/01/2018 22.49 by Karmantica
pisa - monzablog191230 pt.22/01/2018 00.06 by ormonello
OFFLINE
Post: 1.102
Registrato il: 25/06/2007
Età: 25
07/05/2010 20.40

Sicuramente il ferma battaglio sia per il sistema friulano che per lo slancio tirolese non sono casuali, sono certamente imparentati: infatti con le campane manuali era molto più faticoso mettere in moto la campana e quindi si poteva creare una lunga serie di rintocchi irregolari prima di prendere il ritmo giusto, così si è ideato questo sistema. Con l'elettrificazione invece il complesso meccanismo del "Klöppelfänger" non ha preso così piede anche perché solitamente con i motori le campane si avviano bene già dopo pochi rintocchi.

I sistemi misti invece hanno (o perlomeno avevano) una larga diffusione in Europa, un tempo l'usanza del cosiddetto "Glockenbeiern" in Germania e in Olanda era sicuramente più diffusa di adesso. Avendo tre campane a slancio non è strano che il sistema misto si rassomigli molto, perlomeno dal punto di vista acustico: la grossa a slancio e le altre due intercalate a rintocchi.

Ciao a tutti,
Romeo
OFFLINE
Post: 87
Registrato il: 20/02/2008
Città: CONCAMARISE
Età: 36
07/05/2010 21.08

un anello di congiunzione
tra il titolo italiano, ed il friuli, c'è una provincia veneta in gran parte da scoprire che è quella bellunese...

se tanto mi da tanto l'emigrazione dal tirolo al friuli e viceversa può aver fatto prendere alcune cose sia dall'una che dall'altra parte

provate a pensare alle semplici suonate che i campanari gardensi fanno sulla sponda bresciana a contatto con le campane e quelle che si facevano cento anni fa nei paesi della sponda veroese. c'è il lago di mezzo ma l'influenza e la curiosita non hanno confini
OFFLINE
Post: 1.120
Registrato il: 22/06/2007
Città: VICENZA
Età: 32
11/05/2010 18.16

Già, il mio post voleva e vuole infatti suscitare curiosità non sulle tecniche di suono, ma quanto sul risultato estetico..

Per esempio, lo slancio Tirolese suonato manualmente prevede che le 3 campane maggiori siano tra loro "sincronizzate" (vedi Elvas), cosa che non viene riprodotta dai sistemi automatici.

Ricordiamoci inoltre che in passato i confini erano ben diversi e che sia veneto che friuli sono stati Austriaci, senza contare che la diffusione dello slancio Tirolese come lo conosciamo noi, arrivava realmente fino a Trento - Belluno. In quelle zone la tecnica poi andata letteralmente sradicata da quel periodo nero per le tradizioni campanarie che si accosta con le prime, devastanti, elettrificazioni.

Curioso quindi come in Friuli, regione evidentemente con una altissima complessità culturale, si possano trovare suoni dal sapore mitteleuropeo come la sincronizzazione delle campane, il controllo dei battagli ed i suoni misti (come suggerito da Romeo) con campane ferme ed in movimento.... Curioso, no? [SM=g7566]

OFFLINE
Post: 2
Registrato il: 27/01/2016
Città: VIGO DI CADORE
Età: 16
27/01/2016 22.06

Ciao a tutti, mi sono appena iscritto. Mi chiamo Paolo e sono un campanaro del Cadore (provincia di Belluno). Rispondo alla domanda riguardante il sistema di suono del Cadore. Sono riuscito ,per adesso, a riscoprire le tecniche principali di suono solenni del campanile della chiesa capitolare di S.Antonio Abate in Laggio di Cadore che è stato l'ultimo concerto ad aver subito il tramutamento da sistema a slancio a battaglio cadente. Le campane avevano i ceppi in legno alla tirolese con i quarti di ruota sempre in legno. I battacchi erano forgiati sempre come quelli che si trovano in Südtirol. Le campane di solito nelle feste "basse" ,cioè domeniche ordinarie e feste di precetto, venivano suonate dai chierichetti con una quata di circa 80^ (Dove con punto 0 si intende la posizione della campana a riposo) e non venivano sincronizzate. Nelle solennità invece ,veniva eseguito dai campanari esperti, il suono solenne con le campane a bicchiere avviate in ordine ascendente è una volta i piedi calate a tempo in ordine Grande-Piccola-Media. Invece nelle feste più importanti (quali: Natale: si suonava tutte le sere dal 21/12. S.Antonio Abate patrono di Laggio. Per la processione del Corpus Domini e per quella della Madonna del Rosario) si eseguiva la suonata chiamata "Campanoto",in ladino.
Essa consisteva nell'avviare la campana maggiore facendo forza sulla ruota con il batacchio muto cioè abbassando con la mano il batacchio, una volta che la campana arrivava verso i 160^ la campana piccola effettuava una serie di tre sequenze di tocchi veloci, dopo di cui veniva sbattuto il battacchio ,ancora abbassato, sul labbro inferiore causando il colpo successivo molto forte dopo di che la Maggiore veniva suonata a bicchiere con pause irregolari e la Media scandiva il ritmo spaziando i due rintocchi della Grande. La Piccola invece batteva uno o due colpi tra uno della Maggiore e Uno della Mezzana. L'esecuzione del "colpo" si ripeteva tre volte durante una suonata. Questo sistema si è conservato fino al 1963 dove l'intervento di una ditta famosa per aver convertito molti impianti in Cadore e nel bellunese cambio il montaggio delle campane. il suono del Campanotto si è perpetrato fino ad oggi anche se con molte modifiche.
In generale il sistema a slancio inizio ad essere convertito già nel primo dopoguerra.
Paolo
Amministra Discussione: | Chiudi | Sposta | Cancella | Modifica | Notifica email Pagina precedente | 1 | Pagina successiva
Nuova Discussione
 | 
Rispondi
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Utenti | Cerca | Login | Registrati | Amministra
Crea forum gratis, gestisci la tua comunità! Iscriviti a FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.4.2] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 07.04. Versione: Stampabile | Mobile
Copyright © 2000-2018 FFZ srl - www.freeforumzone.com